Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

La libertà di religione è un diritto umano?

+50
FdS
Armok
Justine
marisella
primaverino
Cyrano
Nadine
Zeno
Stany
remigio
Dottor_Doom
ilmaso
sabryxDxD
Wishop
sognista
Ludwig von Drake
CogitoErgoSum
teto
Tomhet
shangri-la
Steerpike
gedeone
Picchus
federico00
ConfidoinTe
idRon
AteoCorporation
Akka
SergioAD
Avalon
L'Unità
alberto
uoz
matem
delfi68
nellolo
klaus54
silvio
oddvod56
lupetta
notimenowhere
*Valerio*
BestBeast
Giurista pensatore
davide
loonar
don alberto
Minsky
Paolo
Rasputin
54 partecipanti

Pagina 4 di 18 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11 ... 18  Successivo

Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Mar 10 Gen 2012 - 11:49

jessica ha scritto:eh si... 2+3=7 perchè 7-2=3... ecco come funziona la tua ragione... e ti avanza pure di fare il simpaticone. ti faccio notare che "ecco la prova" --> non c'è nessuna prova e se "la ragione ha deciso" penso non avrai problemi a dimostrarlo. attendo con ansia, fino ad allora sono tue ipotesi campate in aria, ma andiamo avanti...
La tua saccenteria è patetica, Jessica. A situazione eguale corrisponde trattamento eguale e a situazione diseguale corrisponde trattamento diseguale come lo chiami, se non approccio ragionevole alle situazioni da regolamentare? Trovi più ragionevole disciplinare i fenomeni umani lanciando una moneta a cazzo di cane o dando sfogo alle tue personali insofferenze verso qualcuno (i disabili, per fare un esempio)? Se sei anarchica e accetti come legge solo gli aborti della tua volontà, nessuno ti impedisce di andare al Polo Nord e vivere da sola da sovrana illuminata; ma se vivi in una società organizzata (e ti sta bene farlo, altrimenti andresti via), allora la comunità deve darsi delle regole proprio per evitare che ciascuno faccia il cazzo che gli pare, provocando caos, violenza e la morte stessa del gruppo organizzato, e queste regole, se non vogliono risultare oppressive e causare eccessiva sofferenza per i membri, devono rispondere a motivazioni razionali e ad un equo bilanciamento dei diritti fondamentali di tutti. Se ancora non lo capisci, hai un serio problema di comprendonio o, più probabilmente, ti diletta fare il troll provocatore e polemico. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:perchè dici cazzate. i diritti umani (questi sconosciuti, come abbiamo già avuto modo di dimostrare altrove) valgono fintantochè il forte (noi) decide di farli valere. peraltro che essi siano venuti fuori dalla "ragione" è tutto da vedere. - l'umanità ha usato la ragione- ma ti senti?
I diritti umani servono proprio ad evitare che il forte prevarichi il debole, sfrontata provocatrice che non sei altro. Secondo te qual è la situazione preferibile per la minoranza, essere liberamente sterminabile ad arbitrio del tiranno di turno o godere di una tutela, nella vita, nella libertà e negli affetti, che la ponga al riparo da ritorsioni razziste della maggioranza, poniamo un partito come la Lega, che, se potesse, macellerebbe gli immigrati uno per uno? Allora, o santa portatrice della ragione, cosa preferisce la minoranza, essere annientata come una mosca molesta o vivere in santa pace grazie ai freni posti alla sopraffazione della maggioranza? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956 Se tu andassi in Arabia Saudita, non vorresti la stessa libertà riconosciuta agli uomini? Se tu fossi disabile, non vorresti che qualcuno ti proteggesse da un nazista pronto a fare di te una scatoletta di Jessica sott'olio? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956


jessica ha scritto:
piuttosto tu, che hai fatto certe affermazioni sulla mia spiegazione del divieto di circolare nudi, sei tenuta a motivarle, altrimenti non valgono nulla, come tutte le ciance campate per aria.
quali?
L'affermazione apodittica che le mie giustificazioni del divieto di circolare nudi per difendere l'altrui libertà sessuale sono a posteriori, che è un mezzuccio ridicolo per non ammettere che sei così infantile da voler fare solo quello che ti dice la testa (tipo massacrare i disabili), fottendotene degli altri. Vai sull'Everest, allora, e gioca a fare Dio senza ammorbarci. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:ah, ma parliamo allora sempre del tuo mondo ideale??? scusa non avevo capito. nel mondo vero no, di solito 'ste cose vengono forzate e trovano molta resistenza. pensa ad esempio ai divieti di mutilazioni genitali presso le tribù africane.
Parliamo dell'Italia e dei Paesi che difendono i diritti umani fondamentali. Le tribù africane, proprio perché non conoscono il valore della persona umana e dei suoi diritti inalienabili, si arrogano di tagliuzzare il clitoride alle donne perché lo sciamano del villaggio ha dichiarato che questo serve a fecondare i campi agricoli o boiate della stessa risma. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:non è che ho detto proprio questo. comunque se il divieto razionale è stato ottenuto usando la la ragione come stai facendo te, stiamo freschi...
E quale sarebbe il modo corretto di usare la ragione, professoressa so-tutto-io? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956 Attendo con ansia di conoscere i meccanismi (arrugginiti) del tuo cervello razionale ed infallibile. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:
Ecco giunta sulla Terra la guerriera dell'Altissimo, incaricata di ripulire il mondo dal peccato: tremate, o stolti!

si, e?...
Fatti ricoverare in un ospedale psichiatrico, guerriera dell'Altissimo dei miei coglioni. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956 Facciamo così, io sono il guerriero di Thor, perciò ti sfascio il cranio col suo martello e siamo tutti felici e contenti, d'accordo? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:di solito lo faccio. ma di fronte a certi comportamenti c'è ben poco da considerare. se ce l'avessi ci scommetterei un testicolo che non hai capito una sega di quello che sto dicendo e farfugli interventi in semipolitichese solo per correre dietro alle tue paturnie mentali.
Sei capace di dirmi cos'è per te la ragione, visto che ne parli come un'iniziata che possiede il monopolio della sua comprensione, che ai poveri plebei è preclusa, o sai soltanto frignare? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:eh... a essere precisi non è corretto chiamarla logica, comunque tra questi c'è pure il diritto alla libertà di religione.
Infatti io difendo la libertà di religione, se per caso ti è sfuggito, a condizione che non diventi un grimaldello per conculcare i diritti umani fondamentali degli altri. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956


jessica ha scritto:va bene, io voglio solo che mi spieghi in base a quali convinzioni mi sanzioni.
Perché non sei padrona della vita altrui e non puoi decidere chi merita di vivere e chi deve crepare: sei una comune mortale, Jessica, abbassa la cresta e piantala di crederti il Padreterno e, se vuoi il mio spassionato consiglio, cresci e impara che le smanie di onnipotenza non sono più tollerate dopo i tre anni d'età. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956


jessica ha scritto:si certo... solo che per me è opinabile personale tua cazzata che loro siano come me. ad ogni modo stai guardando il dito e non la luna.
A seguire la tua ragione (malata), per me è opinabile che tu sia uguale a me e perciò decido di sopprimerti, contenta? Facciamo così, ognuno insegue le proprie farneticazioni e ammazza chi gli sta antipatico... Sei irrecuperabilmente delirante! La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956


Rasputin, ti rispondo più tardi. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Rasputin Mar 10 Gen 2012 - 11:58

Giurista pensatore ha scritto:
Rasputin, ti rispondo più tardi. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074

Ok fai con calma (Anch'io mi sono preso dei giorni, avevo del lavoro).


Nel frattempo ti pregherei, sebbene so che Jessica non è solita prendersela più di tanto, di oggettivizzare i commenti, ehm, un tantino ad personam nel tuo ultimo intervento, cosí evitiamo anche che qualcun altro si senta autorizzato a farne di simili wink..

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Merini10- La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Mar 10 Gen 2012 - 12:13

Io invece penso proprio che il credente una patologia scientificamente riscontrabile, anche se leggera, ce l'abbia; che poi istituzionalmente non la si voglia riscontrare, è un altro paio di maniche
Verde al vecio..

Tutte le manifestazioni del credente, se fossero rivolte a un unicorno rosa, sarebbero chiari sintomi di patologia mentale:
Compiono gesti magici e scaramantici.
Impegnano tempo ed energie per erigere idoli, oggetti magici e letteretura visionaria.
Parlano a entita' inventate e sentono pure rispondere, agiscono sotto i consigli di una non meglio precisata entita' magica e soprannaturale che giungono loro in modo..telepatico..
Accettano volontariamente di sottostare a riti magici
Hanno deciso di credere, senza richiedere alcuna prova, a degli altri uomini, parimenti schizzoidi che addirittura si attribuiscono superpoteri paranormali: assoluzioni, benedizioni, intrecessioni presso enti divini e magici.
Muovono atti di violenza, fisica, psicologica e legislativa verso la comunita' in generale, le donne e i deboli in particolare.

Se analizziamo il comportamento del religioso, e leviamo sempre la parola "dio" e la sostituiamo con "fata dei giardini" o "unicorno rosa", enti che hanno in fin dei conti gli stessi attributi di verificabilita' e sustanzialita' del "dio" immaginario, allora e' lampante che siamo di fronte a una patologia.

Cosi diffusa che non puo' essere riconosciuta..i pazzi sono enormememnte piu' numerosi dei sani e devono essere gestiti con sopportazione e difficlmente curati..




devo purtroppo fare polemica con Giurista..e me ne dispiace perche' sto imparando ad apprezzare la sua lucidita' mentale, ma devo dirti che sei cosi innamorato delle regole e delle leggi, che esprimi attraverso cio' i sintomi della soggezzione di autorita', e sppur ateo, non riesci a ripulire la tua visuale dalla nebbia del "rispetto automaticvo" per tutto cio' che riguarda la religione, non riconoscendone appunto i contorni patologici.

Non t'offendere, devo scriverti queste cose, primo perche' le penso, e poi perche' magari ci rifletti sopra..in generale ti rinnovo una stima davvero sincera!
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Mar 10 Gen 2012 - 13:34

Rasputin ha scritto:Io invece penso proprio che il credente una patologia scientificamente riscontrabile, anche se leggera, ce l'abbia; che poi istituzionalmente non la si voglia riscontrare, è un altro paio di maniche. Data la loro abile schizofrenia comunque, dubito che un test attitudinale che confermi il diritto, già esistente, al pari della patente di guida che confermi l'attitudine a condurre un veicolo (Altresí diritto già esistente) sia causa di discriminazione tra credenti e no, bensí sarebbe un mezzo per determinare un minimo di cognizione di causa di tutti al momento di esprimere il proprio parere in sede elettorale.
Attualmente la comunità scientifica non considera la religiosità come patologia: se e quando emergeranno evidenze in tal senso, sarò lieto di rivedere la mia posizione (come dovrebbe fare chi si ostina a giudicare malati i gay, nonostante il progresso scientifico abbia dimostrato la loro sanità). La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074

Rasputin ha scritto:Mentre sulla dannosità della prima, oltre al rischio già esemplificato dell'automobilista che investe un passante per schivare il gatto nero, esistono fior di ricerche scientifiche, le seconde sono solo argomentazioni moralistiche, smentite da altrettanto fior di ricerche scientifiche, per fare un esempio attuale quelle sull'omogenitorialità.
Per caso è capitato che un guidatore abbia arrotato un passante per schivare un gatto nero? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 93876 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 93876 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 93876 In ogni caso, non si può indurre che tutti i superstiziosi sono, per ciò solo, pericolosi. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074

Rasputin ha scritto:Sul sistema carcerario esiste un thread apposito dove si è parlato diffusamente del tema, ti sintetizzo comunque qui la mia opinione: andrebbero rinchiuse solo persone che costituiscano un pericolo pubblico reale, perché il carcere in sè non è, e non può essere, rieducativo. A sostegno di questa mia assezione ti rimando al thread succitato, per un'introduzione, qui

http://atei.forumitalian.com/t2603p50-paesi-civili-e-carceri#54762

proseguo qui

http://atei.forumitalian.com/t2603p60-paesi-civili-e-carceri#54918

Ma secondo me l'esempio più eclatante è l'esperimento di Stanford, lo conosci?
Ci andrò appena posso. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074

Rasputin ha scritto:Occhio, se lo scorbutico passa il succitato test attitudinale non vedo alcun problema. I tratti caratteriali di una persona non hanno nulla a che vedere con le superstizioni.
E quali sarebbero i contenuti ed i metodi del succitato test attitudinale?

Rasputin ha scritto:Nel frattempo ti pregherei,
sebbene so che Jessica non è solita prendersela più di tanto, di
oggettivizzare i commenti, ehm, un tantino ad personam nel tuo ultimo intervento, cosí evitiamo anche che qualcun altro si senta autorizzato a farne di simili La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074
Ci proverò, ma francamente non si può pretendere da me grande pazienza con una che si autoproclama guerriera dell'Altissimo, che considera irrazionali il principio di eguaglianza ed i diritti umani e che vorrebbe fare a pezzi i disabili solo perché la sua testa (malata, mi vedo costretto a dire) ha solennemente statuito che non meritano di vivere. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 603794Tra l'altro, mi pare che il regolamento vieti l'apologia di fascismo e nazismo (i contenuti son quelli!), come pure l'incitamento all'odio ed alla violenza, perciò a maggior ragione Jessica non può aspettarsi tappeti rossi e guanti di velluto quando scrive cose che fanno raggelare il sangue nelle vene. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 603794

delfi68 ha scritto:devo purtroppo fare polemica con Giurista..e me ne dispiace perche' sto
imparando ad apprezzare la sua lucidita' mentale, ma devo dirti che sei
cosi innamorato delle regole e delle leggi, che esprimi attraverso cio' i
sintomi della soggezzione di autorita', e sppur ateo, non riesci a
ripulire la tua visuale dalla nebbia del "rispetto automaticvo" per
tutto cio' che riguarda la religione, non riconoscendone appunto i
contorni patologici.

Non t'offendere, devo scriverti queste cose,
primo perche' le penso, e poi perche' magari ci rifletti sopra..in
generale ti rinnovo una stima davvero sincera!
Io resto persuaso che esista una religiosità sana, privata, intima e personale, come pure una propaganda dialettica e non prevaricatoria, compatibile coi diritti umani degli altri, magari un domani sarò categoricamente smentito. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 605765

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Mar 10 Gen 2012 - 13:48

..non so..io invece sono estremamente pessimista..magari cambiero' idea io, chissa'. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 605765

Giurista, hai mai letto Dennett o Dawkins? Vorresti leggerli, cosi poi ne dibattiamo?
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Mar 10 Gen 2012 - 13:50

che considera irrazionali il principio di eguaglianza ed i diritti
umani e che vorrebbe fare a pezzi i disabili solo perché la sua testa
(malata, mi vedo costretto a dire) ha solennemente statuito che non
meritano di vivere. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 603794Tra
l'altro, mi pare che il regolamento vieti l'apologia di fascismo e
nazismo (i contenuti son quelli!), come pure l'incitamento all'odio ed
alla violenza, perciò a maggior ragione Jessica non può aspettarsi
tappeti rossi e guanti di velluto quando scrive cose che fanno raggelare
il sangue nelle vene.

Straquoto, secondo me sei stato perfino troppo gentile...
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Mar 10 Gen 2012 - 19:21

delfi68 ha scritto:
Giurista, hai mai letto Dennett o Dawkins? Vorresti leggerli, cosi poi ne dibattiamo?
Se mai avrò tempo di leggerli, ti farò sapere. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 605765

delfi68 ha scritto:Straquoto, secondo me sei stato perfino troppo gentile...
In effetti, mi sorprende l'indifferenza con cui vengono accolte le tesi aberranti di Jessica. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 906108 Se venisse un prete a dire che i gay sono malati (attenzione: malati, non meritevoli di morte!), sono certo che un vespaio di utenti si scaglierebbero contro le sue discriminazioni, mentre se Jessica afferma che lei è libera di considerare i disabili non uguali a lei e di sterminarli per avere una società evolutivamente migliore, silenzio tombale. Se qualcuno difendesse Pio IX, autore del Sillabo, col quale condannò il liberalismo, il razionalismo, il secolarismo ed il modernismo, due secondi dopo sarebbe messo alla berlina ed alla porta come troll deficiente, ma se Jessica farnetica che i diritti umani sono irrazionali, silenzio tombale. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 62994 Che ci sia un favoreggiamento omertoso ad personam? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 802802

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da davide Mar 10 Gen 2012 - 19:25

che considera irrazionali il principio di eguaglianza ed i diritti umani e che vorrebbe fare a pezzi i disabili solo perché la sua testa (malata, mi vedo costretto a dire) ha solennemente statuito che non meritano di vivere.
Non avete capito la questione che voleva sollevare jessica. Certo, molto ce ne ha messo del suo per non farsi capire.
Le sue erano pure provocazioni per provare che i divieti imposti da leggi e morale sono partoriti da mente umana ed irrazionali tanto quanto quelli mossi da motivazioni religiose.
Jessica non e' una nazifascista o che so io.

E' solo capace di essere estremamente rompicoglioni mgreen

Edit: per quanto mi riguarda, sono questioni di lana caprina e questo genere di dibattito non mi interessa molto. Ringrazio dio (ah ah ah) di non essere piu' un mod e di non dovermi leggere piu' tutto per forza mgreen

davide
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11190
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Mar 10 Gen 2012 - 19:38

davide ha scritto:Non avete capito la questione che voleva sollevare jessica. Certo, molto ce ne ha messo del suo per non farsi capire.
Le sue erano pure provocazioni per provare che i divieti imposti da leggi e morale sono partoriti da mente umana ed irrazionali tanto quanto quelli mossi da motivazioni religiose.
Jessica non e' una nazifascista o che so io.
No, scusami, qui c'è un errore clamoroso.La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 881458 I divieti sono partoriti dalla mente umana, ovviamente, tranne che qualcuno voglia credere alle bubbole di Dio che consegna tavolette del diritto a strani profeti in epoche remote, però il divieto di uccidere, il divieto di discriminare, il divieto di schiavizzare etc. non hanno alcunché di irrazionale (anzi sarebbe assurdo ed insensato stabilire che, dati due uomini, uno possa essere persona e l'altro cosa, o che la donna sia sottomessa all'uomo, o che ciascuno possa arbitrariamente disporre della vita altrui, proprio in quanto non c'è alcuna ragione, alcuna giustificazione, alcuna motivazione valida per ammettere questi abominii): sono invece irrazionali, e pesantemente, l'ostruzionismo alle convivenze di fatto, le mutilazioni genitali femminili, la lapidazione dell'adultera, l'esecuzione dell'apostata o del bestemmiatore, la condanna del mangiatore di maiale e simili stronzate, giacché tali condotte non recano alcun male oggettivo (fino a prova contraria) alla società e non c'è, dunque, ragione alcuna per vietarle, se non quella di compiacere un Dio inesistente (fino a prova contraria) tanto onnisciente, onnipotente e brillante da non pronunciarsi mai direttamente e da affidarsi, invece, a profeti incapaci che sistematicamente mistificano ed alterano la sua volontà a proprio uso e consumo. Per piacere, non mescoliamo il cibo con la merda. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da davide Mar 10 Gen 2012 - 19:50

Ehi, guarda che io sono d'accordo con te su tutta la linea, mica devi convincermi ahahahahahah

davide
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11190
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Rasputin Mar 10 Gen 2012 - 20:26

Giurista pensatore ha scritto:No, scusami, qui c'è un errore clamoroso.La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 881458 I divieti sono partoriti dalla mente umana, ovviamente, tranne che qualcuno voglia credere alle bubbole di Dio che consegna tavolette del diritto a strani profeti in epoche remote, però il divieto di uccidere, il divieto di discriminare, il divieto di schiavizzare etc. non hanno alcunché di irrazionale (anzi sarebbe assurdo ed insensato stabilire che, dati due uomini, uno possa essere persona e l'altro cosa, o che la donna sia sottomessa all'uomo, o che ciascuno possa arbitrariamente disporre della vita altrui, proprio in quanto non c'è alcuna ragione, alcuna giustificazione, alcuna motivazione valida per ammettere questi abominii): sono invece irrazionali, e pesantemente, l'ostruzionismo alle convivenze di fatto, le mutilazioni genitali femminili, la lapidazione dell'adultera, l'esecuzione dell'apostata o del bestemmiatore, la condanna del mangiatore di maiale e simili stronzate, giacché tali condotte non recano alcun male oggettivo (fino a prova contraria) alla società e non c'è, dunque, ragione alcuna per vietarle, se non quella di compiacere un Dio inesistente (fino a prova contraria) tanto onnisciente, onnipotente e brillante da non pronunciarsi mai direttamente e da affidarsi, invece, a profeti incapaci che sistematicamente mistificano ed alterano la sua volontà a proprio uso e consumo. Per piacere, non mescoliamo il cibo con la merda. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Bravissimo. Allora ti faccio presente questo tuo intervento qui

http://atei.forumitalian.com/t3696p150-la-liberta-di-religione-e-un-diritto-umano#106702

notificandoti al tempo stesso che la tua interlocutrice è, per sua stessa dichiarazione, credente. Adesso inserisco in risposta al succitato intervento un link su questo, così mi risparmio un sacco di fatica mgreen

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Merini10- La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Mar 10 Gen 2012 - 20:27

Appunto anch'io che Jessica dovrebbe almeno fare una smentita sulla questione dei disabili, senno', effettivamente si apre una questione etica sull'opportunita' di concedere un foglio elettronico a qualcuno per pubblicare una nefandeza come quella da lei, sembra, emergere..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Rasputin Mar 10 Gen 2012 - 20:27

Giurista pensatore ha scritto:
Rasputin ha scritto:Io invece penso proprio che il credente una patologia scientificamente riscontrabile, anche se leggera, ce l'abbia; che poi istituzionalmente non la si voglia riscontrare, è un altro paio di maniche. Data la loro abile schizofrenia comunque, dubito che un test attitudinale che confermi il diritto, già esistente, al pari della patente di guida che confermi l'attitudine a condurre un veicolo (Altresí diritto già esistente) sia causa di discriminazione tra credenti e no, bensí sarebbe un mezzo per determinare un minimo di cognizione di causa di tutti al momento di esprimere il proprio parere in sede elettorale.
Attualmente la comunità scientifica non considera la religiosità come patologia: se e quando emergeranno evidenze in tal senso, sarò lieto di rivedere la mia posizione (come dovrebbe fare chi si ostina a giudicare malati i gay, nonostante il progresso scientifico abbia dimostrato la loro sanità). La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074

Rasputin ha scritto:Mentre sulla dannosità della prima, oltre al rischio già esemplificato dell'automobilista che investe un passante per schivare il gatto nero, esistono fior di ricerche scientifiche, le seconde sono solo argomentazioni moralistiche, smentite da altrettanto fior di ricerche scientifiche, per fare un esempio attuale quelle sull'omogenitorialità.
Per caso è capitato che un guidatore abbia arrotato un passante per schivare un gatto nero? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 93876 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 93876 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 93876 In ogni caso, non si può indurre che tutti i superstiziosi sono, per ciò solo, pericolosi. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074

Rasputin ha scritto:Sul sistema carcerario esiste un thread apposito dove si è parlato diffusamente del tema, ti sintetizzo comunque qui la mia opinione: andrebbero rinchiuse solo persone che costituiscano un pericolo pubblico reale, perché il carcere in sè non è, e non può essere, rieducativo. A sostegno di questa mia assezione ti rimando al thread succitato, per un'introduzione, qui

http://atei.forumitalian.com/t2603p50-paesi-civili-e-carceri#54762

proseguo qui

http://atei.forumitalian.com/t2603p60-paesi-civili-e-carceri#54918

Ma secondo me l'esempio più eclatante è l'esperimento di Stanford, lo conosci?
Ci andrò appena posso. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074

Rasputin ha scritto:Occhio, se lo scorbutico passa il succitato test attitudinale non vedo alcun problema. I tratti caratteriali di una persona non hanno nulla a che vedere con le superstizioni.
E quali sarebbero i contenuti ed i metodi del succitato test attitudinale?

Rasputin ha scritto:Nel frattempo ti pregherei,
sebbene so che Jessica non è solita prendersela più di tanto, di
oggettivizzare i commenti, ehm, un tantino ad personam nel tuo ultimo intervento, cosí evitiamo anche che qualcun altro si senta autorizzato a farne di simili La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 23074
Ci proverò, ma francamente non si può pretendere da me grande pazienza con una che si autoproclama guerriera dell'Altissimo, che considera irrazionali il principio di eguaglianza ed i diritti umani e che vorrebbe fare a pezzi i disabili solo perché la sua testa (malata, mi vedo costretto a dire) ha solennemente statuito che non meritano di vivere. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 603794Tra l'altro, mi pare che il regolamento vieti l'apologia di fascismo e nazismo (i contenuti son quelli!), come pure l'incitamento all'odio ed alla violenza, perciò a maggior ragione Jessica non può aspettarsi tappeti rossi e guanti di velluto quando scrive cose che fanno raggelare il sangue nelle vene. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 603794

delfi68 ha scritto:devo purtroppo fare polemica con Giurista..e me ne dispiace perche' sto
imparando ad apprezzare la sua lucidita' mentale, ma devo dirti che sei
cosi innamorato delle regole e delle leggi, che esprimi attraverso cio' i
sintomi della soggezzione di autorita', e sppur ateo, non riesci a
ripulire la tua visuale dalla nebbia del "rispetto automaticvo" per
tutto cio' che riguarda la religione, non riconoscendone appunto i
contorni patologici.

Non t'offendere, devo scriverti queste cose,
primo perche' le penso, e poi perche' magari ci rifletti sopra..in
generale ti rinnovo una stima davvero sincera!
Io resto persuaso che esista una religiosità sana, privata, intima e personale, come pure una propaganda dialettica e non prevaricatoria, compatibile coi diritti umani degli altri, magari un domani sarò categoricamente smentito. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 605765

http://atei.forumitalian.com/t3696p160-la-liberta-di-religione-e-un-diritto-umano#106763

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Merini10- La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Mar 10 Gen 2012 - 20:28

aahhh..e' una cattolica, ah! allora capisco tutto.

E' gente notoriamente molesta...
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da davide Mar 10 Gen 2012 - 20:30

aahhh..e' una cattolica, ah!

No, non lo e'.

davide
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11190
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Mar 10 Gen 2012 - 20:33

..a no? ..e in quale dio crede?
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Rasputin Mar 10 Gen 2012 - 20:48

davide ha scritto:
aahhh..e' una cattolica, ah!

No, non lo e'.

Sí lo è. Non lo ammette.

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Merini10- La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Mar 10 Gen 2012 - 20:52

A me da come scrive sembra plausibile la tesi ras..
Ma comunque vorrei che poniate un secondo la vostra attenzione sulle considerazioni di Giurista..
E' accettabile che dica cose del genere senza che si sollevi una contestazione?
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Rasputin Mar 10 Gen 2012 - 21:17

delfi68 ha scritto:A me da come scrive sembra plausibile la tesi ras..
Ma comunque vorrei che poniate un secondo la vostra attenzione sulle considerazioni di Giurista..
E' accettabile che dica cose del genere senza che si sollevi una contestazione?

Per il momento gli ho fatto presente la cosa da utente (Ho scritto in nero).

Se la moderazione deciderà di intervenire, lo farà.

Quanto a Jessica stai tranquillo che non ammetterà mai di essere cattolica.

Se condome se ne vergogna.

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Merini10- La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Mar 10 Gen 2012 - 22:10

Rasputin ha scritto:Bravissimo. Allora ti faccio presente questo tuo intervento qui

http://atei.forumitalian.com/t3696p150-la-liberta-di-religione-e-un-diritto-umano#106702

notificandoti al tempo stesso che la tua interlocutrice è, per sua stessa dichiarazione, credente. Adesso inserisco in risposta al succitato intervento un link su questo, così mi risparmio un sacco di fatica La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 315697
Non capisco lo scopo della tua risposta mediante link ad una mia precedente affermazione: io continuo a difendere la libertà religiosa, purché sia esercitata civilmente, cioè senza discriminare, diffamare, aggredire o uccidere gay, disabili, negri, conviventi, apostati, atei etc. Jessica si comporta, invece, da credente fanatica ed è per questo, non per la fede in sé, che la contesto. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 605765

Rasputin ha scritto:
delfi68 ha scritto:A me da come scrive sembra plausibile la tesi ras..
Ma comunque vorrei che poniate un secondo la vostra attenzione sulle considerazioni di Giurista..
E' accettabile che dica cose del genere senza che si sollevi una contestazione?

Per il momento gli ho fatto presente la cosa da utente (Ho scritto in nero).

Se la moderazione deciderà di intervenire, lo farà.

Quanto a Jessica stai tranquillo che non ammetterà mai di essere cattolica.

Se condome se ne vergogna.
Hai frainteso. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 315697 Tu credi che Delfi si riferisca a me (infatti hai scritto di avermi già fatto presente la cosa da semplice utente), ma Delfi, al contrario, chiede che si prendano in esame le mie considerazioni nel senso che concorda con me che non è accettabile che Jessica (e non io!) dica cose del genere (uccidere i disabili) senza che si sollevi una contestazione. Lo si desume dai precedenti messaggi
delfi68 a Giurista pensatore ha scritto:
Straquoto, secondo me sei stato perfino troppo gentile...
delfi68 ha scritto:Appunto anch'io che Jessica dovrebbe almeno fare una smentita sulla
questione dei disabili, senno', effettivamente si apre una questione
etica sull'opportunita' di concedere un foglio elettronico a qualcuno
per pubblicare una nefandeza come quella da lei, sembra, emergere..
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 605765

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da davide Mar 10 Gen 2012 - 23:41

Rasputin ha scritto:
davide ha scritto:
aahhh..e' una cattolica, ah!

No, non lo e'.

Sí lo è. Non lo ammette.
Ah vabbe' se lo dici tu mgreen

davide
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11190
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Rasputin Mer 11 Gen 2012 - 9:57

davide ha scritto:
Rasputin ha scritto:
davide ha scritto:
aahhh..e' una cattolica, ah!

No, non lo e'.

Sí lo è. Non lo ammette.
Ah vabbe' se lo dici tu mgreen

Beh mi pare ovvio che si tratta di una mia opinione...

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Merini10- La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Ospite Mer 11 Gen 2012 - 14:48

Giurista pensatore ha scritto:
La tua saccenteria è patetica,
sei dura di comprendonio
sfrontata provocatrice che non sei altro
o santa portatrice della ragione,
sei così infantile da voler fare solo quello che ti dice la testa
Vai sull'Everest, allora, e gioca a fare Dio senza ammorbarci.
professoressa so-tutto-io
Attendo con ansia di conoscere i meccanismi (arrugginiti) del tuo cervello razionale ed infallibile.
Ecco giunta sulla Terra la guerriera dell'Altissimo, incaricata di ripulire il mondo dal peccato: tremate, o stolti!
Fatti ricoverare in un ospedale psichiatrico
guerriera dell'Altissimo dei miei coglioni
o sai soltanto frignare?
abbassa la cresta e piantala di crederti il Padreterno
cresci e impara che le smanie di onnipotenza non sono più tollerate dopo i tre anni d'età.
la tua ragione (malata)
Sei irrecuperabilmente delirante!

non male per un pensatore razionale ed illuminato.

è la seconda volta che io e te ci confrontiamo su qualcosa ed è la seconda volta che sei costretto a scendere sull'attacco personale non avendo di che attaccare sul piano della discussione. capisco che tu possa essere irritato dalla mia saccenteria patetica (si vede che vuoi restare l'unico e indiscusso maestro e non tolleri la concorrenza) ma c'è un modo semplice e diretto per farmi stare zitta: se è vero che le tue convinzioni si basano sulla razionalità, non hai che da dimostrare che sia così. fallo e io me ne torno a pregare la madonna col cilicio e i ceci sotto le ginocchia (così anche rasputin è contento).


delfi68 ha scritto:In effetti, mi sorprende l'indifferenza con cui vengono accolte le tesi aberranti di Jessica. Se venisse un prete a dire che i gay sono malati (attenzione: malati, non meritevoli di morte!), sono certo che un vespaio di utenti si scaglierebbero contro le sue discriminazioni, mentre se Jessica afferma che lei è libera di considerare i disabili non uguali a lei e di sterminarli per avere una società evolutivamente migliore, silenzio tombale. Se qualcuno difendesse Pio IX, autore del Sillabo, col quale condannò il liberalismo, il razionalismo, il secolarismo ed il modernismo, due secondi dopo sarebbe messo alla berlina ed alla porta come troll deficiente, ma se Jessica farnetica che i diritti umani sono irrazionali, silenzio tombale. Che ci sia un favoreggiamento omertoso ad personam?
si, sicuramente è come dici. avevo promesso di darla all'admin e lui mi difende sempre! o magari, al contrario di te, gli altri "indifferenti" utenti hanno capito cosa sto dicendo e, appunto, invece di guardare il dito, guardano quello che sto indicando.
mi fa comunque sorridere che uno che ha pubblicamente confessato di essere quasi pacciani faccia lo schizzinosetto per "aberranti tesi" espresse in un forum.


davide ha scritto:Non avete capito la questione che voleva sollevare jessica. Certo, molto ce ne ha messo del suo per non farsi capire.
Le sue erano pure provocazioni per provare che i divieti imposti da leggi e morale sono partoriti da mente umana ed irrazionali tanto quanto quelli mossi da motivazioni religiose.
Jessica non e' una nazifascista o che so io.
E' solo capace di essere estremamente rompicoglioni
io non penso tu abbia fatto i salti mortali per capire quello che volevo dire. secondo me l'unica differenza sta nella volontà di capire perchè uno scrive quello che scrive e la possibilità di prendere in considerazione veramente le idee degli altri, che siano espresse iin maniera garbata o meno, senza pensare di detenere la verità assoluta (cosa tra l'altro criticatissima quando a pensarlo sono altri).

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Mer 11 Gen 2012 - 16:53

jessica ha scritto:non male per un pensatore razionale ed illuminato.

è la seconda volta che io e te ci confrontiamo su qualcosa ed è la seconda volta che sei costretto a scendere sull'attacco personale non avendo di che attaccare sul piano della discussione. capisco che tu possa essere irritato dalla mia saccenteria patetica (si vede che vuoi restare l'unico e indiscusso maestro e non tolleri la concorrenza) ma c'è un modo semplice e diretto per farmi stare zitta: se è vero che le tue convinzioni si basano sulla razionalità, non hai che da dimostrare che sia così. fallo e io me ne torno a pregare la madonna col cilicio e i ceci sotto le ginocchia (così anche rasputin è contento).
Dato che scrivi assurdità come autoproclamarti guerriera dell'Altissimo o affermare che è irrazionale il principio di eguaglianza e preferibile l'epurazione delle persone (disabili e non solo) che, secondo la tua testa, non meritano di vivere e, non paga di queste tesi allucinanti, per di più ti ergi a conoscitrice esclusiva della ragione, che gli stolti difensori dei diritti umani non padroneggiano, ti chiami dietro la derisione e la liquidazione coatta amministrativa. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Vuoi qualche prova della razionalità dei diritti umani? Partiamo dalle basi. Il principio di eguaglianza: tutti gli uomini hanno la stessa dignità. Tu non concordi. Bene, prendiamo per vera questa tesi: bisogna creare una commissione che valuti quali uomini meritano e quali non meritano la dignità, intesa come presupposto della soggettività e del godimento dei diritti. Chi ci mettiamo in questa commissione? Altri uomini, naturalmente, ma come facciamo ad essere certi che i commissari siano dotati di dignità e capaci di giudicare quella altrui? Creiamo una seconda commissione che giudica sui primi commissari, ma anche i secondi commissari devono superare il test di dignità, e così si innesca una regressio ad infinitum che rende impossibile separare gli uomini degni da quelli indegni (schiavi, o comunque portatori di meno diritti dei degni). Cosa facciamo, allora? Tiriamo a sorte? Non sarebbe razionale. L'unica cosa razionale è riconoscere che tutti i membri del consesso umano, appartenenti alla stessa specie, portatori delle medesime esigenze di socialità per cui il diritto viene creato, facultati di intelligenza ed autocoscienza, sono altresì muniti della stessa dignità. Questa è l'unica soluzione razionale, le altre sono o impossibili (giudizio di dignità) o meramente casuali (sorteggio). Non è razionale introdurre esclusioni. Non si possono considerare privi di dignità i neonati, in quanto tutti gli uomini passano per questa fase e, se non la si proteggesse, avverrebbe l'estinzione della specie. Non si possono considerare privi di dignità le donne, in quanto essenziali alla prosecuzione della specie tanto quanto i maschi. Non si possono considerare privi di dignità i malati, poiché tutti, almeno una volta nella vita, ci ammaliamo, e se per questo si perdesse la dignità (e con essa soggettività e diritti), l'umanità si estinguerebbe (ci si ammala sicuramente prima di riprodursi). Non si possono considerare privi di dignità neppure i malati incurabili, perché la scienza presente non è perfetta e manca la prova certa che un domani non si possano curare, per cui sarebbe arbitrario escludere quest'ipotesi. Non si possono considerare privi di dignità i neri, perché le differenze genetiche ed intellettive tra loro e i bianchi non sono maggiori di quelle tra due bianchi. Non si possono considerare privi di dignità i gay, perché è vero che non si riproducono, però possono svolgere una serie di attività comunque essenziali per la sopravvivenza dell'umanità (raccogliere cibo, costruire ripari etc.). E così via. Da qui il principio di eguaglianza.

Come insegna la matematica, nessun ente è uguale (semmai congruente) ad un altro (può essere uguale solo a se stesso), infatti ogni uomo è unico ed irripetibile, ha una sua personalità esclusiva. A questo punto, o ciascun individuo vive da solo, da eremita, senza contatti coi propri simili, e allora si comporta come vuole, assecondando in modo assoluto la propria personalità, oppure, siccome questo è materialmente impraticabile (il rischio di morire sarebbe alto e l'uomo non vuole morire), si fonda una società e si fissano regole comuni per preservarla. Come stabilire le regole comuni? La legge del più forte distruggerebbe la società, sarebbe contraria al suo scopo (preservare la società, che non ha alternative), perciò va scartata. Si può forse affermare che una personalità umana è obiettivamente migliore e imporla a tutti? No, per le stesse ragioni viste in precedenza (la commissione decisionale è impraticabile, il sorteggio è arbitrario). Cosa si fa? Siccome non si possono individuare regole obiettivamente buone, il gruppo è costretto ad optare per regole convenzionali, quindi affida a qualcuno il compito di fissare un codice comportamentale. Siccome inevitabilmente il codice imporrà dei limiti alla personalità ed alla volontà dei singoli e poiché tali restrizioni sono obiettivamente causa di sofferenza per chi le subisce, è ragionevole ridurre al minimo il numero degli scontenti, cioè eleggere un codificatore di norme gradito alla più ampia maggioranza possibile degli uomini. Inoltre, giacché nel mondo tutto si trasforma, anche le opinioni dei singoli possono cambiare ed è probabile che il capo gradito oggi alla maggioranza non lo sia più domani, quindi è ragionevole ripetere periodicamente le elezioni. Da qui il principio democratico.

Questo capo della comunità può legiferare in qualunque materia? No, lo scopo delle regole comuni e la ragione per cui le persone accettano di sottostarvi è assicurare la sopravvivenza del gruppo, del quale abbiamo visto non potersi fare a meno. Di conseguenza, le regole comuni devono proteggere la vita e la salute degli individui (senza i singoli non c'è il gruppo!) e vietare i comportamenti pericolosi per gli altri e, dunque, per il gruppo stesso. Invece i comportamenti squisitamente personali, che non si riverberano sugli altri, essendo indifferenti per la vita collettiva, non possono essere proibiti, infatti lo scopo delle regole è difendere il gruppo e non condizionare inutilmente la vita dei singoli per far prevalere la personalità del capo (nessuna personalità è obiettivamente migliore delle altre, come già visto). D'altro canto, se il capo intervenisse nei fatti privati socialmente irrilevanti, crescerebbe il malcontento e le persone sarebbero tentate dall'abbandonare il gruppo, non più conveniente, e fondarne uno nuovo, in lotta col primo, ovvero dall'uccidere e sostituire il capo ed i suoi sostenitori: questo sgretolerebbe la comunità e tradirebbe lo scopo per cui le regole sono nate, cioè rendere possibile la vita in società. Da qui il diritto alla vita ed alla salute, nonché la tutela della libertà personale, in tutte le sue manifestazioni, nei limiti dell'ordine pubblico.

Veniamo alle conclusioni. Perché le regole religiose sono irrazionali? La religione comporta la totale sottomissione dell'uomo alla presunta divinità, perciò disciplina tutti gli atti umani, pubblici e privati, nonché i suoi pensieri e le sue emozioni, in quanto Dio conosce e giudica ogni cosa. Però, come dimostrato in precedenza, le regole nascono per difendere la società col minimo sacrificio possibile della libertà (altrimenti i membri del gruppo troverebbero conveniente andarsene o ribellarsi, sfasciando il gruppo), perciò i nove decimi delle regole religiose sono inique: fondandosi infatti sulla premessa indimostrabile e perciò irrazionale dell'esistenza di Dio, pretendono di condizionare la vita dei singoli anche nelle scelte che non toccano la comunità.

Se vuoi capire, bene; se persisti nelle tue tesi, non ho più tempo da perdere con te per dimostrarti l'ovvio. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Mer 11 Gen 2012 - 17:00

si, sicuramente è come dici. avevo promesso di darla all'admin e lui mi
difende sempre! o magari, al contrario di te, gli altri "indifferenti"
utenti hanno capito cosa sto dicendo e, appunto, invece di guardare il
dito, guardano quello che sto indicando.
mi fa comunque sorridere che
uno che ha pubblicamente confessato di essere quasi pacciani faccia lo
schizzinosetto per "aberranti tesi" espresse in un forum.

Mi dispiace per te ma hai sbagliato a quotare, non e' mio quel post...e poi io non sono quasi pacciani, x, ho fatto la mia vita, e alle volte ne racconto, potrebbe servire ad altri ad evitarsi dei guai, x

Editato per insulti. Delfi ma ti vuoi controllare o ci costringi a sanzionarti cazzo

rasp
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da loonar Mer 11 Gen 2012 - 17:55

VERDE per Giurista! ok

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Ospite Mer 11 Gen 2012 - 17:57

delfi68 ha scritto:
Mi dispiace per te ma hai sbagliato a quotare, non e' mio quel post...e poi io non sono quasi pacciani, x, ho fatto la mia vita, e alle volte ne racconto, potrebbe servire ad altri ad evitarsi dei guai, x
ah , hai ragione, il post a cui intendevo rispondere era questo:
Appunto anch'io che Jessica dovrebbe almeno fare una smentita sulla
questione dei disabili, senno', effettivamente si apre una questione
etica sull'opportunita' di concedere un foglio elettronico a qualcuno
per pubblicare una nefandeza come quella da lei, sembra, emergere..
poco cambia. per quanto riguarda gli insulti x contro regolamento, non preoccuparti, c'è sempre l'mp...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Ospite Mer 11 Gen 2012 - 18:28

g.p. ha scritto:Dato che scrivi assurdità come autoproclamarti guerriera dell'Altissimo o affermare che è irrazionale il principio di eguaglianza e preferibile l'epurazione delle persone (disabili e non solo) che, secondo la tua testa, non meritano di vivere e, non paga di queste tesi allucinanti, per di più ti ergi a conoscitrice esclusiva della ragione, che gli stolti difensori dei diritti umani non padroneggiano, ti chiami dietro la derisione e la liquidazione coatta amministrativa.
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799 mai pensato di lavorare per zelig?

venendo a noi, te l'ho detto che stai usando la logica del 2+3=7, e qui lo dimostri:

Vuoi qualche prova della razionalità dei diritti umani? Partiamo dalle basi. Il principio di eguaglianza: tutti gli uomini hanno la stessa dignità. Tu non concordi. Bene, prendiamo per vera questa tesi: bisogna creare una commissione che valuti quali uomini meritano e quali non meritano la dignità, intesa come presupposto della soggettività e del godimento dei diritti. Chi ci mettiamo in questa commissione? Altri uomini, naturalmente, ma come facciamo ad essere certi che i commissari siano dotati di dignità e capaci di giudicare quella altrui? Creiamo una seconda commissione che giudica sui primi commissari, ma anche i secondi commissari devono superare il test di dignità, e così si innesca una regressio ad infinitum che rende impossibile separare gli uomini degni da quelli indegni (schiavi, o comunque portatori di meno diritti dei degni). Cosa facciamo, allora? Tiriamo a sorte? Non sarebbe razionale.
sai, mi hai convinto! anche del fatto che il tuo diploma non vale. come faccio a creare una commissione che esamini un candidato all'esame di maturità? prima dovrei crearne una per giudicare che la commissione sia valida, e prima ancora una seconda per giudicare le capacita di quest'ultima e così si innesca una regressio ad infinitum che rende impossibile prendere un cazzo di diploma di quinta superiore. eh si, razionalità disarmante.

L'unica cosa razionale è riconoscere che tutti i membri del consesso umano, appartenenti alla stessa specie, portatori delle medesime esigenze di socialità per cui il diritto viene creato, facultati di intelligenza ed autocoscienza, sono altresì muniti della stessa dignità. Questa è l'unica soluzione razionale, le altre sono o impossibili (giudizio di dignità) o meramente casuali (sorteggio). Non è razionale introdurre esclusioni. Non si possono considerare privi di dignità i neonati, in quanto tutti gli uomini passano per questa fase e, se non la si proteggesse, avverrebbe l'estinzione della specie.
di bene in meglio! nesso logico di una purezza ineguagliabile. ne deduco quindi che sei con razzingher quando è contro l'aborto no? ah, per la cronaca sei passato anche per la fase spermatozoo e ovulo separati.

Non si possono considerare privi di dignità le donne, in quanto essenziali alla prosecuzione della specie tanto quanto i maschi.
magari ammazziamo tutte quelle in menopausa...

Non si possono considerare privi di dignità i malati, poiché tutti, almeno una volta nella vita, ci ammaliamo, e se per questo si perdesse la dignità (e con essa soggettività e diritti), l'umanità si estinguerebbe (ci si ammala sicuramente prima di riprodursi).
qui raggiungi vertici che solo i testimoni di genova conoscono...

Non si possono considerare privi di dignità neppure i malati incurabili, perché la scienza presente non è perfetta e manca la prova certa che un domani non si possano curare, per cui sarebbe arbitrario escludere quest'ipotesi. Non si possono considerare privi di dignità i neri, perché le differenze genetiche ed intellettive tra loro e i bianchi non sono maggiori di quelle tra due bianchi.
ahhh... quindi se lo fossero si potrebbe? ne deduco che uno stupido si possa considerare indegno allora.
Non si possono considerare privi di dignità i gay, perché è vero che non si riproducono, però possono svolgere una serie di attività comunque essenziali per la sopravvivenza dell'umanità (raccogliere cibo, costruire ripari etc.). E così via. Da qui il principio di eguaglianza.
ok... questo vuol dire razionale? allora scusami avevo frainteso.

Come insegna la matematica, nessun ente è uguale (semmai congruente) ad un altro (può essere uguale solo a se stesso)
poi la saccente sono io... (ah, mi domando cosa ci stia a fare questo simbolo "=" nelle tastiere)

infatti ogni uomo è unico ed irripetibile, ha una sua personalità esclusiva. A questo punto, o ciascun individuo vive da solo, da eremita, senza contatti coi propri simili, e allora si comporta come vuole, assecondando in modo assoluto la propria personalità, oppure, siccome questo è materialmente impraticabile (il rischio di morire sarebbe alto e l'uomo non vuole morire), si fonda una società e si fissano regole comuni per preservarla. Come stabilire le regole comuni? La legge del più forte distruggerebbe la società, sarebbe contraria al suo scopo (preservare la società, che non ha alternative), perciò va scartata.
anche qui non fa una grinza. dimostrazione inoppugnabile. (anche se è quella che ci ha portati fino a qui... ma tralasciamo)
Si può forse affermare che una personalità umana è obiettivamente migliore e imporla a tutti? No, per le stesse ragioni viste in precedenza (la commissione decisionale è impraticabile, il sorteggio è arbitrario). Cosa si fa? Siccome non si possono individuare regole obiettivamente buone, il gruppo è costretto ad optare per regole convenzionali, quindi affida a qualcuno il compito di fissare un codice comportamentale. Siccome inevitabilmente il codice imporrà dei limiti alla personalità ed alla volontà dei singoli e poiché tali restrizioni sono obiettivamente causa di sofferenza per chi le subisce, è ragionevole ridurre al minimo il numero degli scontenti, cioè eleggere un codificatore di norme gradito alla più ampia maggioranza possibile degli uomini Inoltre, giacché nel mondo tutto si trasforma, anche le opinioni dei singoli possono cambiare ed è probabile che il capo gradito oggi alla maggioranza non lo sia più domani, quindi è ragionevole ripetere periodicamente le elezioni. Da qui il principio democratico.
già, e per esempio il tuo amico raspa non è d'accordo con questi sistemi di elezione e proporrebbe qualcosa di più oligarchico (un ragionamento che non condivdo ma che comunque ha una sua logica) e senza ricorrere a religioni che siano... pensa te.

Questo capo della comunità può legiferare in qualunque materia? No, lo scopo delle regole comuni e la ragione per cui le persone accettano di sottostarvi è assicurare la sopravvivenza del gruppo, del quale abbiamo visto non potersi fare a meno. Di conseguenza, le regole comuni devono proteggere la vita e la salute degli individui (senza i singoli non c'è il gruppo!) e vietare i comportamenti pericolosi per gli altri e, dunque, per il gruppo stesso. Invece i comportamenti squisitamente personali, che non si riverberano sugli altri, essendo indifferenti per la vita collettiva, non possono essere proibiti, infatti lo scopo delle regole è difendere il gruppo e non condizionare inutilmente la vita dei singoli per far prevalere la personalità del capo (nessuna personalità è obiettivamente migliore delle altre, come già visto). D'altro canto, se il capo intervenisse nei fatti privati socialmente irrilevanti, crescerebbe il malcontento e le persone sarebbero tentate dall'abbandonare il gruppo, non più conveniente, e fondarne uno nuovo, in lotta col primo, ovvero dall'uccidere e sostituire il capo ed i suoi sostenitori: questo sgretolerebbe la comunità e tradirebbe lo scopo per cui le regole sono nate, cioè rendere possibile la vita in società. Da qui il diritto alla vita ed alla salute, nonché la tutela della libertà personale, in tutte le sue manifestazioni, nei limiti dell'ordine pubblico.
Veniamo alle conclusioni. Perché le regole religiose sono irrazionali? La religione comporta la totale sottomissione dell'uomo alla presunta divinità, perciò disciplina tutti gli atti umani, pubblici e privati, nonché i suoi pensieri e le sue emozioni, in quanto Dio conosce e giudica ogni cosa. Però, come dimostrato in precedenza, le regole nascono per difendere la società col minimo sacrificio possibile della libertà (altrimenti i membri del gruppo troverebbero conveniente andarsene o ribellarsi, sfasciando il gruppo), perciò i nove decimi delle regole religiose sono inique: fondandosi infatti sulla premessa indimostrabile e perciò irrazionale dell'esistenza di Dio, pretendono di condizionare la vita dei singoli anche nelle scelte che non toccano la comunità.
a meno che il guppo in questo o quel dio ci creda, nel qual caso ricadiamo proprio nell'affare dei vaccini e del governo, nonchè tu, impedendo di eseguire scelte basate su tali credenze saresti una minoranza che vuole decidere per tutti. inoltre la piccola pecca della tua società razionale è che tutti i membri dovrebbero avere le capacità intellettive per comprendere la cosa, altrimenti sarebbero comunque imposizioni che tu (illuminato) sai da dove saltano fuori, mentre gli altri subiscono. sempre che la maggioranza non decida di votare per michael jackson perchè è più cool di te e gli lasci fare i suoi affari al governo, in barba alla tua ragione.ma sono dettagli...


Se vuoi capire, bene; se persisti nelle tue tesi, non ho più tempo da perdere con te per dimostrarti l'ovvio.


ciao!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Mer 11 Gen 2012 - 20:21

jessica ha scritto:sai, mi hai convinto! anche del fatto che il tuo diploma non vale. come faccio a creare una commissione che esamini un candidato all'esame di maturità? prima dovrei crearne una per giudicare che la commissione sia valida, e prima ancora una seconda per giudicare le capacita di quest'ultima e così si innesca una regressio ad infinitum che rende impossibile prendere un cazzo di diploma di quinta superiore. eh si, razionalità disarmante.
La differenza è netta e notevole. La concessione del diploma scolastico avviene in una società già operativa, all'esito di una lunga evoluzione storica, giuridica e culturale che esclude la contraddizione logica che tu falsamente rilevi. Facciamo un esempio banale. L'università non è sempre esistita, è nata intorno al Duecento a Bologna grazie all'iniziativa di professori che studiando coeperunt docere, facendo ricerca ed esegesi personale sul Corpus iuris civilis di Giustiniano, di dimensioni titaniche, per poi trasmettere le conoscenze acquisite. Così nacquero i primi Studia generalia, nei quali fiorì il metodo ermeneutico dei Glossatori, e solo in un secondo tempo, quando il sistema universitario si consolidò, le istituzioni imposero il requisito del titolo di doctor iuris per l'esercizio delle professioni legali e l'insegnamento. La nostra situazione, invece, si colloca al principio della società, prima della quale non vi è nulla, dunque la contraddizione della regressio ad infinitum non è risolubile. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956 La verità è che tu, pur di difendere il tuo Vangelo dell'irrazionalità del diritto (donde l'equiparabilità di norme laiche e norme religiose, che è lo scopo vero di tutta questa manfrina), ti lasci prendere dalla foga e commetti fallacie. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:di bene in meglio! nesso logico di una purezza ineguagliabile. ne deduco quindi che sei con razzingher quando è contro l'aborto no? ah, per la cronaca sei passato anche per la fase spermatozoo e ovulo separati.
Altra foga fondamentalista celata da inutile sarcasmo. Spermatozoi ed ovuli non costituiscono un individuo, ma uno strumento per generarlo, e il 99,99% di essi si consumano senza esito, perciò è irrazionale equipararli ad esseri umani effettivamente esistenti. Quanto all'aborto, ti sfugge la differenza cruciale fra organismo incapace di vita propria (embrione) ed essere umano autonomo, vivente nel mondo esterno e suscettibile di diretta protezione sociale (persona già nata, di qualunque età): compatibilmente con questa distinzione, è ingiusto abortire quando il feto (non l'embrione) è cresciuto al punto da poter condurre una vita autonoma, perché in tal caso cade la differenza ontologica con l'uomo già partorito (e la diversa collocazione spaziale non rileva granché). Le tue crociate ti accecano. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:magari ammazziamo tutte quelle in menopausa...
Possono essere utili alla società anche senza figliare, come i gay e gli scapoli, con buona pace della misoginia patriarcale d'un tempo che relegava la donna a distributrice automatica di bambini previo inserimento di sperma. Noto, inoltre, che hai un'inclinazione morbosa a voler ammazzare la gente senza motivo: ci vuole una ragione per ammazzare la gente (ad esempio, la minaccia di omicidio, non altrimenti scongiurabile, dell'aggressore contro un altro membro della società), mentre non servono motivi per farla vivere. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:
Non si possono considerare privi di dignità i malati, poiché tutti, almeno una volta nella vita, ci ammaliamo, e se per questo si perdesse la dignità (e con essa soggettività e diritti), l'umanità si estinguerebbe (ci si ammala sicuramente prima di riprodursi).
qui raggiungi vertici che solo i testimoni di genova conoscono...
Le tue solite ciance inconsistenti da maestrina. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:
Non si possono considerare privi di dignità neppure i malati incurabili, perché la scienza presente non è perfetta e manca la prova certa che un domani non si possano curare, per cui sarebbe arbitrario escludere quest'ipotesi. Non si possono considerare privi di dignità i neri, perché le differenze genetiche ed intellettive tra loro e i bianchi non sono maggiori di quelle tra due bianchi.
ahhh... quindi se lo fossero si potrebbe? ne deduco che uno stupido si possa considerare indegno allora.
Il diritto non si costruisce sui periodi ipotetici: i neri non sono diversi dai bianchi e questo è quanto. Se lo fossero, sarebbe un altro mondo. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:
Non si possono considerare privi di dignità i gay, perché è vero che non si riproducono, però possono svolgere una serie di attività comunque essenziali per la sopravvivenza dell'umanità (raccogliere cibo, costruire ripari etc.). E così via. Da qui il principio di eguaglianza.
ok... questo vuol dire razionale? allora scusami avevo frainteso.
Non sai fare altro che questi commenti supponenti senza argomentazioni, chiacchiere vuote senza sostanza. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:poi la saccente sono io... (ah, mi domando cosa ci stia a fare questo simbolo "=" nelle tastiere)
Ripesca un buon libro di geometria razionale delle superiori e scoprirai che un ente è uguale solo a se stesso, ma può essere congruente con un altro. D'altronde, se due enti fossero uguali tra loro, allora sarebbero anche indistinguibili, dunque lo stesso ente. Già il fatto che tu metta in relazione questo ente a quello esclude l'uguaglianza, perché c'è un qualcosa di diverso per cui il primo si chiama questo ed il secondo quello. Informati, prima di scrivere cazzate. L'uguale della tastiera è una semplificazione, un po' come, nel linguaggio comune, "comminare" ed "irrogare", "reclusione" ed "arresto" sono sinonimi, ma in realtà hanno significati profondamente diversi. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:
infatti ogni uomo è unico ed irripetibile, ha una sua personalità esclusiva. A questo punto, o ciascun individuo vive da solo, da eremita, senza contatti coi propri simili, e allora si comporta come vuole, assecondando in modo assoluto la propria personalità, oppure, siccome questo è materialmente impraticabile (il rischio di morire sarebbe alto e l'uomo non vuole morire), si fonda una società e si fissano regole comuni per preservarla. Come stabilire le regole comuni? La legge del più forte distruggerebbe la società, sarebbe contraria al suo scopo (preservare la società, che non ha alternative), perciò va scartata.
anche qui non fa una grinza. dimostrazione inoppugnabile. (anche se è quella che ci ha portati fino a qui... ma tralasciamo)
Eh, se lo dici tu, allora è Legge di Dio. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:già, e per esempio il tuo amico raspa non è d'accordo con questi sistemi di elezione e proporrebbe qualcosa di più oligarchico (un ragionamento che non condivdo ma che comunque ha una sua logica) e senza ricorrere a religioni che siano... pensa te.
La storia ha dimostrato le inefficienze e le prevaricazioni arbitrarie ed irrazionali che un ceto aristocratico commette quando detiene il monopolio del potere. La religione non c'entra un cazzo. Ti ostini a non capire che il problema della religione non è che è sporca, brutta e cattiva, ma semplicemente che impone regole comportamentali che in massima parte non servono alla difesa sociale e che dunque l'individuo non può essere costretto a rispettare: ecco perché non possono tramutarsi in legge. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:a meno che il guppo in questo o quel dio ci creda, nel qual caso ricadiamo proprio nell'affare dei vaccini e del governo, nonchè tu, impedendo di eseguire scelte basate su tali credenze saresti una minoranza che vuole decidere per tutti.
Hai fatto una brodaglia di cose diverse. Non c'entra se la maggioranza crede o no in Dio, c'entra se i divieti religiosi (o di qualunque altro tipo) servono o no alla difesa della società, e in massima parte non servono, essendo diretti a condannare come peccaminosi i pensieri, le emozioni ed i comportamenti privati delle persone. E, allora, siccome la società da essi non riceve un danno, non ha neppure il diritto di vietarli, perché sono fatti che non riguardano la società, ma l'individuo soltanto. I vaccini impediscono le epidemie, tutelano la salute della collettività e possono essere imposti dalla società, al pari del divieto di uccidere. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:inoltre la piccola pecca della tua società razionale è che tutti i membri dovrebbero avere le capacità intellettive per comprendere la cosa, altrimenti sarebbero comunque imposizioni che tu (illuminato) sai da dove saltano fuori, mentre gli altri subiscono. sempre che la maggioranza non decida di votare per michael jackson perchè è più cool di te e gli lasci fare i suoi affari al governo, in barba alla tua ragione.ma sono dettagli...
Non a caso i Paesi fondati sui diritti umani riconoscono alla scuola, all'istruzione e alla formazione della coscienza critica dei giovani una particolare importanza sociale e costituzionale: i cittadini devono partecipare consapevolmente alla gestione della vita pubblica. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956


Jessica, il tuo sistema giuridico (la maggioranza fa quel che vuole, senza i limiti intangibili dei diritti umani fondamentali) è stato sconfessato dalla storia e dalla ragione, perché pericoloso strumento di oppressione per le minoranze: rassegnati, la realtà è questa. Se non ti sta bene, resta sempre aperta la strada alternativa alla vita in società: l'eremitaggio, se ritieni che i diritti umani siano così immondi da non meritare la tua complicità nella loro applicazione. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Dulcis in fundo, la tua posizione è irrazionale per un altro, ennesimo motivo. Proprio tu, che oggi appartieni alla minoranza, propugni a spada tratta un sistema di onnipotenza della maggioranza? Nutri un tale desiderio irrefrenabile di demolire i diritti umani che ti proteggono, da voler dare a me (membro della maggioranza) il diritto di ucciderti, malmenarti e stuprarti a piacimento? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799Ah, giusto, il masochismo è una forma di razionalità, dal Vangelo secondo Jessica. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da davide Mer 11 Gen 2012 - 20:56

Jessy, io ho preso le tue difese perche' so bene che non sei una nazi e stavi solo provocando un po'.
Risulterebbe pero' piu' chiaro se invece che ribattere ad ogni punto di quello che dice giurista, tu esponessi chiaramente le tue idee, descrivendo il piu' dettagliatamente possibile la tua ipotesi, perche' ora come ora e' chiaro e lampante che ti stai divincolando come un'anguilla, e cosi' la discussione non porta a nulla.
Giurista ha esposto il suo pensiero. Senza fermarti a contestare quanto dice, esponi il tuo, e da li' riprendiamo. Se no tanto vale chiudere.

davide
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11190
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Rasputin Mer 11 Gen 2012 - 21:12

A parte il doveroso verde a Giurista, gli chiedo: sei ancora convinto che la libertà di religione sia un diritto umano o Jessica ti ha guarito? hihihihih

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Merini10- La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Ospite Gio 12 Gen 2012 - 11:16

davide ha scritto:Jessy, io ho preso le tue difese perche' so bene che non sei una nazi e stavi solo provocando un po'.
Risulterebbe pero' piu' chiaro se invece che ribattere ad ogni punto di
quello che dice giurista, tu esponessi chiaramente le tue idee,
descrivendo il piu' dettagliatamente possibile la tua ipotesi, perche'
ora come ora e' chiaro e lampante che ti stai divincolando come
un'anguilla, e cosi' la discussione non porta a nulla.
Giurista ha esposto il suo pensiero. Senza fermarti a contestare quanto
dice, esponi il tuo, e da li' riprendiamo. Se no tanto vale chiudere.

io non mi sto divincolando proprio da niente. il fatto che gp sia
costretto a cambiare versione di continuo e riformulare le sue
razionalissime tesi potrebbe essere considerato uno sguscio
anguillistico, questo si. che la discussione non porti a niente, invece,
è vero... prova ad andare su cattolici romani e discutere con qualcuno
sulla transustanziazione: pensi ti porterà da qualche parte? succede
quando uno discute per affermare le sue verità, non per discutere.

inoltre il pensiero l'ho già espresso e mi sembrava anche abbastanza
semplice da capire, il punto è che, qua dentro, quando qualcuno dice
qualcosa che può anche solo vagamente considerarsi non completamente
contro la religione, la gente sbrocca e parte per la tangente.

te lo rispiego: pagina 1, il raspa vorrebbe negare il diritto alla
religione perchè non si dovrebbe avere il diritto di credere a qualcosa
che non esiste (almeno secondo lui). lui in realtà scrive "mi sembra
assurdo fondare diritti umani su cose inesistenti e dannose" ma non
penso che intendesse che i du sono fondati sulla religione, bensi che la
religione entri a farne parte, però per conferma bisognerebbe sentire
lui.

il mio commento è stato:la religione non mi pare diversa da qualsiasi altra convinzione che implichi scelte.
e non vedo perchè dovrebbe esserlo. quando tu vai nell'urna a votare, o
scrivi una legge sulla proprietà privata, o decidi di liberalizzare
l'energia elettrica, o che un paio di sculaccioni a tuo figlio quando
servono siano utili e non dannosi, o quello che vuoi, lo fai in base a
delle tue convinzioni. queste convinzioni sono il frutto di miliardi di
fattori, dell' interazione con la società in cui vivi, le tue esperienze
di vita, traumi e gioie, confronto col pensiero di altri e mettici
dentro quello che vuoi. se uno ci crede, là dentro ci finiscono anche
fattori religiosi, i dieci comandamenti, la via del karma, i ching...
per molti qua dentro gli stessi fattori ci finiscono dentro in maniera
uguale
, ma con segno contrario.
così i diritti umani non sono il prodotto ottenuto a tavolino di
un'equazione che massimizza determinati paramentri, sono il frutto di
millenni di evoluzione sociale e sono come sono in questa determinata
società, non sono un assoluto che si ripeterebbe uguale in altre società
diverse. tant'è che già nella nostra società vengono interpretati ed
usati in maniera diversa.
c'è il diritto alla vita, ma ci sono stati che somministrano la morte in determinati casi.
c'è il diritto alla salute ma in alcuni stati la salute si paga.
c'è il diritto alla libertà che può essere limitato dallo stato sovrano.
e avanto savoia.
o magari un conto a tavolino per massimizzare il bene della società potrebbe dirci che, per il bene della società, non vale la pena spendere risorse a curare gli ottantenni che tanto morirebbero comunque nel giro di pochi anni ma gli stessi soldi sarebbe meglio investirli sui giovani. limitazione del diritto alla salute.
probabilmente fra 500 anni vi sarà il diritto all'equa distribuzione
della ricchezza, ma oggi, per come concepiamo noi la società, se un
operaio che piglia 1300 euri al mese fotte lo yacht di briatore per far
valere questo suo diritto, finisce in galera. questo perchè la nostra
società riconosce il diritto di briatore, se è stato più bravo a
lavorare, ad avere lo yacht. in altre società potrebbe non essere così,
alla faccia della razionalità unica e palese di cui parla gp. oggi gp
può dare una giustificazione a posteriori, che abbia l'aspetto di una
necessità logica e razionale, per questo diritto. fra 500 anni potrebbe
fare lo stesso col diritto opposto. questo perchè, appunto, non stiamo
parlando del frutto di un'analisi a tavolino (ah ma l'ho già scritto) ma
del prodotto di migliaia di fattori complessi.
p.s. per ora, quando si è seguita la proposta di ras e lo stato
illuminato ha vietato la religione falsa e pericolosa, è andata a finire
peggio che nel medioevo cattolico.

p.s. 2. a proposito di ragione e belle cose, se ti ricordi (non credo)
in una discussione poi da te lucchettata avevo chiesto al raspa su cosa
si fondano i diritti umani. lui mi rispose qualcosa del tipo "sono
sempre meglio della tua religione che impala chi non la pensa così e
cosà".

per finire, anche se non ti piace, non posso esimermi dal rispondere a sante:
Spoiler:

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Gio 12 Gen 2012 - 11:21

Rasputin ha scritto:A parte il doveroso verde a Giurista, gli chiedo: sei ancora convinto che la libertà di religione sia un diritto umano o Jessica ti ha guarito? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 899568

Ecco..piu' che della teoria, una bella dose di pratica sara' molto piu' convincente per l'amico Giurista!!

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 899568 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 899568 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 899568 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 899568 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 899568
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Gio 12 Gen 2012 - 12:04

jessica ha scritto:io non mi sto divincolando proprio da niente. il fatto che gp sia
costretto a cambiare versione di continuo e riformulare le sue
razionalissime tesi potrebbe essere considerato uno sguscio
anguillistico, questo si. che la discussione non porti a niente, invece,
è vero... prova ad andare su cattolici romani e discutere con qualcuno
sulla transustanziazione: pensi ti porterà da qualche parte? succede
quando uno discute per affermare le sue verità, non per discutere.
Pretendi che ti faccia un grafo ad albero in cui tutte le opzioni sono sviluppate in tutte le direzioni e ogni caso è espressamente menzionato nell'argomentazione? Espongo i punti salienti, perdonami, non ho una vita intera da dedicare a te. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:inoltre il pensiero l'ho già espresso e mi sembrava anche abbastanza
semplice da capire, il punto è che, qua dentro, quando qualcuno dice
qualcosa che può anche solo vagamente considerarsi non completamente
contro la religione, la gente sbrocca e parte per la tangente.
Io non sono contro la religione: uomo di paglia. La razionalità esclude che le regole comuni possano vincolare l'individuo anche in pensieri, opere ed omissioni strettamente private, ché, se sono private, non riguardano la società: questo è il motivo per cui le regole religiose non vanno bene per la società. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:il mio commento è stato:la religione non mi pare diversa da qualsiasi altra convinzione che implichi scelte.
e non vedo perchè dovrebbe esserlo. quando tu vai nell'urna a votare, o
scrivi una legge sulla proprietà privata, o decidi di liberalizzare
l'energia elettrica, o che un paio di sculaccioni a tuo figlio quando
servono siano utili e non dannosi, o quello che vuoi, lo fai in base a
delle tue convinzioni. queste convinzioni sono il frutto di miliardi di
fattori, dell' interazione con la società in cui vivi, le tue esperienze
di vita, traumi e gioie, confronto col pensiero di altri e mettici
dentro quello che vuoi. se uno ci crede, là dentro ci finiscono anche
fattori religiosi, i dieci comandamenti, la via del karma, i ching...
per molti qua dentro gli stessi fattori ci finiscono dentro in maniera
uguale
, ma con segno contrario.
così i diritti umani non sono il prodotto ottenuto a tavolino di
un'equazione che massimizza determinati paramentri, sono il frutto di
millenni di evoluzione sociale e sono come sono in questa determinata
società, non sono un assoluto che si ripeterebbe uguale in altre società
diverse. tant'è che già nella nostra società vengono interpretati ed
usati in maniera diversa.
c'è il diritto alla vita, ma ci sono stati che somministrano la morte in determinati casi.
c'è il diritto alla salute ma in alcuni stati la salute si paga.
c'è il diritto alla libertà che può essere limitato dallo stato sovrano.
e avanto savoia.
o magari un conto a tavolino per massimizzare il bene della società potrebbe dirci che, per il bene della società, non vale la pena spendere risorse a curare gli ottantenni che tanto morirebbero comunque nel giro di pochi anni ma gli stessi soldi sarebbe meglio investirli sui giovani. limitazione del diritto alla salute.
probabilmente fra 500 anni vi sarà il diritto all'equa distribuzione
della ricchezza, ma oggi, per come concepiamo noi la società, se un
operaio che piglia 1300 euri al mese fotte lo yacht di briatore per far
valere questo suo diritto, finisce in galera. questo perchè la nostra
società riconosce il diritto di briatore, se è stato più bravo a
lavorare, ad avere lo yacht. in altre società potrebbe non essere così,
alla faccia della razionalità unica e palese di cui parla gp. oggi gp
può dare una giustificazione a posteriori, che abbia l'aspetto di una
necessità logica e razionale, per questo diritto. fra 500 anni potrebbe
fare lo stesso col diritto opposto. questo perchè, appunto, non stiamo
parlando del frutto di un'analisi a tavolino (ah ma l'ho già scritto) ma
del prodotto di migliaia di fattori complessi.
p.s. per ora, quando si è seguita la proposta di ras e lo stato
illuminato ha vietato la religione falsa e pericolosa, è andata a finire
peggio che nel medioevo cattolico.
I diritti umani non sono Tavole di Mosè, è ovvio che possono subire trasformazioni ed aggiornamenti nel corso dell'evoluzione (sai, anche la scienza si evolve, ma diresti che è irrazionale solo per questo?), stai scoprendo l'acqua calda. Però mettere a morte un'adultera non era razionale ieri, non lo è oggi e non lo sarà domani, se non altro perché non c'è proporzione tra illecito e sanzione. Allo stesso modo, è vero che i diritti umani si contemperano a vicenda, visto che viviamo tutti nello stesso mondo, e che può accadere che per salvare qualcuno sia necessario sacrificare qualcun altro, ma questo non prova che siano arbitrari: prova semplicemente che la perfezione non esiste. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:scusa, dimenticavo che le tavole dei diritti umani risalgono invece al 200.000 a.c.
Fai la finta tonta? Io ti sto dimostrando come si costruisce razionalmente una società sulla base degli altrettanto razionali diritti umani fondamentali. Se ti interessa sapere com'è accaduto che si sono affermati, scalzando i sistemi non razionali precedenti (assolutismo, suffragio censitario, suffragio solo maschile etc.), studiati la storia. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:uhm... ma la credente non dovevo essere io? non penserai che il mondo abbia 4000 anni spero.
Che cazzo c'entra? Leggi sopra. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:se si, mostrami dove, per ora non l'hai fatto.
Ci sono fior di confutazioni nei miei messaggi: se non le accetti, questo non basta ad invalidarle. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:non mi sfugge questa differenza, ma non era a questa che ti riferivi, si vede che ora sei costretto a cambiare versione: devo avere qualche bug nel sistema ma io ho letto: "Non si possono considerare privi di dignità i neonati, in quanto tutti gli uomini passano per questa fase e, se non la si proteggesse, avverrebbe l'estinzione della specie." cioè tu davi dignità ai neonati perchè saranno uomini, non perchè autonomi, capaci di vita propria, viventi nel mondo esterno (??? la pancia non vale ???). ogni neonato è stato prima un feto, se vale per l'estinzione la protezione del neonato, secondo il tuo logicissimo punto di vista, perchè non vale lo stesso discorso per il feto? (nell'ultima frase, tra l'altro, usi ancora la logica del 3+2=7 perchè 7-2=3. cioè ha il diritto alla protezione sociale perchè è persona già nata e quindi suscettibile a protezione sociale).
Io degli embrioni non avevo parlato, li hai introdotti tu e comunque, ripeto, non ho tempo, né voglia, né possibilità di farti un grafo ad albero in cui tutte le opzioni sono prese in considerazione nelle loro reciproche interferenze. Come farebbe la società a proteggere l'embrione? Mette in catene ogni donna sospettata di essere incinta (all'inizio la pancia non si vede) e la riduce a marionetta finché non ha partorito, così dal giorno dopo nessuna donna accetta più una gravidanza per non essere trattata da zerbino per nove, odiosissimi mesi? Per piacere, usa la testa e non proporre assurdità. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:sai qual è il problema? stai inventando delle giustificazioni razionali a posteriori per sostenere le tue idee, quando salta fuori un problemino devi taroccare un po' la versione precedente, aggiungere qualche pezzetto e rivedere qualche definizione, in modo da far sì che i conti continuino a tornare. un po' come i preti con adamo ed eva.
Il tuo problema è che vedi solo ciò che ti fa comodo e neghi il resto, come il discorso dell'uguaglianza e della congruenza, che rivela i tuoi preconcetti incrollabili e dogmatici, tali da rigettare ogni risposta che non sia "madama la marchesa". La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:si si... le mie sono chiacchiere vuote senza sostanza. invece dire che un gay ha pari dignità perchè può costruire una casa è un'affermazione succosa...
Infatti è più ragionevole metterli in croce, questi sporchi pervertiti. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:guarda, fin che ti limiti a fare il santi lichieri della situazione in campo giuridico, rischi anche che i tuoi interventi passino come sensati, almeno finchè non si va troppo in profondità (v. diritto alla proprietà privata) ma ti prego, lascia perdere ciò che conosci per sentito dire sul sussidiario e fai tuo il consiglio conclusivo, senza pretendere di dare lezioni anche di matematica (e poi sono io quella presuntuosa). e poi non vorrei editare tutti i miei interventi per scrivere che usi la logica del 3+2 è congruente a 7... La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799
La proprietà privata è un diritto umano non fondamentale, ma la tua furia ideologica ti impedisce di accettare ciò che ho scritto e ribadito migliaia di volte. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956 Blatera pure sulla matematica: uguaglianza e congruenza sono e restano cose diverse, che tu lo tolleri o no. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:tipo non girare con le tette al vento?
Mania ossessivo-compulsiva delle tette al vento, eh? Ma spogliati e gira nuda per città, non scocciarmi come un disco rotto che ripete sempre la stessa roba incurante della risposta. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:scegli: democrazia o tua dittatura razionalista. non possono essere vere entrambe. in una società di un milione di credenti e te, si decide che il divorzio non si può fare perchè sta bene a tutti-1 oppure decidi che si può fare perchè è razionale e il milione si adegua? chiaramente questo discorso può essere fatto con qualunque altra roba, compreso un milione di persone che decide che la proprietà privata sia un diritto umano, mentre te non lo vuoi.
Il divorzio non è un diritto umano fondamentale. Se invece un milione di credenti decidessero di mettere a morte l'ateo perché ha fatto sesso prima del matrimonio, sarebbe dittatura teocratica, a causa della violazione del suo diritto alla vita. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:già, e chi forma queste coscienze? uhm...aspetta aspetta, non vorrei mai che si ritornasse al principio, con le commissioni di commissioni di commissioni...
Ciao, Jessica, ciao, ciao. Ti ho spiegato la differenza: sta lì per te, se la vuoi. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:io non propugno una sega. ma sei troppo preso dalla boria giuridicogeometrica per rendertene conto.
Il mondo deve pur reggersi su un sistema giuridico, perciò, se scarti quello dei diritti umani, automaticamente rimetti in gioco gli altri: semplice logica, Jessica, a te sconosciuta. In più, vai espressamente ripetendo che la maggioranza deve poter imporre tutto quello che vuole: che fai, ritratti? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Guarda, Jessica, potrei dirti che il miglior legislatore è quello che concepisce e disciplina una società senza sapere quale ruolo occuperà al
suo interno. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Potrei dirti che, se tu vivessi in Paesi (ormai recessivi) che attuano il tuo
modello giuridico della maggioranza onnipotente, tipo il Pakistan,
vorrei proprio vederti a tessere le lodi di un sistema che può passarti
per le armi e ridurti a brandelli irriconoscibili come e quando vuole,
ché è facile proclamare l'assoluto dominio maggioritario se si sa o si
spera di appartenere alla categoria privilegiata. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Potrei dirti che è profondamente ingiusto ed irrazionale che il destino di un
uomo sia interamente segnato dalla fortuna di nascere in questa o quella
fazione. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Potrei dire che è irrazionale moltiplicare inutilmente le sofferenze umane,
che i nostri sensi con tutta evidenza ci mostrano essere negative e
deprecabili. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Potrei dirti molte cose, ma in fondo a te non interessano verità,
ragionamenti, prove, evidenze, persino le invettive non ti scuotono
dalla torre d'avorio: vuoi solo sentirti dire che i diritti umani sono
arbitrari tanto quanto le regole religiose che adori. Come dire che la meccanica newtoniana è arbitraria come la transustanziazione solo perché si è evoluta nella teoria della relatività (che la ricomprende come caso particolare). Non c'è
conversazione con persone che, per ideologia, si rifiutano di vedere
storia e ragione e ribadiscono all'infinito sempre la stessa
questione, in modo quasi ossessivo-compulsivo. A questo punto, resta
della tua incrollabile opinione e va' con Dio, che devo dirti? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 158383 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 610126

RASPUTIN e DELFI68. Jessica vuole solo buttarla in caciara, così alla fine sembra che abbia ragione lei. Guai ad impedirle di esporre le sue opinioni, altrimenti finisce che dà inizio ad una nuova crociata per la difesa dei dogmi religiosi dagli uomini brutti e cattivi che osano distinguere tra regole razionali e regole apodittiche ed incontestabili. Ora che ci penso, avrei dovuto scriverle che una conoscenza non falsificabile è senz'altro irrazionale, ma non è il caso di impelagarsi in discettazioni epistemologiche: potrebbe sempre dire che lei conosce Dio perché lo sente nel cuore. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Ospite Gio 12 Gen 2012 - 12:53

Giurista pensatore ha scritto: Pretendi che ti faccia un grafo ad albero in cui tutte le opzioni sono sviluppate in tutte le direzioni e ogni caso è espressamente menzionato nell'argomentazione? Espongo i punti salienti, perdonami, non ho una vita intera da dedicare a te.
no, a me basta che non ti inventi di chiamare logiche cose che logche non sono.

Io non sono contro la religione: uomo di paglia. La razionalità esclude che le regole comuni possano vincolare l'individuo anche in pensieri, opere ed omissioni strettamente private, ché, se sono private, non riguardano la società: questo è il motivo per cui le regole religiose non vanno bene per la società.
si, tu hai cominciato tutta questa pappardella perchè temi che io possa paragonare in qualche modo cioò che tu propugni alla religione.

I diritti umani non sono Tavole di Mosè, è ovvio che possono subire trasformazioni ed aggiornamenti nel corso dell'evoluzione (sai, anche la scienza si evolve, ma diresti che è irrazionale solo per questo?), stai scoprendo l'acqua calda.
ed è qua che canni. confondi l'acqua calda con qualcos'altro. in qualunque pianeta, società, civiltà di alieni, l'emissione stimolata dell he-ne (alla quale loro daranno un altro nome) produrrà sempre luce coerente collimata di una determinata frequenza (alla quale loro daranno un altro nome) e se loro avranno gli strumenti tecnici necessari, non potranno far altro che prenderne atto e\o capire perchè questo funziona, indipendentemente dalla loro cultura, società, convinzioni, blablabla. non è così per la creazione di diritti umani, che non sono un dato di fatto, ma una convenzione DI QUESTA SOCIETA' .

Però mettere a morte un'adultera non era razionale ieri, non lo è oggi e non lo sarà domani, se non altro perché non c'è proporzione tra illecito e sanzione. Allo stesso modo, è vero che i diritti umani si contemperano a vicenda, visto che viviamo tutti nello stesso mondo, e che può accadere che per salvare qualcuno sia necessario sacrificare qualcun altro, ma questo non prova che siano arbitrari: prova semplicemente che la perfezione non esiste.
no. a meno che tu non creda di detenere l'unica ragione, e che chiunque attui in maniera diversa da come le pensi tu le leggi del suo stato, sbagli.

Fai la finta tonta? Io ti sto dimostrando come si costruisce razionalmente una società sulla base degli altrettanto razionali diritti umani fondamentali. Se ti interessa sapere com'è accaduto che si sono affermati, scalzando i sistemi non razionali precedenti (assolutismo, suffragio censitario, suffragio solo maschile etc.), studiati la storia.
appunto, mi stai dando ragione: l'attuale carta dei diritti umani non nasce dal nulla (come le commissioni degli esami...) ma è figlia di una lunga evoluzione di una società che già c'era da molto prima che questa carta venisse scritta. non si parte da zero (che dimostri? cazzo dici?)

Che cazzo c'entra? Leggi sopra.
come che cazzo c'entra??? dici che la commissione di maturità vale perchè è nata in un mondo in divenire, già formato e invece pretendi che i du siano costruiti razionalemente e a tavolino da zero, come se nascessero col mondo stesso (altrimenti funzionerebbero come le commissioni "dei datori di dignità" che porterebbero a un circolo infinito)

Ci sono fior di confutazioni nei miei messaggi: se non le accetti, questo non basta ad invalidarle.
forse allora ti sei dimenticato di scriverle. io vedo solo giri e cambi di idea per tenere su giustificazioni che non reggono.

Io degli embrioni non avevo parlato, li hai introdotti tu e comunque, ripeto, non ho tempo, né voglia, né possibilità di farti un grafo ad albero in cui tutte le opzioni sono prese in considerazione nelle loro reciproche interferenze. Come farebbe la società a proteggere l'embrione? Mette in catene ogni donna sospettata di essere incinta (all'inizio la pancia non si vede) e la riduce a marionetta finché non ha partorito, così dal giorno dopo nessuna donna accetta più una gravidanza per non essere trattata da zerbino per nove, odiosissimi mesi? Per piacere, usa la testa e non proporre assurdità.
si si... quello che vuoi, ma tu hai parlato di protezione per l'estinzione. poi, una volta fatta notare l'incongruenza della tua teoria, hai cambiato versione. ora cambi ancora e aggiungi pezzi, dicendo chè non si fa perchè è tecnicamente impossibile. ma le assurdità le scrivo io, si capisce...

Il tuo problema è che vedi solo ciò che ti fa comodo e neghi il resto, come il discorso dell'uguaglianza e della congruenza, che rivela i tuoi preconcetti incrollabili e dogmatici, tali da rigettare ogni risposta che non sia "madama la marchesa".
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799
questa è bella. devo sentirti cavillare anche sul significato dell'uguale (tipo aggiungere "fondamentali" ai diritti e magari "in geometria piana" al contesto) o possiamo risparmiarci di trascinare avanti questa cagata nonostante tutto?

Infatti è più ragionevole metterli in croce, questi sporchi pervertiti.
mai sostenuto. ma non sapendo come uscire dalle tue affermazioni (razionali!) ne crei di mie per attaccarle ed evitare di spiegare le tue... La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 605765 bravo.

La proprietà privata è un diritto umano non fondamentale, ma la tua furia ideologica ti impedisce di accettare ciò che ho scritto e ribadito migliaia di volte. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956 Blatera pure sulla matematica: uguaglianza e congruenza sono e restano cose diverse, che tu lo tolleri o no.
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799 si certo. una volta che ti eri accorto di aver detto una cazzata!
ah, per inciso, non ho mai detto che uguaglianza e congruenza siano cose uguali ( La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799 ) ogni termine ha il suo significato. sei tu che dici che non esiste l'uguaglianza se non autoriferita. non paglieggiare anche con quello che scrivo io, per favore, oltre che con quello che scrivi tu.

Mania ossessivo-compulsiva delle tette al vento, eh? Ma spogliati e gira nuda per città, non scocciarmi come un disco rotto che ripete sempre la stessa roba incurante della risposta.
impossibile. verrei fermata dalla polizia e portata in caserma, perchè la maggioranza, in base alla sua razionalità impeccabile, non riconosce e tutela questa mia libertà che io ritengo un diritto sacrosanto e razionale, evidentemente sbagliando.

Il divorzio non è un diritto umano fondamentale. Se invece un milione di credenti decidessero di mettere a morte l'ateo perché ha fatto sesso prima del matrimonio, sarebbe dittatura teocratica, a causa della violazione del suo diritto alla vita.
che è? quando non sai più che pesci pigliare ci aggiungi un "fondamentale"? oggi qui abbiamo (per fortuna) il diritto di divorziare. o la libertà di andarcene se non stiamo più bene col marito. altre società potrebbero non riconoscere questa libertà. in altre ancora potrebbe non avere senso, non esistendo il matrimonio.

Ciao, Jessica, ciao, ciao. Ti ho spiegato la differenza: sta lì per te, se la vuoi.
si, e io ti ho spiegato che è una differenza che non sussiste. ciao. ciao. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 158383

Il mondo deve pur reggersi su un sistema giuridico, perciò, se scarti quello dei diritti umani, automaticamente rimetti in gioco gli altri: semplice logica, Jessica, a te sconosciuta.
si, la semplice solita logica del tdg...

In più, vai espressamente ripetendo che la maggioranza deve poter imporre tutto quello che vuole: che fai, ritratti?
tick...errore! non ho mai detto che deve poter imporre un fico secco, quindi non ritratto proprio nulla. ho detto che lo fa. e i diritti concessi alle minoranze sono tali perchè riconosciuti dalla maggioranza. (v. ancora il mio discorso tette al vento e nudisti). dico che mi impone di non poter uccidere, rubare, bla bla bla anche se io, in minoranza (per esempio eh, bisogna specificarlo perchè vedo che poi ogni scusa è buona per attaccare su piani diversi da quello della discussione) vorrei farlo.. eh si ma la visione della maggioranza è razionale, la tua di ladra no, dirai tu. quindi la maggioranza mi impone di assoggettarmi ad una visione razionale anche se non voglio?

Guarda, Jessica, potrei dirti che il miglior legislatore è quello che concepisce e disciplina una società senza sapere quale ruolo occuperà al
suo interno.
bene.

Potrei dirti che, se tu vivessi in Paesi (ormai recessivi) che attuano il tuo
modello giuridico della maggioranza onnipotente, tipo il Pakistan,
vorrei proprio vederti a tessere le lodi di un sistema che può passarti
per le armi e ridurti a brandelli irriconoscibili come e quando vuole,
ché è facile proclamare l'assoluto dominio maggioritario se si sa o si
spera di appartenere alla categoria privilegiata.
a parte che anche qui toppi (non è la maggioranza onnipotente, anzi, una ristretta minoranza) ancora una volta non ci siamo. io non sto tessendo le lodi proprio di un cazzo. ti sarei grata se evitassi di farti viaggi mentali su cose che non ho detto.

Potrei dirti che è profondamente ingiusto ed irrazionale che il destino di un
uomo sia interamente segnato dalla fortuna di nascere in questa o quella
fazione.
si. e anche in una famiglia ricca o povera. però per ora i diritti dell'uomo questo non lo contemplano...

Potrei dire che è irrazionale moltiplicare inutilmente le sofferenze umane,
che i nostri sensi con tutta evidenza ci mostrano essere negative e
deprecabili.
e quindi?

Potrei dirti molte cose, ma in fondo a te non interessano verità,
ragionamenti, prove, evidenze, persino le invettive non ti scuotono
dalla torre d'avorio: vuoi solo sentirti dire che i diritti umani sono
arbitrari tanto quanto le regole religiose che adori.
a dire il vero io non adoro proprio una ceppa, ma ormai hai perso il contatto con la realtà. per quanto riguarda ragionamenti,prove ed evidenze, li attendo con ansia, visto che per ora non se ne sono visti.

Come dire che la meccanica newtoniana è arbitraria come la transustanziazione solo perché si è evoluta nella teoria della relatività (che la ricomprende come caso particolare).
quello che hai scritto non vuol dire una sega. la meccanica newtoniana è un modello matematico di una cosa misurabile e che è come è. i diritti umani no. sono una convenzione decisa da una società sulla base dei valori riconosciuti da essa.
Non c'è conversazione con persone che, per ideologia, si rifiutano di vedere
storia e ragione e ribadiscono all'infinito sempre la stessa
questione, in modo quasi ossessivo-compulsivo. A questo punto, resta
della tua incrollabile opinione e va' con Dio, che devo dirti?
uhm... e mostramele queste storie e ragioni, invece di scrivere cazzate. magari mi convinci.

Jessica vuole solo buttarla in caciara, così alla fine sembra che abbia ragione lei.
sembra eh... chissà come mai.

Guai ad impedirle di esporre le sue opinioni, altrimenti finisce che dà inizio ad una nuova crociata per la difesa dei dogmi religiosi dagli uomini brutti e cattivi che osano distinguere tra regole razionali e regole apodittiche ed incontestabili.
e vorrei vedere! o vuoi forse reintrodurre la censura?

Ora che ci penso, avrei dovuto scriverle che una conoscenza non falsificabile è senz'altro irrazionale, ma non è il caso di impelagarsi in discettazioni epistemologiche: potrebbe sempre dire che lei conosce Dio perché lo sente nel cuore.
ah, allora attendo con ansia che idei un esperimento in grado di falsificare la cartta dei diritti umani. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 949311 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 949311 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 949311

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Gio 12 Gen 2012 - 14:00

jessica ha scritto: dico che mi impone di non poter uccidere, rubare, bla bla bla anche se io, in minoranza (per esempio eh, bisogna specificarlo perchè vedo che poi ogni scusa è buona per attaccare su piani diversi da quello della discussione) vorrei farlo.. eh si ma la visione della maggioranza è razionale, la tua di ladra no, dirai tu. quindi la maggioranza mi impone di assoggettarmi ad una visione razionale anche se non voglio?
Il succo delle tue farneticazioni è finalmente emerso. Per te la ragione è "soggettiva": qualunque parto (o aborto) del cervello è razionale, infatti ti opponi al divieto razionale dell'omicidio e del furto invocando il tuo punto di vista e pretendendo che sia egualmente razionale e meritevole di rispetto. In buona sostanza, qualunque boiata è razionale e nessuno può essere costretto da nessuno a fare niente, se non lo vuole. Ora, se non ti dispiace, ti lascio alla tua pastorizzazione religiosa e me ne torno alla vita vera, quella in cui il diritto alla vita etc. è razionale tanto quanto dire che gli asini non volano. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 424123

jessica ha scritto:ah, allora attendo con ansia che idei un esperimento in grado di falsificare la cartta dei diritti umani. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 949311 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 949311 La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 949311
Non sai neppure leggere. Ho detto (anzi, lo dicono gli epistemologi ed io lo riferisco soltanto) che le teorie non falsificabili sono irrazionali e, siccome la teoria dei diritti umani è razionale, coerentemente accetto di buon grado che qualcuno mi porti le prove di un sistema giuridico più razionale ed efficiente di quello attuale dei diritti umani, falsificando quest'ultimo. Non ho mai detto che il sostenitore di una teoria debba autofalsificarla, come mi chiedi tu, il che è un'evidente cazzata insulsa. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Ospite Gio 12 Gen 2012 - 14:48

Giurista pensatore ha scritto:Il succo delle tue farneticazioni è finalmente emerso. Per te la ragione è "soggettiva": qualunque parto (o aborto) del cervello è razionale, infatti ti opponi al divieto razionale dell'omicidio e del furto invocando il tuo punto di vista e pretendendo che sia egualmente razionale e meritevole di rispetto. In buona sostanza, qualunque boiata è razionale e nessuno può essere costretto da nessuno a fare niente, se non lo vuole. Ora, se non ti dispiace, ti lascio alla tua pastorizzazione religiosa e me ne torno alla vita vera, quella in cui il diritto alla vita etc. è razionale tanto quanto dire che gli asini non volano.
ancora errore. siamo tutti costretti a fare qualcosa che non vogliamo. chi a non uccidere, chi a pagare le tasse, chi a non avere il caminetto nelle città storiche, chi a non girare con le tette al vento, chi a non rubare lo yacht del riccone se è povero. le decisioni sono prese da chi ha delegato la maggioranza. almeno qui.
la maggioranza ha deciso che è più importante il diritto alla proprietà dello yacht che il diritto alla ridistribuzione della ricchezza sulla base di un modo di vedere la realtà che è figlia dell'evoluzione sociale in un determinato contesto. e non c'è niente di oggettivo, razionale e univoco, al contrario di come vorresti. forse può essere razionale il come le leggi vengono stese, ma non la base di partenza. se fossi in una società diversa staresti difendendo in maniera UGUALE i diritti partoriti da quella società credendoli frutto unico e immutabile della ragione.

Non sai neppure leggere. Ho detto (anzi, lo dicono gli epistemologi ed io lo riferisco soltanto) che le teorie non falsificabili sono irrazionali e, siccome la teoria dei diritti umani è razionale, coerentemente accetto di buon grado che qualcuno mi porti le prove di un sistema giuridico più razionale ed efficiente di quello attuale dei diritti umani, falsificando quest'ultimo. Non ho mai detto che il sostenitore di una teoria debba autofalsificarla, come mi chiedi tu, il che è un'evidente cazzata insulsa.

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 881458 affraid La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 881458
vedi qual è il problema di dire le cose per sentito dire (o studiarle dal suddetto sussidiario) facendo finta di esserne il massimo conoscitore mondiale? si finisce col rimediare delle figuracce da culo. da quello che scrivi si deduce che non sai neanche cosa voglia dire falsificabile! e accusi me di non saper leggere La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799. sei tu che scrivi di cose che non conosci. non si portano le prove di un sistema che funziona meglio per falsificare una teoria. e si, altro che cazzata insulsa, il sostenitore di una teoria dovrebbe essere in grado di proporne la falsificabilità, altrimenti lui stesso dovrebbe rendersi conto di aver creato una teoria che non può essere controllata e verificata. ma appunto, non sapendo cosa vuol dire falsificabile, questo tu non lo puoi capire.

ora buon ritorno alla vita vera. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 158383

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Gio 12 Gen 2012 - 15:42

jessica ha scritto:ancora errore. siamo tutti costretti a fare qualcosa che non vogliamo. chi a non uccidere, chi a pagare le tasse, chi a non avere il caminetto nelle città storiche, chi a non girare con le tette al vento, chi a non rubare lo yacht del riccone se è povero. le decisioni sono prese da chi ha delegato la maggioranza. almeno qui.
la maggioranza ha deciso che è più importante il diritto alla proprietà dello yacht che il diritto alla ridistribuzione della ricchezza sulla base di un modo di vedere la realtà che è figlia dell'evoluzione sociale in un determinato contesto. e non c'è niente di oggettivo, razionale e univoco, al contrario di come vorresti. forse può essere razionale il come le leggi vengono stese, ma non la base di partenza. se fossi in una società diversa staresti difendendo in maniera UGUALE i diritti partoriti da quella società credendoli frutto unico e immutabile della ragione.
Però, guarda caso, l'omicidio e il furto sono puniti dappertutto e in qualunque epoca storica: forse che ci sia una base razionale sotto? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956 Quello che farei se fossi in una società diversa tu non lo sai, non fare profezie e congetture a cazzo di cane. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 881458 affraid La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 881458
vedi qual è il problema di dire le cose per sentito dire (o studiarle dal suddetto sussidiario) facendo finta di esserne il massimo conoscitore mondiale? si finisce col rimediare delle figuracce da culo. da quello che scrivi si deduce che non sai neanche cosa voglia dire falsificabile! e accusi me di non saper leggere La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799. sei tu che scrivi di cose che non conosci. non si portano le prove di un sistema che funziona meglio per falsificare una teoria. e si, altro che cazzata insulsa, il sostenitore di una teoria dovrebbe essere in grado di proporne la falsificabilità, altrimenti lui stesso dovrebbe rendersi conto di aver creato una teoria che non può essere controllata e verificata. ma appunto, non sapendo cosa vuol dire falsificabile, questo tu non lo puoi capire.

ora buon ritorno alla vita vera. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 158383
Non sono il massimo conoscitore mondiale di niente: uomo di paglia. La falsificabilità è oggettiva, non dev'essere l'autore della teoria a proporla o meno. Dire che Maria è rimasta vergine dopo il parto è una teoria irrazionale, perché nessuno può falsificarla, né il teorico né gli aspiranti confutatori. Costruire una meccanica fondata sui sistemi inerziali dà luogo ad una teoria falsificabile, perché i confutatori possono dimostrare l'esistenza di sistemi non inerziali o, comunque, la falsità delle leggi fisiche di quella teoria meccanica; ma non è lo stesso teorico (Galileo, Newton) ad autofalsificarsi la teoria: se l'avessero saputa invalida (o, più correttamente, incompleta), non l'avrebbero proposta, non ti pare? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956 Allo stesso modo, accetto pacificamente che il sistema dei diritti umani possa essere invalido o incompleto, ma non aspettarti che sia io stesso a picconarlo per fare un favore a te. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Sei capace di troncare una discussione o devo farlo io per te? Sei un cane arrabbiato che non molla l'osso. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Gio 12 Gen 2012 - 15:45

..fate a chi regge di piu'???
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da BestBeast Gio 12 Gen 2012 - 15:56

Io ho scommesso una piotta su Giurista Pensatore. E non me ne pento.

BestBeast
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2925
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da matem Gio 12 Gen 2012 - 16:11

Non riesco a leggere risposte e dispute lunghissime.Ma come fate a scrivere tanto?Preferisco i dialoghi sintetici e chiari.Anche su questo c'è piena libertà di scelta .

Sull'argomento in questione penso che ognuno debba essere libero di esprimere i propri pensieri e di aderire alla religione che gli pare o a nessuna di esse se già costituita o di crearne una nuova , l' importante è non imporre niente a nessuno o tediare con chiacchiere inutili o senza senso e liturgie e contorti e fantasiosi dogmi gli altri.

Si potrebbe aderire a religioni antiche pagane o "nuove" o a correnti politiche ( comunismo,fascismo, nazismo...), integralismi o fondamentalismi vari , scientismo, o ateismo .L'importante è avere la libertà di farlo senza esservi condizionati o costretti psicologicamente o materialmente

_________________
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 79837
matem
matem
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 471
Località : salerno
Occupazione/Hobby : ex insegnante -lettura libri sulla religione cristiana-collezionista di oggetti storici
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.10

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Gio 12 Gen 2012 - 16:21

A Jessica sfugge proprio il principio di intangibilità della libertà umana nei suoi elementi più basilari. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 315697

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da delfi68 Gio 12 Gen 2012 - 16:55

don alberto ha scritto:proporrei il partito unico,
sennò se ce ne sono più di uno, ciascuno cercherà di imporre agli altri le proprie idee.

proporrei anche che i neonati scegliessero loro (e non i genitori) se nascere, in che nazione nascere e in che cultura essere allevati


Prete, sui neonati e i bambini,
..magari pure di di battezzarsi in eta' adulta, di non essere indottrinati a scuola ed educati nella critica, il libero pensiero e la matematica...
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Ospite Gio 12 Gen 2012 - 17:24

Giurista pensatore ha scritto:A Jessica sfugge proprio il principio di intangibilità della libertà umana nei suoi elementi più basilari. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 315697

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 967287

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Gio 12 Gen 2012 - 17:33

Jessica, sarò brevissimo, così finalmente concludiamo questa farsa. Il diritto è convenzionale, mutevole nel tempo e nello spazio, però i suoi fondamenti, i suoi pilastri, sono ispirati da esigenze razionali. Ad esempio, ogni società stabilisce convenzionalmente la soglia della maggiore età (nel periodo romano repubblicano, 12 anni per le ragazze e 14 per i ragazzi; nella Roma imperiale, 25 anni; in Italia fino a qualche decennio fa 21, oggi 18 etc.), ma che una soglia purchessia esista è indefettibile e conforme a ragione: i bambini non sono materialmente in grado di esercitare l'autonomia degli adulti. Ad esempio, ogni società stabilisce pene diverse per l'omicidio (la morte, l'ergastolo, la reclusione, il bando, il guidrigildo etc.), ma è razionale ed indispensabile vietarlo. Violare o negare i fondamenti razionali del diritto significa renderlo arbitrario, inefficiente, iniquo e vessatorio, e la storia umana ne dà ampia conferma. A quanto pare, un concetto così elementare, evidente e ragionevole non trova spazio tra i tuoi rovelli mentali. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 906108 Pazienza, il mondo non gira intorno a te e la realtà resterà questa che tu ci creda o no, che la accetti o no, che la capisca o no, che la condivida o no. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

La discussione termina qui (se sei capace di mollare l'osso e di tenerti le tue - legittime - opinioni senza insistere in questa scartavetrata di coglioni al sottoscritto), che la Bibbia sia con te, amen! La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 158383

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Ospite Gio 12 Gen 2012 - 18:04

Giurista pensatore ha scritto:se sei capace di mollare l'osso e di tenerti
le tue - legittime - opinioni senza insistere in questa scartavetrata
di coglioni al sottoscritto
secondo te?

essica, sarò brevissimo, così finalmente concludiamo questa farsa. Il diritto è convenzionale, mutevole nel tempo e nello spazio,
grandi progressi cazzo!!!

però i suoi fondamenti, i suoi pilastri, sono ispirati da esigenze razionali. Ad esempio, ogni società stabilisce convenzionalmente la soglia della maggiore età (nel periodo romano repubblicano, 12 anni per le ragazze e 14 per i ragazzi; nella Roma imperiale, 25 anni; in Italia fino a qualche decennio fa 21, oggi 18 etc.), ma che una soglia purchessia esista è indefettibile e conforme a ragione: i bambini non sono materialmente in grado di esercitare l'autonomia degli adulti.
qualcuno potrebbe ritenre che neanche certi adulti lo siano. magari quelli col qi basso, o quelli che hanno commesso reati contro lo stato, o quelli che non passano il quiz di ammissione... non vedo l'oggettività dell'attuale norma. è una decisione. potrebbe essere un'altra.

Ad esempio, ogni società stabilisce pene diverse per l'omicidio (la morte, l'ergastolo, la reclusione, il bando, il guidrigildo etc.), ma è razionale ed indispensabile vietarlo.
dipende dall'omicidio. non è passato molto dal delitto d'onore. vi era una società in cui l'offesa era ritenuta più importante della vita. ancora oggi nessun soldato sarà mai processato, giuristicazziato o quello che vuoi perchè è andato in guerra a sparare ai nemici*. (al massimo se ha fatto cagate eclatanti con la popolazione o contrarie all'opinione pubica). e ai nemici si va a sparare non per la vita, ma, di solito, per questioni meramente economiche. per cui la tua società accetta la superiorità degli interessi economici del paese sulle vite degli stranieri. è razionale? cosa vuol dire razionale in questo caso?

Violare o negare i fondamenti razionali del diritto significa renderlo arbitrario, inefficiente, iniquo e vessatorio, e la storia umana ne dà ampia conferma. A quanto pare, un concetto così elementare, evidente e ragionevole non trova spazio tra i tuoi rovelli mentali. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 906108 Pazienza, il mondo non gira intorno a te e la realtà resterà questa che tu ci creda o no, che la accetti o no, che la capisca o no, che la condivida o no.
certo, infatti resterà questa, ma tu continuerai a vederla col filtro che ti sei piazzato davanti agli occhi.


*ah, a meno che non perda, s'intende.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da loonar Gio 12 Gen 2012 - 19:02

matem ha scritto:Non riesco a leggere risposte e dispute lunghissime.Ma come fate a scrivere tanto?Preferisco i dialoghi sintetici e chiari.Anche su questo c'è piena libertà di scelta .

Sull'argomento in questione penso che ognuno debba essere libero di esprimere i propri pensieri e di aderire alla religione che gli pare o a nessuna di esse se già costituita o di crearne una nuova , l' importante è non imporre niente a nessuno o tediare con chiacchiere inutili o senza senso e liturgie e contorti e fantasiosi dogmi gli altri.

Si potrebbe aderire a religioni antiche pagane o "nuove" o a correnti politiche ( comunismo,fascismo, nazismo...), integralismi o fondamentalismi vari , scientismo, o ateismo .L'importante è avere la libertà di farlo senza esservi condizionati o costretti psicologicamente o materialmente
quoto..

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Giurista pensatore Gio 12 Gen 2012 - 19:25

jessica ha scritto:grandi progressi cazzo!!!
Il bello è che ti sei lamentata quando io ho usato ampiamente e ripetutamente l'aggettivo "fondamentale" accanto a "diritti umani", insinuando che fosse una via di fuga (vedi il divorzio): forse che non era una via di fuga (dalle tue perle di saggezza non si fugge: al massimo, una grassa, grossa risata e via), ma una precisazione che solo le basi, i diritti essenziali, sono razionali, e non l'impalcatura sovrastante, la quale è convenzionale? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:qualcuno potrebbe ritenre che neanche certi adulti lo siano. magari quelli col qi basso, o quelli che hanno commesso reati contro lo stato, o quelli che non passano il quiz di ammissione... non vedo l'oggettività dell'attuale norma. è una decisione. potrebbe essere un'altra.
Stai spostando il problema. Io ho detto solo che è razionale distinguere tra bambini ed adulti con la maggiore età, non ho detto che tutti gli adulti sono senz'altro maturi. Comunque, per gli adulti incapaci esistono l'amministrazione di sostegno, l'interdizione e l'inabilitazione. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

jessica ha scritto:dipende dall'omicidio. non è passato molto dal delitto d'onore. vi era una società in cui l'offesa era ritenuta più importante della vita. ancora oggi nessun soldato sarà mai processato, giuristicazziato o quello che vuoi perchè è andato in guerra a sparare ai nemici*. (al massimo se ha fatto cagate eclatanti con la popolazione o contrarie all'opinione pubica). e ai nemici si va a sparare non per la vita, ma, di solito, per questioni meramente economiche. per cui la tua società accetta la superiorità degli interessi economici del paese sulle vite degli stranieri. è razionale? cosa vuol dire razionale in questo caso?
Il delitto d'onore non è razionale (il sangue non lava l'onore di una ciofeca, al massimo placa la sete di vendetta del padre, marito o fratello che ha scoperto che il mondo non gira intorno a lui e la vita sessuale della figlia, moglie e sorella neppure). Neppure la guerra è razionale (se l'omicidio non lo è, neppure l'omicidio plurimo può esserlo), tranne la legittima difesa da un'invasione: l'art. 11 della Costituzione italiana è illuminante al riguardo. Le guerre per il petrolio accadono ugualmente, certo, ma non sono razionali e io non le giustifico. La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956


Sarà capace la guerriera dell'Altissimo di darci un taglio, libera rimanendo di proseguire la conversazione con l'Altissimo o con chi cazzo vuole lei tranne me, o mi tocca adoperare lo stile bruto dell'ignorarla come una mosca molesta che svolazza? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 977956

Giurista pensatore
-------------
-------------

Numero di messaggi : 374
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Rasputin Gio 12 Gen 2012 - 19:36

Giurista pensatore ha scritto: Stai spostando il problema. Io ho detto solo che è razionale distinguere tra bambini ed adulti con la maggiore età, non ho detto che tutti gli adulti sono senz'altro maturi. Comunque, per gli adulti incapaci esistono l'amministrazione di sostegno, l'interdizione e l'inabilitazione.

Ecco, un'idea si sta facendo strada nella mia mente hihihihih

Ancora convinto che la libertà di religione debba continuare a considerarsi un diritto umano (Sic!)? prrrrr

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Merini10- La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Minsky Gio 12 Gen 2012 - 19:52

Rasputin ha scritto:
Giurista pensatore ha scritto: Stai spostando il problema. Io ho detto solo che è razionale distinguere tra bambini ed adulti con la maggiore età, non ho detto che tutti gli adulti sono senz'altro maturi. Comunque, per gli adulti incapaci esistono l'amministrazione di sostegno, l'interdizione e l'inabilitazione.

Ecco, un'idea si sta facendo strada nella mia mente La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 899568

Ancora convinto che la libertà di religione debba continuare a considerarsi un diritto umano (Sic!)? La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 488957
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 166799 "Più che la fame, poté il digiuno"...

_________________
Dai un pesce ad un uomo
e mangerà per un giorno.
Insegna ad un uomo a pescare
e mangerà per tutta la vita.
Dai la religione ad un uomo
e morirà pregando per un pesce.
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 25426
Età : 68
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

La libertà di religione è un diritto umano? - Pagina 4 Empty Re: La libertà di religione è un diritto umano?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 18 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11 ... 18  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.