Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Patologia sociale.

5 partecipanti

Andare in basso

Patologia sociale. Empty Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 19:12

La più grande sorgente di paralisi sociale, il più grande distruttore dell'ecologia, la maggiore sorgente di spreco e inquinamento, il più grande fomentatore di violenza, guerra, crimine, povertà, il maggiore generatore di disordini mentali, depressione, ansia non è qualche disonesta corporation o gruppo finanziario, non è qualche imperfezione della natura umana e non è qualche associazione segreta che controlla il mondo, è in realtà il sistema socio-economico stesso, basato su profitto, competizione e distorsione dei valori.

(trovato in rete)

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 19:14

Dissento da quanto sopra. I sistemi socio-economici non nascono da soli, ma sono creati dagli uomini. Quindi la causa di quanto sopra va cercata nella mente degli uomini. Il sistema socio-economico è il bubbone, la mente umana il bacillo della peste.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da delfi68 Sab 25 Mag 2013 - 19:15

..piu' o meno uno sviluppo delle idee esposte nel Capitale di Marx..

Ma io insisterei sulla domanda: cui prodest? ma anche Chi Protest???
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue0 / 700 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da silvio Sab 25 Mag 2013 - 19:15

Purtroppo però è uno degli aspetti della selezione naturale, il sistema vita è micidiale, quanto di peggio ci sia.

_________________
dando venghi ? cosa ? Da Rebbibbia ? Da Reggina Celi ? No da Roma. Allora Venghi dalla Libertà !
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 19:18

delfi68 ha scritto:..piu' o meno uno sviluppo delle idee esposte nel Capitale di Marx..

Ma io insisterei sulla domanda: cui prodest? ma anche Chi Protest???
ed infatti il Capitale di Marx è una puttanata al cubo!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 19:20

silvio ha scritto:Purtroppo però è uno degli aspetti della selezione naturale, il sistema vita è micidiale, quanto di peggio ci sia.
è vero! e aggiungerei che l'animale uomo è assai difettoso, con adattamenti ambientali che fanno sempre più fatica ad essere funzionali per il singolo individuo.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da delfi68 Sab 25 Mag 2013 - 19:54

loonar ha scritto:
delfi68 ha scritto:..piu' o meno uno sviluppo delle idee esposte nel Capitale di Marx..

Ma io insisterei sulla domanda: cui prodest? ma anche Chi Protest???
ed infatti il Capitale di Marx è una puttanata al cubo!

Il capitalismo sta producendo piu' disgrazie che benefici, dopo una pur meritevole parabola opposta, quindi mi chiedo, come ma sopratutto QUANDO si deve dare un giudizio su un sistema (capitalismo)?

Marx prevedeva una disgrazia sul lungo termine, o almeno gli effetti di avvitamento negativo oltre una certa soglia di capitalizzazioni in ambiti territoriali ed elitari ristretti..quando si deve giudicare il Capitale di Marx?..negli anni 70/80 o nella prima meta' degli anni 2000? ..oppure tra qualche quinquennio, viste le previsioni? ..e come?..premiando i numeri differenziali tra benificiari e vittime del capitalismo o elaborando le caratteristiche QUALITATIVE della vita dei beneficiari o vittime del capitalismo..

Insomma se i vincitori, che scrivono la storia e la verita', alla fin fine divengono perdenti, qual'e' la vera verita'? la loro o dei posteri? ..qual'e' la verita' di giudizio sul sistema capitalistico..quella del luogo o del tempo, o se ne puo' formulare una generale?
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue0 / 700 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da silvio Sab 25 Mag 2013 - 19:54

Altro che disegno intelligente, il cazzo !

_________________
dando venghi ? cosa ? Da Rebbibbia ? Da Reggina Celi ? No da Roma. Allora Venghi dalla Libertà !
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 19:57

delfi68 ha scritto:
loonar ha scritto:
delfi68 ha scritto:..piu' o meno uno sviluppo delle idee esposte nel Capitale di Marx..

Ma io insisterei sulla domanda: cui prodest? ma anche Chi Protest???
ed infatti il Capitale di Marx è una puttanata al cubo!

Il capitalismo sta producendo piu' disgrazie che benefici, dopo una pur meritevole parabola opposta, quindi mi chiedo, come ma sopratutto QUANDO si deve dare un giudizio su un sistema (capitalismo)?

Marx prevedeva una disgrazia sul lungo termine, o almeno gli effetti di avvitamento negativo oltre una certa soglia di capitalizzazioni in ambiti territoriali ed elitari ristretti..quando si deve giudicare il Capitale di Marx?..negli anni 70/80 o nella prima meta' degli anni 2000? ..oppure tra qualche quinquennio, viste le previsioni? ..e come?..premiando i numeri differenziali tra benificiari e vittime del capitalismo o elaborando le caratteristiche QUALITATIVE della vita dei beneficiari o vittime del capitalismo..

Insomma se i vincitori, che scrivono la storia e la verita', alla fin fine divengono perdenti, qual'e' la vera verita'? la loro o dei posteri? ..qual'e' la verita' di giudizio sul sistema capitalistico..quella del luogo o del tempo, o se ne puo' formulare una generale?
il sistema capitalista non nasce dai semi, ma è creato dall'uomo
la radice del male è l'uomo, non i sistemi che crea

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da silvio Sab 25 Mag 2013 - 20:02

Trovatemi un sistema che ha fatto felice l'umanità, a me non viene nulla

_________________
dando venghi ? cosa ? Da Rebbibbia ? Da Reggina Celi ? No da Roma. Allora Venghi dalla Libertà !
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da delfi68 Sab 25 Mag 2013 - 20:04

..l'uomo e' un capitalista naturale? ..non saprei..molte culture, sebbene di piccoli gruppi, non mi sembrano sviluppare il capitalismo.

Geneticamente siamo capitalisti?.(seme)..uhm..boh..dovrei legegre qualche altro commento e qualche testo in merito a questa possibilita'..per adesso non ne sono sicuro..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue0 / 700 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da delfi68 Sab 25 Mag 2013 - 20:06

silvio ha scritto:Trovatemi un sistema che ha fatto felice l'umanità, a me non viene nulla

hai ragione...

Forse esistono brevissime parentesi positive durante lo sviluppo delle parabole che descrivono i sistemi. Nascita, cosolidamento, decadimento e fine.

Il capitalismo e' stato ottimo e di gran beneficio in certi brevi moemnti storici, mentre non aveva ancora depredato e mortificato certe aree e produceva ricchezza difusa in altre..
delfi68
delfi68
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 11241
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue0 / 700 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.10.09

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 20:20

delfi68 ha scritto:..l'uomo e' un capitalista naturale? ..non saprei..molte culture, sebbene di piccoli gruppi, non mi sembrano sviluppare il capitalismo.

Geneticamente siamo capitalisti?.(seme)..uhm..boh..dovrei legegre qualche altro commento e qualche testo in merito a questa possibilita'..per adesso non ne sono sicuro..
ma no!!!
Ho solo detto che qualsiasi sistema (feudale, capitalista, comunista, ecc...) nasce dall'interazione degli esseri umani, non è qualcosa di trascendente che ci casca addosso!
Se il sistema è malato (ed ha ragione Silvio che sono tutti malati) io ritengo che sia dovuto al fatto che è l'uomo che è malato e crea per questo sistemi malati.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da silvio Sab 25 Mag 2013 - 20:21

IL problema grosso è che naturalmente si creano cartelli e gruppi di potere a danno dei deboli, oggi nel duemilatredici abbiamo ancora un bambino che muore di fame o malattia ogni cinque minuti, sono dati da film dell'orrore.
Allora difronte a questo scandalo, che vero progresso abbiamo fatto ?

_________________
dando venghi ? cosa ? Da Rebbibbia ? Da Reggina Celi ? No da Roma. Allora Venghi dalla Libertà !
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da teto Sab 25 Mag 2013 - 20:25

è giusto definire competizione internazionale = guerra?

In un pianeta con 7 miliardi di persone e 189 stati la competizione internazionale è semplicemente il controllo delle risorse, chi non aumenta il proprio PIL muore chi invece lo aumenta sopravvive.
teto
teto
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2136
Età : 30
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 16.04.10

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 20:35

il punto è che l'uomo non cresce e sviluppa bene, viene educato alla violenza e poi da grande perpetua questo sistema basato sullo sfruttamento.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da Paolo Sab 25 Mag 2013 - 20:41

Ma come puoi pensare di riassumere una situazione così complessa come quella del genere umano con quattro considerazioni? Stiamo parlando di miliardi di persone, di migliaia di culture e di mentalità del tutto diverse. I valori su cui noi fondiamo le nostre posizioni sono del tutto differenti da quelle di altri popoli. Dopo millenni di distanze economico sociali in pochi decenni dobbiamo affrontare una globalizzazione che sta sviluppandosi ad una velocità che più nessuno sa controllare e prevedere. Per me dare giudizi e valutazioni così lapidarie mi sembra del tutto fuori posto. Il discorso è molto molto più complesso di come lo si vuole porre.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 20:44

Paolo ha scritto:Ma come puoi pensare di riassumere una situazione così complessa come quella del genere umano con quattro considerazioni? Stiamo parlando di miliardi di persone, di migliaia di culture e di mentalità del tutto diverse. I valori su cui noi fondiamo le nostre posizioni sono del tutto differenti da quelle di altri popoli. Dopo millenni di distanze economico sociali in pochi decenni dobbiamo affrontare una globalizzazione che sta sviluppandosi ad una velocità che più nessuno sa controllare e prevedere. Per me dare giudizi e valutazioni così lapidarie mi sembra del tutto fuori posto. Il discorso è molto molto più complesso di come lo si vuole porre.
per me invece no. La questione è semplicissima. L'educazione dei cuccioli d'uomo è fondamentale per i destini delle società umane. La pedagogia è l'unica possibilità di salvezza dell'umanità.
Mi meraviglio di come la cosa vi risulti tanto astrusa!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da Paolo Sab 25 Mag 2013 - 20:50

Si ma la pedagogia è uno strumento. Il problema è come si ritiene giusto usarlo. L'idea di uno svedese è diverso dal nostro. Quello di un cinese è ben diverso da quello di un salvadoregno. Poi ci sono i tibetani, i neozelandesi, i sudafricani..... E poi..... Ecco tutti diversi e moltissssiomo uno dall'altro. E nessuno ha torto così come nessuno ha ragione. E tu dici che è semplicissimo? Mah?? thinkthank

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 21:40

Paolo ha scritto:Si ma la pedagogia è uno strumento. Il problema è come si ritiene giusto usarlo. L'idea di uno svedese è diverso dal nostro. Quello di un cinese è ben diverso da quello di un salvadoregno. Poi ci sono i tibetani, i neozelandesi, i sudafricani..... E poi..... Ecco tutti diversi e moltissssiomo uno dall'altro. E nessuno ha torto così come nessuno ha ragione. E tu dici che è semplicissimo? Mah?? thinkthank
MA che stai a dire?
Pensi che un neonato salvadoregno abbia esigenze affettive diverse da un neonato svedese?
Tu mi pare che parti alla carica senza manco capire che ho detto e mo andrai avanti a giustificare 'sta tua presa di posizione.

E poi (vedi grassettato) che intendi per "idea"? Idea di che?
Mi sa tanto che stai a chiacchierare tanto per fare il bastian contrario!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da Paolo Sab 25 Mag 2013 - 22:04

Per idea intendo l'insieme dei valori su cui si fonda una mentalità o una cultura. Tu dai per scontato che la tua (in senso impersonale) sia l'unica o comunque quella giusta. Ma non è così. Un esempio. Noi consideriamo giusto e logico che un genitore si sacrifichi per un figlio. Sia anche disposto a dare la vita. In culture diverse non è così. Un figlio è sacrificabile per il bene della famiglia. Intendo che se viene a mancare il capo famiglia tutta la famiglia è condannata, e non ha possibilità di sopravvivere. Un figlio lo puoi ancora avere. E questo oggi forse può sembrare esagerato, ma per millenni è stato così. E le mentalità, e i principi su cui si fondano, non mutano in pochi anni. Un altro esempio. In Cina non è apprezzato il padrone che lavora. Nella loro cultura non è così. Il capo è il capo e che senso ha essere capi per poi lavorare come gli altri? E se lo fai sei disprezzato. E loro sono due miliardi che la pensano così. Ti potrei fare mille altri esempi di come i valori che tu ritieni ovvi e fondati le tue posizioni, per altre culture sono del tutto sbagliate. E nè tu nè loro avete torto o ragione!!

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 22:51

Paolo ha scritto:Per idea intendo l'insieme dei valori su cui si fonda una mentalità o una cultura. Tu dai per scontato che la tua (in senso impersonale) sia l'unica o comunque quella giusta. Ma non è così. Un esempio. Noi consideriamo giusto e logico che un genitore si sacrifichi per un figlio. Sia anche disposto a dare la vita. In culture diverse non è così. Un figlio è sacrificabile per il bene della famiglia. Intendo che se viene a mancare il capo famiglia tutta la famiglia è condannata, e non ha possibilità di sopravvivere. Un figlio lo puoi ancora avere. E questo oggi forse può sembrare esagerato, ma per millenni è stato così. E le mentalità, e i principi su cui si fondano, non mutano in pochi anni. Un altro esempio. In Cina non è apprezzato il padrone che lavora. Nella loro cultura non è così. Il capo è il capo e che senso ha essere capi per poi lavorare come gli altri? E se lo fai sei disprezzato. E loro sono due miliardi che la pensano così. Ti potrei fare mille altri esempi di come i valori che tu ritieni ovvi e fondati le tue posizioni, per altre culture sono del tutto sbagliate. E nè tu nè loro avete torto o ragione!!
Tu non hai capito un cazzo e pontifichi!
E non mi venite a dire che se non capisce è colpa di chi scrive, qua abbiamo un signore (Paolo) che più di una volta in vari thread ha dimostrato di non leggere, se non distrattamente, i post altrui, intervenendo nei thread solo per polemizzare e esporre le sue tesi facendo convergere pagine e pagine di thread sulle sue idee e quando resosi conto o stancatosi del giochetto da bastian contrario, molla il thread senza aver apportato alla discussione nient'altro che una marea di boria e vanagloria personale basata sul dare contro la tesi di qualcuno per partito preso.
In questo caso la dimostrazione è lampante. Mi si accusa di aver detto cose che io non ho nemmeno nominato! Sviando del tutto il discorso dall'argomento in oggetto.
Parla di valori sbagliati o giusti, di diversità culture quando l'argomento è la carenza affettiva in età pediatrica, cioè un sentimento che è univoco per la razza homo sapiens in quanto non culturale, a meno che Paolo non voglia parlare di differenze culturali nell'acquisizione di stimoli emozionali nell'età dai 0 ai 5 anni.
Anzi dirò di più, le differenze culturali sono proprio dovute al tipo di allevamento che viene riservato ai cuccioli di uomo!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da Paolo Sab 25 Mag 2013 - 23:04

Mi sa che preso dalla foga sei tu che non hai seguito la logica degli interventi.

Io non avevo risposto a te ma all'intervento di teto:

è giusto definire competizione internazionale = guerra?
In un pianeta con 7 miliardi di persone e 189 stati la competizione internazionale è semplicemente il controllo delle risorse, chi non aumenta il proprio PIL muore chi invece lo aumenta sopravvive.


Read more: http://atei.forumitalian.com/t5235p10-patologia-sociale#ixzz2UL9LRxvR

Tu però hai voluto riferire tutto alla tua posizione iniziale anche se non c'era alcuna relazione. Poi ho cercato di spiegarti che la pedagogia non è una scienza esatta ma varia secondo le culture.


_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 23:07

Paolo ha scritto:Mi sa che preso dalla foga sei tu che non hai seguito la logica degli interventi.

Io non avevo risposto a te ma all'intervento di teto:

è giusto definire competizione internazionale = guerra?
In un pianeta con 7 miliardi di persone e 189 stati la competizione internazionale è semplicemente il controllo delle risorse, chi non aumenta il proprio PIL muore chi invece lo aumenta sopravvive.


Read more: http://atei.forumitalian.com/t5235p10-patologia-sociale#ixzz2UL9LRxvR

Tu però hai voluto riferire tutto alla tua posizione iniziale anche se non c'era alcuna relazione. Poi ho cercato di spiegarti che la pedagogia non è una scienza esatta ma varia secondo le culture.

Se non quoti i post a cui rispondi è normale che io mi riferisca al topic del thread, no?
Se Teto va OT e tu lo segui, dovresti almeno quotarlo o riferirti per lo meno a lui quando rispondi! Genio!

E poi non è vero un cazzo! Perchè io ti ho chiesto conto di cosa intendevi per "idea" e tu stavi rispondendo a me!
Infatti dici:
Per idea intendo l'insieme dei valori su cui si fonda una mentalità o una cultura. Tu dai per scontato che la tua (in senso impersonale) sia l'unica o comunque quella giusta.
e così via. Siccome era la terza volta che rispondevi a me e stavamo discutendo noi due (l'intervento di Teto era ben sopra e non aveva accennato a nessun'idea a cui tu avresti risposto... ti stai arrampicando sugli specchi, stai facendo i soliti contorsionismi dialettici tanto per cagare il cazzo!

Ma non è una novità, ricordo un thread in cui hai tirato scemo mezzo forum per una trentina di pagina non sostenendo nulla se non il contrario di quello che diceva chiunque intervenisse!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da Paolo Sab 25 Mag 2013 - 23:21

loonar ha scritto: ti stai arrampicando sugli specchi, stai facendo i soliti contorsionismi dialettici tanto per cagare il cazzo!

Ma non è una novità, ricordo un thread in cui hai tirato scemo mezzo forum per una trentina di pagina non sostenendo nulla se non il contrario di quello che diceva chiunque intervenisse!

Ragionare così non serve a nulla. Criticare la modalità di intervento e non i contenuti è inutile. Tanto più senza argomentare.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da loonar Sab 25 Mag 2013 - 23:24

Paolo ha scritto:
loonar ha scritto: ti stai arrampicando sugli specchi, stai facendo i soliti contorsionismi dialettici tanto per cagare il cazzo!

Ma non è una novità, ricordo un thread in cui hai tirato scemo mezzo forum per una trentina di pagina non sostenendo nulla se non il contrario di quello che diceva chiunque intervenisse!

Ragionare così non serve a nulla. Criticare la modalità di intervento e non i contenuti è inutile. Tanto più senza argomentare.
se scrivi cazzate tanto per rompere il cazzo secondo te dovrei argomentare cosa?
se so già che ti inventi le cagate volta per volta solo per tirare avanti le tue menate!
Non so che cazzo ci trovi di divertente, ma solo un fesso non capirebbe qual è la tua tesi argomentativa e cioè "cagare il cazzo all'interlocutore di turno"
Ad argomentare con gente come te è meno soddisfacente di cavare sangue dalle rape!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Patologia sociale. Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Patologia sociale. Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Patologia sociale. Empty Re: Patologia sociale.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.