Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Religioni: cancro dell'umanità?

+20
delfi68
Sally
davide
BestBeast
Steerpike
Werewolf
anteo
Barbara88
mix
Akka
Minsky
Paolo
Multiverso
evolutionator
Gian dei Brughi
lupetta
Tomhet
Cosworth117
loonar
Rasputin
24 partecipanti

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo

Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Tomhet Gio 16 Ago 2012 - 2:56

Un regime dichiaratamente ateo da solo non fa non fa nulla, un regime dichiaratamente ateo e anche comunista, dettaglio non da poco, qualcosa la può fare e lo ha dimostrato.
Nella religione, o nella politica, invece, certe cose sei spinto a farle, perché ci sono delle regole da seguire, non accostiamo le cose quando non c'è un legame tra esse, l'ateismo è una posizione filosofica che non prevede cose da fare o non fare.

Nel cattolicesimo il papa è il vicario di aggesuggristo ed i fedeli devono seguirlo, se dice che gli infedeli devono morire, se ci credono veramente nel cattolicesimo, sono aizzati a comportamenti che altrimenti non avrebbero, non diversamente dagli islamici che lapidano le adultere perché glielo dice il corano.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Rasputin Gio 16 Ago 2012 - 8:52

jessica ha scritto:
e sei tu anche quello che fa i salti mortali per negare che un regime dichiaratamente ateo mandò in siberia preti e suore... i

Non in mome dell'ateismo, e io non nego niente

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Merini10- Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59063
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Gio 16 Ago 2012 - 11:15

Tomhet ha scritto:Un regime dichiaratamente ateo da solo non fa non fa nulla, un regime dichiaratamente ateo e anche comunista, dettaglio non da poco, qualcosa la può fare e lo ha dimostrato.
Nella religione, o nella politica, invece, certe cose sei spinto a farle, perché ci sono delle regole da seguire, non accostiamo le cose quando non c'è un legame tra esse, l'ateismo è una posizione filosofica che non prevede cose da fare o non fare.

Nel cattolicesimo il papa è il vicario di aggesuggristo ed i fedeli devono seguirlo, se dice che gli infedeli devono morire, se ci credono veramente nel cattolicesimo, sono aizzati a comportamenti che altrimenti non avrebbero, non diversamente dagli islamici che lapidano le adultere perché glielo dice il corano.

Rasputin ha scritto:
jessica ha scritto:
e sei tu anche quello che fa i salti mortali per negare che un regime dichiaratamente ateo mandò in siberia preti e suore... i

Non in mome dell'ateismo, e io non nego niente


arragà, dai, non ricominciamo con le cazzate. se uno considera la religione il cancro dell'umanità è anche disposto (come è stato fatto) ad eliminarla con ogni mezzo, tra i quali anche l'interdizione dei religiosi.

thomet, anche il credere in un dio è un atteggiamento filosofico, e quindi? il vaticano oltre ad essere uno stato dichiaratamente religioso era pure una monarchia oppure anche un governo di soli maschi... ti bastano queste cose per dire che la gente sul rogo ci sia finita non in nome della religione?
un po' di opbiettività almeno tu, ti prego!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Gio 16 Ago 2012 - 11:18

Jessica secondo te un mondo senza religioni avrebbe lo stesso numero di guerre/violenze di uno con?

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Gio 16 Ago 2012 - 11:47

jessica ha scritto:se uno considera la religione il cancro dell'umanità è anche disposto (come è stato fatto) ad eliminarla con ogni mezzo, tra i quali anche l'interdizione dei religiosi.
Non necessariamente.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Akka Gio 16 Ago 2012 - 11:50

Darrow ha scritto:Jessica secondo te un mondo senza religioni avrebbe lo stesso numero di guerre/violenze di uno con?

Dar secondo me non centrano le religioni, le guerre si sono sempre fatte e si continua anche oggi, il vero motivo non è la religione, non lo è mai stato, ci sono sempre motivi politici e interessi, solo per questo si fanno le guerre

quelli che dalle guerre ci guadagnano devono convincere le masse che sia una cosa necessaria, è quindi naturale che per secoli e secoli e ancora oggi questi leader cerchino di far leva sulla religione, ma se si fosse tutti atei le guerre ci sarebbero ugualmente, nella stessa misura

io faccio sempre l' esempio degli usa in iraq, quesi non hanno giustificato la guerra con la religione, ma con frottole come la possibile detenzione di armi di distruzione di massa da parte di saddam, ma quel che conta è che se qualcuno ha interesse a fare una guerra la fa e basta, religioni, armi di distruzione, terrorismo eccc sono solo strumenti per convincere l' opinione pubblica

quando, e sopprattutto se, non ci saranno più le religioni le guerre verranno giustificate con altri motivi, ma ci saranno comunque e questo perchè le guerre sono sempre generate dal desiderio di qualcuno di arricchirsi a scapito di altri, quindi ritengo ingenuo credere che il motivo delle guerre siano le religioni

_________________
''Spero di non sconvolgere troppo i fisici sperimentali se aggiungo che una buona regola è anche quella di non riporre eccessiva fiducia nei risultati sperimentali finchè non siano confermati dalla teoria''                          
                                                                                                                        
Akka
Akka
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4113
Età : 122
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.01.12

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Gio 16 Ago 2012 - 11:55

Akka ha scritto:io faccio sempre l' esempio degli usa in iraq, quesi non hanno giustificato la guerra con la religione
http://www.guardian.co.uk/world/2005/oct/07/iraq.usa

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Gio 16 Ago 2012 - 11:55

Akka ha scritto:
Darrow ha scritto:Jessica secondo te un mondo senza religioni avrebbe lo stesso numero di guerre/violenze di uno con?

Dar secondo me non centrano le religioni, le guerre si sono sempre fatte e si continua anche oggi, il vero motivo non è la religione, non lo è mai stato, ci sono sempre motivi politici e interessi, solo per questo si fanno le guerre

quelli che dalle guerre ci guadagnano devono convincere le masse che sia una cosa necessaria, è quindi naturale che per secoli e secoli e ancora oggi questi leader cerchino di far leva sulla religione, ma se si fosse tutti atei le guerre ci sarebbero ugualmente, nella stessa misura

io faccio sempre l' esempio degli usa in iraq, quesi non hanno giustificato la guerra con la religione, ma con frottole come la possibile detenzione di armi di distruzione di massa da parte di saddam, ma quel che conta è che se qualcuno ha interesse a fare una guerra la fa e basta, religioni, armi di distruzione, terrorismo eccc sono solo strumenti per convincere l' opinione pubblica

quando, e sopprattutto se, non ci saranno più le religioni le guerre verranno giustificate con altri motivi, ma ci saranno comunque e questo perchè le guerre sono sempre generate dal desiderio di qualcuno di arricchirsi a scapito di altri, quindi ritengo ingenuo credere che il motivo delle guerre siano le religioni
Questo lo so, mi interessava però cosa ne pensava Jessica.

p.s.: le religioni sono un grande "collante" mentale, chi le usa è più propenso ad andare in guerra. I veri motivi delle guerre sono sempre economici, ma alla massa dei soldati le si vendono sempre come una questione di guerre divine! wink..

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Akka Gio 16 Ago 2012 - 11:57

a...allora potevi scriverle in mp...

_________________
''Spero di non sconvolgere troppo i fisici sperimentali se aggiungo che una buona regola è anche quella di non riporre eccessiva fiducia nei risultati sperimentali finchè non siano confermati dalla teoria''                          
                                                                                                                        
Akka
Akka
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4113
Età : 122
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.01.12

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da mix Gio 16 Ago 2012 - 12:01

ahahahahahah
mix
mix
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6549
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.12

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Multiverso Gio 16 Ago 2012 - 12:21

Akka ha scritto:
Dar secondo me non centrano le religioni, le guerre si sono sempre fatte e si continua anche oggi, il vero motivo non è la religione, non lo è mai stato, ci sono sempre motivi politici e interessi, solo per questo si fanno le guerre


Vero, ma questo vale per le menti che decidono la guerra, vale per l'élite che occupa le poltrone della stanza dei bottoni. Le masse, quelle che combattono e quelle che ratificano da casa, traggono una fortissima motivazione ideologica dal sentimento religioso che le giustifica. Se si combatte una guerra per il petrolio e la si fa passare per una battaglia della giustizia divina contro i moderni strumenti di cui si serve Satana, e che possono assumere ad es. le sembianze di bin Laden, l'opinione pubblica "digerisce" meglio tale guerra. Questo perchè la radicata convinzione di combattere per il bene assoluto che ha il supremo potere di vita e di morte sull'umanità, riesce a motivare più di qualsiasi sniffata di cocaina. La religione (e quindi l'idea di dio) resta un mortale cancro per la specie umana.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Gio 16 Ago 2012 - 14:19

Darrow ha scritto:Jessica secondo te un mondo senza religioni avrebbe lo stesso numero di guerre/violenze di uno con?
boh.
tanto quanto un mondo senza "nazioni"... senza politica, senza ricchezza, senza tecnologia...
non so dirti, dovrei capire cosa sarebbe successo nel mondo alternativo. le considerazioni dell' "ateo da forum" mi sembrano quantomeno sbrigative e sempliciotte.
guerre mondiali, guerre di indipendenza, guerre di colonializzazione... si certo, in qualche modo la religione è stata buttata dentro come supporto (ai conquistadores, le benedizioni ai fucili, l'esercito della luce contro le forze delle tenebre...) ma in sincerità non venirmi a dire che furono causate dalla religione.

Fux89 ha scritto:
jessica ha scritto:se uno considera la religione il cancro dell'umanità è anche disposto (come è stato fatto) ad eliminarla con ogni mezzo, tra i quali anche l'interdizione dei religiosi.
Non necessariamente.
infatti. come non necessariamente uno che crede nell'ama il prossimo tuo, porgi l'altra guancia, il nirvana, il valhalla deve per forza bruciarti se non la pensi come lui. però è successo (in entrambi i casi)

adios

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Gio 16 Ago 2012 - 14:28

jessica ha scritto:
Fux89 ha scritto:
jessica ha scritto:se uno considera la religione il cancro dell'umanità è anche disposto (come è stato fatto) ad eliminarla con ogni mezzo, tra i quali anche l'interdizione dei religiosi.
Non necessariamente.
infatti. come non necessariamente uno che crede nell'ama il prossimo tuo, porgi l'altra guancia, il nirvana, il valhalla deve per forza bruciarti se non la pensi come lui. però è successo (in entrambi i casi)
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 605765

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Tomhet Gio 16 Ago 2012 - 16:19

jessica ha scritto:
Tomhet ha scritto:Un regime dichiaratamente ateo da solo non fa non fa nulla, un regime dichiaratamente ateo e anche comunista, dettaglio non da poco, qualcosa la può fare e lo ha dimostrato.
Nella religione, o nella politica, invece, certe cose sei spinto a farle, perché ci sono delle regole da seguire, non accostiamo le cose quando non c'è un legame tra esse, l'ateismo è una posizione filosofica che non prevede cose da fare o non fare.

Nel cattolicesimo il papa è il vicario di aggesuggristo ed i fedeli devono seguirlo, se dice che gli infedeli devono morire, se ci credono veramente nel cattolicesimo, sono aizzati a comportamenti che altrimenti non avrebbero, non diversamente dagli islamici che lapidano le adultere perché glielo dice il corano.

Rasputin ha scritto:
jessica ha scritto:
e sei tu anche quello che fa i salti mortali per negare che un regime dichiaratamente ateo mandò in siberia preti e suore... i

Non in mome dell'ateismo, e io non nego niente
thomet, anche il credere in un dio è un atteggiamento filosofico, e quindi? il vaticano oltre ad essere uno stato dichiaratamente religioso era pure una monarchia oppure anche un governo di soli maschi... ti bastano queste cose per dire che la gente sul rogo ci sia finita non in nome della religione?
un po' di opbiettività almeno tu, ti prego!

Si, credere solamente in dio non porta a fare niente, esattamente come il puro ateismo, credere nel cattolicesimo invece porta a qualcosa di più perché non è una semplice posizione filosofica.
Scusa ma è vero o no quello che ho detto sul papa? E' vero o no che essendo un autorità ecclesiastica i fedeli della religione cattolica devono seguirlo?
Non importa cosa fosse il vaticano, è questo il punto, il problema è la gente che, essendo indottrinata con la religione cattolica gli ha dato retta, tutto qui, esattamente, e lo ripeto, come i musulmani che danno retta al corano perché li hanno indottrinati a dargli retta.

Quindi non è il credere o meno che spinge le persone a fare qualcosa, è il resto e nel caso dell'inquisizione la motivazione data era legata direttamente alla religione cattolica.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Barbara88 Gio 16 Ago 2012 - 17:18

Leggendo l'rgomento di questo topic se le considerazioni che mi vengono da fare sono queste.

Nessun ateo obbliga un credente alle proprie convinzioni, gliele può esporre, discutere, ma non applica una persecuzione al fine di far "ragionare" il proprio interlocutore.
Forse sta nella paura che quello in cui si crede non esista che porta realmente un credente al fanatismo.
E per consolare le paure dell'animo ecco che qualcuno si è inventato queste religioni, e quando la gente ha paura è facile tenerla in scacco. Tradotto nel linguaggio che va tanto di moda lo chiamerei tranquillamente terrorismo: Tu non segui le mie regole, bene allora soffrirai in eterno. Piegati invece alla chiesa, convinciti che le nostre parole sono vere, solo avendo fede e allora ti si proporrà un paradiso di gioia e serenità eterna!

Poi dopo il terrore arriva il razzismo. La cosa più assurda che ho sentito dire è questa:
parlando di un futuro figlio, ho espresso l'opinione di non battezzarlo, che lui poi diventi credente e da adulto e consapevole lo voglia fare, non lo ostacolerò, ma visto che un neonato non ha queste capacità di scelta sarà libero fino a che non sarà autonomo. Mi sono sentita rispondere che così sarebbe un escluso. Tutti gli altri bambini felici di fare comunioni e cresime giocando all'oratorio, mentre lui sarebbe solo ed infelice...ma vi pare possibile??
L'emarginazione poichè non sarebbe battezzato è come non farlo giocare insieme perchè di un colore diverso, è identico e per me è razzismo.

Quindi le religioni non solo un tumore che ormai ha reso agonizzante la società, ma si macchiano delle forme più assurde di discriminazione e di odio portando persone che spaventate dalle domande sul senso della vita si fanno facilmente illudere da delle belle storielle...talvolta neanche scritte troppo bene!


Essendo il primo post nel vostro forum spero di non avere cannato completamente l'ambito di discussione, ma tutto sommato mi sembrava corretto! Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 166799
Barbara88
Barbara88
------------
------------

Femmina Numero di messaggi : 6
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.08.12

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Tomhet Gio 16 Ago 2012 - 17:37

Akka ha scritto:
Darrow ha scritto:Jessica secondo te un mondo senza religioni avrebbe lo stesso numero di guerre/violenze di uno con?

Dar secondo me non centrano le religioni, le guerre si sono sempre fatte e si continua anche oggi, il vero motivo non è la religione, non lo è mai stato, ci sono sempre motivi politici e interessi, solo per questo si fanno le guerre

quelli che dalle guerre ci guadagnano devono convincere le masse che sia una cosa necessaria, è quindi naturale che per secoli e secoli e ancora oggi questi leader cerchino di far leva sulla religione, ma se si fosse tutti atei le guerre ci sarebbero ugualmente, nella stessa misura

io faccio sempre l' esempio degli usa in iraq, quesi non hanno giustificato la guerra con la religione, ma con frottole come la possibile detenzione di armi di distruzione di massa da parte di saddam, ma quel che conta è che se qualcuno ha interesse a fare una guerra la fa e basta, religioni, armi di distruzione, terrorismo eccc sono solo strumenti per convincere l' opinione pubblica

quando, e sopprattutto se, non ci saranno più le religioni le guerre verranno giustificate con altri motivi, ma ci saranno comunque e questo perchè le guerre sono sempre generate dal desiderio di qualcuno di arricchirsi a scapito di altri, quindi ritengo ingenuo credere che il motivo delle guerre siano le religioni

Il punto è questo: per convincere un ateo ad andare in guerra non puoi far riferimento al solo ateismo, perché l'ateismo è una posizione filosofica che non dice cosa è giusto o sbagliato o chi è buono e chi è cattivo, devi inventare qualcos'altro.
Per convincere un religioso ad andare in guerra invece puoi usare la sua religione, la gente da retta alle autorità della religione che segue e se le autorità con la complicità del governo dicono che dio vuole la morte degli infedeli, loro ti danno retta.

Naturalmente ci vuole una religiosità come si deve, se oggi il papa dicesse una cosa simile in pochi lo cagherebbero, ai tempi dell'inquisizione era possibile con una religiosità così forte, accompagnata da grosse dosi di ignoranza.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Minsky Gio 16 Ago 2012 - 18:28

Barbara88 ha scritto:... spero di non avere cannato completamente l'ambito di discussione...
Non hai cannato affatto, anzi le tue considerazioni sono ampiamente condivise. Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 605765

_________________
Dai un pesce ad un uomo
e mangerà per un giorno.
Insegna ad un uomo a pescare
e mangerà per tutta la vita.
Dai la religione ad un uomo
e morirà pregando per un pesce.
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 25401
Età : 68
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Gio 16 Ago 2012 - 21:24

jessica ha scritto:
Darrow ha scritto:Jessica secondo te un mondo senza religioni avrebbe lo stesso numero di guerre/violenze di uno con?
boh.
tanto quanto un mondo senza "nazioni"... senza politica, senza ricchezza, senza tecnologia...
non so dirti, dovrei capire cosa sarebbe successo nel mondo alternativo. le considerazioni dell' "ateo da forum" mi sembrano quantomeno sbrigative e sempliciotte.
guerre mondiali, guerre di indipendenza, guerre di colonializzazione... si certo, in qualche modo la religione è stata buttata dentro come supporto (ai conquistadores, le benedizioni ai fucili, l'esercito della luce contro le forze delle tenebre...) ma in sincerità non venirmi a dire che furono causate dalla religione.
L'ho già detto che la causa è quasi sempre economica, ma senza religione, nessuno o quasi si prenderebbe la briga di andare a fare la guerra.
Lo si fa, è vero, in caso contrario, per la patria, ma cos'è la patria senza i numi tutelari, cioè autorità divine che parlano tramite autorità religiose?

Poi abbiamo la storia e i suoi numeri a indicarci che è così, non convieni?

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da lupetta Gio 16 Ago 2012 - 23:34

secondo me la stupidità è il cancro dell'umanità, non la religione, altrimenti non esisterebbero atei stupidi.

_________________
Lei mi sta minacciando a me?
lupetta
lupetta
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 9612
Età : 47
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 11.11.10

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Paolo Ven 17 Ago 2012 - 11:41

Concordo con te Lupe! La religione è solo una delle manifestazioni della stupidità umana. È esattamente la stessa cosa della superstizione. È una superstizione con delle regole, e niente di più. Come ho già scritto è un effetto e non la causa della stupidità ed ignoranza.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Multiverso Ven 17 Ago 2012 - 12:15

Paolo ha scritto:Concordo con te Lupe! La religione è solo una delle manifestazioni della stupidità umana. È esattamente la stessa cosa della superstizione. È una superstizione con delle regole, e niente di più. Come ho già scritto è un effetto e non la causa della stupidità ed ignoranza.

C'è anche gente molto intelligente che crede in dio, mi vengono in mente eminenti e brillanti professori universitari che conosco. L'ignoranza e la stupidità sono fattori che agevolano notevolmente il fenomeno-dio, sono la benzina cosparsa sulla legna da ardere, ma non possono considerarsi le uniche cause. La genesi del sentimento religioso è molto più profonda e complessa di quanto possa, a prima vista, apparire.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da lupetta Ven 17 Ago 2012 - 12:27

io conosco atei molto stupidi e religiosi intelligenti, che credono in dio, ma che non fanno nulla in suo nome, semplicemente pensano che ci sia una forza superiore e che dopo la morte ci sia un'altra dimensione, ma non vanno in chiesa, non si consacrano, non pregano, non hanno i principi morali religiosi, vivono come gli pare, non essendo però atei.
il problema è quando un individuo commette cose stupide, e non si tratta solo di superstizione, ma di personalità.

_________________
Lei mi sta minacciando a me?
lupetta
lupetta
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 9612
Età : 47
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 11.11.10

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Ven 17 Ago 2012 - 14:18

Tutto quanto avete detto sembra all'apparenza contraddittorio ("ma come, se è un intelligente professore come può essere uno stupido credente?") ma non lo è. Perchè? Perchè l'intelligenza non è univoca, ma investe campi diversi, uno può essere intelligente in un campo (matematico, orizzontarsi, meccanico, mnemonico, visivo, ecc... ) ma essere stupido in un altro. Non c'è niente di schizofrenico nè di bipolare(questo per i patiti della diagnosi psichiatrica facile, di cui abbonda questo forum).

Altra considerazione: la religione è un'evoluzione della suoperstizione avendo una matrice comune nel pensiero magico.
Il quale a sua volta non nasce dalla stupidità (come è stato detto), ma dall'ignoranza delle leggi fisiche e dal bisogno di "descrivere e spiegare" il mondo, per cui ai tempi non era stupido, anzi a volte si rivelava più che utile, seguire il pensiero magico, mentre oggi lo è (in quanto l'ignoranza sarebbe facilmente by-passabile)!

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da anteo Ven 17 Ago 2012 - 14:59

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 605765
anteo
anteo
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 473
Località : Firenze (prov)
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.09

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Multiverso Ven 17 Ago 2012 - 15:07

Darrow ha scritto:Tutto quanto avete detto sembra all'apparenza contraddittorio ("ma come, se è un intelligente professore come può essere uno stupido credente?") ma non lo è. Perchè? Perchè l'intelligenza non è univoca, ma investe campi diversi, uno può essere intelligente in un campo (matematico, orizzontarsi, meccanico, mnemonico, visivo, ecc... ) ma essere stupido in un altro. Non c'è niente di schizofrenico nè di bipolare(questo per i patiti della diagnosi psichiatrica facile, di cui abbonda questo forum).

Altra considerazione: la religione è un'evoluzione della suoperstizione avendo una matrice comune nel pensiero magico.
Il quale a sua volta non nasce dalla stupidità (come è stato detto), ma dall'ignoranza delle leggi fisiche e dal bisogno di "descrivere e spiegare" il mondo, per cui ai tempi non era stupido, anzi a volte si rivelava più che utile, seguire il pensiero magico, mentre oggi lo è (in quanto l'ignoranza sarebbe facilmente by-passabile)!

Sono d'accordo sul fatto che l'intelligenza non è un canone univoco e che pertanto esistono tantissimi modi di essere intelligente, così come la cultura (come in tanti erroneamente credono) non è affatto sinonimo di intelligenza. D'accordo anche sulla religione quale evoluzione della superstizione che a sua volta nasce dal bisogno dell'uomo di sapere, di dare una spiegazione a tutto, di vincere le paure che nascevano dal fenomeno inspiegabile (es. tuoni e lampi) che per ciò stesso incuteva terrore.

Tuttavia bisogna porsi una domanda: come mai il fenomeno religioso persiste e, anzi, assoggetta miliardi di esseri umani ancora nel XXI secolo?

Perchè, a mio avviso, da sempre la religione fa leva su una profonda debolezza e frustrazione umana, ossia la volontà di non morire che si contrappone alla precarietà della vita. L'uomo vorrebbe vivere in eterno ma sa e vede, sin da quando nasce, che deve morire e questo genera in lui, a livello psicologico, una profonda tensione interiore. Già il bambino piccolo vede morire i nonni e piange, soffre, si confronta con la morte anche se ha soltanto 5 o 6 anni di età. Come uscire dall'impasse? Ci vorrebbe un elisir dell'immortalità che non esiste e mai esisterà, e quindi il problema non può che essere risolto a livello psicologico, ossia dando credito a chiunque promette ciò che vorremmo sentirci dire, ossia che non moriremo mai.

La religione garantisce proprio questo e il suo successo è legato solo a questa fallace assicurazione post mortem, e difatti non esiste religione passata o presente che non prometta ai propri fedeli una vita dopo la morta, attraverso reincarnazioni o aldilà paradisiaci. Ecco perchè il professore universitario che possiede tutte le attitudini intellettive per comprendere che dio è un illusione, invece ci crede. Ci crede perchè ha bisogno di ingannarsi, deve prendere in giro se stesso per assecondare il suo bisogno psicologico di sopravvivenza, le sue debolezze di fronte alla sofferenza che provoca la morte degli altri e l'idea che un giorno toccherà anche a lui la stessa sorte.

Dio continuerà ad esistere fin quando l'uomo continuerà a morire, perchè pochissimi riescono a cogliere l'universalità dell'evento morte, pochissimi hanno la forza di comprendere fino in fondo che se sono vivi lo devono a tutti gli uomini che sono morti prima di loro, che la vita esiste in quanto esiste la morte e che l'una non potrebbe esserci senza l'altra, così come il caldo non potrebbe esistere senza il freddo. L'ateo è una persona che è arrivata a comprendere tutto ciò, attraverso differenti percorsi interiori ed esperienziali che hanno condotto però allo stesso, identico traguardo. L'ateo è un uomo che si eleva dalla massa perchè ha una forza interiore maggiore, è un uomo libero e pensante che non vive trascinandosi dietro opprimenti e invisibili catene che umiliano la sua stessa dignità, rendendolo inconsapevole schiavo di una "verità" che fa molti più danni di quelli che promette di risolvere. La religione come il cinepanettone è per tutti, la conoscenza come il cinema d'essai è per pochi, e io sono profondamente fiero di poter occupare una poltrona di questo piccolissimo ed emarginato cinema.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Ven 17 Ago 2012 - 15:32

Fra gli atei devi mettere anche gli appartenenti alla religione buddhista, che non promettono una vita dopo la morte (a differenza di tutte le altre religioni), ma un'estinzione totale/annullamento.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Multiverso Ven 17 Ago 2012 - 15:33

Darrow ha scritto:Fra gli atei devi mettere anche gli appartenenti alla religione buddhista, che non promettono una vita dopo la morte (a differenza di tutte le altre religioni), ma un'estinzione totale/annullamento.

Sì ma il buddhismo non è propriamente una religione.

_________________
Che sciocchi questi terrestri, pregano un dio che loro stessi hanno creato.
Ming lo Spietato, Flash Gordon
Multiverso
Multiverso
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1413
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue69 / 7069 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Ven 17 Ago 2012 - 15:36

Multiverso ha scritto:
Darrow ha scritto:Fra gli atei devi mettere anche gli appartenenti alla religione buddhista, che non promettono una vita dopo la morte (a differenza di tutte le altre religioni), ma un'estinzione totale/annullamento.

Sì ma il buddhismo non è propriamente una religione.
Va be', quel che è. Nel thread apposito, insigni forumisti hanno decretato il suo essere una religione e anche farlocchissima. mgreen

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Sab 25 Ago 2012 - 23:37

Tomhet ha scritto:Si, credere solamente in dio non porta a fare niente, esattamente come il puro ateismo, credere nel cattolicesimo invece porta a qualcosa di più perché non è una semplice posizione filosofica.
e già con questo si sarebbe stabilito che non sei d'accordo con il titolo del 3d...
Scusa ma è vero o no quello che ho detto sul papa? E' vero o no che essendo un autorità ecclesiastica i fedeli della religione cattolica devono seguirlo?
depende da cosa intendi con "devono".
Non importa cosa fosse il vaticano, è questo il punto, il problema è la gente che, essendo indottrinata con la religione cattolica gli ha dato retta, tutto qui, esattamente, e lo ripeto, come i musulmani che danno retta al corano perché li hanno indottrinati a dargli retta.Quindi non è il credere o meno che spinge le persone a fare qualcosa, è il resto e nel caso dell'inquisizione la motivazione data era legata direttamente alla religione cattolica.
eh, e la gente indottrinata a norma di costituzione albanese ha dato retta agli atei che hanno considerato la religione un cancro dell'umanità e ha fatto fuori i religiosi... allora se in questo caso l'"uso dell'ateismo" non ti è sufficiente per decretare che l'ateismo porta all'assassinio, perchè non fai lo stesso ragionamento con la religione???
io un'idea ce l'ho: perchè sei ateo e valuti le due faccende con pesi diversi?



Barbara88 ha scritto:
Nessun ateo obbliga un credente alle proprie convinzioni, gliele può esporre, discutere, ma non applica una persecuzione al fine di far "ragionare" il proprio interlocutore.
Forse sta nella paura che quello in cui si crede non esista che porta realmente un credente al fanatismo.
beh, cosa intendi con obbliga? che lo mette su un rogo e lo brucia se non crede nel suo dio? allora ti sbagli, è stato fatto anche il contrario.

Poi dopo il terrore arriva il razzismo. La cosa più assurda che ho sentito dire è questa:
parlando di un futuro figlio, ho espresso l'opinione di non battezzarlo, che lui poi diventi credente e da adulto e consapevole lo voglia fare, non lo ostacolerò, ma visto che un neonato non ha queste capacità di scelta sarà libero fino a che non sarà autonomo. Mi sono sentita rispondere che così sarebbe un escluso. Tutti gli altri bambini felici di fare comunioni e cresime giocando all'oratorio, mentre lui sarebbe solo ed infelice...ma vi pare possibile??L'emarginazione poichè non sarebbe battezzato è come non farlo giocare insieme perchè di un colore diverso, è identico e per me è razzismo.
invece chiamare credini i credenti e farsi beffe di loro non è "razzismo" ma slancio al dialogo costruttivo e accettazione paritetica.





Darrow ha scritto:
L'ho già detto che la causa è quasi sempre economica, ma senza religione, nessuno o quasi si prenderebbe la briga di andare a fare la guerra.
Lo si fa, è vero, in caso contrario, per la patria, ma cos'è la patria senza i numi tutelari, cioè autorità divine che parlano tramite autorità religiose?
uhm, fosse come dici gli atei non dovrebbero andare in guerra... e invece mi sa che ci vanno tanto quanto tutti l'artri, credenti, mezzi credenti, agnostici e teosofi... oppure gli stati atei non dovrebbero fare guerre (non avendo il movente per incitare le folle). e invece...
tra l'altro sia il primo "obiettore di coscienza" della storia che il primo obiettore italiano furono credenti. non mi tornano troppo i tuoi conti.
no darrow, mi spiace, la religione è solo una motivazione, una spinta, usata come lo possono essere tante altre. cioè può essere sufficiente alla guerra, non certo necessaria.

Poi abbiamo la storia e i suoi numeri a indicarci che è così, non convieni?
ehm, no. numeri chiari e facilmente comprensibili non ne ho, però a occhio e croce direi che se uno si prendesse la briga di fare un lavoro fatto bene, troverebbe che il numero più grande di morti li hanno macinati regimi antireligiosi, quindi con motivazioni ideologiche e non di certo religiose (e neanche motivate dalla religione, ovviamente). poi chiaramente uno può salvarsi in corner dicendo che non erano veri atei... che divinizzavano l'ideologia, il leader, bla bla (un po' come il balzefone che sostiene che siccome un vero cristiano non uccide chi ha ucciso era un ateo travestito insomma). la sostanza non cambia, almeno se uno ha voglia di vedere le cose per quello che sono.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Sab 25 Ago 2012 - 23:43

Volevo dire (ma l'ho detto malissimo, ne convengo) che la religione è uno dei più formidabili mezzi motivazionali da usare per mandare in guerra delle grosse masse di persone.
Poi che ci vadano anche atei è vero, ma quelli si danno altre motivazioni, tipo: difendere la patria, ecc...
Hai notato che anche nelle modernissime guerre americane, dove il vero motivo è come sempre economico, la motivazione data è modello "difesa del gruppo di appertenenza e delle sue abitudini ("nessuno ci costringerà a cambiare il nostro way of life") salvo poi "ratificare" e solenizzare il tutto con un God bless etc... e invocazioni sparse a God e ai suoi intermediari.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Rasputin Sab 25 Ago 2012 - 23:51

Darrow ha scritto:Volevo dire (ma l'ho detto malissimo, ne convengo) che la religione è uno dei più formidabili mezzi motivazionali da usare per mandare in guerra delle grosse masse di persone.
Poi che ci vadano anche atei è vero, ma quelli si danno altre motivazioni, tipo: difendere la patria, ecc...
Hai notato che anche nelle modernissime guerre americane, dove il vero motivo è come sempre economico, la motivazione data è modello "difesa del gruppo di appertenenza e delle sue abitudini ("nessuno ci costringerà a cambiare il nostro way of life") salvo poi "ratificare" e solenizzare il tutto con un God bless etc... e invocazioni sparse a God e ai suoi intermediari.

Dar tranquillo che jessy non si lascera' sviare dalla sua crociata proreligiosa

_________________
There is no karma. I am other's people karma.

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Merini10- Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59063
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Sab 25 Ago 2012 - 23:51

Darrow ha scritto:Volevo dire (ma l'ho detto malissimo, ne convengo) che la religione è uno dei più formidabili mezzi motivazionali da usare per mandare in guerra delle grosse masse di persone.
Poi che ci vadano anche atei è vero, ma quelli si danno altre motivazioni, tipo: difendere la patria, ecc...
Hai notato che anche nelle modernissime guerre americane, dove il vero motivo è come sempre economico, la motivazione data è modello "difesa del gruppo di appertenenza e delle sue abitudini ("nessuno ci costringerà a cambiare il nostro way of life") salvo poi "ratificare" e solenizzare il tutto con un God bless etc... e invocazioni sparse a God e ai suoi intermediari.
ah, ma allora con questo sono d'accordo (ma non era quello che sembravi sostenere). questo perchè la religione è uno dei più formidabili mezzi motivazionali in generale (appunto, è stata proprio la religione a motivare anche i primi obiettori). il ragionamento sballato è vedere il male (guerra, fame , pena di morte, sottosviluppo o qualsiasi cosa brutta che uno vuole tirar fuori per dar contro alla religione) come fattore necessariamente causato univocamente da questa.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Sab 25 Ago 2012 - 23:52

Rasputin ha scritto:Dar tranquillo che jessy non si lascera' sviare dalla sua crociata proreligiosa
ok intervento pieno d'arrosto anche in questo caso, complimenti!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Tomhet Sab 25 Ago 2012 - 23:55

jessica ha scritto:
Tomhet ha scritto:Si, credere solamente in dio non porta a fare niente, esattamente come il puro ateismo, credere nel cattolicesimo invece porta a qualcosa di più perché non è una semplice posizione filosofica.
e già con questo si sarebbe stabilito che non sei d'accordo con il titolo del 3d...
No, credere in dio =!= avere una religione, si può credere in dio e non seguire una religione.
Scusa ma è vero o no quello che ho detto sul papa? E' vero o no che essendo un autorità ecclesiastica i fedeli della religione cattolica devono seguirlo?
depende da cosa intendi con "devono".
Devono nel senso che se il papa dice che una cosa è buona, essi si sentono in dovere di comportarsi di conseguenza in quanto il gregario di cristo nella religione cattolica parla per conto del loro dio.
Non importa cosa fosse il vaticano, è questo il punto, il problema è la gente che, essendo indottrinata con la religione cattolica gli ha dato retta, tutto qui, esattamente, e lo ripeto, come i musulmani che danno retta al corano perché li hanno indottrinati a dargli retta.Quindi non è il credere o meno che spinge le persone a fare qualcosa, è il resto e nel caso dell'inquisizione la motivazione data era legata direttamente alla religione cattolica.
eh, e la gente indottrinata a norma di costituzione albanese ha dato retta agli atei che hanno considerato la religione un cancro dell'umanità e ha fatto fuori i religiosi... allora se in questo caso l'"uso dell'ateismo" non ti è sufficiente per decretare che l'ateismo porta all'assassinio, perchè non fai lo stesso ragionamento con la religione???
io un'idea ce l'ho: perchè sei ateo e valuti le due faccende con pesi diversi?
Non c'entra proprio niente col discorso, come ti ho detto, niente nell'ateismo ti dice che devi seguire qualcuno o qualcosa, dare retta ad un ateo non sta scritto nel manuale dell'ateismo, così come dare retta ad un tizio con i baffi non implica l'avere i baffi. Per la religione te l'ho rispiegato sopra, la religione cattolica in questo caso implica dare retta a qualcuno o a qualcosa(la bibbia).

Sono d'accordo pure io con Darrow.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Dom 26 Ago 2012 - 0:19

jessica ha scritto:
Darrow ha scritto:Volevo dire (ma l'ho detto malissimo, ne convengo) che la religione è uno dei più formidabili mezzi motivazionali da usare per mandare in guerra delle grosse masse di persone.
Poi che ci vadano anche atei è vero, ma quelli si danno altre motivazioni, tipo: difendere la patria, ecc...
Hai notato che anche nelle modernissime guerre americane, dove il vero motivo è come sempre economico, la motivazione data è modello "difesa del gruppo di appertenenza e delle sue abitudini ("nessuno ci costringerà a cambiare il nostro way of life") salvo poi "ratificare" e solenizzare il tutto con un God bless etc... e invocazioni sparse a God e ai suoi intermediari.
ah, ma allora con questo sono d'accordo (ma non era quello che sembravi sostenere). questo perchè la religione è uno dei più formidabili mezzi motivazionali in generale (appunto, è stata proprio la religione a motivare anche i primi obiettori). il ragionamento sballato è vedere il male (guerra, fame , pena di morte, sottosviluppo o qualsiasi cosa brutta che uno vuole tirar fuori per dar contro alla religione) come fattore necessariamente causato univocamente da questa.
Ecco, proviamo a togliere la religione di mezzo. Rimane come spinta motivazionale l'appartenenza, che però spesso e volentieri senza il collante religioso piano piano si sgretola ed è molto più facilmente attaccabile dall'istruzione.
Per cui ritengo che senza religione sarebbe molto, ma molto più difficile spingere carne da macello all'ammasso.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Dom 26 Ago 2012 - 0:22

Tomhet ha scritto:No, credere in dio =!= avere una religione, si può credere in dio e non seguire una religione.
vero.

Devono nel senso che se il papa dice che una cosa è buona, essi si sentono in dovere di comportarsi di conseguenza in quanto il gregario di cristo nella religione cattolica parla per conto del loro dio.
falso. v. la discussione su giustizia & co. nell'altro thread.

Non c'entra proprio niente col discorso, come ti ho detto, niente nell'ateismo ti dice che devi seguire qualcuno o qualcosa, dare retta ad un ateo non sta scritto nel manuale dell'ateismo, così come dare retta ad un tizio con i baffi non implica l'avere i baffi.
ah no? prima mi parli di indottrinati, poi se vengono indottrinati a dottrine non religiose allora non c'entrano più. forse ho capito male allora...

Per la religione te l'ho rispiegato sopra, la religione cattolica in questo caso implica dare retta a qualcuno o a qualcosa(la bibbia).
dove c'è scritto anche di amare il prossimo, di non uccidere (rubare ecc) e di perdonare 490 volte... e chi non l'ha fatto come mai non lha fatto? forse perchè ha dato retta a uno coi baffi come alcuni atei?

anche in questo caso mi pare che il problema non sia tanto la religione ma l'adesione acritica a dettami altrui. problema che purtroppo si è dimostrato essere comune a credenti e atei, checchè tu ne dica. viceversa anche l'opposizione a dettami ingiusti è patrimonio comune (v. es degli obiettori fatto sopra, giusto per non andare troppo lontano).


Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Dom 26 Ago 2012 - 0:23

Darrow ha scritto:
Ecco, proviamo a togliere la religione di mezzo. Rimane come spinta motivazionale l'appartenenza, che però spesso e volentieri senza il collante religioso piano piano si sgretola ed è molto più facilmente attaccabile dall'istruzione.
Per cui ritengo che senza religione sarebbe molto, ma molto più difficile spingere carne da macello all'ammasso.
scusa, dove avresti tolto di mezzo la religione?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Dom 26 Ago 2012 - 0:24

jessica ha scritto:
Darrow ha scritto:
Ecco, proviamo a togliere la religione di mezzo. Rimane come spinta motivazionale l'appartenenza, che però spesso e volentieri senza il collante religioso piano piano si sgretola ed è molto più facilmente attaccabile dall'istruzione.
Per cui ritengo che senza religione sarebbe molto, ma molto più difficile spingere carne da macello all'ammasso.
scusa, dove avresti tolto di mezzo la religione?

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Dom 26 Ago 2012 - 0:27

non capisco

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Dom 26 Ago 2012 - 0:33

jessica ha scritto:non capisco
Ho detto: proviamo a togliere di mezzo la religioe, cioè facciamo conto che non esista la religione, così come per magia. Ecco che al potere rimarrebbe solo il senso di appartenenza per mandare al macello le truppe irregimentate, con lo spiacevole inconveniente che il senso di appartenenza è facilmente aggredibile dall'istruzione (a differenza della religione).

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Dom 26 Ago 2012 - 0:42

Darrow ha scritto:
jessica ha scritto:non capisco
Ho detto: proviamo a togliere di mezzo la religioe, cioè facciamo conto che non esista la religione, così come per magia. Ecco che al potere rimarrebbe solo il senso di appartenenza per mandare al macello le truppe irregimentate, con lo spiacevole inconveniente che il senso di appartenenza è facilmente aggredibile dall'istruzione (a differenza della religione).
e allora spiegami i 20 (60?) milioni di morti nei regimi comunisti. là dov'è che il meccanismo dello spiacevole inconveniente si è inceppato?
o forse parli solo di guerre in senso stretto?
ma le due guerre mondiali non erano tutte combattute tra gente più o meno della stessa religione?
ripeto la domanda perchè forse non ho capito bene la risposta: com'è che in guerra ci vanno anche gli atei senza problemi?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Dom 26 Ago 2012 - 0:52

Gli atei sono imbecilli nè più nè meno che i credenti. per cui l'ateo ci va perchè è convinto che così facendo difende la patria, il re, sua moglie, il suo orticello, il suo stile di vita, ecc... Non penso comunque che la componente atea degli eserciti fosse preponderante, anzi ritengo fosse una sparuta minoranza.
Gli atei sovietici erano particolarmente rimbecilliti, ho detto che l'istruzione "aggredisce" facilmente il senso d'appartenenza (che sostituisce e motiva in assenza di religione) ma quando l'istruzione (come quella sovietica) è un plagio/indottrinamento/lavaggio del cervello, allora è una gara dura.
Stessa religione? Ma non stesso dio! Infatti molte guerre del passato più remoto erano fra diverse branche del cristianesimo (qua in Europa) e guardda caso tutti erano convinti di avere dalla loro il Dio con l'affare più grande che avrebbe rotto il culo a quell'altro Dio e a tutti i suoi seguaci.

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Tomhet Dom 26 Ago 2012 - 0:54

Jessica forse semplicemente non ci capiamo:
anche in questo caso mi pare che il problema non sia tanto la religione ma l'adesione acritica a dettami altrui. problema che purtroppo si è dimostrato essere comune a credenti e atei, checchè tu ne dica. viceversa anche l'opposizione a dettami ingiusti è patrimonio comune (v. es degli obiettori fatto sopra, giusto per non andare troppo lontano)
Sono d'accordo, la religione non è sempre l'origine, ma è spesso il mezzo con cui le persone vengono spinte in guerre, ecc...

Quello che volevo far capire è che dall'ateismo come posizione filosofica non puoi trarne un mezzo per muovere persone in guerra, perché non contiene i componenti necessari per farlo.
Poi puoi benissimo muovere quanti atei vuoi in guerra, lo faranno pure loro se avranno un buon motivo, ma non sarà un motivo legato all'ateismo.

La religione al contrario contiene le componenti per mettere su un bel mezzo di reclutamento, tutto qui.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Ospite Dom 26 Ago 2012 - 11:12

Darrow ha scritto:Gli atei sono imbecilli nè più nè meno che i credenti. per cui l'ateo ci va perchè è convinto che così facendo difende la patria, il re, sua moglie, il suo orticello, il suo stile di vita, ecc... Non penso comunque che la componente atea degli eserciti fosse preponderante, anzi ritengo fosse una sparuta minoranza.
bah, saranno stati in proporzione uguale agli atei totali no?
Gli atei sovietici erano particolarmente rimbecilliti, ho detto che l'istruzione "aggredisce" facilmente il senso d'appartenenza (che sostituisce e motiva in assenza di religione) ma quando l'istruzione (come quella sovietica) è un plagio/indottrinamento/lavaggio del cervello, allora è una gara dura.
Stessa religione? Ma non stesso dio! Infatti molte guerre del passato più remoto erano fra diverse branche del cristianesimo (qua in Europa) e guardda caso tutti erano convinti di avere dalla loro il Dio con l'affare più grande che avrebbe rotto il culo a quell'altro Dio e a tutti i suoi seguaci.
stavo parlando delle guerre mondiali. ma mi mare di ripetermi un po' troppo. in pratica le guerre per le quali la religione sia stata la vera causa si contano sulle dita di una mano. in generale dio è una bella parola per scaldare un po' gli animi dei combattenti. qui invece sembra che stiate dicendo che senza "dio" tutte quelle guerre non sarebbero state combattute. io penso che perfino per le crociate la storia non sarebbe cambiata di un millimetro. di motivi per scaldare gli animi (o pretesti se preferisci) ne trovi fin che vuoi.

Tomhet ha scritto:Jessica forse semplicemente non ci capiamo:

Sono d'accordo, la religione non è sempre l'origine, ma è spesso il mezzo con cui le persone vengono spinte in guerre, ecc...

Quello che volevo far capire è che dall'ateismo come posizione filosofica non puoi trarne un mezzo per muovere persone in guerra, perché non contiene i componenti necessari per farlo.
Poi puoi benissimo muovere quanti atei vuoi in guerra, lo faranno pure loro se avranno un buon motivo, ma non sarà un motivo legato all'ateismo.

La religione al contrario contiene le componenti per mettere su un bel mezzo di reclutamento, tutto qui.
infatti in questa (http://atei.forumitalian.com/t4380p60-religioni-cancro-dell-umanita#162744) lista non l'avevo incluso. anche se continuo a non essere d'accordo completamente col tuo ragionamento (diciamo al 50%).
anche se non è l'ateismo in sè (come non è il credere in un dio in sè) la causa, è innegabile che molte atrocità siano state compiute in nome di roba direttamente legata ad esso (una su tutte, appunto le persecuzioni dei religiosi in quanto religiosi contrapposti agli atei).
comunque, devo proprio dirlo, credo che il calibro di questo 3d sia lo stesso di quello che potrebbe avere un 3d su cattoliciromani aperto dal'invasato di turno che si scaglia contro l'ateismo origine di tutti i mali, perchè il non credere in un dio porta alla perdita di valori, alla morte dentro, all'egoismo, relativismo, fancazzismo ecc ecc.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da loonar Dom 26 Ago 2012 - 11:39

A me del calibro del thread non interessa un fico secco.
Io sto discutendo con te su un argomento se hai voglia andiamo avanti, altrimenti me lo dici e smettiamo ora.

-proporzione atei: uguale a quella totale, certo! Cioè bassissima! Ah, cominciamo a fare una distinzione, io ad esempio non mi considero ateo, ma non credente, sai c'è una grossissima differenza. L'ateo pernsa che dio non esiste, ma crede ad un mucchio di altre stronzate (vedi: patria, appartenenza al gruppo, squadra del cuore, zodiaco, jella, ecc...) il non credente butta nel cesso tutto il ciarpame che è fra parantesi, eccetera compresi. Per cui ora ti chiedo: quanti pensi fossero i non credenti arruolati e quanti quelli disertori o fuggiaschi? Io dico che fossero 0% i primi e 100% i secondi.

-io ritengo che "dio" sia una parolina che scalda molto più rispetto ad altre, ma comunque sulla base di quanto detto prima non mi cambia di una virgola il fatto che tutti i tedeschi che credevano nel III Reich erano credenti, così come i sovietici che credevano nel Sol dell'Avvenire.
Sulle crociate come guerre possibili senza la spinta magica della parolina"dio" ho i miei dubbi (Deus lo volt lo buttiamo a mare?). Spiegami come avrebbero aizzate le folle (ricordo che i condottieri (che se ne fottevano di dio e pensavano solo al bottino) dovevano reclutare polli da far carne per lo spiedo saraceno, senza parlare della crociata albigese...

loonar
----------
----------

Maschio Numero di messaggi : 17345
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 10.03.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Werewolf Dom 26 Ago 2012 - 13:53

stavo parlando delle guerre mondiali. ma mi mare di ripetermi un po' troppo. in pratica le guerre per le quali la religione sia stata la vera causa si contano sulle dita di una mano. in generale dio è una bella parola per scaldare un po' gli animi dei combattenti. qui invece sembra che stiate dicendo che senza "dio" tutte quelle guerre non sarebbero state combattute. io penso che perfino per le crociate la storia non sarebbe cambiata di un millimetro. di motivi per scaldare gli animi (o pretesti se preferisci) ne trovi fin che vuoi.
Questa è una stronzata, e di proporzioni macroscopiche. Le guerre islamiche di espansione sono state fatte in nome di Allah. O ti sfugge il nesso fra nascita dell?islam e conquista araba di tutto il Medio Oriente e del Nord Africa nel giro di qualche decennio? I musulmani hanno attaccato e conquistato spinti dalla religione, e hanno continuato a farlo fino a quando sono stati fermati. I crociati di per sé, secoli dopo, non hanno risposto ad un'aggressione, ma sono andati, stupidamente, a conquistare la Terra Santa(e nessun comandante sano di mente cercherebbe di conquistare una città in pieno territorio nemico, specialmente con le risorse e nel modo con cui l'hanno fatto i crociati) per pure motivazioni religiose. Lo spreco di risorse e di vite umane, in quel caso, non è spiegabile senza il fervore religioso. Vogliamo parlare delle guerre di religione che hanno insanguinato l'Europa fra '500 e '600? La pace di Westfalia, che per risolverle non ha tirato fuori questioni economiche o quant'altro, ma eminentemente religiose? Certamente le guerre non hanno origine solo dalla religione. Ma negare che la religione può essere,ed è stata la causa scatenante di guerre è puro wishful thinking, e della peggior specie.

_________________
La libertà è inafferrabile, ma non conosco altro per cui valga la pena di vivere.
-Avalon-

What a kind of life: Freedom in flesh,
shackles on your mind...

Avantasia

"You can have all the faith you want in spirits and the afterlife, and heaven and hell, but when it comes to this world, don't be an idiot. 'Cause you can tell me you put your faith in God to put you through the day, but when it comes time to cross the road, I know you look both ways."
House, M.D.

La vita è un diritto, non un dovere.
Werewolf
Werewolf
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 3347
Età : 33
Località : Vicenza
Occupazione/Hobby : Studente a vita.. c'è sempre da imparare no?
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue68 / 7068 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 24.03.10

http://werewolf-wolfsden.blogspot.com/

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Steerpike Dom 26 Ago 2012 - 13:57

Darrow ha scritto:
-proporzione atei: uguale a quella totale, certo! Cioè bassissima! Ah, cominciamo a fare una distinzione, io ad esempio non mi considero ateo, ma non credente, sai c'è una grossissima differenza. L'ateo pernsa che dio non esiste, ma crede ad un mucchio di altre stronzate (vedi: patria, appartenenza al gruppo, squadra del cuore, zodiaco, jella, ecc...) il non credente butta nel cesso tutto il ciarpame che è fra parantesi, eccetera compresi. Per cui ora ti chiedo: quanti pensi fossero i non credenti arruolati e quanti quelli disertori o fuggiaschi? Io dico che fossero 0% i primi e 100% i secondi.
Concordo col resto, ma riguardo alla frase sottolineata i miei doveri di affermato MEP mi obbligano a farti presente che se sei non credente, allora sei anche ateo.
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da BestBeast Dom 26 Ago 2012 - 14:09

Qualcuno non può far a meno di pensare che la verità stia sempre nel mezzo.
(non io)

BestBeast
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2925
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Steerpike Dom 26 Ago 2012 - 14:12

BestBeast ha scritto:Qualcuno non può far a meno di pensare che la verità stia sempre nel mezzo.
(non io)
Concordo. Nel mezzo di cosa? Chi sceglie gli estremi? Se qualcuno sostiene che P=R·I² e un altro che P=R·I4 la verità sta in P=R·I3?
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Minsky Dom 26 Ago 2012 - 15:55

Steerpike ha scritto:... ma riguardo alla frase sottolineata i miei doveri di affermato MEP mi obbligano a farti presente che se sei non credente, allora sei anche ateo.
Logica ineccepibile. Rimango tuttavia della mia idea, che "non credente" sia in qualche modo meno incisivo di "ateo". Questione puramente di stile, ben s'intende!

_________________
Dai un pesce ad un uomo
e mangerà per un giorno.
Insegna ad un uomo a pescare
e mangerà per tutta la vita.
Dai la religione ad un uomo
e morirà pregando per un pesce.
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 25401
Età : 68
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Religioni: cancro dell'umanità? - Pagina 2 Empty Re: Religioni: cancro dell'umanità?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.