Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

P.B.Shelley. Brani da" Arethusa"

2 partecipanti

Andare in basso

P.B.Shelley. Brani da" Arethusa" Empty P.B.Shelley. Brani da" Arethusa"

Messaggio Da marisella Sab 26 Ago 2017 - 0:08

Sento molto questo poemetto di P.B.Shelley, e ne parlo spesso, fin da quando, al ginnasio, alcuni ammiratori mi dicevano, offrendomi il loro libretto di poesie, da me ispirate, che mi avrebbero raggiunto ovunque come Alfeo raggiunse, e fece sua, Arethusa.

P.B.Shelley.

Arethusa.

Arethusa arose
From her couch of snows
In the Acrocerainian mountains,
From cloud and from crag...

Arethusa si levò
Dal suo letto di neve
Sui monti Acroceraunici
Tra le nubi e le rocce...

Bella quest'immagine del letto di neve nei monti Acroceraunici, e Arethusa si destò e riprese a fuggire. Raccontiamo cosa era accaduto. Ella era una ninfa di Diana, quindi aveva prestato giuramento di castità e si trovava nel Peloponneso, più propriamente nell'Elide, e in una giornata di calura panica, vide un fiumicello con l'acqua trasparentissima, tanto che si potevano vedere i sassolini nel fondo (calcoli li chiama Ovidio nella sua bellissima descrizione della scena nelle Metamorfosi, che rappresentano la corsa dell'Universo verso il nulla), e decise di farsi un bagno, si spogliò nuda e  s'immerse nell'acqua limpida. In quel momento Alfeo, un cacciatore, la vide e si innamorò di lei e la credette disponibile, forse perchè nuda,  e cominciò a inseguirla e Arethusa prese a fuggire.

  Durante la fuga P.B.Shelley ce la mostra distesa sul suo letto di neve nei monti Acroceraunici, in una pausa, finchè Artemide, impietositasi, la trasformò in fonte ad Ortigia, vicino a Siracusa, dove tuttore la fontana sta e dove, unica in Europa, crescono papiri selvatici,  e tramutò Alfeo in fiume che attraversò tutto lo Ionio in un tunnel sotterraneo per ricongiungersi alla sua amata Arethusa. Notai, però, fin da ragazzina, queste prevaricazioni continue nel mito greco, e mio padre mi condusse pure nella Galleria Borghese per mostrarmi il Ratto di Proserpina (lei Plutone non lo voleva), facendomi notare come Bernini avesse ben rappresentato la presa delle dita di Plutone sulle cosce di Persefone, scavando nel bronzo delle fossette tuttora impressionanti, e poi nell'altra stanza c'è il gruppo marmoreo di Apollo e Dafne  e gia' si vede che dalle dita di Dafne spuntano rametti di lauro perchè Diana vuole così salvare la sua seguace da Apollo, e la trasforma in alloro, per tacer poi di Zeus che ora si muta in cigno, ora in pioggia d'oro per possedere le donne da lui concupite, e tutte costoro non volevano, c'era davvero un problema di prevaricazione del maschio sulla femmina  nell'antica Grecia, tuttora non risolto in nessuna parte del mondo.

Di questo mito si occuparono Omero, Virgilio, Ovidio, penso gli esametri migliori siano di quest'ultimo, strano come Ovidio,- considerato fatuo, ma si trovava in relegatio nel Ponto, per volere del princeps Augusto, con vaga accusa di adulterio con la nipote Giulia, e nemmeno Tiberio lo salvò, lì morì e non si trovarono mai le sue ossa,- non usò mai i trimetri giambici, utilizzati perfino dal grande Nazianzeno per la sua Autobiografia, ma il metro dell'epos, l'esametro dattilico catalettico, e poi Dante, Ariosto, Pascoli, Pindemonte, Quasimodo, rivisitandolo.

E' un mito degli Achei, popolazioni delle steppe della Russia meridionale, che invasero e conquistarono la Grecia, assieme agli Eoli, ai Dori e agli Ioni. Siamo nel 1230 a C. Ricordiamo che a Sparta solo i Dori conquistatori potevano essere Spartiati, i più nobili, insomma. Poi la civiltà pelasgo-micenea, che allora predominava, si fuse con quella degli Achei.

Mi sarebbe piaciuto che la storia di Alfeo e Arethusa fosse una storia d'amore immortale, come quella di Heathcliffe e di Caterina, perchè ancora nell'amata brughiera dello Yorkshire si sentono  le appassionate grida d'amore di Heathcliffe per Caterina, ma in questo mito ciò non avviene.
marisella
marisella
---------------------
---------------------

Maschio Numero di messaggi : 2493
Età : 42
Località : sasso marconi
Occupazione/Hobby : musica
SCALA DI DAWKINS :
P.B.Shelley. Brani da" Arethusa" Left_bar_bleue70 / 7070 / 70P.B.Shelley. Brani da" Arethusa" Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.05.16

Torna in alto Andare in basso

P.B.Shelley. Brani da" Arethusa" Empty Re: P.B.Shelley. Brani da" Arethusa"

Messaggio Da Minsky Sab 26 Ago 2017 - 0:18

Belle storie, dico sul serio.

Al confronto le storie del cristianesimo sono di uno squallore indicibile.

Anzi, sono squallide in senso assoluto.

_________________
Dai un pesce ad un uomo
e mangerà per un giorno.
Insegna ad un uomo a pescare
e mangerà per tutta la vita.
Dai la religione ad un uomo
e morirà pregando per un pesce.
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 25801
Età : 68
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
P.B.Shelley. Brani da" Arethusa" Left_bar_bleue70 / 7070 / 70P.B.Shelley. Brani da" Arethusa" Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.