Perché siete Atei o Credenti?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Logos il Gio 14 Feb - 16:30

Apro il topic sperando di trovare risposte interessanti.
La domanda è: perché siete atei e perché siete credenti. Credo che attraverso questo quesito posso ricevere informazioni multiple sullo stesso argomento.

Vi chiedo scusa se magari nella mia presentazione ho potuto urtare la sensibilità di qualcuno, oppure non aver capito determinati concetti, soprattutto con Rasputin.

Spero di imparare più cose possibili attraverso i vostri ragionamenti. Contemporaneamente continuerò il mio vaggio nei meandri dei tanti topic sparsi nel forum.

Per adesso, essendo confuso, sentendomi un po' Ateo e un po' credente, credo sia saggio sapere da voi perché siete Atei o perché credete in una divinità.

Se fosse possibile, da parte vostra, citare più fonti sulle affermazioni che farete, ve ne sarei grato, in modo che io possa aporofondire ciò che dite.

Logos
Logos
------------
------------

Numero di messaggi : 29
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 13.02.19

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Minsky il Gio 14 Feb - 18:52

Logos ha scritto:Apro il topic sperando di trovare risposte interessanti.
La domanda è: perché siete atei e perché siete credenti. Credo che attraverso questo quesito posso ricevere informazioni multiple sullo stesso argomento.

Vi chiedo scusa se magari nella mia presentazione ho potuto urtare la sensibilità di qualcuno, oppure non aver capito determinati concetti, soprattutto con Rasputin.

Spero di imparare più cose possibili attraverso i vostri ragionamenti. Contemporaneamente continuerò il mio vaggio nei meandri dei tanti topic sparsi nel forum.

Per adesso, essendo confuso, sentendomi un po' Ateo e un po' credente, credo sia saggio sapere da voi perché siete Atei o perché credete in una divinità.

Se fosse possibile, da parte vostra, citare più fonti sulle affermazioni che farete, ve ne sarei grato, in modo che io possa aporofondire ciò che dite.

Per me la risposta è estremamente facile. Sono ateo perché trovo ridicole, grottesche e profondamente insulse tutte le affermazioni, i dogmi e le "verità" proclamate dalle religioni. Sebbene nella mia infanzia abbia subito un forte indottrinamento cattolico, appena raggiunta l'età della ragione (6-7 anni) ho rifiutato di frequentare il catechismo (una cosa quasi impensabile a quei tempi). Penso di avere un istinto innato per il rifiuto delle falsità evidenti, ma il mio ateismo si è poi evoluto nel corso del tempo e si è rafforzato con studio, letture e coscienza politica e sociale. Ora sono fermamente anticlericale nel senso di avversare e disprezzare profondamente ogni clero di ogni religione, mentre verso i credenti nutro compassione, commiserazione o disprezzo, a seconda di come loro si pongono.

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.


Perché siete Atei o Credenti? 6exssu6R_o
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 21227
Età : 65
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Feb - 19:02

Io mi ritengo sano di mente.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da chef75 il Ven 15 Feb - 18:49

Beh, dio non esiste e quindi sai com’è!
mgreen

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
chef75
chef75
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 7872
Età : 44
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 12.11.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da lurkator il Dom 17 Feb - 17:16

lurkator
lurkator
------------
------------

Maschio Numero di messaggi : 13
Età : 31
Località : Treviso
Occupazione/Hobby : Centro Tecnico/Auto da Pista
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.12.13

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da peppedigicom il Dom 17 Feb - 17:31

Io sono ateo perchè la mia mente scientifica ,razionale e metodica si rifiuta di credere ai vari dogmi e verità di fede indimostrabili delle religioni in genere e in modo particolare in quelli inculcate dalle te religioni monoteiste(ebraismo,cristianesimo e islam).

peppedigicom

Numero di messaggi : 1
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 17.02.19

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Dom 17 Feb - 18:34

peppedigicom ha scritto:Io sono ateo perchè la mia mente scientifica ,razionale e metodica si rifiuta di credere ai vari dogmi e verità di fede indimostrabili delle religioni in genere e in modo particolare in quelli inculcate dalle te religioni monoteiste(ebraismo,cristianesimo e islam).

quoto.. welcome

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da The Pilot il Lun 18 Feb - 18:07

Io sono ateo per rifiuto (quindi io ateo sono diventato), perchè nessuna religione riusciva a convincermi. O, ribaltando la cosa, non riuscivo a trovare nulla di convincente in nessuna.
Nei prossimi mesi seguirò il consiglio di Minsky e la sua motivazione.
The Pilot
The Pilot
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1334
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 17.07.12

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Lun 18 Feb - 19:22

The Pilot ha scritto:Io sono ateo per rifiuto (quindi io ateo sono diventato), perchè nessuna religione riusciva a convincermi. O, ribaltando la cosa, non riuscivo a trovare nulla di convincente in nessuna.
Nei prossimi mesi seguirò il consiglio di Minsky e la sua motivazione.

Direi che è sufficiente non venire convinti da una, di religione, visto che si equivalgono praticamente tutte

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Minsky il Sab 2 Mar - 17:50

Perché siete Atei o Credenti? Q2Wk7rBp_o

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.


Perché siete Atei o Credenti? 6exssu6R_o
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 21227
Età : 65
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da SergioAD il Dom 3 Mar - 10:45

Proprio ora ho risposto ad un amico... qui

https://www.facebook.com/rescator23/posts/10217571007089174

Leggi l'articolo - la realtà oggettiva esiste? porc... abbiamo imparato a conoscere la relatività per questo!

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6807
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Dom 3 Mar - 12:45

SergioAD ha scritto:Proprio ora ho risposto ad un amico... qui

https://www.facebook.com/rescator23/posts/10217571007089174

Leggi l'articolo - la realtà oggettiva esiste? porc... abbiamo imparato a conoscere la relatività per questo!

Se legge Paolo (quello che sostiene che il tempo non esiste) si mette a fare i salti di gioia carneval

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da SergioAD il Dom 3 Mar - 14:28

Non sono mai riuscito a spiegargli che è relativo... un fotone che si allontana da un orologio che segnalava un dato tempo quando lo "vide" - quel fotone vedrà quel tempo fisso per sempre ma viaggia a circa 300000000 m/s.

Sarebbe così se ci viaggiassimo noi stessi seduti su quel fotone.

Il tempo contiene l'illusione per lo spazio che c'è tra l'evento ed i relativi sensori - quello che vediamo è sempre già accaduto - anche il contatto fisico accade nell'istante della percezione sommato allo spazio percorso nel sistema nervoso verso il cervello.

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6807
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Dom 3 Mar - 14:32

SergioAD ha scritto:Non sono mai riuscito a spiegargli che è relativo... un fotone che si allontana da un orologio che segnalava un dato tempo quando lo "vide" - quel fotone vedrà quel tempo fisso per sempre ma viaggia a circa 300000000 m/s.

Sarebbe così se ci viaggiassimo noi stessi seduti su quel fotone.

Il tempo contiene l'illusione per lo spazio che c'è tra l'evento ed i relativi sensori - quello che vediamo è sempre già accaduto - anche il contatto fisico accade nell'istante della percezione sommato allo spazio percorso nel sistema nervoso verso il cervello.

Esatto. Mi ricordo l'esempio di Russell della torcia elettrica puntata su un bersaglio fisso da un ipotetico treno in movimento alla velocità della luce (quella sí che pare essere un valore assoluto)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da eccepisco il Dom 3 Mar - 19:32

SergioAD ha scritto:

Il tempo contiene l'illusione per lo spazio che c'è tra l'evento ed i relativi sensori - quello che vediamo è sempre già accaduto - anche il contatto fisico accade nell'istante della percezione sommato allo spazio percorso nel sistema nervoso verso il cervello.

Stai insomma dicendo che cogliamo solo il passato e non siamo in grado di cogliere il presente.

eccepisco
-------------
-------------

Numero di messaggi : 80
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 07.10.12

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da SergioAD il Dom 3 Mar - 19:57

fisicamente è così, poi estrapoliamo e più lo scarto è breve e più ci si avvicina alla realtà.

lo facciamo in ogni calcolo per determinare le posizioni ed i tempi di tutti gli oggetti mobili.

non lo dico io, è così come quando guardiamo l'orologio per fare qualsiasi cosa altrove, ti pare?

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6807
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Lun 4 Mar - 17:46

SergioAD ha scritto:fisicamente è così, poi estrapoliamo e più lo scarto è breve e più ci si avvicina alla realtà.

lo facciamo in ogni calcolo per determinare le posizioni ed i tempi di tutti gli oggetti mobili.

non lo dico io, è così come quando guardiamo l'orologio per fare qualsiasi cosa altrove, ti pare?

ok2

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da PierpaoloPierpaoli il Dom 7 Apr - 12:46

Partiamo da due presupposti importanti:
1) è impossibile dimostrare l’inesistenza dell’inesistente
2) del mondo non sappiamo quasi nulla.
Come possiamo dare una risposta alla questione: esiste un Dio? (NB un Dio nel senso di entità astratta, perché il Dio della Bibbia è facile dimostrare che non esiste)
Viene in nostro aiuto il rasoio di occam: consideriamo cioè vera l’ipotesi più semplice, che richiede meno assunzioni per poter essere spiegata. Dato che non abbiamo alcuna prova dell’esistenza di questo Dio, è molto più semplice supporre che non esista. In fondo, dato che non lo osserviamo, è chiaro che la sua esistenza non influisce sulle nostre vite in alcun modo. Fine.
PierpaoloPierpaoli
PierpaoloPierpaoli
-------------
-------------

Numero di messaggi : 70
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 25.09.14

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da SergioAD il Dom 7 Apr - 14:46

Per gioco e partecipazione e non è una critica... sto cazzeggiando.

Riguardo al primo punto mi viene più semplice dire che l'onere della prova spetta a chi vuole dimostrare l'esistenza di qualcosa - chiedere la prova di una cosa che non è dimostrabile è impossibile.

Riguardo al secondo punto secondo la gerarchia del sapere che si avvale del primo punto per quello che è dimostrabile - le parti di cose che esistono che non si conoscono sono insignificanti.

La relazione tra l'acqua e le maree sono iniziate ad esistere dopo che si sono capite - ossia prima della dimostrazione, l'effetto delle maree avevano lo stesso peso di Dio, Newton pensava a Dio.


SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6807
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Minsky il Dom 7 Apr - 17:35

Qui non c'è più da argomentare cosa sia dimostrabile e cosa no. Non c'è più tempo per la fuffa filosofica. È tempo di muoversi.

Guardate questa vicenda.

ANSA ha scritto:Al via beatificazione di Giulia Gabrieli

14enne bergamasca che lottò contro un sarcoma

Perché siete Atei o Credenti? 292210e51c7484f089252d1634075008

07 aprile 2019 12:53

(ANSA) - BERGAMO, 07 APR - Stasera al Santuario di Stezzano il vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, aprirà la causa di beatificazione di Giulia Gabrieli, morta a 14 anni nel 2011 per un sarcoma. Il Santuario della Madonna dei Campi di Stezzano era un luogo particolarmente caro a Giulia. Si tratta di un luogo non consueto per un momento che prevede, accanto alla preghiera, alla Parola di Dio e al canto, anche precise procedure giuridiche che normalmente, quando riguarda Servi di Dio vissuti in un passato, si svolge nell'aula della Curia.
    La recente scomparsa di Giulia, la sua conoscenza diretta con tante persone fanno pensare che tante persone vorranno partecipare a questo momento. Il vescovo Francesco Beschi offrirà una sua riflessione e sarà il papà di Giulia, Antonio, in rappresentanza dell'associazione 'con Giulia'. Saranno presenti il postulatore fra Carlo Calloni e il vice postulatore don Mattia Tomasoni. All'esterno del santuario sarà allestito un maxischermo con posti a sedere.

Guardate quella faccia di cazzo di prete. Guardate che faccia seria che ha, come se stesse partecipando a chissà quale cosa seria.

Questi schifosi fanno spettacolo della disgrazia di una ragazzina, che ha avuto il solo demerito di lasciarsi prendere, nella sua disperazione, da un inganno cognitivo in un momento di sconforto.

Leggetela la storia della ragazzina, è molto istruttiva.

TEMPI ha scritto:
La vita di Giulia, morta a piedi nudi «per sentire le nuvole del Paradiso»

Benedetta Frigerio 17 novembre 2012 

Morta a 14 anni nell’agosto del 2011, Giulia Gabrieli, ha scritto un libro in cui racconta la bellezza di una vita esplosa mentre lottava contro il tumore.

«No, no. Io non credo più nelle coincidenze. Nulla accade per caso. Io credo nei segni». Questa la fede cristallina di una ragazzina morta di tumore il 19 agosto 2011 all’età di 14 anni, dopo due passati a lottare contro la malattia. Una fede, quella della piccola bergamasca Giulia Gabrieli, esplosa in brevissimo tempo, fino al punto da lasciare segni di speranza nella vita di centinaia di persone perché, scriveva, «queste situazioni aiutano a capire molte cose della vita (…) io ringrazio il Signore di avermi donato, attraverso la malattia che è ritornata, una seconda chance per capire quanto mi vuole bene».
«DOV’E’ DIO?». La storia della malattia di Giulia non è cominciata così, ma nella ribellione. È lei stessa a descriverla con una semplicità disarmante nel libro pubblicato di recente, Un gancio in mezzo al cielo (edizioni Paoline, 124 pagine, 12 euro). Giulia si ammala nell’estate del 2009. La diagnosi viene fatta in seguito al gonfiore di una mano. Seguono le terapie. La ragazzina sta malissimo e il suo umore è altalenante per via dei farmaci. Infatti scrive: «Ho passato dei momenti molto duri (…) ero arrivata ad un momento cruciale: ero nervosissima, mi tremava tutto il corpo, piangevo tutto il giorno». Fino al dubbio sulla bontà di Dio: «Lui che dice che posso pregare, può fare grandi miracoli, può alleviare tutti i dolori, perché non me li leva? Dov’è? Perché sta a guardare?».
Davanti al tentennamento sono i genitori di Giulia e il suo amico prete ad assicurarle che il Signore la sta tenendo in braccio, anche se a lei non sembra. La piccola non si sente così, ma continua a chiedere a Dio di mostrarsi.
Nulla sembra cambiare, finché Giulia non finisce per un contrattempo nella Basilica di Sant Antonio a Padova. Lì, mentre tiene la mano appoggiata sulla tomba del santo, una sconosciuta mette la mano sopra la sua che in quel momento è sgonfia e non appare malata. «Non mi ha detto niente – scrive Giulia – ma aveva un’espressione sul volto, come mi volesse comunicare: “Forza, vai, avanti, ce la fai, Dio è con te”». La piccola, entrata in lacrime, esce dalla basilica radiosa.
Da quel momento, il Dio che pensava lontano dalla vita comincia a farsi presente tramite volti, avvenimenti e cose. Tanto che poi descriverà così anche il suo momento più buio: «Ero talmente disturbata dal dolore che non riuscivo a sentirlo vicino, ma in realtà penso che lui mi stesse stringendo fortissimo. Quasi non ce la faceva più!». Perciò, scrive ancora ai suoi lettori, «rivolgiti al Signore, che qualcosa migliora. Non con la bacchetta magica, però pian piano il Signore migliora tutto». È questa la strada che Giulia risceglie in ogni momento e in cui ingaggia diverse battaglie. Oltre a quella contro il tumore c’è quella per i bambini del suo reparto: chiederà al vescovo, Francesco Beschi, un sostegno spirituale all’interno della pediatria dell’Ospedale Riuniti di Bergamo dove è ricoverata. Poi insegnerà ai medici a riavvicinarsi ai pazienti senza paura, formerà un gruppo di preghiera, girerà per testimoniare ai giovani la bellezza della vita. Fino a scrivere il libro della sua storia.
IL SOFFIO DI MARIA E “SUPEREROI”. Tutto inizia con un fatto che spiega a Giulia il perché di quella malattia: prima di ammalarsi la ragazzina riceve la Cresima, restando colpita dall’omelia in cui si dice che quel sacramento è un dono dello Spirito per testimoniare Cristo. Scrive: «Davvero non capivo cosa potevo fare io (…) E, lì a due mesi, si è presentata la malattia. Ecco io la malattia la sto vivendo come un impegno da cresimanda».
Giulia, poi, racconta altri due episodi decisivi oltre a quello nella Basilica di Sant’Antonio. Il primo è l’incontro con la beata Chiara Luce, «la ragazza che davanti a un gradino non si è fermata, ha invocato l’aiuto del Signore, si è abbandonata a Lui, alla sua volontà, al suo amore». Come lei, anche Giulia parla del suo rapporto con il Dio come di una bimba con il padre: «Lungo la strada i due possono essersi detti tante cose, sia belle sia brutte, ma un padre, quando suo figlio gli chiede aiuto, è sempre disposto a tendergli la mano per aiutarlo. Ecco io sono quel bambino, ingenua di fronte all’onnipotenza di Dio».
A cambiarla e sostenerla sono anche i due viaggi a Medjugorje, dove «per spiegare cosa avviene, mi sono inventata questa immagine: la Madonna a Medjugorje è come se continuasse a soffiare in un palloncino… così l’amore va dappertutto e va a colmare ogni piccola mancanza del nostro cuore». Un’esperienza che cresce a tal punto da rendere Giulia capace, al riemergere della malattia che sembrava sconfitta, di sostenere i suoi genitori e i medici. A loro dirà di non avere paura e che è pronta a combattere insieme. Ed è proprio con i medici che Giulia fa un lavoro importantissimo quasi senza accorgersene. Nell’aiuto dei medici Giulia vede quello di Dio, li chiama i miei “supereroi” e fa capire che da loro non pretende la guarigione, ma cura e compagnia.
Nel libro Giulia spiega anche come i parenti devono stare vicino ai malati, senza censurare la verità. Dalle pagine emergono la sua allegria e il modo di sdrammatizzare in cui molti bambini malati trovano conforto. A colpire il reparto, e il crescente numero di persone che le si fanno intorno, è soprattutto la normalità con cui Giulia vive la sua giovinezza. Amante dello shopping, della musica e degli amici, come una normale tredicenne. Questi i dettagli che la malattia le fa gustare sempre di più, tanto da far crescere in lei lo struggimento per il nichilismo dei giovani che incontra. Perciò insegnerà ai suoi amici a pregare per «cercare di avvicinare i ragazzi al Signore (…) perché è la prima cosa, è dalla preghiera che nasce tutto». E andrà a parlare davanti a folle di giovani per dire il bello della vita.
Infine, circa due mesi prima di morire, sosterrà brillantemente anche l’esame di terza media. La ragazza chiede fino all’ultimo la guarigione per realizzare tutti i progetti che ha nel cuore, ma nello stesso tempo scrive: «Certo, mi piacerebbe vivere una vita lunga (…) però io la morte la vedo come una bella cosa (…) so che dopo la morte c’è il Signore, ritorno da Lui». Cose che Giulia può dire perché ne fa già esperienza in vita: «Lui è tanto buono, mi prende tra le sue braccia. C’è la Madonnina… non vedo l’ora di dirgli grazie per tutto quello che fanno per me».
LE NUVOLE DEL PARADISO. Infine, con la stessa semplicità con cui narra la sua vicenda, tanto da rendere il libro comprensibile a un bambino di qualsiasi età, Giulia dirà: «Io il Paradiso me lo immagino come: avete presente l’era glaciale?». Perciò si farà seppellire con una veste bianca e con i piedi nudi, perché «ci sono tutte queste nuvole rosa, questo mega cancello dorato… e tu, a piedi nudi apri il cancello… Oh è bellissimo».

https://www.tempi.it/la-vita-di-giulia-morta-a-piedi-nudi-per-sentire-le-nuvole-del-paradiso/

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.


Perché siete Atei o Credenti? 6exssu6R_o
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 21227
Età : 65
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Dom 7 Apr - 19:05

L'articolo è tratto da "Tempi", che cos'è?

Con la funzione di ricerca ovviamente il termine è troppo generico

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da SergioAD il Dom 7 Apr - 19:43


SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6807
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue0 / 700 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Dom 7 Apr - 20:40

grazie Sergio

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Minsky il Dom 7 Apr - 21:09

Rasputin ha scritto:L'articolo è tratto da "Tempi", che cos'è?

Con la funzione di ricerca ovviamente il termine è troppo generico
È una pubblicazione cattodemente, probabile emanazione di AC.

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.


Perché siete Atei o Credenti? 6exssu6R_o
Minsky
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 21227
Età : 65
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Rasputin il Dom 7 Apr - 22:18

Minsky ha scritto:
Rasputin ha scritto:L'articolo è tratto da "Tempi", che cos'è?

Con la funzione di ricerca ovviamente il termine è troppo generico
È una pubblicazione cattodemente, probabile emanazione di AC.

Visto visto boxed

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



BRENTON TARRANT FOR PRESIDENT

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
Rasputin
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 55009
Età : 59
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazismo non praticante, islamofobia attiva, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
Perché siete Atei o Credenti? Left_bar_bleue70 / 7070 / 70Perché siete Atei o Credenti? Right_bar_bleue

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Perché siete Atei o Credenti? Empty Re: Perché siete Atei o Credenti?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum