Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Realtà

+4
------rwed
Masada
delfi68
Paolo
8 partecipanti

Andare in basso

Realtà Empty Realtà

Messaggio Da Paolo Lun 21 Mag 2012 - 12:13

Ultimamente si è discusso più volte sul concetto di realtà, e più precisamente sul fatto se la percezione tramite i sensi del mondo fisico che ci circonda corrisponda realmente a quello che è la realtà. In poche parole se i sensi ci ingannano o no. Vedo che questo argomento è utilizzato spesso da chi, in modo diretto o indiretto, contesta la validità del metodo scientifico per conoscere la realtà delle cose.

Io però trovo questa osservazione inutile ed priva di fondamento logico. L'osservazione ovvia che si può fare è che noi al tempo stesso, tramite gli organi di senso, percepiamo gli stimoli esterni e sempre noi tramite il nostro cervello li elaboriamo e li interpretiamo in modo da renderli comprensibili. Perciò se vi fosse una alterazione dei dati noi non possiamo accorgercene.

Ma in realtà non è così. Infatti ci si possono presentare due casi in cui vi potrebbe esservi una anomalia cognitiva. Il primo è quello che coinvolgere il singolo individuo che, per svariate ragioni, percepisce ed elabora i dati in modo anomalo. In quel caso però il semplice confronto con altri individui evidenzia l'anomalia.

Diverso è l'ipotesi secondo la quale tutti gli individui ingannati dai sensi percepiscono il mondo e la realtà fisica in modo errato. Ma qui bisogna fare subito una valutazione comparando la percezione che hanno gli animali rispetto l'uomo. L'animale non ha certo la possibilità di fare questa valutazione e per lui la realtà è solo quella che percepisce tramite i sensi. Infatti è molto facile ingannare un animale. Per lui le cose sono sempre e solo come le percepisce. Diverso è per l'uomo. Noi infatti abbiamo la capacità interpretativa e di analisi di quanto percepiamo. In pratica il cervello è autonomo rispetto i sensi e svolge una funzione di controllo dei dati che ci pervengono dai sensi stessi. Questo capacità ci da la possibilità di capire se e come i sensi ci possano ingannare.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da delfi68 Lun 21 Mag 2012 - 14:12

In neuroscienze si chiamano modelli.

La relata' e'. Il problema e' che il cervello biologico deve creare una rappresentazione (modello) che includa parametri confrontabili e coerenti per poter far seguire delle previsioni alle osservazioni.

Il famoso esempio dell'albero:

Un albero che cade in mezzo a una foresta disabitata fa rumore?

No. Non lo fa.

Il rumore e' un modello che interpreta la variazione dell'ambiente dovuto allo spostamento e collisioni di masse. Un modello che rappresenta le onde elettromagnetiche che si producono nella realta', e nel nostro caso e' rumore. Ma non e' rumore per tutti gli osservatori..

Le onde corte sono sonore, un po piu' lunghe sono campo visibile, un po piu' lunghe sono calore..e via dicendo..

Per un pipistrello, ad esempio, un albero che cade assomiglia di piu' ad un grande lampo di luce..il pipistrello "vede" attarverso l'interpretazione delle onde che capta nell'ambiente, infatti un pipistrello sa centrare un piccolo buchino di pochi cm, solo "fischiandogli" contro..e "rivede" un modello dell'ambiente circostante che riflette la sua emissione d'onda ("fischio')


E' rumore per il nostro modello, e' un lampo per altri modelli..potrebbe essere una piccola scossa elettrica per altri e via dicendo..

Quindi la realta' e' una sola, ma ogni cervello in grado di osservare la realta' se ne crea un modello a seconda della costituzione del cervello stesso..

(viarie citazioni)
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da Masada Lun 21 Mag 2012 - 15:49

Paolo ha scritto:Ultimamente si è discusso più volte sul concetto di realtà, e più precisamente sul fatto se la percezione tramite i sensi del mondo fisico che ci circonda corrisponda realmente a quello che è la realtà...
Io però trovo questa osservazione inutile ed priva di fondamento logico.

Ciao paolo.
Certamente questa osservazione può essere inutile per lo svolgimento della vita quotidiana ma non è assolutamente priva di fondamento logico, anzi, nasce proprio da ragionamenti puramente logici. A proposito, tu cosa intendi per logico?
Per farti capire è una questione dibattuta sin dai tempi dei presocratici e dei sofisti, cioè dagli albori dell'indagine logica occidentale della realtà. La questione ha più volte ripreso importanza anche per le stesse scoperte scientifiche che contraddicevano le deduzioni immediate mutuate dall'esperienza sensibile: per esempio quando Copernico o Galileo hanno scoperto che era la terra a girare attorno al sole e non viceversa il problema era appunto che tutti vedevano il sole muoversi e non la terra. I sensi ingannavano, e come!

Paolo ha scritto:
Ma in realtà non è così. Infatti ci si possono presentare due casi in cui vi potrebbe esservi una anomalia cognitiva. Il primo è quello che coinvolgere il singolo individuo che, per svariate ragioni, percepisce ed elabora i dati in modo anomalo. In quel caso però il semplice confronto con altri individui evidenzia l'anomalia.

La cosa non è così semplice perchè ha a che fare con la struttura della mente e della conoscenza.
Faccio un esempio: da piccolo guardavo un giocattolo e mia mamma mi diceva: "verde". Crescendo ho imparato a distinguere il verde chiaro da quello scuro, e le varie contaminazioni con gli altri colori, tuttavia ad oggi non esiste un esperimento per essere sicuri che nella rielaborazione del cervello il mio verde sia come il tuo. Io potrei chiamare verde ciò che il mio cervello mi presenta come azzurro traducendo in quel modo la lunghezza d'onda della luce riflessa, che in sè è soltanto un onda senza nessun colore, di cui noi percepiamo fra l'altro solo un ristrettissima frequenza, così come per il suono.
Ancor più, i sensi non sono irriducibili fra loro. Ossia, quando diciamo che gli squali possiedono la cosiddetta elettroricezione passiva o che un delfino "vede" con il sonar, non possiamo neppure immaginarci come quei sensi che noi non abbiamo venga tradotto da quell'animale. Sarà un senso simile alla vista, così come noi rappresentiamo su un monitor il risultato di un ecoscandaglio, oppure all'udito, con suoni più forti per ciò che è vicino e deboli per quello lontano, o magari più simile al tatto, percependo una sensazione simile a una pressione maggiore sulla mascella inferiore?
Non lo possiamo neppure immaginare, ma questa credo che sia una cosa che la scienza potrebbe un domani anche chiarire.

Paolo ha scritto:Noi infatti abbiamo la capacità interpretativa e di analisi di quanto percepiamo. In pratica il cervello è autonomo rispetto i sensi e svolge una funzione di controllo dei dati che ci pervengono dai sensi stessi. Questo capacità ci da la possibilità di capire se e come i sensi ci possano ingannare.

Il cervello non è autonomo dai sensi, perchè i sensi sono soprattutto nel cervello, ma, si, credo che l'uomo con la sua straordinaria capacità riflessiva data dalla corteccia possa rettificare gli errori. Anche io credo che questa obiezione non possa assolutamente invalidare il metodo scientifico, anzi, attraverso quello abbiamo scoperto i raggi X e gamma o gli infrarossi, le microonde e le onde radio che noi non vediamo, o gli ultrasuoni che non sentiamo. Ancor meno credo che sia una via che possa portare a una qualche pseudo dimostrazione dell'esistenza di dio, del tipo che siccome non vediamo o sentiamo i bosoni, allora per quello non vediamo dio e ci vuole la fede... ma potrei sbagliarmi: è solo una mia "sensazione". mgreen

_________________
Sleep 
Masada
Masada
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1558
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue36 / 7036 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 17.05.12

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da ------rwed Lun 21 Mag 2012 - 16:20

delfi68 ha scritto:In neuroscienze si chiamano modelli.

La relata' e'. Il problema e' che il cervello biologico deve creare una rappresentazione (modello) che includa parametri confrontabili e coerenti per poter far seguire delle previsioni alle osservazioni.

Il famoso esempio dell'albero:

Un albero che cade in mezzo a una foresta disabitata fa rumore?

No. Non lo fa.

Il rumore e' un modello che interpreta la variazione dell'ambiente dovuto allo spostamento e collisioni di masse. Un modello che rappresenta le onde elettromagnetiche che si producono nella realta', e nel nostro caso e' rumore. Ma non e' rumore per tutti gli osservatori..

Le onde corte sono sonore, un po piu' lunghe sono campo visibile, un po piu' lunghe sono calore..e via dicendo..

Per un pipistrello, ad esempio, un albero che cade assomiglia di piu' ad un grande lampo di luce..il pipistrello "vede" attarverso l'interpretazione delle onde che capta nell'ambiente, infatti un pipistrello sa centrare un piccolo buchino di pochi cm, solo "fischiandogli" contro..e "rivede" un modello dell'ambiente circostante che riflette la sua emissione d'onda ("fischio')


E' rumore per il nostro modello, e' un lampo per altri modelli..potrebbe essere una piccola scossa elettrica per altri e via dicendo..

Quindi la realta' e' una sola, ma ogni cervello in grado di osservare la realta' se ne crea un modello a seconda della costituzione del cervello stesso..

(viarie citazioni)

che e' un po' come dire che il tempo esiste solo se c'e' qualcuno che lo misura... secondo me e' meglio fondare il proprio ragionamento sul modello umano, per non "far cadere il cervello" come scrivi tu nella tua firma... ;) pero' quello che dici e' molto interessante.

_________________
"Quando incroci qualcuno sulla tua strada che e' piu' dedito al suo odio di quanto tu non lo sia al tuo amore, il suo odio prende il posto del tuo amore" - Proverbio africano
------rwed
------rwed
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 448
Occupazione/Hobby : libero pensatore non credente
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.11.09

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da delfi68 Lun 21 Mag 2012 - 18:14

Ottima deduzione!
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da SergioAD Lun 21 Mag 2012 - 18:17

Non so se s'è detto. L'avevo cancellato ma ora lo posto perché sembra che la terra giri a vuoto mentre invece è quella che scandisce la nostra vita.

Beccatevi anche il resto.

Tutti ma proprio tutti i sensori hanno un errore di misura.

Si calcola così.

Radice quadrata della somma del quadrato delle differenze tra ogni misura e la media delle misure diviso la popolazione, ovvero il numero delle misure.

Questo si fa per ogni sensore con le relative unità di misura.

Inoltre, così come le lingue sono metodi convenzionali per capirci, lo sono anche le unità di misura e siccome si basano su dati osservabili sono più facili da capire. L'unità di misura del tempo è il secondo e viene fuori partendo dal periodo di rotazione della terra sul proprio asse, 1 giorno, 86400 secondi. Gli orologi sono rotondi e solidali con il moto circolare della terra e così via.

Così come gira tutto, non ci sono rette, non siamo mai sullo stesso posto e allora la nostra realtà è relativa e nessuno ci vedrà mai nell'istante in cui facciamo qualcosa. Il sole lo vediamo dopo otto minuti... è la nostra realtà, vera, infatti il tempo ha un costo ed è sempre più caro!

Come vediamo i colori? Come gli umani, miopi, astigmatici, daltonici, etc... e le altre specie vedono diversamente.
http://www.raiscuola.rai.it/articoli/la-vista-degli-animali/4077/default.aspx

Siccome mi ero fermato ed avevo cancellato questa roba che reputavo inutile a chi non serve eh eh poi ho scoperto che avrei 178 giorni di ferie e se il tempo non esiste allora qualcuno l'ha perso!

Avevo un post bellissimo sui movimenti che ci coinvolgono, velocità, spazi e tempo, se lo trovo metto il link.

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6863
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da Paolo Lun 21 Mag 2012 - 18:18

Masada78 ha scritto:

Ciao paolo.
Certamente questa osservazione può essere inutile per lo svolgimento della vita quotidiana ma non è assolutamente priva di fondamento logico, anzi, nasce proprio da ragionamenti puramente logici. A proposito, tu cosa intendi per logico?



In questo caso intendevo corretto dal punto di vista razionale. Ovvero ritengo che non vi sia alcuna evidenza o prova che i nostri sensi ci ingannino. E con questo non voglio dire che tutte le informazioni che riceviamo tramite i sensi siano sempre e tutte corrette. Casi particolari o anomalie non sono la regola. Intendo che i sensi sono strutturati e configurati per fornirci correttamente le informazioni. Non sono strutturalmente ingannevoli, come invece aveva ipotizzato che potessero essere mi sembra JJ. Come si può pensare che noi tutti viviamo in un mondo virtuale e che la realtà sia creata da realtà esterne che pilotano il nostro cervello? Ragionare così è del tutto inutile!!

Masada78 ha scritto:

Per farti capire è una questione dibattuta sin dai tempi dei presocratici e dei sofisti, cioè dagli albori dell'indagine logica occidentale della realtà. La questione ha più volte ripreso importanza anche per le stesse scoperte scientifiche che contraddicevano le deduzioni immediate mutuate dall'esperienza sensibile: per esempio quando Copernico o Galileo hanno scoperto che era la terra a girare attorno al sole e non viceversa il problema era appunto che tutti vedevano il sole muoversi e non la terra. I sensi ingannavano, e come!

No, i sensi non ci ingannavano! Eravamo noi, ovvero il nostro cervello che male elaborava i dati. Ma quello che vedevano era la realtà. Il sole che si muoveva rispetto la terra. Poi il fatto di non conoscere l'astronomia, o meglio di non aver gli strumenti idonei (Galielo ha inventato il cannocchiale) veniva commesso un errore di ragionamento.

Penso di aver chiarito bene cosa intendo per "ingannare" da parte dei sensi!


Masada78 ha scritto:

La cosa non è così semplice perchè ha a che fare con la struttura della mente e della conoscenza.
.....tuttavia ad oggi non esiste un esperimento per essere sicuri che nella rielaborazione del cervello il mio verde sia come il tuo. Io potrei chiamare verde ciò che il mio cervello mi presenta come azzurro traducendo in quel modo la lunghezza d'onda della luce riflessa, che in sè è soltanto un onda senza nessun colore, di cui noi percepiamo fra l'altro solo un ristrettissima frequenza, così come per il suono.

Poco importa come il cervello rielabori le informazioni che riceve. Però è proprio dal confronto tra vari individui che puoi capire se vi siano delle anomalia. Se fosse come dici tu sarebbe impossibile capire se uno è daltonico. Invece con particolari test è possibile. Lo stesso può valere per ogni altro discorso. Se tu una cosa che tutti vedono rotonda la vedi quadrata tu dirai che ha gli spigoli. Da questo emerge l'anomalia. E' proprio dall'incrocio e dal confronto dei dati che si dimostra l'attendibilità di una data informazione.

Masada78 ha scritto:

Il cervello non è autonomo dai sensi ....

Questo non è vero. Il cervello utilizza i sensi per raccogliere informazioni ma poi le elabora autonomamente. La solo capacità di creare elementi fantastici ne è una prova. E' ovvio che se l'informazione che arriva è errata il cervello può essere tratto in inganno. Però la sua autonomia gli permette tramite una infinità di elaborazioni di capirlo. Certo non sempre, ma se ha elementi sufficienti lo fa. E lo fa a tale punto che è lui stesso a modificare i sensi. E per elaborare utilizza la memoria di precedenti esperienze, incrociando i dati con altri dati, utilizzando quello che noi chiamiamo logica o raziocinio. Il cervello ha una enorme capacità di correzione e di rielaborazione e in modo del tutto autonomo. E da qui che nascono anche le intuizioni!!!

Masada78 ha scritto:

attraverso quello abbiamo scoperto i raggi X e gamma o gli infrarossi, le microonde e le onde radio che noi non vediamo, o gli ultrasuoni che non sentiamo.

Stai confondendo gli strumenti di ricerca con i sensi. Tu hai scoperto i raggi x non perchè il tuo occhio oggi li vede, ma perchè hai degli strumenti per rilevarli. Poi è sempre e solo in tuo occhio che vedrà la lastra su cui si è impressa l'immagine che i raggi x hanno fatto delle tue ossa. E così vale per tutti gli altri esempi che hai riportato. Nulla hanno a che fare con le problematiche connesse ai sensi.

Masada78 ha scritto:

Ancor meno credo che sia una via che possa portare a una qualche pseudo dimostrazione dell'esistenza di dio, del tipo che siccome non vediamo o sentiamo i bosoni, allora per quello non vediamo dio e ci vuole la fede... ma potrei sbagliarmi: è solo una mia "sensazione". mgreen

E ci mancherebbe altro!! Come fai a portare la prova di un qualcosa che non esiste!!!!

E in ogni caso il ragionamento dei bosoni è lo stesso già detto. Non li rilevi perchè non è ancora stato trovato lo strumento. Quando ci sarà o li vedrai o li sentirai. Ma non loro, ma o i loro effetti o la loro rappresentazione virtuale. Ma sempre e solo tramite i nostri sensi.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da SergioAD Lun 21 Mag 2012 - 19:37

Quando ci sarà o li vedrai o li sentirai. Ma non loro, ma o i loro effetti o la loro rappresentazione virtuale. Ma sempre e solo tramite i nostri sensi.
Se non vedi ad occhio nudo metti gli occhiali, non vedi ancora metti la lente d'ingrandimento e così via fino al sensore in grado di farti vedere quello che voi vedere.

Oggi abbiamo strumenti migliori di ieri e domani saranno migliori di oggi, qui si va per confronto tra due o più misure, stima e predizione.

Ieri il medico sapeva che uno aveva un infezione batterica sull'epidermide guardando l'effetto dello staffilococco epidemidis sulla pelle.
Realtà Impetigine

Oggi il medico sa che uno ha un infezione batterica sull'epidermide guardando l'effetto dello staffilococco epidemidis sulla pelle ma anche guardando il batterio (guarda che figli di puttana ah ah!).
Realtà 199812-026-Staph-Bacteria

Una predizione si può basare anche sull'esperienza o stime personali come dici tu ovvero, "Quando ci sarà o li vedrai o li sentirai. Ma non loro, ma o i loro effetti o la loro rappresentazione virtuale."

Ma la rappresentazione sintetica è più dettagliata di quella che vede l'occhio umano, chi si siede davanti al quadro tattico vede aree di interesse operativo di migliaia di chilometri ma anche di più.

Senza prolunghe e stampelle l'uomo non interessa a nessuno - io cazzo vivo grazie alle medicine per il cuore e una colecistectomia, vedo grazie agli occhiali da presbite, valgo grazie ai pc, telefonino, macchina, etc...

Domani saremo transumanizzati, spero che la soddisfazione erotica venga dalle zone erogene e non sollecitando endorfine. Ah ah! Tra l'altro la realtà del metalmeccanico e dell'imprenditore sono già tanti diverse.



SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6863
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da mix Mar 22 Mag 2012 - 0:55

delfi68 ha scritto:Un modello che rappresenta le onde elettromagnetiche che si producono nella realta', e nel nostro caso e' rumore.
per onor del vero il rumore acustico è costituito da onde di pressione dell'aria; nulla a che vedere con le onde elettromagnetiche

delfi68 ha scritto:Le onde corte sono sonore, un po piu' lunghe sono campo visibile, un po piu' lunghe sono calore..e via dicendo..
credo sia necessario fare attenzione alle affermazioni come queste, che a persone non specializzate potrebbero sembrare corrette ma che non sarebbero neppure degne di apparire su Focus

delfi68 ha scritto:Per un pipistrello, ad esempio, un albero che cade assomiglia di piu' ad un grande lampo di luce..il pipistrello "vede" attarverso l'interpretazione delle onde che capta nell'ambiente,infatti un pipistrello sa centrare un piccolo buchino di pochi cm, solo "fischiandogli" contro..e "rivede" un modello dell'ambiente circostante che riflette la sua emissione d'onda ("fischio')
e sto deficiente di pipistrello non sa distinguere fra l'eco del suo fischio e le onde sonore a frequenza molto più bassa prodotte dal suono della caduta dell'albero, vero? noo noo noo
attenzione alle informazioni propinate, che, se sono come queste riportate questa volta, sarebbero sostanziali distorsioni della realtà; meglio diffidare
mix
mix
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6549
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.12

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da Masada Mar 22 Mag 2012 - 1:36

Grazie mix, mi ero trattenuto perchè altrimenti sembrava che volessi sempre e solo io rompere le palle al povero delfino, alias michail bulgakov, e poi mi inimicavo anche tutti i suoi fans e non mi passava liscio più neppure un post.
ciao
quoto..

_________________
Sleep 
Masada
Masada
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1558
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue36 / 7036 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 17.05.12

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da SergioAD Mar 22 Mag 2012 - 8:07

Trovato! Guardate in quale realtà siamo, aiuto, dico realtà che percepiamo con le nostre capacità e sensori (le capacità sono anche funzioni ah ah tacci vostri!).

Se stai seduto in collina ad ammirare la campagna romana con due fave, un po' di pecorino e un vinello appena frizzantino - ma che te frega... lo capite?

Ora vado in fondo, giù.

SergioAD ha scritto:Questi sotto sono i moti che ci concernono, possono essere in fase oppure in contro fase, come l'autoambulanza che fa 30 m/s mentre il suono della sirena va 330 m/s nel senso di marcia e 270 m/s nel senso opposto. Tutti i valori sono approssimati.

velocità di rotazione della Terra sul proprio asse m/s...............460
velocità di rivoluzione della Terra intorno al sole m/s............29312
velocità del Sole verso l'apice del moto solare m/s...............19700
velocità di rivoluzione del Sole intorno alla galassia m/s.......220000
velocità di moto della Via Lattea m/s...............................600000
La Terra si fa circa 52 milioni di km/giorno.

Realtà Slide0010_image034Realtà Solarapex1

In tutta la mia vita io non avevo mai, proprio mai, parlato di RADAR con non radaristi, software con chi non conosce il software, etc... e tra specialisti di diversa natura ci si parla relativamente poco e non molto amichevolmente.

Qui è diverso, l'ho scoperto 2 anni fa che senza essere dei specialisti è possibile discutere di qualsiasi cosa ed è normale vedere gli strafalcioni. Correggerli per farsi due risate va bene altrimenti si va a dentro della caciara.

Bastava dire che le onde si misurano in lunghezze e sono inversamente proporzionali alle frequenze e pertanto una bassa frequenza corrisponderà ad una onda lunga e vice versa e l'orecchio umano percepisce basse frequenze.

Vi assicuro che le critiche positive ricevono ringraziamenti e quelle negative lo svaccamento dell'argomento, ah ah e vendette trasversali. Sapete che questo sito si autoregola nel limite del possibile, facciamolo ragazzi.

Poi se vogliamo parlare di circuito accordato, frequenza intermedia, rivelatore di bassa frequenza, preamplificatore, e finali nell'ambito della supereterodina sarà un deserto com'è giusto che sia ahimè (ue! Non è campo mio!).

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6863
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da Akka Mar 22 Mag 2012 - 8:42

io faccio un intervento molto più terre terra di tutti voi, e dico che in fin dei conti non ha imortanza che i sensi ci ingannino sulla realtà, o meglio ce l' ha ma solo in certi campi(tipo l' analisi scientifica), infatti non è a questi che facciamo riferimento nella vita quotidiana e concreta!

quando si va in posta a pagare la bolletta dell' acqua, oppure nel relazionarsi coi colleghi d' ufficio o compagni di corso, o si va a fare una passeggiata, o si mangia un gelato o si fuma una sigaretta, noi se volessimo potremmo sì dare a tutti questi fenomeni una spiegazione razionale e scientifica, ma che senso avrebbe? ce l' ha per chi studia il comportamento umano ovviamente e per chiunque si interessi della questione, ma nella pratica del vivere ci si lascia andare a questi comportamenti senza sovrastrutture mentali di analisi dell realtà, e siccome in fondo è questa la porzione di realtà in cui viviamo, è questa che per me è più importante, quindi bisogna trovare un giusto rapporto con la realtà per poter vivere armoniosamente al suo interno e sapere che anche indagando a fondo l' origine scientifica della realtà noi rimaniamo sempre dentro quella realtà, non riusciamo ad uscirne per giudicare, per decidere come comportarci, dobbiamo perforza accettare le regole del gioco e cercare di vivere meglio possibile

_________________
''Spero di non sconvolgere troppo i fisici sperimentali se aggiungo che una buona regola è anche quella di non riporre eccessiva fiducia nei risultati sperimentali finchè non siano confermati dalla teoria''                          
                                                                                                                        
Akka
Akka
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4113
Età : 122
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.01.12

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da delfi68 Mar 22 Mag 2012 - 14:03

delfi68 ha scritto:Le onde corte sono sonore, un po piu' lunghe sono campo visibile, un po piu' lunghe sono calore..e via dicendo..

credo sia necessario fare attenzione alle affermazioni come queste, che a persone non specializzate potrebbero sembrare corrette ma che non sarebbero neppure degne di apparire su Focus
Read more: http://atei.forumitalian.com/t4166-realta#ixzz1vbCuUs83

Hai ragione, ho fatto un errore, quello a cui pensavo erano le onde radio, scrivere sonore e' stato fuorviante..


e sto deficiente di pipistrello non sa distinguere fra l'eco del suo fischio e le onde sonore a frequenza molto più bassa prodotte dal suono della caduta dell'albero, vero?

Read more: http://atei.forumitalian.com/t4166-realta#ixzz1vbDA7f2R
Questo invece te lo sei inventato tu. Io no ho mai parlato di un pipistrello che confonde, ma di un pipistrello che crea un diverso modello della realta' dati i suoi sensi e cervello diverso.



delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da mix Mar 22 Mag 2012 - 16:20

SergioAD ha scritto:Vi assicuro che le critiche positive ricevono ringraziamenti e quelle negative lo svaccamento dell'argomento, ah ah e vendette trasversali. Sapete che questo sito si autoregola nel limite del possibile, facciamolo ragazzi.
accetto la tua proposta e tralascio la prosecuzione delle precisazioni.
purchè altri non tornino sull'argomento.
in fondo l'affidabilità dei discorsi che vengono ospitati in questo forum non è cosa che mi desti impellenti preoccupazioni, posso anche fregarmene, se richiesto e se la cosa può farti piacere. saluto...
mix
mix
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6549
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.12

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da delfi68 Mar 22 Mag 2012 - 16:31

..posso anche fregarmene

Ecco il tuo intimo buddista che emerge!! mgreen
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da mix Mar 22 Mag 2012 - 17:07

delfi68 ha scritto:
..posso anche fregarmene

Ecco il tuo intimo buddista che emerge!! mgreen
posso fregarmene anche di te, oltre che dell'affidabilità delle affermazioni che passano sul forum
come ognuno può fare, ovviamente, nei confronti di chiunque altro

carneval visto che lo tiri in ballo, oggi indosso un intimo di marca Julipet, a strisce verticali viola azzurro e rosa;
anche se non vedo come possa interessarti che boxer uso ?!?!?!!! carneval
deragliamento in corso?
non sai più che dire di più interessante?
rilassati, magari.
saluto...
mix
mix
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6549
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.12

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da SergioAD Mar 22 Mag 2012 - 18:46

E' naturale che ti ringrazio per il piacere che fai a me Mix. Il ragionamento è su un altro piano, quello della provocazione e la relativa tentazione.

Me ne sarei accorto lo stesso.

Direi che non si riesce ad avere questi 467 KHz.


SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6863
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da delfi68 Mer 26 Dic 2012 - 19:03

Questo video,almeno nella sua prima parte, e' esattamente un esempio di disfunzione neuromodulare nei termini ed effetti presentati piu' volte da Restsak in "cervello modulare"
Quello rappresentato nel filmato non e' assolutamente un evento inventato, ma ci sono patologie molto simili a quell'accadimento del video..

delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue0 / 700 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da klaus54 Gio 27 Dic 2012 - 23:27

Comunque Delfi, anche se interessante, la modularità del cervello è superata in neurofisiologia. Per quanto ne sappiamo ora, le aree integrative ed associative del cervello oltre a funzionare da relè per le aree principali, hanno uno sviluppo integrato di diverse funzioni. Il cervello è molto meno schematico di quanto sembri.
é piuttosto plastico e versatile a dir la verità.
Quello che vedi nel video può essere quanto di più simile all'afasia espressiva dovuta a lesione dell'area di Wernicke.

_________________
Siamo ciò che pensiamo.Tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente.
klaus54
klaus54
-------------
-------------

Numero di messaggi : 721
Occupazione/Hobby : Medico Anestesista Rianimatore
SCALA DI DAWKINS :
Realtà Left_bar_bleue65 / 7065 / 70Realtà Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.10.11

Torna in alto Andare in basso

Realtà Empty Re: Realtà

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.