Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Magic Oblivion il Sab 7 Dic - 0:06

be che dire evidentemente hai un concetto di scienza molto approssimativo Minsky, se vuoi entriamo nel merito di ogni singolo passaggio di quello tu definisci un "teorema di logica matematica", ma la domanda vera è: tu vuoi sapere la verita?

ti propongo io una considerazione strettamente scientifica inattaccabile e facile da comprendere per tutti:




  • "se vuoi trovare i segreti dell'universo devi pensare in termini di ENERGIA FREQUENZA e VIBRAZIONE

  • (Nikola Tesla)



  • "avendo dedicato tutta la mia vita alla scienza più lucida, lo studio della materia, posso affermare questo sui risultati della mia ricerca sull'atomo: LA MATERIA IN QUANTO TALE NON ESISTE.


  • Tutta la materia ha ORIGINE ed ESISTE solo in virtù di una ENERGIA che fa VIBRARE le particelle atomiche e tiene insieme quel minuscolo sistema solare che è l'atomo.


  • Dobbiamo presumere che dietro questa FORZA esista una MENTE CONSCIA e INTELLIGENTE.


  • Questa MENTE è la MATRICE di TUTTA la MATERIA"


  • (Max Planck - padre della meccanica quantistica e premio nobel per i suoi studi sulla struttura della materia)




  • Einstein con la sua famosa formula: E=MC2, ci ha dimostrato che TUTTO è solamente ENERGIA.


la FISICA si limita a OSSERVARE e DESCRIVERE con FORMULE il COMPORTAMENTO della ENERGIA, e ci insegna come sfruttarla combinarla, concentrarla o trasformarla, ma NESSUNO sa ESATTAMENTE che cosa sia l'ENERGIA, ne quale sia la SUA ORIGINE, sappiamo solo che ESISTE in diverse forme.....


  • "è IMPORTANTE realizzare che oggi in FISICA non abbiamo conoscenza di che cosa è l'ENERGIA, la prova è l'IDIOZIA di tutte le diverse unita che usano per misurarla"


  • (Richard Phillips Feynman - Premio Nobel per la fisica nel 1965.)


l'ENERGIA non può essere CREATA nè DISTRUTTA, può solo essere CONVERTITA da una forma ad un'altra o anche manifestarsi come MATERIA.
Ed è proprio quando una parte di ESSA si trasforma in MATERIA che la presenza della ENERGIA può essere conosciuta attraverso la FISICA nelle varie "FORZE" che agiscono sulla materia stessa, e inoltre può apparire come CALORE, LUCE, RADIAZIONE...
quindi SAPPIAMO per CERTO che esiste una ENERGIA che prende forma in tutto cio che esiste, e che questa energia è ETERNA, è sempre esistita e non potra mai smettere di esistere..
diciamo che è solo un primo passo...

Magic Oblivion
-------------
-------------

Numero di messaggi : 115
Occupazione/Hobby : Deficiente
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.09.16

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da SergioAD il Sab 7 Dic - 11:25

Vorrei ritornare a fare considerazioni filosofiche sulle definizioni di religione. Ci sono altri temi che si prestano di più per la scienza ed io propongo a Minsky il concetto che afferma che -

a noi non serve dio per esistere ma a dio serviamo noi per esistere.

Ho cercato una breve discussione di Zizek -



PS. non ho capito cosa vuole dire Magic Oblivion perché è fuori tema qui ma anche non dice quello che vuole dimostrare - fare cherry picking in questo modo non aiuta a chi risponde alla domanda che "cos'è la materia?" "What is matter?"

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6833
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Minsky il Sab 7 Dic - 20:38

Magic Oblivion ha scritto:be che dire evidentemente hai un concetto di scienza molto approssimativo Minsky, se vuoi entriamo nel merito di ogni singolo passaggio di quello tu definisci un "teorema di logica matematica", ma la domanda vera è: tu vuoi sapere la verita?

ti propongo io una considerazione strettamente scientifica inattaccabile e facile da comprendere per tutti:




  • "se vuoi trovare i segreti dell'universo devi pensare in termini di ENERGIA FREQUENZA e VIBRAZIONE

  • (Nikola Tesla)



  • "avendo dedicato tutta la mia vita alla scienza più lucida, lo studio della materia, posso affermare questo sui risultati della mia ricerca sull'atomo: LA MATERIA IN QUANTO TALE NON ESISTE.


  • Tutta la materia ha ORIGINE ed ESISTE solo in virtù di una ENERGIA che fa VIBRARE le particelle atomiche e tiene insieme quel minuscolo sistema solare che è l'atomo.


  • Dobbiamo presumere che dietro questa FORZA esista una MENTE CONSCIA e INTELLIGENTE.


  • Questa MENTE è la MATRICE di TUTTA la MATERIA"


  • (Max Planck - padre della meccanica quantistica e premio nobel per i suoi studi sulla struttura della materia)




  • Einstein con la sua famosa formula: E=MC2, ci ha dimostrato che TUTTO è solamente ENERGIA.


la FISICA si limita a OSSERVARE e DESCRIVERE con FORMULE il COMPORTAMENTO della ENERGIA, e ci insegna come sfruttarla combinarla, concentrarla o trasformarla, ma NESSUNO sa ESATTAMENTE che cosa sia l'ENERGIA, ne quale sia la SUA ORIGINE, sappiamo solo che ESISTE in diverse forme.....


  • "è IMPORTANTE realizzare che oggi in FISICA non abbiamo conoscenza di che cosa è l'ENERGIA, la prova è l'IDIOZIA di tutte le diverse unita che usano per misurarla"


  • (Richard Phillips Feynman - Premio Nobel per la fisica nel 1965.)


l'ENERGIA non può essere CREATA nè DISTRUTTA, può solo essere CONVERTITA da una forma ad un'altra o anche manifestarsi come MATERIA.
Ed è proprio quando una parte di ESSA si trasforma in MATERIA che la presenza della ENERGIA può essere conosciuta attraverso la FISICA nelle varie "FORZE" che agiscono sulla materia stessa, e inoltre può apparire come CALORE, LUCE, RADIAZIONE...
quindi SAPPIAMO per CERTO che esiste una ENERGIA che prende forma in tutto cio che esiste, e che questa energia è ETERNA, è sempre esistita e non potra mai smettere di esistere..
diciamo che è solo un primo passo...

«Dobbiamo presumere che dietro questa FORZA esista una MENTE CONSCIA e INTELLIGENTE.»

Chi deve presumere? Chi impone questo dovere? Presumere perché? Cosa spiega questa presunzione? Con quale materia è formata e di quale energia si alimenta la presunta mente "conscia e intelligente"?

Se questo è il tuo primo passo, il secondo passo ti porterà dritto nel baratro del nonsenso...

_________________
CHE DIO STRAMALEDICA GIUSEPPE CONTE
FINO ALLA SESSANTAQUATTRESIMA GENERAZIONE
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 22624
Età : 66
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Rasputin il Sab 7 Dic - 20:43

Minsky ha scritto:(...)

Se questo è il tuo primo passo, il secondo passo ti porterà dritto nel baratro del nonsenso...

Tranquillo che non è il primo passo, e nemmeno il secondo ahahahahahah

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 GhspXC7p_o



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

Please do not feed the sasquatch.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 56179
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Magic Oblivion il Sab 7 Dic - 23:34

«Dobbiamo presumere che dietro questa FORZA esista una MENTE CONSCIA e INTELLIGENTE.»

Chi deve presumere? Chi impone questo dovere? Presumere perché? Cosa spiega questa presunzione? Con quale materia è formata e di quale energia si alimenta la presunta mente "conscia e intelligente"?

Se questo è il tuo primo passo, il secondo passo ti porterà dritto nel baratro del nonsenso...

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

questa è la sua OPINIONE ma come ho detto piu volte a me non interessano le opinioni per quanto autorevoli..

quindi:

SAPPIAMO per CERTO che esiste una ENERGIA che prende forma in tutto cio che esiste, e che questa energia è ETERNA, è sempre esistita e non potra mai smettere di esistere..


quindi questa "energia" ha scientificamante 2 attributi dimostrati veri:


1- ONNIPRESENZA

2- ETERNITA


questo (per ora) è il punto....



poi se volete si va avanti....


sto sveglio

Magic Oblivion
-------------
-------------

Numero di messaggi : 115
Occupazione/Hobby : Deficiente
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.09.16

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Rasputin il Dom 8 Dic - 2:58

Q.E.D.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 GhspXC7p_o



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

Please do not feed the sasquatch.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 56179
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Mumble il Dom 8 Dic - 10:56

Che io sappia ha anche i superpoteri, quest'energia...
Voglio dire, non sottovalutiamola :3
Mumble
Mumble
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 173
Età : 46
Località : Globo terracqueo
Occupazione/Hobby : Vivere
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.07.19

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Minsky il Dom 8 Dic - 20:24

Magic Oblivion ha scritto:«Dobbiamo presumere che dietro questa FORZA esista una MENTE CONSCIA e INTELLIGENTE.»

Chi deve presumere? Chi impone questo dovere? Presumere perché? Cosa spiega questa presunzione? Con quale materia è formata e di quale energia si alimenta la presunta mente "conscia e intelligente"?

Se questo è il tuo primo passo, il secondo passo ti porterà dritto nel baratro del nonsenso...

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

questa è la sua OPINIONE ma come ho detto piu volte a me non interessano le opinioni per quanto autorevoli..

quindi:

SAPPIAMO per CERTO che esiste una ENERGIA che prende forma in tutto cio che esiste, e che questa energia è ETERNA, è sempre esistita e non potra mai smettere di esistere..


quindi questa "energia" ha scientificamante 2 attributi dimostrati veri:


1- ONNIPRESENZA

2- ETERNITA


questo (per ora) è il punto....



poi se volete si va avanti....


sto sveglio
Ma niente affatto. L'universo ha origine da una singolarità, per una fluttuazione del falso vuoto o vuoto quantomeccanico come più correttamente si dovrebbe chiamare. L'energia di cui parli non è né eterna né onnipresente, essendo confinata all'universo stesso o meglio più rigorosamente ai limiti dell'inflazione cosmica.
Pertanto questa energia è stata "presa in prestito", provo a spiegartelo con un esempio, è come quando prendi in prestito dei soldi in banca, prima o poi li dovrai restituire. E questo è quello che succederà con l'energia.

_________________
CHE DIO STRAMALEDICA GIUSEPPE CONTE
FINO ALLA SESSANTAQUATTRESIMA GENERAZIONE
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 22624
Età : 66
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Rasputin il Dom 8 Dic - 20:27

Minsky ha scritto:
Ma niente affatto. L'universo ha origine da una singolarità, per una fluttuazione del falso vuoto o vuoto quantomeccanico come più correttamente si dovrebbe chiamare. L'energia di cui parli non è né eterna né onnipresente, essendo confinata all'universo stesso o meglio più rigorosamente ai limiti dell'inflazione cosmica.
Pertanto questa energia è stata "presa in prestito", provo a spiegartelo con un esempio, è come quando prendi in prestito dei soldi in banca, prima o poi li dovrai restituire. E questo è quello che succederà con l'energia.

Sull'energia discuto meno, ma di banche che aspettano ancora che io restituisca loro dei soldi ce ne sono ben più d'una.

E sono piuttosto sicuro che non li vedranno mai. mgreen

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 GhspXC7p_o



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

Please do not feed the sasquatch.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 56179
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Magic Oblivion il Dom 8 Dic - 23:51

Ma niente affatto. L'universo ha origine da una singolarità, per una fluttuazione del falso vuoto o vuoto quantomeccanico come più correttamente si dovrebbe chiamare.

---------------------------------

Minsky non devi confondere le IPOTESI con la SCIENZA DIMOSTRATA, la famosa "singolarita" è solo una TEORIA, vale quanto la teoria dei "multiversi" o qualsiasi altra che cerchi di spiegare cio che in realta non si è ancora DIMOSTRATO VERO.....

per cui ribadisco che a me non interessano le TEORIE la FILOSOFIA le RELIGIONI le OPINIONI PERSONALI...

io parlo solo di SCIENZA DIMOSTRATA, quindi cio che sappiamo e che ci dice PER CERTO la FISICA è che esiste una ENERGIA che non sappiamo da dove venga, che pervade qualsiasi cosa.

per capirci meglio la quantomeccanica ha dimostrato che il VUOTO inteso come il NULLA =  NON ESISTE, semplicemente perche non si puo "PERCEPIRE" qualcosa che non esiste = il NULLA...

infatti:
L'esperienza del tempo è l'esperienza di ciò che stiamo osservando
il tempo è la media delle nostre percezioni,
ed è la fabbrica nella quale è scritta la storia della nostra vita.




il tempo può più facilmente essere spiegato come una sigla o acronimo dentro cui si trovano infiniti momenti di esperienza determinati dalla costante di planck che è l'esperienza di un istante che cambia continuamente:

tp = tempo di planck 
tp = radice HG/c--> alla 5
tp = costante 5.39106(32)x 10elevato alla -44 S

si legge da wiki:

La costante di Planck ha le dimensioni di un'ENERGIA per un TEMPO e nel sistema di unità di misura delle unità atomiche compone l'unità di misura del momento angolare. Essa permette la quantizzazione di grandezze come l'energia, la quantità di moto e il momento angolare, e la sua scoperta ha avuto un ruolo determinante per la nascita e la successiva evoluzione della meccanica quantistica. E' inoltre una delle costanti fondamentali che definiscono la costante di struttura fine o costante di Sommerfeld.

In altre parole si può dire che la "coscienza" osserva se stessa, e la "comprensione" di ciò che ESISTE viene chiamata TEMPO, e quindi l'esperienza del TEMPO è il RIFLESSO della "coscienza".

l'ESISTENZA non può andare o venire da "qualche parte"

questo perché lo spazio/tempo è una ILLUSIONE.

è l'idea di distanza nello spazio o nel tempo

che ha fatto nascere l'idea di andare o venire da "qualche parte"



l'esperienza del tempo viene "creata" all'interno della esistenza stessa per cui l'esistenza in quanto tale non può avere un "inizio" o una "fine", il concetto di qualcosa che ha un inizio e una fine è una definizione creata dalla ILLUSIONE dello spazio/tempo, (fenomeno chiamato: "cancellazione quantistica", in sintesi è stato dimostrato che una azione del PRESENTE può modificare il PASSATO, e dunque il TEMPO è una ILLUSIONE).... per cui lo spazio/tempo definisce SOLO ciò che è contenuto all'interno del "regno" della ILLUSIONE.

da ciò ne deriva che la VERA REALTÀ è la COSCIENZA,

che indubbiamente alimentata da un'ancora sconosciuta fonte di ENERGIA,

ci consente la PERCEZIONE del TEMPO e dello SPAZIO




la NON esistenza è uno stato che non contiene ESPERIENZA ma non è possibile avere l'esperienza di non esistere perché non è ESPERIENZA ed è IMPOSSIBILE per qualcosa che esiste CAMBIARE in qualcosa che non esiste perché il CAMBIAMENTO è esso stesso una ESPERIENZA.......


pero cui restiamo al punto:

SAPPIAMO per CERTO che esiste una ENERGIA che prende forma in tutto cio che esiste, e che questa energia è ETERNA, è sempre esistita e non potra mai smettere di esistere..


quindi questa "energia" ha scientificamante 2 attributi dimostrati veri:


1- ONNIPRESENZA

2- ETERNITA


poi se volete si va avanti....


Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 512500

Magic Oblivion
-------------
-------------

Numero di messaggi : 115
Occupazione/Hobby : Deficiente
SCALA DI DAWKINS :
Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.09.16

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni  - Pagina 2 Empty Re: Considerazioni filosofiche sulla definizione di religione e relative associazioni

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.