Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Quegli 80 euro di Renzi

+22
matem
SETH OTH
Cyrano
verdone
chef75
adif
Cosworth117
lupetta
Paolo
SauroClaudio
Guin
Minsky
Rasputin
gedeone
Eshtab
Justine
Admin
primaverino
Johnny
paolo1951
ros79
novaragiacomo
26 partecipanti

Pagina 4 di 20 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 12 ... 20  Successivo

Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo Dom 13 Lug 2014 - 12:31

paolo1951 ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Minsky ha scritto:[...]
P.S.: ricorda comunque che non esistono né possono esistere "attestati di ateismo".

Nello stesso modo in cui non esistono attestati di "Non sommelier"  mgreen 
... su Ras spiegalo tu a questi "ignoranti":  LA MASSONERIA E' EBRAICA !!!

Però tenuto conto che gli Ebrei sono deicidi, che gli Ebrei adorano solo il Dio Quattrino, che hanno scientemente distorto (a loro comodo) la Rivelazione divina... forse in senso "estensivo" si potrebbe anche parlare di ateismo  carneval 

PS: e poi al giorno d'oggi un attestato (qualunque sia) non si nega mai a nessuno... basta che cerchi su internet e paghi una modesta cifra per averlo.



Certo che è ebraica... ed è per questo che l'appoggiano le grande banche ebraiche e l'appoggia l'amico degli ebrei Papa Francesco...

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.01.14

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Dom 13 Lug 2014 - 13:43

holubice ha scritto:
Non ho incollato tutto l'articolo. Lo faccio un po' per non essere troppo invadente, e un po' perché è bene che il giornale ne abbia un visitatore in più. L'articolo, più avanti, faceva anche un sunto dei protagonisti:

... ha scritto:Di questo - e di molto altro – bisogna ringraziare il governo in carica quarant’anni fa: il 23 dicembre del 1973 presidente del Consiglio era il democristiano Mariano Rumor, ministro del Tesoro un politico considerato un severo custode del rigore come Ugo La Malfa. Erano i tempi del primo “shock petrolifero” dopo la guerra del Kippur tra Egitto, Siria e Israele: il 2 dicembre sempre Rumor aveva varato le domeniche a piedi, con i cinema chiusi alle dieci e la tv oscurata prima delle undici. Rigore e cinghia stretta che invece non ritroviamo nel decreto del Presidente della Repubblica 1092. Quello che ha permesso a centinaia di migliaia di italiani dipendenti pubblici di poter andare in pensione con 14 anni, sei mesi e un giorno di attività lavorativa se donne con prole; 19 anni, sei mesi e un giorno per gli uomini; 24 anni, sei mesi e un giorno per i dipendenti degli enti locali. Una follia economica, una grandissima ingiustizia durata quasi venti anni (fu abolita da Giuliano Amato nel 1992) ma che paghiamo tuttora. Uno dei simboli più pregnanti della rovina dell’Italia.

... ormai ve l'ho ripetuto fino alla noia: se mettiamo insieme tutti quegli autonomi che non ti rilasciano una ricevuta in ambulatorio o quando ti aggiustano il sifone, sommati a tutti gli statali che, """lavorando""" mezza giornata, si tiravano su un altro stipendio come imbianchini, fatto il conto viene fuori quella maggioranza silenziosa a cui la situzione, a dispetto delle frescacce dette in pubblico, andava benissimo così. Ah, dubito molto che quelle due bidelle, andate in pensione a 28 e 32 anni, nel resto della loro vita non si sia buscati un lavoretto in nero.

Siamo noi, e solo noi, i veri responsabili dell'imminente default di questa Penisola su cui siamo accampati.

L'altro giorno ho sentito l'intervento di un deputato tedesco subito dopo la comparsata di Renzi a Bruxelles: rispondeva alla nostra richiesta di non tenere conto dei soldi spesi per gli investimeni al fine degli impegni di pareggio di bilancio: costui diceva, non sensa ragione, che un bilancio è un bilancio se tiene conto di tutto quello che spendi, se ci sono dei capitoli che lasci fuori, quello è un bilancio truffaldino. Punto.

E già, tutta questa rigidità ci uccide...


Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 129fs238648
ahhh ecco... allora come non detto. o meglio, in realtà anche a seguito del 2° pezzo non postato in precedenza, continuo a non capire perchè un giornalista dovrebbe andare a scrivere nomi e cognomi di chi ha usato lecitamente una legge che gli è stata messa a disposizione dal governo.
tradotto, vorrei capire quanti di voi (mi escludo perchè io so già cosa risponderei senza neanche pensarci) dopo soli 12 anni di pulizia cessi in una scuola, avendo prospettata di fronte la possibilità di andare in pensione a 35 anni, rifiuterebbero in virtù di un non meglio precisato senso civico o morale o salcazzo cosa.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Dom 13 Lug 2014 - 15:32

jessica ha scritto:
ahhh ecco... allora come non detto. o meglio, in realtà anche a seguito del 2° pezzo non postato in precedenza, continuo a non capire perchè un giornalista dovrebbe andare a scrivere nomi e cognomi di chi ha usato lecitamente una legge che gli è stata messa a disposizione dal governo.
tradotto, vorrei capire quanti di voi (mi escludo perchè io so già cosa risponderei senza neanche pensarci) dopo soli 12 anni di pulizia cessi in una scuola, avendo prospettata di fronte la possibilità di andare in pensione a 35 anni, rifiuterebbero in virtù di un non meglio precisato senso civico o morale o salcazzo cosa.

Ma infatti il problema non è la mentalità del singolo, ma come giustamente fa notare Holu, quella "collettiva"...
Sto scempio fu decretato nel 1973 (undici anni prima gli svizzeri avevano deciso la pensione a 65 anni per tutti senza distinzioni di sesso e fatti salvi i lavori usuranti con età pensionabile a 60 anni) ma pure l'Opposizione non mosse dito...
Quindi prendersela solo coi democristi (o col singolo Rumor) lascia il tempo che trova...
Forse il "consociativismo" non è un'invenzione poi tanto recente...
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Dom 13 Lug 2014 - 19:09

jessica ha scritto:... ahhh ecco... allora come non detto. o meglio, in realtà anche a seguito del 2° pezzo non postato in precedenza, continuo a non capire perchè un giornalista dovrebbe andare a scrivere nomi e cognomi di chi ha usato lecitamente una legge che gli è stata messa a disposizione dal governo.
tradotto, vorrei capire quanti di voi (mi escludo perchè io so già cosa risponderei senza neanche pensarci) dopo soli 12 anni di pulizia cessi in una scuola, avendo prospettata di fronte la possibilità di andare in pensione a 35 anni, rifiuterebbero in virtù di un non meglio precisato senso civico o morale o salcazzo cosa.
E allora dove sta il problema il problema jessica?
Il giornalista ha semplicemente citato i nomi e i cognomi di oneste persone, di persone che hanno sempre rispettato le leggi di questo paese, che hanno fatto sempre il loro dovere!

PS: Forse voleva appunto citarli come meritevoli di encomio, indicarli alla pubblica ammirazione di ... altri "onesti" come te, cara jessica!

PPS: però devo ammettere che la nostra jessica un po' di ragione ce l'ha... perché purtroppo l'Italia non è fatta solo di persone oneste, ci sono anche i disonesti, i ladri, i farabutti... mi riferisco a gente che fregandosene della legge ha lavorato 40-50 anni evadendo almeno in parte le tasse!
Loro la legge non l'hanno mica rispettata come invece ha fatto la nostra bidella...  e a questa gentaglia non bisogna dare in pasto simili notizie!!!!

PPPS: ... ancora una cosa: jessica mi ha fatto ricordare una cosa che oggi ai giovani può sembrare incredibile ma 30 anni fa forse succedeva ancora... i bidelli pulivano persino i cessi!  moon 

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Dom 13 Lug 2014 - 19:37

E scusate se insisto, ma il post di jessica stimola e merita innumerevoli riflessioni:
A) quanti politici "avendo prospettata di fronte la possibilità di" guadagnare voti democraticamente facendo leggi di questo tipo "rifiuterebbero in virtù di un non meglio precisato senso civico o morale o salcazzo cosa"?
B) quanti di coloro che sono antisemiti... cioè antisionisti "avendo prospettata di fronte la possibilità di" mandare legalmente gli Ebrei nei lager e appropriarsi dei loro beni "rifiuterebbero in virtù di un non meglio precisato senso civico o morale o salcazzo cosa"?

Cara jessica, ho fatto solo due piccoli esempi... potrei continuare con un elenco lunghissimo!
Ma preferisco fare un'ultima riflessione:
"dura lex, sed lex"
Cicerone sbagliava, la legge non è poi così dura... o almeno non lo è per tutti!
Quindi si potrebbe concludere che una persona è predestinata all'onestà se la legge è dalla tua parte, è invece predestinata alla disonestà se la legge è contro di lei...

Anche qui si potrebbero fare innumerevoli esempi, eccone uno:
dove esisteva per legge la schiavitù lo schiavo che fuggiva o cercava di fuggire era un disonesto, onesto era invece il padrone che con una muta di cani lo inseguiva per riprenderlo.


PS: tu sei senz'altro una persona onesta, cara jessica, ma eticamente direi che al tuo confronto Berlusconi meriterebbe di essere fatto "santo subito" ancor prima di morire!

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Minsky Dom 13 Lug 2014 - 21:59

paolo1951 ha scritto:...
 ok2   :si si:   bow 

_________________
Dai un pesce ad un uomo
e mangerà per un giorno.
Insegna ad un uomo a pescare
e mangerà per tutta la vita.
Dai la religione ad un uomo
e morirà pregando per un pesce.
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 25412
Età : 68
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Lun 14 Lug 2014 - 0:36

paolo, non che di solito i tuoi interventi raggiungano apici di intelligenza e illuminazione profonda, ma con questi ultimi stai semplicemente sragionando.
giustifichi chi ruba contro la legge (e chi li sprona a farlo) ma biasimi chi invece utilizza semplicemente cioò che i suoi governanti gli mettono a disposizione.
tralascio poi i paragoni idioti con nazismi o schiavismi - in pratica secondo la tua logica (sempre quella che hai studiato quando eri al pub invece che a scuola) parcheggiare in doppia fila e ammazzare una persona è la stessa roba- e passo direttamente al resto delle baggianate.


quanti politici "avendo prospettata di fronte la possibilità di" guadagnare voti democraticamente facendo leggi di questo tipo "rifiuterebbero in virtù di un non meglio precisato senso civico o morale o salcazzo cosa"?
molto semplice. un politico in teoria dovrebbe essere una pesona scelta per guidare il paese, non per arricchirsi sulle spalle dei suoi elettori, niente a che vedere con bidello con terza media pagato 1000 euri per pulire il cesso, non ventimila per avere il quadro complessivo dell'economia nazionale e capire quali sono gli esiti del suo pensionamento anticipato su larga scala. non mi pare serva un nobel eh per vedere le differenze.
PS: Forse voleva appunto citarli come meritevoli di encomio, indicarli alla pubblica ammirazione di ... altri "onesti" come te, cara jessica!
io per fortuna posso ancora ben dirlo, di essere onesta. ma se anche non lo fossi almeno avrei la decenza di non andare in giro a fare il piangimorto ed incolpare i comunisti per il mio malessere, mentre bevo un kaipirina sul mar rosso, pagato con i soldi rubati.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Lun 14 Lug 2014 - 9:16

jessica ha scritto:... molto semplice. un politico in teoria dovrebbe essere una pesona scelta per guidare il paese, non per arricchirsi sulle spalle dei suoi elettori, niente a che vedere con bidello con terza media pagato 1000 euri per pulire il cesso, non ventimila per avere il quadro complessivo dell'economia nazionale e capire quali sono gli esiti del suo pensionamento anticipato su larga scala. non mi pare serva un nobel eh per vedere le differenze...
Tu jessica sforni tante cazzate e banalità insieme che è difficile tenerti dietro senza diventare prolissi... per cui ora mi propongo di analizzarne una sola alla volta.
Ecco questa per esempio un nobel lo merita davvero:
"un politico ... dovrebbe essere pesona scelta per guidare il paese, ... , niente a che vedere con bidello con terza media pagato 1000 euri per pulire il cesso, ..."
Cara jessica forse tu ignori che in Italia vige la "democrazia" e quindi il politico lo scelgono proprio persone che, diploma o terza media o ancor meno, non sono assolutamente in grado di "avere il quadro complessivo dell'economia nazionale", e nemmeno si preoccupano di capire alcunché di politica e/o di economia.
Per quale misteriosa o divina ispirazione queste persone dovrebbero scegliere a rappresentarli persone migliori, più competenti di loro?
Ma anche ammesso (e non concesso) che il parlamentare o governante medio sia più preparato, più colto, più "altruista" della nostra bidella... cosa ti aspetti che faccia? che faccia leggi che la nostra bidella approva o leggi che la stessa disapprova?
Ma ammesso (e non concesso) che voglia essere così responsabile da ricercare il bene comune fregandosene del favore popolare... quanto pensi che potrebbe rimanere in carica?

In 70 anni di democrazia via via vi è stata una progressiva e democratica scrematura di politici seri e competenti, così da lasciare nel pentolone solo due categorie di politici:
A) quelli che sono perfettamente e in tutto rappresentativi dell'elettore medio
B) quelli che si adattano ad esserlo o a far finta di esserlo...

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Lun 14 Lug 2014 - 9:59

jessica ha scritto:... io per fortuna posso ancora ben dirlo, di essere onesta. ma se anche non lo fossi almeno avrei la decenza di non andare in giro a fare il piangimorto ed incolpare i comunisti per il mio malessere, mentre bevo un kaipirina sul mar rosso, pagato con i soldi rubati.
Certo che puoi dirti, da sola, di essere onesta... qualunque cazzata si può dire dove vi è libertà di parola. E del resto anch'io penso che tu sia più "onesta" ... piuttosto che intelligente. Se invece come dici dopo "onesta" non fossi... non puoi dire come ti comporteresti in quel caso, visto che saresti una persona completamente diversa  carneval 

Comunque quel "... mentre bevo un kaipirina sul mar rosso, pagato con i soldi rubati" è veramente una frase degna e rappresentativa della tua persona!
Persino nei piccoli e insignificanti particolari: kaipirina sul mar rosso?!?
Forse ti riferivi a questa:
wikipedia ha scritto:La caipirinha è un cocktail tipicamente brasiliano, a base di cachaça, lime, zucchero bianco e ghiaccio. In Brasile è servita nella maggior parte dei ristoranti ed è considerata una bevanda caratteristica del paese.
Non sapevo dell'esistenza del Mar Rosso in Brasile, al pub mi hanno mostrato un mappamondo un po' diverso.
... comunque il motivo per cui io scelgo per le mie vacanze i paesi arabi (non necessariamente il mar Rosso) è un altro: e cioè la possibilità di sfruttamento di persone che guadagnano (quando vengono pagati...) 50 euro al mese... per cui il costo di una vacanza lì è molto più basso che se andassi nella vicina Riviera ligure!
Perché i "soldi rubati" io me li devo guadagnare con il mio lavoro e sono pochi... un cliente privato non è generoso come lo Stato, per pagarti pretende sempre qualcosa in cambio e magari tira pure sul prezzo!
E infine io oltre che a me e alla mia signora la vacanza devo anche pagarla ad almeno ad uno statale che sul mar Rosso o altrove ci va appunto in modo assolutamente onesto e legale ma con i miei soldi. Anzi io e mia moglie alla vacanza possiamo anche doverci rinunciare, ma di non pagarla all' "onesto" questo no... la legge non ce lo consente!!!

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Lun 14 Lug 2014 - 11:30

paolo1951 ha scritto:Tu jessica sforni tante cazzate e banalità insieme che è difficile tenerti dietro senza diventare prolissi... per cui ora mi propongo di analizzarne una sola alla volta.
naturalmente. cazzate e banalità però supportate, a differenza delle cazzate e banalità inventate che leggo di continuo da parte tua.

Ecco questa per esempio un nobel lo merita davvero:
"un politico ... dovrebbe essere pesona scelta per guidare il paese, ... , niente a che vedere con bidello con terza media pagato 1000 euri per pulire il cesso, ..."
Cara jessica forse tu ignori che in Italia vige la "democrazia" e quindi il politico lo scelgono proprio persone che, diploma o terza media o ancor meno, non sono assolutamente in grado di "avere il quadro complessivo dell'economia nazionale", e nemmeno si preoccupano di capire alcunché di politica e/o di economia.
Per quale misteriosa o divina ispirazione queste persone dovrebbero scegliere a rappresentarli persone migliori, più competenti di loro?
Ma anche ammesso (e non concesso) che il parlamentare o governante medio sia più preparato, più colto, più "altruista" della nostra bidella... cosa ti aspetti che faccia? che faccia leggi che la nostra bidella approva o leggi che la stessa disapprova?
Ma ammesso (e non concesso) che voglia essere così responsabile da ricercare il bene comune fregandosene del favore popolare... quanto pensi che potrebbe rimanere in carica?
ma infatti ho usato il condizionale [tu non ci hai fatto caso sempre per via di quelle birre al pub che ti impedivano di seguire le lezioni di grammatica]. purtroppo su questo hai ragione. la democrazia funziona così, non è colpa mia. il massimo che si può fare è aspettarsi che la gente veda gli esiti del suo voto e, se fanno cagare, possibilmente lo cambi. purtroppo quando non solo le previsioni, ma pure gli esiti non sono semplicemente analizzabili, perchè gli stessi che li producono fanno anche il lavoro di venirteli a raccontare, qualche milione di caproni che continuano a darti il voto per paura dell'invasione bolscevica lo trovi sempre.


paolo1951 ha scritto:Certo che puoi dirti, da sola, di essere onesta... qualunque cazzata si può dire dove vi è libertà di parola. E del resto anch'io penso che tu sia più "onesta" ... piuttosto che intelligente. Se invece come dici dopo "onesta" non fossi... non puoi dire come ti comporteresti in quel caso, visto che saresti una persona completamente diversa  carneval 
ah, non posso dire cosa farei? sempre logica studiata alle serali dei tgd perchè di mattina eri al pub no?  ahahahahahah 

Comunque quel "... mentre bevo un kaipirina sul mar rosso, pagato con i soldi rubati" è veramente una frase degna e rappresentativa della tua persona!
Persino nei piccoli e insignificanti particolari: kaipirina sul mar rosso?!?
Forse ti riferivi a questa:
wikipedia ha scritto:La caipirinha è un cocktail tipicamente brasiliano, a base di cachaça, lime, zucchero bianco e ghiaccio. In Brasile è servita nella maggior parte dei ristoranti ed è considerata una bevanda caratteristica del paese.
Non sapevo dell'esistenza del Mar Rosso in Brasile, al pub mi hanno mostrato un mappamondo un po' diverso.
 ahahahahahah no scusa, al quote precedente credo di aver offeso i tdg  ahahahahahah 
il caipirinha lo fanno anche al bar sotto casa mia.
applicando la logica paolina ne devo dedurre di vivere in brasile  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah 
grande, non c'è che dire!

... comunque il motivo per cui io scelgo per le mie vacanze i paesi arabi (non necessariamente il mar Rosso) è un altro: e cioè la possibilità di sfruttamento di persone che guadagnano (quando vengono pagati...) 50 euro al mese... per cui il costo di una vacanza lì è molto più basso che se andassi nella vicina Riviera ligure!
Perché i "soldi rubati" io me li devo guadagnare con il mio lavoro e sono pochi... un cliente privato non è generoso come lo Stato, per pagarti pretende sempre qualcosa in cambio e magari tira pure sul prezzo!
E infine io oltre che a me e alla mia signora la vacanza devo anche pagarla ad almeno ad uno statale che sul mar Rosso o altrove ci va appunto in modo assolutamente onesto e legale ma con i miei soldi. Anzi io e mia moglie alla vacanza possiamo anche doverci rinunciare, ma di non pagarla all' "onesto" questo no... la legge non ce lo consente!!!
  tu bazzichi il mar rosso? astrologia dovevo studiare, non astronomia!  ahahahahahah 
allora abbiamo detto tutto.
porello... il povero cristo sfruttato dalle sanguisughe rosse!
 ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah 

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Lun 14 Lug 2014 - 13:00

Alle solite oltre a far del sarcasmo... cosa che ti riesce a mio parere pure male, non rispondi a nulla, ma ripeti i soliti luoghi comuni grillini (e non importa se poi tu sia grillina o no).
Perché mai le tue sarebbero "cazzate e banalità supportate" ?
Cazzate e banalità sono semplicemente cazzate e banalità... ma le tue in particolare non vedo proprio da cosa siano "supportate" se non dai dogmi che tu affermi senza alcun altro supporto.

1. condizionale o indicativo... poco importa, rimane il fatto la nostra bidella preferirà senz'altro votare chi le ha concesso di andare in pensione 30 anni fa e non chi questo "diritto" le avrebbe negato. Hai ragione c'è qualche milione di "caproni" che continua a votare gente che non fa i suoi interessi ma questi caproni non sono certo gli onesti statali e parastatali che tu difendi... questi altro che caproni, hanno capito benissimo chi votare perché i loro privilegi rimangano "diritti".
Vedi proprio in questi giorni i TG ci annunciano che fortunatamente verranno salvati più della metà degli esuberi dell'Alitalia. Già, invece milioni di dipendenti di piccole aziende fallite mica hanno avuto la stessa fortuna! A loro è stato detto semplicemente di arrangiarsi.
I "caproni" sono questi!

2. già tu sei "onesta" ma sai esattamente come ti comporteresti se fossi "disonesta"... allora anch'io posso tranquillamente dirti che se fossi stato al posto di quella bidella mi sarei vergognato come un cane... che avrei continuato a pulire onestamente i cessi! E lo dico forte del fatto che per 500 lire al giorno di cessi traboccanti di merda a militare ne ho puliti tanti!

3. sì bazzico il mar Rosso, negli ultimi 10 anni ci sono stato almeno una decina di volte... ci sono stato anche quando la Farnesina (vedi settembre 2013) sconsigliava di andarci... e ancora non riesco a capire il motivo di questo "sconsiglio".
Probabilmente perché alla Farnesina sono degli ignoranti come te, oppure dovevano "accontentare" gli ignoranti come te, i quali che cosa sia il governatorato egiziano del Mar Rosso, chi siano le persone che vi abitano e vi lavorano, quali i costi di una vacanza nel più bel mare del mondo... proprio lo ignorano.

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Lun 14 Lug 2014 - 14:21

paolo1951 ha scritto:Alle solite oltre a far del sarcasmo... cosa che ti riesce a mio parere pure male, non rispondi a nulla, ma ripeti i soliti luoghi comuni grillini (e non importa se poi tu sia grillina o no).
Perché mai le tue sarebbero "cazzate e banalità supportate" ?
Cazzate e banalità sono semplicemente cazzate e banalità... ma le tue in particolare non vedo proprio da cosa siano "supportate" se non dai dogmi che tu affermi senza alcun altro supporto.
eh, che tu non lo veda poco importa... è solo colpa dei tuoi periodici reset di memoria che ti costringono a ripartire dalle impostazioni di default (chiaramente inserite in memoria da sallusti o facci.
ad esempio, vado a memoria per gli ultimi periodi, hai sostenuto (per tre volte circa, sempre nello stesso modo, sempre smentito nello stesso modo e sempre reset-ricominciato nello stesso modo) la monumentale convenienza di una sanità privata modello usa. ti ho dimostrato coi dati alla mano che non vi è alcuna convenienza per nessuno (nè privati nè pubblici, vabè, se non per i privati che te la vendono).
hai sostenuto che tra i mali del paese vi fossero gli enormi costi della sanità pubblica, sovrappopolata da miliardi di dipendenti non necesssari, zavorra insostenibile per le tasche dei liberi imprenditori in vacanza a sharm. ti ho dimostrato coi dati alla mano che tali costi non solo sono sostenibilissimi ma in media minori di quelli degli altri paesi ocse, nonchè che siamo mediamente sotto organico rispetto al resto d'europa, almeno in determinati settori.
hai sostenuto che tra i mali del paese vi fossero gli enormi costi dell'istruzione pubblica, sovrappopolata da miliardi di dipendenti non necesssari e non efficienti, zavorra insostenibile per le tasche dei liberi imprenditori in vacanza a el salcazz. ti ho dimostrato coi dati alla mano che tali costi non solo sono sostenibilissimi ma molto minori di quelli degli altri paesi ocse, e di continuo ridotti, con danni irrecuperabili sullo sviluppo futuro del nostro paese, nonchè che siamo mediamente sotto organico rispetto al resto d'europa, almeno in determinati settori.
hai sostenuto che tra i mali del paese vi fossero la ridotta produttività delle università italiane, che invece finiscono ai primi posti rapportando la produttività ai fondi impiegati per produrre.


e questo solo per fermarci agli ultimi tempi, stendo un velo pietoso sulle cazzate più antiche (e che, per fortuna ho in larga parte rimosso) su partite di giro, soldi veri e soldi fasulli, ricette friedmaniane e altre perle storiche.

ecco, questi sarebbero i dogmi senza alcun supporto.
oh sempre che -come alcuni dei tuoi compagni di merende- tu non voglia credere davvero al complotto mondiale degli statistici rossi che taroccano sistematicamente tutti i dati a nostra disposizione per venire a ciulare te, allora va bene, possiamo tranqillamente interrompere la discussione in modo da permetterti una visita specialistica da uno bravo...


1. condizionale o indicativo... poco importa, rimane il fatto la nostra bidella preferirà senz'altro votare chi le ha concesso di andare in pensione 30 anni fa e non chi questo "diritto" le avrebbe negato. Hai ragione c'è qualche milione di "caproni" che continua a votare gente che non fa i suoi interessi ma questi caproni non sono certo gli onesti statali e parastatali che tu difendi... questi altro che caproni, hanno capito benissimo chi votare perché i loro privilegi rimangano "diritti".
eh no, purtroppo hai torto anche su questo, da quello che dimostrano le statistiche. ansai quante bidelle e casalingue, infoiate da anche i de filippis piangono, hanno votato berlusconi...

Vedi proprio in questi giorni i TG ci annunciano che fortunatamente verranno salvati più della metà degli esuberi dell'Alitalia. Già, invece milioni di dipendenti di piccole aziende fallite mica hanno avuto la stessa fortuna! A loro è stato detto semplicemente di arrangiarsi.
I "caproni" sono questi!

2. già tu sei "onesta" ma sai esattamente come ti comporteresti se fossi "disonesta"... allora anch'io posso tranquillamente dirti che se fossi stato al posto di quella bidella mi sarei vergognato come un cane... che avrei continuato a pulire onestamente i cessi! E lo dico forte del fatto che per 500 lire al giorno di cessi traboccanti di merda a militare ne ho puliti tanti!
certo. la bidella si deve vergognare di andare in pensione, mentre chi evade milioni di euro per bersi caipirinha dove cazzo vuoi è un eroe (cit). sempre tdg-logica, immagino.

3. sì bazzico il mar Rosso, negli ultimi 10 anni ci sono stato almeno una decina di volte... ci sono stato anche quando la Farnesina (vedi settembre 2013) sconsigliava di andarci... e ancora non riesco a capire il motivo di questo "sconsiglio".
Probabilmente perché alla Farnesina sono degli ignoranti come te, oppure dovevano "accontentare" gli ignoranti come te, i quali che cosa sia il governatorato egiziano del Mar Rosso, chi siano le persone che vi abitano e vi lavorano, quali i costi di una vacanza nel più bel mare del mondo... proprio lo ignorano.
almeno una decina di volte in dieci anni... scusa ma non eri quello che alle ferie con la signora poteva anche dover rinunciare perchè strangolato dal suo statale adottivo?
te l'ho detto che coi numeri non ce ne azzecchi una, è meglio se lasci stare.
ah no aspetta, forse tu intendevi dire che è possibile che tu debba rinunciare non alle vacanze estive, ma a quelle mensili!  ahahahahahah ahahahahahah 
scusa avevo frainteso!!!!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Lun 14 Lug 2014 - 14:56

Comunque, Jess, riconoscerai che il sistema-Paese pare appositamente strutturato per favorire sperequazioni enormi a tutti i livelli.
E che in effetti nemmeno tutti i dipendenti godano delle medesime tutele e di effettiva parità di diritti (o presunti tali) è altrettanto vero.
Poi, siccome lo scandalo delle pensioni baby riguardava tutto il settore pubblico non è che si sono "salvati" da un durissimo destino di lavoro solo le pulisci-cessi, ma magari anche gente il cui massimo sforzo lavorativo sarebbe stato quello di sollevare una penna a sfera o una cornetta del telefono...
C'è poi il solito problema di mentalità, che tra l'altro contribuisce ad offuscare la netta distinzione tra onesti e disonesti, rappresentata proprio da talune scelte smaccatamente discriminanti e pure appesantito da scelte normative a dir poco demenziali.
L'esempio portato da P51 relativamente agli esuberi Alitalia è purtroppo significativo nel merito.
Un giorno parlavo con la mia aiuto-cuoca/lavapiatti che (giustamente) lamenta un arretrato con gli stipendi...
Mi pregava di licenziarla al fine di poter ottenere il sussidio di disoccupazione, accordandomi nel contempo comode (si fa per dire) dilazioni di smaltimento arretrati (+ liquidazione, r.o.l. etc...).
Solo che (come correttamente è stato fatto notare) siamo tutti "onesti" fino a prova contraria...
Chi si fida, carissima?... E se la signora, all'indomani di questo eventuale mio provvedimento, andasse dai Sindacati e reclamasse la prevista (ma non automatica...) "buonuscita"?...
La cosa assurda è che se la mia dipendente se ne andasse di sua sponte NON potrebbe ottenere il sussidio...
Quindi che si fa?
Si fa che non la licenzio, sperando che nel frattempo comunque comprenda che anche rivolgendosi (da ancora assunta e potrebbe legittimamente farlo) ai Sindacati non riuscirebbe a farmi "scucire" i soldi che non ho...
In tal caso, comunque andasse, per me sarebbe in ogni caso una situazione catastrofica...
Ma per tornare al tuo discorso su chi debba vergognarsi di che, permettimi di dirti che si deve vergognare quello che impunemente evade (la cifra non importa) nel mentre che potrebbe benissimo pagare, senza che il suo tenore di vita scenda al di sotto di uno standard ragionevolmente ammissibile, ma pure chi ha votato determinate leggi, chi non vi si è opposto, chi voltò gabbana per non perdere consensi & tessere (esempio preclaro i Sindacati ai tempi dell'introduzione della vergogna chiamata CIG).
E buoni ultimi anche coloro che in spregio ai loro figli andarono in pensione a trentacinque anni, condannando la loro prole allo sfascio attuale.
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Lun 14 Lug 2014 - 16:07

primaverino ha scritto:Comunque, Jess, riconoscerai ...
Primaverino scusa se mi intrometto ma questo tuo dare un colpo al cerchio e uno alla botte mi fa incazzare ancora di più delle scemenze che dice jessica!
Jessica è quello che è ... come tanti grillini che purtroppo ora stanno persino in Parlamento!
E' una triste realtà con cui purtroppo è necessario fare i conti, è il "peccato originale" della democrazia, il sistema dove 10 scimmie prevalgono su 9 umani.
Ma da te mi aspettavo qualcosa di diverso dal mettere sostanzialmente sullo stesso piano ladri e derubati... e questo con la scusa che il ladro è in fondo un povero mentre il derubato, in qualche caso, è uno ricco o ricchissimo.
Se non ci piacciono i ricchi e i ricchissimi ok facciamo pure una legge per cui chi guadagna più di una certa cifra è da considerare automaticamente "reo" e va punito con un tot di anni di galera... poi vediamo se questo paese sarà più ricco o più povero!
Ma in realtà questa del ricchissimo che evade miliardi di euro di tasse è una storiella, un'esca per i  gonzi (i "caproni" come diceva jessica) che nasconde un "amo", cioè una realtà ben diversa: in questo paese ci sono milioni di persone che lavorano onestamente sia come autonomi o imprenditori, sia come lavoratori dipendenti, gente appunto che ben può definirsi "onesta"... e poi ci sono altri milioni di persone che si definiscono "oneste" e che possono avere la faccia di merda di farlo solo perché agiscono in base ad una legge criminale, mafiosa, che i loro boss hanno fatto diventare legge dello Stato.
Così accade che il "pizzo" se a riscuoterlo è l'Agenzia Entrate o Equitalia diventa cosa "buona", e i picciotti mafiosi diventano "servitori dello stato", "funzionari integerrimi".
Al contrario chi si oppone a questo stato di cose, giusto non pagando totalmente il pizzo richiesto è un disonesto!

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Lun 14 Lug 2014 - 16:41

paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:Comunque, Jess, riconoscerai ...
Primaverino scusa se mi intrometto ma questo tuo dare un colpo al cerchio e uno alla botte mi fa incazzare ancora di più delle scemenze che dice jessica!
Jessica è quello che è ... come tanti grillini che purtroppo ora stanno persino in Parlamento!
E' una triste realtà con cui purtroppo è necessario fare i conti, è il "peccato originale" della democrazia, il sistema dove 10 scimmie prevalgono su 9 umani.
Ma da te mi aspettavo qualcosa di diverso dal mettere sostanzialmente sullo stesso piano ladri e derubati... e questo con la scusa che il ladro è in fondo un povero mentre il derubato, in qualche caso, è uno ricco o ricchissimo.
Se non ci piacciono i ricchi e i ricchissimi ok facciamo pure una legge per cui chi guadagna più di una certa cifra è da considerare automaticamente "reo" e va punito con un tot di anni di galera... poi vediamo se questo paese sarà più ricco o più povero!
Ma in realtà questa del ricchissimo che evade miliardi di euro di tasse è una storiella, un'esca per i  gonzi (i "caproni" come diceva jessica) che nasconde un "amo", cioè una realtà ben diversa: in questo paese ci sono milioni di persone che lavorano onestamente sia come autonomi o imprenditori, sia come lavoratori dipendenti, gente appunto che ben può definirsi "onesta"... e poi ci sono altri milioni di persone che si definiscono "oneste" e che possono avere la faccia di merda di farlo solo perché agiscono in base ad una legge criminale, mafiosa, che i loro boss hanno fatto diventare legge dello Stato.
Così accade che il "pizzo" se a riscuoterlo è l'Agenzia Entrate o Equitalia diventa cosa "buona", e i picciotti mafiosi diventano "servitori dello stato", "funzionari integerrimi".
Al contrario chi si oppone a questo stato di cose, giusto non pagando totalmente il pizzo richiesto è un disonesto!

Si, Paolo... Infatti avevo premesso che l'italico problema è rappresentato dal complesso normativo creato apposta per favorire diseguaglianze e discussioni da bar nel merito (e raggiungendo pienamente l'obiettivo a quanto leggo...) fomentando quella "guerra per categorie" di cui pare non possiamo fare a meno, dividendoci arbitrariamente in "onesti" e "disonesti" "si ma però"...
L'evasore che evade milioni esiste eccome...
L'evasore "morto di fame" pure...
Il dipendente pubblico col senso dello Stato anche (infatti non so se tutti gli "aventi diritto" sono andati in pensione anticipatamente a causa della vergognosa legge Rumor, anche se poi non l'ha nemmeno firmata lui, perché si è trattato di un DPR, se non ricordo male...).
Il dipendente pubblico "parassita" non è un luogo comune, ma purtroppo una triste realtà...
Ma (ora magari un po' meno) anche il dipendente privato che si mette in malattia quindici giorni per fare il trasloco (Informazione di prima mano...)
Il medico connivente che ti chiede: "Quanti giorni (di malattia) vuoi?"
E potremmo continuare per molto ancora...
Tra le cose che non comprendo (limitatamente agli ultimi interventi) vi sono alcune posizioni del tutto "tranchant", che così riassumerei:

a) il tuo voler difendere il "privato" in ogni caso (in medio stat virtus, o così dovrebbe essere anche in ambito della gestione della "res publica" a parer mio) anche a fronte di evidenti squilibri/monopòli di fatto del tutto conseguenti e connaturati al liberismo cosiddetto "selvaggio"...
b) l'atteggiamento di Jessica che pure in presenza di leggi-vergogna giustifica la bidella pensionata a 29 anni (il che mi ricorda un noto politico locale, il quale disse che il vitalizio è giusto perché la Legge l'ha stabilito... Grazie al cazzo! - dico io - ve la siete votata da soli...)
c) l'atteggiamento altrettanto "piatto" (senza offesa) di Holu che mette sullo stesso piano chi non ti fa uno scontrino da 90 cents e chi evade/elude/esteroveste/inscatola "alla cinese" i miliardi (non milioni) di euro...
(e pure al netto di ritenere potenzialmente un idraulico, mediamente più abbiente di un avvocato... Ma che cazzo di gente frequenti, Holu?)

In definitiva:
"un milione di statali a casa" non risolve alcun problema (semmai ne genera un altro)
"se evadi cento lire, chiusura immediata, galera a vita/plotone d'esecuzione etc." non risolve alcun problema (semmai ne genera un altro)

Se scambi il mio anelito di riforma generale della fiscalità (e in senso estensivo dell'amministrazione del Paese) per "cerchiobottismo" significa probabilmente che non mi sono spiegato bene.
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Lun 14 Lug 2014 - 18:16

Primaverino ti faccio un caso concreto:
in un piccolissimo ristorante ... molto più piccolo di quello che credo sia il tuo, c'è solo il titolare, la moglie (che però non risulta come coadiuvante) e un dipendente.
Dato che è un momento di crisi in generale e lo è ancor più per questo piccolissimo ristoratore, questi decide di far a meno del dipendente perché proprio non riesce più a pagargli lo stipendio...
Il dipendente licenziato pianta però "rogne"... interviene allora l'ispettorato del lavoro e trova tutto "regolare" quanto al licenziamento del dipendente per "riduzione di personale", ma giustamente irregolare la posizione della moglie che da sempre coadiuva in "nero" (come testimonia anche l'ex dipendente licenziato) senza pagare i contributi INPS e INAIL...
Il ristoratore dovrà quindi pagare diciamo un 25000 euro di sanzioni e contributi arretrati... e diciamo che gli va pure bene perché si tratta della moglie regolarmente sposata! se invece si fosse trattato della "compagna" semplice convivente scattava pure la maxi-sanzione per lavoro nero, cioè almeno altri 12000 euro poi non poteva considerarsi coadiuvante ma dipendente ... quindi non so una sanzione complessiva di 100.000 euro o giù di lì...
Ok la colpa è senz'altro del ristoratore, che se era furbo cedeva al ricatto dell'ex dipendente e lo tacitava con circa 6.000 euro... come lui aveva fatto proporre da un onesto sindacalista... ma quello niente è un terrone "testa dura" e ha voluto "resistere", mi diceva: se a quello non devo nulla perché devo regalargli 6.000 euro... io ho cercato di spiegargli che "quello" poteva fargli del male (anche senza trarne per sé nessun beneficio...) ma lui non ha voluto sentir ragione.

Ora il terrone "testa dura" mi dice: vedi sono scappato tanti anni fa dalla Sicilia perché ... sai là come vanno le cose!
Però se fossi restato e avessi pagato il pizzo ... ora sta tranquillo che qualcuno capace di difendermi, di farmi le ragioni ci sarebbe stato... invece ho deciso di pagare le tasse allo stato e, oltre al fatto che probabilmente ho speso di più, ecco che adesso lo stato mi incula un'altra volta.

PS: ... capisci perché quando leggo i post di jessica, quando la sento sproloquiare sulla sua "onestà", sul dovere di rispettare le leggi, ... io "nero" vedo "rosso"!!!

PPS: ...la moglie del ristoratore ha già una certa età per cui iniziando a pagare ora i contributi probabilmente non maturerà mai il diritto alla pensione... ma solo darà una mano perché si possa pagare la pensione alla bidella amica di jessica... che in fondo se non erro è siciliana anche lei!

Però bando alle ciance ... che fare piuttosto?
Secondo te, primaverino, comprarsi una pistola o meglio ancora un uzi Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcTsuKV6j-7MWeGZUcVpvj4_Lmpn1bvVMFWcfblp_TSbtEscXCiAP8WIpg... non sarebbe un'ottima idea?

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Lun 14 Lug 2014 - 18:40

Ma si, Paolo...
Il problema è che le cose sono organizzate in modo tale da far credere a molti di essere "dalla parte dei giusti" (solo perché non ricoprono incarichi di responsabilità alcuna) e che esistano i "cattivoni evasori" (ovvero chiunque abbia deciso di mettersi in discussione in proprio e investendo del suo e a costo zero per lo Stato) che spaziano dal rubare una gallina al costruirsi un "impero" (quest'ultimi magari anche generando qualche costo verso lo Stato...).
Sull'altra sponda ci sono i "lavoratori dipendenti buoni e onesti" (altra figura del tutto retorica).
Salvo poi leggere che una legge sbagliata è comunque tale e che quindi la bidella del cazzo è "innocente" (lo spieghi ai suoi figli che lavoreranno da precari fino a che morte non li liberi, se ne ha e se ne è capace...)
Ci siamo intesi, mon ami?
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Lun 14 Lug 2014 - 20:34

primaverino ha scritto:...
L'evasore che evade milioni esiste eccome...
Certo primaverino che esiste, ed esistono anche imprenditori assolutamente truffaldini che non danno nessun vantaggio al paese ma vivono parassitando anch'essi, come "super-statali", il paese. Mi riferisco ad attività del tutto fittizie create solo sulla carta per beneficiare di prestiti a fondo perduto, di sovvenzioni, "fondi europei", ecc. o di aziende che sono comunque fuori della logica di mercato perché beneficiano di "appalti pubblici" ottenuti con le tangenti e la corruzione.
Ma non è contro di questi che parla la nostra jessica... lei ce l'ha con gli imprenditori che non riescono a pagare (come invece pretende la "legge") il 57% o più dell'utile per tasse destinate in massima parte a mantenere in vita i privilegi grandi o piccoli dei parassiti nulla facenti!

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Mar 15 Lug 2014 - 12:39

primaverino, ti ricordo che questo discorso è partito dai geniali tagli proposti dal nostro economista in sala, e dalle sue brillanti teorie sulla compravendita di servizi che si autoregolano nel libero mercato (cosa ormai abbandonata anche dai suoi sostenitori più ferventi, ma pazienza).
il famoso "stato leggero", che come è possibile vedere in qualsiasi occorrenza nella storia, non funziona mai come previsto (a meno di avere terre di conquista e schiavi al lavoro, allora funziona bene, anche se a spese di altri). ma lasciamo pure stare le discussioni sui massimi sistemi e non starò neanche a tirarti fuori numeri e statistiche(sarebbe inutile, tanto ormai abbiamo appurato senza ombra di dubbio che sono tutte taroccate dai raeliani che tramano contro di paolo), veniamo direttamente a noi: come già sai io sono figlia di un imprenditore, ho lavorato alcuni anni nel pubblico, poi me so' rotta er cazzo perchè era impossibile andare avanti e mi sono messa a farmi i cazzi miei. lasciamo pure stare il caso del papi che erano altri tempi, aveva una posizione privilegiata e sarebbe rappresentativo solo di categorie molto fortunate, sebbene già all'epoca sentissi tonnellate e tonnellate di lamentele da parte dei suoi colleghi, anche quelli molto più grossi, sull'impossibilità di continuare (infatti guarda hanno tutti cambiato lavoro e sono andati a fare i maestri e gli spazzini...) sulle ruberie del comune che chiedeva ben un euro a ospite in più per le tasse rifiuti, e su altre mille cazzate che incidevano praticamente zero su un lavoro che ci permetteva di fare ferie in 5 in hotel 5 stelle... il mio primo contratto pubblico (laureata eh, non 3^ media) era di 800 euro e rotti, no contributi, no malattia, no maternità, e una gestione separata che per servire a qualcosa (di irrisorio) doveva essere versata per SETTE anni, salvo il fatto che una seconda legge prevedeva che il numero massimo di anni che potevo fare con quel tipo di contratti per l'università fosse SEI. ovviamente nessuna garanzia sul rimanere, in quanto dipendeva dai fondi che si riuscivano a reperire con progetti di ricerca e quant'altro (immancabilmente tagliati da ogni governo che si è succeduto), che vuol dire impossibilità di pianificare un futuro (che cazzo compro casa che tanto non so se fra tre anni il contratto lo trovo in pakistan? senza contare che con 800€\mese precaria comprare casa non sarebbe esistito, almeno non senza il papi di cui sopra)e in pratica galleggiare aspettando... (avendone la possibilità, mi sono rotta il cazzo di aspettare, ma se davvero fossi stata figilia di persone "normali" col cazzo che avrei potuto permettermi di aprire una attività mia avendo lavorato 4 anni a una media poco superiore a 1000 euro al mese -ah, no 13esime, no buonuscite, no un cazzo).
questo non è un caso isolato. il fatto è che ormai il pubblico è tutto tenuto su da neo schiavi dipendenti da cooperative che hanno in appalto lavori alla scuola, al comune, all'asl, che prendono 1000 euro al mese se va bene, lavorano 10 ore al giorno e non hanno alcuna prospettiva di carriera. e quello che le teste di legno berluscones dello stato snello e le tasse basse non capiscono, è che quando tagli, chi vai a tagliare non sono i dirigenti, gli impiegati a chiamata diretta senza mansione e con cappotto in ufficio per far vedere che sono là in giro mentre sono al bar a bere lo spriz, ma sono proprio questi sfigati, sono meno soldi per l'appalto che viene vinto con un coefficiente all'80% di peso sulle condizioni economiche, senza fottersene della qualità del servizio, che vuol dire ridurre la paga ai dipendenti. perchè lo stato deve essere snello. che vuol dire che ormai i fondi all'università sono solo quelli delle paghe dei docenti, non importa se non c'è più modo di fare ricerca e che 1 euro investito in red ne frutta 3 sul lungo periodo nel mondo del lavoro, abbiamo tagliato! la sanità pubblica è insostenibile! (costa la metà della sola quota usa pubblica, ma facciamo finta di nulla) tagliamo! ora se il suddetto papi ha un attacco di emorroidi deve farsi portare alla città vicina, perchè di tre ospedali che c'erano uno è stato destinato a serra per le piante, uno è stato dimezzato e uno è stato riconvertito. sto parlando di un piccolo paese di montagna che aveva tre inutili cattedrali ospedaliere improduttive in mezzo al deserto? conosci la risposta. i prof italiani guadagnano la metà di quelli tedeschi? non importa, si sa che si deve tagliare l'istruzione, tanto basta andare al pub, l'ha detto berlusconi. ma quella dei dogmi senza fondamento sono io, si capisce. neanche luttwak di guzzanti arriva a livelli simili, sembra uno scherzo, eppure, come puoi vedere, c'è gente che ci crede.
scusa se mi dilungo, continuiamo:
p51 ha scritto:Mi riferisco ad attività del tutto fittizie create solo sulla carta per beneficiare di prestiti a fondo perduto, di sovvenzioni, "fondi europei", ecc. o di aziende che sono comunque fuori della logica di mercato perché beneficiano di "appalti pubblici" ottenuti con le tangenti e la corruzione.
Ma non è contro di questi che parla la nostra jessica... lei ce l'ha con gli imprenditori che non riescono a pagare (come invece pretende la "legge") il 57% o più dell'utile
eccolo là. quindi nelle ormai fantasticherie malate di tutankhamun adesso io sarei quella che difende i ladri. giusto per la cronaca, è da notare che il sistema criminale di tangenti, mazzette, opere inutili, appalti dati ad amici, frequenze televisive regalate ad amici, prestiti bancari elargiti a cazzo per gli amici, assunzioni inutili per amici, è endemico ma è praticamente stato sdoganato proprio dagli illustri personaggi sulla tomba dei quali il nostro p51 gioisce nell'immortalarsi (che infatti non hanno neanche provato a dire no, non è vero, hanno semplicemente detto "eh vabè ma mica solo io, lo fanno tutti"). mentre i "caproni analfabeti" e non ricordo bene quali altre belle cose, sono quelli che almeno hanno portato a galla questa merda (anche se con poca efficacia, vedi ad esempio il de michelis ancora là e ancora a prendere tangenti come saprai dai recenti fatti di cronaca).
gli illustri personaggi che tuonano contro la spesa pubblica, ad oggi, sono quelli che di più l'hanno aumentata, pur tagliando i dipendenti (doppio danno, pertanto). quindi si! indignamoci per i prestiti a fondo perduto! condanniamo le tangenti e la corruzione! e quindi chi votiamo? ma i corrotti che pigliano tangenti e danno appalti ad amici e parenti! mi pare ovvio! (magari fieri di farci la foto sulle loro tombe, spero presto).

infine veniamo al tuo intervento che dice:
b) l'atteggiamento di Jessica che pure in presenza di leggi-vergogna giustifica la bidella pensionata a 29 anni (il che mi ricorda un noto politico locale, il quale disse che il vitalizio è giusto perché la Legge l'ha stabilito... Grazie al cazzo! - dico io - ve la siete votata da soli...)
ora, indipendentemente dalle questioni morali, ma giusto per cominciare riportando la questione alla sua dimensione reale -niente a che vedere col discorso di principio che sto per andare a fare, ma mi pare giusto farlo notare- la perdita TOTALE per lo stato dovuta all'enorme piaga sociale delle baby pensioni è stimata essere all'incirca LA META' (poco di più) dell'evasione ANNUALE in italia. alla faccia delle storielle per gonzi sui ricchissimi che evadono miliardi di euro. cioè se queste sono storielle le baby pensioni, secondo la tdg-logica paolina dovrebbero essere cosa?
vabè, ma lasciamo stare i numeri, appunto, e andiamo al principio, mi spiace dirtelo prim, perchè ti ritengo persona molto corretta e morigerata, ma non essendo io altrettanto educata te lo devo dire: qui hai proprio detto la cazzata.
io vi vedo, tutti in piazza domani a protestare perchè il governo renzi ha ridotto la tassazione d'impresa al 23%. no! cazzo! noi le tasse le vogliamo pagare! almeno 50% cancellate questa legge iniqua che causerà l'impoverimento dello stato! non avremo più i soldi per gli ospedali, per le macchine dei carabinieri (ah no, aspetta, questo accade già oggi con le tasse alte) fateci pagare di piu!!!!
tu mi stai seriamente scrivendo che ti aspetti da una bidella di 30 anni che lavora da 15 (quindi è tanto se c'ha la terza media) e che si trova davanti la prospettiva di finire in pensione e smettere domani di lavare i cessi, che rifletta sul fatto che nel giro di 10 anni le condizioni economiche muteranno e il suo stipendio non potrà più essere sostenuto se non introducendo nuove tasse ai neo lavoratori e che quindi riscopra la sua santità e decida di continuare a pulire cessi per il bene delle generazioni future??? ma te prego...
proviamo a mettere le tasse volontarie invece che obbligatorie, poi ne riparliamo.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Mar 15 Lug 2014 - 14:54

Ma infatti relativamente alle pensioni baby (che al netto dell'effettiva incidenza restano una vergogna) me la prendevo con politici (tutti, anche e soprattutto d'Opposizione) e Sindacati.
Relativamente alla tassazione dei redditi, viceversa, il discorso dovrebbe rientrare nel più ampio spettro di una riforma generale della fiscalità.
Purtroppo molti anni di "sistema" hanno portato larga parte dell'opinione pubblica a ragionare in piccolo e per compartimenti stagni.
Ne ho già trattato diffusamente, mi pare, quindi evito di riscrivere le stesse cose.
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Mar 15 Lug 2014 - 15:28

primaverino ha scritto:Ma infatti relativamente alle pensioni baby (che al netto dell'effettiva incidenza restano una vergogna) me la prendevo con politici (tutti, anche e soprattutto d'Opposizione) e Sindacati.
 boh  allora non capisco l'intervento sulla bidella. questo è esattamente quello che ho detto io.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Mar 15 Lug 2014 - 16:07

primaverino ha scritto:Ma infatti relativamente alle pensioni baby (che al netto dell'effettiva incidenza restano una vergogna) me la prendevo con politici (tutti, anche e soprattutto d'Opposizione) e Sindacati.
Relativamente alla tassazione dei redditi, viceversa, il discorso dovrebbe rientrare nel più ampio spettro di una riforma generale della fiscalità.
Purtroppo molti anni di "sistema" hanno portato larga parte dell'opinione pubblica a ragionare in piccolo e per compartimenti stagni.
Ne ho già trattato diffusamente, mi pare, quindi evito di riscrivere le stesse cose.
E' qui che dissento "mon ami": inutile prendersela con politici e sindacalisti che hanno solo il torto di essere "democratici", cioè di fare quello che il "popolo sovrano" vuole!
La causa del male è proprio la nostra bidella che forse non ha neanche la terza media...
Va beh ... dico lei presa simbolicamente a rappresentare l'Italiano medio, o meglio l'individuo tipo della maggioranza onesta di questo paese!
Gente "onesta" per il semplice motivo che ha né la capacità, né il coraggio di rubare... e quindi eleggono dei politici che rubino per loro o a loro consegnino la refurtiva. E poiché questa refurtiva viene loro consegnata in forza di legge... loro possono a ragione chiamarsi onesti.
Però poi si lamentano perché quei ladri si sono tenuti per sé una certa parte del bottino!
E no, cari, quelli sono molto migliori di voi, quelli almeno se lo sono guadagnati rubando, voi neanche quello!

E' un po' come quel signore onesto che si lamenta del bidone ricevuto: ha comprato per la strada uno smartphone del valore di 600 "euri" per 100 euro ma ora si accorge che è solo una scatoletta vuota!
Lui pover'uomo credeva che fosse rubato e invece scopre che l'hanno bidonato!
Bisogna fare senz'altro una legge che tuteli questi poveri cristi dai ladroni che possono incontrare per strada!

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Mar 15 Lug 2014 - 16:41

jessica ha scritto:
primaverino ha scritto:Ma infatti relativamente alle pensioni baby (che al netto dell'effettiva incidenza restano una vergogna) me la prendevo con politici (tutti, anche e soprattutto d'Opposizione) e Sindacati.
 boh  allora non capisco l'intervento sulla bidella. questo è esattamente quello che ho detto io.
Dunque tu hai detto:
"tu mi stai seriamente scrivendo che ti aspetti da una bidella di 30 anni che lavora da 15 (quindi è tanto se c'ha la terza media) e che si trova davanti la prospettiva di finire in pensione e smettere domani di lavare i cessi, che rifletta sul fatto che nel giro di 10 anni le condizioni economiche muteranno e il suo stipendio non potrà più essere sostenuto se non introducendo nuove tasse ai neo lavoratori e che quindi riscopra la sua santità e decida di continuare a pulire cessi per il bene delle generazioni future??? ma te prego..."
E io ti rispondo, delle due una:
A) alla bidella ignorante va tolto il diritto di voto
B) alla bidella ignorante non va riconosciuta nessuna giustificazione etico-politica. La bidella in questione è moralmente da condannare come il ricchissimo notaio da me citato in altro post che legalmente ha fatto prendere l'assegno sociale alla vecchia madre "nullatenente".

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Mar 15 Lug 2014 - 17:04

EDIT: Paolo, sto rispondendo al penultimo post...

Si... Su quest'ultimo punto, seppur con rammarico, non posso che convenire.
L'ultima volta che mi hanno proposto di comprare roba rubata ho tentato di spiegare il perché lo ritenessi sbagliato.
La replica è stata: "Ma cazzo te ne frega? Tanto se non la compri tu, la compra un altro"...
Altro discorso (discussione familiare con parenti)
Se trovi un portafogli cosa fai?
Rispondo: "lo restituisco al legittimo proprietario, se durante la perquisa trovo un documento d'identità...
In caso contrario lo porto dai Carabinieri".
Risposta a)
Bravo scemo! Così i soldi se li tengono loro...
Risposta b)
Tengo i soldi perché se lo perdo io, nessuno me lo restituisce...
Mia replica: solo se trovi un altro stronzo come te...
(segue lite a sputi e insulti)  ahahahahahah

Però al proposito debbo dire che a me ne è capitata una ancora più grottesca, a ben pensarci...
Una volta (avrò avuto venticinque anni... Facevo l'edicolante all'epoca) trovo un portafogli smarrito... Ci sono dentro trecentomila lire in pezzi da 50.000 e la carta d'identità.
Non c'erano ancora i telefonini (mi pare e se si li usavano in pochi) e il titolare compariva sull'elenco del telefono...
Chiamo, mi risponde la moglie e dico che ho trovato il portafogli del sig, XY...
Lei mi dice che il marito non è ancora rincasato e che appena arriva lo informa...
Io le dico che sto per andare in pausa (dalle 12,30 alle 16,00) ma che l'edicola rimane aperta e che consegnerò il portafogli a chi mi sostituisce per turno...
Succede che dopo pranzo mi prende un "abbiocco paura" e arrivo in edicola in mostruoso ritardo (verso le 17,00) e mentre parcheggio, intravvedo il signore in questione in piedi vicino al chiosco del giornali e li per li, penso: "Minchia che figura di merda... Non solo dovrò giustificarmi per il ritardo, ma pure sto povero signore che sta li per ringraziarmi ho fatto aspettare...".
Neanche il tempo di scendere dalla macchina e sto bastardo mi dice: "C'era dentro (nel portafogli) anche un pacco di centomila... Dove li hai messi?..."
E io: "Guardi che si sbaglia, non ho preso niente..."
Lui: "Mio figlio è avvocato e mia figlia Procuratore, quindi non so se ti conviene fare il furbo..."
Io: "Tuo figlio e tua figlia se ne possono andare affanculo insieme a te e a tutto il tuo paese... Se te ne vai subito, lo fai con le tue gambe..."
Altro addetto: "era meglio se ti tenevi la grana e buttavi il portafogli nel tombino..."
Il tizio se ne è andato... Pensate che a distanza di anni ricordo ancora il nome e il volto...
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Mar 15 Lug 2014 - 17:15

jessica ha scritto:....la perdita TOTALE per lo stato dovuta all'enorme piaga sociale delle baby pensioni è stimata essere all'incirca LA META' (poco di più) dell'evasione ANNUALE in italia.
Spilucco cazzate qua e là nel tuo lunghissimo post...
La perdita TOTALE (poi magari spieghi cosa significhi "TOTALE" nello specifico) è un dato oggettivamente determinabile, si sa cioè quando prendono di pensione, quanti e chi sono i baby-pensionati.
Il dato dell'evasione fiscale è invece puramente ipotetico, non si sa chi sono gli evasori fiscali, né quanto e come ciascuno di essi evada. Non si sa se questi evasori sarebbero materialmente in grado di pagare le imposte che teoricamente evadono oppure se semplicemente siano destinati a fallire e quindi a non pagare più proprio nulla.

Inoltre il "recupero dell'evasione fiscale" se mai avverrà, potrebbe permettere 3 cose:
1) ridurre la pressione fiscale sugli altri contribuenti
2) ridurre il debito pubblico
3) aumentare la spesa pubblica

Nel caso 1 siamo d'accordo che ci sarebbero dei benefici.
Nel caso 2 difficile dirlo ma probabilmente no...
Nel caso 3 sarebbe veramente un disastro per l'economia del paese.
Eppure ho idea (anche per quello che scrivi) che il caso 3 sia proprio l'opzione da te auspicata (oltre che la più probabile).

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Mar 15 Lug 2014 - 17:25

paolo1951 ha scritto:
jessica ha scritto:
primaverino ha scritto:Ma infatti relativamente alle pensioni baby (che al netto dell'effettiva incidenza restano una vergogna) me la prendevo con politici (tutti, anche e soprattutto d'Opposizione) e Sindacati.
 boh  allora non capisco l'intervento sulla bidella. questo è esattamente quello che ho detto io.
Dunque tu hai detto:
"tu mi stai seriamente scrivendo che ti aspetti da una bidella di 30 anni che lavora da 15 (quindi è tanto se c'ha la terza media) e che si trova davanti la prospettiva di finire in pensione e smettere domani di lavare i cessi, che rifletta sul fatto che nel giro di 10 anni le condizioni economiche muteranno e il suo stipendio non potrà più essere sostenuto se non introducendo nuove tasse ai neo lavoratori e che quindi riscopra la sua santità e decida di continuare a pulire cessi per il bene delle generazioni future??? ma te prego..."
E io ti rispondo, delle due una:
A) alla bidella ignorante va tolto il diritto di voto
B) alla bidella ignorante non va riconosciuta nessuna giustificazione etico-politica. La bidella in questione è moralmente da condannare come il ricchissimo notaio da me citato in altro post che legalmente ha fatto prendere l'assegno sociale alla vecchia madre "nullatenente".

Certo... Come la vecchia vedova di cui parlai a suo tempo (ereditò quattrocento miliardi di lire negli anni novanta, mi pare) che abitando in un attico di 300 mq con tre donne di servizio (due in pianta stabile e una "a ore") aveva l'esenzione del ticket, in quanto usufruttuaria nullatenente... Lo so perché me lo disse lei...

Relativamente alla bidella direi che ne abbiamo detto abbastanza...
Cara Jessica non puoi elevarla a "paradigma" perché nel "pubblico impiego" ci son stati (come pure avevo scritto) anche impiegati ed insegnanti... Costoro sono al minimo diplomati o laureati, quindi la "scusa" della povera ignorante non regge.

La riprova relativa all'onestà di una persona e pure la cognizione del "senso dello Stato" si ottiene nel mentre che puoi esercitare una libera scelta...
Ergo:
"dipendente & pensionato = onesto"
"lavoratore autonomo = disonesto"
non esiste se non nel cervello parcellizzato di chi ne fa un'aprioristica questione di "categoria"...
Inutile dirti che se fossi un collega (di quelli più grossi) del tuo "papi" eviterei di fare il "piangina" semplicemente perché non è nelle mie corde.
Credo fermamente (nonostante tutto) nella funzione sociale dellì'Imprenditore e pure nello Stato (al netto della cattiva amministrazione, ça va sans dire) e indipendentemente da tutto ciò non giustifico, né ammetto alcuna venia tanto per la "povera bidella" quanto per il "furbo insegnante" e pure per "la mamma del notaio" al pari della "povera vedova nullatenete/miliardaria" (di cui peraltro ignoro il livello di istruzione, ma so per certo che era [ora è defunta] molto attiva in organizzazioni benefiche...)

Come si evince chiaramente essere "gente di merda" è fatto del tutto trasversale.
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Mar 15 Lug 2014 - 20:09

primaverino ha scritto:...
Come si evince chiaramente essere "gente di merda" è fatto del tutto trasversale.
 quoto.. 
Ma aggiungerei un'altra considerazione.
La gente sostanzialmente fa solo i propri "interessi" (o quelli che ritiene essere i propri interessi).
Interessi che sono principalmente "interessi economici diretti" ma in molti casi sono anche interessi di natura diversa.
Ad alcuni interessa il "potere", o anche solo il "prestigio", altri ancora hanno interessi di natura più "spirituale": cultura, passione politica, religione, ...
Purtroppo persino per soddisfare questi ultimi il denaro si rivela un mezzo essenziale.

Ora l'essere o meno gente di merda non dipende tanto dal tipo di "interesse" che si vuole soddisfare, la discriminante sta piuttosto nel modo in cui cerca di realizzarlo.

Se io cerco di realizzare anche il più meschino interesse puramente economico, non sono poi eticamente peggiore di colui che invece mira a finalità normalmente considerate "nobili".
Nella sfera individuale ognuno fa un po' il cazzo che vuole!
Nella vita sociale invece è necessario per lo meno rispettare le "regole del gioco"... ossia la legge.
Il problema grosso è chi ha il diritto di stabilire queste regole.

In democrazia si pensa che questo diritto spetti alla maggioranza, ma in realtà è una soluzione molto, troppo semplicistica.
Una soluzione che inoltre può rivelarsi persino peggiore della così detta "legge del più forte".
Dove infatti vige la legge del più forte (come in genere accade in "natura") è probabile che siano gli individui migliori a prevalere, perché il più forte è spesso non colui dotato di maggior forza bruta ma il più intelligente. Facendo invece prevalere il numero, ecco che facilmente a dominare è solo il più furbo, quello cioè che è più capace di lusingare e convincere il "gregge".
E un gregge di ignoranti difficilmente apprezzerà cose che non capisce, o doti (come intelligenza, lungimiranza, coraggio, ecc.) che non possiede. Il gregge ha sempre preferito un fanatico ad un moderato, un  dogmatico a uno spirito critico, uno sbruffone irresponsabile ad una Cassandra...

La democrazia quindi è in generale peggiore di qualsiasi altra "crazia".
E infatti praticamente in tutti i regimi democratici è stato necessario introdurre dei "correttivi".
Questi correttivi hanno nomi (e anche sostanze) molto diversi: tradizione, religione, ideologia dominante...
Lo scopo di questi "correttivi" è appunto di mettere un limite allo strapotere di una maggioranza troppo spesso formata dagli individui "peggiori", è la rivincita aristocratica di chi non può contare sul numero ma può contare invece sull'intelligenza.

Questi "correttivi" per poter svolgere la loro funzione devono essere "fissati" una volta per tutte e devono essere consacrati in qualche modo come Verità assolute.
In realtà non è affatto così, le verità assolute sono assolutamente relative e sia pur con lentezza cambiano continuamente.

.... Cristo mi son perso!
Ahhh ecco ritorniamo alla nostra bidella: lei non è né buona, né cattiva... forse ha perfettamente ragione jessica, perché non avrebbe dovuto approfittare dell'occasione?
La questione è un'altra e cioè che "correttivo" è opportuno in questo momento applicare nella nostra società democratica?
Il correttivo che piace a jessica, ma certo non solo a lei, e cioè quell'ideologia socialista secondo la quale tutti gli uomini hanno diritto al soddisfacimento dei propri bisogni indipendentemente dalle loro capacità, dai loro meriti oppure quello che io chiamerei "rinascimentale" sintetizzato nel motto: "homo faber fortunae suae"?

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Rasputin Mar 15 Lug 2014 - 21:40

primaverino ha scritto:[...]
Altro discorso (discussione familiare con parenti)
Se trovi un portafogli cosa fai?
Rispondo: "lo restituisco al legittimo proprietario, se durante la perquisa trovo un documento d'identità...
In caso contrario lo porto dai Carabinieri".
Risposta a)
Bravo scemo! Così i soldi se li tengono loro...
Risposta b)
Tengo i soldi perché se lo perdo io, nessuno me lo restituisce...
Mia replica: solo se trovi un altro stronzo come te...
(segue lite a sputi e insulti)  ahahahahahah

Interessante. Colgo l'occasione per esporre la mia attitudine al proposito (Mi sono capitati ambi i casi)

caso a: trovo un portafoglio con dentro 30 euro ed una tessera da studente = cerco e trovo la/il proprietario/a (Si può quasi sempre, alla peggio bastano nome, cognome, indirizzo e google) telefono dico che ho trovato il portafoglio e lo restituisco.

caso b: trovo un portafoglio con dentro 300 euro, una Amex, una Visa gold ed una tessera del golf club = mi tengo i soldi ed infilo il resto in una buca delle lettere.

Uno dei motivi è il caso c, esposto qui sotto ed altresí capitatomi:

primaverino ha scritto:[...]
Neanche il tempo di scendere dalla macchina e sto bastardo mi dice: "C'era dentro (nel portafogli) anche un pacco di centomila... Dove li hai messi?..."
E io: "Guardi che si sbaglia, non ho preso niente..."
Lui: "Mio figlio è avvocato e mia figlia Procuratore, quindi non so se ti conviene fare il furbo..."
Io: "Tuo figlio e tua figlia se ne possono andare affanculo insieme a te e a tutto il tuo paese... Se te ne vai subito, lo fai con le tue gambe..."
Altro addetto: "era meglio se ti tenevi la grana e buttavi il portafogli nel tombino nella buca delle lettere ..."
Il tizio se ne è andato... Pensate che a distanza di anni ricordo ancora il nome e il volto...

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Merini10- Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59071
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo Mer 16 Lug 2014 - 1:55

paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:...
Come si evince chiaramente essere "gente di merda" è fatto del tutto trasversale.
 quoto.. 
Ma aggiungerei un'altra considerazione.
La gente sostanzialmente fa solo i propri "interessi" (o quelli che ritiene essere i propri interessi).
Interessi che sono principalmente "interessi economici diretti" ma in molti casi sono anche interessi di natura diversa.
Ad alcuni interessa il "potere", o anche solo il "prestigio", altri ancora hanno interessi di natura più "spirituale": cultura, passione politica, religione, ...
Purtroppo persino per soddisfare questi ultimi il denaro si rivela un mezzo essenziale.

Ora l'essere o meno gente di merda non dipende tanto dal tipo di "interesse" che si vuole soddisfare, la discriminante sta piuttosto nel modo in cui cerca di realizzarlo.

Se io cerco di realizzare anche il più meschino interesse puramente economico, non sono poi eticamente peggiore di colui che invece mira a finalità normalmente considerate "nobili".
Nella sfera individuale ognuno fa un po' il cazzo che vuole!
Nella vita sociale invece è necessario per lo meno rispettare le "regole del gioco"... ossia la legge.
Il problema grosso è chi ha il diritto di stabilire queste regole.

In democrazia si pensa che questo diritto spetti alla maggioranza, ma in realtà è una soluzione molto, troppo semplicistica.
Una soluzione che inoltre può rivelarsi persino peggiore della così detta "legge del più forte".
Dove infatti vige la legge del più forte (come in genere accade in "natura") è probabile che siano gli individui migliori a prevalere, perché il più forte è spesso non colui dotato di maggior forza bruta ma il più intelligente. Facendo invece prevalere il numero, ecco che facilmente a dominare è solo il più furbo, quello cioè che è più capace di lusingare e convincere il "gregge".
E un gregge di ignoranti difficilmente apprezzerà cose che non capisce, o doti (come intelligenza, lungimiranza, coraggio, ecc.) che non possiede. Il gregge ha sempre preferito un fanatico ad un moderato, un  dogmatico a uno spirito critico, uno sbruffone irresponsabile ad una Cassandra...

La democrazia quindi è in generale peggiore di qualsiasi altra "crazia".
E infatti praticamente in tutti i regimi democratici è stato necessario introdurre dei "correttivi".
Questi correttivi hanno nomi (e anche sostanze) molto diversi: tradizione, religione, ideologia dominante...
Lo scopo di questi "correttivi" è appunto di mettere un limite allo strapotere di una maggioranza troppo spesso formata dagli individui "peggiori", è la rivincita aristocratica di chi non può contare sul numero ma può contare invece sull'intelligenza.

Questi "correttivi" per poter svolgere la loro funzione devono essere "fissati" una volta per tutte e devono essere consacrati in qualche modo come Verità assolute.
In realtà non è affatto così, le verità assolute sono assolutamente relative e sia pur con lentezza cambiano continuamente.

.... Cristo mi son perso!

Be la Verità Assoluta nel Cristianesimo è sempre quella e non può cambiare:

"Io sono la via, la Verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me". Gv 14, 6

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.01.14

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Mer 16 Lug 2014 - 10:33

p51 ha scritto:A) alla bidella ignorante va tolto il diritto di voto
B) alla bidella ignorante non va riconosciuta nessuna giustificazione etico-politica. La bidella in questione è moralmente da condannare come il ricchissimo notaio da me citato in altro post che legalmente ha fatto prendere l'assegno sociale alla vecchia madre "nullatenente".
sono entrambe cazzate, ma ti faccio presente che se per pura fantasia optassimo per la a, dovremmo toglierlo almeno al 50% della popolazione, te compreso, visto che sul fronte della visione socio economica d'insieme hai ampiamente dimostrato di essere più o meno al suo livello.

p51 ha scritto:Spilucco cazzate qua e là nel tuo lunghissimo post...
La perdita TOTALE (poi magari spieghi cosa significhi "TOTALE" nello specifico) è un dato oggettivamente determinabile, si sa cioè quando prendono di pensione, quanti e chi sono i baby-pensionati.
Il dato dell'evasione fiscale è invece puramente ipotetico, non si sa chi sono gli evasori fiscali, né quanto e come ciascuno di essi evada. Non si sa se questi evasori sarebbero materialmente in grado di pagare le imposte che teoricamente evadono oppure se semplicemente siano destinati a fallire e quindi a non pagare più proprio nulla.

ma è chiaro. quando le cose non ti piacciono bisogna capire, vedere se... ma... però... (hai fatto uguale una volta che dal discorso da bar siamo passati ai numeri sulle sanità mondiali, che strano) quando invece si tratta di sparare (lut)vaccate un tanto al metro cubo allora non si vede niente, si spara a cazzo: la sanità costa troppo, la scuola costa troppo, mandiamo a casa un milione di persone a caso...

totale vuol dire totale, non vedo cosa ci sia da spiegare. hai 10 persone che sono andate in pensione 30 anni fa e pigliano 20mila euro l'anno e si sono pagate 3 euro di contributi: hai 6milioni da far pagare a qualcun altro (meno tre euro).

il dato dell'evasione fiscale è in effetti una stima, quello che ti sfugge è che di solito è fatta al ribasso, quindi...

visto che siamo il paese con la maggiore vendita interna di beni di lusso al mondo, con una delle maggiori forbici di distribuzione della ricchezza d'occidente, col maggior numero di società offshore, fittizie, prestanome (e no profit che piacciono a te...), dove la metà dei possessori di yacht e un quarto dei possessori di aerei privati dichiara al fisco meno della succitata bidella, vedi un po' tu se è ancora il caso di aggiungere altre stronzate alla già corposa montagna che hai eretto...
primaverino ha scritto:
Cara Jessica non puoi elevarla a "paradigma" perché nel "pubblico impiego" ci son stati (come pure avevo scritto) anche impiegati ed insegnanti... Costoro sono al minimo diplomati o laureati, quindi la "scusa" della povera ignorante non regge.

ma io non elevo nessuno a paradigma. come dicevo vorrei solo vedervi in piazza a stracciarvi le vesti e a raddoppiare le quote da versare se domani al governo abbassassero le tasse al 23% (come proposto entusiasticamente dal berlusca, salvo poi averle aumentate) senza ovviamente avere la copertura per poterlo fare.

"dipendente & pensionato = onesto"
"lavoratore autonomo = disonesto"

l'ho sostenuto io da qualche parte?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Mer 16 Lug 2014 - 10:35

Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:[...]
Altro discorso (discussione familiare con parenti)
Se trovi un portafogli cosa fai?
Rispondo: "lo restituisco al legittimo proprietario, se durante la perquisa trovo un documento d'identità...
In caso contrario lo porto dai Carabinieri".
Risposta a)
Bravo scemo! Così i soldi se li tengono loro...
Risposta b)
Tengo i soldi perché se lo perdo io, nessuno me lo restituisce...
Mia replica: solo se trovi un altro stronzo come te...
(segue lite a sputi e insulti)  ahahahahahah

Interessante. Colgo l'occasione per esporre la mia attitudine al proposito (Mi sono capitati ambi i casi)

caso a: trovo un portafoglio con dentro 30 euro ed una tessera da studente = cerco e trovo la/il proprietario/a (Si può quasi sempre, alla peggio bastano nome, cognome, indirizzo e google) telefono dico che ho trovato il portafoglio e lo restituisco.

caso b: trovo un portafoglio con dentro 300 euro, una Amex, una Visa gold ed una tessera del golf club = mi tengo i soldi ed infilo il resto in una buca delle lettere.

Uno dei motivi è il caso c, esposto qui sotto ed altresí capitatomi:

primaverino ha scritto:[...]
Neanche il tempo di scendere dalla macchina e sto bastardo mi dice: "C'era dentro (nel portafogli) anche un pacco di centomila... Dove li hai messi?..."
E io: "Guardi che si sbaglia, non ho preso niente..."
Lui: "Mio figlio è avvocato e mia figlia Procuratore, quindi non so se ti conviene fare il furbo..."
Io: "Tuo figlio e tua figlia se ne possono andare affanculo insieme a te e a tutto il tuo paese... Se te ne vai subito, lo fai con le tue gambe..."
Altro addetto: "era meglio se ti tenevi la grana e buttavi il portafogli nel tombino nella buca delle lettere ..."
Il tizio se ne è andato... Pensate che a distanza di anni ricordo ancora il nome e il volto...
c'è da dire che a me è successo tre volte, due delle quali mi è stato riportato integro...
(e la terza ero in rwanda...)

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Mer 16 Lug 2014 - 11:58

jessica ha scritto:... il dato dell'evasione fiscale è in effetti una stima, quello che ti sfugge è che di solito è fatta al ribasso, quindi...
E di grazia perché sarebbe "fatta al ribasso"?
Comunque al solito vai a cercare il paese con "... la maggiore vendita interna di beni di lusso al mondo, con una delle maggiori forbici di distribuzione della ricchezza d'occidente, col maggior numero di società offshore, fittizie, prestanome (e no profit che piacciono a te...), dove la metà dei possessori di yacht e un quarto dei possessori di aerei privati dichiara al fisco".
Per me ok, con questi signori io non ho nessun rapporto... fate pure la vostra lotta all'evasione fiscale, mi preoccupo al massimo che i loro capitali spariscano dall'Italia per trovare cittadinanze più "compiacenti"... ma poi non c'è da preoccuparsi più di tanto perché a meno che si chiamino Berlusconi in realtà contro di loro non fa esattamente nulla.
Mi preoccupo di milioni di artigiani, di commercianti (bottegai), di prefessionisti... per i quali l'evasione non è un optional... ma una necessità di sopravvivenza, senza la quale sparirebbero e allora? Chi pagherebbe le vacanze a Rimini (ma anche alla più economica Sharm... questo non l'hai ancora capito) a milioni di nullafacenti dei servizi pubblici?

Tu fai la tua retorica a buon mercato ma non rispondi mai ai post in cui si parla dei 25000 euro di multa al commerciante reo di tenere alla cassa del negozio la moglie in nero, del 70% di imposte che dovrebbe pagare nominalmente un artigiano con reddito lordo di 50000 euro per cui gliene resterebbero 15 per mantenere la famiglia, delle tasse pagate su affitti mai riscossi, delle imprese fatte chiudere dal Fisco... pardon non dal fisco da Equitalia!
Ecco tutti ora sono a criticare Equitalia, ma dimenticano o fan finta di non sapere per conto di chi agisce Equitalia... Equitalia cerca appunto di riscuotere i soldi degli evasori segnalati dal Fisco, dall'INPS, dai comuni...

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Mer 16 Lug 2014 - 13:56

paolo1951 ha scritto:
E di grazia perché sarebbe "fatta al ribasso"?
perchè se ti vai a leggere qualche nota metodologica sul calcolo dell'evasione capisci che in quasi qualsiasi modo (salvo quelli più a spanne) questo dato venga stimato, le stime finiscono col non considerare determinati metodi di evasione, che si tratti di modelli macroeconomici, di campionamenti statistici o di stime su controlli fiscali (e tanto per dirne una, le stime della corte dei conti, da quando si è decisa a farle, prima evidentemente non si dava molta importanza al fenomeno, infatti sono a circa la metà delle stime delle agenzie internazionali eseguite con metodi più attendibili).

Comunque al solito vai a cercare il paese con "... la maggiore vendita interna di beni di lusso al mondo, con una delle maggiori forbici di distribuzione della ricchezza d'occidente, col maggior numero di società offshore, fittizie, prestanome (e no profit che piacciono a te...), dove la metà dei possessori di yacht e un quarto dei possessori di aerei privati dichiara al fisco".
Per me ok, con questi signori io non ho nessun rapporto... fate pure la vostra lotta all'evasione fiscale, mi preoccupo al massimo che i loro capitali spariscano dall'Italia per trovare cittadinanze più "compiacenti"... ma poi non c'è da preoccuparsi più di tanto perché a meno che si chiamino Berlusconi in realtà contro di loro non fa esattamente nulla.
vedi, già il fatto che la chiami vostra rende bene l'idea di quale sia la tua posizione in questo genere di discussioni. mi ricordi wendell quando si parlava dei crimini comunisti in urss...
ad ogni modo io non vado a cercare proprio niente, questi sono i fatti, che ti piaccia o meno. vivi in un paese ricco, fatto di alti patrimoni (superiori alla maggior parte dei paesi industrializzati) che secondo te sono nelle mani di infermieri e maestri delle elementari, i veri ricchi magnaschei.

Mi preoccupo di milioni di artigiani, di commercianti (bottegai), di prefessionisti... per i quali l'evasione non è un optional... ma una necessità di sopravvivenza, senza la quale sparirebbero e allora? Chi pagherebbe le vacanze a Rimini (ma anche alla più economica Sharm... questo non l'hai ancora capito) a milioni di nullafacenti dei servizi pubblici?
beh fosse la sola cosa che non ho capito.
ad esempio non capisco come mai le dichiarazioni dei redditi e gli accertamenti sui beni abbiano distribuzioni diametralmente opposte,
oppure non capisco come mai il livello di tassazione d'impresa e il livello di evasione confrontati su decine di paesi non siano minimamente collegati, mentre lo siano assolutamente il livello di evasione e quello di accertamenti
non capisco come mai nei pochi accertamenti della finanza sui possessori di beni di lusso non ci finiscano mai dentro operai, bidelli e fattorini se non in percentuali ridicole
non capisco come mai ci sia gente che dichiari 20 mila euro l'anno e poi giri con una macchina che ne costa 100
non capisco come mai il mio idraulico mi fa la lacrimuccia al momento di staccarmi la ricevuta, perchè è vessato dalle tasse, ma poi a 30 anni ha casa di proprietà, moto, due auto e casa in val badia
e per finire, se è così difficile campare come imprenditore, non capisco come mai non sei rimasto a pulire cessi a 500lire l'ora...
misteri.



Tu fai la tua retorica a buon mercato ma non rispondi mai ai post in cui si parla dei 25000 euro di multa al commerciante reo di tenere alla cassa del negozio la moglie in nero, del 70% di imposte che dovrebbe pagare nominalmente un artigiano con reddito lordo di 50000 euro per cui gliene resterebbero 15 per mantenere la famiglia, delle tasse pagate su affitti mai riscossi, delle imprese fatte chiudere dal Fisco... pardon non dal fisco da Equitalia!
Ecco tutti ora sono a criticare Equitalia, ma dimenticano o fan finta di non sapere per conto di chi agisce Equitalia... Equitalia cerca appunto di riscuotere i soldi degli evasori segnalati dal Fisco, dall'INPS, dai comuni...
io non faccio proprio un bel niente, guardo dati da un lato e tue teorie strampalete, fantastiche soluzioni a mali malamente compresi e fantasticherie da il foglio dall'altro.
non vedo poi cosa dovrei risponderti a quel post? secondo te?
te l'ho già proposto una volta. invece di piangere tanto, a mia nonna serve una badante. se non arrivi a fine mese ho il lavoro che fa per te: 900 euri al mese, alloggio e buona parte del vitto. saresti un riccone no?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Mer 16 Lug 2014 - 17:18

jessica ha scritto:... te l'ho già proposto una volta. invece di piangere tanto, a mia nonna serve una badante. se non arrivi a fine mese ho il lavoro che fa per te: 900 euri al mese, alloggio e buona parte del vitto. saresti un riccone no?
Si potrebbe anche fare jessica ... anche se l'idea di averti come datore di lavoro non mi alletta!
Sai come ti avevo già scritto, subito dopo essere tornato dal servizio militare ho lavorato per qualche anno come dipendente nel CNA... è stato così che sono diventato di destra.
Per inciso ti faccio notare che però continuerei ad essere un evasore fiscale... credo che tu sappia che le badanti devono fare il modello UNICO... a loro stranamente le tasse non le paga il datore di lavoro. Con 900 euro al mese facciamo per 13 mensilità e cioè 11.700 annue paghi circa 2.000 euro di irpef e addizionali... carneval 
E' vero quasi nessuna badante le paga ma... appunto perché si tratta di evasori fiscali da perseguire!

Così come per la badante avviene per tanti piccolissimi artigiani, se pagassero le tasse "giuste" pagherebbero una cifra spropositata rispetto al loro reddito! La badante in quanto "assimilata" al lavoratore dipendente se la cava con meno di 2000, ma un  autonomo che guadagni quella cifra ne pagherebbe almeno il triplo!

Cara, jessica tu per quello che scrivi mi appari un misto tra la vergine Maria e Catone il Censore... a parte le cazzate che scrivi io non so nulla di te, però non mi convinci... mi piacerebbe davvero conoscerti meglio.
Come Villaggio ha detto che gli sembra impossibile che un uomo intelligente come Ratzinger creda nella verginità della Madonna, così io non riesco proprio a credere nella tua "verginità morale"... ok non mi sembri molto intelligente, ma neanche così stupida da credere in buona fede in quello che scrivi.

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Mer 16 Lug 2014 - 17:42

paolo1951 ha scritto:Si potrebbe anche fare jessica ... anche se l'idea di averti come datore di lavoro non mi alletta!
Sai come ti avevo già scritto, subito dopo essere tornato dal servizio militare ho lavorato per qualche anno come dipendente nel CNA... è stato così che sono diventato di destra.
ma no, figurati, saresti alle dipendenze del mi babbo... al massimo mi prepareresti un caffè quando vengo a trovare i nonni...


Per inciso ti faccio notare che però continuerei ad essere un evasore fiscale... credo che tu sappia che le badanti devono fare il modello UNICO... a loro stranamente le tasse non le paga il datore di lavoro.
come tutti i comuni mortali con un contratto con un apersona in carne ed ossa (o anche quelli a cui il datore di lavoro pur potendolo fare non fa da sostituto). suvvia, non ti farai mica spaventare da un po' di scartoffie da compilare? ma poi tranquillo, di solito fa il commercialista anche quello della badante...

Con 900 euro al mese facciamo per 13 mensilità e cioè 11.700 annue paghi circa 2.000 euro di irpef e addizionali... carneval 
E' vero quasi nessuna badante le paga ma... appunto perché si tratta di evasori fiscali da perseguire!
ma va là. non ho mai messo naso nei numeri precisi ma sono ben di meno. e comunque questo la dice ben lunga sulla volontà dello stato di recuperare l'evaso: l'inps o chi per esso sa esattamente come e quanto versiamo alla badante, ma poi la lascia libera di pagare le tasse se vuole. le famose tasse volontarie di cui si diceva...
risultato?

Così come per la badante avviene per tanti piccolissimi artigiani, se pagassero le tasse "giuste" pagherebbero una cifra spropositata rispetto al loro reddito! La badante in quanto "assimilata" al lavoratore dipendente se la cava con meno di 2000, ma un  autonomo che guadagni quella cifra ne pagherebbe almeno il triplo!
dieci volte tanto direi io... anzi, più di quanto guadagna.
ahhh lo stato criminale che strozza l'economia!!!

essica tu per quello che scrivi mi appari un misto tra la vergine Maria e Catone il Censore... a parte le cazzate che scrivi io non so nulla di te, però non mi convinci... mi piacerebbe davvero conoscerti meglio.
Come Villaggio ha detto che gli sembra impossibile che un uomo intelligente come Ratzinger creda nella verginità della Madonna, così io non riesco proprio a credere nella tua "verginità morale"... ok non mi sembri molto intelligente, ma neanche così stupida da credere in buona fede in quello che scrivi.
ecco, invece io non posso dire chi mi appari tu per quello che scrivi, se no mi tocca bannarmi da sola.

io non credo in nessuna verginità morale, è chiaro che praticamente chiunque, se lasciato libero di scegliere se pagare o meno una cosa (o di lavorare o meno una volta che ha lo stipendio) sceglie l'o meno, o almeno quando si tratta di dare i soldi ad entità astratte che se ne mangiano tre quarti e l'ultimo quarto lo spendono male, ma è appunto il fatto che glielo si lasci fare che mi pare scandaloso.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Mer 16 Lug 2014 - 19:17

Solo una precisazione, anzi due: ho forse un po' esagerato con i 2000 euro o poco meno che deve pagare la badante che ha un reddito di 11.700 euro annui ... quindi ti do i dati precisi per una badante che non abbia coniuge o figli a carico o altri costi deducibili e/o detraibili, che abiti in Piemonte e nel comune di Ovada e faccia per la prima volta l'UNICO nel 2014 per redditi conseguiti nel 2013:
Irpef                    1.116.00
Add.comunale          47.00
Add.regionale         198,00

quindi solo          1.361,00
Però contemporaneamente verserà già il primo acconto del 2014 per euro        460,40
e a novembre il secondo acconto di euro 669,60... dalla dichiarazione 2015 essendo ormai a "regime" pagherà solo 1360 euro all'anno.

Per il piccolissimo artigiano invece le cose sono molto peggio perché qualunque sia il suo reddito pagherà comunque fino ad un reddito di 15.357 euro 3.347 di "tasse INPS", poi avrà il premio INAIL (variabile a seconda del rischio... ma sempre indipendente dal reddito) facciamo 400-500 euro.
Poi immaginando appunto 11.700 di reddito lordo, verserà 2.100 di IVA, niente IRAP perché sceso ormai vicinissimo ai 9.500 che è la quota esente e solo... diciamo 500 euro di imposte. Quindi in totale 5.950 circa. Questa volta ho tralasciato il meccanismo degli acconti...

Se vuoi altri esempi non hai che da chiederlo.
PS: avendo ipotizzato un piccolissimo artigiano ho voluto supporre inesistenti altre imposte e tasse: tipo TARI, IMU, imposte comunali diverse,... però mi sono anche dimenticato del diritto annuale CCIAA (100 euro) e altre quisquilie che ora non mi vengono in mente.

PS: non si sogni poi il nostro artigiano di mettersi in negozio una piccola TV ... sarebbero altri 400 euro di canone RAI.  moon

PPS: in quest'ultimo caso ci sarebbe da pagare anche la SIAE... non so quanto sia!

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Mer 16 Lug 2014 - 19:35

In base alle considerazioni di cui sopra ora la nostra jessica andrà a spiegare lei ad un ragazzo diciamo neodiplomato che si è messo a riparare PC e a fare assistenza software (recupero dati su computer "bloccati", reinstallazione del S.O. e dei programmi, gestione della rete, ecc.) che dei 12.000 euro guadagnati nel 2013 ne deve dare allo Stato 6.000!

I casi sono due: o verrà da subito ad ingrossare la schiera dei delinquenti (alias evasori fiscali), oppure smetterà subito di lavorare e farà il disoccupato in attesa che lo Stato gli dia un posto di lavoro... magari precario ma onesto, socialmente utile e dove i mille euro al mese non siano "rubati".  boxed 
Per esempio se fortunato e con santi in Paradiso cercherà di fare il "tecnico" in una scuola... sai jessica quelli che nessuno ha  mai capito cosa facciano...
Io ne visto qualche mese fa uno davanti ad un PC che diceva "questo è da buttare... bisognerebbe poterne comprare uno nuovo, ma i fondi..."
Domanda: cosa ha il PC?
Risposta: non si riesce più a fare lo shut-down!
Domanda: Ha provato a vedere se c'è qualche processo in corso che blocca?
Risposta: ??!!!???
SOLUZIONE: Ctrl + Alt + Canc
System manager
Termina una certa applicazione... e tutto risolto!
Peccato che la scuola non avesse avuto maggiori fondi per poter comprare subito un PC nuovo!

PS: però certe cose nelle tue statistiche non sono mica "monitorate" carneval 

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo Gio 17 Lug 2014 - 1:35

La soluzione è mandare via Renzi, Napolitano e soprattutto Papa Francesco...

Sono loro la rovina dell'Italia...

Il dibattito che si è creato è interessante ma con questi personaggi niente di buono potrà accadere...

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.01.14

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Gio 17 Lug 2014 - 12:08

paolo1951 ha scritto:Solo una precisazione, anzi due: ho forse un po' esagerato con i 2000 euro o poco meno che deve pagare la badante che ha un reddito di 11.700 euro annui ... quindi ti do i dati precisi per una badante che non abbia coniuge o figli a carico o altri costi deducibili e/o detraibili, che abiti in Piemonte e nel comune di Ovada e faccia per la prima volta l'UNICO nel 2014 per redditi conseguiti nel 2013:
Irpef                    1.116.00
Add.comunale          47.00
Add.regionale         198,00

quindi solo          1.361,00
Però contemporaneamente verserà già il primo acconto del 2014 per euro        460,40
e a novembre il secondo acconto di euro 669,60... dalla dichiarazione 2015 essendo ormai a "regime" pagherà solo 1360 euro all'anno.
non esattamente. con la cifra ci hai quasi preso (1380 dati alla mano), ma il lordo badante era un po' superiore ai 12 mila, anno 2012 però. che vuol dire una tassazione complessiva media poco sopra il 10%. un furto, davvero.


Per il piccolissimo artigiano invece le cose sono molto peggio perché qualunque sia il suo reddito pagherà comunque fino ad un reddito di 15.357 euro 3.347 di "tasse INPS", poi avrà il premio INAIL (variabile a seconda del rischio... ma sempre indipendente dal reddito) facciamo 400-500 euro.
Poi immaginando appunto 11.700 di reddito lordo, verserà 2.100 di IVA, niente IRAP perché sceso ormai vicinissimo ai 9.500 che è la quota esente e solo... diciamo 500 euro di imposte. Quindi in totale 5.950 circa. Questa volta ho tralasciato il meccanismo degli acconti...
Se vuoi altri esempi non hai che da chiederlo.
PS: avendo ipotizzato un piccolissimo artigiano ho voluto supporre inesistenti altre imposte e tasse: tipo TARI, IMU, imposte comunali diverse,... però mi sono anche dimenticato del diritto annuale CCIAA (100 euro) e altre quisquilie che ora non mi vengono in mente.
nient'affatto. i 3500 euri di tasse inps li ha pure la badante, semplicemente tu non li stai contando perchè non escono dal suo lordo percepito, ma li paga direttamente il papi, quindi l'unica differenza reale è che tu te li vedi entrare ed uscire (e ti incazzi) il dipendente no. cioè il costo della badante non è 12mila euri ma 15e mezzo. per il pagante padre sarebbe indifferente darli a lei tutti o pagarci l'inps, quindi eventualmente, il tuo ragionamento lo dovresti fare su 15mila euri non su 12.
e comunque anche il discorso iva non è così diretto come lo scrivi tu. quando mando una quotazione ci scrivo "875 euro + iva" che paga il compratore, ovviamente. tu decidi di farla rientrare nei 12 mila, ma solo per cercare di inasprire il "confronto" portando acqua al tuo mulino.

PS: non si sogni poi il nostro artigiano di mettersi in negozio una piccola TV ... sarebbero altri 400 euro di canone RAI.  moon
PPS: in quest'ultimo caso ci sarebbe da pagare anche la SIAE... non so quanto sia!
che ormai tu abbia una certa tendenza a gonfiare le cifre dei soldi che ti escono e a minimizzare quelle che ti entrano lo abbiamo capito... (e la cifra sarebbe uguale nache con la tv grande)
ma su una cosa in effetti hai ragione(così ti rispondo anche a quanto scrivi sotto). se davvero (al di là di una fase di avviamento o di un limitato periodo dimmerda) il nostro artigiano riuscisse a portarsi a casa un totale di 5000 euro l'anno, potrebbe chiudere bottega tranquillamente e venire a fare il badante.

paolo1951 ha scritto:In base alle considerazioni di cui sopra ora la nostra jessica andrà a spiegare lei ad un ragazzo diciamo neodiplomato che si è messo a riparare PC e a fare assistenza software (recupero dati su computer "bloccati", reinstallazione del S.O. e dei programmi, gestione della rete, ecc.) che dei 12.000 euro guadagnati nel 2013 ne deve dare allo Stato 6.000!
I casi sono due: o verrà da subito ad ingrossare la schiera dei delinquenti (alias evasori fiscali), oppure smetterà subito di lavorare e farà il disoccupato in attesa che lo Stato gli dia un posto di lavoro... magari precario ma onesto, socialmente utile e dove i mille euro al mese non siano "rubati".  boxed 
Per esempio se fortunato e con santi in Paradiso cercherà di fare il "tecnico" in una scuola... sai jessica quelli che nessuno ha  mai capito cosa facciano...
Io ne visto qualche mese fa uno davanti ad un PC che diceva "questo è da buttare... bisognerebbe poterne comprare uno nuovo, ma i fondi..."
Domanda: cosa ha il PC?
Risposta: non si riesce più a fare lo shut-down!
Domanda: Ha provato a vedere se c'è qualche processo in corso che blocca?
Risposta: ??!!!???
SOLUZIONE: Ctrl + Alt + Canc
System manager
Termina una certa applicazione... e tutto risolto!
Peccato che la scuola non avesse avuto maggiori fondi per poter comprare subito un PC nuovo!

PS: però certe cose nelle tue statistiche non sono mica "monitorate" carneval 
perdonami ma questa mi pare un po' ardua da credere (a meno che a causa dei tagli da te invocati non abbiano messo il bidello a fare il tecnico informatico, cosa possibilissima visto che non più di un anno fa hanno affidato la docenza di informatica ad un mio ex compagno di studi che insegnava matematica e i pc li usava solo per guardare youporn. questo perchè ovviamente non è possibile spendere), anche la mia nonna di cui sopra sa staccare la spina.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Justine Gio 17 Lug 2014 - 13:54

novaragiacomo ha scritto:La soluzione è mandare via Renzi, Napolitano e soprattutto Papa Francesco...

Sono loro la rovina dell'Italia...

Il dibattito che si è creato è interessante ma con questi personaggi niente di buono potrà accadere...

Il problema è che in Italia, come altrove, vige un habitat morale e mentale per cui ogni nuovo sforzo in favore del rinnovamento sarebbe maciullato, visto di sottecchi e naturalmente rapinato delle originali intenzioni dalle masse di soliti. Il problema, purtroppo, non è costituito da quei soli tre vertici, sono le fondamenta ad essere bacate e prese d'assalto

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
Justine
Justine
----------
----------

Femmina Numero di messaggi : 15532
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.05.14

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Gio 17 Lug 2014 - 14:42

jessica ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
Per il piccolissimo artigiano invece le cose sono molto peggio perché
[...]
nient'affatto. i 3500 euri di tasse inps li ha pure la badante, semplicemente tu non li stai contando perchè non escono dal suo lordo percepito, ma li paga direttamente il papi, quindi l'unica differenza reale è che tu te li vedi entrare ed uscire (e ti incazzi) il dipendente no. cioè il costo della badante non è 12mila euri ma 15e mezzo. per il pagante padre sarebbe indifferente darli a lei tutti o pagarci l'inps, [...]


Al solito ci si confonde perché si scambia la c.d. "inps-carico ditta" per sostituzione d'imposta (contributo, in questo caso).
Inutile dire che non lo è affatto...  mgreen

Paolo invece confrontando dipendente e artigiano mette insieme pere e mele...
Normalissimo che non vi intendiate mai...

Permettetemi di scherzarci su...
Paolo51: vorrei sapere qual è il tuo piatto preferito
Jessica: Ovviamente è giovedi... Solo che tu come al solito fai i tuoi reset di memoria
P: il mio è melanzane alla parmigiana, ma tu come al solito dici spaghetto al pomodoro
J: no, caro mio! Se non sai che l'Istat dice che è proprio giovedi, informati meglio, anziché andare al pub...
P: e infatti anche al pub sanno benissimo che lo spago al pomodoro non lo reggo... Ma tu, tutta comunismo & statistiche inventate, nemmeno ti accorgi delle cazzate che spari...
J: Senti chi parla! Quello che non sapeva nemmeno che ieri era mercoledì...

p.s.: senza offesa, neh?...
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Gio 17 Lug 2014 - 15:16

no, nessuna offesa figurati, solo che non capisco bene quale sarebbe il punto.
se paolo mi dice che sui 12 mila euri l'artigiano deve pagarsi la pensione e la badante no, non è perchè la badante non paghi contributi, ma semplicemente perchè chi materialmente manda i soldi all'inps non è lei, bensi chi le dà il lavoro da fare... quindi lui sta confrontando un "contratto" da 15500eu con uno da 12mila andando a togliere i 3500 dai 12 invece che dai 15. (anzi con uno da 10 mila per l'esattezza, pigliando dentro anche discorso iva) cioè sta confrontando due spese diverse sostenendo che una delle due deve pagare di più.

non ho capito nenache cosa c'entri il sostituto d'imposta, una badante non ha sostituto d'imposta, di solito. l'irpef o chi per esso se lo dovrebbe pagare lei...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Gio 17 Lug 2014 - 15:18

Ma sta badante è assunta o ha la partita iva o cosa?
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo Gio 17 Lug 2014 - 15:22

Loki ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:La soluzione è mandare via Renzi, Napolitano e soprattutto Papa Francesco...

Sono loro la rovina dell'Italia...

Il dibattito che si è creato è interessante ma con questi personaggi niente di buono potrà accadere...

Il problema è che in Italia, come altrove, vige un habitat morale e mentale per cui ogni nuovo sforzo in favore del rinnovamento sarebbe maciullato, visto di sottecchi e naturalmente rapinato delle originali intenzioni dalle masse di soliti. Il problema, purtroppo, non è costituito da quei soli tre vertici, sono le fondamenta ad essere bacate e prese d'assalto



Concordo Loki,

infatti quei tre comandano perché il popolo italiano glielo permette...

Ma se non ci fossero sarebbe molto meglio visto gli immensi danni che stanno combinando...

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.01.14

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Ospite Gio 17 Lug 2014 - 16:00

primaverino ha scritto:Ma sta badante è assunta o ha la partita iva o cosa?
ah, partita iva sicuro che no. credo sia un contratto nazionale proprio per colf badanti.
tra l'altro il costo totale annuo è superiore ai 15500 di cui si diceva (ho solo riutilizzato i 3500 scritti da paolo) e credo si aggiri sui 17mila e qualcosa, comprese tredicesime, ferie, tfr, confbadanti o qualcosa di simile)

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Gio 17 Lug 2014 - 16:19

jessica ha scritto:
primaverino ha scritto:Ma sta badante è assunta o ha la partita iva o cosa?
ah, partita iva sicuro che no. credo sia un contratto nazionale proprio per colf badanti.
tra l'altro il costo totale annuo è superiore ai 15500 di cui si diceva (ho solo riutilizzato i 3500 scritti da paolo) e credo si aggiri sui 17mila e qualcosa, comprese tredicesime, ferie, tfr, confbadanti o qualcosa di simile)

Mah...
Nel frattempo che aspettavo la tua risposta ho fatto un giro-web e ne son tornato con le idee ancora più confuse...
Non credo che la badante sia un buon termine di paragone...
Sia nel caso di raffronto con il piccolo artigiano che nel caso del "normale" lavoratore dipendente.
Intanto c'è da distinguere se è convivente o non convivente...
In questo secondo caso la settimana lavorativa può arrivare fino a 54 ore/sett (impossibile in nessun altro CCNL, salvo deroghe...)
Poi, secondo alcuni, sarebbe meglio specificare dettagliatamente orari e giorni di riposo "nero su bianco" che data la scivolosità dell'argomento c'è il rischio "vertenza-finale" in caso di risoluzione più o meno consensuale del rapporto, con prevedibile esborso-extra da parte del datore di lavoro...
In caso di non convivenza è previsto sia il full-time (40 ore + eventuali 8 strao e basta) oppure part-time...
Penso (non dico sia il caso vostro) che la maggior parte di chi le assume opti per il part-time e poi ci mettiamo a posto... Ma forse sono io che son malfidato e "loro" che sono coglioni, come scopriranno a loro spese in caso di cessazione anticipata...
Poi c'è da dire che non esiste il CCNL badanti, ma un più generico Contratto per i lavoratori domestici (da qui il mio rinnovo a perorare presso il papi l'assoluta necessità di un "damo di compagnia" che possa aiutare te e i tuoi cari ad oziare nei momenti di tempo libero...)  mgreen 

Quindi l'argomento è come al solito regolato (siamo pur sempre in Italia) in modo cevellotico e per di più liquido (per curiosità ho telefonato anche al commercialista il quale quando gli ho detto: "senti, per curiosità, volevo qualche informazione sul contratto delle badanti" mi ha risposto: "ho da fare. Non rompermi i coglioni e vaffanculo! - riattaccando)  ahahahahahah 

Il che non mi stupisce affatto...
Pensa che noi siamo considerati "commercianti" ma data l'evidente manipolazione dei prodotti saremmo a tutti gli effetti "artigiani" eppure il nostro CCNL è quello del Turismo... Manco quello del Commercio...
Quindi, seppure le nostre due attività non si somigliano nemmeno, tecnicamente sono un collega di tuo padre (e pure di Paris Hilton)  eeeeeeek
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Gio 17 Lug 2014 - 16:26

La differenza è che jessica vive nella "realtà" di un mondo fatto di statistiche, di calcoli, di teorie economico-politiche magari sfornate da esimi premi nobel e di dogmi religiosi che la tradizione e la Chiesa ci dicono essere verità assolute secondo la massima "abbiamo sempre fatto così".
Io vivo terra a terra in mezzo alla gente, in mezzo artigiani e commercianti che non sanno di essere così ricchi come dice jessica, che hanno i loro conti correnti non alle Turks e Caicos ma alla locale agenzia dell'Unicredit o del San Paolo... e sono sempre cronicamente in "rosso".
Che passano la giornata a telefonare al fornitore Caio per dire che quella RiBa a fine mese non sanno se potranno pagarla e al cliente Caio per dire se ha fatto il bonifico che aveva promesso a copertura di quell'insoluto!
Questa gente lotta quotidianamente contro un grande nemico, il Fisco. Il fisco impone loro un pizzo più esoso di quello che imporrebbe la mafia... rispetto alla mafia, finora, non utilizza per convincerti metodi tipo rapirti e violentarti moglie o figlia, e nemmeno la condanna a morte... si limita a causarti danni "patrimoniali", a privarti di tutto compresa la casa e gli strumenti di lavoro. Questo avviene perché al momento lo Stato è più forte della Mafia... e quindi non ha bisogno di agire di nascosto, può agire alla luce del solo grazie alla Legge e ai suoi Magistrati.
Inoltre similmente alla Chiesa Cattolica Apostolica Romana lo Stato è anche psicologicamente il più forte, perché ha Dio dalla sua parte e tanti sacerdoti come jessica che portano in ogni angolo del paese il Verbo divino.
La Verità sta scritta nella Bibbia... cioè nei rapporti dell'OCSE, e tu eretico pentiti se vuoi almeno salvarti l'anima!

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Gio 17 Lug 2014 - 16:58

primaverino ha scritto:...
Mah...
Nel frattempo che aspettavo la tua risposta ho fatto un giro-web e ne son tornato con le idee ancora più confuse...
Non credo che la badante sia un buon termine di paragone...
No, non lo è perché le cose in realtà vanno molto diversamente... jessica che conosce le statistiche ci potrà illuminare su quante badanti ci siano in Italia, quante siano quelle iscritte all'INPS (tra l'altro il sistema di versamento per loro è completamente diverso da quello degli altri dipendenti), e quante facciano la denuncia dei redditi UNICO... queste ultime non dico si possano contare sulla punta delle dita ma quasi. io personalmente non ne ho mai visto una!

Quello che jessica però non riesce a capire e in parte neanche tu primaverino, è che non tutti i redditi sono omogenei... cioè possono essere trattati nello stesso modo.
Un dipendente costa all'azienda poco meno del doppio di quello che percepisce come stipendio netto in busta. Il suo stipendio è inoltre fissato dai CCNL, che ormai (anche se giuridicamente assurdo) vengono considerati dai nostri magistrati (di cui non si dirà mai abbastanza male) come fossero legge dello Stato.
Se l'azienda non riesce a sostenere la spesa di un dipendente deve licenziarlo... non vi è altra possibilità, e deve spesso farlo scegliendo le indicazioni dei sindacati, cioè salvaguardando il lavativo e penalizzando i migliori.
Questo ha una logica: i migliori potranno più facilmente trovare altrove un lavoro rispetto all'incapace o al pelandrone.

Se poi il dipendente è uno statale o "assimilato" il problema non si pone lo stato o l'azienda autonoma deve comunque tenerlo e pagargli "quanto gli spetta"... il costo aumenterà il deficit aziendale, ma ci penserà "qualcuno" a ripianarlo... (vedi sempre Alitalia per fare un esempio).

Per l'autonomo non è così... semplice!
Il suo stipendio non è garantito da nessuno, può anche andare sottozero ma non importa, certe imposte le deve comunque pagare! Nell'anno in cui guadagna dovrebbe dare il 60% o più del suo "utile" (utile che magari può anche non essere percepito... questo jessica non lo dice!!!) allo Stato, e quando non guadagna deve arrangiarsi... come tu sai bene, il fisco ti dice semplicemente: come è possibile che se prima guadagnavi 100 ora non guadagni neanche più 10???

Siamo in presenza di una rapina assurda, di un comportamento assolutamente asociale ed economicamente suicida per tutto il paese!
E' significativo che coloro che difendono questo sistema siano gli stessi che su Facebook ci mostrano le foto dei bambini palestinesi uccisi dagli Israeliani, come se gli assassini di quei bambini insieme ad Hamas (che li usa come scudi umani) non fossero proprio loro che sostengono Hamas... che inducono Hamas a sacrificare cinicamente quei bambini per avere l'appoggio dell'opinione pubblica "internazionale".

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino Gio 17 Lug 2014 - 17:36

Lo so, Paolo...
Purtroppo nessun "modello matematico" e a maggior ragione gli studi di settore o i "metodi di accertamento" che comunque non sono campati per aria, tiene conto dello stato di crisi che a vario titolo investe l'economia reale del Paese da almeno sette anni*.
Quando nel mio "discorso conclusivo" agli agenti del Fisco (verifica fiscale per l'anno 2011... Troppi dipendenti: come li pagavi?... Non li pagavo... Eh, troppo comodo...) di cui ho già data ampia informazione ho detto loro: "E vedrete che quando passerete ad esaminare le attività per il biennio 2012-2013, per non parlare del '14, dovrete pur rendervi conto dell'assoluto scollamento tra metodo d'indagine e realtà", neppure loro (che erano tutt'altro che di primo pelo) hanno fiatato.
Soddisfazione del menga (l'ho già detto) ma tant'è...
Ma noi siamo ancora qui a discutere dell'idraulico trentenne che possiede due case (come il mio cameriere, la seconda l'ha ereditata la moglie [insegnante], insieme ad un uliveto in puglia e ad una "casona colonica" di 100 anni che cade a pezzi ma è di 380 mq...) e due auto (come il mio cameriere) e la moto (il mio cameriere no... Però ha tre biciclette, fa lo stesso?) e che quest'anno siccome gli è morto il padre (contadino) ha ereditato un terzo (sono tre fratelli) di un podere immenso sui monti calabri, frutto di eredità ataviche...
Pensa... Ora pure lui (per il Fisco) è "un ricco"... Solo che non prende lo stipendio da tre mesi...
Chissà cosa dice sant'Istat al riguardo...

*) Sette anni ma non per tutti... Purtroppo la crisi (già sintomatica allora) si è vieppiù estesa a macchia dì'olio e (parlo del mio settore) molti locali che ancora fino a meno anni fa languivano, ora sono miei compagni di sorte...
E io che pensavo di essere l'unico sfigato che disimparò il mestiere... Mi sbagliavo, ma chissà perché non me ne consolo...
Dalle mie parti dopo l'ondata dei "cinesi con la valigia" (piena di soldi) ora cominciano a cambiare gestione anche i loro locali...
Radioserva (il miglior servizio di intelligence del mondo) ha detto che un grosso cinese che possiede otto ristoranti di cui quattro a Milano, due sul Verbano, uno a Busto (con tutto il posto che c'era, mannaggia...) e uno a Varese è in procinto di chiuderne due (a Milano) perché ci smena 20.000 euro/mese cad.
Sempre Radioserva dice che la Ferrero (che attualmente paga un milione di tasse in Italia ogni miliardo di euro di utili, dato che il "grosso" delle tasse lo versa in Lussemburgo, ma qui lo dice il Sole-24 ore, non solo Radioserva...) sta aspettando il 2015 (quando esploderanno gli scandali Expo a Milano in forma virulenta) per trasferire la produzione all'estero...
Ma è tutta colpa di quel pirla lì che a trent'anni ha la moto.
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 Gio 17 Lug 2014 - 17:49

Vedi caro primaverino la "realtà" non viene a galla per vari motivi, ma principalmente per tre:
1) ... e qui devo dar ragione a jessica (faccio per dire... che più che ragione le darei volentieri dell'olio di ricino), a causa dell'evasione fiscale. Se non ce la faccio ad andare avanti per prima cosa "evado"... oppure dichiaro il reddito e il relativo debito fiscale ma poi non lo pago. Anche nel secondo caso prima che Equitalia proceda ... ci vuole un bel po' di tempo, però poi alla fine tutti i nodi vengono al pettine!
2) le banche, malgrado ci si lamenti che le banche abbiano stretto i cordoni della borsa... forse a ben guardare sono ancora fin troppo "generose", lasciano cioè le aziende indebitarsi eccessivamente per le loro possibilità di ... recupero.
3) il TFR, molte aziende hanno un debito per il TFR spaventoso che se dovessero chiudere oggi non sarebbero assolutamente in grado di pagare... ma se tiri avanti, per il momento il TFR non lo devi pagare.
Come succede per lo Stato, anche troppe aziende si fondano ormai sui "debiti" che rinviano e ... sui crediti fittizi che mai incasseranno.

_________________
«Tantum religio potuit suadere malorum»
Lucrezio Caro - De rerum natura

« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco,
che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo,
scusandosi col dir: "Non lo conosco"! »
(epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio)
paolo1951
paolo1951
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 5272
Età : 71
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Left_bar_bleue60 / 7060 / 70Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Torna in alto Andare in basso

Quegli 80 euro di Renzi - Pagina 4 Empty Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 20 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 12 ... 20  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.