Atei Italiani
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Rapporto atei-credenti

+24
ilmaso
oddvod56
teto
delfi68
Gnaghi
alberto
Virtra
franzyust
Steerpike
BestBeast
SergioAD
lupetta
camilla
nellolo
chef75
Tomhet
federico00
Minsky
uge
Cosworth117
Rasputin
loonar
Paolo
Ludwig von Drake
28 partecipanti

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Paolo Ven 16 Mar 2012 - 11:23

Minsky ha scritto:
Rasputin ha scritto:No eh? Anche se battezzacomunicacresimamandaacatechismostupralalorodignitàumanaabusadi loro i suoi figli?
No, sono d'accordo con Wishop. Pietà, commiserazione e anche un po' di disprezzo, ma soprattutto molta umana compassione. Questo non esime nessuno dall'obbligo morale di fare tutto il possibile per impedire che si continuino a perpetrare gli abusi.

P.S.: Mi spiego meglio. I credenti sono vittime, sostanzialmente. Possono fare pena e suscitare un senso di repulsione per la loro inettitudine mentale, ma sono solo parzialmente responsabili. I veri criminali sono i preti. Il clero, a partire dalle più alte gerarchie, è l'associazione per delinquere più pericolosa e più potente. Per loro ci vorrebbe solo la galera a vita.

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 158383

Io dissento. Per me una persona adulta, libera e capace di intendere e volere è responsabile delle sue azioni. Per me non ci sono giustificazioni. Ogni credente sa benissimo a cosa crede e cosa comporta il credere. Perciò è anche responsabile personalmente di ciò che fa e ciò che dice! Sa benissimo che assai spesso prevarica gli altri imponendo le sue idee e le sue posizioni. Io non lo giustifico in alcun modo.

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Steerpike Ven 16 Mar 2012 - 16:58

Minsky ha scritto:
P.S.: Mi spiego meglio. I credenti sono vittime, sostanzialmente. Possono fare pena e suscitare un senso di repulsione per la loro inettitudine mentale, ma sono solo parzialmente responsabili. I veri criminali sono i preti. Il clero, a partire dalle più alte gerarchie, è l'associazione per delinquere più pericolosa e più potente. Per loro ci vorrebbe solo la galera a vita.

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 158383
Anche i preti erò sono stati vittima di un'educazione che li ha portati a compiere tale scela, educazione impartita loro col concorso pressoché indispensabile dei genitori credenti (non preti), etc. etc. etc. etc. etc.
Il colpevole è il meme.
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da BestBeast Ven 16 Mar 2012 - 17:17

E' come mettersi in balcone a petto nudo a gennaio e poi dare la colpa alla polmonite.
La colpa è di chi avendo il meme te lo vuole attaccare!

BestBeast
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2925
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Rasputin Ven 16 Mar 2012 - 20:34

Mi sono accorto solo adesso che il titolo di questo thread è una contraddizione in termini.

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Merini10- Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Paolo Ven 16 Mar 2012 - 20:47

Rasputin ha scritto:Mi sono accorto solo adesso che il titolo di questo thread è una contraddizione in termini.

Perchè?

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Minsky Ven 16 Mar 2012 - 20:55

Paolo ha scritto:Io dissento. Per me una persona adulta, libera e capace di intendere e volere è responsabile delle sue azioni. Per me non ci sono giustificazioni. Ogni credente sa benissimo a cosa crede e cosa comporta il credere. Perciò è anche responsabile personalmente di ciò che fa e ciò che dice! Sa benissimo che assai spesso prevarica gli altri imponendo le sue idee e le sue posizioni. Io non lo giustifico in alcun modo.
No! Non tutti lo sanno. Moltissimi sono inconsapevoli di ciò che significa: semplicemente non ci pensano. Invoco la seminfermità mentale o quantomeno l'incapacità di intendere e di volere, e mi appello alla clemenza della Corte!
Non ho altre domande, Vostro Onore. Rapporto atei-credenti - Pagina 5 315697

_________________
Dai un pesce ad un uomo
e mangerà per un giorno.
Insegna ad un uomo a pescare
e mangerà per tutta la vita.
Dai la religione ad un uomo
e morirà pregando per un pesce.
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 25426
Età : 68
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Rasputin Ven 16 Mar 2012 - 20:58

Paolo ha scritto:
Rasputin ha scritto:Mi sono accorto solo adesso che il titolo di questo thread è una contraddizione in termini.

Perchè?

Spiegami tu in cosa consiste il rapporto...

_________________
Un sacco di gente prova gioia ad essere morta (Maude)

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Merini10- Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Rusp_c10

Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 59078
Età : 61
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia, agnosticomachia, esecuzione capitale di ipocriti
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Paolo Ven 16 Mar 2012 - 21:40

Il rapporto (o amplesso) è un'attività fra due o più individui uno ateo e l'altra credente dalla quale può insorgere, se di tipo eterosessuale, la riproduzione d'essi o d'alcuni d'essi se il rapporto è tra più di due esseri. wink..

_________________
La questione se  "Il mondo sia stato creato da Dio, il quale è sempre esistito" si semplifica in "Il mondo è sempre esistito". E' superfluo, e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico, introdurre Dio per spiegare l'esistenza del mondo.

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem.(Ockham)
Paolo
Paolo
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 9182
Età : 67
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 14.03.10

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Steerpike Mar 20 Mar 2012 - 19:13

BestBeast ha scritto:E' come mettersi in balcone a petto nudo a gennaio e poi dare la colpa alla polmonite.
La colpa è di chi avendo il meme te lo vuole attaccare!
Per cui, se si vogliono considerare colpevoli i preti, anche i fedeli dediti al proselitismo hanno diritto a una fetta della colpa. Altrimenti, nessuno è colpevole e sono tutti vittime delle circostanze.
Esistono le trasformazioni di Lorentz per i sistemi etici?
Steerpike
Steerpike
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2509
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue35 / 7035 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 01.02.12

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da BestBeast Mar 20 Mar 2012 - 21:42

Steerpike ha scritto:
BestBeast ha scritto:E' come mettersi in balcone a petto nudo a gennaio e poi dare la colpa alla polmonite.
La colpa è di chi avendo il meme te lo vuole attaccare!
Per cui, se si vogliono considerare colpevoli i preti, anche i fedeli dediti al proselitismo hanno diritto a una fetta della colpa. Altrimenti, nessuno è colpevole e sono tutti vittime delle circostanze.
Esistono le trasformazioni di Lorentz per i sistemi etici?

Sinceramente si, ritengo che una parte di colpa ce l'abbia chiunque compie proselitismo. Darai l'aggravante in caso questi fosse istituzionalizzato o lo facesse per mestiere.

BestBeast
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 2925
SCALA DI DAWKINS :
Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Left_bar_bleue0 / 700 / 70Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Rapporto atei-credenti - Pagina 5 Empty Re: Rapporto atei-credenti

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.