Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Embrione e feto

5 partecipanti

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Ludwig von Drake Ven 18 Set 2009 - 13:27

Cmq guardate che mi sembra che in Italia ci siano dei limiti di tempo...

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Embrione e feto - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Embrione e feto - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da giulio76 Ven 18 Set 2009 - 14:14

Giovanni 4-23 ha scritto:
ERRI8013 ha scritto:.
E' un cadevere di un uomo appartenente alla specie umana?
Bravo erri questa si che era la domanda rognosa. Di per se però è un buon problema ma un non problema.
In quanto di base si può ritenere sacro un cadavere senza che a nessuno importi un granchè ^^
Aspetta a ribattere erri forse lo sò quello che vuoi dire
Embrione e feto - Pagina 2 Ejcllywj

Ti faccio prima vedere dove voglio andare a parare.


DF1989 ha scritto:
Appunto. Ed è per questo che va lasciata libertà di coscienza sui temi come l'aborto.

Ma il libero arbitrio lo manifesta uno solo dei due soggetti.
I soggetti sono due, per il secondo vale il silenzio assenso? ^^

Ok ora cerco di tornare serio e di dire come mi sento quando penso al tema.

1) Non sò se l'embrione-feto sia o meno una persona... non lo so, non c'è un confine netto e quindi la cosa non è perfettamente comprensibile.

Il mio dilemma è questo.

2)Se difendo il feto e obbligo la donna a portarlo avanti sono come la santa inquisizione?
3)Se difendo la donna e non tutelo il feto mi comporto come i portoghesi con gli aztechi ( che non avevano l'anima?)

Di sicuro vi sono due cose

Donna è una persona.
Embrione/feto forse lo è.

Cosa farei io?

Per prima cosa farei capire bene ai giovani
NON SOLO
che il sesso è bello
che il sesso è un loro diritto
MA ANCHE
che il sesso è anche un loro dovere

Quindi ragazzi, donne, uomini.
USATE I CONTRACCETTIVI SE NON VOLETE FIGLI

QUESTA E' LA COSA CHE DEVE STARE ALLA BASE NESSUNO DEVE FARE FIGLI SE NON NE VUOLE

Poichè nel momento in cui avete concepito una vita voi ne siete direttamente responsabili.

E' frutto della vostra azione quel feto, non è una cosa che vi è capitata e voi non ne potevate fare a meno.

Nel dubbio quindi.

Se niente mette in pericolo reale la vita della persona (donna) io mi vedo costretto a salvaguardare anche la vita della possibile persona (embrione/feto)

Non me la sento, e se fosse? IO NON ME LA SENTO!
Prima quindi viene la donna poichè è certo che lei è.
Ma fare quello che ci pare del feto per me non è giusto.

Quando sapremo di più decideremo meglio, prudenza chiedo, non roghi inquisitori. Solo prudenza.

Credo di non avere altro da dire sull'argomento

Il problema non è legato a contraccezione o similari perchè anche se usi i contraccettivi non hai la totalità della sicurezza ed una gravidanza ti può scappare. Il problema è lo sminuire l'aborto. Si è considerato l'aborto sempre come una forma terapeutica limite per coprire un errore, una gravidanza indesiderata. Basta farsi un giro per i forum di ragazzi, per vedere come già ragazzi a 13 anni sono preoccupate perchè hanno un ritardo. Però quando sono incinta se la fifano e dicono:"Ma ho solo 13 anni!!!!". Questo è il mondo che piace alla società, dei ragazzi sessodipendenti e non capaci di prendersi le proprie responsabilità. Questo è quello che sta creando la società.
Ma se l'aborto non può essere fermato, almeno dire la verità su come stanno le cose. E' inutile che giriamo attorno a dei concetti filosofici o cerchiamo la scusante per coprirci dietro un dito. Quello che fa un dottore quando esegue un aborto è l'interruzione di una vita, non ci sono ma, non ci sono se, ognuno si passi la mano sul cuore e interroghi la propria coscienza, chi vuole fare finta che quel mucchio di cellule sono solo cellule lo faccia pure. Ma un giorno davanti a Dio (ovviamente gli atei diranno :"ma che ce stai a racconta") noi ne dovremo tirare le somme anche per aver incentivato l'aborto e non potremo girare attorno a niente perchè saremo nudi davanti al Creatore, nudi come vermi non potremo nascondere nulla.
giulio76
giulio76
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1439
SCALA DI DAWKINS :
Embrione e feto - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Embrione e feto - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Helgi Ven 18 Set 2009 - 14:36

giulio76 ha scritto:
Il problema non è legato a contraccezione o similari perchè anche se usi i contraccettivi non hai la totalità della sicurezza ed una gravidanza ti può scappare. Il problema è lo sminuire l'aborto. Si è considerato l'aborto sempre come una forma terapeutica limite per coprire un errore, una gravidanza indesiderata. Basta farsi un giro per i forum di ragazzi, per vedere come già ragazzi a 13 anni sono preoccupate perchè hanno un ritardo. Però quando sono incinta se la fifano e dicono:"Ma ho solo 13 anni!!!!". Questo è il mondo che piace alla società, dei ragazzi sessodipendenti e non capaci di prendersi le proprie responsabilità. Questo è quello che sta creando la società.
Ma se l'aborto non può essere fermato, almeno dire la verità su come stanno le cose. E' inutile che giriamo attorno a dei concetti filosofici o cerchiamo la scusante per coprirci dietro un dito. Quello che fa un dottore quando esegue un aborto è l'interruzione di una vita, non ci sono ma, non ci sono se, ognuno si passi la mano sul cuore e interroghi la propria coscienza, chi vuole fare finta che quel mucchio di cellule sono solo cellule lo faccia pure. Ma un giorno davanti a Dio (ovviamente gli atei diranno :"ma che ce stai a racconta") noi ne dovremo tirare le somme anche per aver incentivato l'aborto e non potremo girare attorno a niente perchè saremo nudi davanti al Creatore, nudi come vermi non potremo nascondere nulla.

La tua solita mistificazione, certo che il problema é legato alla contraccezione, perché ti dà una sicurezza praticamente totale (metodi e metodi, ovviamente). Una ci può scappare, ma su quante? Con quale probabilità?
Sei tu a nasconderti dietro un dito, quando pretendi il 100% matematico, non smentirti mai. Per cui il problema non é legato ai contraccettivi, l'aborto é peccato, fare sesso solo per fare figli, questo é che vorresti tu. Piuttosto che il remedium concupescientiae per cui niente protezioni e come esce esce, io preferisco quello che sta creando la società.
Il feto é una vita, e con questo cosa vuoi? Basta solo precisare che stadio della vita e non dare alla vita un valore che non ha.

_________________
-H.

"Vi scongiuro fratelli, rimanete fedeli alla terra e non credete a quelli che vi parlano di speranze sovraterrene! Lo sappiano o no: sono degli avvelenatori."
(F.W.Nietzsche, Also sprach Zarathustra, Chemnitz 1883).

Helgi
-------------
-------------

Numero di messaggi : 125
Età : 44
Località : Catania
SCALA DI DAWKINS :
Embrione e feto - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Embrione e feto - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.12.08

Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Ospite Ven 18 Set 2009 - 15:03

Giovanni 4-23 ha scritto:Ma il libero arbitrio lo manifesta uno solo dei due soggetti.
I soggetti sono due, per il secondo vale il silenzio assenso?
Mi pare evidente, non si può cambiare la realtà. Sia che si scelga di continuare la gravidanza (magari nonostante una malformazione non mortale, ma fortemente invalidante) o di interromperla (anche senza problemi particolari del feto) è uno solo dei due individui a poter scegliere.
1) Non sò se l'embrione-feto sia o meno una persona... non lo so, non c'è un confine netto e quindi la cosa non è perfettamente comprensibile.
E' proprio questo il punto. Non c'è un confine netto. E' una scelta arbitraria.
2)Se difendo il feto e obbligo la donna a portarlo avanti sono come la santa inquisizione?
Sì.
3)Se difendo la donna e non tutelo il feto mi comporto come i portoghesi con gli aztechi ( che non avevano l'anima?)
No.

Donna è una persona.
Embrione/feto forse lo è.
Appunto Embrione e feto - Pagina 2 604916
Cosa farei io?

Per prima cosa farei capire bene ai giovani
NON SOLO
che il sesso è bello
che il sesso è un loro diritto
MA ANCHE
che il sesso è anche un loro dovere
Cioè, è obbligatorio fare sesso?
Quindi ragazzi, donne, uomini.
USATE I CONTRACCETTIVI SE NON VOLETE FIGLI

QUESTA E' LA COSA CHE DEVE STARE ALLA BASE NESSUNO DEVE FARE FIGLI SE NON NE VUOLE

Ecco, qui siamo perfettamente d'accordo. Lo spieghi tu alla Chiesa?
Poichè nel momento in cui avete concepito una vita voi ne siete direttamente responsabili.

E' frutto della vostra azione quel feto, non è una cosa che vi è capitata e voi non ne potevate fare a meno.
Questa è una generalizzazione. Di certo non è colpa della donna se rimane incinta a seguito di uno stupro. E non è colpa dell'incoscienza il fatto che non esistano metodi contraccettivi sicuri al 100%.
Nel dubbio quindi.

Se niente mette in pericolo reale la vita della persona (donna) io mi vedo costretto a salvaguardare anche la vita della possibile persona (embrione/feto)
Quindi, se ad essere in pericolo reale è solo la salute della donna (salute nella definizione dell'Oms), tu pensi che essa sarebbe sacrificabile? Metteresti a rischio la salute di una persona per salvaguardare una (forse) futura persona?

Non me la sento, e se fosse? IO NON ME LA SENTO!
Appunto. Tu. Ma non tutti hanno la stessa sensibilità, non tutti hanno la stessa concezione di questi argomenti. Perché il fatto che TU non te la senta dovrebbe essere una motivazione per impedirlo agli altri, una volta appurato che la questione se il feto sia persona o meno non può essere decisa, ma solo giudicata da ognuno secondo coscienza?
Prima quindi viene la donna poichè è certo che lei è.
Ma fare quello che ci pare del feto per me non è giusto.
Cosa intendi per "fare quello che ci pare"?
Quando sapremo di più decideremo meglio, prudenza chiedo, non roghi inquisitori. Solo prudenza.
Prudenza significa che la scelta va lasciata alla coscienza del singolo. Non si può pensare che per prudenza si imponga a tutti una visione del tutto personale (altrimenti non è prudenza, ma imposizione).

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Giovanni 4-23 Ven 18 Set 2009 - 16:48

DF1989 ha scritto:
Mi pare evidente, non si può cambiare la realtà. Sia che si scelga di continuare la gravidanza (magari nonostante una malformazione non mortale, ma fortemente invalidante) o di interromperla (anche senza problemi particolari del feto) è uno solo dei due individui a poter scegliere.

Quindi di chi non può scegliere possiamo decidere in modo arbitrario?

DF1989 ha scritto:
E' proprio questo il punto. Non c'è un confine netto. E' una scelta arbitraria.

Segnati questa cosa che poi te la ripropongo poco sotto ^^
DF1989 ha scritto:
2)Se difendo il feto e obbligo la donna a portarlo avanti sono come la santa inquisizione?
Sì.

E questa è una affermazione facile se vogliamo.

DF1989 ha scritto:
3)Se difendo la donna e non tutelo il feto mi comporto come i portoghesi con gli aztechi ( che non avevano l'anima?)
No.

Qui sei diventato pieno di certezze mi sembra.

Scusa ma da uno che afferma prima:
DF1989 ha scritto:
E' proprio questo il punto. Non c'è un confine netto. E' una scelta arbitraria.
e poco dopo:
DF1989 ha scritto:
Donna è una persona.
Embrione/feto forse lo è
.
Appunto

Sei diventato stranamente pieno di certezze. Io ti ho detto non so cosa è giusto fare. Tu come me affermi non sò di preciso cosa ho davanti a me ma sò perfettamente cosa è giusto.


DF1989 ha scritto:
Ecco, qui siamo perfettamente d'accordo. Lo spieghi tu alla Chiesa?
Certo, e se vuoi lo urlo anche.
L'unica cosa sicura è che la contraccezione se non risolve il problema.
DI SICURO LO RIDUCE IN MANIERA INCREDIBILMENTE DRASTICA DICIAMO DEL 99%

DF1989 ha scritto:
Prudenza significa che la scelta va lasciata alla coscienza del singolo. Non si può pensare che per prudenza si imponga a tutti una visione del tutto personale (altrimenti non è prudenza, ma imposizione).

NO
prudenza significa sensibilizzare la gente sul problema in modo da ridurre al minimo l'esistenza del detto.
INOLTRE a mio avviso fra i due mali

-Fare arrivare al parto in sicurezza la donna
-Abortire un qualcosa che non sò bene cosa sia.

Preferisco il primo.

Non impongo ovviamente ma preferisco.
Attualmente nella dittatura del relativo che è la democrazia la mia opinione è minoranza e lo accetto. Continuo però ad esprimere la mia opinione.

Sei tu disposto ad accettare come faccio io che la mia opinione possa diventare maggioranza e quindi accettarla pur non condividendola?
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Embrione e feto - Pagina 2 Left_bar_bleue1 / 701 / 70Embrione e feto - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Ospite Ven 18 Set 2009 - 17:28

Giovanni 4-23 ha scritto:Quindi di chi non può scegliere possiamo decidere in modo arbitrario?
Dipende.
DF1989 ha scritto:
3)Se difendo la donna e non tutelo il feto mi comporto come i portoghesi con gli aztechi ( che non avevano l'anima?)
No.

Qui sei diventato pieno di certezze mi sembra.

Scusa ma da uno che afferma prima:
DF1989 ha scritto:
E' proprio questo il punto. Non c'è un confine netto. E' una scelta arbitraria.
e poco dopo:
DF1989 ha scritto:
Donna è una persona.
Embrione/feto forse lo è
.
Appunto

Sei diventato stranamente pieno di certezze. Io ti ho detto non so cosa è giusto fare. Tu come me affermi non sò di preciso cosa ho davanti a me ma sò perfettamente cosa è giusto.
Provo a spiegare meglio la mia posizione. Abbiamo da una parte una donna, che è sicuramente una persona, dall'altra un feto, che è una persona in potenza. Ora, la posizione di chi vuole a tutti i costi considerare il feto una persona è: bisogna obbligare la donna a portare a termine la gravidanza, per difendere la vita del feto. Questa è una posizione che parte da una certezza (falsa) e giunge ad una conclusione. Ora, tu dici che io, di colpo, sono passato dal dubbio alla certezza. Non è così, per più di una ragione.
La prima: io, per la concezione che ho di persona, non considero tale il feto. Dunque, personalmente non ho dubbi che sia insensato considerare il feto una persona. Ma non ho dubbi, parimenti, che per altre persone non è così. Cosa vuol dire, questo? Che io ho ragione e gli altri torto? Non necessariamente. In realtà, la mia certezza è che la questione è indecidibile, e dunque non può che essere lasciata all'arbitrio del singolo. In altre parole, io sono certo di non poter considerare il feto persona, e sono certo che per altri non è così.
La seconda: mentre la posizione "cattolica", che ho enunciato prima, parte da una certezza per giungere ad un'imposizione, la mia parte dal riconoscimento dell'ambiguità della situazione per arrivare alla conclusione che la decisione è arbitrio del singolo. La opposta certezza (che porterebbe ad un'opposta imposizione) consisterebbe nel volere che chiunque riconoscesse che il feto non è nulla più che un ammasso di cellule, per arrivare ad imporre ad una donna in pericolo di salute o di vita di abortire, anche con l'esplicito rifiuto dell'interessata, magari sostenendo che una donna che preferisce morire o compromettere la propria salute psico-fisica piuttosto che sacrificare un ammasso di cellule non è in grado di intendere e di volere. Evidentemente, trovo questa possibilità semplicemente mostruosa, né più né meno della posizione "cattolica".

Poi, come ho detto in un'altra discussione, io ritengo che anche considerando persona il feto sarebbe lecito per una donna abortire, ma questo è un altro discorso.

NO
prudenza significa sensibilizzare la gente sul problema in modo da ridurre al minimo l'esistenza del detto.
Non ho capito, ti riferisci alla necessità di informazione sui rischi e sulla prevenzione? Se è così, siamo perfettamente d'accordo, ma questo è un altro discorso. Nel momento in cui il danno è fatto (per negligenza o per sfiga) bisogna poter valutare come agire.
INOLTRE a mio avviso fra i due mali

-Fare arrivare al parto in sicurezza la donna
-Abortire un qualcosa che non sò bene cosa sia.

Preferisco il primo.
Eh, ma vedi, se tu fossi una donna avresti tutto il diritto di agire in questo modo. Ma non è un motivo valido per pretendere che tutte le donne agiscano allo stesso modo. Esattamente come il fatto che una donna affermi che in un determinato caso preferirebbe abortire non è un buon motivo per imporre l'aborto a tutte in quella precisa situazione.
Non impongo ovviamente ma preferisco.
Bene. Quindi, se si dovesse votare a favore o contro una legge che permette l'aborto tu voteresti a favore?
Attualmente nella dittatura del relativo che è la democrazia la mia opinione è minoranza e lo accetto. Continuo però ad esprimere la mia opinione.

Sei tu disposto ad accettare come faccio io che la mia opinione possa diventare maggioranza e quindi accettarla pur non condividendola?
Vedi, il punto è che quando si parla di opinioni e di diritti, in democrazia che un'opinione sia in minoranza è irrilevante. Una democrazia è cosa diversa dalla dittatura della maggioranza. In questo secondo caso, la maggioranza impone a tutti la propria opinione, limitando i diritti di chi ha opinioni diverse, in particolari su questioni etiche come l'aborto, l'eutanasia, il testamento biologico, ecc.. In una democrazia, i diritti delle minoranze devono essere tutelati. Uno stato che imponesse a tutti la concezione cattolica della vita e legiferasse in maniera da imporre a tutti la morale della Chiesa, sarebbe uno stato etico, non uno stato democratico. Su questioni che riguardano il singolo, su questioni personali come quello che ho citato, uno stato democratico non può far altro che riconoscere la presenza di posizioni contrastanti, e fare in modo che siano tutte tutelate. Altrimenti, non è uno stato democratico.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da giulio76 Ven 18 Set 2009 - 18:50

DF1989 ha scritto:


Provo a spiegare meglio la mia posizione. Abbiamo da una parte una donna, che è sicuramente una persona, dall'altra un feto, che è una persona in potenza. Ora, la posizione di chi vuole a tutti i costi considerare il feto una persona è: bisogna obbligare la donna a portare a termine la gravidanza, per difendere la vita del feto. Questa è una posizione che parte da una certezza (falsa) e giunge ad una conclusione. Ora, tu dici che io, di colpo, sono passato dal dubbio alla certezza. Non è così, per più di una ragione.
La prima: io, per la concezione che ho di persona, non considero tale il feto. Dunque, personalmente non ho dubbi che sia insensato considerare il feto una persona. Ma non ho dubbi, parimenti, che per altre persone non è così. Cosa vuol dire, questo? Che io ho ragione e gli altri torto? Non necessariamente. In realtà, la mia certezza è che la questione è indecidibile, e dunque non può che essere lasciata all'arbitrio del singolo. In altre parole, io sono certo di non poter considerare il feto persona, e sono certo che per altri non è così.

Siamo sicuri che la donna che abortisce sappia quale sia l'operazione da svolgere. Sa che il feto nei migliori dei casi verrà bruciato dentro una soluzione salina e essendo formati i nervi proverà dolore? Sa che nei peggiori dei casi prima verrà fatto in mille pezzi e poi infine gli verrà schiacciato il cranio? Lo sa? io sfido a fare abortire una persona dopo che ha visto il risultato di un aborto. Questo non per fare violenza psicologica ma per rendere cosciente la donna di quale potere ha sul feto. Molte volte le ragazzine o le donne che fanno un aborto non sanno neanche di cosa si tratti.

DF1989 ha scritto:La seconda: mentre la posizione "cattolica", che ho enunciato prima, parte da una certezza per giungere ad un'imposizione, la mia parte dal riconoscimento dell'ambiguità della situazione per arrivare alla conclusione che la decisione è arbitrio del singolo. La opposta certezza (che porterebbe ad un'opposta imposizione) consisterebbe nel volere che chiunque riconoscesse che il feto non è nulla più che un ammasso di cellule, per arrivare ad imporre ad una donna in pericolo di salute o di vita di abortire, anche con l'esplicito rifiuto dell'interessata, magari sostenendo che una donna che preferisce morire o compromettere la propria salute psico-fisica piuttosto che sacrificare un ammasso di cellule non è in grado di intendere e di volere. Evidentemente, trovo questa possibilità semplicemente mostruosa, né più né meno della posizione "cattolica".

La Chiesa non impone ma propone un punto di vista caro DF, un punto di vista che non è materialistico ma carico di spiritualità, la Chiesa cerca di smuovere una parte di coscienza che chi non crede ha soffocato da tempo e cerca di contaminare anche i credenti.



DF1989 ha scritto:Vedi, il punto è che quando si parla di opinioni e di diritti, in democrazia che un'opinione sia in minoranza è irrilevante. Una democrazia è cosa diversa dalla dittatura della maggioranza. In questo secondo caso, la maggioranza impone a tutti la propria opinione, limitando i diritti di chi ha opinioni diverse, in particolari su questioni etiche come l'aborto, l'eutanasia, il testamento biologico, ecc.. In una democrazia, i diritti delle minoranze devono essere tutelati. Uno stato che imponesse a tutti la concezione cattolica della vita e legiferasse in maniera da imporre a tutti la morale della Chiesa, sarebbe uno stato etico, non uno stato democratico. Su questioni che riguardano il singolo, su questioni personali come quello che ho citato, uno stato democratico non può far altro che riconoscere la presenza di posizioni contrastanti, e fare in modo che siano tutte tutelate. Altrimenti, non è uno stato democratico.

Se un partito porta avanti delle idee cattoliche deve tutelare le idee per cui è stato votato senò non sarebbe più democrazia.
giulio76
giulio76
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1439
SCALA DI DAWKINS :
Embrione e feto - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Embrione e feto - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Giovanni 4-23 Ven 18 Set 2009 - 20:30

Sento di aver parlato abbastanza di questo argomento.

Ritengo utile quindi fare le mie conclusioni e lasciare che chi legge possa maturare la sua opinione.

Sarò di nuovo deciso ma non offenderò nessuno sia chiaro.

La differenza sostanziale fra me e te DF1989 si trova in queste poche DURE, DURE, DURISSIME, INFINITAMENTE DURE parole:

DF1989 ha scritto:.... Su questioni che riguardano il singolo su questioni personali come quello che ho
citato, uno stato democratico non può far altro che riconoscere la
presenza di posizioni contrastanti, e fare in modo che siano tutte
tutelate...

Dietro queste parole che vorrebbero sembrare un richiamo alla libertà degli individui in nome dell'umanesimo ( in nome dell'umanesimo ci rendiamo conto?) e della democrazia si trova l'ennesimo tentativo di far sparire con la dialettica un soggetto.

Il soggetto feto è di nuovo sparito.

E' di nuovo per l'ennesima volta un niente.
Un' accessorio
Una ciste che dà fastidio
Ha lo stesso valore di una verruca.

L'aborto è una normale operazione di routine.
Si compie per eliminare un problema.
Un chiaro lampante problema.

La persona che compie questo gesto ha tutto il diritto a liberarsi di questo problema come meglio crede.

La persona che compie questo gesto non ha nessuna responsabilità sul soggetto.
E' nato perchè non poteva andare altrimenti.
Nella sua vita ad un certo punto è arrivato un feto, ma ciò è diretta conseguenza della sua vita e a lei non è imputabile nessuna responsabilità.

La società moderna, quella società moderna che attribuisce diritti alle scimmie, che tutela i pesci rossi non può in alcun modo riconoscere diritti a quella forma di vita.

Un pesce rosso può essere tutelato un feto no.
Un pesce rosso può avere diritti, un feto no
E' evidente che il normale compimento della gravidanza, come la natura ha previsto, deve essere impedito a piacimento.
La scienza umana, che ha inventato l'aborto volontario, ha ottenuto una grande conquista.
Ora l'uomo può sopprimere i suoi figli prima che nascano
Abbiamo corretto un errore che la natura ci aveva ingiustamente inflitto.
Ci siamo evoluti.
La nostra intelligenza ha ottenuto un grande risultato.

Costringere una donna, se per lei non vi è rischio.....se per lei non vi è rischio....a portare a normale compimento, come la natura ha previsto una gravidanza è palesemente un atto da bieca inquisizione medioevale. Solo una mente dogmatica, annebbiata dal cieco fondamentalismo religioso può concepire questa illogica mostruosità.

Uccidere un feto invece.... Ucciderlo!.... Togliergli cioè tutto quanto quello che ha!....Sacrificare la sua vita!.... Anzi negare persino che esso sia vita!.... Sicuramente non vita di un valore maggiore di un pesce rosso o di una scimmia cmq!!!!
In nome del diritto della donna di essere libera di fare quello che crede di lui. In nome della libertà dell'individuo sancita dalle conquiste dall'umanesimo....dall'umanesimo....questa conquista deriva dall'umanesimo!!!!!!!
Creare una scienza esatta per sopprimere questa vita!!!!
SANTO CIELO creare una scienza esatta!!!!!!!!!
Una scienza esatta che permetta di inventare questo diritto che in natura non esisteva!!!!!!!!!!

Questo è elevarsi!
Questo è uscire dalle tenebre del medioevo!
Questo è essere una società giusta, una società moderna!

Chi sostiene il contrario è un fondamentalista.
Chi sostiene il contrario usa in modo strumentale la logica.
Chi sostiene il contrario vuole precipitare il mondo nel baratro delle religioni.

Non ci sono modi per avere torto o ragione in modo definitivo.

Ma mi chiedo una cosa.
Senza che sia necessaria la logica.
Senza che sia necessaria la scienza.
Senza che sia necessaria la fede.

Può una persona sana di mente e con un briciolo di umanità prendere in mano quella foto, quella foto postata da giulio, quella foto in cui si vede quell'uccisione, o le mille e mille foto del web, prenderla in mano
guardarsi allo specchio
E ripetere a se stesso nel silenzio della tua stanza
Questo è giusto!
Questo è un mio diritto!
Tu piccolo informe mostriciattolo non sei niente!
Tu piccolo grumo di vita


SEI SOLO UN PROBLEMA.


Ho finito.

Non ho altro da dire e non dirò altro.

Come detto a tutti voi io purtroppo sono stato colpito in modo diretto da questa cosa e non posso, non posso non difendere quello in cui credo.

Sono convinto che Helgi,DF1989 e tutte le persone pro-aborto possano essere o sono sicuramente delle belle, stupende persone.

Io combatto questa idea però.
La combatto è la combatterò fino al mio ultimo respiro.

Pace a voi.
Giovanni 4-23
Giovanni 4-23
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 555
Età : 45
SCALA DI DAWKINS :
Embrione e feto - Pagina 2 Left_bar_bleue1 / 701 / 70Embrione e feto - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.09.09

Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da maxsar Ven 18 Set 2009 - 20:44

L'aborto è una normale operazione di routine.
Dal putno di vista chirurgico si; bisogna stare attenti però a camplare bene l'arteria uterina, ramo dell'aorta addominale.
La persona che compie questo gesto ha tutto il diritto a liberarsi di questo problema come meglio crede.
Una donna violentata?
Una ragazzina che non sapeva che preoccupazioni prendere?
Hai ragione sono due casi molti diversi, ma obbligare a continuare un processo biologico contro la propria volontà una donna sarebbe ben oltre una violenza psicologica.
Costringere una donna, se per lei non vi è rischio.....se per lei non vi è rischio....a portare a normale compimento, come la natura ha previsto una gravidanza è palesemente un atto da bieca inquisizione medioevale. Solo una mente dogmatica, annebbiata dal cieco fondamentalismo religioso può concepire questa illogica mostruosità.
Fondamentalmente d'accordo con la provocazione; ultima riga troppo carica.
Può una persona sana di mente e con un briciolo di umanità prendere in mano quella foto, quella foto postata da giulio, quella foto in cui si vede quell'uccisione, o le mille e mille foto del web, prenderla in mano
guardarsi allo specchio
E ripetere a se stesso nel silenzio della tua stanza
Questo è giusto!
Questo è un mio diritto!
Tu piccolo informe mostriciattolo non sei niente!
Tu piccolo grumo di vita

SEI SOLO UN PROBLEMA.
Dimentichi la tutela alla madre; nel caso di rischi psichici a mantenere una gravidanza non voluta il medico deve tener conto dell'integrità psitica della paziente; aiutandola e codiuvandola in un momento difficile, dopo la libera scelta di quest'ultima (perfettamente d'accordo a pubblicizare progetti d'aiuto per madri in difficoltà economiche, molto meno su torture psicologiche operate anche da operatori sanitari).
Pace anche a te ;-)
Ti passo a salutare ;-)
Siamo sicuri che la donna che abortisce sappia quale sia l'operazione da svolgere. Sa che il feto nei migliori dei casi verrà bruciato dentro una soluzione salina e essendo formati i nervi proverà dolore? Sa che nei peggiori dei casi prima verrà fatto in mille pezzi e poi infine gli verrà schiacciato il cranio? Lo sa? io sfido a fare abortire una persona dopo che ha visto il risultato di un aborto.
Chirurgia by totus tuus; certe tecniche sono nettamente diverse da come li presenti ad uscite completamente fuori dall'uso chirurgico (nascita parziale).
Rimane comunque un intervento abbastanza invasivo ed ogni donna deve essere giustamente informata, ma non mi sembra il caso di arrivare a queste forme di terrorismo.
Facciamo vedere un bel video anche per ogni operazioni chirurgica a cui una persona si deve sottoporre?
Almeno sarebbe pienamente informata; no?
maxsar
maxsar
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1342
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
Embrione e feto - Pagina 2 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Embrione e feto - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.01.09

Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Ospite Ven 18 Set 2009 - 21:22

Giovanni 4-23 ha scritto:Dietro queste parole che vorrebbero sembrare un richiamo alla libertà degli individui in nome dell'umanesimo ( in nome dell'umanesimo ci rendiamo conto?) e della democrazia si trova l'ennesimo tentativo di far sparire con la dialettica un soggetto.
Eh, no. Nel momento in cui abbiamo stabilito che ci sono diverse concezioni, e nessuna è migliore dell'altra, fino a che non viene imposta agli altri, la conseguenza è che la decisione diventa personale.

L'aborto è una normale operazione di routine.
Si compie per eliminare un problema.
Un chiaro lampante problema.
Sì, per una donna che non vuole portare avanti la gravidanza, l'essere incinta è un problema, che va risolto.
Nella sua vita ad un certo punto è arrivato un feto, ma ciò è diretta conseguenza della sua vita e a lei non è imputabile nessuna responsabilità.
Questo è irrilevante.
La società moderna, quella società moderna che attribuisce diritti alle scimmie, che tutela i pesci rossi non può in alcun modo riconoscere diritti a quella forma di vita.
No, perché tali diritti contrasterebbero con i più importanti diritti di una donna.
E' evidente che il normale compimento della gravidanza, come la natura ha previsto, deve essere impedito a piacimento.

"Può", non "deve".
La scienza umana, che ha inventato l'aborto volontario, ha ottenuto una grande conquista.
L'aborto esiste da millenni, solo che prima della scienza medica (e anche dopo, dove l'aborto non era o non è legale) permette di limitare quasi del tutto i rischi per la vita della donna.
Ora l'uomo può sopprimere i suoi figli prima che nascano
Abbiamo corretto un errore che la natura ci aveva ingiustamente inflitto.
Ci siamo evoluti.
La nostra intelligenza ha ottenuto un grande risultato.
Si chiama autodeterminazione. Sei contrario all'autodeterminazione della donna?
Costringere una donna, se per lei non vi è rischio.....se per lei non vi è rischio....a portare a normale compimento, come la natura ha previsto una gravidanza è palesemente un atto da bieca inquisizione medioevale. Solo una mente dogmatica, annebbiata dal cieco fondamentalismo religioso può concepire questa illogica mostruosità.
Sì, imporre ad una donna di portare avanti una gravidanza indesiderata è fondamentalismo. Non significa essere a favore della vita, ma contro le donne.
Uccidere un feto invece.... Ucciderlo!.... Togliergli cioè tutto quanto quello che ha!....Sacrificare la sua vita!.... Anzi negare persino che esso sia vita!.... Sicuramente non vita di un valore maggiore di un pesce rosso o di una scimmia cmq!!!!
I diritti della donna vengono prima.
In nome del diritto della donna di essere libera di fare quello che crede di lui. In nome della libertà dell'individuo sancita dalle conquiste dall'umanesimo....dall'umanesimo....questa conquista deriva dall'umanesimo!!!!!!!
Creare una scienza esatta per sopprimere questa vita!!!!
SANTO CIELO creare una scienza esatta!!!!!!!!!
Una scienza esatta che permetta di inventare questo diritto che in natura non esisteva!!!!!!!!!!
In natura non esiste alcun diritto. I diritti sono un'invenzione umana. In natura, se ti rompi una gamba sei morto. La chirurgia ha inventato diritti che in natura non esistevano!
Questo è elevarsi!
Questo è uscire dalle tenebre del medioevo!
Questo è essere una società giusta, una società moderna!
Se preferisci i "diritti naturali", accomodati.
Chi sostiene il contrario è un fondamentalista.
Chi sostiene il contrario usa in modo strumentale la logica.
Chi sostiene il contrario vuole precipitare il mondo nel baratro delle religioni.
Direi: chi vuole imporre la propria morale è un fondamentalista.
Può una persona sana di mente e con un briciolo di umanità prendere in mano quella foto, quella foto postata da giulio, quella foto in cui si vede quell'uccisione, o le mille e mille foto del web, prenderla in mano
guardarsi allo specchio
E ripetere a se stesso nel silenzio della tua stanza
Questo è giusto!
Questo è un mio diritto!
Tu piccolo informe mostriciattolo non sei niente!
Tu piccolo grumo di vita


SEI SOLO UN PROBLEMA.

Tanto sensazionalismo, pochi argomenti.

Ho finito.

Non ho altro da dire e non dirò altro.
Saluti.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Ospite Ven 18 Set 2009 - 21:27

giulio76 ha scritto:Siamo sicuri che la donna che abortisce sappia quale sia l'operazione da svolgere.
Spetta alle persone competenti informarla. Dopotutto, si potrebbe facilmente ribattere: la donna che, in nome del suo dio, decide di portare avanti la gravidanza (magari a rischio per sé o per il feto) sa a cosa va incontro?
Sa che il feto nei migliori dei casi verrà bruciato dentro una soluzione salina e essendo formati i nervi proverà dolore?
Falso. Le basi anatomiche e fisiologiche per la percezione del dolore iniziano a formarsi intorno alla ventiduesima settimana.
Sa che nei peggiori dei casi prima verrà fatto in mille pezzi e poi infine gli verrà schiacciato il cranio? Lo sa? io sfido a fare abortire una persona dopo che ha visto il risultato di un aborto. Questo non per fare violenza psicologica ma per rendere cosciente la donna di quale potere ha sul feto.
Excusatio non petita...

La Chiesa non impone ma propone un punto di vista caro
Già, cercare di bloccare le leggi sui diritti civili significa proporre. Ma fammi il piacere!
Se un partito porta avanti delle idee cattoliche deve tutelare le idee per cui è stato votato senò non sarebbe più democrazia.
Se queste sono contrarie alla democrazia stessa, no. E i valori a cui un partito si ispira non possono in alcun modo andare contro i valori espressi nella Costituzione e nei vari trattati internazionali sui diritti umani. Se i valori cattolici contrastano con essi, sono i valori cattolici ad essere sbagliati. Punto.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Helgi Sab 19 Set 2009 - 1:12

DF1989 ha scritto:
Tanto sensazionalismo, pochi argomenti.

A proposito di sensazionalismi sul tema, un bel pensierino della sera (vabbé, diciamo notte va Embrione e feto - Pagina 2 256214 ) visto che tempo e voglia per scrivere altro e di meglio proprio non ho...
Spero tanto che Giovanni non si sia perso lunedi notte (proprio la notte del suo esordio qui sul forum, che storia Embrione e feto - Pagina 2 470102 ) la messa in onda su Fuori Orario di "Culpa" del mitico Ibanez... storia di feti abortiti e "ritornanti"-vendicativi. Molto più dramma che horror, abbastanza deludente nello svolgimento ma un sorriso di consolazione a un antiabortista dovrebbe strapparlo...

_________________
-H.

"Vi scongiuro fratelli, rimanete fedeli alla terra e non credete a quelli che vi parlano di speranze sovraterrene! Lo sappiano o no: sono degli avvelenatori."
(F.W.Nietzsche, Also sprach Zarathustra, Chemnitz 1883).

Helgi
-------------
-------------

Numero di messaggi : 125
Età : 44
Località : Catania
SCALA DI DAWKINS :
Embrione e feto - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Embrione e feto - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.12.08

Torna in alto Andare in basso

Embrione e feto - Pagina 2 Empty Re: Embrione e feto

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.