Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

4 partecipanti

Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da Lingua_Biforcuta Gio 15 Ott 2009 - 12:26

Questa settima e` cominciata decisamente male.

Che destra e sinistra litighino per le solite stupide beghe ormai e` un fatto a cui siamo abituati.
Ma che adesso si mettano a battibeccare come bambini sulle questioni importanti, questo si e` grave.

L'On.Paola Concia, da oltre un anno e mezzo, con dedizione e precisione, ha redatto una proposta di legge per l'introduzione dell'aggravante di "odio omofobico" per i reati perpetrati contro gli omosessuali.
Non solo si trattava di una legge necessaria al nostro paese per mettersi in linea con gli altri paesi che amano definirsi civili, ma era anche una legge importante in questo momento storico in cui gli attacchi omofobici si stanno preoccupantemente moltiplicando.

La proposta Concia e` stata affossata. Affossata dalla destra (PDL+Lega), dal centro (UDC) e da sinistra (PD).
Ora, il PD ci ha tenuto a far sapere che la colpa e` tutta e solo della Binetti. In realta` non serve essere una cima per capire che l'odiata Binetti e` solo un capro espiatorio.

E` vero che esiste un problema Binetti: che minchia ci sta a fare nel PD?
Ma e` pur vero che un unico deputato non puo` aver deciso le sorti di questa legge.
Il problema vero e` che il PD non e` un partito, anche se credono di esserlo. Non e` un partito ma una coalizione di partiti morenti: un po' DS, un po' Margherita, un po' asinello, un po' ulivo, un po' quercia, un po' non lo sanno neanche loro!

La colpa quindi non e` della Binetti, o meglio, non e` solo ed esclusivamente della Binetti.
La colpa e` di un partito senza identita` e senza un linea chiara e decisa. Un partito che dovrebbe incarnare le posizioni laiciste in Italia e scopre di non avere neanche una sua posizione.
Un partito che non c'e`!

Per questo motivo non c'e` nessuno in Parlamento che possa portare avanti le grandi battaglie laiche: legge contro l'omofobia, PACS (o DICO, o come cavolo li vogliono chiamare), una vera legge sulle pari opportunita`, il Testamento Biologico, eccetera.

Finche` non avremo una vera forza di sinistra, con una vera identita` di sinistra, con persone reali e ideologie chiare, non ci libereremo dell'ingerenza clericale nella nostra vita.

Io sto pensando seriamente di andare alla primarie e scrivere a chiare lettere sulla scheda:
"DIVENTATE UN VERO PARTITO LAICO E POI VI VOTEREMO IL SEGRETARIO!"

_________________
IN DARWIN WE TRUST.

"La fera lipertà nein est tire nein, ma konformaren la proprien folontà a qvella tivina."
(La vera libertà non è dire no, ma conformare la propria volontà a quella divina.) (Benedetto XVI - Libero pensatore)
Lingua_Biforcuta
Lingua_Biforcuta
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 455
Età : 52
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Scienze Naturali, Filosofia, Cristologia, Storia pre-cristiana e pre-colombiana.
SCALA DI DAWKINS :
Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.03.09

Torna in alto Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Re: Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da claudio285 Gio 15 Ott 2009 - 13:42

veramnte la legge è stata affossata dall'UDC con la complicità della maggioranza. E la Binetti è l'unica del PD che ha votato con la maggioranza. Ma mentre il voto di ben 9 parlamentari della maggioranza contro l'affossamento è stato passato sotto silenzio quello della Binetti ha creato un casino. E proprio il fatto che abbia creato un casino mostra che in effetti dei fermenti laicisti, per quanto strumentali possano essere (ma è difficile capire, in politica, dove comincia la strumentalizzazione e finisca la buona fede) ci sono.

Io credo che i casini ci sarebbero stati anche nel PDL a parti invertite, cioè se quei 9 voti avrebbero fatto passare la legge invece che non essere abbastanza per evitare l'affossamento.

Il PD una linea chiara l'aveva, visto che la Legge è stata curata dalla Concia, che è del PD, e che è una lesbica del PD, e la linea era pure bipartisan.

Non capisco come quest'imboscata udicina possa alla fine essere ascritta alle infinite colpe del PD.

Il PD non ha addossato la colpa alla Binetti, ma alla maggioranza PDL+UDC, e semmai ha fatto un "caso binetti" che però è un caso che si è fatto da sè, viste le troppe ferite all'anima laica del PD apportate da questa signora.

Il PD è un partito che ha 2 anni, e che non può avere un capo come il PDL. Vorrei vedere quanto dura il PDL se non avesse Berlusconi.

Non può avere un capo come Berlusconi, ma solo un segretario. In questo partito ci sono sia componenti laiche, laiciste e cattoliche.

Io credo che il passaggio di tante delle leggi sui diritti civili non possa dipendere solo dal PD, ma anche da come si strutturerà in futuro il parlamento, ovvero dalla capacità dei laici dell'uno e dell'altro schieramento (che adesso, abbiamo visto, ci sono) di raggiungere un accordo su proposte condivise che possano far breccia anche in una parte del cattolicesimo di sx presente nel PD.

Non possiamo inventarci una realtà che non c'è. Non ci sarà mai un partito laicista integrale, che in una manciata di giorni approvi il matrimonio gay, legalizzi l'eutanasia (sulla quale anche molti laici non sono affatto d'accordo), abolisca l'ora di religione e scristianizzi la scuola. Togliamocelo dalla testa. E non è una questione solo di Vaticano, ma anche di sensibilità comune su certi temi diffusa tanto nella società che nella politica.

Questo non vuol dire che i temi laici non abbiano un futuro. Io credo che ce l'abbiano. Ma credo che ce l'abbiano solo se si riesce ad avere convergenze più forti di quelle che un solo partito possa ottenere.

Certo, va bene la libertà di coscienza (ma anche no), ma il confessionalismo è evidentemente una pratica della politica che è incompatibile con l'appartenenza al PD, e su questo il PD deve fare chiarezza il più presto possibile.

Però non mi va nemmeno il ritornello per il quale ormai oggi in Italia si dice "piove, opposizione ladra".
claudio285
claudio285
-------------
-------------

Numero di messaggi : 430
SCALA DI DAWKINS :
Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.12.08

Torna in alto Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Re: Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da Lingua_Biforcuta Gio 15 Ott 2009 - 16:13

Non mi riferisco esclusivamente al caso specifico, mi riferisco al problema molto piu` generale dell'assenza di identita` del PD.
Per quanto io abbia una pessima considerazione della Binetti e per quanto la veda meglio del PDL che non nel PD, non ritengo che le colpe della mancata identita` laicista del PD siano da attribuire alla Binetti.

Se Fini, il destrorso Fini, si trova ad incarnare posizioni laiciste, vuol dire che il vuoto e` profondo.

Basti pensare che un governo di sinistra con una maggioranza PD non solo non ha fatto una legge contro l'omofobia, ma non e` riuscita neanche a fare i previsti PACS, poi diventati DICO.
Per non parlare delle cellule staminali, la selezione degli embrioni, eccetera.

Manca un soggetto che possa rappresentare le posizioni laiciste. Il PD non e` credibile in quel ruolo. E, ripeto, puo` (e secondo me deve) cacciare la Binetti, ma restera` sempre un partito poco credibile sul piano della laicita`.

Non ci dimentichiamo che pochi giorni fa` il PD poteva far cadere il governo e non l'ha, colpevolmente, fatto. Quindi il PD non e` credibile non non solo come polo laico, ma neanche come opposizione e come futura forza di governo.

Ricordiamoci di tutto quello che il partito Radicale e` riuscito a fare con percentuali di votanti molto basse ma con un forte connotazione laicista ed anticlericale. I radicali erano credibili, il PD no!

Piove? "Governo e opposizione ladri; e` tutto un magna magna finalizzato ad assicurare laute pensioni a tutti i parlamentari!"

_________________
IN DARWIN WE TRUST.

"La fera lipertà nein est tire nein, ma konformaren la proprien folontà a qvella tivina."
(La vera libertà non è dire no, ma conformare la propria volontà a quella divina.) (Benedetto XVI - Libero pensatore)
Lingua_Biforcuta
Lingua_Biforcuta
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 455
Età : 52
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Scienze Naturali, Filosofia, Cristologia, Storia pre-cristiana e pre-colombiana.
SCALA DI DAWKINS :
Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.03.09

Torna in alto Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Re: Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da claudio285 Ven 16 Ott 2009 - 1:19

I radicali agirono in altri tempi. E' un bel pò che non riescono più nemmeno loro a combinare granchè, sebbene le percentuali rimangano più o meno le stesse.

Sono d'accordo che ci voglia maggior chiarezza nel PD sulle questioni etiche. E su questo li giudicheremo, visto che forse stanno capendo che sono importanti, e non barattabili. Dalla legge 40 in poi hanno fatto molti passi falsi, e hanno pensato di scambiare l'unità sulle politiche economico sociali pagando la tassa vaticana. Ma credo che ormai si stiano rendendo conto che questo gioco non funzona più, non può più funzionare: il caso Englaro ha risvegliato molte coscienze, e ha fatto rizzare molti orecchi.

Ma il problema è che secondo me ci vuole un parlamento più laico, non solo un PD più laico.
Io non mi sorpendo di Fini. Io credo che anzi i passi di Fini non abbiano nulla di straordinario, ma corrispondano ad un processo di normalizzazione del paese . Un paese che ha una destra, o comuqnue una componente di destra laica non è una cosa così strana. Guardiamo alla Francia, alla Germania col partito liberale ed il suo attuale leader, ho sentito, ma sono poco informato, anche dei conservatori inglesi.

Perchè certe leggi passino ci vuole qualcosa di più di una maggioranza; ci vuole che il senso comune - ormai cambiato anche in Italia, sebbene compresso dalla cappa vaticana - si normalizzi in convergenze politiche più ampie.

Allora sia fatta giustizia nel PD, e la Binetti vada dove deve andare, ma non lasciamoci andare al disfattismo, al "tanto sono tutti uguali", perchè altrimenti il confessionalismo politico avrà senz'altro la meglio, e si ripresenterà in maniera ancor più feroce di un voto "dissidente".

Prima che la delega sulla legislazione in materia di etica civile passi direttamente al Vaticano (perchè è questo che ha promesso Berlusconi), e che il il Vaticano diventi la terza camera, oltre il Parlamento e e il Senato, ci sono molte cose che si possono e si devono fare.
claudio285
claudio285
-------------
-------------

Numero di messaggi : 430
SCALA DI DAWKINS :
Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.12.08

Torna in alto Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Re: Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da Lingua_Biforcuta Ven 16 Ott 2009 - 11:43

claudio285 ha scritto:I radicali agirono in altri tempi. E' un bel pò che non riescono più nemmeno loro a combinare granchè, sebbene le percentuali rimangano più o meno le stesse.

Sono d'accordo che ci voglia maggior chiarezza nel PD sulle questioni etiche. E su questo li giudicheremo, visto che forse stanno capendo che sono importanti, e non barattabili.
Consentimi, pero`, e` vero che forse stanno capendo ma certamente con un colpevole ritardo per di piu` enorme.
Che fiducia si puo` avere nelle capacita` di una classe dirigente che capisce il problema non quando i buoi stanno scappando, magari, ma quando i buoi, passati per il macello, sono ormai in vendita nei banchi del supermercato.
Ricordo la frase, azzeccatissima, di Nanni Moretti, che, benche` antipaticissimo, e` una persona che ha ben capito il problema da tempo: "Con questa dirigenza non vinceremo mai!"


claudio285 ha scritto:Dalla legge 40 in poi hanno fatto molti passi falsi, e hanno pensato di scambiare l'unità sulle politiche economico sociali pagando la tassa vaticana. Ma credo che ormai si stiano rendendo conto che questo gioco non funzona più, non può più funzionare: il caso Englaro ha risvegliato molte coscienze, e ha fatto rizzare molti orecchi.
Si, ma e` proprio sul caso Englaro che, a mio avviso, il PD ha toccato il picco piu` basso. Ha perso una fondamentale occasione di schierarsi e di rendere assolutamente chiara la sua posizione riguardo alla laicita`.
Peccato. Forse e` stata l'ultima chance di un partito che vede il consenso in caduta libera.

claudio285 ha scritto:Ma il problema è che secondo me ci vuole un parlamento più laico, non solo un PD più laico.
Ah, beh, se lo chiedi a me, il Parlamento deve essere solo laico. In Parlamente si discute di politica, non di religione e credenze.
Ma non solo il parlamento deve essere laico e solo laico, ma anche tutte le altre istituzioni ed i servizi. Per dire, io sono contrario anche all'obiezione di coscienza. Non esiste che un medico si rifiuti di effettuare determinati interventi. Almeno non un medico pagato con i soldi pubblici di uno stato laico.

claudio285 ha scritto:Io non mi sorpendo di Fini. Io credo che anzi i passi di Fini non abbiano nulla di straordinario, ma corrispondano ad un processo di normalizzazione del paese . Un paese che ha una destra, o comuqnue una componente di destra laica non è una cosa così strana. Guardiamo alla Francia, alla Germania col partito liberale ed il suo attuale leader, ho sentito, ma sono poco informato, anche dei conservatori inglesi.
No, neanche io mi sorprendo di Fini... il vecchio volpone, anzi, la vecchia faina ormai non stupisce piu`. Un noto arrampicatore gia` attenzionato, per usare una terminologia di moda.
Ma e` chiaro che di tutta questa laicita` gli interessa solo la parte che porta consensi alla sua persona. E` troppo intelligente per non aver capito che la monocultura ed il monopensiero del PDL non solo non e` un valore, ma agisce da livella, schiacciando tutti e mettendoli su un unico piano. Fini Bastian-Cuntrer, invece, ha la sua bella visibilita` pur sedendo in un posto che gli impedisce di schierarsi politicamente.
Un gran furbone, come sempre. Ma solo ed esclusivamente per i suoi interessi personali et privati.

claudio285 ha scritto:Perchè certe leggi passino ci vuole qualcosa di più di una maggioranza; ci vuole che il senso comune - ormai cambiato anche in Italia, sebbene compresso dalla cappa vaticana - si normalizzi in convergenze politiche più ampie.
Ovvio. Non ho mai pensato che una legge potesse fermare la barbarie dell'omofobia. Ma e` un segnale importante, un messaggio dove si dice che lo Stato non si rende complice di questa deriva.

claudio285 ha scritto:Allora sia fatta giustizia nel PD, e la Binetti vada dove deve andare, ma non lasciamoci andare al disfattismo, al "tanto sono tutti uguali", perchè altrimenti il confessionalismo politico avrà senz'altro la meglio, e si ripresenterà in maniera ancor più feroce di un voto "dissidente".
Si, ma sono tutti uguali.
E se ci fosse stato bisogno di conferme, direi che con la recente approvazione dello Scudo Fiscale di Tremonti & Co. le abbiamo avute.
Ma dimmi te, un opposizione che, in fase di approvazione di una legge scandalosa che la maggioranza degli italiani considera tale, ha la possibilita` di far cadere un governo appoggiato da una schiacciante maggioranza e si lascia scappare l'occasioni. Cretini? Imbecilli? Non ci credo. Direi piuttosto complici.

claudio285 ha scritto:Prima che la delega sulla legislazione in materia di etica civile passi direttamente al Vaticano (perchè è questo che ha promesso Berlusconi), e che il il Vaticano diventi la terza camera, oltre il Parlamento e e il Senato, ci sono molte cose che si possono e si devono fare.
Vorrei pensarla come te, ma ammetto di essere ormai gravemente demoralizzato. A me pare che, comunque vadano le cose, non abbiamo nessuno capace di fare opposizione, non un partito, non un politico.

Cosa, a tuo avviso, si puo` fare?
E, sopratutto, come si puo` pensare che, dopo un'interminabile sequela di buchi nell'acqua, adesso si riesca a fare qualcosa di concreto, per di piu` andando contro al Berlusca ed a Ratzy?

La vedo dura... se non impossibile.
Io, sinceramente, non so piu` che pensare...

_________________
IN DARWIN WE TRUST.

"La fera lipertà nein est tire nein, ma konformaren la proprien folontà a qvella tivina."
(La vera libertà non è dire no, ma conformare la propria volontà a quella divina.) (Benedetto XVI - Libero pensatore)
Lingua_Biforcuta
Lingua_Biforcuta
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 455
Età : 52
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Scienze Naturali, Filosofia, Cristologia, Storia pre-cristiana e pre-colombiana.
SCALA DI DAWKINS :
Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.03.09

Torna in alto Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Re: Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da valeiltale@live.it Lun 26 Ott 2009 - 15:37

Se tutti gli atei in Italia votassero compatti per un solo partito otterremmo sicuramente una forza politica in grado di cambiare le cose, tipo i finanziamenti agli insegnanti di religione (cosa vietata dalla costituzione) e altre cose che farebbero risparmiare ai cittadini miliardi di euro (togliere l'8 per mille ad esempio)
Le Chiesa cattolica si fonda sulla Sacra Bibbia e un religione che si fonda su un testo simile (pulizia etnica, discriminazione,omofobia) non può avere voce in capito su questioni etiche, è questo l'errore di fondo.
Non fatevi ingannare, destra e sinistra si spartiscono il potere non sono rivali.

http://www.desideriessenziali.com/Home/Blog/Voci/2009/10/12_articolo_11.html

valeiltale@live.it
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 18
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.10.09

http://www.desideriessenziali.com/Meditazione/Essere_Atei.html

Torna in alto Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Re: Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da Lingua_Biforcuta Lun 26 Ott 2009 - 19:16

valeiltale@live.it ha scritto:Se tutti gli atei in Italia votassero compatti [...]

Concetto un po' utopico... se tutti gli anti-berlusconiani votassero compatti un solo partito, se tutti gli onesti votassero compatti una sola persona...

Ma il problema e`, secondo me, che primo molti sono atei (o agnostici) di fatto, ma non si dichiarano pienamente tali. In altre parole conosco molte persone che di fatto non credono, non frequentano la chiesa ne` i suoi rituali e sono molto critici nei confronti del Vaticano. Cio` non toglie che non considerano il problema sufficientemente grave da schierarsi apertamente.
Secondo punto: il partito. Mentre i cattolici hanno una guida che dall'alto del suo magistero detta legge e decide cosa si deve e cosa non si deve pensare, gli atei pensano ognuno con la propria testa. Per questo, mentre e` molto probabile trovare due cattolici d'accordo su un concetto e` molto improbabile riscontrare questo identita` di vedute tra gli atei.
Terzo, la rappresentanza: gia` cosi` stiamo messi maluccio, non riusciamo ad avere un politica pienamente di destra che si opponga a quella di sinistra, ma abbiamo una specie di politica ambigua trasversale e bipartizan, figuriamoci con una forza parlamentare osteggiata dalla chiesa e dai poteri occulti o meno ad essa riconducibili.

Signori, per via politico-diplomatica non ci libereremo mai ne` della chiesa ne` del suo immenso costo.

_________________
IN DARWIN WE TRUST.

"La fera lipertà nein est tire nein, ma konformaren la proprien folontà a qvella tivina."
(La vera libertà non è dire no, ma conformare la propria volontà a quella divina.) (Benedetto XVI - Libero pensatore)
Lingua_Biforcuta
Lingua_Biforcuta
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 455
Età : 52
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Scienze Naturali, Filosofia, Cristologia, Storia pre-cristiana e pre-colombiana.
SCALA DI DAWKINS :
Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.03.09

Torna in alto Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Re: Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da davide Lun 26 Ott 2009 - 22:30

All'ottimo post di Lingua Biforcuta (ma un nick più corto e semplice no? mgreen ) aggiungo anche che una forza politica che nasce con un solo obj programmatico (tipo quella buffonata messa in piedi dallo smilzo Ferrara l'anno scorso) non ha un futuro e di certo non avrebbe il mio voto. Riunire tutti gli atei sotto una sola bandiera politica è impossibile, perchè siamo tutti di estrazione diversa.

davide
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11190
SCALA DI DAWKINS :
Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Left_bar_bleue0 / 700 / 70Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia! Empty Re: Legge contro l'Omofobia: la colpevole assenza del laicismo in Italia!

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.