Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Atto di fede

5 partecipanti

Andare in basso

Atto di fede Empty Atto di fede

Messaggio Da Paolo Dom 18 Mar 2012 - 18:27

Molto spesso quando discutiamo di argomenti più svariati, e si sostiene l'esistenza di un una cosa o di una circostanza, viene mossa l'obbiezione che si stia facendo un atto di fede nel sostenere questa o quella idea. Ritengo questa posizione del tutto errata. L'atto di fede è credere a qualcosa anche in assenza di prove o evidenze che quel determinato fatto esista. Il processo cognitivo parte dai nostri sensi e poi il cervello elabora le informazioni e forma i concetti e le idee su cui poi formulare i ragionamenti. Sono questi i mezzi e gli strumenti che noi abbiamo a disposizione per conoscere la realtà che ci circonda. Del tutto inutile dire che i sensi ci ingannano, visto che abbiamo solo questi, questa è la nostra realtà.

Perciò se io, ovviamente onestamente, correttamente, con buon senso raccolgo dei dati e li elaboro in modo logico senza fare dei ragionamenti fallaci, quello che ne ottengo è un dato vero, ovvero la verità. Ovviamente io posso sbagliarmi. Ma questo non toglie nulla al processo cognitivo. Maggiore è la mia capacità di ragionamento, migliori sono i mezzi che ho a disposizione, minore è la possibilità che io possa sbagliarmi.

Io trovo del tutto inutile il ragionamento che le cose siano così salvo prova contraria. Le cose sono così come sono. Se tu consideri corretta la modalità e i mezzi utilizzati per addivenire al risultato, questo è di conseguenza corretto.

Ritenete corretta questa posizione?

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Atto di fede Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Atto di fede Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Atto di fede Empty Re: Atto di fede

Messaggio Da Rasputin Dom 18 Mar 2012 - 19:24

Sí.

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

Atto di fede Merini10- Atto di fede Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59071
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Atto di fede Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Atto di fede Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Atto di fede Empty Re: Atto di fede

Messaggio Da ros79 Dom 18 Mar 2012 - 19:46

Paolo ha scritto:Molto spesso quando discutiamo di argomenti più svariati, e si sostiene l'esistenza di un una cosa o di una circostanza, viene mossa l'obbiezione che si stia facendo un atto di fede nel sostenere questa o quella idea. Ritengo questa posizione del tutto errata. L'atto di fede è credere a qualcosa anche in assenza di prove o evidenze che quel determinato fatto esista. Il processo cognitivo parte dai nostri sensi e poi il cervello elabora le informazioni e forma i concetti e le idee su cui poi formulare i ragionamenti. Sono questi i mezzi e gli strumenti che noi abbiamo a disposizione per conoscere la realtà che ci circonda. Del tutto inutile dire che i sensi ci ingannano, visto che abbiamo solo questi, questa è la nostra realtà.

Perciò se io, ovviamente onestamente, correttamente, con buon senso raccolgo dei dati e li elaboro in modo logico senza fare dei ragionamenti fallaci, quello che ne ottengo è un dato vero, ovvero la verità. Ovviamente io posso sbagliarmi. Ma questo non toglie nulla al processo cognitivo. Maggiore è la mia capacità di ragionamento, migliori sono i mezzi che ho a disposizione, minore è la possibilità che io possa sbagliarmi.

Io trovo del tutto inutile il ragionamento che le cose siano così salvo prova contraria. Le cose sono così come sono. Se tu consideri corretta la modalità e i mezzi utilizzati per addivenire al risultato, questo è di conseguenza corretto.

Ritenete corretta questa posizione?

relativamente corretta.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka

ros79
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 1139
Età : 42
SCALA DI DAWKINS :
Atto di fede Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Atto di fede Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 12.11.08

Torna in alto Andare in basso

Atto di fede Empty Re: Atto di fede

Messaggio Da Spica Dom 18 Mar 2012 - 21:06

Beh, non è sempre detto. Intanto bisogna definire se esiste Una realtà, cosa è reale e cosa no, se relativo o assoluto. e poi se l'uomo può raggiungerla o solo approssimarsi...

_________________
Ho perso Dio, ma ho scoperto l'umanità
Spica
Spica
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 242
Età : 36
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Centro recupero fauna selvatica Roma, natura, letture scientifiche
SCALA DI DAWKINS :
Atto di fede Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Atto di fede Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.12

Torna in alto Andare in basso

Atto di fede Empty Re: Atto di fede

Messaggio Da paolo1951 Dom 18 Mar 2012 - 21:27

Secondo me quanto Paolo afferma non fa una grinza ma... solo relativamente alle scienze sperimentali.
Per esempio Aristotele supponeva sbagliando che i gravi cadessero con velocità diverse a seconda del loro peso... sbagliava, ma in un certo senso aveva pure ragione... una piuma cade con minor velocità rispetto ad una pietra, però aveva mal elaborato i dati raccolti.
Galileo provvide a correggere l'errore: la velocità era solo in funzione della resistenza del mezzo...

Ora ci sono molti che affermano che tutto è riducibile (anche là dove non siamo ancora riusciti a farlo) a oggetto d'indagine delle scienze sperimentali. E in questo caso il ragionamento di Paolo sarebbe corretto...

Ma molti altri negano proprio questa possibilità, ed affermano che esiste o meglio esistono ambiti che non possono essere indagati dalla scienza: es. l'estetica, l'etica, ...
E in quest'altro caso, il ragionamento di Paolo, se non sbagliato, diventa per lo meno "relativo" come ha scritto ros79

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Atto di fede Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Atto di fede Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Atto di fede Empty Re: Atto di fede

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.