Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

una domanda da un giovane ateo.

+27
giampaolo123
ilmaso
Assenzio
Steerpike
Wishop
oid ocrop
AteoCorporation
SergioAD
davide
don alberto
Ludwig von Drake
Giampy
BestBeast
Johnny
Cosworth117
delfi68
Rasputin
teto
JACK_JOHN
lupetta
alberto
loonar
Minsky
*Valerio*
Tomhet
Avalon
federico00
31 partecipanti

Pagina 9 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo

Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:01

Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:RISPOSTA ALLA SECONDA OBIEZZIONE DI DARROW IN PAG. 15
Dici che tu prendi seriamente l'ateismo
ma non sei disperato. Perché? Penso perché non riesci a vedere le
implicazioni logiche dell'ateismo. E finché non li vedi, non potrai
disperarti. Quando (o se... alcuni non riescono mai) lo farai, allora
sarà difficile non disperarsi. Ma in ogni caso, io non ho detto che
ogni ateo è disperato. Lo sono solo quelli che sono pienamente
coerenti con essa. Questo l'ho
detto tantissime volte.
Quindi esiste una disperazione OGGETTIVA?
Spiegami meglio questo concetto.

p.s.: io non vedo nessun blu e giallo ma solo nero.

La disperazione non è oggettiva (nel senso che è un sentimento). Mentre dire che uno è oggettivamente disperato è dire: “E' oggettivamente vero che la persona X è disperata”.

La prima affermazione si riferisce al sentimento della persona, quindi è soggettiva. La seconda si riferisce al fatto che la persona sia disperata, quindi ad un oggetto, quindi è oggettivo.

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:02

Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:A quest'ultima richiesta rispondo che
avevo già definito più di
una volta cosa intendevo con "regressione", cioè il fatto
che se l'ateismo è vero allora la vita non ha senso, scopo o valore
oggettivo o nella realtà. Di questo ho scritto abbondantemente già
a partire dalla pagina 2, e poi numerose volte nelle pagine
successive (le ultime in pagina 14-16). In questo senso io considero
l'ateismo una "regressione".

Il fatto che una vita senza senso, scopo o valore sia una "regressione" è una tua affermazione SOGGETTIVA.
Per me una vita senza senso, scopo o valore è un "progresso".

Per cui la tua affermazione sulla qualità regressiva dell'ateismo è valida quanto la mia affermazione sulla qualità regressiva del teismo.

P.S.: Riguardo la non oggettività di Dio e dei valori da esso derivanti ti riporto al post in cui dimostro la soggettività del teismo:
http://atei.forumitalian.com/t3747p300-una-domanda-da-un-giovane-ateo#114821

Su questo ti do ragione. Quella è una mia valutazione soggettiva. Ma non l'ho mai negato. Questo è quello che ho detto anche prima: se uno preferisce la morte e il nulla... è liberissimo di farlo. Io penso che non sia da preferire (vedi le mie risposte più articolate su questo in pagina 14 “gli atei sono infelici?”).

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Ospite Lun 27 Feb 2012 - 23:03

JACK_JOHN ha scritto:Ed è un fatto oggettivo che nell'ateismo non c'è un fondamento per valori morali oggettivi
Così come non c'è nel cristianesimo, come ho dimostrato più volte.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:04

delfi68 ha scritto: Insomma credere a cose del tipo L'ascensione Mariana in Corpore..al parto virginale, piuttosto che una delle piu' colossali e paradossali illogicita' della teologia e' una confutazione all'evidenza che i credenti non pensano??

..ah..io volevo solo fornirvi un alibi, una scusante..insomma addire a una sorta di semiinfermita' mentale, invece vuoi dichiarati assolutamente in grado di intendere e di volere? ..ah..prego si accomodi..

Aveo chiesto: Può il pregiudizio veramente accecare a tal punto?

Penso che ti sei risposto da solo....

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Lun 27 Feb 2012 - 23:09

L'affermazione “Dio esiste” e l'affermazione “Dio non esiste” sono entrambe affermazioni oggettive, ovvero si riferiscono ad un oggetto nella realtà. Una delle due è oggettivamente vera l'altra è oggettivamente falsa.
E qua ti volevo! Chi decide e come decide qual è quella vera e quale è quella falsa?
Semplice!
E' vera quella che ha prove verificabili a suo sostegno!

Ma il mio scopo non era quello. Io ho solo detto che nell'ateismo non abbiamo nessun fondamento per valori morali oggettivi. Mentre nel cristianesimo si.
Ah sì? E quali sarebbero di grazia i fondamenti cristiani per valori morali oggettivi? Non mi rispondere Dio, perchè come ti ho risposto sopra dovresti dimostrarmi la sua esistenza per dire che l'affermazione "Dio esiste" è oggettivamente vera.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Lun 27 Feb 2012 - 23:11

JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:RISPOSTA ALLA PRIMA DOMANDA DI DARROW IN PAGINA 15

Dici che non esistono sensi oggettivi,...
conclusioni logiche di una posizione.

Allora, il semplice fatto che esiste un ateismo alla Darrow (soggettivo) in cui non esiste disperazione personale e che se applicato apporterebbe benessere anche al resto del pianeta e dell'umanità, non ti da il diritto di dire che l'ateismo (tutto anche quello personale di Darrow) è negativo rispetto al teismo.

L'unica cosa che ho detto, dall'inizio, è che l'ateismo non offre nessun fondamento per valori morali oggettivi. Poi il valore da dare a questo fatto dipende da persona a persona (è quindi una valutazione soggettiva). Io non sono interessato qui alle valutazioni soggettive, ma ai fatti oggettivi.

Ed è un fatto oggettivo che nell'ateismo non c'è un fondamento per valori morali oggettivi (questa è una cosa che sostanzialmente nessuno qui ha negato; quindi siamo tutti d'accordo su questo). Ora se questo rende l'ateismo bello o brutto, ogni uno può deciderlo per sé.
Da cui la tua valutazione SOGGETTIVA del fatto che l'ateismo sia peggiore del cristianesimo vale come la mia che dice esattamente il contrario!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Rasputin Lun 27 Feb 2012 - 23:12

JACK_JOHN ha scritto:Io ho solo detto che nell'ateismo non abbiamo nessun fondamento per valori morali oggettivi. Mentre nel cristianesimo si.

Da che lo dedeuci? Hai dei riferimenti per appoggiare questa stronzata al plutonio?

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Merini10- una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59071
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Lun 27 Feb 2012 - 23:13

JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:RISPOSTA ALLA SECONDA OBIEZZIONE DI DARROW IN PAG. 15
Dici che tu prendi seriamente l'ateismo
ma non sei disperato. Perché? Penso perché non riesci a vedere le
implicazioni logiche dell'ateismo. E finché non li vedi, non potrai
disperarti. Quando (o se... alcuni non riescono mai) lo farai, allora
sarà difficile non disperarsi. Ma in ogni caso, io non ho detto che
ogni ateo è disperato. Lo sono solo quelli che sono pienamente
coerenti con essa.
Questo l'ho
detto tantissime volte.
Quindi esiste una disperazione OGGETTIVA?
Spiegami meglio questo concetto.

p.s.: io non vedo nessun blu e giallo ma solo nero.

La disperazione non è oggettiva (nel senso che è un sentimento). Mentre dire che uno è oggettivamente disperato è dire: “E' oggettivamente vero che la persona X è disperata”.

La prima affermazione si riferisce al sentimento della persona, quindi è soggettiva. La seconda si riferisce al fatto che la persona sia disperata, quindi ad un oggetto, quindi è oggettivo.
Risposta che non c'entra una beata fava con la tua affermazione che gli atei se sono pienamente consapevoli del loro ateismo devono PER FORZA essere tristi!
Infatti io sono pienamente consapevole del mio ateismo e delle sue implicazioni eppure sono felice.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:15

Rasputin ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
Io sfido a mostrarmi dove io ho argomentato dall'autorità. Dove?

Qui

JACK_JOHN ha scritto:
Primo, io non ho solo spolverato liste passate, ma anche presenti (e potrei allungare la mia lista di molto).

Secondo, la mia tesi non era per niente che "alla fin fine la gente col cervello crede". La mia era solo una risposta ad una affermazione semplicemente falsa di delfi che i credenti hanno perso la capacità di ragionare e cose del genere. Quindi in risposta a questo io ho dato alcuni esempi famosi, ai quali potrei aggiungere tanti, tanti altri. Ma quanto detto basta per mostrare che delfi si sbaglia di grosso nelle sue affermazioni. E questo era tutto quello che volevo mostrare. Per questa ragione i dati che tu hai presentato sono semplicemente irrilevanti.

Per fare solo un esempio eh

Io a volte mi sorprendo... ma fai sul serio?

Io ho esplicitamente detto che quello soltanto dimostra la falsità della tesi di delfi, cioè che i credenti non ragionano. Io ho portato esempi di credenti che ragionano. E cosi faccendo ho dimostrato che delfi si sbaglia. Questa è per definizione l'unico modo per rispondere a quell'accusa. Non è un appello all'autorità.

L'argomento dall'autorità sarebbe se io avessi argomentato che "Dio esiste perché questi grandi pensatori pensavano che esistesse". Ma non ho fatto questo, e sono stato esplicito su questo.

Come si fa a non vedere la differenza?


_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Lun 27 Feb 2012 - 23:16

JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:A quest'ultima richiesta rispondo che
avevo già definito più di
una volta cosa intendevo con "regressione", cioè il fatto
che se l'ateismo è vero allora la vita non ha senso, scopo o valore
oggettivo o nella realtà. Di questo ho scritto abbondantemente già
a partire dalla pagina 2, e poi numerose volte nelle pagine
successive (le ultime in pagina 14-16). In questo senso io considero
l'ateismo una "regressione".

Il fatto che una vita senza senso, scopo o valore sia una "regressione" è una tua affermazione SOGGETTIVA.
Per me una vita senza senso, scopo o valore è un "progresso".

Per cui la tua affermazione sulla qualità regressiva dell'ateismo è valida quanto la mia affermazione sulla qualità regressiva del teismo.

P.S.: Riguardo la non oggettività di Dio e dei valori da esso derivanti ti riporto al post in cui dimostro la soggettività del teismo:
http://atei.forumitalian.com/t3747p300-una-domanda-da-un-giovane-ateo#114821

Su questo ti do ragione. Quella è una mia valutazione soggettiva. Ma non l'ho mai negato. Questo è quello che ho detto anche prima: se uno preferisce la morte e il nulla... è liberissimo di farlo. Io penso che non sia da preferire (vedi le mie risposte più articolate su questo in pagina 14 “gli atei sono infelici?”).
Quindi piano , piano ci stiamo avvicinando a capire che le tue sono considerazioni SOGGETTIVE, nate da una tua credenza SOGGETTIVA non corroborata da prove OGGETTIVE, cioè che il cristianesimo abbia valori OGGETTIVI, mentre in realtà non li ha.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Rasputin Lun 27 Feb 2012 - 23:17

Jack non hai dimostrato un cazzo a parte la schizofrenia egli scienziati credenti

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Merini10- una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59071
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da *Valerio* Lun 27 Feb 2012 - 23:23

JACK_JOHN ha scritto:Primo, io non ho solo spolverato liste passate, ma anche presenti (e potrei allungare la mia lista di molto).

Di un po', hai dato un'occhiata al grafico o al link?
Se la tua lista "al presente" la potresti allungare, secondo te quanto sarebbe lunga la mia? Vuoi fare la gara a chi l'ha piu' lungo...

Secondo, la mia tesi non era per niente che "alla fin fine la gente col cervello crede". La mia era solo una risposta ad una affermazione semplicemente falsa di delfi che i credenti hanno perso la capacità di ragionare e cose del genere. Quindi in risposta a questo io ho dato alcuni esempi famosi, ai quali potrei aggiungere tanti, tanti altri. Ma quanto detto basta per mostrare che delfi si sbaglia di grosso nelle sue affermazioni. E questo era tutto quello che volevo mostrare. Per questa ragione i dati che tu hai presentato sono semplicemente irrilevanti.

Non mi frega della tua disputa con Delfi, io stavo facendo un altro ragionamento secondo cui l'essere scienziato combaciava con l'essere credente per le ovvie ragioni che ti ho detto.

La tua "liquidazione" (alla Dawkins) degli esempi che io ho presentato è esso stesso privo di fondamento storico. La maggior parte dei "padri della scienza" erano credenti in Dio. La maggior parte di loro non erano "monaci" e molti di loro non erano neanche cattolici, ma protestanti. E molti di loro hanno scritto di teologia tanto quanto hanno scritto di scienza. Quindi non c'è la minima ragione di dubitare quello che loro stessi dicevano, cioè che credevano sinceramente che Dio esistesse. Puoi dire che si sbagliavano, ma non puoi dire che non lo credevano. Dirlo sarebbe tanto assurdo quanto se io dicessi che Darwin o Huxley o Dawkins in realtà credevano in Dio, nonostante su tutti i loro scritti dicono il contrario.
Quindi, per tornare al mio punto principale, cioè la risposta a delfi, la fede non porta in nessun modo a "staccare" il cervello, e i credenti non hanno in alcun modo "perso il pensiero critico", al contrario. Infatti per molti di questi padri della scienza la loro fede era il motivo che li spingeva a fare scienza. Per esempio Keplero scrive in uno dei suoi diari: "Io ti lodo, Creatore Dio, che mi hai dato questa gioia nella tua creazione, e io trovo diletto nell'opera delle tue mani. Vedi, io ho completato il lavoro al quale sono stato chiamato. Ho utilizzato tutti i talenti che tu hai dato al mio spirito".

Ma grazie al cazzo, che credessero davvero non lo metto in dubbio, mi pare abbastanza ovvio che da una universita' cattolica o protestante che sia, ne uscira' uno scienziato credente, come dici te molti di questi erano anche teologi, te lo ripeto ancora una volta: Essi erano credenti per via del fatto che l'istruzione era quasi totalmente legata al clero, pensi che con un imprinting del genere si potesse essere altro?
Poi lascio a te dedurre...sicuramente l'ambiente protestante era molto piu' aperto di quello cattolico, ad esempio Copernico dopo aver pubblicato gli studi non si azzardo' mai piu' di rimettere piede in Italia.


In breve quindi:
- Il mio discorso era una confutazione dell'affermazione di delfi che i credenti non pensano. Questa rimane. Il fatto che anche nell'ateismo ci sono molti grandi scienziati/pensatori, non cambia per niente questo fatto (quindi la tua lista è irrilevante in merito a questa risposta)
- Non è vero che i padri della scienza non erano veramente credenti. Dirlo sarebbe falsificare la storia.

Ciccio, io non ti ho fornito alcuna lista, ti ho solo inserito una tabellina che ti mostrava inequivocabilmente che il trend e' cambiato, da quasi tutti credenti nei tempi passati, a quasi tutti non credenti nel recente e solo su questo aspetto e sulle ragioni mi volevo soffermare.
Questo volevo semplicemente dirti, nient'altro, e per chiarezza: che siano stati davvero credenti non l'ho mai messo in dubbio.


_________________
La vita è incontrarsi e illuminare il buio
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Bs19011

*Valerio*
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6928
Età : 49
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:23

Darrow ha scritto:E qua ti volevo!

Mi avresti avuto "la" da tanto tempo se avessi letto attentamente quello che io ho scritto. Infatti questa non è che una ripetizione (e un riassunto) di quello che sto cercando di dire da tanto tanto tempo...

Darrow ha scritto: Chi decide e come decide qual è quella vera e quale è quella falsa? Semplice! E' vera quella che ha prove verificabili a suo sostegno!

Sono d'accordo. Penso che il teismo in questo sia maggiormente sostenuto. Ma su questo cercherò di aprire qualche argomento a posta.. tempo permettendo.

Darrow ha scritto: Ah sì? E quali sarebbero di grazia i fondamenti cristiani per valori morali oggettivi? Non mi rispondere Dio, perchè come ti ho risposto sopra dovresti dimostrarmi la sua esistenza per dire che l'affermazione "Dio esiste" è oggettivamente vera.

Io l'ho già detto che è Dio. tu hai ragione nel dire che se Dio non esiste, allora i valori morali oggettivi non esistono. Infatti è quello che ho sostenuto anch'io fino ad ora. Certo che bisogno dimostrare che Dio esiste. A questo scopo (tra altro) esistono le argomentazioni della "teologia naturale" (magari avremmo occasione di discutere qualche volta)

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:27

Darrow ha scritto: Da cui la tua valutazione SOGGETTIVA del fatto che l'ateismo sia peggiore del cristianesimo vale come la mia che dice esattamente il contrario!

Ma certo. Prendi il mio esempio del cancro (pag. 14). Il cancro è "buono" o "cattivo". Ora io penso che sia "cattivo". Ma se qualcuno mi dice "Bhe, quella è solo la tua valutazione. Io invece penso che sia buono. Io sono contento di averlo".

A lui non posso rispondere niente. Ha tanto diritto quanto me di pensarla come vuole. Ciò non cambia la mia idea che il cancro è una cosa negativa, da evitare se possibile.

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Ospite Lun 27 Feb 2012 - 23:28

JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto: Chi decide e come decide qual è quella vera e quale è quella falsa? Semplice! E' vera quella che ha prove verificabili a suo sostegno!

Sono d'accordo. Penso che il teismo in questo sia maggiormente sostenuto. Ma su questo cercherò di aprire qualche argomento a posta..
Apri, apri, che siamo curiosi...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:31

Rasputin ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:Io ho solo detto che nell'ateismo non abbiamo nessun fondamento per valori morali oggettivi. Mentre nel cristianesimo si.

Da che lo dedeuci? Hai dei riferimenti per appoggiare questa stronzata al plutonio?

A quale delle due affermazioni di riferisci Raps?

Certo checi sono. Prova a leggere almeno i miei discorsi in pagina 2 e poi in pagina 14-16.

Come dicevo nella parte che non hai citato, praticamente tutti qui mi hanno confermato almeno la prima affermazione, cioè che nell'ateismo non abbiamo nessun fondamento per valori morali oggettivi.

Se la pensi diversamente, dimmi perché? Qual è il tuo fondamento per esse? (attenzione però alla distinzione tra "oggettivo" e "soggettivo"- pagina 16).

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Ospite Lun 27 Feb 2012 - 23:32

JACK_JOHN ha scritto:Prova a leggere almeno i miei discorsi in pagina 2 e poi in pagina 14-16.
E poi leggi anche le mie confutazioni. una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 315697

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:35

Darrow ha scritto:Risposta che non c'entra una beata fava con la tua affermazione che gli atei se sono pienamente consapevoli del loro ateismo devono PER FORZA essere tristi!
Infatti io sono pienamente consapevole del mio ateismo e delle sue implicazioni eppure sono felice.

Non essendo dentro il tuo cuore e dentro la tua mente, non posso dire nè una cosa nè un altra. Ma su questo questo punto io sono d'accordo con Nietzsche.

Spero veramente di sbagliarmi.

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:37

Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:A quest'ultima richiesta rispondo che
avevo già definito più di
una volta cosa intendevo con "regressione", cioè il fatto
che se l'ateismo è vero allora la vita non ha senso, scopo o valore
oggettivo o nella realtà. Di questo ho scritto abbondantemente già
a partire dalla pagina 2, e poi numerose volte nelle pagine
successive (le ultime in pagina 14-16). In questo senso io considero
l'ateismo una "regressione".

Il fatto che una vita senza senso, scopo o valore sia una "regressione" è una tua affermazione SOGGETTIVA.
Per me una vita senza senso, scopo o valore è un "progresso".

Per cui la tua affermazione sulla qualità regressiva dell'ateismo è valida quanto la mia affermazione sulla qualità regressiva del teismo.

P.S.: Riguardo la non oggettività di Dio e dei valori da esso derivanti ti riporto al post in cui dimostro la soggettività del teismo:
http://atei.forumitalian.com/t3747p300-una-domanda-da-un-giovane-ateo#114821

Su questo ti do ragione. Quella è una mia valutazione soggettiva. Ma non l'ho mai negato. Questo è quello che ho detto anche prima: se uno preferisce la morte e il nulla... è liberissimo di farlo. Io penso che non sia da preferire (vedi le mie risposte più articolate su questo in pagina 14 “gli atei sono infelici?”).
Quindi piano , piano ci stiamo avvicinando a capire che le tue sono considerazioni SOGGETTIVE, nate da una tua credenza SOGGETTIVA non corroborata da prove OGGETTIVE, cioè che il cristianesimo abbia valori OGGETTIVI, mentre in realtà non li ha.

No Darrow

Qui hai confuso tutto. Ma invece di ripetermi, ti rimando a leggermi bene per capire.

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da *Valerio* Lun 27 Feb 2012 - 23:40

Fux89 ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto: Chi decide e come decide qual è quella vera e quale è quella falsa? Semplice! E' vera quella che ha prove verificabili a suo sostegno!

Sono d'accordo. Penso che il teismo in questo sia maggiormente sostenuto. Ma su questo cercherò di aprire qualche argomento a posta..
Apri, apri, che siamo curiosi...

Ahh non ti basta il Franzyust Panzerfaust della cazzata mgreen


JACK_JOHN ha scritto:Raps
hihihihih

_________________
La vita è incontrarsi e illuminare il buio
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Bs19011

*Valerio*
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6928
Età : 49
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Lun 27 Feb 2012 - 23:42

JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:A quest'ultima richiesta rispondo che
avevo già definito più di
una volta cosa intendevo con "regressione", cioè il fatto
che se l'ateismo è vero allora la vita non ha senso, scopo o valore
oggettivo o nella realtà. Di questo ho scritto abbondantemente già
a partire dalla pagina 2, e poi numerose volte nelle pagine
successive (le ultime in pagina 14-16). In questo senso io considero
l'ateismo una "regressione".

Il fatto che una vita senza senso, scopo o valore sia una "regressione" è una tua affermazione SOGGETTIVA.
Per me una vita senza senso, scopo o valore è un "progresso".

Per cui la tua affermazione sulla qualità regressiva dell'ateismo è valida quanto la mia affermazione sulla qualità regressiva del teismo.

P.S.: Riguardo la non oggettività di Dio e dei valori da esso derivanti ti riporto al post in cui dimostro la soggettività del teismo:
http://atei.forumitalian.com/t3747p300-una-domanda-da-un-giovane-ateo#114821

Su questo ti do ragione. Quella è una mia valutazione soggettiva. Ma non l'ho mai negato. Questo è quello che ho detto anche prima: se uno preferisce la morte e il nulla... è liberissimo di farlo. Io penso che non sia da preferire (vedi le mie risposte più articolate su questo in pagina 14 “gli atei sono infelici?”).
Quindi piano , piano ci stiamo avvicinando a capire che le tue sono considerazioni SOGGETTIVE, nate da una tua credenza SOGGETTIVA non corroborata da prove OGGETTIVE, cioè che il cristianesimo abbia valori OGGETTIVI, mentre in realtà non li ha.

No Darrow

Qui hai confuso tutto. Ma invece di ripetermi, ti rimando a leggermi bene per capire.
Ma anche no!
Che tanto al punto ci siamo arrivati, ovvero che il Cristianesimo senza una dimostrazione dell'esistenza di dio perde ogni possibilità di dire che ha valori oggettivi fondanti.
Mi concentrerei sulla dimostrazione dell'esistenza di Dio, che tutto il resto è relativo!

Ah, dimenticavo....AUGURI! mgreen

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Lun 27 Feb 2012 - 23:44

*Valerio* ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:Raps
hihihihih
YO! YO! afro

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:44

Rasputin ha scritto:Jack non hai dimostrato un cazzo a parte la schizofrenia egli scienziati credenti

Per delfi avevo chiesto se era possibile che il pregiudizio potesse rendere ciechi, e avevo commentato che i suoi commenti rispondevano da soli.

Lo stesso vale anche qui....

insomma chi non è d'accordo con te è uno schizofrenico!!!! si è tentati di fare i complimenti se non per altro ma per il coraggio che uno dimostra nel scrivere certe cose...

non voglio offendere Rasp, sul serio... ma veramente parli sul serio quando dici certe cose? Faccio fatica a credere ai miei occhi quando leggo certi commenti tanto fanatici e sciocchi

P.S ho scaricato lo studio che avevi postato “Cognitive and neural foundations of religious belief” - ti faccio sapere appena lo leggo.

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Lun 27 Feb 2012 - 23:47

JACK_JOHN ha scritto:Faccio fatica a credere ai miei occhi quando leggo certi commenti tanto fanatici e sciocchi
Stessa mia sensazione quando leggo dei post kilometrici da settimane e settimane che basano tutta la loro verosimiglianza sulla dimostrazione che dio esista.
Pensa se non dovessi essere in grado di dimostrarne l'esistenza che fine farebbero tutte queste tue considerazioni! What a Face

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Lun 27 Feb 2012 - 23:57

Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:Faccio fatica a credere ai miei occhi quando leggo certi commenti tanto fanatici e sciocchi
Stessa mia sensazione quando leggo dei post kilometrici da settimane e settimane che basano tutta la loro verosimiglianza sulla dimostrazione che dio esista.
Pensa se non dovessi essere in grado di dimostrarne l'esistenza che fine farebbero tutte queste tue considerazioni! What a Face

Darrow non è colpa mia se tu ancora, dopo settimane intere in cui pretendi di leggermi, non sei riuscito a capire che i miei discorsi non erano basati sulla dimostrazione che Dio esista.

Tutti i miei discorsi erano condizionali. L'idea fondamentale era: "Se l'ateismo fosse vero... allora..." "Se il teismo fosse vero... allora..."

Tutti i miei raggionamenti su questo argomento quindi rimarrebbero validi anche se non riuscissi a dimostrare che Dio esiste o anche perfino se qualcuno dimostrasse che Dio non esiste. Perché sono discorsi condizionali.

Fux lo aveva capito. E aveva detto che anche gli altri lo avevano capito. Ma chiaramente si sbagliava su di te.

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Mar 28 Feb 2012 - 0:20

JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:Faccio fatica a credere ai miei occhi quando leggo certi commenti tanto fanatici e sciocchi
Stessa mia sensazione quando leggo dei post kilometrici da settimane e settimane che basano tutta la loro verosimiglianza sulla dimostrazione che dio esista.
Pensa se non dovessi essere in grado di dimostrarne l'esistenza che fine farebbero tutte queste tue considerazioni! What a Face

Darrow non è colpa mia se tu ancora, dopo settimane intere in cui pretendi di leggermi, non sei riuscito a capire che i miei discorsi non erano basati sulla dimostrazione che Dio esista.

Tutti i miei discorsi erano condizionali. L'idea fondamentale era: "Se l'ateismo fosse vero... allora..." "Se il teismo fosse vero... allora..."

Tutti i miei raggionamenti su questo argomento quindi rimarrebbero validi anche se non riuscissi a dimostrare che Dio esiste o anche perfino se qualcuno dimostrasse che Dio non esiste. Perché sono discorsi condizionali.

Fux lo aveva capito. E aveva detto che anche gli altri lo avevano capito. Ma chiaramente si sbagliava su di te.
Peccato tu non mi capisca per via del fatto che le mie associazioni logiche sono sottintese e tu non riesci nemmeno lontanamente a intuirle.
Ad esempio, che mi dici di questo:
JACK_JOHN ha scritto:
I miei discorsi, nel conteso, erano che se Dio esiste, allora ci sono certe conseguenze e se non esiste, ce ne sono altre
da:
http://atei.forumitalian.com/t3747p380-una-domanda-da-un-giovane-ateo#120043

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Minsky Mar 28 Feb 2012 - 0:33

JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:Faccio fatica a credere ai miei occhi quando leggo certi commenti tanto fanatici e sciocchi
Stessa mia sensazione quando leggo dei post kilometrici da settimane e settimane che basano tutta la loro verosimiglianza sulla dimostrazione che dio esista.
Pensa se non dovessi essere in grado di dimostrarne l'esistenza che fine farebbero tutte queste tue considerazioni! What a Face

Darrow non è colpa mia se tu ancora, dopo settimane intere in cui pretendi di leggermi, non sei riuscito a capire che i miei discorsi non erano basati sulla dimostrazione che Dio esista.

Tutti i miei discorsi erano condizionali. L'idea fondamentale era: "Se l'ateismo fosse vero... allora..." "Se il teismo fosse vero... allora..."

Tutti i miei raggionamenti su questo argomento quindi rimarrebbero validi anche se non riuscissi a dimostrare che Dio esiste o anche perfino se qualcuno dimostrasse che Dio non esiste. Perché sono discorsi condizionali.

Fux lo aveva capito. E aveva detto che anche gli altri lo avevano capito. Ma chiaramente si sbagliava su di te.
Jack, quando uno ha sgonfiato le palle ha sgonfiato le palle, non c'è storia.
Fin dalle prime battute di questo strazio, la tua tesi era stata ampiamente confutata, ma a quanto pare te sei un mastino e non molli l'osso neppure se ti danno delle mazzate sulla testa da tramortirti.
Ascolta John, adesso ti dico come la vedo io, senza tanti giri di parole.
Per me il mondo è già abbastanza brutto così com'è, e il 90% della sua bruttura (ero tentato di scrivere il 99%, ma poi magari sembro esagerato e mancante di equilibrio) lo imputo alle religioni. La sola idea che le religioni possano essere vere (già, c'è un tuo collega che qualche thread più in là ha affermato che tutte le religioni sono vere... a parte il Pastafarianesimo, che a lui non piace!), mi dà un tale sconforto che, molto probabilmente, se qualcuno fosse in grado di dimostrarmi che dio esiste mi suiciderei immediatamente, e forse prima farei anche una strage. Sinceramente, non so proprio cosa farei. Per fortuna, la mia salute mentale è ottima e anche il mio senso critico e raziocinante sono ben allenati, così non ho paura di questo pericolo. Al contrario, sono ottimista e fiducioso che le religioni siano destinate a sparire, un poco alla volta.
Per me, sentire dissertazioni come le tue è interessante per capire sempre meglio fino a che punto il pensiero (ma chiamarlo "pensiero" è inadeguato, sarebbe da dire piuttosto "farneticazione") religioso possa confondere la mente. Guardo nell'abisso, e stupore, meraviglia e anche un brivido di orrore mi pervadono. In un certo modo, è eccitante. Ad un certo punto però, se lo spettacolo è sempre uguale, subentra la monotonia, e tu quanto a ridondanza e ripetizione non scherzi affatto. Rispondere alle obiezioni, non lo fai, ribattere a senso alle domante, non ti sfiora l'idea: batti e ribatti sempre lo stesso tasto ossessivamente e compulsivamente. Se tu fossi un compositore, probabilmente saresti John Cage (mai ascoltato il suo "concerto per radio fuori sintonia"?). Adesso la moderazione mi darà delle sbacchettate sulle dita perché ho scritto un intervento ad personam, ma non c'è alcuna malevolenza da parte mia, anzi all'inizio mi eri anche simpatico. Adesso basta però! Suvvia, vuoi dimostrare l'esistenza di dio? Ok: argomento sempreverde. Proponici le tue elucubrazioni. A presto su questi schermi!

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 158383

_________________
Dai un pesce ad un uomo
e mangerà per un giorno.
Insegna ad un uomo a pescare
e mangerà per tutta la vita.
Dai la religione ad un uomo
e morirà pregando per un pesce.
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 25413
Età : 68
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Ospite Mar 28 Feb 2012 - 0:39

Minsky ha scritto:se qualcuno fosse in grado di dimostrarmi che dio esiste mi suiciderei immediatamente, e forse prima farei anche una strage.
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 166799 una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 166799 una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 166799

(Non so perché, ma quest'affermazione mi ha fatto troppo ridere una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 166799).

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da alberto Mar 28 Feb 2012 - 9:25

non so perché ma ho come l'impressione che questo thread sia alla frutta.
per due motivi:
- l'insistenza inconsistente e reiterativa di giovanni giovanni.
- la stufia di alcuni utenti che anziché ignorare poiché stufi stanno scivolando pericolosamente sul personale.

poiché la moderazione preferisce modulare e non reprimere prendete questo come un garbato avvertimento; forse anche come consiglio di ristrutturare il thread riassumendolo e ricontestualizzandolo.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 158383

_________________
fine.

alberto
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2599
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.12.10

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Rasputin Mar 28 Feb 2012 - 9:36

Verde ad Alberto ed un grazie, credo stavolta di potermi permettere di parlare non solo per me ma anche a nome dei colleghi.

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Merini10- una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59071
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Ospite Mer 7 Mar 2012 - 12:37

Fux89 ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto: Chi decide e come decide qual è quella vera e quale è quella falsa? Semplice! E' vera quella che ha prove verificabili a suo sostegno!

Sono d'accordo. Penso che il teismo in questo sia maggiormente sostenuto. Ma su questo cercherò di aprire qualche argomento a posta..
Apri, apri, che siamo curiosi...
I'm still waiting...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Assenzio Mer 7 Mar 2012 - 13:38

Minsky ha scritto:Adesso basta però! Suvvia, vuoi dimostrare l'esistenza di dio? Ok: argomento sempreverde. Proponici le tue elucubrazioni. A presto su questi schermi!

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 158383

Non ricordo più chi disse che (la frase era più o meno questa) "il credente che sente il bisogno di dimostrare l'esistenza di dio ha una fede molto vacillante". Credere in dio è un puro atto di fede, le prove non c'entrano niente, in tutta la bibbia ci sono frasi e episodi che affermano che bisogna credere solo per fede senza chiedere prove, che è solo la fede che conta e che salva, ma da dove viene la fede? La bibbia è chiara sulla questione ed afferma che la fede è un dono di dio e che per averla bisogna chiedergliela. Riassumendo :

-per credere ci vuole fede

-la fede è un dono di dio

-per riceverla bisogna chiederla a dio

il risultato di tutto questo per me equivale a dire che per credere in dio bisogna volerlo e averne bisogno.

Mi chiedo anche cosa vengano a fare o a cercare i credenti su questo forum, un foro di atei. Sono andato a sbirciare dei forum religiosi, per credenti, l'ho fatto per farmi due risate, ma mai e poi mai mi inscriverei su un forum per credenti, a che scopo poi? Non avrebbe senso! Un foro di credenti è un luogo in cui i partecipanti condividono la loro fede, la mia intrusione sarebbe un non-sense. La domanda la pongo ai credenti che scrivono in questo foro: a che scopo? Vogliono convertirci? portarci la buona novella? provarci che sono nel giusto e che noi sbagliamo? Vogliono portarci i loro lumi? proprio non capiscouna domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 418715

a questo punto incomincio a pensare che abbiano una crisi di identità e di fede.....forse hanno delle cose da provare a loro stessi.

_________________
Natura finem nullum sibi praefixum habet
Omnes causae finales nihil nisi humana sunt figmenta

Baruch Spinoza

Assenzio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 542
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.02.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Rasputin Mer 7 Mar 2012 - 13:44

Assenzio hai letto questo? wink..

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Merini10- una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59071
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Assenzio Mer 7 Mar 2012 - 13:55

Rasputin ha scritto:Assenzio hai letto questo? una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 23074

L'ho avevo letto ben appunto prima di fare l'iscrizione, ed è per questo che non capisco che cosa ci vengono a fare quì!!!!

_________________
Natura finem nullum sibi praefixum habet
Omnes causae finales nihil nisi humana sunt figmenta

Baruch Spinoza

Assenzio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 542
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.02.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Tomhet Mer 7 Mar 2012 - 13:56

Il punto è che molti di loro vogliono far passare la loro infantile sega mentale come qualcosa di reale per tutti.
Anzi, penso che oggi tra i credenti seri buona parte sia convinto che dio esiste nella realtà di tutti e che gli atei non lo vogliono vedere. una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 906108

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Minsky Mer 7 Mar 2012 - 14:07

Assenzio ha scritto:-per credere ci vuole fede

-la fede è un dono di dio

-per riceverla bisogna chiederla a dio
-per chiederla a dio bisogna credere che dio esista, altrimenti si tratta di una pura demenza.

Questo chiude il cerchio, e rende impossibile la fede se non in un quadro di grave disturbo mentale.

Assenzio ha scritto:Mi chiedo anche cosa vengano a fare o a cercare i credenti su questo forum, un foro di atei. ... La domanda la pongo ai credenti che scrivono in questo foro: a che scopo? Vogliono convertirci? portarci la buona novella? provarci che sono nel giusto e che noi sbagliamo? Vogliono portarci i loro lumi? proprio non capiscouna domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 418715 a questo punto incomincio a pensare che abbiano una crisi di identità e di fede.....forse hanno delle cose da provare a loro stessi.
Spero sempre che un credente capiti sul forum perché è alla ricerca di un chiarimento, o quanto meno è disponibile a provare a ragionare, a dare una spolverata ai neuroni e vedere se una volta tolte le ragnatele si accende un po' di chiarore in un angolo della mente. Se dovesse succedere, sarei ben disponibile a dargli una grossa mano, per quanto nelle mie capacità, per aiutarlo in tutti i modi possibili. Finora non è successo.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 158383

_________________
Dai un pesce ad un uomo
e mangerà per un giorno.
Insegna ad un uomo a pescare
e mangerà per tutta la vita.
Dai la religione ad un uomo
e morirà pregando per un pesce.
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 25413
Età : 68
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Mer 7 Mar 2012 - 14:10

Assenzio ha scritto:
Mi chiedo anche cosa vengano a fare o a cercare i credenti su questo forum, un foro di atei.
- compiono una buona azione, secondo loro, tentando di riportare sulla retta via noi pecorelle smarrite
- in realtà appagano la loro scarsissima auto stima, convincendosi che credono in qualcosa che li rende superiori, sentendosi nel subconscio delle merde totali. Per far questo, ragionando a vanvera, pensano di ottenere ragione, secondo i loro parametri logici alla cazzo di cane. Alla fine, ritengo, si sentano meglio con sè stessi.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Steerpike Mer 7 Mar 2012 - 14:22

Darrow ha scritto:
- in realtà appagano la loro scarsissima auto stima, convincendosi che credono in qualcosa che li rende superiori, sentendosi nel subconscio delle merde totali. Per far questo, ragionando a vanvera, pensano di ottenere ragione, secondo i loro parametri logici alla cazzo di cane. Alla fine, ritengo, si sentano meglio con sè stessi.
Appagando nel contempo anche la nostra: poteva sempre andare peggio. una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 649521
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da ilmaso Mer 7 Mar 2012 - 14:37

Un altro fattore è credo, il fatto che in molti, non avendo prove concrete dell' esistenza di dio, la ricerchino nel:
Tutti credono= dio deve esistere per forza.
E se a credere sono persone che hanno una pur minima preparazione scentifica, questa convinzione si rafforza ancor di più, ne sono prova gli immensi, e talvolta ridicoli sforzi che fanno alcuni cercando di dimostrare che scienziati sono credenti.

Un ateo che si converte per loro è segno dell'esistenza di dio, che nella sua infinatà bontà ha permesso ad una pecorella smarrita di ricongiunsersi al gregge.

_________________

"Dobbiamo mettere in discussione la logica distorta di avere un dio
onnisciente ed onnipotente, che crea degli umani difettosi,
e poi dà loro la colpa dei suoi stessi errori"

Gene Roddenberry
"Noi atei siamo allo stesso tempo Don Chisciotte e Sancio Panza. Combattiamo
contro giganti dalle quattro braccia, pur sapendo che sono solo mulini a vento"


Io una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 315697
ilmaso
ilmaso
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 538
Età : 31
Occupazione/Hobby : Birra-Computer-Libri-Musica
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue68 / 7068 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.02.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da BestBeast Mer 7 Mar 2012 - 14:45

Darrow ha scritto:
Assenzio ha scritto:
Mi chiedo anche cosa vengano a fare o a cercare i credenti su questo forum, un foro di atei.
- compiono una buona azione, secondo loro, tentando di riportare sulla retta via noi pecorelle smarrite
- in realtà appagano la loro scarsissima auto stima, convincendosi che credono in qualcosa che li rende superiori, sentendosi nel subconscio delle merde totali. Per far questo, ragionando a vanvera, pensano di ottenere ragione, secondo i loro parametri logici alla cazzo di cane. Alla fine, ritengo, si sentano meglio con sè stessi.

Bread to breat, wine to wine!

BestBeast
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2925
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Rasputin Mer 7 Mar 2012 - 18:29

Tomhet ha scritto:Il punto è che molti di loro vogliono far passare la loro infantile sega mentale come qualcosa di reale per tutti.
Anzi, penso che oggi tra i credenti seri buona parte sia convinto che dio esiste nella realtà di tutti e che gli atei non lo vogliono vedere. una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 906108

Io invece sono convinto che abbia avuto ragione Gian dei Brughi a suo tempo, in una delle sue sempre affilatissime risposte ad un credente...a loro in realtà non interessa se oggettivamente esista o meno un qualche tipo di padreterno, quello che vogliono è STRAFARSI della loro relidroga...

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Merini10- una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59071
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Tomhet Mer 7 Mar 2012 - 19:21

Beh, condivido la visione di GdB, però l'atteggiamento di molti mi pare comunque volto a voler dimostrare qualcosa, magari per amplificare l'effetto dello sballo. Che poi ne facciano anche a meno, considerando alcuni utenti passati di qui, mi sembra chiaro.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Mer 7 Mar 2012 - 19:25

Tomhet ha scritto:Beh, condivido la visione di GdB, però l'atteggiamento di molti mi pare comunque volto a voler dimostrare qualcosa, magari per amplificare l'effetto dello sballo. Che poi ne facciano anche a meno, considerando alcuni utenti passati di qui, mi sembra chiaro.
E' vero quello che riporta Rasputin, i credenti hanno un bisogno da espletare, rivolto solo a sè stessi, del tutto egoistico. Che si appoggino a opinioni altrui o comportamenti condivisi, sono solo delle stampelle che mettono alla loro claudicante approvazione di sè stessi.
Alla base di tutto il rifiuto di morire.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Ospite Mer 7 Mar 2012 - 19:33

Non vorrei che questo post si perdesse in mezzo a tutti gli altri:
Fux89 ha scritto:
Fux89 ha scritto:
JACK_JOHN ha scritto:
Darrow ha scritto: Chi decide e come decide qual è quella vera e quale è quella falsa? Semplice! E' vera quella che ha prove verificabili a suo sostegno!

Sono d'accordo. Penso che il teismo in questo sia maggiormente sostenuto. Ma su questo cercherò di aprire qualche argomento a posta..
Apri, apri, che siamo curiosi...
I'm still waiting...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Mer 7 Mar 2012 - 19:37

You wait and hope!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Mer 7 Mar 2012 - 21:27

alberto ha scritto: non so perché ma ho come l'impressione che questo thread sia alla frutta.
per due motivi:
- l'insistenza inconsistente e reiterativa di giovanni giovanni.
- la stufia di alcuni utenti che anziché ignorare poiché stufi stanno scivolando pericolosamente sul personale.

poiché la moderazione preferisce modulare e non reprimere prendete questo come un garbato avvertimento; forse anche come consiglio di ristrutturare il thread riassumendolo e ricontestualizzandolo.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 158383

la chiamata di alberto era molto giustamente di non fare attachi personali e non uscire fuori dal tema. Raps lo ha pure ringraziato per questo in nome di tutti i colleghi.

Eppure, i vostri ultimi commenti fanno il contrario di entrambe queste esortazioni.

Personalmente, a parte averle trovate per gran parte sciocche e anche offensive, non le ritengo degne di risposta. Le pseudo "psicanalisi" di questo tipo non dicono nulla sull'oggetto a cui si riferiscono... ma dicono molto su chi le fa.
Non voglio essere offensivo, e non è mia intenzione rispondere "al fuoco con fuoco", o niente del genere. Ma i commenti sono semplicemente irrazionali e non meritano ulteriore risposta per quel che mi riguarda.

Solo ad Assenzio vorrei dire due parole (e per oggi non ho più tempo di rispondere ad altro). Chiedi che ci fanno i credenti qui. Pensi che non dovrebbero esserci.

Per la prima domanda, non si può avere una ragione del perché i credenti vengono qui, per la semplice ragione che come esistono tanti uomini diversi, esistono anche tante motivazioni diverse. I credenti non sono "tutti uguali" (e crederlo sarebbe sciocco) e quindi è ovvio che partecipare in questo forum può avere motivazioni diverse per ogni persona.

Ora questo è un forum di discussione (infatti il titolo di questa sezione del sito si chiama "confronto Fede-Ateismo"; vedi
qui). Ora per definizione nel confronto Fede-Ateismo, dovrai avere chi rappresenta la fede... altrimenti non sarebbe "Fede-Ateismo", ma solo "Ateismo-Ateismo"... per lo meno questo pare a me essere stato lo scopo iniziale di chi ha costruito questa parte del sito. Quindi non solo non è una sorpresa avere dei credenti su questo sito, ma al contrario... dovreste sorprendervi perché non ci sono più credenti che partecipano a questo dibattito.

Personalmente sono venuto qui per puro caso, e l'ho trovato intrigante e ho deciso di leggere, all'inizio, ma poi anche di scrivere e commentare. A me non dispiace per niente confrontarmi e il dibattito, anzi. Quindi ho deciso di rimanere, nonostante a volte la qualità degli interventi lascia molto a desiderare. Tutto qui per quel che riguarda a me. Per le motivazioni degli altri non posso parlare, dato che non gli conosco.

Vorrei farti notare un ultima cosa: se i credenti non partecipano ad una discussione gli viene detto che sono degli ottusi che fuggono il confronto. Se lo fanno gli viene detto che non sono veri credenti e che hanno delle crisi d'identità. Ovvero, sia che facciano una cosa che se fanno l'opposto... comunque sbagliano.
Come regola generale nella vita a me hanno insegnato che se ti trovi davanti a chi ti dà torto sia che tu faccia una cosa che se ti fai l'opposto, allora il problema non è tuo, ma di chi giudica in tal modo.

Fux... quello che ho detto sopra non vale per quello che tu hai scritto (tra tutti trovo che sei quello che ragiona meglio)... io l'ho detto e lo farò... appena possibile.

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da loonar Mer 7 Mar 2012 - 21:39

JACK-JOHN:
sempre la solita tiritera, e gne gne gne e gna gna gna.
Se non hai tempo è inutile che vieni a lamentarti della mancanza di dialogo, quando eviti accuratamente di rispondere a questo:
http://atei.forumitalian.com/t3747p420-una-domanda-da-un-giovane-ateo#120081

Chi è che rifugge il confronto, allora?

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Rasputin Mer 7 Mar 2012 - 21:53

J.J. è vietato rispondere direttamente agli, e tantomeno citare, gli interventi in rosso della moderazione. Questo è un richiamo ufficiale, leggiti il regolamento.

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Merini10- una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59071
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da JACK_JOHN Mer 7 Mar 2012 - 22:00

Chiedo scusa, me lo ero dimenticato.

Se volete cancello il post... o lo fate voi... non so come funziona.

Chiedo scusa

Jack

_________________
"Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori... Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi". (Romani 5:5-9)

"Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra... Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate». E colui che siede sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»." (Apocalisse 21:1-5)
JACK_JOHN
JACK_JOHN
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 617
Età : 39
Località : Milano
SCALA DI DAWKINS :
una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Left_bar_bleue0 / 700 / 70una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.01.12

Torna in alto Andare in basso

una domanda da un giovane ateo. - Pagina 9 Empty Re: una domanda da un giovane ateo.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 9 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.