Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Cristianesimo.....che delusione!!

+11
Rasputin
Multiverso
PaperJack
Cosworth117
delfi68
nellolo
Roberto84
AteoCorporation
Tomhet
silvio
Paolo
15 partecipanti

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Gio 12 Apr 2012 - 21:24

Io non ho mai approfondito e analizzato i vari valori e principi cristiani. Da quando frequento questo forum, poco più di due anni, ho avuto modo di sapere e capire molte cose che non mi ero mai preoccupato di approfondire. E ...che delusione boxed boxed .

Per prima cosa ho cercato di capire come un cristiano riesce a coniugare l'idea di un dio amoroso e misericordioso con la sofferenza che alcune persone assolutamente innocenti, ovvero i bambini, a volte vengono colpiti da eventi o malattie che li fa soffrire per poi mandarli in contro a morte certa. Nessuno mi ha mai detto niente di accettabile. Il massimo è stato quello di tirare in ballo il famoso "peccato originale", e il libero arbitrio. Poi, visto che nemmeno il più convinto credente riesce a sostenerlo ti tirano furori l'asso nella manica: "disegno imperscrutabile di dio" e poi tanto andranno in paradiso. Ma questi qui non hanno dei figli? Non auguro a nessuno che si possano ammalare però.......che delusione boxed

Poi ho cercato di capire come fosse possibile per un credente sostenere la creazione, per di più nei tempi e nelle modalità come scritto nelle scritture, nonostante in un qualunque museo di scienze naturali trovi milioni di reperti che dimostrano in modo inequivocabile che le cose non sono andate così. Per tutta risposta ti dicono che la teoria, che poi teoria non è più, evoluzionistica è mancate di questo o quell'anello, che le ossa o i peli, cazzate su cazzate........ che delusione boxed

Nel discutere poi circa l'universo, nel far presente ad un credente che sia molto difficile pensare che il loro buon dio abbia creato centomila miliardi di miliardi di stelle, con tutti i pianeti connessi, buchi neri, stelle di ogni tipo e forse una massa nera che potrebbe superare la già incredibilmente già spaventosamente enorme delle stelle, per poi metterci su di un insignificante pianetino l'uomo solo perchè lo adori e canti le sue lodi, è del tutto insostenibile. Per tutta risposta il cristiano ti dice che è un "disegno imperscrutabile di dio" e l'uomo non può capirlo. In parole povere lui fa quel cazzo che vuole e tu non sei nessuno per capire .......che delusione boxed

Ho cercato poi di capire su cosa si fondi la morale cristiana. E qui ti ti tirano fuori il loro pezzo forte: ama il prossimo tuo come te stesso, con tutte le relative varianti. Io faccio però presente che, oltre essere un principio assolutamente inattuabile, si basa poi su un presupposto inaccettabile: che l'amore, il più nobile dei sentimenti, sia "on demand" ovvero che si possa esternare a richiesta o a imposizione. Ama ! Imperativo. E poi, l'amore è tutta un'altra cosa. E chi è, o è stato innamorato lo sa. Chi ha dei figli lo sa!! Svilire così l'amore ....... che delusione boxed

Ma la cosa che mi ha più sconcertato è stato quello di scoprire adesso a 57 anni (sarò io che sono scemo ma non lo sapevo !! mgreen ) che Cristo si sarebbe sacrificato sulla croce per mondare i peccati del mondo!! Giuro che non ci credo ancora adesso. Pensare che una religione che per quassi duemila anni ha condizionato la nostra cultura e il nostro modo di vivere, quanto meno dell'occidente, si fonda su una cazzata cosi ha dell'incredibile. Inoltre chi conosce bene le scritture mi ha confermato che non risulta da nessuna parte il fatto che Cristo abbia mai detto di voler essere il capro espiatorio, o cose simili, e tanto meno, nessun altro lo dice. E poi pensare che la morte di una persona sia un evento purificate ........che delusione boxed

Behh forse altri qui avranno avuto la loro "delusione" .A me le mie sono già sufficienti per dire che ......che cazzata !! E poi mi sono limitato, perchè ne potrei scrivere tante altre di delusioni, ma sarebbe tedioso wink..

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da silvio Gio 12 Apr 2012 - 23:09

A volte mi chiedo se noi tutti in fondo speriamo oppure abbiamo veramente sperato in un Dio Padre e Misericordioso, o in un Gesù che ci desse conforto.

Poi delusi dal silenzio, dalla dura realtà del mondo, dallo sconcerto, e via dicendo, abbiamo dovuto ammettere a noi stessi che oltre alla nostra esistenza temporanea fatta di carne non ci sia nulla su cui sperare.

La delusione è una amara conclusione, siamo pezzi di carne e ossa in un mondo ostile, freddo, e Dei che vivono solo nel nostro desiderio, in un intermundia, disinteressati alle cose, a noi, a tutto.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da silvio Gio 12 Apr 2012 - 23:13

A tal proposito feci il corso prematrimoniale in parrocchia, alla fine ci diedero un questionario, dove alla fine c'era la domanda: dopo questo corso senti più vicino l'amore di Dio ? rimasi sconcertato e risposi, io non sento proprio Dio, dove è ? Chi lo conosce ?

Mi chiedo il prete che cosa ha pensato.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Tomhet Gio 12 Apr 2012 - 23:13

Il cristianesimo è la prova vivente di come sia facile attaccarsi alle illusioni quando ci si fa l'abitudine, volenti o nolenti. E che illusioni poi, roba che neanche l'immaginazione dei bambini può produrre, oltre alla delusione è anche abbastanza patetica la cosa.
Un movimento che oggi nonostante tutto sopravvive, in un modo o nell'altro ma che per fortuna sembra in crisi nera.
Speriamo bene. bounce

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Gio 12 Apr 2012 - 23:23

La vera delusione, almeno per me, è capire che le basi su cui si fonda il credo cristiano sono a dir poco ridicole, se non fosse per i danni che ha provocato. E' logico che sia colpa di chi ci abbocca, però la mia sorpresa è vedere come su questioni assolutamente improponibili o del tutto risibili, si fonda addirittura uno stato ed esistono università che studiano teologia!! Più ci penso e meno mi capacito come possa essere così.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da silvio Gio 12 Apr 2012 - 23:32

Alla base c'è la disperazione, la disperazione esistenziale, così si spera, ci si attacca a tutto pur di avere una speranza, poi la cosa viene sfruttata ma questa è un'altra storia.

A me in certi momenti difficili è capitato di pensare, Dio Aiutami, ti prego, è umano, molto umano.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da AteoCorporation Ven 13 Apr 2012 - 10:13

Cristianesimo.....che delusione!! 52447411

_________________
Francesco Avella, esponente dell'Esistenzialismo Ateo.
Autore del romanzo
Una Mente Senza Dio e del pamphlet polemico FIERO DI
ESSERE ERETICO!
con prefazione a cura dello scrittore Ennio Montesi.
Scrive articoli per l'Associazione UAER - Unione Atei Emancipati Razionalisti.


Cristianesimo.....che delusione!! Banner_Una_Mente_Senza_Dio
AteoCorporation
AteoCorporation
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1062
Età : 33
Occupazione/Hobby : Scrittore, esponente dell'Axteismo e sostenitore dell'Ateologia.
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 12.05.10

http://ateocorporation.webnode.it/

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Roberto84 Ven 13 Apr 2012 - 12:22

Paolo bel post ok

la cosa che mis concerta è che il tuo ragionamento non fa una piega, ma nemmeno una. Mi chiedo perchè non comincino a farlo tutti.

_________________
IL MIO BLOGhttp://ateo-libero.blogspot.it/
Roberto84
Roberto84
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 40
Età : 38
Località : Assemini
Occupazione/Hobby : Studente universitario, modellismo, musica
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.04.12

http://ateo-libero.blogspot.it/

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Ven 13 Apr 2012 - 13:10

Ti ringrazio Roby. Abbiamo sempre discusso molto sul perchè le persone siano credenti, ma molto poco sui contenuti. Ho perciò iniziato a valutare non tanto perchè ma il cosa. E, come ho espresso, è stata una vera delusione.

Potrà sembrare strano ma fino ad oggi non mi ero mai soffermato a "pesare" i contenuti della dottrina cristiana in quanto, per la verità, la conosco in modo superficiale. Il fatto qui di discuterne mi ha permesso di capire l' inconsistenza dei valori e dei principi su cui si fonda la fede cristiana. Mi convinco ancora una volta di più che è del tutto inutile dibattere su tali argomenti,... siamo nel mondo della fantasia!!

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da nellolo Ven 13 Apr 2012 - 14:57

delusione... non tanto per la teoria, della quale non mi frega più che della bella addormentata della favola, semmai delusione per un genere umano così coglione... e questo sarebbe il meglio che dio è riuscito a fare? ma mi faccia il piacere....

_________________
Nello - Lo champagne in caso di vittoria è opportuno, in caso di sconfitta è necessario (W.Churchill)
nellolo
nellolo
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1297
Età : 60
Località : Ragusa
Occupazione/Hobby : dirigente ufficio pubblico
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.05.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da delfi68 Ven 13 Apr 2012 - 15:24

A volte mi chiedo se noi tutti in fondo speriamo oppure abbiamo veramente sperato in un Dio Padre e Misericordioso, o in un Gesù che ci desse conforto.


Read more: http://atei.forumitalian.com/t4038-cristianesimoche-delusione#ixzz1rvXCA0UA

io sono diventato ateo, solo e quando ho veramente cercato dio..quando ne ho avuto veramente bisogno mi ci sono attaccato, e appena mi ci sono attaccato ho dovuto e voluto sapere a cosa mi attaccavo.

Più ho cercato dio, più sono finito lontano da dio, come dio abramitico prima e come dio assoluto poi..

Ma vi confesso che no ho mai smesso di cercare dio..anche se ad oggi, non solo non l'ho trovato, ma mi preoccupa perfino di che razza dio potrei rischiare di scoprire..

Se c'è una cosa che ho da subito odiato, nella ricerca di dio, è stata la scienza, la matematica, la logica..tutti modelli che, insensibili del mio dolore e della mia speranza, mi sbattevano in faccia delle orrende verità..

Posso dirlo?..odio la scienza e la matematica, che insensibile e senza cuore, non tiene conto delle mie speranze. Ma non posso non ammettere che la scienza e la matematica mi parla e mi spiega in modo oggettivo. Assegnandosi i suoi limiti, certo..ma entro i limiti della scienza le risposte che essa da, sono grandemente sufficienti a darmi molte più prove e spiegazioni sulla natura e sulla vita. Risposte che non coincidono per nulla con le mie aspettative e speranze, ma delle quali non trovo nessuna contraddizione.

Le risposte della teologia sono fin troppo accondiscendenti con le mie richieste e speranze, la teologia e le dottrine mistiche in generale, sono cosi viscidamente disponibili a darmi ragioni e speranze che mi sembra di aver a che fare con il gentilissimo prestasoldi che non vede l'ora di farmi firmare la cambiale.

Non è più importante per me, il mio mondo, ma ho accettato di fare parte del mondo che mio non è, ma di cui faccio parte. Secondo le sue regole, non le mie.

Sarei stato moolto più felice a trovare tracce di dio, avrei molti meno problemi ad accettare lo scorrere del tempo, ad affrontare i sacrifici impostomi dagli altri, più potenti di me, accetterei con serenità la morte di chiunque..

Capisco i credenti che ci odiano, che odiano la scienza, che odiano la razionalità della logica scientifica e che impongono delle previsioni alle osservazioni per validare una teoria..gli roviniamo il sogno più bello, quello dell'illusione, della pace interiore..il sogno che non li fa mai sentire egoisti, ingiusti, cattivi..un sogno che li assolve e li salva!

Ma poi..adesso che mi sono abituato a non essere l'attore principale della vita, ma una semplice comparsa nel cosmo, inizio a calmarmi e ad osservare il caleidoscopio di colori, suoni, emozioni e cose incredibili che stanno sul palco del mondo..

Poi muoio. Mi dispiace davvero, anche quando mi sento poco bene ricordo a me stesso che sta arrivando l'ora di mollare, e mi girano le palle..vorrei poter gridare a qualcuno lassù: "oh!! cazzo basta scherzi tirami su..abbiamo scherzato, salvami.."

Ma poi tutto ciò sarebbe cosi ridicolo, e oltre a morire, dovrei subire anche l'onta della vigliaccheria e della pavidità..macchecazzo, io quando muoio, voglio morire a testa alta..


Ultima modifica di delfi68 il Ven 13 Apr 2012 - 16:37 - modificato 1 volta.
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da nellolo Ven 13 Apr 2012 - 15:47

Delfi, sono sempre più curioso di conoscerti Cristianesimo.....che delusione!! 605765

_________________
Nello - Lo champagne in caso di vittoria è opportuno, in caso di sconfitta è necessario (W.Churchill)
nellolo
nellolo
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1297
Età : 60
Località : Ragusa
Occupazione/Hobby : dirigente ufficio pubblico
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.05.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da delfi68 Ven 13 Apr 2012 - 16:36

..per un mesetto sto a milano, poi vado a Belgrado e paro la trattoria "Rugantino"!!
E mi trasferisco li..sembra che abbiamo deciso finalmente per il nostro futuro..

Ci vieni??? ok
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da nellolo Ven 13 Apr 2012 - 16:48

il 9 e 10 maggio sono a Pavia per accertamenti medici, vado e torno da Linate, chissà che non ci si veda per un caffè... per Belgrado sinceramente non sono entusiasta, se mi avessi proposto un'altra meta ci avrei almeno pensato... comunque può far sempre comodo avere un buon posto dove mangiare a Belgrado Cristianesimo.....che delusione!! 23074 ti scrivo un MP

_________________
Nello - Lo champagne in caso di vittoria è opportuno, in caso di sconfitta è necessario (W.Churchill)
nellolo
nellolo
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1297
Età : 60
Località : Ragusa
Occupazione/Hobby : dirigente ufficio pubblico
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.05.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da silvio Ven 13 Apr 2012 - 19:27

[quote="delfi68"]

io sono diventato ateo, solo e quando ho veramente cercato dio..quando ne ho avuto veramente bisogno mi ci sono attaccato, e appena mi ci sono attaccato ho dovuto e voluto sapere a cosa mi attaccavo.

Più ho cercato dio, più sono finito lontano da dio, come dio abramitico prima e come dio assoluto poi..

Ma vi confesso che no ho mai smesso di cercare dio..anche se ad oggi, non solo non l'ho trovato, ma mi preoccupa perfino di che razza dio potrei rischiare di scoprire..

Se c'è una cosa che ho da subito odiato, nella ricerca di dio, è stata la scienza, la matematica, la logica..tutti modelli che, insensibili del mio dolore e della mia speranza, mi sbattevano in faccia delle orrende verità..

Posso dirlo?..odio la scienza e la matematica, che insensibile e senza cuore, non tiene conto delle mie speranze. Ma non posso non ammettere che la scienza e la matematica mi parla e mi spiega in modo oggettivo. Assegnandosi i suoi limiti, certo..ma entro i limiti della scienza le risposte che essa da, sono grandemente sufficienti a darmi molte più prove e spiegazioni sulla natura e sulla vita. Risposte che non coincidono per nulla con le mie aspettative e speranze, ma delle quali non trovo nessuna contraddizione.

Le risposte della teologia sono fin troppo accondiscendenti con le mie richieste e speranze, la teologia e le dottrine mistiche in generale, sono cosi viscidamente disponibili a darmi ragioni e speranze che mi sembra di aver a che fare con il gentilissimo prestasoldi che non vede l'ora di farmi firmare la cambiale.

Non è più importante per me, il mio mondo, ma ho accettato di fare parte del mondo che mio non è, ma di cui faccio parte. Secondo le sue regole, non le mie.

Sarei stato moolto più felice a trovare tracce di dio, avrei molti meno problemi ad accettare lo scorrere del tempo, ad affrontare i sacrifici impostomi dagli altri, più potenti di me, accetterei con serenità la morte di chiunque..

Capisco i credenti che ci odiano, che odiano la scienza, che odiano la razionalità della logica scientifica e che impongono delle previsioni alle osservazioni per validare una teoria..gli roviniamo il sogno più bello, quello dell'illusione, della pace interiore..il sogno che non li fa mai sentire egoisti, ingiusti, cattivi..un sogno che li assolve e li salva!

Ma poi..adesso che mi sono abituato a non essere l'attore principale della vita, ma una semplice comparsa nel cosmo, inizio a calmarmi e ad osservare il caleidoscopio di colori, suoni, emozioni e cose incredibili che stanno sul palco del mondo..

Poi muoio. Mi dispiace davvero, anche quando mi sento poco bene ricordo a me stesso che sta arrivando l'ora di mollare, e mi girano le palle..vorrei poter gridare a qualcuno lassù: "oh!! cazzo basta scherzi tirami su..abbiamo scherzato, salvami.."

Ma poi tutto ciò sarebbe cosi ridicolo, e oltre a morire, dovrei subire anche l'onta della vigliaccheria e della pavidità..macchecazzo, io quando muoio, voglio morire a testa alta..

Quoto tutto, infatti quando ti inseguono per ammazzarti, quando tuo figlio è malato, quando sei solo in una cella che le guardie ti hanno gonfiato, quando non sai come pagare i debiti, quando stai male, chiami Dio, chiami tutto, ma è silenzio, solo silenzio.
Però qualche essere umano lo trovi a volte che ti risponde e ti da una mano, come tu se puoi la dai volentieri.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Ven 13 Apr 2012 - 23:00

Behh Silvio è sicuramente umano. Io però mi sono trovato più volte nella merda e l'ultima cosa che mi è venuta in mente è chiamare un qualche dio. Mi sono sempre arrangiato da solo e con le mie forze, consapevole che sono le uniche su cui puoi fare affidamento!

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Cosworth117 Ven 13 Apr 2012 - 23:52

Paolo ha scritto:Per prima cosa ho cercato di capire come un cristiano riesce a coniugare l'idea di un dio amoroso e misericordioso con la sofferenza che alcune persone assolutamente innocenti, ovvero i bambini, a volte vengono colpiti da eventi o malattie che li fa soffrire per poi mandarli in contro a morte certa. Nessuno mi ha mai detto niente di accettabile. Il massimo è stato quello di tirare in ballo il famoso "peccato originale", e il libero arbitrio. Poi, visto che nemmeno il più convinto credente riesce a sostenerlo ti tirano furori l'asso nella manica: "disegno imperscrutabile di dio" e poi tanto andranno in paradiso. Ma questi qui non hanno dei figli? Non auguro a nessuno che si possano ammalare però.......che delusione boxed

Vuoi mettere una malattia con il paradiso? Loro sono privilegiati perchè Dio li mette alla prova, ma la loro ricompensa sarà ancora più grande.

Paolo ha scritto:Poi ho cercato di capire come fosse possibile per un credente sostenere la creazione, per di più nei tempi e nelle modalità come scritto nelle scritture, nonostante in un qualunque museo di scienze naturali trovi milioni di reperti che dimostrano in modo inequivocabile che le cose non sono andate così. Per tutta risposta ti dicono che la teoria, che poi teoria non è più, evoluzionistica è mancate di questo o quell'anello, che le ossa o i peli, cazzate su cazzate........ che delusione boxed

Attraverso l'evoluzione, Dio ha realizzato la sua più grande opera.

Paolo ha scritto:Nel discutere poi circa l'universo, nel far presente ad un credente che sia molto difficile pensare che il loro buon dio abbia creato centomila miliardi di miliardi di stelle, con tutti i pianeti connessi, buchi neri, stelle di ogni tipo e forse una massa nera che potrebbe superare la già incredibilmente già spaventosamente enorme delle stelle, per poi metterci su di un insignificante pianetino l'uomo solo perchè lo adori e canti le sue lodi, è del tutto insostenibile. Per tutta risposta il cristiano ti dice che è un "disegno imperscrutabile di dio" e l'uomo non può capirlo. In parole povere lui fa quel cazzo che vuole e tu non sei nessuno per capire .......che delusione boxed

L'Universo è stato creato per noi. Di conseguenza anche le stelle. Le stelle sono le luci che illuminano la Terra, l'opera di Dio.

Paolo ha scritto:Ho cercato poi di capire su cosa si fondi la morale cristiana. E qui ti ti tirano fuori il loro pezzo forte: ama il prossimo tuo come te stesso, con tutte le relative varianti. Io faccio però presente che, oltre essere un principio assolutamente inattuabile, si basa poi su un presupposto inaccettabile: che l'amore, il più nobile dei sentimenti, sia "on demand" ovvero che si possa esternare a richiesta o a imposizione. Ama ! Imperativo. E poi, l'amore è tutta un'altra cosa. E chi è, o è stato innamorato lo sa. Chi ha dei figli lo sa!! Svilire così l'amore ....... che delusione boxed

L'amore non esclude diversi livelli di amore. Quello di cui parla la Bibbia è il livello base.

Paolo ha scritto:Ma la cosa che mi ha più sconcertato è stato quello di scoprire adesso a 57 anni (sarò io che sono scemo ma non lo sapevo !! mgreen ) che Cristo si sarebbe sacrificato sulla croce per mondare i peccati del mondo!! Giuro che non ci credo ancora adesso. Pensare che una religione che per quassi duemila anni ha condizionato la nostra cultura e il nostro modo di vivere, quanto meno dell'occidente, si fonda su una cazzata cosi ha dell'incredibile. Inoltre chi conosce bene le scritture mi ha confermato che non risulta da nessuna parte il fatto che Cristo abbia mai detto di voler essere il capro espiatorio, o cose simili, e tanto meno, nessun altro lo dice. E poi pensare che la morte di una persona sia un evento purificate ........che delusione boxed

Si è sacrificato per la nostra tendenza nel compiere il male (Peccato originale). Come vedete, il male è diminuito da quando è morto Lui, dovremmo ringraziarlo. E Voi cosa fate? eeeeeeek

Paolo ha scritto:Behh forse altri qui avranno avuto la loro "delusione" .A me le mie sono già sufficienti per dire che ......che cazzata !! E poi mi sono limitato, perchè ne potrei scrivere tante altre di delusioni, ma sarebbe tedioso wink..

È solo la Tua opinione. Dio ti ama lo stesso. Gesù è morto per tollerare quelli come Te.

Siete ancora in tempo per Salvarvi! balla



lookaround

_________________
"Le cose che sono incurvate non hanno bisogno di archi; le cose che sono diritte non hanno bisogno di righe; le cose che sono rotonde non hanno bisogno di compassi; le cose che sono rettangolari non hanno bisogno di squadre; le cose che si incollano non hanno bisogno di colla; le cose che vanno insieme non hanno bisogno di corde”

Chuang-Tzu
Cosworth117
Cosworth117
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 9154
Età : 29
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Essere sempre in minoranza
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 04.09.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da silvio Sab 14 Apr 2012 - 0:49

Paolo ha scritto:



Behh Silvio è sicuramente umano. Io però mi sono trovato più volte nella merda e l'ultima cosa che mi è venuta in mente è chiamare un qualche dio. Mi sono sempre arrangiato da solo e con le mie forze, consapevole che sono le uniche su cui puoi fare affidamento!

Il cristiano risponde aiutati che dio ti aiuta, altra cazzata immane.
Certo è così, solo su noi stessi e su altri esseri umani possiamo contare, tu sei una persona forte, ma non tutti hanno la stessa tempra, a volte si cede.

silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Sab 14 Apr 2012 - 8:27

Cosworth117 ha scritto:
Paolo ha scritto:Per prima cosa ho cercato di capire come un cristiano riesce a coniugare l'idea di un dio amoroso e misericordioso con la sofferenza che alcune persone assolutamente innocenti, ovvero i bambini, a volte vengono colpiti da eventi o malattie che li fa soffrire per poi mandarli in contro a morte certa. Nessuno mi ha mai detto niente di accettabile. Il massimo è stato quello di tirare in ballo il famoso "peccato originale", e il libero arbitrio. Poi, visto che nemmeno il più convinto credente riesce a sostenerlo ti tirano furori l'asso nella manica: "disegno imperscrutabile di dio" e poi tanto andranno in paradiso. Ma questi qui non hanno dei figli? Non auguro a nessuno che si possano ammalare però.......che delusione boxed

Vuoi mettere una malattia con il paradiso? Loro sono privilegiati perchè Dio li mette alla prova, ma la loro ricompensa sarà ancora più grande.

Paolo ha scritto:Poi ho cercato di capire come fosse possibile per un credente sostenere la creazione, per di più nei tempi e nelle modalità come scritto nelle scritture, nonostante in un qualunque museo di scienze naturali trovi milioni di reperti che dimostrano in modo inequivocabile che le cose non sono andate così. Per tutta risposta ti dicono che la teoria, che poi teoria non è più, evoluzionistica è mancate di questo o quell'anello, che le ossa o i peli, cazzate su cazzate........ che delusione boxed

Attraverso l'evoluzione, Dio ha realizzato la sua più grande opera.

Paolo ha scritto:Nel discutere poi circa l'universo, nel far presente ad un credente che sia molto difficile pensare che il loro buon dio abbia creato centomila miliardi di miliardi di stelle, con tutti i pianeti connessi, buchi neri, stelle di ogni tipo e forse una massa nera che potrebbe superare la già incredibilmente già spaventosamente enorme delle stelle, per poi metterci su di un insignificante pianetino l'uomo solo perchè lo adori e canti le sue lodi, è del tutto insostenibile. Per tutta risposta il cristiano ti dice che è un "disegno imperscrutabile di dio" e l'uomo non può capirlo. In parole povere lui fa quel cazzo che vuole e tu non sei nessuno per capire .......che delusione boxed

L'Universo è stato creato per noi. Di conseguenza anche le stelle. Le stelle sono le luci che illuminano la Terra, l'opera di Dio.

Paolo ha scritto:Ho cercato poi di capire su cosa si fondi la morale cristiana. E qui ti ti tirano fuori il loro pezzo forte: ama il prossimo tuo come te stesso, con tutte le relative varianti. Io faccio però presente che, oltre essere un principio assolutamente inattuabile, si basa poi su un presupposto inaccettabile: che l'amore, il più nobile dei sentimenti, sia "on demand" ovvero che si possa esternare a richiesta o a imposizione. Ama ! Imperativo. E poi, l'amore è tutta un'altra cosa. E chi è, o è stato innamorato lo sa. Chi ha dei figli lo sa!! Svilire così l'amore ....... che delusione boxed

L'amore non esclude diversi livelli di amore. Quello di cui parla la Bibbia è il livello base.

Paolo ha scritto:Ma la cosa che mi ha più sconcertato è stato quello di scoprire adesso a 57 anni (sarò io che sono scemo ma non lo sapevo !! mgreen ) che Cristo si sarebbe sacrificato sulla croce per mondare i peccati del mondo!! Giuro che non ci credo ancora adesso. Pensare che una religione che per quassi duemila anni ha condizionato la nostra cultura e il nostro modo di vivere, quanto meno dell'occidente, si fonda su una cazzata cosi ha dell'incredibile. Inoltre chi conosce bene le scritture mi ha confermato che non risulta da nessuna parte il fatto che Cristo abbia mai detto di voler essere il capro espiatorio, o cose simili, e tanto meno, nessun altro lo dice. E poi pensare che la morte di una persona sia un evento purificate ........che delusione boxed

Si è sacrificato per la nostra tendenza nel compiere il male (Peccato originale). Come vedete, il male è diminuito da quando è morto Lui, dovremmo ringraziarlo. E Voi cosa fate? eeeeeeek

Paolo ha scritto:Behh forse altri qui avranno avuto la loro "delusione" .A me le mie sono già sufficienti per dire che ......che cazzata !! E poi mi sono limitato, perchè ne potrei scrivere tante altre di delusioni, ma sarebbe tedioso wink..

È solo la Tua opinione. Dio ti ama lo stesso. Gesù è morto per tollerare quelli come Te.

Siete ancora in tempo per Salvarvi! balla



lookaround

Grazie Padre Cosworth! Le tue sono state parole preziose e mi hanno fatto aprire gli occhi !! Finalmente vedo la verità infondo al mio cuore Royales

Ma tu Padre di che parrocchia sei?

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Cosworth117 Sab 14 Apr 2012 - 9:16

Paolo ha scritto:Grazie Padre Cosworth! Le tue sono state parole preziose e mi hanno fatto aprire gli occhi !! Finalmente vedo la verità infondo al mio cuore Royales

Ma tu Padre di che parrocchia sei?

Mi fa piacere caro Paolo. Di che parrocchia? Ehm... Io... Viaggio. lookaround Sono missionario. Ma vieni...

_________________
"Le cose che sono incurvate non hanno bisogno di archi; le cose che sono diritte non hanno bisogno di righe; le cose che sono rotonde non hanno bisogno di compassi; le cose che sono rettangolari non hanno bisogno di squadre; le cose che si incollano non hanno bisogno di colla; le cose che vanno insieme non hanno bisogno di corde”

Chuang-Tzu
Cosworth117
Cosworth117
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 9154
Età : 29
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Essere sempre in minoranza
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 04.09.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da PaperJack Sab 14 Apr 2012 - 17:38

Più imparo sul mondo, le scienze, arte, filosofia, e più mi è difficile capire le persone religiose, e più mi rendo conto di quanto siano idiote.

_________________
Cristianesimo.....che delusione!! 1324208072005
PaperJack
PaperJack
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 271
Età : 29
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 08.03.12

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da nellolo Sab 14 Apr 2012 - 18:10

Cristianesimo.....che delusione!! 680230

_________________
Nello - Lo champagne in caso di vittoria è opportuno, in caso di sconfitta è necessario (W.Churchill)
nellolo
nellolo
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1297
Età : 60
Località : Ragusa
Occupazione/Hobby : dirigente ufficio pubblico
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.05.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Sab 14 Apr 2012 - 18:21

nellolo ha scritto:Cristianesimo.....che delusione!! 680230

Ehhh nello dalle nostre parti dicono che saresti " té set en bel lasaù" ...tradotto: sei un bel lazzarone !! Ti metti sempre a ruota, sei simpatico, approvi ...ma fai fare il lavoro agli altri. Ma tu??? Mai !! mgreen mgreen mgreen

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da nellolo Sab 14 Apr 2012 - 18:27

Paolo, mai preteso di essere simpatico nè lo penso, e mi pare di aver scritto parecchie volte, la tua accusa mi sembra ingiustificata; in ogni caso, ognuno fa del forum l'uso che preferisce, c'è chi scrive poemi e chi magari legge senza scrivere mai, o ci sono regole ed evangelizzazioni anche qui?

_________________
Nello - Lo champagne in caso di vittoria è opportuno, in caso di sconfitta è necessario (W.Churchill)
nellolo
nellolo
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1297
Età : 60
Località : Ragusa
Occupazione/Hobby : dirigente ufficio pubblico
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.05.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Sab 14 Apr 2012 - 18:44

Noo nello la mia era solo una battuta!!! Mi dispiace se l'hai capita male!!!! Non era certo una critica ..anzi ci scherzavo sopra. ho messo apposta tre faccine per non essere frainteso, ma.... behh mi dispiace.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da nellolo Sab 14 Apr 2012 - 19:04

Cristianesimo.....che delusione!! 680230


Cristianesimo.....che delusione!! 488957 Cristianesimo.....che delusione!! 166799

_________________
Nello - Lo champagne in caso di vittoria è opportuno, in caso di sconfitta è necessario (W.Churchill)
nellolo
nellolo
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1297
Età : 60
Località : Ragusa
Occupazione/Hobby : dirigente ufficio pubblico
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.05.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Multiverso Sab 14 Apr 2012 - 19:05

Non solo il cristianesimo ma tutte le religioni, presenti e passate, si rivelano mitologiche, puerili e assurde. Eppure tutti ci credono, come mai? Semplice, perchè ogni religione promette una vita dopo la morte. Conoscete una religione che non assicura reinacarnazioni o paradisi pieni di vergini, limitandosi ad impartire una semplice morale divina? No, perchè non esiste. Il successo delle religioni si fonda proprio su quella fallace promessa che fa leva, guarda caso, su un profondo e istintivo bisogno dell'uomo. Ecco perchè la religione è per tutti, mentre la conoscenza è per pochi, come dimostra, del resto, il rapporto numerico ateismo/fede sul nostro pianeta.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Sab 14 Apr 2012 - 19:16

nellolo ha scritto:Cristianesimo.....che delusione!! 680230


Cristianesimo.....che delusione!! 488957 Cristianesimo.....che delusione!! 166799

bastardone .... e io ci ho abboccato carneval carneval

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da nellolo Sab 14 Apr 2012 - 19:20

ahahah Paolo, sei sempre un mito Cristianesimo.....che delusione!! 2822024212

_________________
Nello - Lo champagne in caso di vittoria è opportuno, in caso di sconfitta è necessario (W.Churchill)
nellolo
nellolo
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1297
Età : 60
Località : Ragusa
Occupazione/Hobby : dirigente ufficio pubblico
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.05.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Sab 14 Apr 2012 - 19:27

Multiverso ha scritto:Non solo il cristianesimo ma tutte le religioni, presenti e passate, si rivelano mitologiche, puerili e assurde. Eppure tutti ci credono, come mai? Semplice, perchè ogni religione promette una vita dopo la morte. Conoscete una religione che non assicura reinacarnazioni o paradisi pieni di vergini, limitandosi ad impartire una semplice morale divina? No, perchè non esiste. Il successo delle religioni si fonda proprio su quella fallace promessa che fa leva, guarda caso, su un profondo e istintivo bisogno dell'uomo. Ecco perchè la religione è per tutti, mentre la conoscenza è per pochi, come dimostra, del resto, il rapporto numerico ateismo/fede sul nostro pianeta.

Concordo Multi! Come tu dici anche nella tua firma...che sciocchi!!
Ma questo l'abbiamo detto tante volte. Io però ho aperto questo topic diciamo per esprimere una mia personale considerazione. Ovvero la delusione nel capire (ho fatto otto anni di scuola dai francescani ma...) su cosa si fonda la dottrina cristiana. si, forse meglio tardi che mai, però ...non so più cosa pensare. Mi sembra quasi insensata la posizione di chi qui sostiene la posizione atea. Che senso ha contrapporre ragionamenti razionali fondati su studi scientifici a queste cazzate? Mi sembra quasi uno scherzo se non sapessi che queste favole hanno creato, e stanno ancora creando, una lunga scia di morti e di violenze!

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Multiverso Sab 14 Apr 2012 - 19:52

Paolo ha scritto:

Concordo Multi! Come tu dici anche nella tua firma...che sciocchi!!
Ma questo l'abbiamo detto tante volte. Io però ho aperto questo topic diciamo per esprimere una mia personale considerazione. Ovvero la delusione nel capire (ho fatto otto anni di scuola dai francescani ma...) su cosa si fonda la dottrina cristiana. si, forse meglio tardi che mai, però ...non so più cosa pensare. Mi sembra quasi insensata la posizione di chi qui sostiene la posizione atea. Che senso ha contrapporre ragionamenti razionali fondati su studi scientifici a queste cazzate? Mi sembra quasi uno scherzo se non sapessi che queste favole hanno creato, e stanno ancora creando, una lunga scia di morti e di violenze!



Sono d'accordo con te ed io ho allargato la delusione ad ogni dottrina religiosa. Il vero problema risiede nei danni sociali che provoca la religione, non nelle assurdità che predica. Se la religione con tutto il suo apparato temporale si limitasse ad un fatto privato tra i suoi adepti, nulla quaestio, perchè in definitiva ognuno è libero di credere in ciò che vuole. Purtroppo la religione influenza in maniera quasi totale la vita sociale di una società laica, e qui sorgono i veri problemi. Esempio banale: perchè le campane devono rompermi i maroni a tutte le ore, per annunciare le proprie funzioni sacre? Perchè una società laica è costretta sorbirsi questi rumori religiosi? Ci siamo abituati e non ci facciamo più caso, ma questo è un tipico esempio di invasività sociale della religione. E consideriamo che le campane sono l'ultima cazzata, perchè tali ingerenze avvengono a livelli molto più profondi e pregnanti, non per niente in Italia (guarda caso) sono quasi tutti cattolici, anche se il nostro Stato, sulla carta costituzionale, dovrebbe essere multiconfessionale e laico...

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Sab 14 Apr 2012 - 20:05

Behh Multi per me scambi le cause con gli effetti. La religione è l'effetto di una ignoranza, pigrizia mentale, mancanza di capacità critica della gente. Non il contrario. Tieni conto che il 95% se non più degli italiani vogliono le campane, le messe, le processioni ..... Io non posso lamentarmi con la sport calcistico perchè ogni domenica mi rompono le balle con gli ultras, la polizia .... sono i tifosi il vero problema.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da nellolo Sab 14 Apr 2012 - 20:10

hai (non casualmente) attirato due psicosi collettive una accanto all'altra: calcio e religione Cristianesimo.....che delusione!! 605765

_________________
Nello - Lo champagne in caso di vittoria è opportuno, in caso di sconfitta è necessario (W.Churchill)
nellolo
nellolo
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1297
Età : 60
Località : Ragusa
Occupazione/Hobby : dirigente ufficio pubblico
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.05.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Multiverso Sab 14 Apr 2012 - 20:36

Paolo ha scritto:Behh Multi per me scambi le cause con gli effetti. La religione è l'effetto di una ignoranza, pigrizia mentale, mancanza di capacità critica della gente. Non il contrario. Tieni conto che il 95% se non più degli italiani vogliono le campane, le messe, le processioni ..... Io non posso lamentarmi con la sport calcistico perchè ogni domenica mi rompono le balle con gli ultras, la polizia .... sono i tifosi il vero problema.



Non sono d'accordo, i tifosi sono le vittime di un sistema chiamato calcio, il quale è una macchina da soldi e ha tutto l'interesse a conquistare sempre più tifosi, ovvero denaro contante. Prima le partite si giocavano solo la domenica e chi voleva andava allo stadio a guardarsele, oggi c'è la pay tv, anticipi, posticipi, programmi calcistici a iosa su emittenti pubbliche e private, merchandising e gadget, ecc. ecc. Ormai il calcio è uno sport molto più diffuso e anche più esasperato rispetto a qualche decennio fa. I tifosi e gli ultras sono creati da questo sistema perverso, alla cui base c'è la passione per uno sport popolare che viene adeguatamente sfruttata.

Stesso discorso per la religione. La Chiesa crea fedeli attraverso un fitto sistema fatto di campane, chiese, catechismo, religione a scuola, papa in tv e condizionamenti psicologici di ogni tipo. Il 95% degli italiani vogliono messe, processioni e campane perchè sono nati e cresciuti con tutto ciò, ormai fa parte della loro vita, si è radicata un'abitudine, una tradizione e uno stile di vita a cui non potrebbero riunuciare. Ma appena nato un bambino vuole tutto ciò? Anche la Chiesa, esattamente come fa il sistema calcio con la passione per questo sport, sfrutta la debolezza dell'uomo, il bisogno di aggrapparsi ad un'illusione per non accettare una cruda ed ineluttabile realtà. Facendo leva su tale debolezza, "crea" sempre più adepti. L'ignoranza o la capacità critica della gente potrebbero essere curate, se ogni domenica invece di affacciarsi il papa dal balcone, si affacciasse in diretta tv un eminente scienziato a spiegare e commentare evoluzionismo e altre teorie scientiche. Ma questo il sistema non lo vorrebbe, perchè la religione ha bisogno di credenti e la politica ha bisogno della religione. Come vedi, alla fine le vittime sono proprio i credenti e i tifosi, forgiati volutamente in tale maniera per portare acqua e soldi ai propri padroni.

P.S. non ho mia detto che la religione è causa di pigrizia mentale, assenza di capacità critica o ignoranza. Sicuramente trova terreno più fertile in tali strati sociali, ma non dimenticare che ci sono tanti professionisti e laureati che credono fermamente in dio. Il successo della relgione risiede, come ho ampiamente già detto, nel bisogno di immortalità dell'uomo, nel non voler accettare l'idea della morte come fine di tutto. Le religioni hanno successo solo perchè, in definitiva, promettono di risolvere quel problema.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Tomhet Sab 14 Apr 2012 - 21:52

Uhm, secondo me le cose non sono così gravi, 95% mi sembra una percentuale esagerata, penso che ormai quelli che vogliono veramente queste cose siano ben pochi e che il resto segua a ruota per puro conformismo e retaggio culturale. wink..

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Rasputin Sab 14 Apr 2012 - 21:54

nellolo ha scritto:Paolo, mai preteso di essere simpatico nè lo penso, e mi pare di aver scritto parecchie volte, la tua accusa mi sembra ingiustificata; in ogni caso, ognuno fa del forum l'uso che preferisce, c'è chi scrive poemi e chi magari legge senza scrivere mai, o ci sono regole ed evangelizzazioni anche qui?

Pelandrone carneval

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

Cristianesimo.....che delusione!! Merini10- Cristianesimo.....che delusione!! Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59063
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Dom 15 Apr 2012 - 9:41

Multi, su questo non mi trovi d'accordo. Casualmente ne ho appena discusso con Rasp che è del tuo stesso parere. Io ritengo che una persona adulta, libera, capace di intendere e volere, che sia in grado di capire cosa stia facendo e che sa distinguere il bene dal male sia totalmente responsabile delle sue azioni. Io non ammetto, nemmeno come attenuante, la questione del condizionamento che tu, come Rasp, ponete alla base del comportamento assurdo delle persone. Per me il kamikaze integralista o il terrorista che uccide la gente in nome di non so chè rimane un criminale tanto quanto Totò Rjina!!

Io posso accettare che una persona possa essere stata condizionata dalla cultura e dall'ambiente relativamente su cose marginali, come una ambizione sociale, un comportamento più o meno disinvolto con l'altro sesso, un maggiore o minore senso sociale. Ma nulla oltre questo limite. Ognuno di noi, con le caratteristiche in premessa, ha la possibilità di informarsi, leggere, studiare, valutare problemi morali, scientifici, filosofici e di formarsi una sua opinione su cosa sia il mondo e la realtà che ci circonda. Non ammetto che un religioso, per sua pigrizia mentale, per inerzia culturale, per menefreghismo intellettivo, dia credito a cose che non hanno nemmeno la dignità di rientrare nel novero delle favole!

Tu non puoi giustificare uno pedofilo solo perchè il padre lo maltrattava quando era un bambino. O il mafioso perchè nato dove il crimine violento è considerato una cosa accettabile, anzi, una azione eroica. Per me ognuno è responsabile delle sue scelte e del suo destino. Troppo comodo nascondersi dietro questa storiella del condizionamento.

Se così fosse, come dici tu Multi o Rasp, sarebbe una ingiustizia nei riguardi di chi, e fortunatamente non sono pochi, nascendo e vivendo in un mondo degradato, in una famiglia violenta, in una famiglia bigotta, vive una vita normale ed è capace di capire cosa sia giusto, cosa sia sbagliato e sa distinguere la realtà dalla fantasia. Se lo possono fare loro, le possono fare tutti. Se non lo fanno è perchè sanno benissimo quello che fanno, ma a loro va bene così. Ne sono ben consci e anzi, convinti scientemente di essere nella ragione, tanto da voler imporre anche agli altri il loro modo di vivere, la loro morale, la loro etica.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Multiverso Dom 15 Apr 2012 - 11:50

Non sono assolutamente d'accordo, tu esamini la questione in maniera troppo netta e schematica. Adulto=capace di capire e scegliere, ma dimentichi tutte le variabili che compongono una persona e che ci rendono ognuno diverso dall'altro. La struttura psicologica di ogni essere umano è differente da quella dell'altro, c'è chi è più debole, chi è influenzabile, chi è fragile, chi invece è incline all'aggressività, chi timoroso, chi razionale, ecc. Gli atei posseggono una struttura psicologica sicuramente più razionale, mentre i credenti più debole, fragile, superficiale o condizionabile. Senza dubbio l'ignoranza gioca un ruolo importante in tutto ciò, ma non è l'unico fattore incidente, non per niente, come dicevo nel precedente post, ci sono tanti uomini colti e affermati socialmente che credono fermamente in dio.

A tutto ciò va aggiunto il fattore ambientale, sociale ed educativo che svolge un ruolo importante. Se i 55 milioni di italiani fossero nati in Giappone, sicuramente sarebbero scintoisti o buddhisti e non cattolici. Proprio questo ti deve far riflettere su come il fattore ambientale e sociale, unito alla struttura psicologica, riesca a condizionare e forgiare l'uomo, il quale difficilmente da adulto sarà in grado di mandare a monte, con un bel calcio nel sedere, i punti fermi della sua vita che sin da piccolo gli hanno piantato nella testa. E' un'impalcatura che gli hanno costruito attorno e che lo sorregge senza che se ne renda conto. L'uomo nasce già con una paura che è quella della morte, e su tale humus fertile si piantano i semi di Gesù che dà la vita eterna, dei comandamenti da osservare per andare in paradiso, ecc. Questi bombardamenti su menti fragili creano gli adulti credenti, i quali continuano a vivere in un ambiente fatto di campane, messe in tv, processioni ecc. Quanti al caldo tepore dei miti domestici e tradizionali, preferiscono la fresca brezza della sgradevole verità? Ed effettivamente quanti, statisticamente, abbandonano la fede per l'ateismo in età adulta? Sicuramente sono di più quelli che, con l'avanzare dell'età, si scoprono credenti in quanto percepiscono la morte sempre più vicina.

L'esempio del pedofilo non c'entra nulla, perchè il pedofilo è un malato, socialmente pericoloso, e come tale (malato) va curato e reso socialmente innocuo (carcere). Le perversioni sessuali sono devianze psicologiche che hanno bisogno di cura, in quanto creano nel soggetto impulsi non controllabili razionalmente. Per quanto riguarda il mafioso, io non lo giustifico di certo ma vale lo stesso ragionamento fatto per il credente, struttura psicologica+fattore ambientale. Per dare una svolta alla propria vita in età adulta, per "morire" e "rinascere" a vita nuova, ci vogliono forza, coraggio, sicurezza interiore, intelligenza incline alla razionalità e tanto altro ancora, unitamente ad un'adeguata opera educatrice (al posto del papa si affaccia Richard Dawkins). Ecco perchè i 55 milioni di italiani continuano a restare quasi tutti cattolici, mica sempre per colpa loro.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da delfi68 Dom 15 Apr 2012 - 11:53

Come spesso diciamo qui dentro..Per essere atei ci vuole un grande coraggio e una grande forza di carattere..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Multiverso Dom 15 Apr 2012 - 11:58

delfi68 ha scritto:Come spesso diciamo qui dentro..Per essere atei ci vuole un grande coraggio e una grande forza di carattere..

Cristianesimo.....che delusione!! 605765 Assolutamente sì, ma purtroppo non tutti ce l'hanno (non per colpa loro).

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da delfi68 Dom 15 Apr 2012 - 13:13

ok

Sapiens A e Sapiens B..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Dom 15 Apr 2012 - 13:51

Io potrei essere d'accordo con te se le persone non potessero accedere ad altre fonti di informazione. In un totalitarismo, come oggi c'è nella Corea del nord, posso capire che la popolazione può non essere responsabile delle assurdità che invece considerano corrette. Ma io parlo di persone libere. Libere di pensare, libere di informarsi, libere di riflettere. Tu dici che non è così perchè hanno subito un condizionamento. Mi fai l'esempio dei giapponesi che sono scintoisti e non cristiani. Ma è come dire che parlano il giapponese anzichè l'italiano!! Non è un esempio calzante.

Io sono della idea che il credente è credente perchè è assolutamente cosciente della sua scelta. E' convinto di essere nella ragione e come tale rifiuta scientemente altre forme di ragionamento o di valutazione dei problemi del vivere. Circa poi la questione della paura della morte, tu sai bene perchè ci siamo già confrontati si questo tema un po' di tempo fa, io non lo ritengo che sia all'origine di quello che chiamiamo senso o sentimento religioso. Ma in questo ragionamento non è rilevante.

Mi sembra perciò che la questione più che vertere sul problema religioso, verta su cosa sia la responsabilità personale e il libero arbitrio. Io ho stabilito in modo ben chiaro e preciso quali siano i presupposti per cui per una persona è responsabile del suo operato. Io non giustifico in alcun modo i nazisti o i fascisti. Potrei capire una stretta cerchia di giovani nati sotto il regime e sottratti alle famiglie ed educati dallo stato, me tutti gli altri sono responsabili di quello che hanno fatto. Lo stesso per il mafioso, il pedofilo, il terrorista o il criminale comune.

Stando alla tua posizione allora nessuno è responsabili di niente. Anche io, come te, come per altro tutti subiamo un qualche condizionamento. Ma questo non ci ha impedito di avere un senso critico e una indipendenza culturale e morale. La tua posizione sarebbe del tutto ingiusta nei confronti invece di chi ha le capacità di ragionare e di emanciparsi. Accomuni tutto e non poni un distinguo tra ciò che è corretto e cosa è sbagliato. Per me, come più volte ho scritto, chi è causa del suo mal pianga se stesso.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Sally Dom 15 Apr 2012 - 14:10

Io credo che le posizioni di Multiverso e di Paolo non siano cosi in netto contrasto tra loro... e il punto di incontro si trova nel fatto che il 95% degli italiani non crede affatto alle storielle di Gesu' che transustanzia in un pezzo di pane o di Eva che parla con il serpente. Lo dicevo gia' in un altro thread, credo. Il credente medio "crede in qualcosa di superiore, creatore di questo mondo e che dopo la morte gli dara' una seconda vita"... questo e' il desiderio di fondo dell'uomo che prende forma in una sua speranza molto forte, forte tanto da farsi convinzione. La religione funge solo da contenitore, infatti per la stessa speranza/convinzione, esistono molti contenitori diversi (ovvero molte religioni), tutte ovviamente con la stessa funzione, che e' quella di supportare questo bisogno ancestrale dell'uomo.
Quindi la cosa e' un pochino piu' complessa di quel che sembra... ed e' per questo che risulta cosi difficile debellare il meme religioso.
Ovviamente, come diceva Paolo, esiste nell'uomo questa innegabile lazzaronaggine intellettiva... insomma, chi me lo fa fare di uscire dal calduccio della mia coperta religiosa, quando cio' che basta e' semplicemente "ignorare" alcune evidenze?
Piccola dissertazione: la maggior parte delle persone tende ad interpretare la perfezione del cosmo come opera divina, quindi, a questo proprosito sarebbe auspicabile, come detto da Multiverso, che al posto del Papa, alla domenica si affacciasse uno scienziato a spiegare come la natura sia meravigliosa anche senza postulare un dio alla sua origine...

Sally
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 4876
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.10.09

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Dom 15 Apr 2012 - 14:37

Precisazione corretta Diva, ma non entri nel cuore del problema. La religione è solo uno dei tanti casi. La questione è stabilire quanto noi siamo responsabili di noi stessi e quanto invece le nostre decisioni derivano da un condizionamento culturale o sociale. Io, come ho chiaramente espresso, ritengo che, a condizioni chiare che ho precisato, ognuno è responsabile al 100% delle sua azioni e delle conseguenze che questo comporta.

Se in Italia abbiamo, o meglio avevamo al governo Berlusca è perchè scientemente liberamente e volutamente gli italiani (quanto meno una percentuale rilevante) l'hanno votato. Io me ne frego dei bei discorsi che i mezzi di informazione...la verità dei fatti... i centri di potere...tutte balle!!! L'italiano ha votato il Berlusca perchè voleva proprio lui al governo e vuole che lui governi e che faccia quello che sappiamo bene fa e ha sempre fatto. Gli va bene così ed è così che vuole.

Ora, io non so che percentuale di italiani è praticante e quanto solo credente. Ma non è li il problema. Non è la forma, non sono le manifestazioni folcloristiche del papa alla finestra vestito di bianco che ha rilevanza. E' che quando, per esempio, si è discusso del problema del crocifisso nei luoghi pubblici, ritengo che almeno il 90% si sia dichiarato favorevole.E questo è perchè liberamente volontariamente e scientemente lo vogliono e lo ritenono giusto. Altro che condizionamento. Sono realmente così e liberamente pensano così. E di ciò sono contenti e si sentono orgogliosi.

Come ho detto, il punto stabilire cosa sia il libero arbitrio e fino dove si è responsabili del proprio operato! Questo è il punto.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Multiverso Dom 15 Apr 2012 - 14:44

Perdonami ma il tuo non è un esempio calzante, in quanto la lingua si apprende sin da bambini ed è un mezzo di comunicazione indispensabile che si utilizza per tutta la vita (escludendo i casi di chi studia lingue straniere). La religione si apprende sin da bambini ma, a differenza della lingua, non è indispensabile alla sopravvivenza quotidiana per cui, stando al tuo ragionamento, da adulti liberi si potrebbero tranquillamente cambiare credo o convinzione, eppure la stragrande maggioranza continua ad essere cattolica. Questo ti dovrebbe far riflettere...

Il problema morte è invece rilevante, perchè il successo delle religioni si fonda proprio su quella debolezza. Se scoprissero l'elisir di vita eterna, mi dici chi avrebbe più necessità di credere in dio? E poi il credente è tale non perchè è cosciente della sua scelta ma perchè è convinto della bontà della sua scelta. La cosa è ben diversa... Se fosse cosciente non sarebbe credente, invece è un incosciente convinto, e tale convinzione deriva da tutto quello che ho già esposto.

La questione verte sul concetto di colpa. Se io, persona mentalmente lucida, ti sferro un pugno in faccia senza motivo sono colpevole. Ma il pedofilo, che è vittima di impulsi sessuali non dominabili con la ragione, ha colpa nel senso in cui la intendi tu? E' malato e socialmente pericoloso, perchè una persona sana non compirebbe mai atti sessuali sui bambini. Lo stesso dicasi per il tossicodipendente, egli ha colpa se è cotretto ad assumere dosi di droga per non stare male? No di certo, perchè ormai è vittima di una dipendenza psicologica (ancor prima che fisica), quindi è malato e come tale va isolato, curato e recuperato. Forse la colpa si può ravvisare nel momento in cui per la prima volta decise di far uso di sostanze stupefacenti, ma non in seguito quando è ormai costretto ad assecondare quel bisogno.

Infine ero convinto di esprimermi in maniera comprensibile nella lingua italiana, ma constato che così in effetti non è. Ci riprovo... Io non accomuno affatto tutto senza porre distingui, ma affermo l'esatto contrario! Da qui ne deduco che non hai capito granchè di tutto quello che ho scritto finora (per colpa mia che non riesco ad esprimermi bene). Non mi sembra di aver mai detto che nessuno è responsabile di niente, bensì che la struttura psicologica di ognuno, associata al vissuto ambientale e sociale, forgia il singolo individuo. Il combinato disposto degli specifici elementi forma l'unità, per cui chi possiede una struttura razionale unita ad altri elementi endogeni ed esogeni, può più facilmente non credere in dio ab origine, oppure ad un certo punto della propria vita affrancarsi da tutte le credenze che gli hanno appiccicato addosso. Questo è il motivo per cui tu ed io non crediamo, mentre persone più colte ed intelligenti di noi credono.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Dom 15 Apr 2012 - 15:44

Multiverso ha scritto:Perdonami ma il tuo non è un esempio calzante, in quanto la lingua si apprende sin da bambini ed è un mezzo di comunicazione indispensabile che si utilizza per tutta la vita (escludendo i casi di chi studia lingue straniere). La religione si apprende sin da bambini ma, a differenza della lingua, non è indispensabile alla sopravvivenza quotidiana per cui, stando al tuo ragionamento, da adulti liberi si potrebbero tranquillamente cambiare credo o convinzione, eppure la stragrande maggioranza continua ad essere cattolica. Questo ti dovrebbe far riflettere...

Certo che mi fa riflettere, ed è proprio per questo che siamo qui a parlarne. Io non critico il fatto che uno continui a farlo, ovvero a credere. Io dico che questa è una sua libera scelta, una decisione presa con convinzione. Ha tutti gli elementii per riflettere e valutare, perciò la scelta della stragrande maggioranza è del tutto consapevole e, come tale, non è corretto giustificare tale posizione in quanto hanno subito un condizionamento culturale. Se così fosse, questo varrebbe per tutti. Invece così non è. Se tu cedi a Vanna Marchi è perchè sei scemo. Le responsabilità delle scelte sono tue.

Multiverso ha scritto:
Il problema morte è invece rilevante, perchè il successo delle religioni si fonda proprio su quella debolezza. Se scoprissero l'elisir di vita eterna, mi dici chi avrebbe più necessità di credere in dio? E poi il credente è tale non perchè è cosciente della sua scelta ma perchè è convinto della bontà della sua scelta. La cosa è ben diversa... Se fosse cosciente non sarebbe credente, invece è un incosciente convinto, e tale convinzione deriva da tutto quello che ho già esposto.

Io sono convinto che l'origine sia un'altra. Ma poco importa ora perchè in ogni caso è pur sempre una necessità atavica che condiziona. Perciò che se ne rimuove l'una o l'altra causa che possiamo ipotizzare, il risultato non cambia: senza religione tutto quello che stiamo scrivendo perde di significato.

Multiverso ha scritto:
La questione verte sul concetto di colpa. Se io, persona mentalmente lucida, ti sferro un pugno in faccia senza motivo sono colpevole. Ma il pedofilo, che è vittima di impulsi sessuali non dominabili con la ragione, ha colpa nel senso in cui la intendi tu? E' malato e socialmente pericoloso, perchè una persona sana non compirebbe mai atti sessuali sui bambini. Lo stesso dicasi per il tossicodipendente, egli ha colpa se è cotretto ad assumere dosi di droga per non stare male? No di certo, perchè ormai è vittima di una dipendenza psicologica (ancor prima che fisica), quindi è malato e come tale va isolato, curato e recuperato. Forse la colpa si può ravvisare nel momento in cui per la prima volta decise di far uso di sostanze stupefacenti, ma non in seguito quando è ormai costretto ad assecondare quel bisogno.

E hai detto niente!!! E' tutta qui la questione!!!!!! Il resto è del tutto marginale.

Tralascio la questione del pedofilo perchè lo considero un caso particolare. Limitiamoci a cose più banali. Io non pago le tasse ( Royales ) e so benissimo che se mi scoprono ne subisco le conseguenze. E in Italia tanti non le pagano non perchè sono condizionati a non farlo, ma perchè si sa benissimo che hai ottime probabilità che non ti scoprano. E poi, anche se ciò accadesse al lato pratico ...non ti succede nulla. Io vorrei vede se, come in Svizzera, dove se non paghi anche una multa per divieto di sosta ti arrestano!! Altro che mentalità. I vado in autostrada a 200 km/h. So che se mi fermano mi ritirano la patente e se faccio un incidente faccio una strage. Però lo faccio e di ciò sono cosciente e responsabile. Le conseguenze sono cazzi miei. Potrei fare mille esempi. Ma mi sembra di aver espresso chiaramente il mio punto di vista.

Multiverso ha scritto:
Infine ero convinto di esprimermi in maniera comprensibile nella lingua italiana, ma constato che così in effetti non è. Ci riprovo... Io non accomuno affatto tutto senza porre distingui, ma affermo l'esatto contrario! Da qui ne deduco che non hai capito granchè di tutto quello che ho scritto finora (per colpa mia che non riesco ad esprimermi bene). Non mi sembra di aver mai detto che nessuno è responsabile di niente, bensì che la struttura psicologica di ognuno, associata al vissuto ambientale e sociale, forgia il singolo individuo. Il combinato disposto degli specifici elementi forma l'unità, per cui chi possiede una struttura razionale unita ad altri elementi endogeni ed esogeni, può più facilmente non credere in dio ab origine, oppure ad un certo punto della propria vita affrancarsi da tutte le credenze che gli hanno appiccicato addosso. Questo è il motivo per cui tu ed io non crediamo, mentre persone più colte ed intelligenti di noi credono.

Io non discuto sulle motivazioni che vi sono all'origine delle scelte! La questione è stabilire se chi crede (nel caso specifico ma può valere un po' per tutto tossicodipendenza, criminalità....) sa quello che fa e se sa distinguere tra il bene e il male. Siccome questi presupposti, oltre alle condizioni di base, sono presenti nella pressoché totalità dei credenti, sono personalmente responsabili, senza se o senza ma, della loro posizione e delle loro scelte.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Multiverso Dom 15 Apr 2012 - 16:36

Paolo ha scritto:
Certo che mi fa riflettere, ed è proprio per questo che siamo qui a parlarne. Io non critico il fatto che uno continui a farlo, ovvero a credere. Io dico che questa è una sua libera scelta, una decisione presa con convinzione. Ha tutti gli elementii per riflettere e valutare, perciò la scelta della stragrande maggioranza è del tutto consapevole e, come tale, non è corretto giustificare tale posizione in quanto hanno subito un condizionamento culturale. Se così fosse, questo varrebbe per tutti. Invece così non è. Se tu cedi a Vanna Marchi è perchè sei scemo. Le responsabilità delle scelte sono tue.

Quindi una persona adulta prima si studia la storia e la dottrina di tutte le religioni e poi sceglie liberamente di essere cattolico! Ti ripeto, per l'ultima volta, che chi nasce in Italia assorbe sin da bambino la cultura cattolica e poi, da adulto, se non possiede anche adeguate caratteristiche psicologiche (es. spiccata tendenza alla razionalità e non all'emotività), non avrà mai la forza di liberarsi da quel fardello, ma ne resterà inconsapevole e felice vittima. La tua equazione uomo adulto=uomo libero di scegliere=colpevole e responsabile, è molto epidermica e semplicistica. La realtà è sempre molto più complessa e frastagliata di quanto possa apparire ad una prima analisi. Chi crede in Wanna Marchi è gente scema, ignorante, sola, superstiziosa, sempliciotta, anziana, ecc. Le responsabilità sono di chi è nato in una famiglia povera, superstiziosa e ignorante? Oppure di chi è anziano e vive solo? O ancora di chi è scemo? E' merito tuo se sei nato intelligente e in una famiglia che ti ha consentito di studiare?



Paolo ha scritto: Io sono convinto che l'origine sia un'altra. Ma poco importa ora perchè in ogni caso è pur sempre una necessità atavica che condiziona. Perciò che se ne rimuove l'una o l'altra causa che possiamo ipotizzare, il risultato non cambia: senza religione tutto quello che stiamo scrivendo perde di significato.

Ribadisco che se l'uomo scoprisse un sistema per non morire mai, arrivando pure ad emigrare su altri pianeti tra 5 milardi di anni, cioè quando il sole morirà, nessuno avrebbe più bisogno di credere in dio.



Paolo ha scritto: E hai detto niente!!! E' tutta qui la questione!!!!!! Il resto è del tutto marginale.

Tralascio la questione del pedofilo perchè lo considero un caso particolare. Limitiamoci a cose più banali. Io non pago le tasse ( Cristianesimo.....che delusione!! 977956 ) e so benissimo che se mi scoprono ne subisco le conseguenze. E in Italia tanti non le pagano non perchè sono condizionati a non farlo, ma perchè si sa benissimo che hai ottime probabilità che non ti scoprano. E poi, anche se ciò accadesse al lato pratico ...non ti succede nulla. Io vorrei vede se, come in Svizzera, dove se non paghi anche una multa per divieto di sosta ti arrestano!! Altro che mentalità. I vado in autostrada a 200 km/h. So che se mi fermano mi ritirano la patente e se faccio un incidente faccio una strage. Però lo faccio e di ciò sono cosciente e responsabile. Le conseguenze sono cazzi miei. Potrei fare mille esempi. Ma mi sembra di aver espresso chiaramente il mio punto di vista.

E' tutta lì nel caso della tossicodipendenza, ma non nel caso delle fede! Non esiste nella vita di ognuno di noi un momento in cui si decide di diventare credenti, a differenza delle droghe! Io non mi sveglio la mattina e dico: quasi quasi oggi provo una dose di fede, e poi ne rimango dipendente. La fede ci viene inculcata da bambini, è un tarlo che si insinua e scava sempre di più, provocando danni crescenti. Tralasciando i casi delle coversioni immediate (che tali in realtà non sono mai, se non all'apparenza), la fede è come un veleno che viene assunto a piccole e crescenti dosi, fin quando non rende forti e immuni.

Se vai a 200km/h in autostrada e ammazzi qualcuno, vieni incrimininato di omocidio colposo e non doloso, cioè l'evento morte da te non è previsto e voluto. Questo in concreto significa che sfidi la sorte, ma dentro di te sei convinto di farla franca, perchè solo uno scemo si comporterebbe così avendo la certezza di provocare un incidente mortale o di assistere al ritiro della patente.


Paolo ha scritto:
Io non discuto sulle motivazioni che vi sono all'origine delle scelte! La questione è stabilire se chi crede (nel caso specifico ma può valere un po' per tutto tossicodipendenza, criminalità....) sa quello che fa e se sa distinguere tra il bene e il male. Siccome questi presupposti, oltre alle condizioni di base, sono presenti nella pressoché totalità dei credenti, sono personalmente responsabili, senza se o senza ma, della loro posizione e delle loro scelte.

Tu la pensi così, io ribadisco per l'ultima volta che la tua analisi è, a mio avviso, molto epidermica e superficiale, limitandosi a sanzionare senza appello un comportamento "criminoso". Ciò appartiene ad una concezione arcaica del diritto, stile legge del taglione o pena di morte. Oggi la pena ha, giustamente, una funzione rieducativa e di reiserimento sociale, oltre ad esistere tutta una serie di scriminanti di cui il giudice deve tener conto di fronte ad una condotta criminosa. E questo proprio perchè la realtà è molto più complessa, frastagliata e profonda delle semplici apparenze.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Dom 15 Apr 2012 - 17:26

Multiverso ha scritto:
Quindi una persona adulta prima si studia la storia e la dottrina di tutte le religioni e poi sceglie liberamente di essere cattolico! Ti ripeto, per l'ultima volta, che chi nasce in Italia assorbe sin da bambino la cultura cattolica e poi, da adulto, se non possiede anche adeguate caratteristiche psicologiche (es. spiccata tendenza alla razionalità e non all'emotività), non avrà mai la forza di liberarsi da quel fardello, ma ne resterà inconsapevole e felice vittima.

No Multi. Io ho aperto questo toic proprio per sottolineare il fatto che mi sono reso conto che il cristianesimo si fonda su questioni del tutto risibili, irreali per non dire assurde. Io non dico che un adulto debba diventare ateo, islamico o buddista. Dalla pentola alle brace! Io dico che uno uomo adulto, anche di bassa cultura, può capire che Adamo ed Eva non sono potuti esistere, che la mela e il serpente sono pure favole. Che se un bambino muore di cancro soffrendo a pochi anni c'è qualcosa che non va. Se sono esistiti i campi di concentramento questo dio non è poi come ce lo vogliono far credere che sia. Quando uno va in un museo di storia naturale e vede un dinosauro si deve porre la domanda che c'è qualcosa che non va con quanto gli hanno raccontato. Non so quanti esempi del tutto banali che ti poteri fare. Questo non è un fardello nè un veleno. Questa è inerzia, pigrizia, menefreghismo, non te ne frega niente di capire e di capire. Ti va bene così. Questo non lo possiamo considerare una cosa normale o accettabile. E qui non è questione nè di cultura tanto meno di livello sociale. La questione è del tutto trasversale, a qualsiasi livello culturale, sociale od economico. E io questo non lo considero un condizionamento. E' una responsabilità.

Multiverso ha scritto:
Ribadisco che se l'uomo scoprisse un sistema per non morire mai, arrivando pure ad emigrare su altri pianeti tra 5 milardi di anni, cioè quando il sole morirà, nessuno avrebbe più bisogno di credere in dio.

Qui non mi trovi d'accordo. Però lo vedo un argomento OT e assai vasto. Sarebbe da aprire un topic specifico. In ogni caso io ritengo che nessuno cerca l'immortalità ma la felicità. Ci si rivolge a dio non certo per chiedere di non farci morire, ma di non farci soffrire. La paura della morte è la conseguenza del dolore morale che ti provoca la morte prematura, tua o di chi ti è vicino. Il kamikaze non teme la morte perchè non teme di soffrire. Anzi è la massima ricerca della felicità, almeno secondo lui. Questo è il solo fine dell'uomo: per prima cosa rifuggire dal dolore e poi cercare la felicità. Il resto è irrilevante immortalità compresa. Nessuno vorrebbe vivere in eterno infelice o nella disperazione!!!

Multiverso ha scritto:
Tu la pensi così, io ribadisco per l'ultima volta che la tua analisi è, a mio avviso, molto epidermica e superficiale, limitandosi a sanzionare senza appello un comportamento "criminoso". Ciò appartiene ad una concezione arcaica del diritto, stile legge del taglione o pena di morte. Oggi la pena ha, giustamente, una funzione rieducativa e di reiserimento sociale, oltre ad esistere tutta una serie di scriminanti di cui il giudice deve tener conto di fronte ad una condotta criminosa. E questo proprio perchè la realtà è molto più complessa, frastagliata e profonda delle semplici apparenze.

Sono d'accordo con te che esistono vari gradi di responsabilità, ci mancherebbe altro! Ma non è la quantità o la qualità che fa cambiare le cose. Io allora ti giro il problema. Dimmi tu cosa sia la responsabilità. In altro caso non ci intenderemo mai.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Multiverso Dom 15 Apr 2012 - 20:57

Paolo ha scritto:

No Multi. Io ho aperto questo toic proprio per sottolineare il fatto che mi sono reso conto che il cristianesimo si fonda su questioni del tutto risibili, irreali per non dire assurde. Io non dico che un adulto debba diventare ateo, islamico o buddista. Dalla pentola alle brace! Io dico che uno uomo adulto, anche di bassa cultura, può capire che Adamo ed Eva non sono potuti esistere, che la mela e il serpente sono pure favole. Che se un bambino muore di cancro soffrendo a pochi anni c'è qualcosa che non va. Se sono esistiti i campi di concentramento questo dio non è poi come ce lo vogliono far credere che sia. Quando uno va in un museo di storia naturale e vede un dinosauro si deve porre la domanda che c'è qualcosa che non va con quanto gli hanno raccontato. Non so quanti esempi del tutto banali che ti poteri fare. Questo non è un fardello nè un veleno. Questa è inerzia, pigrizia, menefreghismo, non te ne frega niente di capire e di capire. Ti va bene così. Questo non lo possiamo considerare una cosa normale o accettabile. E qui non è questione nè di cultura tanto meno di livello sociale. La questione è del tutto trasversale, a qualsiasi livello culturale, sociale od economico. E io questo non lo considero un condizionamento. E' una responsabilità.



Caro Paolo, con questo intervento chiudo il nostro contradditorio, in primo luogo perchè non vorrei soffocare altri interventi, e in secondo luogo perchè la nostra discussione non si sposta di un millimetro, in quanto a tutto ciò che tu continui a ripetere io ho già risposto nei miei precedenti interventi, ma noto che le mie riflessioni non sono state per nulla prese in considerazione, per cui davvero sono convinto di non riuscire a spiegarmi o di trovarmi davanti un mulo (nel senso buono del termine) che continua pervicacemente a sostenere le proprie verità, senza voler crescere nell'incontro/scontro con le idee altrui. Poichè io intendo il contraddittorio in quest'ultima accezione, provo a ripetere per l'ultima volta ciò che ho detto molti post fa, dopodichè ognuno resta delle proprie opinioni

Esistono due tiplogie di credenti: la prima è formata dalle persone ignoranti, con scarsa scolarizzazione e spirito critico, il cosiddetto popolino, la quale categoria non si pone affatto il problema di Adamo ed Eva, della mela, del diluvio universale, delle acque del mar Rosso che non si sarebbero mai potute aprire, della paleontologia che smentisce il creazionismo, di Gesù che vola in cielo in carne e ossa o cammina sulle acque. Per questa gente Gesù e la Maddona esistono e devono fare la grazia di farli stare sempre bene. Prova a parlare con una bizzoca ignorante che ha trascorso una vita in parrocchia, e cerca di farla ragionare sui dinosauri e sull'evoluzionismo o che il male gratuito nel mondo è testimonianza inoppugnabile dell'inesistenza di dio. Provaci e poi dimmi se quella chiusura è frutto di menefreghismo e pigrizia mentale, oppure di impossibilità di elevazione verso approfondimenti per loro impossibili. Impossibili perchè il loro mondo è quello, le loro certezze sono quelle e tu non puoi togliergliele, la loro chiusura è figlia di un'impossibilità di comprensione che deriva dal loro status, dalla loro cultura, educazione e dalla loro semplicità mentale. Io non me la sento affatto di puntare l'indice verso questa gente, addossandogli colpe che non hanno. Tu come ti sentiresti se qualcuno ti accusasse di pigrizia mentale e menefreghismo, addossandoti la responsabilità di non riuscire a comprendere e sviluppare i due modelli matematici che compongono la relatività speciale e generale? Eppure tu hai studiato, sei intelligente e potresti riuscirci, ma se non ne sei capace la colpa è solo tua! Il problema è che applichi il tuo filtro per giudicare il comportamento altrui, ma non riesci ad indossare i loro occhiali con il loro filtro. Scopriresti una realtà completamente differente.

La seconda categoria di credenti è formata dalla gente colta e intelligente che comunque crede in dio. Com'è possibile una cosa del genere? Come possono non rendersi conto che Adamo ed Eva sono pura mitologia, che siamo figli di una casualità evoluzionistica o che la resurrezione è impossibile quando non arriva più ossigeno al cervello, soprattutto dopo 3 giorni! In questo caso entra in gioco l'altro fattore determinante, e cioè la struttura psicologica. Chi è meno razionale, più emotivo, sensibile, con uno spiccato istinto di conservazione, ecc. tenderà ad ingannare se stesso, a regredire mentalmente quando si parla di dio, per poi tornare ad essere una mente evoluta quando si parla d'altro. Questo deriva dall'uso di dio come placebo mentale per ammortizzare la sofferenza derivanti dall'idea della propria morte, l'evento più traumatico per ogni essere umano, e di quella delle persone care. Come già dissi, e ripeto, questo lo si può constatare quando i medici diagnosticano un male incurabile senza alcuna speranza ad uno stretto congiunto. In realtà quella speranza nei familiari non muore fino all'ultimo (hai visto mai un bel miracolo) e, anche dopo, quel parente per loro continua a vivere sotto altra forma. Tutto ciò aiuta ad attenuare le sofferenze che derivano dal distacco forzato, e per sempre, da quella persona.





Paolo ha scritto:


Qui non mi trovi d'accordo. Però lo vedo un argomento OT e assai vasto. Sarebbe da aprire un topic specifico. In ogni caso io ritengo che nessuno cerca l'immortalità ma la felicità. Ci si rivolge a dio non certo per chiedere di non farci morire, ma di non farci soffrire. La paura della morte è la conseguenza del dolore morale che ti provoca la morte prematura, tua o di chi ti è vicino. Il kamikaze non teme la morte perchè non teme di soffrire. Anzi è la massima ricerca della felicità, almeno secondo lui. Questo è il solo fine dell'uomo: per prima cosa rifuggire dal dolore e poi cercare la felicità. Il resto è irrilevante immortalità compresa.

No no, l'essere umano non se ne farebbe un tubo di un dio che dispensa felicità ma non promette un'altra vita dopo la morte. L'uomo non accetta l'idea della morte come fine della propria coscienza, e per questo crede in dio. Del resto (guarda caso) ogni religione promette una vita dopo la morte e nessuna afferma che quando creprete tornerete nel nulla come prima di nascere. Non avrebbe alcun successo, esattamente come un partito politico se promettesse più tasse, maggiore disoccupazione e nessuna equità sociale. La religione, come la politica, dice esattamente quello che la gente vuole sentirsi dire. Il kamikaze non teme la morte perchè è un fanatico, mentalmente plagiato e con la convinzione di trovare 72 vergini in paradiso ad attenderlo, altrimenti con caxxo si andrebbe ad ammazzare, sapendo che dopo c'è il nulla. Il fatto poi che ognuno è consapevole di dover necessariamente morire, e preferisce farlo durante il sonno a 90 anni dopo aver trombato fino alla sera prima, piuttosto che tra atroci sofferenze dopo aver lottato contro il cancro per molto tempo, questo mi pare ovvio!

Paolo ha scritto:
Nessuno vorrebbe vivere in eterno infelice o nella disperazione!!!

Infatti tutti vorrebbero vivere felici in eterno, ma la risposta te la sei data da solo: tutti vorrebbero vivere in eterno, ovviamente nella massima beatitudine. Ergo l'uomo cerca l'immortalità e la religione gli promette proprio quello, altrimenti cambierebbero religione. Tutto ciò che asseconda desideri e istinti insopprimimili dell'uomo, ha successo, non per niente la prostituzione è il mestiere più antico del mondo, esattamente come la religione...



Paolo ha scritto:

Sono d'accordo con te che esistono vari gradi di responsabilità, ci mancherebbe altro! Ma non è la quantità o la qualità che fa cambiare le cose. Io allora ti giro il problema. Dimmi tu cosa sia la responsabilità. In altro caso non ci intenderemo mai.

La responsabilità è spiegata in tutto quello che ho detto finora, e sicuramente quando sarai giunto a leggere fin qui avrai già superato questa domanda.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Paolo Lun 16 Apr 2012 - 9:03

Multiverso ha scritto:

Caro Paolo, con questo intervento chiudo il nostro contradditorio, in primo luogo perchè non vorrei soffocare altri interventi, e in secondo luogo perchè la nostra discussione non si sposta di un millimetro, in quanto a tutto ciò che tu continui a ripetere io ho già risposto nei miei precedenti interventi, ma noto che le mie riflessioni non sono state per nulla prese in considerazione, per cui davvero sono convinto di non riuscire a spiegarmi o di trovarmi davanti un mulo (nel senso buono del termine) che continua pervicacemente a sostenere le proprie verità, senza voler crescere nell'incontro/scontro con le idee altrui. Poichè io intendo il contraddittorio in quest'ultima accezione, provo a ripetere per l'ultima volta ciò che ho detto molti post fa, dopodichè ognuno resta delle proprie opinioni

Multi, nessun problema, se ritieni inutile il confronto non serve proseguire.
Ma ricordati che c'è tanto dal ponte all'acqua, come dall'acqua al ponte.

Multiverso ha scritto:
Esistono due tiplogie di credenti: la prima è formata dalle persone ignoranti, con scarsa scolarizzazione e spirito critico, il cosiddetto popolino, la quale categoria non si pone affatto il problema di Adamo ed Eva, ..... Provaci e poi dimmi se quella chiusura è frutto di menefreghismo e pigrizia mentale, oppure di impossibilità di elevazione verso approfondimenti per loro impossibili...... Io non me la sento affatto di puntare l'indice verso questa gente, addossandogli colpe che non hanno...

Io ti ho fatto l'esempio di Vanna Marchi perchè è emblematica di quella situazione che io condanno e che tu invece assolvi. Io ho assistito per curiosità ad alcune fasi del suo processo che trasmettevano alla televisione (programma un giorno in pretura se ben ricordo). Le vittime che deponevano erano esattamente il prototipo del credente che tu qui descrivi. Accusavano la Marchi perchè pur avendo pagato che so 2/3000 euro per il terno al lotto questo non era uscito. Al di la della ovvia stupidità, di cui posso anche non far loro una colpa concordando con quanto tu hai esposto, c'è un'altra questione ben più grave e profonda in tutto questo. Queste persone erano alla ricerca della scorciatoia per ottenere un grande vantaggio con un minimo sforzo. E questo sono pronti a farlo incuranti di cose fanno e di eventuali danni che questo comporta. Sono dei meschini che in malafede pretendono senza alcun sforzo di risolvere i loro problemi a carico degli altri. Non hanno il coraggio e la volontà di lavorare, di lottare per ottenere quello cui tutti ambiscono, così per loro bassezza e meschinità lo vogliono ottenere senza sforzo e sacrificio. Sanno benissimo cosa vogliono e lo vogliono incuranti di cosa si debba fare per averlo. E' sempre l'avidità che spinge tutte queste persone a cercare di arraffare il più possibile con il minimo sforzo. Non sono dei poveri sprovveduti. Sono solo degli stupidi avidi e meschini. Qui non c'entra nulla la cultura o il condizionamento. E io questo, anche nel rispetto invece di chi, pur ignorante, pur sempliciotto, si fa il culo tutto il giorno e, in modo del tutto dignitoso, si costruisce la sua pur modesta posizione, non lo accetto e non lo giustifico. Stai tranquillo che questo a Vanna Marchi gli da solo delle pedate nel sedere!

Multiverso ha scritto:
Tu come ti sentiresti se qualcuno ti accusasse di pigrizia mentale e menefreghismo, addossandoti la responsabilità di non riuscire a comprendere e sviluppare i due modelli matematici che compongono la relatività speciale e generale? Eppure tu hai studiato, sei intelligente e potresti riuscirci, ma se non ne sei capace la colpa è solo tua! Il problema è che applichi il tuo filtro per giudicare il comportamento altrui, ma non riesci ad indossare i loro occhiali con il loro filtro. Scopriresti una realtà completamente differente.

La differenza è che io sono conscio di questo e dei miei limiti sia intellettivi che di volontà. Perciò non pretendo di imporre o insegnare nulla a nessuno al di fuori della mia competenza. Non vado certo a fare la morale o imporre il mio credo, perchè ho l'umiltà di capire ed ammettere i mie limiti.

Multiverso ha scritto:
La seconda categoria di credenti è formata dalla gente colta e intelligente che comunque crede in dio.....

Io non vedo una reale differenza tra le due categorie che tu poni. Alla base il meccanismo è il medesimo, solo che, data la maggiore cultura e intelligenza, non finiscono nelle mani dei maghi o degli imbonitori. Il credente "medio" che è la stragrande maggioranza, se ne guarda bene dal preoccuparsi cosa sia il bene e cosa potrebbe fare per migliorare le cose. Questo comporta fatica e sacrificio. E allora subito alla ricerca della scorciatoia. Non mi curo di essere avido, non me ne frega nulla se gli altri soffrono e con poco poteri fare molto. Troppo faticoso prendersi cura di chi magari ha delle reali difficoltà. E guai buttare via dei soldi o delle risorse per dare una mano a chi è in difficoltà. Si curano il loro orticello, la loro botteguccia, la loro casetta o il loro impero finanziario. Poco conta. Però a me quelli li mi stanno sui coglioni. Che se ne stiano a casa loro, cosa vengono qui a rompere le balle ..... e vanti così (e sai bene a cosa mi riferisco!!). Poi però per mettere tutto a posto si va la domenica a messa, si mettono i santini e i crocifissi nella stanze, si dice la preghierina la sera. E tutto a posto. E' il trionfo della meschinità, della avidità, della pochezza morale e della cattiveria. Altro che condizionamento!!! Questa è pura meschinità! E sono tutti ben consapevoli di questo. E se ne guardano bene da dare voce a chi fa presente l'incongruenza della loro posizione. Vieni respinto come ateo senza dio e senza morale. Io ti posso assicurare che nella mia aridità e pochezza morale di ateo ho fatto molto ma molto di più per aiutare gli altri che non tutti i credenti ben istruiti, colti e benestanti che io conosco. E io questo non lo ammetto e lo condanno senza appello.



Multiverso ha scritto:
No no, l'essere umano non se ne farebbe un tubo di un dio che dispensa felicità ma non promette un'altra vita dopo la morte. L'uomo non accetta l'idea della morte come....

Su questo punto mi riprometto di aprire un topic specifico.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Cristianesimo.....che delusione!! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Cristianesimo.....che delusione!! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Cristianesimo.....che delusione!! Empty Re: Cristianesimo.....che delusione!!

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.