Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Povertà vera o presunta?

Andare in basso

Povertà vera o presunta? Empty Povertà vera o presunta?

Messaggio Da Ludwig von Drake Lun 5 Ott 2009 - 15:59

Domanda: in Italia negli ultimi anni la povertà è aumentata, è diminuita o è rimasta stabile? La risposta di esperti come la sociologa Chiara Saraceno – in editoriali e interviste sui quotidiani – è che da tempo la povertà in Italia aumenta e che i ceti medi stanno raggiungendo i ceti operai quanto a reddito. Ma evidentemente c'è una sociologa che con lo stesso nome e cognome di Chiara Saraceno sostiene tesi non propriamente collimanti. Per rendersene conto basta leggere un saggio che sta per uscire per il Mulino, intitolato "Dimensioni della disuguaglianza in Italia: povertà, salute, abitazione". Gli autori sono Andrea Brandolini, Chiara Saraceno e Antonio Schizzerotto. Numeri e informazioni sono notevoli e spiegati non solo per accademici. Tanto che al cronista appaiono abbastanza chiare le conclusioni. Ecco le principali, facendo copia e incolla dal libro.

Dunque: "Nell'ultimo trentennio vi sono in Italia episodi di crescita della dispersione dei redditi, il più importante dei quali è coinciso con la severa crisi economica dei primi anni Novanta. Non si osserva tuttavia una fase prolungata di aumento della disuguaglianza, diversamente da quanto accaduto in altre economie avanzate, come gli Stati Uniti e il Regno Unito negli anni Ottanta, la Svezia e la Finlandia negli anni Novanta o la Germania nel decennio attuale". Ah be'...

"D'altra parte, il livello della disuguaglianza e della povertà è in Italia elevato nel confronto internazionale, ben superiore a quello dei paesi nordici e dell'Europa continentale, in linea con quello degli altri paesi mediterranei e dei paesi di lingua inglese". Ah, però...

"Restringendo in particolare l'attenzione agli ultimi quindici anni, non vi è evidenza, nei dati campionari sulla distribuzione dei redditi, di un aumento della disuguaglianza, di assottigliamento dei ceti medi o di un impoverimento delle famiglie di cui spesso si parla nel dibattito pubblico. Al contrario la distribuzione presa nel suo complesso appare piuttosto stabile". Ah, quindi non c'è evidenza di un fenomeno di cui si parla nel dibattito pubblico...

Certo, ma adesso c'è la crisi è quindi magari quel fenomeno si avvererà. Benvenuta recessione... Il "dibattito pubblico" è salvo.


©️ 2009 - FOGLIO QUOTIDIANO

di Michele Arnese

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Povertà vera o presunta? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Povertà vera o presunta? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.