Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Caro missionario...

Andare in basso

Caro missionario... Empty Caro missionario...

Messaggio Da Admin Lun 26 Apr 2010 - 14:49

******************

"Caro missionario,


benvenuto di cuore nella casa degli spiriti liberi! Sei capitato tra noi e desidereresti portarci la lieta novella della fede. Come ringraziamento anticipato per il tuo spirito di sacrificio, abbiamo riassunto alcuni consigli intesi ad alleviare un poco la monotonia di nunzio della fede in zona operativa AI.

Se stai leggendo questo testo, presumibilmente sei giunto qua attraverso un altro thread; nel caso in cui tu non abbia ancora cominciato la tua opera missionaria ed hai cliccato su questo thread di tua sponte, naturalmente tanto meglio.

Puoi ben immaginare di non essere il primo missionario che accetta la sfida di portare la luce della fede agli abitanti senzadio della casa degli spiriti liberi; se non desideri ripetere gli sbagli dei tuoi predecessori, dovresti tenere conto dei consigli qui esposti. Se non ti riesce di primo acchito, non è la fine del mondo; all’occorrenza, ti ricorderemo di questo testo.

1. Familiarizzati con gli argomenti che criticano le religioni! Un’approssimativa panoramica la puoi trovare ad es. qui Dittmar Online,
Ebon Musings o mediante il libro di Dawkins "L'illusione di dio". All’occorrenza, chiedi informazioni ai non credenti su ulteriori siti web e libri.

2. Scorda quanto hai letto sui siti web apologetici! Gli argomenti e guide ivi esposte per convertire gli atei non valgono nulla. Soprattutto però, non inserire link su siti web simili con l’aggiunta “Bene, adesso confutate questo”; sarà interpretato come pigrizia argomentativa. E se ci spammi il forum con copincolla di intere pagine web, preparati a ricevere reazioni poco amichevoli.

3. Non ci minacciare con l’inferno o altri castighi! Anche se lo intendi solo come un avvertimento, lo percepiremo come una minaccia. E visto che all’inferno non crediamo, ci limiteremo a riderne stancamente. Rinforzerà inoltre la nostra impressione che la tua religione non ha null’altro da offrire se non la paura.

4. Le argomentazioni contano più di contemplative sentenze! Questo è un forum di discussioni, non di prediche. Le asserzioni non sono argomentazioni, ad un’argomentazione corrisponde sempre una motivazione. I contenuti della fede non sono motivazioni, una motivazione efficace consiste di dati oggettivi inconfutabili sui quali è d’accordo anche il tuo interlocutore. Cerca dunque una base comune con i tuoi interlocutori, prima di costruirvi sopra la discussione. Non costruire le tue argomentazioni sulla premessa che Dio esiste, perché se ne vorrai dimostrare l’esistenza scivolerai in un circolo chiuso.

5. Familiarizzati con gli errori argomentativi ed evitali! Oltre ad altri, si verificano ripetutamente i seguenti errori:

• Argumentum ad verecundiam (Appello alle autorità): Non ti appellare ad autorevolezze! Solo perchè qualche scienziato condivide la tua fede, non significa affatto che questa sia vera.
• Argumentum ad personam (Attacco personale): Non attaccare personalmente il tuo interlocutore! Concentrati piuttosto ad indebolire i suoi argomenti.
• Argumentum ad ignorantiam (Appello all’ignoranza): solo perché per un determinato fenomeno non è stata trovata una spiegazione naturale, non ne consegue che dietro ci sia Dio. Inoltre così facendo degradi il tuo Dio al rango di tappabuchi, che si deve ritirare sempre di più a misura che la scienza progredisce.
• Il vero scozzese (Antony Flew, la petizione di principio): guardati bene dal fare differenza tra i veri ed i falsi credenti! Solo perchè qualcuno fa del male, non significa che non possa condividere la tua fede. Ti si accuserà di vedere la tua fede tutta rose e fiori.
• L’uomo di paglia: prima di confutare un argomento, ti devi accertare che il tuo interlocutore effettivamente lo sostenga. Non ti servirà a nulla confutare un argomento che comunque non condivide nessuno.
• Argumentum ad populum (Appello alla massa): La quantità dei fedeli non rinforza l’autenticità della fede.
• Ribaltamento dell’onere della prova: chi fa un’affermazione, la deve dimostrare. L’onere della prova è a carico del credente, non dello scettico; non pretendere che confutiamo le tue affermazioni, se non fai tu stesso degli sforzi per circostanziarle.
• Citazioni scorporate dal loro contesto: quando citi qualcuno, presta attenzione al contesto in cui la citazione viene fatta. È probabile che il significato sia diverso da quello che tu intendi.
• Non sequitur (Conclusione errata): fai attenzione a che le tue conclusioni siano la conseguenza logica delle tue premesse.
Puoi trovare ulteriori informazioni
QUI Wikipedia.

6. Osserva gli errori commessi da altri missionari ed evitali! Non sei il primo che ci vuole convertire. Esamina il perchè i tuoi predecessori hanno fallito, ad es.
QUI

7. Evita gli stereotipi ed i pregiudizi comuni! Tra gli altri, questi:

• gli atei non hanno morale, senso della vita, speranza...
• gli atei sono nichilisti
• gli atei non hanno coscienza
• gli atei sono compagni di Hitler, Stalin, Mao e Pol Pot
• gli atei sono stati delusi da Dio attraverso un’esperienza traumatica
• anche l’ateismo è una fede, nessuno è senza religione


8. Lascia la scommessa di Pascal fuori dal gioco! La scommessa di Pascal è un falso rebus ed inoltre una subdola minaccia dell’inferno. Ne abbiamo già discusso abbastanza spesso; usa la funzione di ricerca!

9. Bada al Münchhausen-Trilemma! Non tentare di convincere i non credenti con ragionamenti circolari e dogmi fissati arbitrariamente.

10. Non esiste un ateismo! Non esiste una bibbia atea, una chiesa atea e nessun Papa ateo, che parli per tutti i non credenti, tra i quali esistono opinioni completamente differenti su svariati argomenti. Guardati quindi dalle generalizzazioni; il fatto che gli atei non credano all’esistenza di un dio non li rende un gruppo unitario. Considera che gli stessi seguaci di una religione non sempre sono tutti dello stesso parere; anche all’interno dei sistemi di fede esistono correnti diverse ed aggruppamenti, per tacere delle singole sette o scissioni. Non avendo un fondamento comune come la Bibbia od il Corano i vari atei hanno, inevitabilmente, idee differenti.

11. Non ci raccontare storie di conversioni! Siffatte relazioni spostano la discussione dal piano oggettivo a quello emozionale, con il risultato di far ricevere al tuo interlocutore l’impressione di venire raggirato. Una discussione corretta può avere luogo esclusivamente sul piano oggettivo; sopratutto non ci raccontare storie di riconversione sul letto di morte, la stragrande maggioranza delle quali sono oltretutto false. Se una di tali storie contiene argomenti a favore della tua fede, puoi illustrarci questi argomenti anche da soli; inoltre ricorda che noi abbiamo molte più storie di persone che la fede l’hanno persa, e che persino conosciamo queste persone. Molte di loro scrivono qui.

12. Non ignorare nessun argomento, non importa cosa succede! Ti sia chiaro che in tal caso sarà attaccato il tuo punto di vista a tale proposito; ciononostante, questo non ti deve condurre ad ignorare argomenti o domande; la loro rilevanza sussiste a prescindere dal tono pacato.
Inoltre dovresti prendere anche in considerazione domande che ti sembrano grottesche, come ad esempio perché non credi al :
Unicorno Rosa  Caro missionario... Icon_question  
oppure al :
Pastafarianesimo Caro missionario... Icon_question
Queste domande sono intese seriamente!

13. Esponi i tuoi argomenti in maniera chiara ed articolata! Altrimenti può succedere ti si attribuiscano contenuti di fede che non ti rappresentano. Non si tratta di cattive intenzioni; può trattarsi di contenuti di fede condivisi dalla gran parte di coloro i quali sostengono di avere la tua stessa fede. Può altresí essere che si tratti semplicemente di una logica conseguenza di quanto veramente credi ed hai già raccontato. (È concepibile anche una miscela di ambo le cose)

14. Usa la funzione di ricerca! È possibile che i tuoi argomenti qui siano stati già discussi fino al vomito. Se non riesci ad introdurre nuove riflessioni in vecchie discussioni, meglio che lasci perdere.

15. Prenditi tempo! Leggi prima un poco nel forum. Pensa esattamente a quello che stai per inserire; può solo giovare alla qualità dei tuoi interventi".

Un paio di esempi con discussioni contenenti alcune delle argomentazioni sopraelencate:

https://atei.forumattivo.com/t1833-il-super-boeing-747-di-hoyle

https://atei.forumattivo.com/t2251-se-dio-non-esiste-allora-tutto-e-permesso-ivan-karamazov

https://atei.forumattivo.com/t2233-predisposti-alla-fede

https://atei.forumattivo.com/t2160-ricerca-sull-origine-del-sentimento-religioso

https://atei.forumattivo.com/t1865-la-non-religiosita-e-indotta-o-naturale



******************
Admin
Admin
----------
----------

Numero di messaggi : 2778
SCALA DI DAWKINS :
Caro missionario... Left_bar_bleue0 / 700 / 70Caro missionario... Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 11.11.08

http://atei.forumitalian.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.