Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

storia dell'ateismo

5 partecipanti

Andare in basso

storia dell'ateismo Empty storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mar 27 Mar 2012 - 10:12

Non ho trovato un 3D sull'argomento! possibile?



Ehm..(tono semiserio)..L'ateismo nasce con Adamo ed Eva. Posta l'infinita distanza di onnipotenza fra Dio e loro la cacciata dal paradiso per una mela assaggiata li pone nella condizione di dubitare della stessa esistenza del presunto creatore

spingendo al limite la questione si potrebbe anche asserire che è Dio stesso che ci vuole atei. Ti caccio dal paradiso, ti tolgo la certezza di ME perchè non ti voglio come pupazzo e ti rendo degno di vivere una vita tua per te stesso. L'ateismo come punto di arrivo per un uomo che sia perfettamente consapevole di se stesso e dell'inutilità per se stesso dell'esistenza di una entità divina (d'Holbach)
Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mar 27 Mar 2012 - 10:14

Facciamo un passo oltre Adamo ed Eva.
L'uomo vive con gli altri perchè ha bisogno degli altri per vivere e non estinguere la specie... ed è solo in un contesto di relazioni che ha senso parlare di diritti e doveri.
In un tale contesto che ipotizzo essere primitivo

il vulcano erutta
non se ne comprende la ragione
si attribuisce la cosa alla volontà di un Dio
si decide di soddisfarlo con delle offerte

Ci sarà stato pure un ateo cazzuto che si sarà chiesto alla successiva eruzione (o qualunque fenomeno incomprensibile): ma che diamine succede?

Insomma non è ipotizabile che "il credente" abbia coltivato il dubbio ricercando la verità dietro la fantasia di comodo..... staremmo ancora all'età della pietra, o no?
In altri termini l'ateo è presente da sempre nella storia dell'uomo come elemento vitale di una società di uomini che sarebbe altrimenti morta. Il dubbio ed il pensiero che ne deriva sono il motore della storia non la fede in un DIO costruito che cristallizza l'azione di tutti in un rito. o no?

_________________
A mmagna' e asctema' tutte sta' a cumenza'
Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Werewolf Mar 27 Mar 2012 - 12:15

George Minois, Storia dell'ateismo

Dopo questa dovuta citazione, credo che sia il caso di dire una cosa: in ambiti così primitivi, la sopravvivenza viene posta al di sopra di qualsiasi sega mentale, religiosa o meno. Peraltro, se notiamo, le divinità, primitive ed antiche, non servivano tanto a spiegare i fenomeni, quanto a garantire un minimo di controllo su di essi. Si sacrificava per ottenere un buon raccolto, per scongiurare i terremoti, e così via. Le divinità erano temute, non venerate in quanto creatrici. Se avevano creato, non l'avevano fatto certo per amore, quanto per puro capriccio. Ecco che quindi il moto verso il 'progresso' non deriva tanto a scapito della religione(quindi necessitando dell'ateo di turno) quanto da necessità di sopravvivenza ed indipendentemente dalla religione.

_________________
La libertà è inafferrabile, ma non conosco altro per cui valga la pena di vivere.
-Avalon-

What a kind of life: Freedom in flesh,
shackles on your mind...

Avantasia

"You can have all the faith you want in spirits and the afterlife, and heaven and hell, but when it comes to this world, don't be an idiot. 'Cause you can tell me you put your faith in God to put you through the day, but when it comes time to cross the road, I know you look both ways."
House, M.D.

La vita è un diritto, non un dovere.
Werewolf
Werewolf
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 3347
Età : 33
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue68 / 7068 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mar 27 Mar 2012 - 12:52

Werewolf ha scritto:George Minois, Storia dell'ateismo

Dopo questa dovuta citazione, credo che sia il caso di dire una cosa: in ambiti così primitivi, la sopravvivenza viene posta al di sopra di qualsiasi sega mentale, religiosa o meno. Peraltro, se notiamo, le divinità, primitive ed antiche, non servivano tanto a spiegare i fenomeni, quanto a garantire un minimo di controllo su di essi. Si sacrificava per ottenere un buon raccolto, per scongiurare i terremoti, e così via. Le divinità erano temute, non venerate in quanto creatrici. Se avevano creato, non l'avevano fatto certo per amore, quanto per puro capriccio. Ecco che quindi il moto verso il 'progresso' non deriva tanto a scapito della religione(quindi necessitando dell'ateo di turno) quanto da necessità di sopravvivenza ed indipendentemente dalla religione.

Ti ringrazio per la citazione.
Si... Si sacrificava al dio vulcano e non al dio del vulcano. A naso mi sembra che le tue divinità siano posteriori. Non riesco a figurarmi un uomo primitivo che prima pensa ad una divinità esterna per quanto non creatrice e ad essa sacrifica e poi evolve nel tempo e pensa a che il vulcano stesso sia la divinità. L' ateo in entrambi i contesti e' comunque colui che cerca una diversa risposta al sacrificio che obiettivamente non funziona visto che il vulcano continua ad eruttare. Il progresso arriva a scapito di colui che reitera l'offerta religiosamente.... E non ottiene un bel nulla.... Per merito di chi si pone criticamente rispetto al pericolo e cerca di comprenderlo ragionando
O no?
Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Werewolf Mar 27 Mar 2012 - 13:06

Dipende (come sempre). Il fatto è che di fronte ad una situazione palesemente incontrollabile (vd. terremoti o eruzioni, ma penso anche alla morte, più semplicemente), lo sofrozo è quello di controllarla in qualche modo. Ed è qui che nasce la religione, o almeno qualche suo aspetto: è un tentativo di controllare l'incontrollabile. Certo, è un metodo emotivo per farlo, crea l'illusione di riuscirci, ma pensa per un'attimo 'a priori', non 'a posteriori'. Come fa una persona ignorante a sapere che sacrificare cento buoi ad Apollo è meno efficace di lavarsi per evitare pestilenze, se vede che l'effetto è lo stesso(vuoi perché magari i buoi erano infetti, sto chiaramente facendo un esempio). In base a cosa l'una o l'altra cosa sarebbe più razionale, dal suo punto di vista?

_________________
La libertà è inafferrabile, ma non conosco altro per cui valga la pena di vivere.
-Avalon-

What a kind of life: Freedom in flesh,
shackles on your mind...

Avantasia

"You can have all the faith you want in spirits and the afterlife, and heaven and hell, but when it comes to this world, don't be an idiot. 'Cause you can tell me you put your faith in God to put you through the day, but when it comes time to cross the road, I know you look both ways."
House, M.D.

La vita è un diritto, non un dovere.
Werewolf
Werewolf
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 3347
Età : 33
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue68 / 7068 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mar 27 Mar 2012 - 13:20

Leggermente OT

Spiegando i disegni preistorici rinvenuti in una grotta, la maestra di S.  e C.  (8 anni) Cattolicissima, commenta così il "braccio" che si scorge fra le gambe di alcune figure: 
Si tratta di una semina E' un disegno che propizia il raccolto.  E' chiaramente un braccio......
Al che C. Si alza in piedi e mima la scena con la mano fra le gambe: " e come no, ragazzi andiamo a seminare" e cade.
Sto ancora ridendo...... per la faccia che la maestra, una cara amica un po' ingenua, deve aver fatto.

_________________
A mmagna' e asctema' tutte sta' a cumenza'
Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mar 27 Mar 2012 - 15:49

Werewolf ha scritto:Dipende (come sempre). Il fatto è che di fronte ad una situazione palesemente incontrollabile (vd. terremoti o eruzioni, ma penso anche alla morte, più semplicemente), lo sofrozo è quello di controllarla in qualche modo. Ed è qui che nasce la religione, o almeno qualche suo aspetto: è un tentativo di controllare l'incontrollabile. Certo, è un metodo emotivo per farlo, crea l'illusione di riuscirci, ma pensa per un'attimo 'a priori', non 'a posteriori'. Come fa una persona ignorante a sapere che sacrificare cento buoi ad Apollo è meno efficace di lavarsi per evitare pestilenze, se vede che l'effetto è lo stesso(vuoi perché magari i buoi erano infetti, sto chiaramente facendo un esempio). In base a cosa l'una o l'altra cosa sarebbe più razionale, dal suo punto di vista?

Beh si...
Ma nel momento in cui ti accorgi che sacrificare non funziona ti ravvedi e provi altro. A meno che non diventi credente.... E sacrifichi la tua libertà.
Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Werewolf Mar 27 Mar 2012 - 16:03

Beh si...
Ma nel momento in cui ti accorgi che sacrificare non funziona ti ravvedi e provi altro. A meno che non diventi credente.... E sacrifichi la tua libertà.
Ma: di fatto, anche nell'impianto religioso, ovviamente, non viene mai affermato che il sacrificio assicura il risultato richiesto. Anzi, più si va indietro nel tempo più si nota che gli dei sono capricciosi, se non addirittura ostili all'uomo. Si crea quindi un "Può essere come non essere che funzioni", che ovviamente fa sì che la persona sia portata a credere anche se il sacrificio non funzioni. E' lo stesso meccanismo delle superstizioni: non sono vere , ma ci credo(un noi genericamente inteso, chiaramente).

_________________
La libertà è inafferrabile, ma non conosco altro per cui valga la pena di vivere.
-Avalon-

What a kind of life: Freedom in flesh,
shackles on your mind...

Avantasia

"You can have all the faith you want in spirits and the afterlife, and heaven and hell, but when it comes to this world, don't be an idiot. 'Cause you can tell me you put your faith in God to put you through the day, but when it comes time to cross the road, I know you look both ways."
House, M.D.

La vita è un diritto, non un dovere.
Werewolf
Werewolf
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 3347
Età : 33
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue68 / 7068 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mar 27 Mar 2012 - 19:22

Werewolf ha scritto:
Beh si...
Ma nel momento in cui ti accorgi che sacrificare non funziona ti ravvedi e provi altro. A meno che non diventi credente.... E sacrifichi la tua libertà.
Ma: di fatto, anche nell'impianto religioso, ovviamente, non viene mai affermato che il sacrificio assicura il risultato richiesto. Anzi, più si va indietro nel tempo più si nota che gli dei sono capricciosi, se non addirittura ostili all'uomo. Si crea quindi un "Può essere come non essere che funzioni", che ovviamente fa sì che la persona sia portata a credere anche se il sacrificio non funzioni. E' lo stesso meccanismo delle superstizioni: non sono vere , ma ci credo(un noi genericamente inteso, chiaramente).

Da cui la chiusa iniziale

Insomma non è ipotizabile che "il credente" abbia coltivato il dubbio ricercando la verità dietro la fantasia di comodo..... staremmo ancora all'età della pietra, o no?
In altri termini l'ateo è presente da sempre nella storia dell'uomo come elemento vitale di una società di uomini che sarebbe altrimenti morta. Il dubbio ed il pensiero che ne deriva sono il motore della storia non la fede in un DIO costruito che cristallizza l'azione di tutti in un rito.



 


Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Werewolf Mar 27 Mar 2012 - 19:29

Secondo me le due cose sono state in qualche modo convergenti: non è detto che il credente necessariamente si 'blocchi'. Per esempio, può decidere di sacrificare al dio di turno, ma nello stesso tempo, già che c'è, di spostare la propria abitazione lontano dalle pendici del vulcano(perché non si sa mai, magari il dio non placa a cause del sacrificio).
La mia opinione è che dividere in modo così radicale credenti e non credenti, specialmente in epoche di cui 1, le informazioni a nostra disposizione sono poche o pressoché nulle e 2, le persone dovevano modo trovare un modo di sopravvivere nonostante le condizioni avverse, sia erroneo, e fondamentalmente un postulato abbastanza gratuito. Se mi parli di una generale forma mentis, sì, ti seguo, ma da lì a parlare di ateo(peraltro in un contesto in cui la definizione non solo di ateo, ma anche di Dio, se c'era, era molto diversa), mi pare una forzatura.

_________________
La libertà è inafferrabile, ma non conosco altro per cui valga la pena di vivere.
-Avalon-

What a kind of life: Freedom in flesh,
shackles on your mind...

Avantasia

"You can have all the faith you want in spirits and the afterlife, and heaven and hell, but when it comes to this world, don't be an idiot. 'Cause you can tell me you put your faith in God to put you through the day, but when it comes time to cross the road, I know you look both ways."
House, M.D.

La vita è un diritto, non un dovere.
Werewolf
Werewolf
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 3347
Età : 33
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue68 / 7068 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Steerpike Mar 27 Mar 2012 - 19:36

Sabre03 ha scritto:
Ehm..(tono semiserio)..L'ateismo nasce con Adamo ed Eva. Posta l'infinita distanza di onnipotenza fra Dio e loro la cacciata dal paradiso per una mela assaggiata li pone nella condizione di dubitare della stessa esistenza del presunto creatore
Una storia dell'ateimo che inizia con la Genesi! storia dell'ateismo 166799 storia dell'ateismo 166799
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue35 / 7035 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Paolo Mar 27 Mar 2012 - 23:52

Io su questo tema concordo con Rasp! Il credente, anche il più fanatico prima di attraversare la strada guarda a destra e sinistra, e quando si ammala va dal dottore. Ovviamente parlo di persone sane di mente !

Quello che voglio dire è che la religione rientra sempre e solo nella sfera emozionale della persona. In effetti nessuno crede veramente. Nella vita di tutti i giorni ognuno fa poi quello che vuole e come vuole. Poi ci appiccica sopra la religione, che di fatto manipola e riadatta a suo uso. E questo ha permesso al mondo di progredire.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mer 28 Mar 2012 - 9:33

certo, dividere in modo radicale credenti e non credenti è una forzatura.... però è il dover sopravvivere in un ambiente del tutto ostile a rendere la superstizione del credere più vera, vissuta, immediata.... Probabilmente l'ateo è messo li in un angolo già da allora se non cacciato dalla tribù.

_________________
A mmagna' e asctema' tutte sta' a cumenza'
Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mer 28 Mar 2012 - 10:47

Steerpike ha scritto:
Sabre03 ha scritto:
Ehm..(tono semiserio)..L'ateismo nasce con Adamo ed Eva. Posta l'infinita distanza di onnipotenza fra Dio e loro la cacciata dal paradiso per una mela assaggiata li pone nella condizione di dubitare della stessa esistenza del presunto creatore
Una storia dell'ateimo che inizia con la Genesi! storia dell'ateismo 166799 storia dell'ateismo 166799

storia dell'ateismo 649521 trovo molto più sensato un dio che crea persone che debbano dar prova di maturità piuttosto che persone lagnose che debbano tirargli le vesti per ogni cosa.storia dell'ateismo 649521
Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Steerpike Mer 28 Mar 2012 - 11:25

Sabre03 ha scritto:
Steerpike ha scritto:
Sabre03 ha scritto:
Ehm..(tono semiserio)..L'ateismo nasce con Adamo ed Eva. Posta l'infinita distanza di onnipotenza fra Dio e loro la cacciata dal paradiso per una mela assaggiata li pone nella condizione di dubitare della stessa esistenza del presunto creatore
Una storia dell'ateimo che inizia con la Genesi! storia dell'ateismo 166799 storia dell'ateismo 166799

storia dell'ateismo 649521 trovo molto più sensato un dio che crea persone che debbano dar prova di maturità piuttosto che persone lagnose che debbano tirargli le vesti per ogni cosa.storia dell'ateismo 649521
Stonerebbe con la sua personalità presentata nell'Antico Testamento. storia dell'ateismo 315697
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue35 / 7035 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Sabre03 Mer 28 Mar 2012 - 12:41

Quello di pazzo genocida..... Incazzoso come nessun altro. Possibile che noi gli si debba dire come comportarsi in società ? nono no, no, e' un dio falso, una patacca. pazzo!

_________________
A mmagna' e asctema' tutte sta' a cumenza'
Sabre03
Sabre03
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 683
Età : 60
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.02.12

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da AteoCorporation Mer 28 Mar 2012 - 16:12

Un mio vecchio video. wink..


_________________
Francesco Avella, esponente dell'Esistenzialismo Ateo.
Autore del romanzo
Una Mente Senza Dio e del pamphlet polemico FIERO DI
ESSERE ERETICO!
con prefazione a cura dello scrittore Ennio Montesi.
Scrive articoli per l'Associazione UAER - Unione Atei Emancipati Razionalisti.


storia dell'ateismo Banner_Una_Mente_Senza_Dio
AteoCorporation
AteoCorporation
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1062
Età : 33
Occupazione/Hobby : Scrittore, esponente dell'Axteismo e sostenitore dell'Ateologia.
SCALA DI DAWKINS :
storia dell'ateismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70storia dell'ateismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 12.05.10

http://ateocorporation.webnode.it/

Torna in alto Andare in basso

storia dell'ateismo Empty Re: storia dell'ateismo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.