Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il caso non esiste.

+18
visiolo
Spica
Rasputin
anteo
davide
Giampy
delfi68
Paolo
uoz
Wishop
BestBeast
Steerpike
teto
nellolo
SergioAD
Tomhet
alberto
loonar
22 partecipanti

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da teto Lun 26 Mar 2012 - 22:18

visiolo, la regola "nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma" può valere solo per il nostro universo, con il big bang è nato lo spazio-tempo con queste leggi fisiche, "prima" del big bang potevano esserci altre leggi fisiche totalmente estranee da quelle conosciute a noi
teto
teto
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2136
Età : 30
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.04.10

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da visiolo Lun 26 Mar 2012 - 22:35

Pare che oggi nessuno dei fisici abbia in mente un modo per riuscire a capire cosa c'era prima del Big Bang. Sia nel caso in cui l'universo si è trasformato, sia nel caso in cui si è creato, loro non sanno cosa c'era prima. L'unico modo per sapere come è iniziato il Big Bang è capire come andrà a finire il nostro universo. IMHO i tre principi della termodinamica sono i pilastri fondamentali dell'Universo e si conservano anche nei vari cicli del Big Bang. Quello che possono cambiare sono le leggi delle forze fondamentali e il valore delle costanti universali. Ma comunque, considerala fantasia.

_________________
"La religione è vera per la plebe, falsa per il saggio e redditizia per quelli che ne fanno un mestiere." ( Seneca)
visiolo
visiolo
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 30
Età : 37
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Studente
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.03.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Steerpike Mar 27 Mar 2012 - 19:24

visiolo ha scritto:Comunque ho trovato la spiegazione logica del perchè esiste la discontinuità tra macro e micro. In pratica, se la meccanica quantistica non fosse statistica ma deterministica verrebbe violato il secondo principio della termodinamica. Vi lascio la spiegazione di Wikipedia che è superficiale ma abbastanza chiara:
http://it.wikipedia.org/wiki/Diavoletto_di_Maxwell
Stai argomentando che la meccanica quantistica deve necessariamente condurre alle leggi che osserviamo nel mondo macroscopico, perché altrimenti non condurrebbe alle leggi che osserviamo nel mondo macroscopico?
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da uoz Mer 28 Mar 2012 - 9:36

visiolo ha scritto:Comunque ho trovato la spiegazione logica del perchè esiste la discontinuità tra macro e micro. In pratica, se la meccanica quantistica non fosse statistica ma deterministica verrebbe violato il secondo principio della termodinamica. Vi lascio la spiegazione di Wikipedia che è superficiale ma abbastanza chiara:

Non capisco cosa intendi, oltre a continuare a non vedere nessuna discontinuità...

Per quello che scrivi, rimango della mia opinione: hai studiato bene la fisica classica ma non troppo quella quantistica. Allora,

-violazioni dei principi. già la stessa indeterminazione di Heisenberg le consente ( mettere in forma tempo-energia perchè risulti lampante DE Dt > h )

-nulla si crea nulla si distrugge: non è proprio vero, (v. vuoto quantistico, effetto Casimir & co.)

-diavoletto di Maxwell. Non capisco bene come possa entrare nel discorso di discontinuità tra macro e micro, ad ogni modo di diavoletti di Maxwell ne esistono già di belli e pronti in natura (uno lo usiamo tutti quando sudiamo) e non vi è nessuna contraddizione con nessun principio della termodinamica, se formulato correttamente (di solito si dimenticano sempre un pezzo!)

_________________
Devi peccare, se no Cristo che è morto a fare?
uoz
uoz
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 770
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.01.11

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da visiolo Mer 28 Mar 2012 - 12:16

Stai argomentando che la meccanica quantistica deve necessariamente condurre alle leggi che osserviamo nel mondo macroscopico, perché altrimenti non condurrebbe alle leggi che osserviamo nel mondo macroscopico?

diavoletto di Maxwell. Non capisco bene come possa entrare nel discorso di discontinuità tra macro e micro

No, stavo solo dicendo che non riuscivo a spiegarmi il perchè le cose nel micro mondo dovrebbero funzionare in modo totalmente differente del macro mondo. Cioè l'assenza di continuità se supponi di poter andare dal macro al micro con piccoli passi.

ad ogni modo di diavoletti di Maxwell ne esistono già di belli e pronti in natura (uno lo usiamo tutti quando sudiamo) e non vi è nessuna contraddizione con nessun principio della termodinamica, se formulato correttamente (di solito si dimenticano sempre un pezzo!)

per piacere, puoi approfondire?

_________________
"La religione è vera per la plebe, falsa per il saggio e redditizia per quelli che ne fanno un mestiere." ( Seneca)
visiolo
visiolo
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 30
Età : 37
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Studente
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.03.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da uoz Mer 28 Mar 2012 - 13:31

visiolo ha scritto:No, stavo solo dicendo che non riuscivo a spiegarmi il perchè le cose nel micro mondo dovrebbero funzionare in modo totalmente differente del macro mondo. Cioè l'assenza di continuità se supponi di poter andare dal macro al micro con piccoli passi.

Sono solo ambiti diversi di "competenza". Lo stesso discorso lo puoi fare ad esempio in una teoria standard con le forze conosciute. Seguendo il tuo ragionamento risulterebbe assai strano che la forza elettromagnetica che domina su scala molecolare sparisca su scala planetaria. In realtà il passaggio è graduale e gli effetti "strani" concorrono alla creazione degli effetti "noti" man mano che cambia la scala di grandezze alla quale osserviamo.

per piacere, puoi approfondire?

Era solo un esempio di 'diavoletto'. Ad una determinata temperatura del liquido corrisponde una certa distribuzione delle velocità nelle particelle (Maxwelliana). Cioè vi è una velocità termica media ma poi ve ne sono di più e meno energetiche. Quello che ti fa fresco quando sudi è un diavoletto di Maxwell (transizione di fase) che fa evaporare le code della Maxwelliana, quindi le molecole d'acqua con più energia cinetica, lasciando sulla tua fronte quelle più 'fredde'. In questo caso la soglia di evaporazione (tensione di vapore, non so come vuoi chiamarla) rappresenta il diavoletto.

_________________
Devi peccare, se no Cristo che è morto a fare?
uoz
uoz
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 770
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.01.11

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da visiolo Mer 28 Mar 2012 - 13:40

Seguendo il tuo ragionamento risulterebbe assai strano che la forza elettromagnetica che domina su scala molecolare sparisca su scala planetaria

Facendo due conti si vede che una è molto maggiore dell'altra e la cosa è comprensibile. Comunque appena avrò tempo studierò molto affondo la questione. Che libri mi consigli?


Ad una determinata temperatura del liquido corrisponde una certa distribuzione delle velocità nelle particelle (Maxwelliana). Cioè vi è una velocità termica media ma poi ve ne sono di più e meno energetiche. Quello che ti fa fresco quando sudi è un diavoletto di Maxwell (transizione di fase) che fa evaporare le code della Maxwelliana, quindi le molecole d'acqua con più energia cinetica, lasciando sulla tua fronte quelle più 'fredde'. In questo caso la soglia di evaporazione (tensione di vapore, non so come vuoi chiamarla) rappresenta il diavoletto.

Ok, ma se fai un bilancio energetico vedi che anche quel Diavoletto di Maxwell non viola i principi della termodinamica. E quindi conferma l'esperimento mentale di Maxwell.

_________________
"La religione è vera per la plebe, falsa per il saggio e redditizia per quelli che ne fanno un mestiere." ( Seneca)
visiolo
visiolo
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 30
Età : 37
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Studente
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.03.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da uoz Mer 28 Mar 2012 - 14:25

visiolo ha scritto:Facendo due conti si vede che una è molto maggiore dell'altra e la cosa è comprensibile. Comunque appena avrò tempo studierò molto affondo la questione. Che libri mi consigli?
E' molto maggiore alla sua scala, cancellando gli effetti della concorrente. Così come la statistica su larghi numeri cancella le "disuniformità entropiche" o le dimensioni di oggetti macroscopici non rendono visibili i comportamenti ondulatori.

Il libro... non so. Che devi fare? Preparare un esame o diletto personale?


Ok, ma se fai un bilancio energetico vedi che anche quel Diavoletto di Maxwell non viola i principi della termodinamica. E quindi conferma l'esperimento mentale di Maxwell.
Scusa ma allora non capisco ancora il motivo per cui l'hai tirato dentro: rispiegami cosa c'entra con la quantistica e l'indeterminismo.

_________________
Devi peccare, se no Cristo che è morto a fare?
uoz
uoz
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 770
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.01.11

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da visiolo Mer 28 Mar 2012 - 14:28

Per formazione universitaria e professionale non mi serve arrivare a conoscere queste cose così in dettaglio, però sono argomenti che mi piacciono e vorrei far chiarezza nella mia mente.

L'ho tirato dentro perchè è la dimostrazione che cercavo per capire che la casualità non è un limite umano ma è una condizione intrinsecamente esistente in natura.

_________________
"La religione è vera per la plebe, falsa per il saggio e redditizia per quelli che ne fanno un mestiere." ( Seneca)
visiolo
visiolo
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 30
Età : 37
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Studente
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.03.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Steerpike Dom 1 Apr 2012 - 11:44

visiolo ha scritto:
No, stavo solo dicendo che non riuscivo a spiegarmi
il perchè le cose nel micro mondo dovrebbero funzionare in modo
totalmente differente del macro mondo. Cioè l'assenza di continuità se
supponi di poter andare dal macro al micro con piccoli passi.
Non riesci a spiegartelo, quindi non hai una spiegazione della discontinuità tra scala microscopica e mascroscopica. Mi sembrava di aver capito il contrario, da cui la mia domanda.

_________________
No abstraction without representation
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da uoz Lun 2 Apr 2012 - 17:35

visiolo ha scritto:Per formazione universitaria e professionale non mi serve arrivare a conoscere queste cose così in dettaglio, però sono argomenti che mi piacciono e vorrei far chiarezza nella mia mente.

L'ho tirato dentro perchè è la dimostrazione che cercavo per capire che la casualità non è un limite umano ma è una condizione intrinsecamente esistente in natura.

Uhm. Un libro di quantistica o di meccanica statistica? Di divulgativo non conosco nulla, ma se lo fai -diciamo- per hobby, non so quanta voglia tu abbia di perderti in mari di conti. Anche se penso che in realtà sia l'unico modo per capirci qualcosa.

_________________
Devi peccare, se no Cristo che è morto a fare?
uoz
uoz
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 770
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.01.11

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SauroClaudio Dom 15 Apr 2012 - 18:51

Steerpike ha scritto:
visiolo ha scritto:Comunque ho trovato la spiegazione logica del perchè esiste la discontinuità tra macro e micro. In pratica, se la meccanica quantistica non fosse statistica ma deterministica verrebbe violato il secondo principio della termodinamica. Vi lascio la spiegazione di Wikipedia che è superficiale ma abbastanza chiara:
http://it.wikipedia.org/wiki/Diavoletto_di_Maxwell
Stai argomentando che la meccanica quantistica deve necessariamente condurre alle leggi che osserviamo nel mondo macroscopico, perché altrimenti non condurrebbe alle leggi che osserviamo nel mondo macroscopico?
Potrebbe essere, in pratica qualsiasi sistema che tende all'infinito tende alla casualità, nel senso che diventa imprevedibile qualsiasi fenomeno che vi si verifichi.
Ora sia il macro che il micro cosmo sono dei sistemi potenzialmente infiniti, pertanto casuali. Quando la causa non è più determinabile diventa caso.
SauroClaudio
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 436
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.04.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da delfi68 Dom 15 Apr 2012 - 22:25

Nel micro, il caso non esiste. Tutto segue leggi precise e inderogabili (fino a prova contraria).
Nel macromondo, credo che il caso esista solo dove esistono esseri senzienti che prendono decisioni su basi arbitrarie.
Dove esiste solo massa e natura le cose procedono per effetti di causalità.

Almeno credo...
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da silvio Dom 15 Apr 2012 - 22:55

Mi chiedo se noi veramente agiamo in modo arbitrario, potremm anche noi agire seguendo stimoli causati.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Rasputin Dom 15 Apr 2012 - 23:09

silvio ha scritto:Mi chiedo se noi veramente agiamo in modo arbitrario, potremm anche noi agire seguendo stimoli causati.

Da cosa?

_________________
You think normal people just wake up one morning and decide they're going to work in a prison? They're perverts, every last one of them. (Vanessa)

Il caso non esiste. - Pagina 3 Merini10- Il caso non esiste. - Pagina 3 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59444
Età : 62
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : On the run
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da silvio Dom 15 Apr 2012 - 23:18

Tutta il nostro agire potrebbe essere determinato da combinazioni di stimoli interni, ed esterni, accadimenti vari, tali da farci credere di agire secondo arbitrio ma in realtà predeterminati.

Non son se riesco a spiegarmi, ma anche un pensiero che noi consideriamo venuto fuori dal nulla abbia delle cause biochimiche dovute al fatto che abbiamo assunto una qualsiasi sostanza, o abbiamo dormito in una posizione, ma tutto riconducibile ad una serie di cause ed effetti ormai impostate nel mondo, cah vanno avanti da sempre in quella sequenza.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da delfi68 Lun 16 Apr 2012 - 9:09

Mah..sono dei sofismi, tuttavia, ogni giorno ci sono milioni di cose che se capitassero e qualora capitano, ci cambiano la storia della nostra vita.

Pensa anche al solo perdere un autobus e prendere quello dopo, uscire da una porta, piuttosto che un'altra..se il direttore di quell'azienda, da cui aspettiamo una telefonata, cade o meno dalle scale..

A me sembra che noi proponiamo, e il caso dispone.

Che noi cerchiamo di indirizzare al meglio la nostra vita (dal nostro punto di vista) è fuori dubbio, ma che poi l'ingranaggio che ogni giorno si mette in moto, dispone se e cosa andrà in porto e come..
Ogni istante è buono per morire ad esempio..indipendentemente dai nostri progetti..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SauroClaudio Lun 16 Apr 2012 - 11:46

silvio ha scritto:Tutta il nostro agire potrebbe essere determinato da combinazioni di stimoli interni, ed esterni, accadimenti vari, tali da farci credere di agire secondo arbitrio ma in realtà predeterminati.

Non son se riesco a spiegarmi, ma anche un pensiero che noi consideriamo venuto fuori dal nulla abbia delle cause biochimiche dovute al fatto che abbiamo assunto una qualsiasi sostanza, o abbiamo dormito in una posizione, ma tutto riconducibile ad una serie di cause ed effetti ormai impostate nel mondo, cah vanno avanti da sempre in quella sequenza.

In realtà è così, ma non pensare che il nostro comportamento dipenda tutto dalla corteccia cerebrale, in realtà dipende in gran parte dall'inconscio nel quale si stratificano le esperienze della vita oltre ai condizionamenti su base genetico-ereditaria, e cioè che dipendono dal DNA.

Per cui c'è un 99% del nostro comportamento che risponde a questi meccanismi, ma un 1% che probabilmente non risponde a nessun meccanismo, perchè quando parliamo di cervello dobbiamo tener presente che parliamo di un sistema che tende all'infinito, per cui il detesminismo, cioè la causa, viene a cadere e si entra in un meccanismo casuale.

Un intuizione, non è detto dipenda da condizionamenti, ma può emergere in modo del tutto imprevedibile.

Io temo che non si sia ancora compreso che noltissimi sistemi tendono all'infinito, ed è probabile che sia tutta la realtà che tende all'infinito, e quindi non determinabile.

Facciamo l'esempio più semplice: un sasso cade sempre alla stessa velocità.

Però paradossalmente questa è un affermazione inesatta, perchè ogni secondo cade sulla terra una tonnellata (circa) di polvere cosmica che ne modifica la forza di gravità.

Per cui non cadrà sempre alla stessa velocità, ma con una piccola variabile che possiamo chiamare K, la quale resterà sempre una variabile perchè non potremo mai sapere quanta polvere cosmica cadrà sulla terra ogni secondo.

Ed anche qui si rientra in un sistema che tende all'infinito!
SauroClaudio
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 436
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.04.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Steerpike Lun 16 Apr 2012 - 17:22

silvio ha scritto:Tutta il nostro agire potrebbe essere determinato da combinazioni di stimoli interni, ed esterni, accadimenti vari, tali da farci credere di agire secondo arbitrio ma in realtà predeterminati.

Non son se riesco a spiegarmi, ma anche un pensiero che noi consideriamo venuto fuori dal nulla abbia delle cause biochimiche dovute al fatto che abbiamo assunto una qualsiasi sostanza, o abbiamo dormito in una posizione, ma tutto riconducibile ad una serie di cause ed effetti ormai impostate nel mondo, cah vanno avanti da sempre in quella sequenza.
Se non è casuale, è estremamente meglio caotico. Avere troppe regole equivale a non averne nessuna, come insegnano gli algoritmi per generare numeri pseudocasuali.
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da delfi68 Mer 18 Apr 2012 - 16:47

siccome il 3d è in sonno, e non siamo completamente Ot, lo appogio qui, poi se i mod decidono di aprire un 3d o spostarlo..ovviamente no problem..

http://it.missingkids.com/missingkids/servlet/ServiceServlet?LanguageCountry=it_IT&PageId=2964#Persone_scomparse_da_minori_

Incredibile..è una cosa che non riesco a metabolizzare..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SauroClaudio Ven 20 Apr 2012 - 19:28

Steerpike ha scritto:
silvio ha scritto:Tutta il nostro agire potrebbe essere determinato da combinazioni di stimoli interni, ed esterni, accadimenti vari, tali da farci credere di agire secondo arbitrio ma in realtà predeterminati.

Non son se riesco a spiegarmi, ma anche un pensiero che noi consideriamo venuto fuori dal nulla abbia delle cause biochimiche dovute al fatto che abbiamo assunto una qualsiasi sostanza, o abbiamo dormito in una posizione, ma tutto riconducibile ad una serie di cause ed effetti ormai impostate nel mondo, cah vanno avanti da sempre in quella sequenza.
Se non è casuale, è estremamente meglio caotico. Avere troppe regole equivale a non averne nessuna, come insegnano gli algoritmi per generare numeri pseudocasuali.

Certo in tutti i sistemi che tendono all'infinito possiamo tirar in ballo il caso.
Se per calcolare il tempo da qui ad una settimana, i satelliti devono elaborare 15 miliardi di dati, è ovvio che se ti chiedo che tempo farà il 20 maggio dell'anno prossimo non potrai mai dirmelo e dirai, ci sono il 30% delle probabilità che faccia il sole, il 30% che faccia nuvolo, ed il 30% che piova.
Così anche la quantistica è nata male con la storia del gatto nella scatola il quale ha il 50% delle possibilità di restar vivo, ed il 50% delle possibilità di essere morto.
Pertanto la quantistica è in sostanza una deduzione probabilistica, ma la probabilistica non è una scienza è un ipotesi.
Anche se su alcune cose ha detto qualcosa di vero, bisogna riconoscere che sulla meccanica quantistica sono nate le più svariate teorie anche ai limiti dell'assurdo.
Non ultimi i sei miliardi di euro che sono stati stanziati al CERN per creare i mini buchi neri e per trovare la Particella di Dio. Che poi questa ultima è veramente tutto un programma. Ecco la descrizione della Particella di Dio da parte di un fisico del CERN discepolo del Carbucci:

E poi ne segue un mio commento molto sarcastico.

"Che
cosa è la” Particella di Dio “e come si contraddistingue dalle altre? Tutte le
altre particelle sub-atomiche sono caratterizzate dal fatto di essere
delimitate da “Pareti” che separano due regioni con differenti proprietà; per
parete comunque si intende la linea di demarcazione che separa gli elettroni ,
che sono i quanti “materializzati” del campo elettromagnetico, dal protone che
è il “quanto” materializzato del campo nucleare forte. La “Particella di Dio”
non ha PARETI, perché è la “quantizzazione”(ammessa la liceità del termine)di
un campo “SCALARE”. Le conseguenze matematiche sono che la sua Estensione è
Infinita . Da un campo “scalare” non si ha materializzazione. Il campo
“Scalare” contiene l’unica grandezza scalare che è appunto la MASSA ;così l’unica
particella priva di MASSA, contiene la massa, come espressione dell’Energia=mv2
,nel paradosso che è ENERGIA PURA. Per risolvere il paradossale problema di una
particella senza pareti, priva di massa ma contenente la stessa, bisogna
richiamare la soluzione concettuale che questa sia costituita dall’unione senza
mediatori delle ultime due particelle” fondamentali”(RISHONI) concepibili:
quella che possa dar ragione dell’assenza di pareti e quella che possa dar
ragione del contenuto della massa. Rispettivamente: il VUOTO(VAVHAU) e ciò che
può riempirlo(TAHU): Insieme danno VAVHAUTAHU che è il VUOTOQUANTOMECCANICO.
Quali le deduzioni e le conseguenze della scoperta del Fisico italiano? Nessuno
scienziato al mondo ha mai ritenuto che il modello di atomo potesse essere
errato mentre Corbucci ha posto in evidenza l’errore tecnico. In merito alla
Particella di Dio solo il matematico S.Hawking, ritenuto il solo esperto
di”buchi neri “ha sospettato che il Bosone di Higgs fosse invisibile ai
rivelatori. Un modello di atomo che indica dove si trova quest’ultimo, che
mostra esattamente l’ordine di distribuzione di tutti gli elettroni negli
shell, di tutte le particelle subnucleari nel nucleo, la disposizione di tutti
i Bosoni e persino di come sono messi i quark all’interno di ogni particella
sub- nucleare, è qualcosa che supera ogni possibilità scientifica allo stato
attuale. Tutto ciò è da attribuire al nostro scienziato italiano che ha posto
in essere la spiegazione nei minimi dettagli dei meccanismi con cui tutte le
particelle subatomiche prendono la massa dalla “Particella di Dio” e che apre
orizzonti di possibilità applicative straordinarie: Ad es. un blocco di ferro
della massa di tonnellate può essere portato ad avere una massa minore di
quella di una piuma. In ultima analisi, conoscendo la natura” fisica” di detta
particella, che crea tutte le altre , è una conquista impressionante non solo
nel campo della fisica. Al concetto di VUOTO va contrapposto quello di
VUOTOQUANTOMECCANICO,( in altre parole ciò che esisteva nell’Universo prima del
Big Bang ),con implicazioni epistemologiche nel campo delle Scienze matematiche
e fisiche e nel campo del Filosofico semplicemente inafferrabili dal pensiero
umano non ancora addestrato alla riconversione concettuale verso tali nuove
concezioni. La Scienza attraverso la quale M.Corbucci è arrivato a determinare
l’Ordine di riempimento dei livelli atomici non fa parte dello scibile umano.
Si chiama Scienza dell’Ordine molto simile alla Matematica (Mat-Mantica),
discipline ancora inespresse dalla mente umana che mettono in seria crisi le
leggi di Causa ed Effetto, su cui si basa il principio della dualità,(Dio e
Creazione, Spirito e Materia) baluardo del pensiero occidentale."





Dunque da
quanto mi pare di capire la Particella di Dio non ha pareti



Fa parte di
un campo scalare; cos’è un campo scalare? Un campo scalare è semplicemente un
campo che si compone di numeri semplici che crescono in modo scalare, ad es.
1+1, 1+1+1, 1+1+1+1, 1+1+1+1+1, 1+1+1+1+1+1 ecc fino
all’infinito



La
Particella di Dio possiede una massa come espressione della legge e=mv2 ( la
legge della relatività ristretta di Einstein)



La
Particella di Dio essendo espressione di un campo scalare possiede una massa,
però nello stesso tempo è priva di massa????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????



Per
risolvere questo problema, dobbiamo appellarci alle particelle fondamentali, i
così detti RISHONI che possono giustificare l’assenza di pareti e nello stesso
tempo dar ragione della presenza della massa anche se questa resta assente.



Per
risolvere questo paradosso dobbiamo appellarci al VUOTO(VAVHAU) ed a ciò che
può riempirlo (TAHU)



Otterremmo
cosi il VAVHAUTAHU che è il VUOTOMECCANICO.



Da ciò si deduce
che il VUOTOMECCANICO possiede una massa pur essendone privo
?????????????????????????????????



Inoltre ogni
Particella di Dio mostra esattamente l’ordine di distribuzione di tutti gli
elettroni negli shell (spazio intraatomico), di tutte le particelle subnucleari
nel nucleo, la disposizione di tutti i Bosoni e persino di come sono messi i
quark all’interno di ogni particella sub- nucleare, è qualcosa che supera ogni
possibilità scientifica allo stato attuale.



Ogni
Particella di Dio ha all’incirca peso atomico 100



La
Particella di Dio una volta scoperta aprirebbe orizzonti di possibilità
applicative straordinarie. Ad esempio una massa di ferro del peso di più
tonnellate si potrebbe far diventare leggera come una
piuma.???????????????????????????



Queste
illustri intuizioni sono opera di uno dei nostri più illustri fisici
quantistici, il Carducci che ha indicato con precisione l’ordine di
distribuzione degli elettroni nello shell, cioè nello spazio atomico, e pure
l’ordine di tutte le particelle finora scoperte che vi si trovano.



Non solo, ma
ha indicato dove si può trovare nell’ambito dell’atomo la Particella di Dio
(Bosone), pur essendo questa priva di pareti ed infinita (come già è stato
detto).



Ora prese in
atto tali considerazioni mi si pongono delle domande.



1)
Come può una particella subatomica che non ha pareti ed ha dimensione infinita,
essere ben localizzata nel nucleo atomico, dal momento che tale nucleo ha
dimensione infinitamente piccola?



2)
Come può una particella che non ha massa possedere nel contempo una massa? ( ma
per risolvere questo paradosso, dice il fisico, dobbiamo appellarci al VAVHAU
ed al TAHU)



3)
Ma se la massa è stata perfino quantificata, ma come
si è potuto fare visto che era priva di massa????????????????????????????????????????????????????????????????



4)
Risulta chiaro che la Particella di Dio non è piena ma vuota, anzi possiede il
VUOTOMECCANICO, ed è priva di massa pur possedendo una
massa????????????????????????????????????????????



5)
Tramite questa particella possiamo sapere l’ordine di distribuzione di tutti i
Bosoni nel nucleo, l’ordine di distribuzione degli elettroni, dei protoni, dei
neutroni e delle altre particelle subatomiche. Ma
come????????????????????????????????



6)
Ma un'altra cosa strabiliante che scopriamo con la Particella di Dio è che
esiste un ordine degli elettroni, cioè gli elettroni sono ordinati e non
possono trovarsi indistintamente in qualsiasi punto dello spazio subatomico e
questo contro il principio indeterminazione quantistica di Heisenberg.



7)
Inoltre quando troveremo la Particella di Dio si apriranno possibilità
straordinarie, molte delle quali sono ancora da scorire.



8)
Forse avremo scoperto l’antigravità ???????????????????????



Se io vado a
sbattere la testa nel muro che mi sta di fronte, sono certo di andare a
sbattere contro una realtà che è composta di atomi che sono costituiti da un
nucleo con uno o più neutroni e protoni che hanno inevitabilmente il peso
atomico uno ed un numero corrispondente per ogni atomo di elettroni,
corrispondente ai protoni del nucleo.



Il massimo
peso che posso trovare nel nucleo è 1 (UNO), è il peso di ciascun neutrone e di
ciascun protone.



Neppure mi
invento minimamente che esistano nel nucleo particelle con il peso atomico 100;
questo sovvertirebbe completamente l’ordine della natura. Inoltre una
particella così grossa sovvertirebbe completamente i pesi atomici di ciascun
elemento. Dimenticavo che è pure infinita, priva di pareti e che quindi
teoricamente può abbracciare l’intero universo.



Una atomo
con il peso atomico 100 esiste già in natura, è stato trovato nel 1927, è il
Rutenio, ma è un atomo con un nucleo composto da 50 neutroni e 50 protoni oltre
a 50 elettroni che hanno peso atomico irrisorio, ma possiedono solo carica.



Non possiamo
minimamente pensare di sovvertire la tavola stechiogenetica degli elementi, che
va dall’idrogeno che ha peso atomico uno (1), all’uranio che ha peso atomico
238.



Quanto poi
alle applicazioni pratiche della Particella di Dio, con la quale possiamo
rendere il peso di diverse tonnellate di ferro in quello di una piuma, sono
semplicemente risibili e degne di un dissociato mentale.







Dopo cinquant’anni
che è stata fatta esplodere la prima bomba atomica, dopo che grandi scienziati
anche italiani hanno intravisto quella che era la struttura dell’atomo, vedi un
Enrico Fermi, un Ettore Majorana ecc si è giunti a questo punto.



I chimici
sono molto più afferrati nel conoscere la struttura dell’atomo.



I fisici, da
cinquant’anni a questa parte hanno inventato teorie assurde e che non hanno
nessuna attinenza con la realtà.



Poi sono
subentrati dei grossissimi interessi con gli acceleratori, basti pensare che
nella ciambella del LHC vogliono riprodurre le condizioni inziali del BIG-BANG,
la Particella di Dio, e pure un buco nero (senza avere un minimo di massa
(occorre una massa venti volte il sole o forse più, non ricordo)



La Comunità
Europea ha stanziato per questi esperimenti sei miliardi di euro.



A questo
punto posso dire che gli asini hanno le ali e direi una castroneria inferiore a
quelle che formulano i fisici quantistici.



Lasciamoli
fare che forse ci aiuteranno ad entrare nell’undicesima dimensione.



Sarà come
andare al parco giochi!
SauroClaudio
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 436
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.04.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da delfi68 Ven 20 Apr 2012 - 19:44

Io certe volte mi sono azzardato, ma sono troppo incolto per poter sostenere con cognizione di causa cio' che intuisco, ossia che il LHC sia un'emerita perdita di tempo e risorse..

Per tutti i miliardi spesi per afrlo e gestirlo, mi pare che non siano ritornate grandi utilita' per la societa'..

Ma di solito ti danno subito dell'ignorante se dici una roba del genere, ma mi pare che Einstein non avesse avuto bisogno di simili dispendi di denaro per formulare la relativita'..

boh..limite mio...
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da PaperJack Ven 20 Apr 2012 - 21:05

delfi68 ha scritto:Io certe volte mi sono azzardato, ma sono troppo incolto per poter sostenere con cognizione di causa cio' che intuisco, ossia che il LHC sia un'emerita perdita di tempo e risorse..

Per tutti i miliardi spesi per afrlo e gestirlo, mi pare che non siano ritornate grandi utilita' per la societa'..

Ma di solito ti danno subito dell'ignorante se dici una roba del genere, ma mi pare che Einstein non avesse avuto bisogno di simili dispendi di denaro per formulare la relativita'..

boh..limite mio...


E' una perdita di tempo verificare che le cose che dici sono vere ora? Dov'è finito il metodo scientifico?

Formulare la relatività è stato semplice, ma verificarla è stata tutta un altra storia. Sai cosa c'è voluto per verificare con certezza la relatività di Einstein?
Hanno dovuto sparare nello spazio più di 24 satelliti con orologi atomici super-precisi e equipaggiamento radio orbitale. Si chiama il sistema GPS.

Perchè è proprio a questo che serve il LHC. Non c'è un metodo più semplice ed economico? No.

E' questa la differenza tra la fisica bislacca e la fisica reale. La fisica reale funziona e sono stati spesi milioni miliardi per provarla, e con successo.



_________________
Il caso non esiste. - Pagina 3 1324208072005
PaperJack
PaperJack
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 271
Età : 29
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 08.03.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da delfi68 Ven 20 Apr 2012 - 21:10

Bene, visto che sei informato.

Mi dici una delle cose importanti per il progresso tecnologico, e che abbia reso un'utilita' alla nostra societa', provenienti dall'LHC?
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da PaperJack Ven 20 Apr 2012 - 21:26

delfi68 ha scritto:Mi dici una delle cose importanti per il progresso tecnologico, e che abbia reso un'utilita' alla nostra societa', provenienti dall'LHC?

Non sono un esperto e sono sicuro che qualcun'altro ti potrà rispondere molto meglio, ma mi pare che dal lavoro dell' LHC si sono ottenuti metodi per evitare la diffusione di raggi di particelle e nuove tecnologie per la individuazione di particelle e raggi.

In ogni caso, il punto dell'LHC non è la creazione di nuove tecnologie come i viaggi per la luna, ma è uno strumento di ricerca. Insomma, è più un microscopio che altro. L'utilità viene dalle scoperte che vengono fatte, non dallo strumento stesso.

_________________
Il caso non esiste. - Pagina 3 1324208072005
PaperJack
PaperJack
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 271
Età : 29
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 08.03.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da delfi68 Ven 20 Apr 2012 - 21:29

eh..no dico, appunto, sai che io non riesco a trovare nessuna grande scoperta che valga la pena di tutti quei soldi..?

..non e' polemica, anzi..

Mi piacerebbe sapere a cosa serve..tutto li..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da uoz Sab 21 Apr 2012 - 2:27

Senza offesa Sauro, ma che roba ti sei fumato????

------ ----- -----



delfi68 ha scritto:eh..no dico, appunto, sai che io non riesco a trovare nessuna grande scoperta che valga la pena di tutti quei soldi..?
..non e' polemica, anzi.. Mi piacerebbe sapere a cosa serve..tutto li..

A cosa serve nella vita di tutti i giorni intendi? La ricerca di base ha ricadute su tempi lunghi, a volte lunghissimi. Le ricadute tecnologiche forse le vedrai, quelle della ricerca vera e propria non credo, forse qualcosa i tuoi figli, forse. Prova però a pensare da dove vengono le cose che puoi vedere oggi.

Giusto per restare in tema di acceleratori di particelle e fare un paio di esempi celebri, una delle ricadute tecnologiche "collaterali" della ricerca in fisica subnucleare la usi più o meno tutti i giorni. Ad esempio per porre questa domanda a qualcuno che ti legge da 500km di distanza. Internet è nato al cern per lo scambio rapido dei dati. La maggiorparte degli apparati di timing per lo studio della fotoluminescenza in medicina sono stati prima inventati e sviluppati per cronometrare i botti tra particelle, la medicina atomica stessa è una ricaduta della ricerca di base in ambito atomico...

La differenza tra la divisione RD di una grande azienda e la ricerca di base è la stessa che ci sarebbe tra chi nel 1700 provava a sviluppare un olio da lampada migliore e chi studiava l'elettricità.
uoz
uoz
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 770
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.01.11

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SergioAD Sab 21 Apr 2012 - 6:53

La differenza tra la divisione RD di una grande azienda e la ricerca di base è la stessa che ci sarebbe tra chi nel 1700 provava a sviluppare un olio da lampada migliore e chi studiava l'elettricità.
:)

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6868
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da delfi68 Sab 21 Apr 2012 - 9:03

Sono sostanzialmente d'accordo..Uoz, anche se non posso in pratica sapere che cosa fanno concretamente al'LHC, per un mio limite eh..mi devo fidare che stanno facendo un buon lavoro..

Un po come il medioevale tra olio e d elettricita' diciamo..

Ma se fosse un pacco, L'LHC, qualcuno ce lo direbbe vero?
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SauroClaudio Sab 21 Apr 2012 - 9:58

SergioAD ha scritto:
La differenza tra la divisione RD di una grande azienda e la ricerca di base è la stessa che ci sarebbe tra chi nel 1700 provava a sviluppare un olio da lampada migliore e chi studiava l'elettricità.
:)

Scusa io non ho detto che il CERN è inutile, ho detto semplicemente che certe teorie che sono state elaborate per me sono ai limiti dell'assurdo.
Ho avuto modo ultimamente di discutere con un fisico quantistico che sostiene la teoria dei molti mondi.
Ma te ne parlerò meglio in seguito, ora ho ambulatorio.
SauroClaudio
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 436
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.04.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SergioAD Sab 21 Apr 2012 - 12:58

Per la verità mi era piaciuto quello che ho citato di UOZ. Qualcosa di simile era innestato qui. Anche qui è stato interessante discutere sulla predizione di stati futuri.

Insomma un sacco di roba finisce perché sbagliata ma l'altra è quella che ci ha portato dove ci troviamo oggi e potevano essere assurde quando furono scoperte.


SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6868
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SauroClaudio Sab 21 Apr 2012 - 18:10

SergioAD ha scritto:Per la verità mi era piaciuto quello che ho citato di UOZ. Qualcosa di simile era innestato qui. Anche qui è stato interessante discutere sulla predizione di stati futuri.

Insomma un sacco di roba finisce perché sbagliata ma l'altra è quella che ci ha portato dove ci troviamo oggi e potevano essere assurde quando furono scoperte.


Voglio continuare sulla teoria dei molti mondi:



Ecco quanto scrive un fisico quantistico:


pensare vi sia sta una sorta di comunicazione globale e
istantanea, quello che pensa Corbucci, vìola quanto previsto dalla relatività
ristretta: nessuna informazione può viaggiare ad una velocità superiore a
quella della luce nel vuoto.


1- L'entaglement si manifesta solo su particelle generate in
coppia


2- due particelle entangled, non possono trasmettere alcuna
informazione (non pubblico una dimostrazione incomprensibile a chi non è
avvezzo alla matematica avanzata)


3- il fenomeno è non locale


4- se Corbucci dalla sua teoria deduce qualcosa di errato,
allora la teoria stessa è errata





Per quanto to riguarda la teoria MWI, essa postula che
possono esistere tanti mondi, quanti gli stati di sovrapposizione nei quali un
sistema si trova.


Tutto è descrivibile come la somma di funzioni d'onda


Si è in uno stato di sovrapposizione quando un sistema può
esser definito probabilisticamente dalla somma delle funzioni d'onda che ne
descrivono lo stato.


Se pinco pallino è di fronte ad una scelta che dipende da
qualcosa descrivibile quantisticamente, ci sarà un pinco pallino sdoppiato, due
mondi con probabilità 0.5 ciascuno, nei quali si troveranno due copie esatte di
pinco pallino, e così via, continue biforcazioni.


Se pinco pallino deve fare una scelta casuale, e decide in
base ad un evento quantistico che si manifesti o meno, se andare al lavorare
oppure no, ci sarà un pinco pallino che andrà lavorare ed uno che rimarrà a
casa.


I due mondi non possono interagire l'uno con l'altro ed è
dimostrabile in modo matematico.


Sconvolgente, spiazzante, teoricamente coerente ma
soprattutto non è cialtroneria macchiata dalla newage.


E' una teoria scientifica che risolverebbe molti paradossi
della meccanica quantistica.


Nel caso dell gatto di schroedinger, vi sarà un mondo nel
quale il gatto è vivo, ed uno nel quale il gatto è morto.


Ma intanto io avevo riposto:


Dal che se ne deduce che dal momento che molte volte sono
stato incerto se andare a lavorare o rimanere a casa perché magari ho un po’ di
mal di testa (il che rifarebbe ricadere il tutto in un sistema quantistico perché
probabilistico), ci sono due Claudio, uno che va a lavorare uno che rimane a
casa.


Io ho sempre avuto la sfiga di essere nel mondo di quello
che va a lavorare anche con il mal di testa, anche se avrei preferito rimanere
a casa.


Ma i due mondi sono distinti per cui non posso sperare di
andare nel mondo di quello che rimane a casa, perché i due mondi sono distinti
e sono dimostrabili matematicamente.


A questo punto penso che sia necessario ascoltare il
Carbucci:





Aspetteremo questo trasmettitore istantaneo.


Ma cosa ha fatto il Chn di Ginevra finora: ha cercato il
Bosone di Higgs, detto anche “Particella di Dio” non trovandolo, ha cercato per
assurdo di creare un mini buco nero (quando sappiamo che perché si formi un buco
nero ci vuole una forza di gravità enorme), ha cercato di ricreare le
condizioni iniziale dell’universo, non sapendo minimamente quali fossero tali
condizioni.


In questo senso i sei miliardi stanziati per trovare questi
fantasmi, sono serviti molto all’umanità (ma alle tasche dei ricercatori, che
ormai si inventano qualsiasi cosa.)
SauroClaudio
SauroClaudio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 436
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.04.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Steerpike Sab 21 Apr 2012 - 18:55

uoz ha scritto:La differenza tra la divisione RD di una grande azienda e la ricerca di base è la stessa che ci sarebbe tra chi nel 1700 provava a sviluppare un olio da lampada migliore e chi studiava l'elettricità.
Concordo pienamente. In ogni caso, anche se le scoperte di LHC servissero solo a chiarire il funzionamento di base dell'universo, sarebbe lo stesso un'infrastruttura costosa più utile di calendari formato gigante, tombe esibizioniste, inutilissimi templi religiosi, stadi per spettacoli decisamente brutali e immorali (oltre che inutili), abitazioni piene di lusso superfluo e chi più ne ha più ne metta.
SauroClaudio ha scritto:
Scusa
io non ho detto che il CERN è inutile, ho detto semplicemente che certe
teorie che sono state elaborate per me sono ai limiti dell'assurdo.
Anche la meccanica quantistica lo è, ma è stata ampiamente validata dagli esperimenti. Ergo, il fatto che qualcosa sembri assurda non pregiudica la sua veridicità.
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Ospite Sab 21 Apr 2012 - 18:58

Quoto Steerpike. Il caso non esiste. - Pagina 3 605765

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Rasputin Sab 21 Apr 2012 - 19:04

Concordo. Sarebbe interessante se Steerpike dichiarasse la sua vera età hihihihih

_________________
You think normal people just wake up one morning and decide they're going to work in a prison? They're perverts, every last one of them. (Vanessa)

Il caso non esiste. - Pagina 3 Merini10- Il caso non esiste. - Pagina 3 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59444
Età : 62
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : On the run
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Steerpike Sab 21 Apr 2012 - 19:09

Tutto dipende dalla base di numerazione. Quella nel profilo è in base 3.

_________________
No abstraction without representation
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Rasputin Sab 21 Apr 2012 - 19:14

Steerpike ha scritto:Tutto dipende dalla base di numerazione. Quella nel profilo è in base 3.

Io la so...vediamo se il nostro amico medico che si interessa di fisica (Bella la domanda: ma scusa Sauro tu sei un fisico?
Fantastica la risposta:
Mi interesso da molti anni di fisica, e conosco molti fisici soprattutto quantistici; ma scusa cosa centra?
DIO KANE: IN MINIERA DEVONO ANDARE DIO BOIA, hanno xxxxxxxxxx, a domanda tecnico/scientifica, quali basi (Conoscenze/esperienze) hai in materia, rispondono: mi interesso di fisica (DIO KANE SI INTERESSA) e poi l'apoteosi: e conosco molti fisici, pensa se xxxxxxxx andasse in ospedale per un'operazione chirurgica e chiedesse: "Chi mi opera?" e gli rispondesse un tizio: io, poi a successiva domanda: "È laureato in medicina con specializzazione in chirurgia e quanta esperienza ha maturato fino ad ora? E pensa se il tizio gli rispondesse: "NON SONO LAUREATO, MA MI INTERESSO ALLA MEDICINA, INOLTRE CONOSCO DEI MEDICI, MA SCUSA COSA C'ENTRA") ci arriva.

È una citazione, da un messaggio di qualcuno che ha letto l'intervento del nostro...

_________________
You think normal people just wake up one morning and decide they're going to work in a prison? They're perverts, every last one of them. (Vanessa)

Il caso non esiste. - Pagina 3 Merini10- Il caso non esiste. - Pagina 3 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59444
Età : 62
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : On the run
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Steerpike Sab 21 Apr 2012 - 19:19

SauroClaudio, dove precisamente hai delle perplessità? Per caso qui?
[tex]S(\phi ,A) = \int {1\over 4} F^{\mu\nu} F_{\mu\nu} + |(\partial - i q A)\phi|^2 + \lambda\cdot (|\phi|^2 - \Phi^2)^2[/tex]
Il caso non esiste. - Pagina 3 315697
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SergioAD Sab 21 Apr 2012 - 21:55

Steerpike ha scritto:Tutto dipende dalla base di numerazione. Quella nel profilo è in base 3.
Uno dei motivi per il quale mi avresti potuto trovare introverso (intendo in modo benevolo ovviamente) è l'associazione che noi facciamo in relazione al grado di maturità.

Ti eri presentato sedicenne al calcolo decimale ed ora lo confermi usando il sistema ternario. Qualunque sia la verità io devo trattarti da sedicenne perché ti stai definendo tale.

Ah ah! Confermo che non mi piacciono gli avatar, i nicknames e questo poter scegliere un ruolo da recitare - ve possino!

Non vedo l'ora che sia impedito tutto ciò a meno di non giocare con qualcosa tipo "second life".

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6868
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Rasputin Sab 21 Apr 2012 - 21:58

SergioAD ha scritto:
Qualunque sia la verità io devo trattarti da sedicenne perché ti stai definendo tale.

No amico. Da persona.

_________________
You think normal people just wake up one morning and decide they're going to work in a prison? They're perverts, every last one of them. (Vanessa)

Il caso non esiste. - Pagina 3 Merini10- Il caso non esiste. - Pagina 3 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59444
Età : 62
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : On the run
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SergioAD Sab 21 Apr 2012 - 22:18

I minorenni sono persone certamente come lo sono i settantenni o i miei coetanei. Cosa c'è di male essere un "amico" di un minorenne come vorrebbero i suoi genitori?

Non credo che offriresti una birra a mio nipote così come usiamo MP o altri mezzi di comunicazione a ridotta divulgazione. Lo facciamo per salvaguardare i nostri cuccioli.

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6868
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Rasputin Sab 21 Apr 2012 - 22:27

SergioAD ha scritto:I minorenni sono persone certamente come lo sono i settantenni o i miei coetanei. Cosa c'è di male essere un "amico" di un minorenne come vorrebbero i suoi genitori?

Non credo che offriresti una birra a mio nipote così come usiamo MP o altri mezzi di comunicazione a ridotta divulgazione. Lo facciamo per salvaguardare i nostri cuccioli.

Io una volta ho offerto una birra ad un 7enne per scusarmi con lui. In presenza della madre, la quale non ha avuto nulla da opinare.

Bimbo sbronzo, risate, pace.

Dov'è il problema? Pregiudizi?

Siamo persone.

_________________
You think normal people just wake up one morning and decide they're going to work in a prison? They're perverts, every last one of them. (Vanessa)

Il caso non esiste. - Pagina 3 Merini10- Il caso non esiste. - Pagina 3 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59444
Età : 62
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : On the run
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da SergioAD Sab 21 Apr 2012 - 23:31

Sembri proporre una provocazione, perché non proprio tutte le cose degli adulti sono consentite in questa società ai minorenni. Comunque io sarei a favore della società aperta anche in quel senso ma sospetto che molti difenderebbero posizioni conservative.

Ripeto io fui iniziato da adolescente, compreso l'alcol ed il fumo oltre al sesso con una coetanea minorenne in bordello. Non ne vorrei parlare coi minorenni per correttezza verso i loro genitori che non conosco. Ma quante volte ho tentato con l'orgone di Reich?

Non so se mi spiego che non importa quanto tu oppure io siamo aperti e senza pudore, dipende dalla sensibilità dei nostri interlocutori. Inoltre, ad un certo punto diviene anche illegale anche solo parlarne da offendere il comune senso del pudore "corrente".

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6868
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Rasputin Dom 22 Apr 2012 - 9:54

Sergio ovviamente il caso da me citato è eccezionale, non sono certo io a favorire il consumo di alcol (A nessuno, minorenni o no).

In quel caso la genitrice era presente, io pensavo fosse un brindisi simbolico invece quello si è tracannato mezza lattina di birra ah ah

_________________
You think normal people just wake up one morning and decide they're going to work in a prison? They're perverts, every last one of them. (Vanessa)

Il caso non esiste. - Pagina 3 Merini10- Il caso non esiste. - Pagina 3 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59444
Età : 62
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : On the run
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Steerpike Dom 22 Apr 2012 - 11:25

SergioAD ha scritto:
Ti eri presentato sedicenne al calcolo decimale ed
ora lo confermi usando il sistema ternario. Qualunque sia la verità io
devo trattarti da sedicenne perché ti stai definendo tale.
Sono l'utente 1424, un insieme di bit sul server Forumitalian presumbilmente controllato a distanza da qualcosa che sappia superare il test di Turing. Trattami come tale.

_________________
No abstraction without representation
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da ------rwed Dom 22 Apr 2012 - 18:28

Steerpike ha scritto:
SergioAD ha scritto:
Ti eri presentato sedicenne al calcolo decimale ed
ora lo confermi usando il sistema ternario. Qualunque sia la verità io
devo trattarti da sedicenne perché ti stai definendo tale.
Sono l'utente 1424, un insieme di bit sul server Forumitalian presumbilmente controllato a distanza da qualcosa che sappia superare il test di Turing. Trattami come tale.

bello! mi piace! yeah!

_________________
"Quando incroci qualcuno sulla tua strada che e' piu' dedito al suo odio di quanto tu non lo sia al tuo amore, il suo odio prende il posto del tuo amore" - Proverbio africano
------rwed
------rwed
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 448
Occupazione/Hobby : libero pensatore non credente
SCALA DI DAWKINS :
Il caso non esiste. - Pagina 3 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Il caso non esiste. - Pagina 3 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.11.09

Torna in alto Andare in basso

Il caso non esiste. - Pagina 3 Empty Re: Il caso non esiste.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.