Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

biologia della meditazione e della preghiera

5 partecipanti

Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da ------rwed Lun 15 Nov 2010 - 12:26

Ci sono vari studi che dimostrano come attivita' di meditazione e di preghiera attivino parti del cervello normalmente meno attive, nonche' stimolino un recupero fisiologico da stress e altri fattori negativi.

Il principale esponente di questa corrente e' certamente Andrew Newberg, che ha pubblicato diversi libri in materia, corredati da fotografie di scansioni cerebrali (PET funzionale, mi pare).

Matthew Killingsworth e Daniel Gilbert sono altri due autori di un recente studio sulla concentrazione a riguardo di azioni che si stanno compiendo, che pare sia molto piu' focalizzata quando si medita, si prega e si... TROMBA.

Essendo l'ultima opzione riservata a un minor numero di persone rispetto alle altre due, e' anche comprensibile che gente come me sia interessata ai vari aspetti delle prime, e come la squallida religione "imposizione di Stato" cattolica strumentalizzi proprio l'ultima opzione fomentando vere e proprie impotenze al cospetto di quel loro dio.

Moana Pozzi scriveva che per lei il sesso era come meditazione, e per quelle poche esperienze che ho avuto nella mia vita, in uno dei rarissimi momenti di serenita', conferma appieno la sua visione.

Ma il problema fondamentale qual e'? E' che sono stato educato cattolico, con tutti i peccati e i terrori e i sensi di colpa di avere un pistolino che diventa duro di quando in quando e che ha bisogno di "attenzioni" (sempre meno ultimamente). Essendo cosi' "hard-coded" nelle sensazioni di funzionamento del corpo fino dalla prima infanzia (una sorta di sinestesia post-ipnotica), e' un marchio a fuoco che ritengo non riusciro' mai a cancellare, una mutilazione, specialmente perche' l'esposizione a questa credenza e' ovunque, dalla TV, ai cartelloni per strada, ai giornali, alle persone che frequento, a mia madre, fino anche a internet.

Un peso, schiacciante. Una vera e propria croce.

------rwed
------rwed
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 448
Occupazione/Hobby : libero pensatore non credente
SCALA DI DAWKINS :
biologia della meditazione e della preghiera Left_bar_bleue0 / 700 / 70biologia della meditazione e della preghiera Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.11.09

Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da SergioAD Lun 15 Nov 2010 - 13:16

------rwed ha scritto:...
molto più focalizzata con la preghiera, la meditazione ed il sesso...

... l'esposizione a questa credenza è ovunque, dalla TV, ai cartelloni per strada, ai giornali, alle persone che frequento, a mia madre, fino anche a internet.

Preghiera e meditazione si esercitano allo stesso modo, parlare con se stessi come si poteva fare nell'immaginario con le divinità non cambia molto.

Il sesso poi se butti nel cesso quei comandamenti disumani scopri che non esiste peccato e parte giocando - non ti devi prendere sul serio.

In genere per desensibilizzarsi non si coinvolgono i sentimenti, non ci sono procedure o check list da seguire. Sì è un'affermazione pesante e superficiale.

Io vedo sesso dappertutto, in tutti i posti e cose che hai indicato, perfino sulle lattine di pepsicola di qualche anno fa ed anche mia madre è bigotta.

In tutta la pubblicità i messaggi subliminali richiamano sesso, non religione. Ti devi immergere, senza le pulsazioni sessuali l'uomo si sarebbe estinto.

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6863
SCALA DI DAWKINS :
biologia della meditazione e della preghiera Left_bar_bleue0 / 700 / 70biologia della meditazione e della preghiera Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da ------rwed Lun 15 Nov 2010 - 15:35

SergioAD ha scritto:
------rwed ha scritto:...
molto più focalizzata con la preghiera, la meditazione ed il sesso...

... l'esposizione a questa credenza è ovunque, dalla TV, ai cartelloni per strada, ai giornali, alle persone che frequento, a mia madre, fino anche a internet.

Preghiera e meditazione si esercitano allo stesso modo, parlare con se stessi come si poteva fare nell'immaginario con le divinità non cambia molto.

Il sesso poi se butti nel cesso quei comandamenti disumani scopri che non esiste peccato e parte giocando - non ti devi prendere sul serio.

In genere per desensibilizzarsi non si coinvolgono i sentimenti, non ci sono procedure o check list da seguire. Sì è un'affermazione pesante e superficiale.

Io vedo sesso dappertutto, in tutti i posti e cose che hai indicato, perfino sulle lattine di pepsicola di qualche anno fa ed anche mia madre è bigotta.

In tutta la pubblicità i messaggi subliminali richiamano sesso, non religione. Ti devi immergere, senza le pulsazioni sessuali l'uomo si sarebbe estinto.


Eh il gioco, il gioco... Lasciamo perdere. Diro' solo beati voi, la mattina prima di svegliarmi completamente riesco solo a pensare di spararmi in faccia per farla finita una buona volta. Comunque, per tornare alla meditazione e alla preghiera, trovo che sia molto piu' "salutare" la prima, specialmente quella buddhista Theravada (la piu' diffusa in Thailandia), in quanto il buddhismo in se' per se' e' una religione senza un riferimento divino, senza un dio, ma che ha solo precetti per "liberarsi dal peso del corpo". Se presa come una pratica a se' stante, la meditazione Theravada puo' essere benissimo praticata al di fuori di ogni concetto religioso, persino dal concetto buddhista, come una sorta di "stand-by" in cui si prende consapevolezza di se' e del proprio essere. L'ho praticata anni fa, ma sono pigro e discontinuo... quando la praticavo stavo molto meglio, ma richiede un po' di tempo. Me la insegno' una 60enne thailandese, che non mi stava per niente simpatica ma che almeno mi ha trasmesso qualcosa di utile.
------rwed
------rwed
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 448
Occupazione/Hobby : libero pensatore non credente
SCALA DI DAWKINS :
biologia della meditazione e della preghiera Left_bar_bleue0 / 700 / 70biologia della meditazione e della preghiera Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.11.09

Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da renus Lun 15 Nov 2010 - 16:57

mha', io ritrovo energie nel viaggiare, fotografare, suonare... hai provato a renderti più interessante a te stesso?

anche io ho subito le mortificazioni giovanili di cui parli, credo di aver regalato a questi pazzi anche troppo del mio tempo.

_________________
"Quando una storia è troppo bella per essere vera, non è vera." (Bastardi senza gloria)

fede significa creare una virtù dall'incoscienza (Bill Maher)
I moralisti sono persone che rinunciano ad ogni piacere eccetto quello di immischiarsi nei piaceri altrui. (B. Russel)
renus
renus
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1642
Località : Venezia
Occupazione/Hobby : musicista-audio/video editor
SCALA DI DAWKINS :
biologia della meditazione e della preghiera Left_bar_bleue70 / 7070 / 70biologia della meditazione e della preghiera Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

http://www.nossaalma.it

Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da SergioAD Lun 15 Nov 2010 - 17:08

rwed ha scritto:
Eh il gioco, il gioco... Lasciamo perdere. Diro' solo beati voi, la mattina prima di svegliarmi completamente riesco solo a pensare di spararmi in faccia per farla finita una buona volta.
Bhe, non credo sia molto facile farlo, però forse è più semplice combattere questo malessere.

rwed ha scritto:
Comunque, per tornare alla meditazione e alla preghiera, trovo che sia molto piu' "salutare" la prima, specialmente quella buddhista Theravada (la piu' diffusa in Thailandia), in quanto il buddhismo in se' per se' e' una religione senza un riferimento divino, senza un dio, ma che ha solo precetti per "liberarsi dal peso del corpo". Se presa come una pratica a se' stante, la meditazione Theravada puo' essere benissimo praticata al di fuori di ogni concetto religioso, persino dal concetto buddhista, come una sorta di "stand-by" in cui si prende consapevolezza di se' e del proprio essere. L'ho praticata anni fa, ma sono pigro e discontinuo... quando la praticavo stavo molto meglio, ma richiede un po' di tempo. Me la insegno' una 60enne thailandese, che non mi stava per niente simpatica ma che almeno mi ha trasmesso qualcosa di utile.
Se tu che dici queste belle cose del buddhismo e se ti servono e poi per pigrizia non fai niente sei discontinuo e non consapevole abbastanza.

Io mi prendo poco sul serio ogni volta che posso.

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6863
SCALA DI DAWKINS :
biologia della meditazione e della preghiera Left_bar_bleue0 / 700 / 70biologia della meditazione e della preghiera Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da Paolo Lun 15 Nov 2010 - 19:00

Rewd, mi sembra che tu soffra di depressione. Prima di pensare che un tuo comportamento sia giusto o sbagliato, o comunque prima di prendere ogni decisione devi superare la depressione. Io non sono uno psichiatra ma, se è vero quello che dici, non mi sembra difficile capirlo. Sai rewd, pensare di fare qualcosa o di prendere delle posizioni quando si è depressi è come pensare al cibo quando sei in preda alla nausea o al mal di mare su di una nave che balla da tutte le parti. Non se lo hai mia provato ?? Il mal di mare dico!!
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
biologia della meditazione e della preghiera Left_bar_bleue70 / 7070 / 70biologia della meditazione e della preghiera Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da ------rwed Lun 15 Nov 2010 - 23:48

SergioAD ha scritto:Se tu che dici queste belle cose del buddhismo e se ti servono e poi
per pigrizia non fai niente sei discontinuo e non consapevole
abbastanza.

Eh l'ho scritto che so di essere discontinuo e pigro... "consapevole" dipende in che ottica lo dici, se e' in ottica buddhista, probabilmente no, non sono affatto consapevole.

SergioAD ha scritto:Io mi prendo poco sul serio ogni volta che posso.

Vorrei tanto imparare a farlo anch'io.

Paolo ha scritto:Rewd, mi sembra che tu soffra di depressione. Prima di pensare che un tuo comportamento sia giusto o sbagliato, o comunque prima di prendere ogni decisione devi superare la depressione. Io non sono uno psichiatra ma, se è vero quello che dici, non mi sembra difficile capirlo. Sai rewd, pensare di fare qualcosa o di prendere delle posizioni quando si è depressi è come pensare al cibo quando sei in preda alla nausea o al mal di mare su di una nave che balla da tutte le parti. Non se lo hai mia provato ?? Il mal di mare dico!!

Mah si' sono gia' pieno di antidepressivi ma questo non cambia i miei pensieri, figurati se due pasticche e qualche goccia possano cambiare un pensiero. Certamente aiutano, ma serve un impegno piu' attivo e, soprattutto, che qualcosa nella vita vada un po' meglio per riuscire a cambiare il pensiero...

Comunque, per tornare in topic, gli studi di questo Andrew Newberg sembrano suggerire che ci sia un bisogno fisiologico di attuare tali "routine", pensiamo ai nostri antenati prima della scienza, che si squartavano tra di loro per placare le ire del vulcano. Questa azione-reazione mi sembra essere alla base della credulita'.

Ci sono persone che conosco e che considero intelligenti (come quel mio amico bravissimo tecnico che usa la razionalita' ogni giorno, ma cattolico piu' che convinto) che talvolta escono con frasi come "sai l'altro giorno pensavo a un evento improbabile e pensa te, il giorno seguente si e' avverato!" oppure "chissa' come mai ma quando penso a una persona che non vedo da molto tempo poi la incontro entro breve!" e altre ovvie coincidenze simili, che pero' hanno in loro l'effetto di una profezia che miracolosamente avviene, facendoli sentire come dei veggenti o facendogli credere all'ESP... e siamo nel 2010, dove ci sono tutte le fonti possibili per documentarsi sulla realta' "normale" piuttosto che basarsi sulla superstizione. E' per questo che mi pare che quella pratica "atea" buddhista, un po' come il training autogeno (che ho praticato) ma dal mio punto di vista ancora piu' efficace, possa per cosi' dire "soccorrere" chi soffra di incapacita' di smaltire lo stress positivamente, pare confermarlo la scansione PET cerebrale... altro che spaventare e fare sentire in colpa la gente (e soprattutto i bambini) con credenze mostruose.

Come mi diceva una signora che lavorava con me "ma se non hai Dio a chi ti rivolgi quando stai male, quando non hai piu' speranze?"... e' una frase che mi ha fatto molto riflettere, perche' in effetti con la razionalita' ogni volta che sono stato molto male non sono riuscito a tirarmi su, e nemmeno con la psichiatria. Ne' tantomeno mi e' stata utile la religione, prima che decidessi di abbandonarla. Per cui forse gli atei "forti" hanno una conformazione caratteriale piu' "completa ed autosufficiente", che permette loro di continuare a vivere senza mai attivare quelle aree che vengono evidenziate dalla PET?

...o forse le attivano come faceva la bella Moana? Non sarebbe comunque utile insegnare (e imparare!) una forma di meditazione per tamponare eventuali situazioni drastiche in cui ci sia bisogno di un luogo interiore di salvezza, senza perdere la ragione, strumento tanto caro quanto fragile per taluni?
------rwed
------rwed
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 448
Occupazione/Hobby : libero pensatore non credente
SCALA DI DAWKINS :
biologia della meditazione e della preghiera Left_bar_bleue0 / 700 / 70biologia della meditazione e della preghiera Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.11.09

Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da Ospite Mar 16 Nov 2010 - 0:19

io non credo siano croci così schiaccianti.
possono esserlo solo se ci credi, dal momento che hai smesso di farlo puoi buttare tutto nel cesso e vivere la tua vita in piena serenità, senza bisogno di stare a confrontarti con minchiate che hai capito essere minchiate. non sarà che continuare ad incolpare le croci del tuo passato sia solo una comoda scusa per rimanere nel grigiore e non fare la fatica di uscirne?
per quanto riguarda le pratiche anodine, penso che non ci siano solo quelle a sfondo mistico: anche un'attivita assolutamente "laica" può avere lo stesso effetto. staccare dal tuo cervello e dirgli di non rompere le palle. il cosa fare puoi deciderlo tu, a seconda delle tue passioni o ispirazioni... intendo, dal giardinaggio all'arrampicata passando per la costruzione di galeoni in bottiglia e teatro. se hai una certa età o non sei un american gigolò, l'attività consigliata da moana potrebbe avere un costo un po' troppo elevato! intanto comincerei col cambiare avatar...
avevamo un 3d vagamente simile. non sono nè medico nè psicologa, ma come dissi là, secondo me è una spirale: meno fai (discontinuo e pigro) e meno faresti. posticipi, faccio domani, non ho voglia, non esco... ecc... ecc...
consiglio spassionato: attività fisica, meglio dei mantra tantrici sufici...e falla come ne andasse del destino dell'universo.
tchuss

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da davide Mar 16 Nov 2010 - 0:26

Quoto jessy dalla prima all'ultima lettera, spazi compresi.

davide
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11190
SCALA DI DAWKINS :
biologia della meditazione e della preghiera Left_bar_bleue0 / 700 / 70biologia della meditazione e della preghiera Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

biologia della meditazione e della preghiera Empty Re: biologia della meditazione e della preghiera

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.