Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Costruire un intero articolo su una frase scontata...

2 partecipanti

Andare in basso

Costruire un intero articolo su una frase scontata... Empty Costruire un intero articolo su una frase scontata...

Messaggio Da Ludwig von Drake Lun 1 Giu 2009 - 10:36

Dialogo fra il Papa e un bambino. «Ma tu, avevi mai pensato di diventare Papa?» E lui, Benedetto: «Non me lo sarei mai immaginato. Ancora ho difficoltà a capire come il Signore abbia pensato a me, destinato proprio me a questo ministero, ma lo accetto dalle sue mani, anche se è una cosa che va molto oltre le mie forze. Ma il Signore mi aiuta» (Abbiamo capito che questo “Signore” ti ha raccomandato e continua a raccomandarti, però evita di dirlo in pubblico e di vantartene pure...).

Accade spesso, e chi ha figli lo sa, che siano i bambini a fare le domande più autentiche: quelle che mettono a nudo, e costringono a guardarsi dentro (eh già, che domanda ardua, proprio non si era mai sentita una domanda del genere. Certo, mette a nudo tutte le idiosincrasie della figura papale e dell’inesorabile solco tra verificare e credere per fede...). Ma tu, avevi mai immaginato di diventare Papa? No, ha sorriso Benedetto XVI, riandando col pensiero a sé, bambino nella Germania della guerra: «Ero un ragazzo abbastanza ingenuo, in un piccolo paese» . Ma il giovane interlocutore ha spinto il Papa ancora oltre nella sincerità. Quell’ «ancora ho difficoltà a capire perché il Signore abbia scelto proprio me » sa di un interrogarsi interiore lungamente frequentato, dal giorno dell’elezione al soglio di Pietro; forse già dalle ore in cui sapeva che i voti del Conclave convergevano sulla sua persona. « Perché proprio me? Questo compito va oltre le mie forze». Il segreto lavorio della coscienza del Papa, rivelato dalla domanda di un ragazzino. (Già, proprio un investigatore questo ragazzino! Noi che ci aspettavamo che il papa commentasse “sono stato scelto perché sono il migliore, perché ho buoni agganci in vaticano e ho lisciato per bene le piume di quel polacco” siamo rimasti proprio scioccati che il papa desse quella risposta...)

E ci sarà forse chi se ne stupisce, e chi se ne smarrisce (stupito e smarrito, proprio le due parole che mi sono venute in mente leggendo quella sorprendentissima frase del papa) : il Papa, che avverte il suo compito superiore alle sue forze? Che si domanda perché è toccato proprio a lui? Certo, è difficile immaginare che si pongano questa stessa domanda i capi delle nazioni, e i presidenti delle multinazionali che governano il mondo. Non hanno di queste inquietudini, solitamente, gli uomini che praticano il potere. E se proprio qualcuno glielo chiedesse, se fossero sinceri direbbero: sono qui perché sono il migliore, il più intelligente, il più abile, il più scaltro. (Come no, qualunque capo di stato intelligente affermerebbe sono qui perché sono il migliore, “io so io e voi non siete un cazzo” è la tipica frase utilizzata per raccogliere ancora più voti) Sono qui per il mio merito e per la decisione con cui ho costruito il mio personale progetto. E invece l’uomo che siede sul soglio pontificio ragiona in tutta un’altra prospettiva.

Quella di chi è stato scelto per un compito, che non immaginava e a lui stesso pareva troppo gravoso. Quella di chi, tuttavia, aderisce ad un disegno non suo: certo che Dio lo aiuta. La differenza di sguardo contenuta in quella breve risposta, è radicale. È lo scarto fra la vita intesa come un proprio autocentrato progetto, o invece come un disegno di Dio, cui liberamente aderire. Nel 'mondo' è così obbligatoria e diffusa la prima prospettiva – la tensione a seguire se stessi, le proprie inclinazioni, e il denaro, la gloria, il potere – che la risposta del Papa a qualcuno potrà sembrare quasi incomprensibile (Proprio incomprensibile come dicevo...). Invece quest’uomo ci dice semplicemente che, lì dove è seduto, non ci si è portato da sé, né ha lavorato in tal senso. (Infatti, confermo, lui stava pascolando pecore in Australia quando l’hanno eletto papa).

Ci è stato chiamato, messo, da un disegno altrui e sconosciuto, cui pure ha consentito, per servire la Chiesa. Perché i cristiani sanno che c’è un disegno per ciascuno: umile, apparentemente comune, o straordinario, ma in nessun caso irrilevante (e così va a farsi f... il libero arbitrio, ognuno di noi ha un suo disegno). La risposta dell’uomo a questo disegno si chiama vocazione: ciascuno ha la propria, ognuno è chiamato a un compito, in cui realizzerà la propria vita. Non solo per sé, ma per gli altri. Ogni vita è servizio per gli altri. Ora, oggi questa idea dell’umano destino può apparire sorprendente e scandalosa, nel tempo in cui libertà è solo culto e soddisfazione di inclinazioni, gusti, o di mode.

Per il cristiano invece il destino è in un 'sì'; in fin dei conti, in una obbedienza. Ma questa parola da molti anni non piace: vecchia, impronunciabile, proibita (probabilmente perché riporta alla mente il termine schiavismo che questo dio non ha mai condannato...). Che assurdità: il nostro destino, ce lo fabbrichiamo solo da noi (Infatti, costruire la propria vita da sé, seguendo le proprie passioni e attraverso i propri sforzi è qualcosa da demonizzare). E Dio, se anche c’è, è un Dio che con la nostra vita, quella di ogni mattina, non c’entra. «Ancora ho difficoltà a capire come il Signore abbia potuto pensare a me…». Piccolo, scandaloso dialogo, a Roma, tra un bambino e un cristiano.

Marina Corradi

L'Avvenire

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Costruire un intero articolo su una frase scontata... Left_bar_bleue0 / 700 / 70Costruire un intero articolo su una frase scontata... Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Costruire un intero articolo su una frase scontata... Empty Re: Costruire un intero articolo su una frase scontata...

Messaggio Da Kirbmarc Lun 1 Giu 2009 - 15:36

Cosa ti aspetti da "L'Avvenire"?

Fra l'altro, vorrei fare notare come, al solito, la religione cristiana reprima le doti individuali ed esalti il fatalismo. E poi c'è chi dice che i diritti umani (individuali per definizione) derivano dal cristianesimo...

In realtà, il cristianesimo, per forza di cose, non può ammettere diritti individuali, ma solo possibilità garantite da una autorità superiore.

Kirbmarc
-------------
-------------

Numero di messaggi : 65
SCALA DI DAWKINS :
Costruire un intero articolo su una frase scontata... Left_bar_bleue66 / 7066 / 70Costruire un intero articolo su una frase scontata... Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.12.08

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.