Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Anarchia, anarchici, anarchismo

+7
delfi68
alberto
loonar
Avalon
chef75
iosonoateo
primaverino
11 partecipanti

Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da primaverino Lun 26 Nov 2012 - 1:12

La butto lì, giusto per spirito di chiacchiera: probabilmente la FAI è già troppo istituzionalizzata per un anarchico "puro" (e se ho sbagliato a capire van bene anche "sputi & insulti"...) Anarchia, anarchici, anarchismo 315697
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da iosonoateo Lun 26 Nov 2012 - 1:13

vorrei andare anche io ot chiedendo:esiste una corrente filosofica o politica che possa rappresentare una frase del tipo:"io non faccio nessuna distinzione verso nessuna razza,sono favorevole al altruismo verso tutti,sono rispettoso verso tutti,sono per la non violenza,però io come persona e come modo di essere vengo prima di tutto"

_________________
stato dell umore in tempo reale:"servizio momentaneamente non disponibile"
sono il fidanzatino (boy toy) di lupetta
Anarchia, anarchici, anarchismo Mansel10
iosonoateo
iosonoateo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4081
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 02.10.12

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da chef75 Lun 26 Nov 2012 - 1:17

primaverino ha scritto:..per un anarchico "puro"

L'anarchico ariano mgreen

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
chef75
chef75
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 7878
Età : 47
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 12.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da primaverino Lun 26 Nov 2012 - 2:12

chef75 ha scritto:
primaverino ha scritto:..per un anarchico "puro"

L'anarchico ariano Anarchia, anarchici, anarchismo 315697

Ecco, lo sapevo... Chi cerca trova (lo dico a me stesso...). E comunque grazie Chef, per lo spunto di riflessione indottomi... Anarchia, anarchici, anarchismo 605765
Intendevo dire che un anarchico in quanto tale, tende (parere mio) ad un individualismo che non ammette alcunché sopra di esso, e tuttavia si muove al fine del raggiungimento di un contesto sociale ideale talmente "maturo" da poter costituire un consesso di uomini (e donne, of course...) liberi e consapevoli dell'unico limite ammmissibile, racchiuso nella famosa massima: "la mia libertà finisce dove comincia la tua".
Che detta così sembra di una semplicità assoluta (oltreché di una banalità sconcertante) e tuttavia assai difficile da raggiungere praticamente, probabilmente a causa di quell'istinto di prevaricazione che è proprio dell'individuo medesimo, espresso in quei termini di competitività proprii dei cosiddetti "animali sociali" cui l'Uomo, inteso come specie, non fa eccezione.
Talché ogni forma di aggregazione precostituita, indipendentemente dai suoi più o meno nobili scopi, risulta non ammissibile, in pura teoria (ancorché praticata) in nome del principio di non-contraddizione tra il sé-medesimo, ovvero di ciascuno e per sé stesso ed il contesto sociale (in senso antropologico, prima ancora che culturale) nel quale l'individuo medesimo è inserito e le cui barriere, stabilite dagli ordinamenti sociali stessi in termini gerarchici, andrebbero superate in tale ottica tendente ad una società, come si diceva di "liberi e uguali".(*)
In conclusione del mio modesto pensare, ritengo che l'anarchico incarni la tendenza ad una "società ideale" assolutamente condivisibile perlomeno in termini "egualitari", oltreché razionalmente auspicabile, ma temo che i tempi non siano ancora "maturi" per un'applicazione tale nell'attuale contemporaneità. E forse mai lo saranno... Utopia, per l'appunto.

(*) Il problema non risolto dell'eventuale applicazione della teorizzazione filosofica denominata "anarchia", non risiede come ovvio nella sua accezione teorica, né in quella pratica, qualora sia applicata ad un contesto sociale numericamente limitato e territorialmente circoscritto ma dimostra i suoi limiti evidenti nell'applicazione medesima "su vasta scala" ovvero laddove, abolendo "ipso facto" il concetto di Stato, o di Nazione, si pretenda di estendere tale ammirevole concetto in prospettiva planetaria.
Il tutto, sia chiaro, lo dico a puro titolo personale e senza intento "professorale" (non avendone né veste, né titolo...).
Insomma: pensieri in libertà.
Attendo pareri.

p.s.: alla faccia dell'OT... Embarassed Embarassed Embarassed
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Avalon Lun 26 Nov 2012 - 8:07

Anarchica federata presente Anarchia, anarchici, anarchismo 315697

Ho spostato la divagazione verso topic apposito, così possiamo andare avanti.

Avalon
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 7602
Età : 48
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Avalon Lun 26 Nov 2012 - 9:39

Comincio a rispondere... abbiate pazienza, che l'argomento è solido! Anarchia, anarchici, anarchismo 315697

Innanzitutto, a Iosonoateo: quella che esprimi è una posizione anarchica, indiscutibilmente.

Quindi sì, esiste Anarchia, anarchici, anarchismo 315697 ...chiaramente quanto espresso è un principio estremamente generale e poco definito, e dato che un anarchismo 'puro' è un controsenso più o meno quanto quello di un essere umano di razza pura, a discendere da tale principio si troveranno progetti di anarchismo molto diversi, dall'individualismo più o meno nichilista all'organizzazione complessa.

La Federazione Anarchica Italiana è un'organizzazione (non un'istituzione Anarchia, anarchici, anarchismo 315697) che rappresenta un modo di vivere l'anarchismo molto definito, con un programma e un patto associativo.

E' quello che io ho scelto, dacché non necessariamente 'anarchico' deve appaiarsi a 'individualista' e a me l'individualismo non piace proprio. O meglio, da quel lato vedo troppe degenerazioni e 'porcicomodismo' per poterne apprezzare i concetti positivi.

Il lungo post di Primaverino è estremamente condivisibile, io penso cose molto simili: tuttavia, non credo alla maturità dei tempi come traguardo in sè; penso invece che quell'idea apparentemente irraggiungibile sia fondamentale perché già solo il tendere ad essa cambia se stessi e il proprio intorno.

Essere anarchico non è facile. E' prima di ogni altra cosa un essere, solo in secondo luogo un fare. E' andare contro a tutto ciò a cui di facile ci predispone il nostro essere 'animali umani'.

E' costruire - e può essere solo nell'organizzazione fra pari - la maggior libertà possibile per tutti, così che la mia che finisce dove comincia la tua sia sempre un equilibrio dinamico in un gioco in cui si vince tutti, perché uno solo che perda azzera il percorso.

E' vivere, perché non esiste nell'essere anarchico un piano politico ed uno privato, uno spazio nel quale ha luogo l'anarchia e uno nel quale farsi i fatti propri: dalla piazza alla cucina, dalle relazioni sentimentali alla famiglia al lavoro, dalla protesta alla costruzione, all'istruzione, all'onestà... l'essere anarchico è sempre, ed è cambiamento sotto ogni aspetto, è la sorpresa di quanto siano pervasivi potere e gerarchia e quanto li si dia per scontato.

...hanno chiuso nel petto
un sogno disperato
e le anime corrose
da idee favolose...

Avalon
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 7602
Età : 48
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da loonar Lun 26 Nov 2012 - 10:33

per fortuna non esiste l'obbligo di conformarsi a leggi anarchiche . e comunque le etichette mi sono sempre state strette

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da alberto Lun 26 Nov 2012 - 10:43

"all'opposizione, sempre, anche di sé stessi" era la frase scherzosa ma non troppo del mio "maestro di anarchismo" Massimo.
sì ci sono molti anarchismi e ricordo con malinconico dispiacere che ai tempi dei social forum - li ricordate? - ci trovammo alla riunione provinciale in dieci, e quattro rappresentavano 4 diversi gruppi anarchici, e ciascuno ve lo garantisco non era costituito da più di 10 persone (anzi da molte meno!).
ci sono due livelli sui quali poter parlare di anarchismo.
il primo è ideologico. il mio pensiero al riguardo è: l'attuazione del modello anarchista presuppone una maturità sociale e un cambiamento molto marcato della propensione al sociale dei singoli individui (in questo non riesco a comprendere l'anarchico individualista: nella brevità del suo percorso che inizia e finisce con sé stesso, non c'è alcuna "apertura" agli altri).
il secondo è pratico. questo cambiamento e il raggiungimento di questa maturità non possono essere ottenuti con la forza sia perché contraddittorio in termini rispetto all'impianto anarchista sia perché storicamente inefficace. perciò ritengo che l'unica strada percorribile in senso ideologico sia quello di operare all'interno delle strutture sociali esistenti per fornire la base necessaria allo sviluppo di questa diversa socialità, opponendosi in quegli ambiti, stavolta sì con vigore, mai violentemente, ai meccanismi autoriproducenti che si mostrino strutturalmente nemici di questo tentativo di elevazione culturale.
l'anarchismo moderno è non violento, in modo non dogmatico ma concretamente.

eeehh difficile usare poche parole su questo tema per me ma preferisco ascoltare cosa dicono gli altri, ad esempio mi piacerebbe conoscere il pensiero dei ragazzi che sono qui sul forum, tomhet, bestbeast, cosworth, steerpike ecc ecc.


_________________
fine.

alberto
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2599
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.12.10

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da loonar Lun 26 Nov 2012 - 10:51

non rompere il cazzo al prossimo è il primo step. senza fare tanti giri di parole. l'anarchia è soprattutto pratica . da ragazzo ho letto tantissimo di anarchia l'ho introiettato e poi ho cancellato tutto. ora in ogni cosa che faccio l'atteggiamento è e rimane anarchico.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da delfi68 Lun 26 Nov 2012 - 14:33

Sull'anarchia avevo scritto un buon post su uaar, che non riesco piu' a copiaincollare..se qualche volontario..ehm..))

..in generale l'anarchia e' quell'utopia irrangiungibile della perfezione umanistica. Un utopia e un traguardo irraggiungibile, che appena raggiunto si riallontana sotto il fallimento inevitabile dovuto dalla prima legge delle utopie. Appena raggiunte franano sotto un bombardamento di disastri e paradossi..

L'anarchia e' un utopia che indica solo la direzione da prendere, ma non e' un traguardo raggiungibile..e che anzi, non deve nemmeno essere raggiunto..ma e' solo ispirazione e bussola sociale..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Avalon Lun 26 Nov 2012 - 14:38

Non so se il forum di là è ancora fuori servizio... ma io sono nelle tue condizioni mgreen

La libertà genera paradossi, sì. Ma sono paradossi che in minor misura possiamo trovare anche in democrazia.

Io non credo che l'anarchia sia un traguardo irraggiungibile, ma che non sia un traguardo 'statico', che una volta raggiunto poi si sta a posto per sempre. Essendo strettamente dipendente dalla libertà, va raggiunto ogni giorno, per ogni persona.

E' un gran lavoro, eh mgreen

Avalon
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 7602
Età : 48
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da SergioAD Lun 26 Nov 2012 - 14:51

Lev Trotsky... è il mio punto di vista (un po' arrugginito).

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6863
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da alberto Lun 26 Nov 2012 - 15:02

SergioAD ha scritto:Lev Trotsky... è il mio punto di vista (un po' arrugginito).

bo...
il mio punto di vista è che io questi pensatori di un secolo fa li ho letti tutti (mica tutto però!) e la mia sensazione è che siamo andati molto più avanti, ci sono aspetti e dinamiche sociali inimmaginabili a quei tempi... io avrei voglia più che di leggere cosa pensavano loro di buttar giù cosa pensiamo NOi, e i ragazzi che ci fanno compagnia qui sul forum.
stilare una serie di priorità sociali e morali che possano essere un telaio per lo sviluppo del nostro pensiero.
lo vedrei un tempo molto meglio utilizzato che andarsi a rivedere cosa pensavano persone che scrivevano con il calamaio alla luce di una lampada a petrolio, lo dico col massimo rispetto per pensatori alla cui intelligenza personalmente so di non poter neanche legare le scarpe.

_________________
fine.

alberto
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2599
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.12.10

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da iosonoateo Lun 26 Nov 2012 - 15:05

io da quello che sono riuscito a scoprire risulto un ateo razionalista liberista individualista anarcopacifista socialista e comunista boxed

_________________
stato dell umore in tempo reale:"servizio momentaneamente non disponibile"
sono il fidanzatino (boy toy) di lupetta
Anarchia, anarchici, anarchismo Mansel10
iosonoateo
iosonoateo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4081
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 02.10.12

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Avalon Lun 26 Nov 2012 - 15:06

Uddiu! E fa male? carneval

Avalon
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 7602
Età : 48
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da loonar Lun 26 Nov 2012 - 15:32

l'anarchia è il corrispettivo della felicità in campo politico.

bisogna godersi la strada che porta all'utopia, sapendo che è troppo grande come utopia perche si possa un giorno raggiungere.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da loonar Lun 26 Nov 2012 - 15:38

La cosa che più conta per realizzare una società anarchica è la pedagogia.
Perchè la violenza* della società nasce dalla violenza che i bambini subiscono e apprendono in età infantile.
Perchè la gerarchizzazione della società nasce dai ruoli che i bambini subiscono e apprendono da bambini, appunto.

Ma come educare gli educatori? Questo è il vulnus che impedisce la realizzazione di una società anarchica. L'educatore ha subito anche se passivamente e non direttamente le imposizioni violente e gerarchiche della società di provenienza (quella attuale capitalistica, per esempio, ma anche una comunista o una feudale non farebbe differenza). Come annullare questo imprinting sociale? Se non si vuole ricorrere a esperimenti sociali simil-polpottiani, e lungi da noi, la vedo dura.

*: violenza che poi ritroviamo in ogni aspetto della società, non solo banalmente nei rapporti sociali e politici, ma anche nell'economia, nel rapporto con la natura e l'ambiente, ecc...

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Avalon Lun 26 Nov 2012 - 15:44

Un buon educatore impara più di quanto insegna, quando è con i bambini. Credo che il requisito davvero fondamentale per il ruolo di educatore libertario sia l'onestà con se stessi. Molti degli imprinting sociali ne vengono disinnescati.

Ho visto diversi 'esperimenti' in questo campo, ciascuno con qualche difetto. Ma i bambini hanno un'alta tolleranza all'imperfezione di chi sta loro intorno, purché ne percepiscano l'onestà.

Hai tirato in ballo un argomento che è in cima alla mia lista di interesse. Ho tanto da imparare in merito.

Avalon
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 7602
Età : 48
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da alberto Lun 26 Nov 2012 - 15:53

Darrow ha scritto:La cosa che più conta per realizzare una società anarchica è la pedagogia.
Perchè la violenza* della società nasce dalla violenza che i bambini subiscono e apprendono in età infantile.
Perchè la gerarchizzazione della società nasce dai ruoli che i bambini subiscono e apprendono da bambini, appunto.

Ma come educare gli educatori? Questo è il vulnus che impedisce la realizzazione di una società anarchica. L'educatore ha subito anche se passivamente e non direttamente le imposizioni violente e gerarchiche della società di provenienza (quella attuale capitalistica, per esempio, ma anche una comunista o una feudale non farebbe differenza). Come annullare questo imprinting sociale? Se non si vuole ricorrere a esperimenti sociali simil-polpottiani, e lungi da noi, la vedo dura.


*: violenza che poi ritroviamo in ogni aspetto della società, non solo banalmente nei rapporti sociali e politici, ma anche nell'economia, nel rapporto con la natura e l'ambiente, ecc...

concordo in pieno. riguardo agli educatori però non vedo forzatamente consequenziale che siccome loro hanno subito indottrinamenti li ripeteranno tal quali. magari può essere un processo graduale, dove di volta in volta vengono meno alcuni di questi aspetti.

io tutto quello che faccio in questo campo lo rivolgo ai giovani E a chi per lavoro o condizione (genitori) ha un filo diretto con loro.
se la libertà diventasse un concetto collettivo, inscindibile dagli altri, chissà cosa potremmo fare di grandioso...

ma da bravi curiazi ci facciamo suddividere in mille rivoli per differenze tricologiche e al momento di incidere davvero non contiamo un cazzo e ci asfaltano. gli orazi, intendo.

_________________
fine.

alberto
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2599
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.12.10

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da loonar Lun 26 Nov 2012 - 15:54

Avalon ha scritto:Un buon educatore impara più di quanto insegna, quando è con i bambini. Credo che il requisito davvero fondamentale per il ruolo di educatore libertario sia l'onestà con se stessi. Molti degli imprinting sociali ne vengono disinnescati.

Ho visto diversi 'esperimenti' in questo campo, ciascuno con qualche difetto. Ma i bambini hanno un'alta tolleranza all'imperfezione di chi sta loro intorno, purché ne percepiscano l'onestà.

Hai tirato in ballo un argomento che è in cima alla mia lista di interesse. Ho tanto da imparare in merito.
Ok per l'educatore anarchico, lui è sì in grado di affrontare un percorso di crescita di condivisione con i bambini. Ma gli adulti non educatori (genitori, parenti, società in genere) che non sono educatori e che influenzano per tutto il resto del tempo quegli stessi bambini, come facciamo?

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Avalon Lun 26 Nov 2012 - 16:05

Ahia che tasto dolente.
Io non sono genitore, e credo pure che sarei pessima nel ruolo; ma osservo molto attentamente e con grande autocritica i pochi fantastici genitori libertari che conosco, alcuni anche con figli ormai adulti.
Una linea comune la riconosco: l'offerta puntuale di strumenti per il discernimento, e comunque la comprensione più che l'imposizione o il rifiuto verso l'espressione di bisogni o confronto su piani più conformistici con la società mainstream.
Quando a un bambino si offre amore e gioia e una vita piena di gusto, la sicurezza di potersi fidare di quelle poche persone di cui ha bisogno davvero, è difficile fare di più.

Avalon
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 7602
Età : 48
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da loonar Lun 26 Nov 2012 - 16:12

Risiamo al punto dell'educatore libertario, é ovvio che dei genitori libertari saranno meno influenzati dalla società da cui provengono e che vogliono cambiare, offrendo così degli ottimi esempi di bambini venuti su con principi altri rispetto a quelli comuni e giustamente vituperati.
Ma la società là fuori? Dove la mettiamo? Vogliamo fare i conti con i numeri? Davvero gli anarchici (genitori ed educatori) con il loro numero possono soppiantare i non anarchici? Siamo così tanti?


(Dovrò andare davvero dall'oculista... ironic mode on)

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Avalon Lun 26 Nov 2012 - 16:17

(No, in questo caso ci vedi bene mgreen )

Ma no, che siamo così pochi... Soppiantare, sarà fatica. Dare l'esempio, sicuro mgreen
Che vuoi che ti dica... hai ragione. Parlo io, ma poi mi ritrovo una sorella che dice che vota Berlusconi perché è simpatico e per fortuna che mio nipote grande un bel cervellino funzionante ce l'ha... insegnargli a pensare è quasi sufficiente a fare sì che sappia affrontare la realtà senza esserne fagocitato.

Avalon
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 7602
Età : 48
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da loonar Lun 26 Nov 2012 - 16:36

Io sono quasi vent'anni che lavoro e ho sempre cercato di portare un po' della pratica anarchica nei rapporti lavorativi, cercare di far crescere una coscienza comune e solidale, ma vuoi la mia scarsa icasticità, vuoi la mia poca capacità nel farmi comprendere, ho solo ricevuto delle delusioni sommate a delusioni.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Masada Lun 26 Nov 2012 - 21:56

alberto ha scritto:
il primo è ideologico. il mio pensiero al riguardo è: l'attuazione del modello anarchista presuppone una maturità sociale e un cambiamento molto marcato della propensione al sociale dei singoli individui (in questo non riesco a comprendere l'anarchico individualista: nella brevità del suo percorso che inizia e finisce con sé stesso, non c'è alcuna "apertura" agli altri).
il secondo è pratico. questo cambiamento e il raggiungimento di questa maturità non possono essere ottenuti con la forza sia perché contraddittorio in termini rispetto all'impianto anarchista sia perché storicamente inefficace. perciò ritengo che l'unica strada percorribile in senso ideologico sia quello di operare all'interno delle strutture sociali esistenti per fornire la base necessaria allo sviluppo di questa diversa socialità, opponendosi in quegli ambiti, stavolta sì con vigore, mai violentemente, ai meccanismi autoriproducenti che si mostrino strutturalmente nemici di questo tentativo di elevazione culturale.
l'anarchismo moderno è non violento, in modo non dogmatico ma concretamente.


Partendo da una simile prospettiva il tema diviene sensato, se, invece, si crede che anarchia sia cancellare ogni istituzione domani, allora è inutile parlarne, parleremmo piuttosto di una guerra di bande globale ...
Ricordiamoci che l'irrazionale in dinamiche etiche e politiche è talmente dominante che esiste gente che voterebbe ancora berlusconi... e che in una piccola comunità come una classe di scuola di ragazzi c'è sempre chi domina, sfrutta, evade, contribuisce, subisce... e chi si suicida per dei pantaloni rosa...

Sempre affascinato da esperienze e slanci anarchici sin dalla adolescenza ne ho poi, anche sulla pelle, sperimentata l'impossibilità pratica di generare questi piccoli paradisi anche in comunità piccole.
Nei casi migliori figure carismatiche divenivano leader DI FATTO di quelle comunità.
La loro PAROLA e AZIONE avevano una qualità e una presa "coercitiva".
Gli interessi, i bisogni, le prospettive di fatto divergevano, ma il gruppo doveva decidersi per una direzione collettiva, che lo facesse restare gruppo.
La vera utopia è ritenere che la frase "gli esseri umani sono tutti nati uguali" intenda nati uguali anche in potenzialità... non è così, neppure per le formiche o i cinesi... la "politica" storicamente ha vissuto la tensione fra impedire il dominio totale e aleatorio dei più forti sui deboli e creare strutture che concedessero accesso a una uguaglianza di risorse per potenziarsi (Amartya Sen) e di contro, sedimentare strutture di potere e nicchie di privilegio: insomma, i compromessi di concedere e limitare per imbastire un ordine al caos che permetta una progettualità, un'idea di futuro...
Le stesse utopie religiose parlano di questo: nel cristianesimo, per esempio, gli ultimi divengono i primi perchè i primi, i più "fortunati", dovrebbero usare il loro sovra-potere non per dominare i deboli ma per servirli... nell'induismo si risolve la questione con karma, rinascite, caste...
Persino questo forum, che spesso si sforza di inserire quelle che sergio chiama prassi di auto-regolamentazione, manifesta questi "limiti" strutturali delle dinamiche umane.
Da queste esperienze non deduco che l'anarchia sia un'utopia irraggiungibile e per questo inutile come matrice interpretativa critica per migliora dinamiche e strutture sociali (per me sono utili persino le religioni!!), mi chiedo semplicemente:
quale i primi passi per incamminarsi verso quell'orizzonte??
quali critiche alle strutture sociali di oggi da quella prospettiva?
quale idea di uomo, "meta"-narrazione, dietro a quella visione "politica"?

Per farla breve e senza argomentare (premetto che sono solo pensieri in libertà, ma mi interessa sapere il parere dei più esperti di voi):
per me prima di parlare anche solo in senso lato di "abolire la politica" si dovrebbe arrivare a un tale livello di partecipazione, quasi di equivalenza nel sentire e vivere cosa pubblica=cosa privata, che ogni cittadino divenga legislatore e giudice di se stesso, inteso come in armonia con il gruppo, e non in opposizione/sfruttamento ...
Anarchia non intesa come individualismo ma come rottura dei vecchi dualismi individuale/collettivo, pubblico/privato, rappresentativo/diretto... nell'orizzonte di una nuova idea di uomo, e "necessariamente" di una pedagogia ben strutturata e quasi da imprinting, da "totalitarismo", da "religione"...

Per arrivare a un simile orizzonte, sempre che sia buono e che possa collimare con la vostra idea di anarchia, il primo step credo sarebbe ampliare enormemente il potere di comuni e piccole comunità, persino "gilde", movimenti culturali o artistici, provincie,... insomma, portare il livello di confronto delle visioni e degli interessi a un livello tale da imparare a gestirne il conflitto come specie,... "tornare", anche con lo strumento di internet, a sperimentare come diretta la democrazia e la politica inerente alle dinamiche esistenziali quotidiane e concrete del cittadino, controllabile, influenzabile, partecipabile...
Paradossalmente c'era più "democrazia" e partecipazione diretta e pubblico=privato, e quindi più "anarchia", nella prassi quotidiana delle piccole tribù patriarcali che nella nostra società democratica... partire in guerra per difendere la propria tribù era partire per difendere la propria casa, famiglia, parenti, amici,... tutto. Ora, per un italiano, andare a morire in guerra per la parola italia assume un senso molto diverso...
E ciò per cui si è disposti a morire è spesso ciò per cui si sta già vivendo.

Non so se la pervasività del pubblico nel privato ci offrirebbe un tipo d'uomo e di vita che oggi giudicheremmo "migliore"; non so se la società della non partecipazione politica di oggi non sia qualcosa di voluto da noi, se siamo noi a non voler assumerci anche l'onere della responsabilità delle decisioni collettive e a delegare, pure a politici inetti, basta che ci pensi qualcun altro e che non mi si rompano i coglioni...

Insomma, persino i primissimi step verso l'utopia anarchica mi sembrano tanto utopici e anche problematici in quanto all'idea di uomo che ci sta sotto che non so se valga la pena parlare di anarchia come orizzonte o di accontentarci di molto, mooolto meno, anche a livello di orizzonte.


Tutto questo senza considerare la complessità delle interrelazione cristallizzate nelle strutture sociali di oggi e della difficoltà di cambiarle tanto senza molteplici crisi-rivoluzioni...

boh...
lookaround
boh




_________________
Sleep 
Masada
Masada
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1558
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue36 / 7036 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 17.05.12

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da anteo Sab 1 Dic 2012 - 18:14

chef75 ha scritto:
primaverino ha scritto:..per un anarchico "puro"

L'anarchico ariano

celentano? (scherzo)

Io per me (che sono scettico al riguardo) intendo l'anarchia quale critica radicale alle gerarchie sociali (a tutti i tipi di gerarchia). Meglio quando accompagnata da comportamenti coerenti. Però, anche per chi "non se la sente" di impegnarsi così pienamente (o che dice e poi non fa), sarebbe ottimo ne salvaguardasse sempre e comunque le acquisizioni culturali.
anteo
anteo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da silvio Sab 1 Dic 2012 - 19:58

Celentano mi sembra dica delle ovvietà populistiche, l'anarchia è un punto di arrivo per una Umanità talmente avanzata da non aver bisogno di alcuna regola o costrizioni, cioè formata da esseri umani perfetti, ma rispetto a quale ideale ?
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da anteo Sab 1 Dic 2012 - 20:45

Così, a naso, posto che è assai poco probabile che le istituzioni repressive siano coeve all'età fanciulla dell'umanità (e anche a quella dei singoli), bensì successive, posti i costanti processi di trasformismo politico dei singoli e dei gruppi, e da tutto ciò ricavato che "il mondo procede invecchiando", mi pare giusto affermare che l'anarchia è stata e torna ad essere il punto di partenza di ogni libera condizione umana, non meno difficile da conservare che ristabilire.
anteo
anteo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da silvio Sab 1 Dic 2012 - 21:21

Penso alle leggi di natura dove il più forte sopravvive e domina, qui si tratta di una capacità a rinunciare alla forza, all'ambizione, al primato, ecc....
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da anteo Sab 1 Dic 2012 - 21:52

Ci sono anche differenze maggiori delle naturali che la così detta "società civile" produce a manbassa.
anteo
anteo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da silvio Sab 1 Dic 2012 - 21:59

Ritengo che l'educazione dell'individuo deve essere mirata a non ritenere la competizione come una cosa positiva, questo è già una buona partenza.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da anteo Sab 1 Dic 2012 - 22:38

Il tuo avatar rende un'idea diversa da ciò che scrivi.
anteo
anteo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da silvio Sab 1 Dic 2012 - 23:09

Mi piaceva la ginnastica artistica da ragazzo ed ho scelto la foto di un grande campione che ammiravo Andrianov.
I compagni di scuola nel vedere le mie acrobazie forzute mi chiamavano appunto Andrianov.
Mi è rivenuto in mente tempo fa e lo postato come avatar.

Sono stato uno sportivo, ma non amo la competizione, di vincere non me è mai fregato nulla, come non ho mai avuto ambizioni di contare nella società, pure nel militare non amavo comandare, ma se mi davano un ordine non era un problema.
Osservando la vita di tutti i giorni, nelle piccole e grandi cose, ho notato tutte le piccole violenze che le persone esercitano su se stesse e gli altri, cose che sembrano innocenti ma che distorcono riproposte in larga scala tutto il funzionamento della società e dei rapporti umani.
Non so sia possibile un cambiamento degli individui, perché se siamo il risultato di un ammasso celebrale da cui non si può deviare la vedo dura.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da anteo Sab 1 Dic 2012 - 23:20

Caro Silvio

la competizione sportiva serve a comprendere i propri limiti, senza farci del male e, talvolta, a meravigliarsi per i propri progressi. Mentre i soli pensieri in alcun modo verificati, riguardino essi generosità o egoismi, ci illudono di potenzialità senza limiti.

Purché siano quelle che si desidera che siano.

Perciò una delle "piccole" violenze che le persone esercitano su se stesse è proprio quella di vivere come fuori dalla realtà, nel mondo dei sogni, lasciando che siano altri a condurre il vapore (la loro vita).


Ultima modifica di anteo il Sab 1 Dic 2012 - 23:32 - modificato 1 volta.
anteo
anteo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da silvio Sab 1 Dic 2012 - 23:31

Si indubbiamente il provare saggia i nostri limiti e ci rimette con i piedi per terra.
Cerco di immaginare una società senza regole e leggi dove l'unica legge sia il rispetto e la comprensione del prossimo.
Non è semplice perché abbiamo tutti dei grossi limiti nel sapersi autoregolare, soprattutto nello sforzo di progredire nella conoscenza, nel miglioramento delle condizioni materiali dell'umanità, cose che comportano l'uso della volontà di riuscire, di conoscere, una bellissima cosa ma anche pericolosa.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da anteo Sab 1 Dic 2012 - 23:34

In che modo pericolosa?
anteo
anteo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da silvio Sab 1 Dic 2012 - 23:40

Pericolosa perché crea una gerarchia all'interno della società, tra esseri umani, una parte dell'umanità si eleva sull'altra per merito, volontà, tutto bene se rimane al servizio della scienza e conoscenza che porta vantaggio a tutti, ma noi sappiamo per esperienza storica che non sempre è così.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da delfi68 Dom 2 Dic 2012 - 13:37

silvio ha scritto:Mi piaceva la ginnastica artistica da ragazzo ed ho scelto la foto di un grande campione che ammiravo Andrianov.
I compagni di scuola nel vedere le mie acrobazie forzute mi chiamavano appunto Andrianov.
Mi è rivenuto in mente tempo fa e lo postato come avatar.

Sono stato uno sportivo,

Un video (anicagis-scroto) del giovine Silvio..

delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da loonar Dom 2 Dic 2012 - 13:45

hysterical hysterical hysterical
Clouseau mi fa scompisciare sempre!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da silvio Dom 2 Dic 2012 - 17:24

ahahahahahah farei lo stesso
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Anarchia, anarchici, anarchismo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Anarchia, anarchici, anarchismo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Anarchia, anarchici, anarchismo Empty Re: Anarchia, anarchici, anarchismo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.