Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

modo corretto di essere atei

+16
Linoge
chef75
silvio
federico00
Cosworth117
Elima
*Valerio*
Tomhet
primaverino
Steerpike
pistacchio
alberto
Wishop
BestBeast
Paolo
iosonoateo
20 partecipanti

Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty modo corretto di essere atei

Messaggio Da iosonoateo Mer 7 Nov 2012 - 2:55

mi sono chiesto:
1)esiste un modo corretto di essere atei?
2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?
3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...?
4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?
5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?
6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)
7) esistono finti atei?
8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?
iosonoateo
iosonoateo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4081
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 02.10.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Paolo Mer 7 Nov 2012 - 9:04

iosonoateo ha scritto:mi sono chiesto:
1)esiste un modo corretto di essere atei?

L'essere atei è il modo di essere naturale (per default!). Non può che essere uno, ovvero non credere alla esistenza di una qualunque divinità.

2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?

Poichè è il modo naturale di essere non ha bisogno di regole.

3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...?

Si! Sono categorie assurde e inventate.

4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?

Si. Come ho detto è la condizione naturale. Per ragionamento arrivi solo ad un credo religioso

5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?

La morale non è una conseguenza di un credo religioso. E' vero il contrario. La religione interpreta a regolamenta la morale comune. Ma le due cose non sono tra loro necessariamente correlate. Perciò uno può essere ateo e avere una qualunque morale.

6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)

Si certo! Non vedo correlazione tra l'ateismo e il carattere!

7) esistono finti atei?

Non ne ho idea. Ma non vedo a che pro uno dovrebbe fingersi ateo.

8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?

Non vedo la correlazione tra le due cose. Razzismo e omofobia sono figli dell'ignoranza o della stupidità. L'ateismo è per default nell'uomo.

Questo ovviamente è come la vedo io !!

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da BestBeast Mer 7 Nov 2012 - 9:36

Provo a rispondere:

1) Nessun modo corretto, il non credere in nessun dio rende di fatto atei.

2) Vale la risposta 1

3) Gli atei cristiani non esistono (sarebbe un non-sense).
Chi afferma di esserlo, sta probabilmente mascherandosi per la vergogna di definirsi esclusivamente cristiano.
In ogni caso, non c'è ulteriore suddivisione. O sei ateo o non sei ateo.
La caratteristica della "militanza", non crea un altro insieme di atei diversi da un ipotetico gruppo madre, è come dire "atei incazzati".
Penso che più si scopra tardi d'esser stati presi per il culo, più ci si incazza. Conosco persone nate atee che quasi non vengono toccate dalla questione religiosa, altre che lo hanno scoperto a 50 anni, incazzati neri (a ragione).
Importante invece secondo me la suddivisione tra atei e razionalisti, che designa una grande diversità.

4) Certamente, senza una dottrina inculcata da bambini, noi nasceremmo e condurremmo la nostra esistenza senza l'assurda sensazione che un uomo magico invisibile ci stia osservando, per fare ciò, non c'è bisogno alcun ragionamento razionale, soltanto perché il non credere ad assurdità è la condizione naturale umana.

5) Ci sarebbe da chiedere qual è la morale cattolica? Quella della bibbia?
Quella del vendere le proprie figlie, del farle stuprare dalla folla imbizzarrita?
Quella del rapire le donne o comprarle?
Quella del lapidare gli omosessuali, gli adulteri e i mangiatori di crostacei?
Alcuni capisaldi della morale (es. non uccidere, non rubare) essendo la base della crescita di qualunque civiltà, esistono da sempre.
Nessun popolo sarebbe durato a lungo se non avesse punito l'omicidio, il furto e gli altri danni alla collettività.

6) Perché no? Ateo non vuol dire "macchina senza sentimenti".
L'essere umano ha per natura una forte indole irrazionale, la sola idea di annientarla è pazzesca, poiché è proprio attraverso questa che noi possiamo provare i sentimenti, le emozioni, i sogni, ecc..
Perfino il razionalista, non rifiuta l'irrazionalità, ma cerca di contenerla ove necessario ed ove possibile.

7) Qualcuno che si vergogna d'esser un credente, c'è.
A volte si definisce agnostico, magari qualche volta ateo.
A volte dirà di non essere cristiano ma di credere solo in qualcosa di superiore, ma di nascosto bacerà rosari e custodirà statuine o crocifissi. L'indottrinamento è forte.

8) Purtroppo sì. Essere atei non mette al riparo dall'esser coglioni.
Più difficile secondo me nel caso dei razionalisti.

Spero di averti risposto, buona giornata.

Edit: Leggo ora Paolo e quoto la 2: risposta essenziale e perfetta.

BestBeast
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2925
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue0 / 700 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Wishop Mer 7 Nov 2012 - 10:09

1)esiste un modo corretto di essere atei?
Beh sarebbe non corretto essere atei e credere in dio tanto per dirne una modo corretto di essere atei   315697

2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?
No, principalmente l'ateo non crede nell'esistenza di uno o più dei e non fa parte di nessuna religione. Ma regole no, non credo ne servano.

3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...?
Credo di si.

4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?
Dipende da quale è la sua motivazione, ma comunque non basta, deve fare un percorso, studiare, informarsi, capire se quello che veramente vuole è essere ateo.

5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?
E che ne so io ?! modo corretto di essere atei   315697 Credo perchè il condizionamento religioso che è stato applicato loro da bambini ha fatto una presa molto forte e ora non riescono a scrollarsi di dosso tutte quelle piccole regole che se non le segui sei una persona cattiva.

6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)
Sarà pure irrazionale ma fa parte della natura umana; le emozioni sono una funzione cerebrale che ci ha permesso di evolverci, è chiaro poi che esistono persone che le sanno gestire e altre no, ma non è che uno non è ateo se qualche volta non riesce a controllare la rabbia o un'altra emozione.

7) esistono finti atei?
Probabile, boh ! Non ne conosco nemmeno uno ! Sono circondato da cattolici !
Comunqe non me lo immagino uno che va a dire in giro che è ateo e poi la sera prega prima di andare a letto, cioè semmai succede il contrario !

8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?
Si, potrebbe avere motivi personali che gli fanno odiare una categoria di persone, ma secondo me sarebbe poco logico.

_________________
Caro Gesù Bambino, ti ringrazio per aver esaudito i miei desideri. Ti avevo chiesto di eliminare la fame nel mondo, ed infatti quelli che avevano fame sono quasi tutti morti.
Giobbe Covatta
Wishop
Wishop
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 101
Località : Pianeta Terra
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue7 / 707 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da alberto Mer 7 Nov 2012 - 11:34

iosonoateo ha scritto:mi sono chiesto:
1)esiste un modo corretto di essere atei?

no. il concetto di "corretto" è già di per sé dogmatico in questo campo. Mi viene semmai da dire che essendo un'idea che cerca di (ri)emergere si avvantaggerebbe assai da elementi di equilibrio e nitidezza intellettuale ma niente di obbligatorio.

2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?

no. bella la risposta di Paolo!

3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...?

è già abbastanza strano doversi chiamare a-tei anziché "normali"...

4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?

certo. Un ateo non è per forza un razionalista. Io penso che il razionalismo sia una via molto diretta verso l'abbandono di ogni forma di superstizione, ma né l'unica né per forza la migliore (anche se io la ritengo tale).

5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?

onestamente non ne conosco quindi non ti so dire. Tieni presente però che ogni giorno che passa una persona intelligente deve fare un bello sforzo per tenersi attaccato agli indottrinamenti religiosi, e allora trova in aspetti collaterali - magari ad esempio coltivando l'illusione che la morale sia appannaggio esclusivo della religione - l'appiglio che gli serve.

6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)

sì. non siamo mica santi mgreen a parte gli scherzi come detto prima non è detto che un ateo sia razionale.

7) esistono finti atei?

finti atei non so, finti religiosi ce n'è a pacchi!

8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?

per potere può, ma sarebbe meglio di no!

alberto
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2599
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue0 / 700 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 26.12.10

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da pistacchio Gio 8 Nov 2012 - 14:48

iosonoateo ha scritto:mi sono chiesto:
1)esiste un modo corretto di essere atei?
2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?
3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...?
4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?
5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?
6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)
7) esistono finti atei?
8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?

Interessanti domande

non vorrei sembrare una maestrina, per cui le risposte sono strettamente personali:

1)esiste un modo corretto di essere atei? è sufficiente non essere credenti ( qualcuno aggiungerebbe anche sbattezzati, ma non mi pare obbligatorio)

2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte? No, altrimenti diventerebbe una sorta di religione


3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...? assolutamente si, gli atei non sono un'etnia, un popolo, un gruppo accomunato da regole, è più un sentire individuale


4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo? In effetti credo di esserlo razionalmente da una decina anni, inconsciamente, lo ero anche prima


5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?

la morale esiste a prescindere dalle religioni.


6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)
siamo esseri umani, il non credere non ci fa diventare androidi

7) esistono finti atei?

se si vergognano di essere credenti si, però non avrebbe senso recitare


8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?

la ragione non dovrebbe indurlo in questi errori, ma ci si scontra sempre col limite umano, gli atei sono sempre essere umani e come tali in mezzo puoi trovarci persone pessime come persone meravigliose.
pistacchio
pistacchio
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 700
Località : VENEZIA
Occupazione/Hobby : TELECOMUNICAZIONI/ ANIMALI, CIBO
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 31.10.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Steerpike Gio 8 Nov 2012 - 16:42

alberto ha scritto:
Spoiler:
modo corretto di essere atei   97941

_________________
No abstraction without representation
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue35 / 7035 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da primaverino Gio 8 Nov 2012 - 17:27

Mi scuso con tutti i convenuti per non aver ancora imparato a quotare correttamente dimostrando, peraltro, l'esattezza della "legge di Renus"... modo corretto di essere atei   315697

Iosonoateo (di seguito: "I")
mi sono chiesto:
1)esiste un modo corretto di essere atei?
Primaverino (di seguito "P")
Se si, vuol dire che l'ateismo è un'antireligione (a voler essere benevolo) o riduttivamente, una sorta di anticlericalismo di maniera; mi auguro che gli atei presenti sul forum siano, quantomeno, persone intelligenti, pertanto la domanda a parer mio non ha senso: comunque, la risposta è (ovviamente) "NO". Si è atei (o normali, come dice l'ottimo Alberto) e basta.

"I"
2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?
"P" no

"I"
3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...?
"P" naturalmete a mio avviso, ma di recente ad un orario "impossibile" mi sono imbattuto in un'intervista a Moni Ovadia che spiegava come parecchi teologi ebrei siano atei dichiarati.

"I"
4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?
"P" certamente: vi sono in Italia famiglie di antica tradizione atea (se non sbaglio l'utente Gazzettiere l'ha più volte ribadito, sul forum dell'UAAR... E penso che lo stesso valga per molti forumisti presenti; non si incorra (mi permetto di ricordarlo ai più giovani) nell'errore di considerare l'ateismo alla stregua di "idea nuova" o di mera rottura, verso le generazioni precedenti. (il conflitto padre-figlio, per coloro che ne siano interessati, non necessita necessariamente di ciò).
A tal proposito si ricordi quanto affermava il sommo Aritotele: "Ogni generazione ritiene di essere più furba di quella precedente, e più saggia di quella successiva".

"I"
5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?
"P" perché la morale cattolica non è tutta da buttare e dato che, in parte, si è solo sovrapposta al senso morale pre-esistente, può benissimo coesistere senza perciò ricondursi, sul piano pratico al "dover render conto all'eventuale/inesistente Dio"

"I"
6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)
"P" Naturalmente. L'essere impulsivi o testardi fa parte del proprio carattere e non c'entra in alcun modo con l'orientamento filosofico

"I"
7) esistono finti atei?
"P" Non ne ho la più pallida idea, ma se per "finti atei" intendevi "ipocriti" ve ne sono a bizzeffe, poiché anche tale caratteristica umana prescinde dal costrutto religioso.

"I"
8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?
"P" Ne è pieno il mondo...
Spegni il computer, scendi in strada, entra nel primo bar e, sorseggiando la tua bevanda preferita, mettiti ad ascoltare ciò che dice la gente (mi pare adattabile il termine greco-antico "agoràzein") e poi facci sapere... modo corretto di essere atei   23074 modo corretto di essere atei   605765
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue0 / 700 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Tomhet Gio 8 Nov 2012 - 17:47

Condizione necessaria e sufficiente per essere atei è non credere in dio, questo forse è l'unico "modo corretto" di essere atei, che è sostanzialmente attenersi alla definizione delle parole nella lingua in uso.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue0 / 700 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Paolo Gio 8 Nov 2012 - 17:54

Ateo ci nasci, mentre credente ci diventi.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da iosonoateo Gio 8 Nov 2012 - 23:29

Paolo ha scritto:Ateo ci nasci, mentre credente ci diventi.
si su questo hai ragione però bisognerebbe considerare anche il fatto che quando si nasce non si conosce niente di ciò che ci circonda comprese le religioni quindi penso sia ovvio che si sia atei però non bisogna dimenticare il fatto che comunque dopo pochissimi mesi si viene battezzati e quindi questo ateismo di nascita viene meno (eccetto chi rimane ateo dalla nascita e non viene battezzato),se si decidesse di battezzare un figlio quando ancora è nella pancia della madre automaticamente nascerebbe credente e non si può definire ateo anche se appena nato e non conoscente delle divinità e delle religioni perche dopotutto le religioni sono un marchio l ateismo no(ovviamente diventando atei questo marchio viene cancellato)
iosonoateo
iosonoateo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4081
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 02.10.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da *Valerio* Gio 8 Nov 2012 - 23:38

iosonoateo ha scritto:
Paolo ha scritto:Ateo ci nasci, mentre credente ci diventi.
si su questo hai ragione però bisognerebbe considerare anche il fatto che quando si nasce non si conosce niente di ciò che ci circonda comprese le religioni quindi penso sia ovvio che si sia atei però non bisogna dimenticare il fatto che comunque dopo pochissimi mesi si viene battezzati e quindi questo ateismo di nascita viene meno (eccetto chi rimane ateo dalla nascita e non viene battezzato),se si decidesse di battezzare un figlio quando ancora è nella pancia della madre automaticamente nascerebbe credente e non si può definire ateo anche se appena nato e non conoscente delle divinità e delle religioni perche dopotutto le religioni sono un marchio l ateismo no(ovviamente diventando atei questo marchio viene cancellato)

Ti divoreranno per questo post frusta hihihihih

_________________
La vita è incontrarsi e illuminare il buio
modo corretto di essere atei   Bs19011

*Valerio*
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6928
Età : 49
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue69 / 7069 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da iosonoateo Gio 8 Nov 2012 - 23:44

*Valerio* ha scritto:
iosonoateo ha scritto:
Paolo ha scritto:Ateo ci nasci, mentre credente ci diventi.
si su questo hai ragione però bisognerebbe considerare anche il fatto che quando si nasce non si conosce niente di ciò che ci circonda comprese le religioni quindi penso sia ovvio che si sia atei però non bisogna dimenticare il fatto che comunque dopo pochissimi mesi si viene battezzati e quindi questo ateismo di nascita viene meno (eccetto chi rimane ateo dalla nascita e non viene battezzato),se si decidesse di battezzare un figlio quando ancora è nella pancia della madre automaticamente nascerebbe credente e non si può definire ateo anche se appena nato e non conoscente delle divinità e delle religioni perche dopotutto le religioni sono un marchio l ateismo no(ovviamente diventando atei questo marchio viene cancellato)

Ti divoreranno per questo post frusta hihihihih
ovviamente il tutto simbolicamente parlando,la frase di paolo è piu che corretta (così dovrei cavarmela lookaround ) mgreen
iosonoateo
iosonoateo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4081
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 02.10.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Elima Ven 9 Nov 2012 - 0:23

iosonoateo ha scritto:
*Valerio* ha scritto:
iosonoateo ha scritto:
Paolo ha scritto:Ateo ci nasci, mentre credente ci diventi.
si su questo hai ragione però bisognerebbe considerare anche il fatto che quando si nasce non si conosce niente di ciò che ci circonda comprese le religioni quindi penso sia ovvio che si sia atei però non bisogna dimenticare il fatto che comunque dopo pochissimi mesi si viene battezzati e quindi questo ateismo di nascita viene meno (eccetto chi rimane ateo dalla nascita e non viene battezzato),se si decidesse di battezzare un figlio quando ancora è nella pancia della madre automaticamente nascerebbe credente e non si può definire ateo anche se appena nato e non conoscente delle divinità e delle religioni perche dopotutto le religioni sono un marchio l ateismo no(ovviamente diventando atei questo marchio viene cancellato)

Ti divoreranno per questo post frusta hihihihih
ovviamente il tutto simbolicamente parlando,la frase di paolo è piu che corretta (così dovrei cavarmela lookaround ) mgreen
Sono stata battezzata, ma non ho conosciuto il dio cristiano fino all'età scolare ed era già tardi.
sono cresciuta con i racconti del mahabharata, i primi dei che ho conosciuto sono stati quelli induisti nell'epopea del principe arjuna, mentre i miei fratelli mi raccontavano di sigfrido e gli asi. Poi sono arrivati i mussulmani, mentre i miei fratelli erano diventati troppo grandi per occuparsi della mia diseducazione, e io sono finita dalle suore e le loro storie erano decisamente più assurde e mooolto più macabre di quelle ascoltate fino a quel momento.
Riesco a credere a tutto, unicorno rosa e grande teiera compresa, ma il dio cattolico, quello sì che è uno strano..... carneval

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

.....Allora capii che veramente ero il più sapiente perché ero l'unico a sapere di non sapere....(Socrate)
Elima
Elima
-----------
-----------

Femmina Numero di messaggi : 2360
Età : 64
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue50 / 7050 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 20.06.11

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Cosworth117 Ven 9 Nov 2012 - 0:48

1)esiste un modo corretto di essere atei?

- Per essere atei basta non accettare come propria, una o più delle migliaia di divinità che sono state illustrate dagli svariati popoli nel corso dei secoli.

2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?

- Penso che l'unica regola, ma non mi sembra corretto definirla tale, sia quella di cui sopra. È più un assunto.

3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...?

- L'ateismo è una categoria di genere, mentre le sottocategorie sono di specie. È corretto così. Comunque gli atei cristiani non esistono. Al massimo esistono gli atei devoti.

4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?

- Sì. Il suo percorso non è stato razionale, ma lui è ateo (Vedi 1° assunto). Non penso però che il suo ateismo durerà a lungo. Dopo qualche anno sopraggiungeranno cristi mistiche, ecc... e tornerà più cristiano di prima.

5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?

- Bisogna fare una distinzione. Se per morale cattolica si intende il "Non fare del male, ma fai solo del bene", detto terra terra (permettimelo), ossia la morale che secondo tale assunto non ti dovrebbe portare ad uccidere il prossimo, allora ti rimando al prossimo paragrafo. Se invece per morale cattolica intendi il pro-life, contro-aborto, contro-ricerca, contro-gay, ecc... allora ti rispondo che questi atei, saranno pure tali (sempre per via dell'assunto N.1), ma essi sono irrazionali.

La morale non è di proprietà della Chiesa Cattolica Apostolica Romana. È un grande errore ritenerlo. La morale è sempre esistita, solamente che con l'avvento di Cristo, di fatto, è stata fatta propria della religione cattolica. L'azienda Vaticano S.p.A ha infatti brevettato la morale. Adesso la morale viene sbandierata da tale azienda come propria, ma non è così. Questo è provato dalla storia stessa. La Chiesa si è sempre adattata ai progressi della morale, è stata sempre costretta a ridisegnare i propri assetti. Basta vedere la Rivoluzione francese. Se la morale fosse di proprietà della Chiesa, allora dovrebbe essere essa stessa a guidarla, e non dovrebbe essere costretta ad adattarsi ad essa. Invece è "vittima", ma è fisiologico per tutte le aziende come la CCAR, adattarsi all'ambiente esterno. Se non l'avesse fatto avrebbe messo in gioco la propria credibilità, e quindi una buona fetta di clientela.

6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)

- Certo.

7) esistono finti atei?

- Dichiararsi ateo, nella società attuale, non porta vantaggi. Molti hanno perfino paura di dichiararsi atei, per via dell'ambiente socio-culturale in cui vivono. Sono invece molti i finti credenti (Vedi Papa), e molti impiegati nella stessa azienda dove il Papa è a capo. Vaticano S.p.A è un'azienda ricca, quindi chi entra ha solo da guadagnarci.

8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?

- Certo.

saluto...

_________________
"Le cose che sono incurvate non hanno bisogno di archi; le cose che sono diritte non hanno bisogno di righe; le cose che sono rotonde non hanno bisogno di compassi; le cose che sono rettangolari non hanno bisogno di squadre; le cose che si incollano non hanno bisogno di colla; le cose che vanno insieme non hanno bisogno di corde”

Chuang-Tzu
Cosworth117
Cosworth117
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 9154
Età : 29
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Essere sempre in minoranza
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue69 / 7069 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 04.09.10

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Paolo Ven 9 Nov 2012 - 9:19

iosonoateo ha scritto:
Paolo ha scritto:Ateo ci nasci, mentre credente ci diventi.
si su questo hai ragione però bisognerebbe considerare anche il fatto che quando si nasce non si conosce niente di ciò che ci circonda comprese le religioni quindi penso sia ovvio che si sia atei però non bisogna dimenticare il fatto che comunque dopo pochissimi mesi si viene battezzati e quindi questo ateismo di nascita viene meno (eccetto chi rimane ateo dalla nascita e non viene battezzato),se si decidesse di battezzare un figlio quando ancora è nella pancia della madre automaticamente nascerebbe credente e non si può definire ateo anche se appena nato e non conoscente delle divinità e delle religioni perche dopotutto le religioni sono un marchio l ateismo no(ovviamente diventando atei questo marchio viene cancellato)

Ehhh iosono, vedo che poi hai corretto un po' il tiro. Tralascio lo svarione sul battesimo perchè non merita di essere discusso. Circa quella che tu definisci mancanza di conoscenza del bambino appena nato nulla ha a che fare con la fede. Mi sembra logico pensare che un bambino nasca analfabeta. Poi i genitori, o comunque il mondo che lo circonda, gli insegnano, prima a parlare, poi a leggere e scrivere. Se nasce in Italia ovviamente la lingua italiana.

Così parimente gli vengono insegnate le religioni. Ma il fatto di conoscere una religione, che in Italia è al 98% ?(?)il cristianesimo, non implica il fatto che tu debba essere credente e avere la fede! E' evidente che fin quando il bambino non sia in grado di capire in modo autonomo e maturo cosa sia una fede, subisce questo condizionamento. Poi crescendo, se ha le capacità e le possibilità, potrà fare una sua libera valutazione e decidere se rimanere credente o invece abbandonare la religione, che gli è stata imposta, per altra posizione, che può essere l'ateismo o anche altre dottrine. E' anche evidente che un lungo condizionamento sin dai primi anni di vita fanno si che non sia facile per una persona in età adulta scegliere in modo razionale quale sia la scelta migliore. E' pure evidente che la nostra società (e non solo) compia un atto di sopraffazione e di violenza imponendo ad un bambino una scelta che invece dovrebbe essere libera e personale. Però duemila anni di storia non si cancellano in pochi decenni di raggiunta civiltà!

Ritornando alla questione del'ateismo, come nell'esempio che ho fatto, dire che si nasce credenti è come dire che si nasce italiani!! Italiani si diventa dopo che sei nato e che vi siano determinate condizioni giuridiche. Ma tu nasci e basta! Poi ti insegnano l'italiano, così come ti insegnano la religione cristiana. Ma se fossi nato in Iran ti avrebbero insegnato l'arabo e la religione mussulmana. Se invece nascevi a casa mia ....saresti un ateo integralista. mgreen

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da federico00 Gio 15 Nov 2012 - 14:30

mi sono chiesto:
1)esiste un modo corretto di essere atei?
No, tutti gli atei sono diversi, questo è il maggior problema e pregio dell'essere atei.
Problema perchè abbiamo quasi tutti opinioni diverse in merito a tutto.
Pregio perchè questo porta ad una continua ricerca e discussione.
2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?
Solo una analoga alla parola, non credere in nessuna sorta di Dio.
3)non
si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo
in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani
ecc...?
No, impossibile, l'ateismo non è una filosofia rigoristica.
4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?
Ateo significa letteralmente senza Dio, perciò si, anche se questo può fare arrabbiare molti di noi, perchè significa che vedi l'ateismo come una sorta di religione (non esiste un Dio per atto di fede inverso).
5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?
Semplice, il cattolicesimo fa parte della nostra cultura, è mio obiettivo (dico mio perchè non so gli altri) sdradicarlo passo per passo anche se questo spesso fa nascere parecchie situazioni strane con i bigotti.
6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)
Io penso di si, è vero che si segue la ragione, ma è anche vero che la ragione ci dice che siamo animali in fondo, perciò è normale che gli istinti prevalgano a volte e ci facciano incazzare, piangere e anche fare a volte cose che con un semplice ragionamento non avremmo mai fatto.
7) esistono finti atei?
Tristemente si, ma io sinceramente a volte faccio il finto credente (divertimento stupido lo so, ma se dopo la vita c'è il nulla è meglio divertirsi finche ci siamo).
8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?
Si, tutti lo possiamo essere, la religione aiuta ma la stupidità fa parte dell'uomo.
Non basta seguire la ragione per non essere dei pezzi di merda.
federico00
federico00
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 181
Età : 27
Località : Grosseto
Occupazione/Hobby : sport, filosofia, divertirmi , studiare
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.01.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da silvio Gio 15 Nov 2012 - 23:16

Uscire da una impostazione culturale che va avanti da duemila anni e passa non è così facile, siamo nostro malgrado passati per uno stampo pesante, da cui non è facile staccarsi.
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da chef75 Gio 15 Nov 2012 - 23:41

silvio ha scritto:Uscire da una impostazione culturale che va avanti da duemila anni e passa non è così facile, siamo nostro malgrado passati per uno stampo pesante, da cui non è facile staccarsi.

Basterebbe non crescere i figli secondo le usanze cristiane.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
chef75
chef75
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 7878
Età : 47
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 12.11.09

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da silvio Ven 16 Nov 2012 - 0:00

Pensa al Natale, ai regali, che forza soggiogante !
silvio
silvio
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4404
Età : 62
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 29.11.09

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Linoge Ven 16 Nov 2012 - 0:04

Io la penso così....
1)esiste un modo corretto di essere atei?
Secondo me è sufficiente non credere nell'esistenza di nessun amico immaginario
2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?
no, lasciamo le regole alle religioni...
3)non
si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo
in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani
ecc...?

Non siamo tutti uguali. Ognuno vuole porre in evidenza il proprio punto di vista. Sono Ateo ma.... ecc ecc...
4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?
Qui il problema si fa più marcato, anche perché chi si dice ateo senza ragionamento deduttivo è un soggetto a rischio, può avere una ricaduta religiosa.
5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?
Forse perché il cattolicesimo fa comunque parte della tradizione e del folclore italiano.
6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)
Essere ateo vuol dire non credere in nessuno amico immaginario chiamato dio, zeus, thor e chi più ne ha più ne metta.... non implica avere determinati pregi o difetti caratteriali
7) esistono finti atei?
E' possibile.... ma a quale pro? Forse per rimorchiare una bella ragazza atea?
8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?
Certo, anche se magari non è molto comune. Ma non credere in un dio, non significa che anche in tutte le altre questioni la si debba pensare tutti uguale.
Linoge
Linoge
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 11
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 11.11.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da chef75 Ven 16 Nov 2012 - 0:20

@ Silvio.I regali hanno forza soggiogante non la "nascita" di gesu.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
chef75
chef75
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 7878
Età : 47
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 12.11.09

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Avalon Ven 16 Nov 2012 - 0:40

@ Silvio: Basta festeggiare il solstizio, quello esiste mgreen ...e ci hanno proditoriamente appiccicato sopra quella paccata del natale, per appropriarsi di una festa luccicosa e regalosa da ben prima!

Avalon
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 7602
Età : 48
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da primaverino Ven 16 Nov 2012 - 0:45

Avalon ha scritto:@ Silvio: Basta festeggiare il solstizio, quello esiste modo corretto di essere atei   315697 ...e ci hanno proditoriamente appiccicato sopra quella paccata del natale, per appropriarsi di una festa luccicosa e regalosa da ben prima!

Vabbè... E si è pure sbagliato giorno, se è solo per questo: il solstizio non "cade" il 25, mi pare... modo corretto di essere atei   23074
primaverino
primaverino
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4730
Età : 58
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue0 / 700 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 18.10.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da loonar Ven 16 Nov 2012 - 1:22

1)esiste un modo corretto di essere atei?
esiste un modo corretto di essere homo sapiens?
2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte?
quelle del DNA bastano e avanzano
3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...?
ma infatti si è biondi è basta, poi qualche coglione arriva e dice ci sono i biondi militanti, i biondi agnostici, i biondi cristiani, ma sono solo sue paranoie.
4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?
visto che non credere e ateo non sono sinonimi (ateo è solo un non credente in dio, cioè una parte minima dell'insieme dei non credenti tout court, il non credente non crede neanche a tante cazzate a cui molti atei credono tipo: scie chimiche, comunismo, oroscopo, gatto nero, medicine alternative, ecc...) la domanda andrebbe riformulata, così non ha senso.
5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?
perchè la gente ragiona a cazzo di cane
6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)
un ateo può essere qualsiasi cosa, così come un biondo. Può perfino essere credente, cos' come un biondo può essere moro (se si tinge).
7) esistono finti atei?
vedi risposta alla n°6
8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..?
può un biondo essere razzista omofobo?

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da iosonoateo Ven 16 Nov 2012 - 2:07

non ho capito la cosa del biondo domanda..

_________________
stato dell umore in tempo reale:"servizio momentaneamente non disponibile"
sono il fidanzatino (boy toy) di lupetta
modo corretto di essere atei   Mansel10
iosonoateo
iosonoateo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4081
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue70 / 7070 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 02.10.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da BestBeast Ven 16 Nov 2012 - 10:03

Si sta riferendo al fiume di Roma, il Tevere, il cui appellativo è appunto "biondo". Chiaro adessso?

BestBeast
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2925
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue0 / 700 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da PaperJack Ven 16 Nov 2012 - 16:09


1)esiste un modo corretto di essere atei? Si, non bisogna credere nelle divinità
2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte? no
3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...? La musica semplicemente "rock" non esiste, gli altri la chiameranno sempre come vogliono loro, vedi "folk rock", "metal", "symphonic rock" e le altre tremila variazioni... Non sei te a decidere come chiamarti, ma gli altri.
4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo? Si, l'importante è la non-credenza. Il ragionamento razionale porta al razionalismo, che è diverso dall'ateismo
5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste? Perchè credono che la morale cattolica sia la migliore?
6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali) Si, come ho detto prima, il razionalismo e l'ateismo sono cose separate, seppur il primo spesso porti al secondo.
7) esistono finti atei? Esistono finti credenti?
8) può un ateo essere razzista,omofobo ecc..? Si, perchè no?

_________________
modo corretto di essere atei   1324208072005
PaperJack
PaperJack
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 271
Età : 29
Località : Bulgaria, Sofia
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue69 / 7069 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 08.03.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da mix Ven 16 Nov 2012 - 19:34

le domande mi sembrano di una vaghezza eccessiva, per cui le mie risposte si adeguano:

1)esiste un modo corretto di essere atei? SI, con una giusta percentuale di grappa in corpo possiamo parlare di ateo "corretto" ,
.... analogamente a come definiamo un caffè, "corretto" carneval mgreen



2)l ateismo necessita di una qualche sorta di regole non scritte? d i p e n d e



3)non si potrebbe essere atei e basta senza bisogno di suddividere l ateismo in categorie ad esempio atei militanti,atei agnostici,atei cristiani ecc...? va a gusti thinkthank


4)se un individuo é arrivato al non credere senza il ragionamento razionale si può considerare lo stesso ateo?perché no? la condizione per essere atei è non credere in un dio (qualsiasi) non è relativa al percorso (anche nullo, si può nascere senza condizionamenti religiosi e quindi non si deve arrivare da nessuna parte, si è già lì) per cui lo si é, atei



5)perche esistono persone atee che mantengono comunque la morale cattolica sapendo che il dio a cui appartengono non esiste?immagino per opportunismo, abitudine, conformismo, interesse, pigrizia, paura, tradizione, imbecillità, ipocrisia, ..... , ed altro del genere ed anche differente
in un mix di diversi pesi di vari elementi, tra quellli sopra, contemporaneamente, anche se non tutti assieme



6) un ateo può essere impulsivo e/o testardo?(2 modi di fare totalmente irrazionali)essere ateo è non credere in dio (* uno qualsiasi), un'opzione riguardante la sfera culturale
l'essere impulsivo/testardo sono caratteristiche personali riguardante la sfera dell'istinto o quella psicologica
che filo logico dovrebbe legare direttamente elementi di questi due insiemi differenti? boh
impedendo in qualche modo che non vi siano quelle caratteristiche egualmente distribuite tra i componenti dei due opposti insiemi? non ci vedo un nesso e quindi: naturalmente SI



7) esistono finti atei? boh
poiché c'è di tutto sotto il sole possiamo ipotizzare (con questa vaghezza nella domanda) che SI



8) può un ateo essere razzista, omofobo ecc..?idem quasi come la 6, anche se qui ci sono coinvolte anche delle componenti culturali anche nei 2 comportamenti personali.
non credere in Dio (qui credo si intenda quello cattolico, con tutti gli annessi e connessi riguardanti il condizionamento culturale inculcato ai credenti, ed a cui si potrebbe presumere che l'ateo si opponga - ma è un pregiudizio) non coinvolge direttamente le sfere istintive e culturali dove risiedono (convenzionalmente) razzismo e omofobia,
per cui direi che può valere sufficientemente il discorso della risposta 6 (con i distinguo tra parentesi di cui sopra, immaginabili, spero).
mix
mix
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6549
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
modo corretto di essere atei   Left_bar_bleue0 / 700 / 70modo corretto di essere atei   Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.12

Torna in alto Andare in basso

modo corretto di essere atei   Empty Re: modo corretto di essere atei

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.