Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Donne e i testi sacri

+8
giulio76
Sally
Multiverso
Rasputin
ipazia
Gian dei Brughi
Giovanni 4-23
Phoenix
12 partecipanti

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Successivo

Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Mer 14 Apr 2010 - 13:56

Ci sono tutt'ora amici che credono che gli insegnamenti dei testi sacri del monoteismo in se siano in qualche modo positivi, e che sono stati semplicemente deformati dal uomo .

Vi invito tutti (specialmente i credenti) di visitare questo sito..vorrei avvisarvi che ci sono alcune immagini molto violenti...ma che purtroppo servono per descrivere al meglio l'amore che Dio a riseravto per tutte le donne http://cfivarese.altervista.org/Aforismi_contro_le_donne.html
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Mer 14 Apr 2010 - 18:00

E' quasi inguardabile come link...

diffidente

"Le donne non dovrebbero essere illuminate o educate in nessun modo. Dovrebbero, in realtà, essere segregate poiché sono loro la causa di orrende eeeeeeek ed involontarie wink.. erezioni di uomini santi." Sant'Agostino, padre della chiesa cristiana cattolica

Questa frase la dice lunga sul povero san'Agostino e su quanto deve aver penato per cercare di frenare la sua sessualità.

La frustrazione dei suoi continui insuccessi deve essere stata talmente tanta da non riuscire a trovare altra soluzione che il dare la colpa del tutto alle donne.Poveretto. Ma 1700 anni dopo possibile che nessuno inizi a rendersi conto meditando su queste frasi dell'incredibile peso a cui vengono esposti i sacerdoti?

Permettimi però, e la figura di Gesù (mitologica o reale che sia) secondo te come emerge dai vangeli su questo argomento?

Vi posto un pezzo dei vangeli che ritengo veramente meraviglioso, commentate pure in libertà, io per una volta commento per secondo.

Giunse pertanto ad una città della Samaria chiamata Sicàr, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a Giuseppe suo figlio: (6)qui c'era il pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, stanco del viaggio, sedeva presso il pozzo. Era verso mezzogiorno. (7)Arrivò intanto una donna di Samaria ad attingere acqua. Le disse Gesù: «Dammi da bere». (8)I suoi discepoli infatti erano andati in città a far provvista di cibi. (9)Ma la Samaritana gli disse: «Come mai tu, che sei Giudeo, chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?». I Giudei infatti non mantengono buone relazioni con i Samaritani. (10)Gesù le rispose: «Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: "Dammi da bere!", tu stessa gliene avresti chiesto ed egli ti avrebbe dato acqua viva». (11)Gli disse la donna: «Signore, tu non hai un mezzo per attingere e il pozzo è profondo; da dove hai dunque quest'acqua viva? (12)Sei tu forse più grande del nostro padre Giacobbe, che ci diede questo pozzo e ne bevve lui con i suoi figli e il suo gregge?». (13)Rispose Gesù: «Chiunque beve di quest'acqua avrà di nuovo sete; (14)ma chi beve dell'acqua che io gli darò, non avrà mai più sete, anzi, l'acqua che io gli darò diventerà in lui sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna». (15)«Signore, gli disse la donna, dammi di quest'acqua, perché non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua». (16)Le disse: «Và a chiamare tuo marito e poi ritorna qui». (17)Rispose la donna: «Non ho marito». Le disse Gesù: «Hai detto bene "non ho marito"; (18)infatti hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito; in questo hai detto il vero». (19)Gli replicò la donna: «Signore, vedo che tu sei un profeta. (20)I nostri padri hanno adorato Dio sopra questo monte e voi dite che è Gerusalemme il luogo in cui bisogna adorare». (21)Gesù le dice: «Credimi, donna, è giunto il momento in cui né su questo monte, né in Gerusalemme adorerete il Padre. (22)Voi adorate quel che non conoscete, noi adoriamo quello che conosciamo, perché la salvezza viene dai Giudei. (23)Ma è giunto il momento, ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; perché il Padre cerca tali adoratori. (24)Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità». (25)Gli rispose la donna: «So che deve venire il Messia (cioè il Cristo): quando egli verrà, ci annunzierà ogni cosa». (26)Le disse Gesù: «Sono io, che ti parlo».
(27)In quel momento giunsero i suoi discepoli e si meravigliarono che stesse a discorrere con una donna. Nessuno tuttavia gli disse: «Che desideri?», o: «Perché parli con lei?»

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Gian dei Brughi Mer 14 Apr 2010 - 18:23

È con ogni probabilità un avvenimento inventato di sana pianta e che quindi non ha attinenza con fatti possibilmente accaduti e poi elaborati in ambito mitologico. Si trova nel vangelo di Giovanni che come vangelo si propone come il "più teologico".
Il racconto propone sostanzialmente l'avvicinamento della Parola che magnanimamente si concede ai più abbietti (donna, peccatrice e pure samaritana). La divinità incarnata (e i suoi 2/3 rimanenti meglio noti come Sig. Padre e fantasmino Spirito) contestualmente chiedono esplicitamente fedeltà personale a tu per tu e di essere adorati da tutti i terricoli di questo pianeta in barba alle tradizioni giudaiche.
In cambio di questi servigi l'entità supernaturale politeista tre-in-uno uno-in-tre (poi rielaborata nella più immediata "uno per tutti tutti per uno") concederà a sua discrezione la vita eterna agli esemplari di Homo sapiens che a suo avviso avranno rispettato il patto.

Embé?

_________________
Gian dei Brughi era sempre abbracciato al ramo, pallido in mezzo ai capelli e alla barba ispidi e rossi proprio come brughi, con impigliati foglie secche, ricci di castagna e aghi di pino. Squadrava Cosimo con due occhi verdi, tondi e smarriti; brutto, era brutto.
Italo Calvino - Il barone rampante
Gian dei Brughi
Gian dei Brughi
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 693
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue66 / 7066 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.10.09

http://www.voki.com/php/viewmessage/?chsm=3bd2a5fdf25e9ddf482aa5

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Mer 14 Apr 2010 - 19:19

Giovanni,
qualche bella parola serve a pocco quando San Paolo "ispirato" da Dio pensa cosi dalle donne :

Di ogni uomo il capo è Cristo, e capo della donna è l'uomo, e capo di Cristo è Dio. Ogni uomo che prega o profetizza con il capo coperto, manca di riguardo al proprio capo. Ma ogni donna che prega o profetizza senza velo sul capo, manca di riguardo al proprio capo, poiché è lo stesso che se fosse rasata. Se dunque una donna non vuol mettersi il velo, si tagli anche i capelli! Ma se è vergogna per una donna tagliarsi i capelli o radersi, allora si copra. L'uomo non deve coprirsi il capo, poiché egli è immagine e gloria di Dio; la donna invece è gloria dell'uomo. E infatti non l'uomo deriva dalla donna, ma la donna dall'uomo; né l'uomo fu creato per la donna, ma la donna per l'uomo. Per questo la donna deve portare sul capo un segno della sua dipendenza.»San Paolo, Prima lettera ai Corinzi, XI


"Non permetto alla donna di insegnare, né di comandare all’uomo, ma se ne stia silenziosa. Infatti Adamo fu plasmato per primo, poi Eva; e non fu sedotto Adamo prima, ma la donna essendo stata sedotta cadde nella trasgressione." San Paolo, Lettere a Timoteo

"Le donne siano soggette ai propri mariti come al signore, perché il marito è il capo della donna come Cristo è il capo della chiesa."
San Paolo, Lettera agli Efesini
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da ipazia Mer 14 Apr 2010 - 19:49

Giovanni 4-23 ha scritto:E' quasi inguardabile come link...


...ma molto meno dell'ideologia che racconta. E' un lavoro da certosini trovare nelle religioni bibliche qualche giudizio positivo sul genere femminile, che non sia legato alla sua subalternità al maschio.

E' ben misero un Dio che si rivela così carico di pregiudizi, per non dire di odio, nei confronti della parte femminile dell'universo. Le religioni bibliche sono nate misogine, e tali moriranno. Presto, si spera.
ipazia
ipazia
-------------
-------------

Numero di messaggi : 69
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue0 / 700 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.03.10

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Gian dei Brughi Mer 14 Apr 2010 - 20:15

mavalà ha scritto:Giovanni,
qualche bella parola serve a pocco quando San Paolo "ispirato" da Dio pensa cosi dalle donne :

Io a differenza di te e Giovanni nel pezzo del vangelo di Giovanni proprio non ce la vedo questa luminosità ed era poi quello che volevo proporre con il mio ultimo post. In sostanza il fatto che Gesù parli con una donna in quel racconto è semplicemente strumentale.
Non dimentichiamo che il vangelo di Giovanni è l'ultimo in senso temporale dei quattro vangeli canonici, comparso per la prima volta quasi un secolo dopo la morte di Gesù (vedi indicativo schemetto temporale in calce), un po' come se io pretendessi di scrivere i fatti di tale Luigi Cicillo combattente deceduto durante la prima guerra mondiale grazie a informazioni raccolte da mio nonno prima (suo possibile contemporaneo) e mio padre poi. Di questi fatti decidessi poi non di raccontarli e narrarli per se (o meglio, ciò che mi è stato raccontato) ma di estrapolarne una morale, un insegnamento. È questo quindi un Vangelo che si differenzia molto dai tre sinottici in particolare per l'ambito teologico proposto e per l'introduzione di Gesù Cristo come il Verbo che vale per tutti, non solo i giudei.
Genialata questa portata avanti prevalentemente da Paolo (anche lui non conobbe personalmente Gesù) mentre Gesù insegnó e si rivolgeva solo ed esclusivamente a ebrei e popolazioni relate. I primi ritrovamenti di questo vangelo risalgono dopo ai fatti narrati da Paolo, l'apostolo delle genti, e ciò chiarisce perfettamente come mai vi sia stata questa introduzione di un messaggio globale e non solo rivolto ai giudei.

Quindi a prescindere dalla metafora dell'acqua, all'inventore di quell'episodio serviva un personaggio di bassezza estrema da contrapporre allo splendore del Logos. Questo per evidenziare come l'entità supernaturale incarnata si rivolga proprio a tutti tutti.
Ad esempio (estremo) se i reietti del tempo per i giudei fossero stati i cani zoppi di pura razza bastarda, Gesù avrebbe interloquito con uno meticcio a quattro zampe zoppo. Quindi il fatto che Gesù rivolga la parola a una samaritana (equivalente di extracomunitaria per il tempo), peccatrice ( i 5 mariti passati) e per di più donna non è in quel contesto per risollevare il ruolo della donna (giammai, vedi lettere paoline) ma molto più strumentalmente per evidenziare come il messaggio fosse proprio per tutti, anche il peggio del peggio.
Peggio del peggio che ovviamente nella vita di tutti i giorni rimaneva peggio del peggio.
Ovvero le donne rimanevano incubatrici ambulanti su due piedi costrette a rasettare la casa e camminare due passi dietro al marito.
Avendo però in cuor loro la speranza che dopo una vita di patimenti in una vita futura avrebbero gioito per l'eternitá, questa è la "genialata" proposta poi in varie salse da molte religioni organizzate e il senso ultimo del racconto qui proposto.
Altro che parità dei sessi diffidente

Donne e i testi sacri 398dadf6c59b54a7444aa946c33f0639

_________________
Gian dei Brughi era sempre abbracciato al ramo, pallido in mezzo ai capelli e alla barba ispidi e rossi proprio come brughi, con impigliati foglie secche, ricci di castagna e aghi di pino. Squadrava Cosimo con due occhi verdi, tondi e smarriti; brutto, era brutto.
Italo Calvino - Il barone rampante
Gian dei Brughi
Gian dei Brughi
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 693
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue66 / 7066 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.10.09

http://www.voki.com/php/viewmessage/?chsm=3bd2a5fdf25e9ddf482aa5

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Rasputin Mer 14 Apr 2010 - 22:01

@Giovanni (Gianni, Hans):

"E' quasi inguardabile come link..."
Io trovo che in qualità di esseri umani siamo in dovere di guardare certe cose

per imparare a non mettere la testa nella sabbia

per imparare a guardarci allo specchio

per imparare che cosa fanno le religioni alle menti umane

e per imparare un sacco di altre cose

Guardati questo se hai il coraggio, poi dimmi

http://www.postedeveille.ca/2009/07/somalie.html

e non rognare dicendo che sono musulmani, il punto non è quello

ai tempi dell'inquisizione era esattamente così

sono le religioni che riducono le persone a bestie

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

Donne e i testi sacri Merini10- Donne e i testi sacri Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Multiverso Mer 14 Apr 2010 - 22:54

Giovanni 4-23 ha scritto:

Permettimi però, e la figura di Gesù (mitologica o reale che sia) secondo te come emerge dai vangeli su questo argomento?


Premesso che i vangeli presentano una struttura a cipolla, per cui quel nocciolo di verità storica la si può comprendere solo sfrondando parecchio ed estrapolando tra le sue pieghe nascoste, sembra appartenere a tale categoria la composizione solo maschile del gruppetto di apostoli/gregari del messia/rivoluzionario Gesù.
La conseguente misoginia della Chiesa è sotto gli occhi di tutti, per cui non solo si continua ad escludere qualsiasi ipotesi di apertura al sacerdozio femminile, ma si continua ad imporre il celibato, introdotto nell'XI secolo al solo di evitare la trasmissione dei beni erediatari a concubine e figli.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Sally Mer 14 Apr 2010 - 23:52

Giovanni 4-23 ha scritto: E' quasi inguardabile come link...

Ti vergogni, eh? E faresti bene...

Giovanni 4-23 ha scritto: Ma 1700 anni dopo possibile che nessuno inizi a rendersi conto meditando su queste frasi dell'incredibile peso a cui vengono esposti i sacerdoti?

Questa e' la ca22ata piu' grande che mi sia capitato di leggere da molto tempo a questa parte... ma chi li obbliga i sacerdoti a fare voto di castita'? E' una scelta libera o sbaglio??
Ammesso e non concesso poi che venga rispettato il voto di castita'... dato che abbiamo visto come in alcuni casi la privazione di una sana attivita' sessuale induca i preti a distorcere l'idea del sesso fino ad arrivare alle molestie nei confronti dei bambini...
Ma perche' i credenti si ostinano sempre a difendere lindifendibile... ?? Donne e i testi sacri 605417

Sally
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 4876
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue0 / 700 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.10.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 0:38

Diva ha scritto:
Giovanni 4-23 ha scritto: E' quasi inguardabile come link...

Ti vergogni, eh? E faresti bene...

Ma vergognati TU che osi mettermi in relazione con episodi di questo tipo senza nemmeno conoscermi.

La tua è una risposta tipicamente razzista

Diva ha scritto:
Questa e' la ca22ata piu' grande che mi sia capitato di leggere da molto tempo a questa parte... ma chi li obbliga i sacerdoti a fare voto di castita'? E' una scelta libera o sbaglio??
Ammesso e non concesso poi che venga rispettato il voto di castita'... dato che abbiamo visto come in alcuni casi la privazione di una sana attivita' sessuale induca i preti a distorcere l'idea del sesso fino ad arrivare alle molestie nei confronti dei bambini...
Ma perche' i credenti si ostinano sempre a difendere lindifendibile... ?? Donne e i testi sacri 605417

Ma di che parli tu?

Io ho detto che 1700 anni di sessofobia non hanno insegnato niente e ancora ci ostiniamo a puntare alla castità del sacerdozio con le conseguenze che ne derivano...

Tu di che cavolo parli?

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 0:42

Perdonami se stendo un velo pietoso sul povero Paolo Royales Mavalà. Ma non essere troppo dura con lui. Considera che per l'epoca e la regione era un vero e proprio progressista eeeeeeek .

Se mi permetti però proprio per motivi come questo vorrei analizzare meglio il testo che ho postato.

E bravo Giannino, vedo che sei ben informato sull'argomento. Se non ti dispiace però vorrei tralasciare gli aspetti sui tre moschettieri e tutto il resto e concentrarmi sul lato puramente filosofico di quelle parole. Quello che ci trovo di bello dal punto di vista teologico lo affrontiamo magari dopo.

Come dici tu Gianni è ben difficile credere che l'episodio sia accaduto realmente, il vangelo di Giovanni è datato fra 80-120 dopo Cristo ed è quello più rielaborato dei quattro. Nonostante questo il concetto c'è, e a mio avviso è facile capire come sia stato un Best Seller dell'epoca. visto che credo non avesse precedenti in tutto il pianeta.

Questo pezzo rende in pieno l'idea di quale fosse il concetto di fratellanza proposto da Gesù. Tale concetto non era certo una novità, svariate filosofie occidentali ed orientali lo avevano già enunciato da centinaia di anni. Quello che erano le vere novità erano il concetto di fratellanza universale rivolto al singolo individuo.
Potrà sembrare una distinzione da poco, invece segna un abisso fra quello che era il pensiero dell’epoca e quello che è il suo messaggio.Ora che la nostra società è satura di Cristianesimo, che il suo messaggio sia rivolto a tutti gli uomini può sembrare banale. Per noi gli uomini sono tutti uguali.Prima non era così affatto così.
Gli uomini erano divisi in centinaia di categorie.In tutte le culture si aveva un livello sociale che ci identificava: uomini superiori e uomini inferior. La società greca, culla della filosofia, divideva il mondo in Greci e Barbari,
In schiavi e cittadini.I giudei si distinguevano dai pagani, e consideravano comandamenti regole che riguardavano solo i rapporti con i soli giudei.
Ogni società aveva i suoi clan in cui l’uomo scompariva, e le regole erano quasi sempre rivolte solo alla ristretta cerchia del clan. Più che un concetto come individuo quindi prima esisteva il concetto di clan. E le regole erano rivolte al clan e non all'individuo.

Esempio ne sono i pensieri dei filosofi contemporanei:

Aristotele consigliava di comportarsi con gli amici “come vorremmo che essi facessero”.

Seneca diceva: “Tratta l'inferiore come vorresti essere trattato dal tuo superiore».
(Seneca, Lettere a Lucillo, lettera 47, sul trattamento umano degli schiavi).

Questo rivolgersi al singolo individuo con una relazione assolutamente paritaria è una rivoluzione epocale. Questa fratellanza estesa a tutti a livello del singolo individuo segna un punto di svolta. C'è da capire come il libro sia diventato un Best Sellers :)

Il pezzo sulla samaritana è un pezzo diretto in questa ottica.
Gesù si rivolge per primo ad una samaritana, e non solo la considera una sua pari, ma proprio perchè è un emarginata, e quindi una degli ultimi egli la rende a maggior ragione più degna degli apostoli del messaggio che deve consegnare.

La figura della samaritana, come dice il buon Giannino è tre volte emarginata.

Emarginata perchè samaritana, e quindi eretica.
Emarginata perchè donna
Emarginata perchè vive pubblicamente una relazione peccaminosa.

Se al giorno d'oggi è facile provare scandalo per la lapidazione delle donne provate a pensare se il vostro pensiero è così aperto in ogni altro settore. Perchè sono questi gli emarginati dell'era moderna.

Consideriamo nostri pari gli zingari?
Consideriamo nostri pari i tossicodipendenti?
Consideriamo nostri pari rumeni albanesi marocchini?
Consideriamo nostri pari gli ex-detenuti?

I nuovo emarginati sono quelli a cui Gesù ci indica di rivolrgerci per primi. Il suo messaggio è purtroppo sempre attuale.


Ultima modifica di Giovanni 4-23 il Gio 15 Apr 2010 - 0:53 - modificato 5 volte.

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 0:48

Gian dei Brughi ha scritto:.... Quindi il fatto che Gesù rivolga la parola a una samaritana (equivalente di extracomunitaria per il tempo), peccatrice ( i 5 mariti passati) e per di più donna non è in quel contesto per risollevare il ruolo della donna (giammai, vedi lettere paoline) ma molto più strumentalmente per evidenziare come il messaggio fosse proprio per tutti, anche il peggio del peggio.
Peggio del peggio che ovviamente nella vita di tutti i giorni rimaneva peggio del peggio.
Ovvero le donne rimanevano incubatrici ambulanti su due piedi costrette a rasettare la casa e camminare due passi dietro al marito.
Avendo però in cuor loro la speranza che dopo una vita di patimenti in una vita futura avrebbero gioito per l'eternitá, questa è la "genialata" proposta poi in varie salse da molte religioni organizzate e il senso ultimo del racconto qui proposto.
Altro che parità dei sessi.....

Tutto questo sarebbe vero se il suo messaggio si limitasse ad una dichiarazione di amore del Dio per gli ultimi...

Ma tralasciando il lato divino se analizzi l'insegnamento rivolto agli uomini trovi il consiglio di: Chi vuol essere il primo, si faccia servo di tutti.

Che non mi sembra riguardi l'aldilà ma invece denota una cambiamento di quelle che sono le relazioni fra gli uomini.

Il grande, il giusto, è colui che si prende cura del peggio del peggio come dici tu.

E scusa se per l'epoca era un concetto da poco

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Gian dei Brughi Gio 15 Apr 2010 - 1:31

A parte che per i motivi da me esposti non concordo assolutamente con il tentativo di ripulitura che hai tentato di compiere.
Tra l'altro già qualche secolo prima filosofie e riflessioni in Grecia e in Asia proponevano spunti sul rispetto paritario tra le persone.

Comunque quello che più mi stupisce e mi domando è se ti rendi conto delle implicazioni logiche delle cose che scrivi o meno.

Vediamo un po', qui scrivi (grassetto mio):
Giovanni 4-23 ha scritto:
Come dici tu Gianni è ben difficile credere che l'episodio sia accaduto realmente, il vangelo di Giovanni è datato fra 80-120 dopo Cristo ed è quello più rielaborato dei quattro.

Mentre poco più sotto aggiungi:
Giovanni 4-23 ha scritto:Questo pezzo rende in pieno l'idea di quale fosse il concetto di fratellanza proposto da Gesù.

Fantastico veramente. Nel caso non ti fosse chiaro, l'episodio in questione che ammetti te stesso non è probabilmente mai accaduto , non rende alcunchè di Gesù né del suo messaggio... per il semplice fatto che non essendo mai accaduto non sono parole sue (ammesso Gesù sia esistito pure questo È tutto da chiarire).
Sono quindi rielaborazioni di un mito preesistente, levigature sucessive atte a espandere e aprire il Logos a tutte le genti. E tutto il resto (messaggio compreso) è strumentale a ciò ovviamente.
E comunque di nuovo, ribadisco che non cocordo con la tua analisi. E come se non fosse abbastanza già prima dei testi cristiani esistono riflessioni sull'uguaglianza degli esseri umani che non prendono ad esempio di empietà delle donne ne tantomeno utilizzano come veicolatori del messaggio entità supernaturali incarnate. noo noo

_________________
Gian dei Brughi era sempre abbracciato al ramo, pallido in mezzo ai capelli e alla barba ispidi e rossi proprio come brughi, con impigliati foglie secche, ricci di castagna e aghi di pino. Squadrava Cosimo con due occhi verdi, tondi e smarriti; brutto, era brutto.
Italo Calvino - Il barone rampante
Gian dei Brughi
Gian dei Brughi
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 693
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue66 / 7066 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.10.09

http://www.voki.com/php/viewmessage/?chsm=3bd2a5fdf25e9ddf482aa5

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Gian dei Brughi Gio 15 Apr 2010 - 1:43

Giovanni 4-23 ha scritto:
Ma tralasciando il lato divino se analizzi l'insegnamento rivolto agli uomini trovi il consiglio di: Chi vuol essere il primo, si faccia servo di tutti.
Si, piccolo particolare non trascurabile, il versetto da te citato (Mc 10, 35) si riferisce ai discepoli di Gesù che erano tutti maschi. Di nuovo quindi in qeusto caso si tratta di Gesù Rabbi giudaico e sta parlando in un contesto squisitamente giudaico. Marco con gli altri due sinottici non si rivolge alle genti come il vangelo di Giovanni e non propone la stessa taratura teologica.
Ma soprattutto, appunto perché si riferisce a soli uomini (i discepoli), questo versetto non ci azzecca nulla con il titolo del thread "Donne e i testi sacri" e ancor meglio appunto per questo è evidenza di misiginia quindi ti sei tirato una zappata fortissima sui piedi da te medesimo.
Poi ovviamente con l'esegesi puoi far dire ciò che vuoi a quel versetto, come stai tentando di fare. diffidente

_________________
Gian dei Brughi era sempre abbracciato al ramo, pallido in mezzo ai capelli e alla barba ispidi e rossi proprio come brughi, con impigliati foglie secche, ricci di castagna e aghi di pino. Squadrava Cosimo con due occhi verdi, tondi e smarriti; brutto, era brutto.
Italo Calvino - Il barone rampante
Gian dei Brughi
Gian dei Brughi
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 693
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue66 / 7066 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.10.09

http://www.voki.com/php/viewmessage/?chsm=3bd2a5fdf25e9ddf482aa5

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 8:54

Gian dei Brughi ha scritto: quindi ti sei tirato una zappata fortissima sui piedi da te medesimo:

La mia idea invece è che la zappata te la sei presa tu in testa da piccolo wink..

Scherzo

Allora, tu dici che non è attinente al post.

Il post parlava di misoginia delle religioni.
Mi piaceva fa notare come, secondo me, quel testo viene a dire proprio il contrario su quello che è il messaggio attribuito a Gesù dal vangelo di Giovanni.

Non solo non esclude le donne ma anzi, propone di rivolgersi in primo luogo proprio agli emarginati, chiunque essi siano. Il che è decisamente meglio del proporsi solo alle "emarginate donne" perché rende il concetto valido per ogni epoca. Compresa la nostra

Se poi il fatto che nel testo viene fatta preferire una donna ai discepoli per la rivelazione è indice della misoginia che dire.. cedo alla logica. boxed

Ma ci sarebbero tanti altri episodi da riportare, come Marta e Maria....

Ma andiamo avanti...

Gian dei Brughi ha scritto:

Comunque quello che più mi stupisce e mi domando è se ti rendi conto delle implicazioni logiche delle cose che scrivi o meno.

Vediamo un po', qui scrivi (grassetto mio):
Giovanni 4-23 ha scritto:
Come dici tu Gianni è ben difficile credere che l'episodio sia accaduto realmente, il vangelo di Giovanni è datato fra 80-120 dopo Cristo ed è quello più rielaborato dei quattro.

Mentre poco più sotto aggiungi:
Giovanni 4-23 ha scritto:Questo pezzo rende in pieno l'idea di quale fosse il concetto di fratellanza proposto da Gesù.

Fantastico veramente. Nel caso non ti fosse chiaro, l'episodio in questione che ammetti te stesso non è probabilmente mai accaduto , non rende alcunchè di Gesù né del suo messaggio... per il semplice fatto che non essendo mai accaduto non sono parole sue (ammesso Gesù sia esistito pure questo È tutto da chiarire).

Ribadisco

Ma che mi frega a me se è esistito o no Gesù!

E' esistito il testo, e il testo ha veicolato concetti. Nel tuo solito taglia incolla certosino di nuovo hai tolto il pezzo in cui dicevo
Giovanni 4-23 ha scritto:
Nonostante questo il concetto c'è

Simpatico è notare che l'avevo pure sottolineato diffidente

Ribadisco il concetto, il testo c'è, e il testo veicolava per il mondo concetti come questo, a dir poco rivoluzionari, di fratellanza universale a livello del singolo individuo chiunque esso sia a maggior ragione se è un emarginato

E scusa se è poco.

Il fatto che fosse un testo teologico invece che filosofico per l'epoca è un chiaro vantaggio. O pensi che la popolazione dell'epoca fosse appassionata di filosofia Royales

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da giulio76 Gio 15 Apr 2010 - 9:30

mavalà ha scritto:Ci sono tutt'ora amici che credono che gli insegnamenti dei testi sacri del monoteismo in se siano in qualche modo positivi, e che sono stati semplicemente deformati dal uomo .

Vi invito tutti (specialmente i credenti) di visitare questo sito..vorrei avvisarvi che ci sono alcune immagini molto violenti...ma che purtroppo servono per descrivere al meglio l'amore che Dio a riseravto per tutte le donne http://cfivarese.altervista.org/Aforismi_contro_le_donne.html

Una piccola provocazione, secondo un pensiero filosofico ateistico la morale non è altro che un prodotto di una evoluzione culturale e sociale, sotto questo punto di vista allora le immagini da te postate sono giustificate dalla morale sociale e culturale che tali paesi hanno sviluppato. Ho sbaglio?
giulio76
giulio76
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1439
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue0 / 700 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Ospite Gio 15 Apr 2010 - 9:39

a me hanno colpito molto le prime due frasi:
Il velo
della Bibbia:

«Ogni donna che prega o profetizza a testa scoperta, reca un
affronto al suo capo [il maschio], infatti sarebbe come se essa fosse
rasata. Pertanto se una donna non vuole mettersi il velo, si tagli
addirittura i capelli! Ma, se per una donna è vergognoso
tagliarsi i capelli o essere rasata, si copra col velo.
L’uomo invece, non deve velarsi il capo, essendo egli
immagine e riflesso di Dio; mentre la donna è riflesso
dell’uomo.» Bibbia,
Levitico


Il
velo del cristianesimo
paolino:
«Di ogni uomo il capo è
Cristo, e capo della donna è l'uomo, e capo di Cristo
è Dio. Ogni uomo che prega o profetizza con il capo coperto,
manca di riguardo al proprio capo. Ma ogni donna che prega o profetizza
senza velo sul capo, manca di riguardo al proprio capo,
poiché è lo stesso che se fosse rasata. Se dunque
una donna non vuol mettersi il velo, si tagli anche i capelli! Ma se
è vergogna per una donna tagliarsi i capelli o radersi,
allora si copra. L'uomo non deve coprirsi il capo, poiché
egli è immagine e gloria di Dio; la donna invece
è gloria dell'uomo. E infatti non l'uomo deriva dalla donna,
ma la donna dall'uomo; né l'uomo fu creato per la donna, ma
la donna per l'uomo. Per questo
la donna deve portare sul capo un segno
della sua dipendenza
.»San
Paolo,
Prima lettera ai Corinzi, XI

--------------------------------------------------------------
praticamente, se diventassero tutti all'improvviso cristiani super praticanti e credenti, le donne, anche qui verrebbero costrette a coprirsi. cosa, che in parte già succede in alcuni credo di stampo protestante cristiano. ma nel senso che vengono invitati a vestirti tutti in un certo modo, per esempio e le donne con gonne mai al di sopra del ginocchio.

per quanto riguarda il resto, non sono riuscita a finire di leggerlo tutto, ma ho visto la carrellata di immagini che parlano da sole.
ho già letto alcuni libri testimonianza, che se non sbaglio li avevo già elencati in un altro trhead.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 9:43

giulio76 ha scritto:
mavalà ha scritto:Ci sono tutt'ora amici che credono che gli insegnamenti dei testi sacri del monoteismo in se siano in qualche modo positivi, e che sono stati semplicemente deformati dal uomo .

Vi invito tutti (specialmente i credenti) di visitare questo sito..vorrei avvisarvi che ci sono alcune immagini molto violenti...ma che purtroppo servono per descrivere al meglio l'amore che Dio a riseravto per tutte le donne http://cfivarese.altervista.org/Aforismi_contro_le_donne.html

Una piccola provocazione, secondo un pensiero filosofico ateistico la morale non è altro che un prodotto di una evoluzione culturale e sociale, sotto questo punto di vista allora le immagini da te postate sono giustificate dalla morale sociale e culturale che tali paesi hanno sviluppato. Ho sbaglio?



evoluzione culturale sociale cattolica musulmana. Ci sono ben pochi culture al mondo capace di tale barberia.
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 9:57

Gian dei Brughi ha scritto:
mavalà ha scritto:Giovanni,
qualche bella parola serve a pocco quando San Paolo "ispirato" da Dio pensa cosi dalle donne :

Io a differenza di te e Giovanni nel pezzo del vangelo di Giovanni proprio non ce la vedo questa luminosità ..

sono d'accordo con te..infatti parlavo in generale. Il monoteismo è basato sul odio verso la donna. Secondo il cosiddetto libro " sacro" la donna simboleggia la causa del male che ha colpito l'umanità ...direi un libro davvero vomitevole e vergognoso.
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Ospite Gio 15 Apr 2010 - 10:03

mavalà ha scritto:
Gian dei Brughi ha scritto:
mavalà ha scritto:Giovanni,
qualche bella parola serve a pocco quando San Paolo "ispirato" da Dio pensa cosi dalle donne :

Io a differenza di te e Giovanni nel pezzo del vangelo di Giovanni proprio non ce la vedo questa luminosità ..

sono d'accordo con te..infatti parlavo in generale. Il monoteismo è basato sul odio verso la donna. Secondo il cosiddetto libro " sacro" la donna simboleggia la causa del male che ha colpito l'umanità ...direi un libro davvero vomitevole e vergognoso.

la donna simboleggia il male? ah bene..... allora possiamo anche anche smettere di mettere al mondo dei figli, cosi possiamo estinguerci! Donne e i testi sacri 605765

almeno, nelle culture antiche e precristiane o pagane come venivano chiamate dai cristiani, la donna era venerata e si parla appunto di Dea Madre! la Terra è femminile e la donna è sacra!

e non dimentichiamoci, che un tempo, anche da noi in italia la famiglia era di stampo matriarcale!
dopo è diventata patriarcale. -_-


Ultima modifica di Lisa Simpson87 il Gio 15 Apr 2010 - 10:09 - modificato 1 volta.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Rasputin Gio 15 Apr 2010 - 10:09

giulio76 ha scritto:
Una piccola provocazione, secondo un pensiero filosofico ateistico la morale non è altro che un prodotto di una evoluzione culturale e sociale, sotto questo punto di vista allora le immagini da te postate sono giustificate dalla morale sociale e culturale che tali paesi hanno sviluppato. Ho sbaglio?

Hai sbaglio. È vero che quanto illustrato dalle foto è il prodotto della morale sociale e culturale di quei Paesi, la quale però è fortemente condizionata ed è stata originata proprio dalle loro religioni. Tali Paesi non a caso si chiamano teocrazie.

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

Donne e i testi sacri Merini10- Donne e i testi sacri Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 10:25

mavalà ha scritto:
Gian dei Brughi ha scritto:
mavalà ha scritto:Giovanni,
qualche bella parola serve a pocco quando San Paolo "ispirato" da Dio pensa cosi dalle donne :

Io a differenza di te e Giovanni nel pezzo del vangelo di Giovanni proprio non ce la vedo questa luminosità ..

sono d'accordo con te..infatti parlavo in generale. Il monoteismo è basato sul odio verso la donna. Secondo il cosiddetto libro " sacro" la donna simboleggia la causa del male che ha colpito l'umanità ...direi un libro davvero vomitevole e vergognoso.

Diciamo che come concetto è realmente vero in tutto il vecchio testamento. E poi in qualche modo San Paolo cerca di edulcorare nelle sue lettere. Però nei vangeli non è presente

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 10:28

Lisa Simpson87 ha scritto:
mavalà ha scritto:
Gian dei Brughi ha scritto:
mavalà ha scritto:Giovanni,
qualche bella parola serve a pocco quando San Paolo "ispirato" da Dio pensa cosi dalle donne :

Io a differenza di te e Giovanni nel pezzo del vangelo di Giovanni proprio non ce la vedo questa luminosità ..

sono d'accordo con te..infatti parlavo in generale. Il monoteismo è basato sul odio verso la donna. Secondo il cosiddetto libro " sacro" la donna simboleggia la causa del male che ha colpito l'umanità ...direi un libro davvero vomitevole e vergognoso.

la donna simboleggia il male? ah bene..... allora possiamo anche anche smettere di mettere al mondo dei figli, cosi possiamo estinguerci! Donne e i testi sacri 605765

almeno, nelle culture antiche e precristiane o pagane come venivano chiamate dai cristiani, la donna era venerata e si parla appunto di Dea Madre! la Terra è femminile e la donna è sacra!

e non dimentichiamoci, che un tempo, anche da noi in italia la famiglia era di stampo matriarcale!
dopo è diventata patriarcale. -_-



Basta pensare alla civiltà dei Etruschi. A confronto con questa antichissima cultura, il (più recente) monoteismo sembra una vera barbaria :



Le civiltà matriarcali, dove il principio femminile fu massimamente celebrato nel culto e nei costumi, ebbero grande diffusione nell'età del Bronzo e coincisero con il diffondersi dei culti misterici e con la nascita del ceppo etrusco. L'importanza del femminile nella società etrusca è un dato acquisito.

Nella storia della nostra penisola la civiltà etrusca fu l'ultima che permise alle donne l'accesso al mondo della religione e del culto, conferendo loro anche la massima autorità spirituale nella gerarchia riposta al culto. La donna etrusca potè godere di libertà e considerazione grazie ad una posizione giuridica che consentiva dignità e autonomia pressochè pari a quelle dell'uomo. Essa infatti veniva indicata con il nome rigorosamente vietato nella formula onomastica latina ed il cognome come si usa fare oggi, conservava il cognome della famiglia di provenienza anche dopo il matrimonio. Nella formula onomastica spesso i figli portavano oltre al nome del padre anche quello della madre
http://www.viaggiinmaremma.it/donna_etrusca.html
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 10:38

Giovanni 4-23 ha scritto:
mavalà ha scritto:
Gian dei Brughi ha scritto:
mavalà ha scritto:Giovanni,
qualche bella parola serve a pocco quando San Paolo "ispirato" da Dio pensa cosi dalle donne :

Io a differenza di te e Giovanni nel pezzo del vangelo di Giovanni proprio non ce la vedo questa luminosità ..

sono d'accordo con te..infatti parlavo in generale. Il monoteismo è basato sul odio verso la donna. Secondo il cosiddetto libro " sacro" la donna simboleggia la causa del male che ha colpito l'umanità ...direi un libro davvero vomitevole e vergognoso.

Diciamo che come concetto è realmente vero in tutto il vecchio testamento. E poi in qualche modo San Paolo cerca di edulcorare nelle sue lettere. Però nei vangeli non è presente


1 Pietro 3:1-7 "Anche voi mogli, siate sottomesse ai vostri mariti..."


Poi non dimentichiamo che Gesù non ha mica liberato tutti dai peccati..noi donne (secondo la Bibbia) siamo stati condannati alla sofferenza durante il parto....non mi sembra che le cose sono cambiate
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Ospite Gio 15 Apr 2010 - 10:42

grande mavalà! Donne e i testi sacri 315697 e non dimentichiamoci, che sempre in quelle culture, c'erano molte donne che facevano gli oracoli e moltissima gente, tra donne e sopratutti uomini e grandi guerrieri, si rivolgevano a loro per l'Oracolo. erano venerate e stimate.
bei tempi....

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 10:47

mavalà ha scritto:
1 Pietro 3:1-7 "Anche voi mogli, siate sottomesse ai vostri mariti..."

Questo non è un vangelo.... sono sempre atti.

mavalà ha scritto:
Poi non dimentichiamo che Gesù non ha mica liberato tutti dai peccati..noi donne (secondo la Bibbia) siamo stati condannati alla sofferenza durante il parto....non mi sembra che le cose sono cambiate

Cioè la domanda è come mai dopo Gesù il parto provoca ancora dolore?

Temo che sia perchè siamo solo essere umani wink..
La cose che io ammiro nei vangeli sono i concetti, non l'aspetto teologico.

Mavalà non stò difendendo ne il vecchio testamento, ne gli atti, ne tutte le interpretazioni sessofobiche che da San Paolo a Sant' Agostino fino al 15/04/2010 si ritrovano nel cristianesimo.

Mi chiedo però a maggior ragione, dato che questa è una religione che si ispira in prevalenza al messaggio (ipotetico) di Gesù, come sia possibile che siano arrivati ad una tale distorsione.

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 10:53

Giovanni 4-23 ha scritto:
mavalà ha scritto:
1 Pietro 3:1-7 "Anche voi mogli, siate sottomesse ai vostri mariti..."

Questo non è un vangelo.... sono sempre atti.

mavalà ha scritto:
Poi non dimentichiamo che Gesù non ha mica liberato tutti dai peccati..noi donne (secondo la Bibbia) siamo stati condannati alla sofferenza durante il parto....non mi sembra che le cose sono cambiate

Cioè la domanda è come mai dopo Gesù il parto provoca ancora dolore?

Temo che sia perchè siamo solo essere umani wink..
La cose che io ammiro nei vangeli sono i concetti, non l'aspetto teologico.

Mavalà non stò difendendo ne il vecchio testamento, ne gli atti, ne tutte le interpretazioni sessofobiche che da San Paolo a Sant' Agostino fino al 15/04/2010 si ritrovano nel cristianesimo.

Mi chiedo però a maggior ragione, dato che questa è una religione che si ispira in prevalenza al messaggio (ipotetico) di Gesù, come sia possibile che siano arrivati ad una tale distorsione.
quello di san paolo e san pientro sono testi ispirati da Dio o no?
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 10:56

Multiverso ha scritto:la composizione solo maschile del gruppetto di apostoli/gregari del messia/rivoluzionario Gesù.

Nemmeno questo è esatto.

La composizione del gruppetto evidenzia in svariati punti oltre ai dodici la presenza delle donne.

I vangeli inoltre narrano come tutti gli uomini siano scappati dopo l'arresto di Gesù e solo le donne siano rimaste con lui fino alla croce.
Infine l'evento della resurrezione si manifesta per prima alle Donne.
Le donne erano con Gesù nella passione e sono state le prime a vederlo risorto.

I vangeli direi che consegnano al mondo un ruolo privilegiato delle donne.

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 10:58

mavalà ha scritto:
quello di san paolo e san pientro sono testi ispirati da Dio o no?

Dici per me o per i cattolici?

Per i cattolici si.

Per me no. Io mi limito ad apprezzare il lato filosofico dei vangeli. E in svariati punti faccio mio anche quello teologico.

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Gian dei Brughi Gio 15 Apr 2010 - 11:49

Giovanni 4-23 ha scritto:
Gian dei Brughi ha scritto: quindi ti sei tirato una zappata fortissima sui piedi da te medesimo:

La mia idea invece è che la zappata te la sei presa tu in testa da piccolo wink..

Scherzo

Allora, tu dici che non è attinente al post.

Il post parlava di misoginia delle religioni.
Mi piaceva fa notare come, secondo me, quel testo viene a dire proprio il contrario su quello che è il messaggio attribuito a Gesù dal vangelo di Giovanni.

Non solo non esclude le donne ma anzi, propone di rivolgersi in primo luogo proprio agli emarginati, chiunque essi siano. Il che è decisamente meglio del proporsi solo alle "emarginate donne" perché rende il concetto valido per ogni epoca. Compresa la nostra

Se poi il fatto che nel testo viene fatta preferire una donna ai discepoli per la rivelazione è indice della misoginia che dire.. cedo alla logica. boxed

Ma ci sarebbero tanti altri episodi da riportare, come Marta e Maria....
Ti ripeto che in quel contesto che hai citato era strumentale, non ci vuole un genio a capirlo.
Poi per come vedo piace fare a te puoi sbizzaririti sull'esegesi ma sapendo come e perché è nato quel testo è semplice mettere le perle in fila.

Giovanni 4-23 ha scritto:Ma andiamo avanti...

Gian dei Brughi ha scritto:

Comunque quello che più mi stupisce e mi domando è se ti rendi conto delle implicazioni logiche delle cose che scrivi o meno.

Vediamo un po', qui scrivi (grassetto mio):
Giovanni 4-23 ha scritto:
Come dici tu Gianni è ben difficile credere che l'episodio sia accaduto realmente, il vangelo di Giovanni è datato fra 80-120 dopo Cristo ed è quello più rielaborato dei quattro.

Mentre poco più sotto aggiungi:
Giovanni 4-23 ha scritto:Questo pezzo rende in pieno l'idea di quale fosse il concetto di fratellanza proposto da Gesù.

Fantastico veramente. Nel caso non ti fosse chiaro, l'episodio in questione che ammetti te stesso non è probabilmente mai accaduto , non rende alcunchè di Gesù né del suo messaggio... per il semplice fatto che non essendo mai accaduto non sono parole sue (ammesso Gesù sia esistito pure questo È tutto da chiarire).

Ribadisco

Ma che mi frega a me se è esistito o no Gesù!

E' esistito il testo, e il testo ha veicolato concetti. Nel tuo solito taglia incolla certosino di nuovo hai tolto il pezzo in cui dicevo
Giovanni 4-23 ha scritto:
Nonostante questo il concetto c'è

Simpatico è notare che l'avevo pure sottolineato diffidente
Non mi era sfuggito e mi fa piacere tu abbia ribadito come quelle parole con ogni probabilità non appartengono a tale Gesù (ammesso sia esistito).

Giovanni 4-23 ha scritto:Ribadisco il concetto, il testo c'è, e il testo veicolava per il mondo concetti come questo, a dir poco rivoluzionari, di fratellanza universale a livello del singolo individuo chiunque esso sia a maggior ragione se è un emarginato

E scusa se è poco.

Il fatto che fosse un testo teologico invece che filosofico per l'epoca è un chiaro vantaggio. O pensi che la popolazione dell'epoca fosse appassionata di filosofia Royales
Sono assolutamente d'accordo che il concetto è assolutamente rivoluzionario e, ripeto, il senso del testo è l'apertura del Logos alle genti la divinità che a partire da un mito Giudaico si apre alle genti.
La misoginia rimane tutta appunto perché viene usata come termine di paragone per indicare che il pessaggio è pure per il peggio del peggio. Persino per le donne.

_________________
Gian dei Brughi era sempre abbracciato al ramo, pallido in mezzo ai capelli e alla barba ispidi e rossi proprio come brughi, con impigliati foglie secche, ricci di castagna e aghi di pino. Squadrava Cosimo con due occhi verdi, tondi e smarriti; brutto, era brutto.
Italo Calvino - Il barone rampante
Gian dei Brughi
Gian dei Brughi
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 693
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue66 / 7066 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.10.09

http://www.voki.com/php/viewmessage/?chsm=3bd2a5fdf25e9ddf482aa5

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 11:54

Giovanni 4-23 ha scritto:
mavalà ha scritto:
quello di san paolo e san pientro sono testi ispirati da Dio o no?

Dici per me o per i cattolici?

Per i cattolici si.

Per me no. Io mi limito ad apprezzare il lato filosofico dei vangeli. E in svariati punti faccio mio anche quello teologico.

Ho capito il Tuo punto di vista, ma non dimenticare che le cose non si possono cosi facilmente separare.
Anche Mussolini e Hitler hanno fatto un sacco di cose utile, ma non per questo possiamo ammirarli.
Capisci cosa voglio dire. Qui non si tratta di una Tua personalissima visione, ma di quella di miliardi di persone. Il sito che ho linkato è la altra faccia della medaglia. So che fa orrore , ma spesso la verità è dolorosa.
La stessa discussione ho anche con i musulmani. Mi citano versetti romantici e dolci dal Corano, come prova della magnificenza di Allah,.. ma la realtà purtroppo è una altra.
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 11:58

Blush response ha scritto:
giulio76 ha scritto:
Una piccola provocazione, secondo un pensiero filosofico ateistico la morale non è altro che un prodotto di una evoluzione culturale e sociale, sotto questo punto di vista allora le immagini da te postate sono giustificate dalla morale sociale e culturale che tali paesi hanno sviluppato. Ho sbaglio?

Hai sbaglio. È vero che quanto illustrato dalle foto è il prodotto della morale sociale e culturale di quei Paesi, la quale però è fortemente condizionata ed è stata originata proprio dalle loro religioni. Tali Paesi non a caso si chiamano teocrazie.

Invece secondo me ha giusto.

Quello che dici tu Blush avrebbe senso se la religione fosse un qualche cosa di astratto, che cala diciamo dall'alto, dal divino, a condizionare la vita degli uomini.
Come tu mi insegni però Blush la religione è il frutto del pensiero dell'uomo. E quindi è espressione di quella società. Il fatto che per darsi un autorità la religione abbia fatto agganciato quello che dice all'autorità di un "Dio" non pone nemmeno in quello la causa del problema

Gli stessi totalitarismi hanno insegnato che si può benissimo agganciare un idea all'autorità di un uomo e il gioco funziona uguale.

Quale'è il problema quindi? Il problema non è il sorgere di una religione, quando lo svilupparsi di una mancanza di senso critico nelle idee che si diffondono in una società.

Di nuovo Gesù era un rivoluzionario su questo ( o chi scriveva per lui) e invitava la gente a:
Luca 12:
(57)E perché non giudicate da voi stessi ciò che è giusto?

Inserendo il senso critico nella stessa religione.

Per finire vi faccio notare che nemmeno il senso critico basta a creare una "società giusta", serve degli scopi, degli obbiettivi condivisibili, ma di questo mi piacerebbe parlare in quel post cominciato da ludwing e che non abbiamo mai portato avanti.

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 12:08

mavalà ha scritto:La stessa discussione ho anche con i musulmani. Mi citano versetti romantici e dolci dal Corano, come prova della magnificenza di Allah,.. ma la realtà purtroppo è una altra.[/color]

Il problema è quando una cultura prende in modo asettico un testo e lo erge a sacro.

Io non difendo la Bibbia come libro sacro. Specialmente non difendo il vecchio testamento e nemmeno gli atti.
Mi limito a dire che pur usando il senso critico del quale la natura mi ha dotato non posso fare a meno di provare ammirazione per gran parte dei concetti che sono espressi nei vari vangeli.
E' il lato filosofico che mi colpisce di più, e invito chiunque a non farsi condizionare in un pregiudizio da quello teologico. Vi perdereste veramente uno dei testi più belli che siano stati scritti.
Quindi se ci sono belle parole nel corano, condivisibili, fai tue quelle e rigetta tutto il resto.

Siamo dotati di senso critico? Usiamolo.

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 12:23

Giovanni,

La cultura cattolica odierna che legge i vangeli, è quella basata interamente sul vecchio testamento..come quella musulmana.
Se il mondo occidentale oggi si comporta un po' più civile, lo dobbiamo a Lutero.
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 12:35

mavalà ha scritto:Giovanni,

La cultura cattolica odierna che legge i vangeli, è quella basata interamente sul vecchio testamento..come quella musulmana.
Se il mondo occidentale oggi si comporta un po' più civile, lo dobbiamo a Lutero.

Ahimè è vero.

E infatti torno a ricordare il mio dissenso per la sessuofobia e la misoginia che ancora oggi 15/04/2010 affliggono gran parte del pensiero cattolico.

In questo sicuramente mi puoi considerare un alleato.

Era solo un discorso volto a non buttare l'intero testo biblico, perché è sede di ben più alti pensieri. (ribadisco pensieri e non dogmi)

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Ospite Gio 15 Apr 2010 - 12:57

Giovanni 4-23 ha scritto:
mavalà ha scritto:La stessa discussione ho anche con i musulmani. Mi citano versetti romantici e dolci dal Corano, come prova della magnificenza di Allah,.. ma la realtà purtroppo è una altra.[/color]

Il problema è quando una cultura prende in modo asettico un testo e lo erge a sacro.

Io non difendo la Bibbia come libro sacro. Specialmente non difendo il vecchio testamento e nemmeno gli atti.
Mi limito a dire che pur usando il senso critico del quale la natura mi ha dotato non posso fare a meno di provare ammirazione per gran parte dei concetti che sono espressi nei vari vangeli.
E' il lato filosofico che mi colpisce di più, e invito chiunque a non farsi condizionare in un pregiudizio da quello teologico. Vi perdereste veramente uno dei testi più belli che siano stati scritti.
Quindi se ci sono belle parole nel corano, condivisibili, fai tue quelle e rigetta tutto il resto.

Siamo dotati di senso critico? Usiamolo.

testi più belli? scusa un attimo, ma un libro che mi dice che le donne valgono meno che zero rispetto all'uomo e che la natura cosi come gli animali sono stati messi li a disposizione dell'uomo affinchè li sfrutti e li maltratti, sinceramente evito anche di leggermelo! Donne e i testi sacri 879970 ho già scritto, delle discussioni che ho avuto coi credenti, in materia di animali che soffrono e sull'evitare di accudire una creatura di questa Terra, seppur essere vivente, che non sia l'uomo.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Ospite Gio 15 Apr 2010 - 13:02

giovanni ha scritto: ''La religione è solo la ricerca di un senso
profondo della vita.''

il senso profondo della vita eh? quindi questo implica il non rispettare altre vite, al di fuori di quelle degli animali, dei bambini e delle donne? Donne e i testi sacri 620901 e non dimentichiamoci, della discriminazione di coloro che amano persone dello stesso sesso! che vengono condannati senza motivo! Donne e i testi sacri 605417

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Ospite Gio 15 Apr 2010 - 13:15

scusate il triplo post.
a proposito del film Agorà, in uscita nelle sale proprio in questo periodo e a proposito delle donne:

IPAZIA

''Matematica, astronoma e filosofa, come aveva già attestato il padre:
Ipazia aveva tutti i titoli per succedere al padre nell'insegnamento di
queste discipline nella comunità alessandrina, nella tradizione del
glorioso Museo fondato quasi 700 anni prima da Tolomeo
I Soter
. Anche se il vecchio Museo non esisteva più da quando andò
distrutto al tempo della guerra condotta da Aureliano,
la tradizione dell'insegnamento delle scienze mediche e matematica era
però continuata ad Alessandria, mantenendo intatto l'antico prestigio,
come conferma anche Ammiano Marcellino[24], e
Ipazia, già almeno dal 393 era a capo della scuola alessandrina, come ricorda
Sinesio[25],
giunto ad Alessandria da Cirene per seguirvi i suoi corsi.''
------------------------------------------------------------
l'articolo intero e completo, potete trovarlo al seguente link: http://it.wikipedia.org/wiki/Ipazia
------------------------------------------------
e meno male che le donne valgono meno degli uomini. Donne e i testi sacri 605765

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 13:18

Vangelo "apocrfo" di Tommaso :

Simon Pietro disse loro: " Maria deve andare via da noi! Perché le femmine non sono degne della Vita ". Gesù disse: " Ecco, io la guiderò in modo da farne un maschio, affinché ella diventi uno spirito vivo uguale a voi maschi. Poiché ogni femmina che si fa maschio entrerà neI Regno dei cieli ".
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Ospite Gio 15 Apr 2010 - 13:19

mavalà ha scritto:Vangelo "apocrfo" di Tommaso :

Simon Pietro disse loro: " Maria deve andare via da noi! Perché le femmine non sono degne della Vita ". Gesù disse: " Ecco, io la guiderò in modo da farne un maschio, affinché ella diventi uno spirito vivo uguale a voi maschi. Poiché ogni femmina che si fa maschio entrerà neI Regno dei cieli ".
Donne e i testi sacri 62994

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Giovanni 4-23 Gio 15 Apr 2010 - 13:24

Lisa Simpson87 ha scritto:

Testi più belli? scusa un attimo, ma un libro che mi dice che le donne valgono meno che zero rispetto all'uomo....

Mescoli ancora Vecchio testamento, Vangeli e Atti.

Mi riferivo solo ai vangeli.

mavalà ha scritto:Vangelo "apocrfo" di Tommaso :

Vangeli canonici wink..

_________________
Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato MC 2:27
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue1 / 701 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Ospite Gio 15 Apr 2010 - 13:29

se vabbhè.... Donne e i testi sacri 879970 intanto le discriminazioni dei credenti nei confronti dei ''diversi'' (secondo loro) continuano!
leggi un pò il topic che ho aperto su pedofilia e omosessualità. -_-

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 13:30

Giovanni 4-23 ha scritto:
Lisa Simpson87 ha scritto:

Testi più belli? scusa un attimo, ma un libro che mi dice che le donne valgono meno che zero rispetto all'uomo....

Mescoli ancora Vecchio testamento, Vangeli e Atti.

Mi riferivo solo ai vangeli.

mavalà ha scritto:Vangelo "apocrfo" di Tommaso :

Vangeli canonici wink..

heheh lo sapevo che preferisci quelli.. Donne e i testi sacri 23074
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da giulio76 Gio 15 Apr 2010 - 13:30

Blush response ha scritto:
giulio76 ha scritto:
Una piccola provocazione, secondo un pensiero filosofico ateistico la morale non è altro che un prodotto di una evoluzione culturale e sociale, sotto questo punto di vista allora le immagini da te postate sono giustificate dalla morale sociale e culturale che tali paesi hanno sviluppato. Ho sbaglio?

Hai sbaglio. È vero che quanto illustrato dalle foto è il prodotto della morale sociale e culturale di quei Paesi, la quale però è fortemente condizionata ed è stata originata proprio dalle loro religioni. Tali Paesi non a caso si chiamano teocrazie.

E' vero che le loro azioni sono azioni legate ad un attività religiosa (la religione in questo caso diviene un pretesto per fare quello che è più comodo al Male), ma mi spieghi perchè la morale laica debba essere più valida di una religiosa?
Ti faccio un esempio: secondo una morale laica l'aborto non è un omicidio secondo la morale cristiana si.
Perchè la tua morale è più giusta della mia?
Perchè se la morale è frutto dell'evoluzione sociale, quella che ha subito una evoluzione laica dovrebbe essere migliore di quella che ha subito un'evoluzione cattolica, cristiana mussulmana, ebraica induista ecc....?
giulio76
giulio76
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1439
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue0 / 700 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 13:35

anzi perchè non li chiamiamo vangeli di Innocenzo?..Visto che è stata lui a selezionare quelli 4 vangeli è di elliminare i altri.. Donne e i testi sacri 23074


Ultima modifica di mavalà il Gio 15 Apr 2010 - 14:13 - modificato 1 volta.
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da giulio76 Gio 15 Apr 2010 - 13:49

Lisa Simpson87 ha scritto:
testi più belli? scusa un attimo, ma un libro che mi dice che le donne valgono meno che zero rispetto all'uomo e che la natura cosi come gli animali sono stati messi li a disposizione dell'uomo affinchè li sfrutti e li maltratti, sinceramente evito anche di leggermelo! Donne e i testi sacri 879970 ho già scritto, delle discussioni che ho avuto coi credenti, in materia di animali che soffrono e sull'evitare di accudire una creatura di questa Terra, seppur essere vivente, che non sia l'uomo.

Beata ignoranza! certamente sarà difficile scardinare dalla testa così tanta disinformazione e conoscere veramente Dio con questi preconcetti.
Dico solo questa cosa per chiarire ciò che ha scritto Paolo sulla donna. Quando si leggono le lettere paoline si deve sempre pensare che lui scriveva ad una comunità cristiana e come se oggi un Vescovo scrivesse alla parocchia che guida. Il Vescovo è un pastore e dentro le comunità deve dare anche delle direttive dolorose a volte ma per il bene della comunità. Ora Paolo scrive ad una comunità che ha avuto diversi disordini interni, dovuti sicuramente a delle baruffe interne a dei litigi probabilmente scaturiti tra gli uomini che guardavano la donna di qualcun altro o dovuta alla civetteria di qualche moglie. E da pastore come è, deve dare degli ordini perchè la comunità non abbia problemi. Quindi impartisce l'ordine alle donne di coprirsi il capo, che tradotto in tempi moderni significa di dire alle donne di non entrare in chiesa con la minigonna o le spalle scoperte. Di questi passi se ne fa un uso strumentale e fazioso senza capire cosa efettivamente voglia significare.
giulio76
giulio76
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1439
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue0 / 700 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Bluntman Gio 15 Apr 2010 - 14:00

giulio76 ha scritto:
Beata ignoranza! certamente sarà difficile scardinare dalla testa così tanta disinformazione e conoscere veramente Dio con questi preconcetti.
Dico solo questa cosa per chiarire ciò che ha scritto Paolo sulla donna. Quando si leggono le lettere paoline si deve sempre pensare che lui scriveva ad una comunità cristiana e come se oggi un Vescovo scrivesse alla parocchia che guida. Il Vescovo è un pastore e dentro le comunità deve dare anche delle direttive dolorose a volte ma per il bene della comunità. Ora Paolo scrive ad una comunità che ha avuto diversi disordini interni, dovuti sicuramente a delle baruffe interne a dei litigi probabilmente scaturiti tra gli uomini che guardavano la donna di qualcun altro o dovuta alla civetteria di qualche moglie. E da pastore come è, deve dare degli ordini perchè la comunità non abbia problemi. Quindi impartisce l'ordine alle donne di coprirsi il capo, che tradotto in tempi moderni significa di dire alle donne di non entrare in chiesa con la minigonna o le spalle scoperte. Di questi passi se ne fa un uso strumentale e fazioso senza capire cosa efettivamente voglia significare.

Scusa eh, però allora, da buon cristiano, Paolo avrebbe dovuto dire agli uomini di cavarsi gli occhi, non di coprire le donne.

_________________
"la luna nera che si fonde con la notte, come una domanda che confonde le risposte, traccia rotte corrotte come la carne dall'anima, si affaccia nel buio di parole nascoste dalla patina. Qualche stella pattina poi scivola dietro a una nuvola di pece che la stritola. Io non la sento ma so che grida stridula... Ma non ti ascolto più, piccola, perché ti taglio frasi come una virgola..."
Bluntman
Bluntman
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 239
Età : 39
Località : Fribourg
Occupazione/Hobby : rappero
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue0 / 700 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 03.12.08

http://www.myspace.com/labatoir

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 14:05

...beata ignoranza

PS: Lisa..

L' offesa è tale, quando viene detto da una persona che stimi e che si trova almeno al Tuo stesso livello culturale e intellettuale..il resto è solo piscia di gatto..al massimo puzza Donne e i testi sacri 23074
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Phoenix Gio 15 Apr 2010 - 14:10

giulio76 ha scritto:
Lisa Simpson87 ha scritto:
testi più belli? scusa un attimo, ma un libro che mi dice che le donne valgono meno che zero rispetto all'uomo e che la natura cosi come gli animali sono stati messi li a disposizione dell'uomo affinchè li sfrutti e li maltratti, sinceramente evito anche di leggermelo! Donne e i testi sacri 879970 ho già scritto, delle discussioni che ho avuto coi credenti, in materia di animali che soffrono e sull'evitare di accudire una creatura di questa Terra, seppur essere vivente, che non sia l'uomo.

Beata ignoranza! certamente sarà difficile scardinare dalla testa così tanta disinformazione e conoscere veramente Dio con questi preconcetti.
Dico solo questa cosa per chiarire ciò che ha scritto Paolo sulla donna. Quando si leggono le lettere paoline si deve sempre pensare che lui scriveva ad una comunità cristiana e come se oggi un Vescovo scrivesse alla parocchia che guida. Il Vescovo è un pastore e dentro le comunità deve dare anche delle direttive dolorose a volte ma per il bene della comunità. Ora Paolo scrive ad una comunità che ha avuto diversi disordini interni, dovuti sicuramente a delle baruffe interne a dei litigi probabilmente scaturiti tra gli uomini che guardavano la donna di qualcun altro o dovuta alla civetteria di qualche moglie. E da pastore come è, deve dare degli ordini perchè la comunità non abbia problemi. Quindi impartisce l'ordine alle donne di coprirsi il capo, che tradotto in tempi moderni significa di dire alle donne di non entrare in chiesa con la minigonna o le spalle scoperte. Di questi passi se ne fa un uso strumentale e fazioso senza capire cosa efettivamente voglia significare.
ho cavolo che fortuna è io pensavo che i testi nella Bibbia eranno ispirati da Dio. Donne e i testi sacri 315697
Invece Paolo era solo un vecchio stupido che non sapeva esprimersi...e che sparava caz...
Phoenix
Phoenix
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2056
Età : 51
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.10

https://twitter.com/PhoenixEclipse1

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da giulio76 Gio 15 Apr 2010 - 14:18

mavalà ha scritto:
...beata ignoranza

PS: Lisa..

L' offesa è tale, quando viene detto da una persona che stimi e che si trova al Tuo stesso livello culturale e intellettuale..il resto è solo piscia di gatto..al massimo puzza Donne e i testi sacri 23074

Infatti non è un'offessa alla sua cultura generale che non conosco, ma un pò a tutto quello che ho letto sui post, malauguratamente ho beccato lei, ma niente di personale.
Ogni tanto bisognerebbe leggere qualcosa di diverso dai soliti siti anticristiani che si trovano in giro per internet, magari avere un confronto serio con chi ci crede veramente e non da credenti delle feste comandate.
P.S. anche io mi ritengo ignorante in materia ma più informato sicuramente. Tutto il resto è cacca di cane Donne e i testi sacri 977956
giulio76
giulio76
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1439
SCALA DI DAWKINS :
Donne e i testi sacri Left_bar_bleue0 / 700 / 70Donne e i testi sacri Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Donne e i testi sacri Empty Re: Donne e i testi sacri

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.