Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Dialoghi credente-ateo

+2
Paolo
Ludwig von Drake
6 partecipanti

Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 19:59

Paolo ha scritto:Credente = C Ateo = A

C: lo sai che l'universo è stato creato da dio? E' lui che ha cerato tutto anche l'universo, la terra, ci ha messo lui sopra l'uomo, così come lo vedi tu oggi, ovvero a sua immagine e somiglianza.
A: no no, non lo sapevo anche perchè non so chi sia dio.
C: dio è un'entità sovrannaturale eterna, onnipotente, onnipresente e infinita. E' il Creatore, colui che ha fatto tutto quello che tu oggi vedi.
A: ahh interessante, ma mi dici come posso conoscere o avere qualche contatto con questa entità. Se è così potente se ha creato 100.000.000.000.000.000.000.000 stelle più tutti i pianeti e tutti i vari astri cosmici, i buchi nei, la materia oscura, ovviamente oltre che la terra e l'uomo, deve essere presente ovunque. Spiegami allora come faccio a capire cosa sia. Io non mi ero accorto di nulla.
C: non esiste la possibilità di vedere o di avere alcun contatto con dio. Nessuno l'ha mai visto. Non c'è nessuna prova della sua esistenza. Quello che tu devi fare è aver fede e credere nella sua esistenza. Perciò se tu crederai che esiste allora sei sicuro che lui esiste. Se tu lo preghi lui ti da la fede e con quella crederai.
A: scusa ma il tuo ragionamento mi sembra un po' contorto. Tu mi parli dell'esistenza di una entità tanto potente da aver creato dal nulla oltre che tutto il mondo che ci circonda, gli uomini con tutte le loro capacità, un quantità di corpi celesti che nessuna mente può anche lontanamente concepire, però non sei in grado di darmi nemmeno una piccola indicazione di come io possa rendermi conto della sua esistenza. Mi dici che ci devo credere e così esiste. Ma sei sicuro che esista veramente. Io, da quel poco che la scienza oggi ha potuto capire studiando sia l'uomo che il mondo, ha trovato una grande quantità di evidenze che fanno pensare a ben altra origine della terra, dell'uomo e di tutto l'universo.
Perciò ti ribadisco la mia perplessità. Senza alcuna prova ne fisica ne logica, senza alcuna possibilità di avere alcun contatto con questa entità come fai ad essere così sicuro che ci sia realmente ?
C: si certo, io sono sicuro che esiste anche perchè tu non puoi dimostrare che non esiste e questo mi legittima a credere che sia così.
A: scusa ma devo dimostrare che non esiste cosa? Io ero pacifico a studiare l'evoluzione della specie umana, un po' di antropologia, psicologia, archeologia e mi affascina anche l'astronomia, anche se per la verità sono un po' ingorantino in materia. Ho raccolto tantissimi elementi, o conosciuto tantissimi fatti sia storici che biologici e tu adesso mi dici che ho sbagliato tutto, che non è vero niente e annulli in un secondo la mia vita culturale semplicemente sostenendo che vi sia una entità di cui non si può sapere nulla ma che ha fatto tutto. E l'unico argomento che mi porti a supporto di questo è che io non sarei in grado di dimostrare che tu hai torto e che questa entità, che tu chiami dio, non esista.
Pensala come vuoi ma io continuo a studiare e a interessarmi di cose che posso vedere, misurare, testare e verificarne le sue caratteristiche. Sei libero di avere le tue idee, però non avere la pretesa che io ti dimostri che non esiste un qualcosa che non so nemmeno cosa sia e per di più non lo sai neanche tu. Questo è tropo anche per me!
A me piacciono gli scacchi e mi piace pensare a diverse aperture da parte dell’avversario.

Ora, Paolo immagina questa apertura:

C: lo sai che l'universo è stato creato da dio? E' lui che ha cerato tutto anche l'universo, la terra, ci ha messo lui sopra l'uomo, così come lo vedi tu oggi, ovvero a sua immagine e somiglianza.

A me ne viene in mente un’altra:

C: l’estremo numero di possibilità mi porta incertezza e questa incertezza mi porta angoscia; la percezione della libertà mi dà le vertigini. La fede è l’unico rimedio adeguato che ho trovato ad angoscia e disperazione, nate anche dalla possibilità del nulla. Il nulla è per me l’assolutamente negativo a livello emozionale e per affrontarlo ho necessità di appellarmi all’assolutamente positivo, che io chiamo Dio e che consiste in un salto a piè pari nell’irrazionale.

Oppure:

C: la ragione è insufficiente a spiegare il mondo, ma noi possediamo un altro strumento di conoscenza che è l’intuizione ed è attraverso l’intuizione che io colgo un fondamento ultimo di tutta la realtà che chiamo Dio.

Sarà che io ho in mente credenti diversi, quando immagino dei dialoghi...

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Paolo Mar 17 Lug 2012 - 20:12

Vedi Lud, quello che io ho voluto evidenziare con il primo intervento è il fatto che è sbagliato dar per scontato, ovviamente in una visione puramente logica, che l'idea di dio sia un dato oggettivo e non soggettivo. Come ho già scritto esiste solo chi crede in dio, non certo dio! Poi tutto quello che tu hai esposto sono per lo più valutazioni e questioni emotive, che hanno poco a che fare con la logica.


Ultima modifica di Paolo il Mar 17 Lug 2012 - 20:19 - modificato 1 volta.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Tomhet Mar 17 Lug 2012 - 20:17

C: la ragione è insufficiente a spiegare il mondo, ma noi possediamo un altro strumento di conoscenza che è l’intuizione ed è attraverso l’intuizione che io colgo un fondamento ultimo di tutta la realtà che chiamo Dio.
A: Cos'è più probabile, che la tua intuizione frutto della tua e tua soltanto mente umana, che spesso si dimostra fallace, sia vera oppure che quella che chiami intuizione sia solo una manifestazione di ciò che vorresti fosse vero tanto per rincuorarti?

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 20:37

Paolo ha scritto:Vedi Lud, quello che io ho voluto evidenziare con il primo intervento è il fatto che è sbagliato dar per scontato, ovviamente in una visione puramente logica, che l'idea di dio sia un dato oggettivo e non soggettivo. Come ho già scritto esiste solo chi crede in dio, non certo dio! Poi tutto quello che tu hai esposto sono per lo più valutazioni e questioni emotive, che hanno poco a che fare con la logica.
La logica è ben altro.
Tomhet ha scritto:
C: la ragione è insufficiente a spiegare il mondo, ma noi possediamo un altro strumento di conoscenza che è l’intuizione ed è attraverso l’intuizione che io colgo un fondamento ultimo di tutta la realtà che chiamo Dio.
A: Cos'è più probabile, che la tua intuizione frutto della tua e tua soltanto mente umana, che spesso si dimostra fallace, sia vera oppure che quella che chiami intuizione sia solo una manifestazione di ciò che vorresti fosse vero tanto per rincuorarti?
C: Nella mia vita spesso scelgo in base all'intuito e spesso le conclusioni, sebbene non fondate su dati evidenti, sono corrette, anche se me ne accorgo solo dopo. Conosci la storia del tacchino? Tu sei un po' come il tacchino con meno di un anno che, in base agli elementi che ha a disposizione, pensa che al giorno del ringraziamento gli daranno regolarmente da mangiare e andrà a dormire. Invece, il tacchino, anche senza elementi oggettivi a supporto della sua idea, avrebbe potuto intuire che quel giorno sarebbe morto. Certo, in base ai 364 giorni di esperienza e di dati accumulati, quel giorno gli avrebbero dovuto dare da mangiare come gli altri, ma non sempre la cosa apparentemente più probabile è quella corretta.

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Tomhet Mar 17 Lug 2012 - 20:52

Ludwig von Drake ha scritto:
Tomhet ha scritto:
C: la ragione è insufficiente a spiegare il mondo, ma noi possediamo un altro strumento di conoscenza che è l’intuizione ed è attraverso l’intuizione che io colgo un fondamento ultimo di tutta la realtà che chiamo Dio.
A: Cos'è più probabile, che la tua intuizione frutto della tua e tua soltanto mente umana, che spesso si dimostra fallace, sia vera oppure che quella che chiami intuizione sia solo una manifestazione di ciò che vorresti fosse vero tanto per rincuorarti?
C: Nella mia vita spesso scelgo in base all'intuito e spesso le conclusioni, sebbene non fondate su dati evidenti, sono corrette, anche se me ne accorgo solo dopo. Conosci la storia del tacchino? Tu sei un po' come il tacchino con meno di un anno che, in base agli elementi che ha a disposizione, pensa che al giorno del ringraziamento gli daranno regolarmente da mangiare e andrà a dormire. Invece, il tacchino, anche senza elementi oggettivi a supporto della sua idea, avrebbe potuto intuire che quel giorno sarebbe morto. Certo, in base ai 364 giorni di esperienza e di dati accumulati, quel giorno gli avrebbero dovuto dare da mangiare come gli altri, ma non sempre la cosa apparentemente più probabile è quella corretta.
A: Spesso sono corrette, ma non bisogna dimenticare che l'intuito molto frequentemente è accompagnato da una buona dose di fatti secondari e un minimo di buon senso. Al contrario quando questi vengono a mancare spesso l'intuito fallisce e fallisce proprio perché le proprie aspettative non corrispondono alla realtà dei fatti.
Nell'universo del tacchino, ogni giorno può essere il giorno del ringraziamento, cosa gli conviene fare, tentare quotidianamente la fuga dalla sua realtà per un idea infondata dall'esperienza, oppure, tramite i dati a disposizione, capire l'andazzo delle cose ignorando le sue speranze?

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 21:01

Tomhet ha scritto:A: Spesso sono corrette, ma non bisogna dimenticare che l'intuito molto frequentemente è accompagnato da una buona dose di fatti secondari e un minimo di buon senso. Al contrario quando questi vengono a mancare spesso l'intuito fallisce e fallisce proprio perché le proprie aspettative non corrispondono alla realtà dei fatti.
Nell'universo del tacchino, ogni giorno può essere il giorno del ringraziamento, cosa gli conviene fare, tentare quotidianamente la fuga dalla sua realtà per un idea infondata dall'esperienza, oppure, tramite i dati a disposizione, capire l'andazzo delle cose ignorando le sue speranze?
C: Hai ragione quando dici che nella maggior parte dei casi l’intuito, quando ha successo, è legato a una serie di fatti secondari che non riusciamo a collegare a livello conscio. Dunque, anche se a livello conscio non riesco a delineare tutti i passaggi che mi portano a credere che esista un fondamento ultimo di tutto l’universo, non è detto che non ci sia tutta una serie di fatti secondari che non colgo/collego consciamente e/o che la mia conclusione intuitiva non sia corretta.
Io non altero la mia vita sulla base dell’esistenza di tale fondamento ultimo, credo semplicemente che tale fondamento esista. Il comportamento quotidiano lo regolo in base a ciò che intuisco o comprendo della realtà quotidiana.

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Paolo Mar 17 Lug 2012 - 21:05

A: visto le cantonate che l'uomo ha preso nel valutare i vari fenomeni io seguo un procedimento logico scientifico. Per spiegare meglio ti riporto cosa si deve intendere per metodo scientifico.

http://www.scienzeascuola.it/joomla/le-lezioni/24-lezioni/331-il-metodo-scientifico-o-sperimentale

Anticamente l’uomo ha cercato di spiegare i fenomeni naturali di cui era testimone imputandoli all’azione delle divinità, oppure attribuendoli alla stregoneria o alla magia.
Con Galileo Galilei (1564-1642) è stato introdotto il metodo sperimentale: esso si basa su una prima osservazione, seguita da un esperimento, sviluppato in maniera controllata, in modo tale che si possa riprodurre il fenomeno che si vuole studiare. L’esperimento ha lo scopo di convalidare o confutare l’ipotesi che lo scienziato ha formulato, ipotesi che ha lo scopo di spiegare i meccanismi alla base di quel particolare evento.
Nel primo caso (convalida dell’ipotesi) si procede con l’esecuzione di un gran numero di esperimenti, in maniera tale che i risultati acquisiti siano attendibili (analisi statistica): i dati raccolti vengono elaborati e successivamente viene formulata una teoria: quest’ultima viene utilizzata, spesso insieme ad altre teorie, per formulare una legge. La teoria ipotizza la causa o le cause all’origine di un fenomeno mentre la legge descrive un fenomeno che avviene con una certa regolarità.
Nel secondo caso (rigetto dell’ipotesi) l’ipotesi viene modificata e sottoposta a nuovi esperimenti.
Il metodo scientifico si basa su alcuni presupposti, ad esempio che gli eventi naturali osservati hanno delle cause precise ed identificabili, che ci sono degli schemi utilizzabili per descrivere quanto accade in natura, che se un evento si verifica con una certa frequenza alla base c’è la stessa causa, che ciò che una persona percepisce può essere percepita anche da altri, che si applicano le stesse leggi fondamentali della natura, indipendentemente da dove e quando si verificano determinati eventi.



In pratica il metodo scientifico è un modo di conseguire informazioni sul meccanismo di eventi naturali proponendo delle risposte alle domande poste: per determinare se le soluzioni proposte sono valide si utilizzano dei test (esperimenti) condotti in maniera rigorosa.
La rigorosità del metodo scientifico risiede nel fatto che una teoria non è mai definitiva ma è suscettibile di modifiche o di sostituzioni, qualora vengano alla luce nuovi aspetti non ancora considerati. Il metodo scientifico richiede una ricerca sistematica di informazioni e un continuo controllo per verificare se le idee preesistenti sono ancora supportate dalle nuove informazioni. Se i nuovi elementi di prova non sono favorevoli, gli scienziati scartano o modificano le loro idee originarie. Il pensiero scientifico viene quindi sottoposto ad una costante critica, una modifica ma anche ad una rivalutazione: è questo che lo rende così grande ed universale.


_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 21:08

Paolo ha scritto:A: visto le cantonate che l'uomo ha preso nel valutare i vari fenomeni io seguo un procedimento logico scientifico.
[...]
C: Io, invece, seguo anche l'intuito, visto che nella mia vita spesso mi è tornato utile. Posso porti una domanda?

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da mecca domenico Mar 17 Lug 2012 - 21:09

Ludwig von Drake ha scritto:

C: l’estremo numero di possibilità mi porta incertezza e questa incertezza mi porta angoscia; la percezione della libertà mi dà le vertigini. La fede è l’unico rimedio adeguato che ho trovato ad angoscia e disperazione, nate anche dalla possibilità del nulla. Il nulla è per me l’assolutamente negativo a livello emozionale e per affrontarlo ho necessità di appellarmi all’assolutamente positivo, che io chiamo Dio e che consiste in un salto a piè pari nell’irrazionale.

Oppure:

C: la ragione è insufficiente a spiegare il mondo, ma noi possediamo un altro strumento di conoscenza che è l’intuizione ed è attraverso l’intuizione che io colgo un fondamento ultimo di tutta la realtà che chiamo Dio...

Le religioni sfruttano le incertezze e l'angoscia per procurare nuovi adepti.
Pensa ai TdG, che prima spaventavano con la fine del mondo e adesso preannunciano la fine di questo sistema. E la gente ha paura o come diceva mio padre "TANTO, MALE NON PUO' FARE".

mecca domenico
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1793
Età : 75
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 31.05.09

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Paolo Mar 17 Lug 2012 - 21:11

Bene, sono contento per te Lud! Ma non tutti hanno capacità intuitiva così si devono affidare a qualche altro metodo. Certo dimmi pure, cosa vuoi sapere?

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 21:15

mecca domenico ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:

C: l’estremo numero di possibilità mi porta incertezza e questa incertezza mi porta angoscia; la percezione della libertà mi dà le vertigini. La fede è l’unico rimedio adeguato che ho trovato ad angoscia e disperazione, nate anche dalla possibilità del nulla. Il nulla è per me l’assolutamente negativo a livello emozionale e per affrontarlo ho necessità di appellarmi all’assolutamente positivo, che io chiamo Dio e che consiste in un salto a piè pari nell’irrazionale.

Oppure:

C: la ragione è insufficiente a spiegare il mondo, ma noi possediamo un altro strumento di conoscenza che è l’intuizione ed è attraverso l’intuizione che io colgo un fondamento ultimo di tutta la realtà che chiamo Dio...

Le religioni sfruttano le incertezze e l'angoscia per procurare nuovi adepti.
Pensa ai TdG, che prima spaventavano con la fine del mondo e adesso preannunciano la fine di questo sistema. E la gente ha paura o come diceva mio padre "TANTO, MALE NON PUO' FARE".
Ehi! Hai infranto le regole del gioco! Devi premette A: se scrivo come ateo e C: se scrivi come credente!!! E poi non dovete affollarvi, altrimenti non so cosa inventarmi nella parte del credente... Scusate mod se ho usato il rosso, ma fingo di fare il mod di questo giochetto del dialogo, se non va bene ditemelo che modifico il colore.

Allora, sistemiamo:

A: Le religioni sfruttano le incertezze e l'angoscia per procurare nuovi adepti.
Pensa ai TdG, che prima spaventavano con la fine del mondo e adesso preannunciano la fine di questo sistema. E la gente ha paura o come diceva mio padre "TANTO, MALE NON PUO' FARE".

C: Io non appartengo a nessuna religione.

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 21:20

Paolo ha scritto:Bene, sono contento per te Lud! Ma non tutti hanno capacità intuitiva così si devono affidare a qualche altro metodo. Certo dimmi pure, cosa vuoi sapere?
Aridaje, ma sono così difficili le regole? Devi premettere la C: o la A: e non devi rivolgerti al me Lud, sto interpretando la parte del credente!!! (sempre funzione mod del gioco)
A: Bene, sono contento per te amico credente! Ma non tutti hanno capacità intuitiva così si devono affidare a qualche altro metodo. Certo dimmi pure, cosa vuoi sapere?

C: Sono io a essere contento per te che riesci a sopravvivere affidandoti solo ad un metodo logico-scientifico. Non sei tu a doverti affidare a qualche altro metodo, sono io che oltre al classico logico-scientifico necessito anche di quello intuitivo (che poi non è un metodo). La domanda è: tu hai detto che segui un metodo logico-scientifico. Sei convinto che l'universo attuale derivi dal Big Bang (anzi, faccio il credente per bene, Big Ben)?

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Tomhet Mar 17 Lug 2012 - 21:28

Ludwig von Drake ha scritto:C: Dunque, anche se a livello conscio non riesco a delineare tutti i passaggi che mi portano a credere che esista un fondamento ultimo di tutto l’universo, non è detto che non ci sia tutta una serie di fatti secondari che non colgo/collego consciamente e/o che la mia conclusione intuitiva non sia corretta.
A: Quindi sostanzialmente lo assumi come assioma, non essendoci un percorso logico da te delineato praticamente è tale indipendentemente dal resto. In questo caso la discussione si esaurisce, non essendoci niente da confrontare.
L'unico appunto che si può aggiungere è il motivo per il quale necessiti tutto ciò quando per altre cose preferisci comportarti razionalmente, sapendo tu stesso i risultati che si ottengono con il ragionamento.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Paolo Mar 17 Lug 2012 - 21:29

Paolo: Va behh chiederò alla amministrazione se è possibile cambiare il mio nick name da Paolo a A ! wink..

A: La risposta alla tua domanda caro C la trovi nella definizione del metodo scientifico. Di certo non c'è nulla!

La rigorosità del metodo scientifico risiede nel fatto che una teoria non è mai definitiva ma è suscettibile di modifiche o di sostituzioni........

Il pensiero scientifico viene quindi sottoposto ad una costante critica, una modifica ma anche ad una rivalutazione: è questo che lo rende così grande ed universale.



_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 21:32

Tomhet ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:C: Dunque, anche se a livello conscio non riesco a delineare tutti i passaggi che mi portano a credere che esista un fondamento ultimo di tutto l’universo, non è detto che non ci sia tutta una serie di fatti secondari che non colgo/collego consciamente e/o che la mia conclusione intuitiva non sia corretta.
A: Quindi sostanzialmente lo assumi come assioma, non essendoci un percorso logico da te delineato praticamente è tale indipendentemente dal resto. In questo caso la discussione si esaurisce, non essendoci niente da confrontare. L'unico appunto che si può aggiungere è il motivo per il quale necessiti tutto ciò quando per altre cose preferisci comportarti razionalmente, sapendo tu stesso i risultati che si ottengono con il ragionamento.
C: Non ho ben capito l'appunto. Ti ho detto che per molte cose utilizzo l'intuito per prendere le mie decisioni.

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 21:35

Paolo ha scritto:[...] A: La risposta alla tua domanda caro C la trovi nella definizione del metodo scientifico. Di certo non c'è nulla!

La rigorosità del metodo scientifico risiede nel fatto che una teoria non è mai definitiva ma è suscettibile di modifiche o di sostituzioni........

Il pensiero scientifico viene quindi sottoposto ad una costante critica, una modifica ma anche ad una rivalutazione: è questo che lo rende così grande ed universale.
C: Ahimè, non ho posto bene la domanda, colpa mia. So bene che una teoria scientifica non è mai definitiva, altrimenti non sarebbe scientifica perché non falsificabile. Sappiamo però, che quella del Big Ben mgreen è al momento quella più plausibile (domani forse non lo sarà). Mi chiedevo se tu la ritieni la più plausibile e il motivo per cui la ritieni tale (oppure non la ritieni la più plausibile e il motivo...).

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Tomhet Mar 17 Lug 2012 - 21:41

Ludwig von Drake ha scritto:
Tomhet ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:C: Dunque, anche se a livello conscio non riesco a delineare tutti i passaggi che mi portano a credere che esista un fondamento ultimo di tutto l’universo, non è detto che non ci sia tutta una serie di fatti secondari che non colgo/collego consciamente e/o che la mia conclusione intuitiva non sia corretta.
A: Quindi sostanzialmente lo assumi come assioma, non essendoci un percorso logico da te delineato praticamente è tale indipendentemente dal resto. In questo caso la discussione si esaurisce, non essendoci niente da confrontare. L'unico appunto che si può aggiungere è il motivo per il quale necessiti tutto ciò quando per altre cose preferisci comportarti razionalmente, sapendo tu stesso i risultati che si ottengono con il ragionamento.
C: Non ho ben capito l'appunto. Ti ho detto che per molte cose utilizzo l'intuito per prendere le mie decisioni.
A: Perché tra quelle molte cose non c'è la questione dio?

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 21:46

Tomhet ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:
Tomhet ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:C: Dunque, anche se a livello conscio non riesco a delineare tutti i passaggi che mi portano a credere che esista un fondamento ultimo di tutto l’universo, non è detto che non ci sia tutta una serie di fatti secondari che non colgo/collego consciamente e/o che la mia conclusione intuitiva non sia corretta.
A: Quindi sostanzialmente lo assumi come assioma, non essendoci un percorso logico da te delineato praticamente è tale indipendentemente dal resto. In questo caso la discussione si esaurisce, non essendoci niente da confrontare. L'unico appunto che si può aggiungere è il motivo per il quale necessiti tutto ciò quando per altre cose preferisci comportarti razionalmente, sapendo tu stesso i risultati che si ottengono con il ragionamento.
C: Non ho ben capito l'appunto. Ti ho detto che per molte cose utilizzo l'intuito per prendere le mie decisioni.
A: Perché tra quelle molte cose non c'è la questione dio?
C: C'è anche la questione Dio, è quello che ho detto all'inizio. Credo che esista un fondamento ultimo dell'universo perché lo intuisco.

Cazzo, ma che bravo credente che sono!!! mgreen

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Tomhet Mar 17 Lug 2012 - 21:52

A: Giusto, beh, auguri. mgreen
Si, è come sparare all'acqua per ferirla, non esistono proiettili che possano scalfire la mera fede cieca.

Tomhet
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2659
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.08.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Paolo Mar 17 Lug 2012 - 21:57

A: per la verità non ho una conoscenza delle questioni sia di fisica che di astronomia tali per dare un giudizio del big bang. So che tale teoria ha avuto origine dal fatto che si è misurata una variazione del colore della luce delle stelle verso il rosso, il che indica che l'universo si sta espandendo. Però quello che non capisco come si possa estendere questo a tutto l'universo che pensiamo di conoscere dato che è formato come minimo da centomila miliardi di miliardi di stelle. Noi siamo un insignificante puntino su di un granello di sabbia della spiaggia di Lignano Sabbiadoro e dobbiamo valutare cosa accade su di un altro granellino di sabbia della spiaggia di un atollo delle Fiji. Il tutto mi lascia perplesso.

Però, come ho già detto, non ho elementi nè una preparazione sufficiente per dare un giudizio. Io al momento mi sono adeguato culturalmente alla teoria del big bang che mi sembra plausibile e possibile. Ma non vado oltre.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mar 17 Lug 2012 - 21:59

Tomhet ha scritto:
Si, è come sparare all'acqua per ferirla, non esistono proiettili che possano scalfire la mera fede cieca.
I proiettili fanno un baffo anche alla serie T-X!
Dialoghi credente-ateo Txmetal

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Lotus Mer 18 Lug 2012 - 0:02

A: Questo dio è stato proprio ingiusto, non fornendomi dello stesso potere (intuito) di cui sei stato fornito tu! Che burlone, non appena ne avrò la possibilità glielo rinfaccerò! è_é

Edit: I T1000 (o T1001 nel caso di Catherine Weaver) sono ancora più resistenti... su di loro i proiettili hanno più o meno lo stesso effetto che avrebbero sull'acqua!

Lotus
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 424
Località : Napoli
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue65 / 7065 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.01.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mer 18 Lug 2012 - 21:06

Lotus ha scritto:A: Questo dio è stato proprio ingiusto, non fornendomi dello stesso potere (intuito) di cui sei stato fornito tu! Che burlone, non appena ne avrò la possibilità glielo rinfaccerò! è_é
C: Nulla accade per caso, deve essere colpa di qualcosa che hai fatto nella tua vita precedente. Come dissero Pietro e Paolo nella lettera agli eschimesi: le vite sono fatte di scale c'è chi scende e c'è chi... non scende.
Lotus ha scritto:Edit: I T1000 (o T1001 nel caso di Catherine Weaver) sono ancora più resistenti... su di loro i proiettili hanno più o meno lo stesso effetto che avrebbero sull'acqua!
Eresia!!!

Il T-X è molto meglio del T1000!!!

Lo dice anche wikipedia:

La T-X è presumibilmente una versione migliorata del T-950 (gli endoscheletri sono molto simili) utilizzante come rivestimento la stessa lega di cui è composta la serie 1000. Tale lega permette di ammortizzare i colpi di armi leggere (che danneggiavano i modelli organici), dall'altro l'esoscheletro copre la grande debolezza del T-1000 che nonostante possa ricomporsi all'infinito e per questo sia invulnerabile, è facilmente rallentabile con armi da fuoco, mentre gli esplosivi lo smembrano. La T-X non risente minimamente dell'impatto dei proiettili, mentre dimostra un'elevatissima resistenza anche a colpi estremamente potenti:

carneval

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mer 18 Lug 2012 - 21:15

C: Non mi rispondi più?
Ludwig von Drake ha scritto:
Paolo ha scritto:[...] A: La risposta alla tua domanda caro C la trovi nella definizione del metodo scientifico. Di certo non c'è nulla!

La rigorosità del metodo scientifico risiede nel fatto che una teoria non è mai definitiva ma è suscettibile di modifiche o di sostituzioni........

Il pensiero scientifico viene quindi sottoposto ad una costante critica, una modifica ma anche ad una rivalutazione: è questo che lo rende così grande ed universale.
C: Ahimè, non ho posto bene la domanda, colpa mia. So bene che una teoria scientifica non è mai definitiva, altrimenti non sarebbe scientifica perché non falsificabile. Sappiamo però, che quella del Big Ben mgreen è al momento quella più plausibile (domani forse non lo sarà). Mi chiedevo se tu la ritieni la più plausibile e il motivo per cui la ritieni tale (oppure non la ritieni la più plausibile e il motivo...).

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Paolo Mer 18 Lug 2012 - 21:18

Ehh ti ho risposto ieri alla 9:57 pm !

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mer 18 Lug 2012 - 21:23

Paolo ha scritto:Ehh ti ho risposto ieri alla 9:57 pm !
uh, che rincoglionito che sono...

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mer 18 Lug 2012 - 21:25

Paolo ha scritto:A: per la verità non ho una conoscenza delle questioni sia di fisica che di astronomia tali per dare un giudizio del big bang. [...] Però, come ho già detto, non ho elementi nè una preparazione sufficiente per dare un giudizio. Io al momento mi sono adeguato culturalmente alla teoria del big bang che mi sembra plausibile e possibile. Ma non vado oltre.
Bella risposta, sul serio. [by Lud]

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Paolo Mer 18 Lug 2012 - 22:10

Grazie Lud ! Sai circa la questione dell'universo ho letto da qualche parte che data la quantità impressionate di stelle che compongono le galassie e ancora di più le quantità di galassie esistenti è impossibile vedere e studiare anche con ogni tipo di sistema oltre una certa distanza. Data la così grande quantità si ha una continua sovrapposizione come una nebbia che rende impossibile ogni possibilità di analisi e di ricerca. Non so se sia vero però la trovo assai plausibile. E questo che mi lascia perplesso circa la teoria del big bang. Può essere corretta ma non può basarsi solo sul fatto che noi possiamo misurare lo spostamento verso il rosso dello spettro della luce di alcune stelle. Noi abbiamo la possibilità di conoscere solo una minima parte di tutto l'universo. Però forse c'è una risposta ma io non ne ho mai sentito parlare.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Lotus Mer 18 Lug 2012 - 22:58


Ludwig von Drake ha scritto:C: Nulla accade per caso, deve essere colpa di qualcosa che hai fatto nella tua vita precedente. Come dissero Pietro e Paolo nella lettera agli eschimesi: le vite sono fatte di scale c'è chi scende e c'è chi... non scende.


A: Forse nella vita precedente adoravo un falso dio, ma non potevo essere punito prima? Che senso ha punirmi nella vita successiva! Non ho nessuna colpa... Sad



Vabbè, ma dicevo in relazione a ciò che si era detto precedentemente riguardo l'effetto che ha un proiettile nell'acqua... Lo so che il (la) T-X è più avanzato(a), ci mancherebbe... :D

Lotus
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 424
Località : Napoli
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue65 / 7065 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.01.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Mer 18 Lug 2012 - 23:01

Lotus ha scritto:
Ludwig von Drake ha scritto:C: Nulla accade per caso, deve essere colpa di qualcosa che hai fatto nella tua vita precedente. Come dissero Pietro e Paolo nella lettera agli eschimesi: le vite sono fatte di scale c'è chi scende e c'è chi... non scende.


A: Forse nella vita precedente adoravo un falso dio, ma non potevo essere punito prima? Che senso ha punirmi nella vita successiva! Non ho nessuna colpa... Sad
C: Mistero di fede! mgreen

oppure

C: Non lo so, ma intuisco che sia giusto così.
Lotus ha scritto:Vabbè, ma dicevo in relazione a ciò che si era detto precedentemente riguardo l'effetto che ha un proiettile nell'acqua... Lo so che il (la) T-X è più avanzato(a), ci mancherebbe... :D
carneval mi sa che siamo due nerd carneval

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Lotus Mer 18 Lug 2012 - 23:37

Ludwig von Drake ha scritto:C: Mistero di fede! Dialoghi credente-ateo 315697

oppure

C: Non lo so, ma intuisco che sia giusto così.


oppure ancora

C: Mistero imperscrutabile di Dio.

Ludwig von Drake ha scritto:Dialoghi credente-ateo 649521 mi sa che siamo due nerd Dialoghi credente-ateo 649521


meglio nerd che merd Dialoghi credente-ateo 649521 ... Dialoghi credente-ateo 286704

Lotus
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 424
Località : Napoli
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue65 / 7065 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.01.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da mix Gio 19 Lug 2012 - 2:33

[ Dialoghi credente-ateo 649521 ]
N eapolitaner
E stimator di
R ecombinant
D evice
[ / Dialoghi credente-ateo 649521 ]

ver 0.0 (volutamente errata e migliorabile)
mix
mix
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6549
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.12

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Lotus Gio 19 Lug 2012 - 10:56

ma io non sono un nerd, è che mi disegnano così Sad

mix, il ricombinante in questo caso sarebbe il terminator? Ma non sono ricombinanti! XD Vabbè ci sei andato vicino, magari nella versione pre-alpha cambierai il titolo... Dialoghi credente-ateo 649521

Lotus
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 424
Località : Napoli
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue65 / 7065 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.01.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da mix Gio 19 Lug 2012 - 11:33

Lotus ha scritto:ma io non sono un nerd, è che mi disegnano così Sad

mix, il ricombinante in questo caso sarebbe il terminator? Ma non sono ricombinanti! XD Vabbè ci sei andato vicino, magari nella versione pre-alpha cambierai il titolo... Dialoghi credente-ateo 649521
cosa sono che cominci con la lettera R?
fai tu la ver 0.1 ?
mix
mix
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6549
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.12

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Lotus Gio 19 Lug 2012 - 12:13

Beh mi verrebbe un banale Robot, però poi non mi piace come suona con Device... Sad

Lotus
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 424
Località : Napoli
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue65 / 7065 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.01.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Ludwig von Drake Gio 19 Lug 2012 - 14:14

Random?

_________________
Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
perchè il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità,
farmi umile e accettare che sia questa la realtà?
Don Chisciotte - Guccini

https://iltronodispade.wordpress.com/
Ludwig von Drake
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 4721
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue0 / 700 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 19.11.08

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Lotus Gio 19 Lug 2012 - 15:51

... random device? napoletani estimatori di dispositivi a casaccio? XD

Lotus
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 424
Località : Napoli
SCALA DI DAWKINS :
Dialoghi credente-ateo Left_bar_bleue65 / 7065 / 70Dialoghi credente-ateo Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.01.11

Torna in alto Andare in basso

Dialoghi credente-ateo Empty Re: Dialoghi credente-ateo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.