Ponte Morandi

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Dom 26 Ago - 7:51

Ok, centra poco con il ponte, ma solo apparentemente. Nel leggere questo articolo ricordatevi sempre cosa vi dicono i Greci quando incontrano uno stormo di Italiani tra i loro capitelli...

"Una fazzza, una razzza ..."


Grecia, crea sistema anti-evasione: cacciato dal governo




"In greco, la parola “peraiosi” ha due significati. Il primo: fine, conclusione. Il secondo: condono tombale o amnistia fiscale. Lo scrittore Petros Markaris ha deciso di intitolare così il suo ultimo romanzo, il secondo capitolo della “trilogia della crisi” con protagonista l’ispettore Charitos. Dopo aver avuto a che fare con gli omicidi dei banchieri in Prestiti scaduti (2011), il celebre detective di Atene è ora alle prese con un “giustiziere del fisco” che uccide i grandi evasori con la cicuta e lascia i loro cadaveri nei siti archeologici della capitale. L’evasione fiscale, del resto, è al contempo un “passatempo nazionale” e una delle piaghe apparentemente insanabili che affligge la Grecia.

Secondo stime recenti, l’evasione ammonterebbe ogni anno a circa 13-14 miliardi di euro. In un paese di 5 milioni di lavoratori, nell’ultimo anno solo 33 persone hanno dichiarato un reddito superiore ai 900mila euro, e appena 239 un reddito tra 500mila e 900mila euro. In più, l’economia sommersa si attesta intorno al 27,5% del Pil ed è la più grande dell’intera Eurozona. Le cause sono le più disparate. La corruzione, anzitutto: la pratica di incassare fakelaki (mazzette) è largamente diffusa tra gli agenti del fisco. Poi c’è una certa ritrosia politica nell’affrontare seriamente il problema. Uno studio, citato dal New Yorker, ha dimostrato come nei mesi antecedenti le elezioni i partiti trascurino qualsiasi tematica legata al fisco, principalmente per evitare di alienarsi il consenso degli elettori-contribuenti.

L’impianto legislativo, polverizzato in mille rivoli normativi e colmo di lacune, non fa che complicare ulteriormente la situazione. E anche quando si riesce a individuare i trasgressori, farli pagare è difficilissimo: un processo per reati fiscali può durare da sette a dieci anni. Oltre agli aspetti tecnici, ci sono anche fattori culturali. Dimitris Karantinos, direttore del Centro Nazionale di Ricerca Sociale di Atene, ha detto alla Reuters che i cittadini greci «sono molto fedeli alle loro famiglie» ma «non si fidano dello Stato». E dal momento che nessuno paga la tasse perché lo Stato è screditato, quest’ultimo si vede costretto ad alzare le imposte di chi non può evadere, creando un sistema tributario regressivo e fortemente iniquo.

Diomidis Spinellis, professore di informatica alla Athens University of Economics and Business (Aueb), aveva perfettamente chiaro questo contesto quando nel 2009 ha iniziato a lavorare al Ministero delle Finanze come segretario generale del reparto informatico (General Secretariat of Information Systems, Gsis). «Era la prima volta che in Grecia si apriva una posizione di quel livello al Ministero – racconta Spinellis a Linkiesta – E dunque ero molto contento di avere una simile opportunità». Il primo giorno di lavoro il professore inizia a formare una “mappa mentale” (che ha la struttura di un albero ed è una tecnica di rappresentazione grafica del pensiero teorizzata dallo psicologo inglese Tony Buzan) utilizzando il software opensource FreeMind. Spinellis, come ha scritto in un articolo sul suo blog, si è servito della mappa per «registrare, organizzare e conservare tutte le informazioni con cui ero bombardato».

Il primo compito che si prefigge Spinellis è quello di scovare gli evasori attraverso la mappa. Nulla di complicato: Spinellis trova potenziali casi di evasione fiscale ovunque guardi nei dati. «Abbiamo scoperto che alcune persone non dichiaravano nulla», ha affermato il professore alla radio americana Npr «e altre dichiaravano dieci volte meno di quanto erano tenute a fare». Dopo aver raccolto i dati, Spinellis li condivide con tutte le 300 agenzie regionali del fisco greco. Ma non succede nulla: le tasse non vengono riscosse – vuoi per inefficienza, inattività o corruzione. Spinellis aggiunge così un altro elemento alla sua mappa mentale – i “problemi gestionali” degli uffici locali – e scrive un piccolo programma che raccoglie le attività e le prestazioni di ogni singola agenzia. Il professore incrocia i dati e nota che ci sono centinaia di uffici che in un giorno non chiudono nemmeno una pratica. Lo stesso programma manda ogni pomeriggio una dettagliata email sulle attività quotidiane degli uffici al Ministro delle Finanze e alle agenzie stesse.

Non succede nulla nemmeno questa volta. Dopo due anni, la mappa di Spinellis arriva a contare più di quattromila rami, catalogati sotto “persone”, “problemi”, “appuntamenti”, “pratiche”, “uffici” e “strutture”. «La mappa mentale si è rivelata molto utile per osservare il quadro generale», scrive Spinellis nel suo blog. E il quadro generale ritrae una situazione in cui il vero problema – nonostante la crisi economica, le sollecitazioni di Ue e Fmi e le prospettive di default – è l’assenza di volontà politica nell’affrontare l’evasione fiscale.

Il 17 ottobre 2011 il professore si dimette adducendo “motivi personali” e torna ad insegnare. La stampa greca parla subito di motivazione politiche e di «scontri interni al Ministero delle Finanze sulla spinosa questione del contrasto all’evasione». In effetti, l’abbandono di Spinellis scatena una tempesta politica. Il 28 dicembre 2011 Grigoris Peponis, procuratore capo dell’ufficio per i crimini finanziari, e Spyros Mouzakitis, il vice di Peponis, si dimettono a loro volta denunciando interferenze politiche e carenze di mezzi: «Dal momento che non abbiamo mai cercato di ottenere posizioni di prestigio o privilegi, non accettiamo di lavorare sottoposti a restrizioni o dovendo eseguire ordini»." (CONTINUA NEL LINK)
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Dom 26 Ago - 7:58

A seguire, della stessa testata...

’evasione fiscale e l’ipocrisia dei benpensanti



"... L’Italia del Dopoguerra è infatti un Paese che fonda il proprio accumulo di benessere su una strana costituzione immateriale: un settore pubblico sterminato e inefficiente usato da ammortizzatore sociale – uno stipendio sicuro a tutti pur di alimentare il circuito dei consumi - ; un settore privato, artigiano e di piccolissima industria spina dorsale del Paese a cui si concede, quasi a compensazione, il vizietto dell’evasione. Col tempo la prassi degenera da Nord a Sud: il piccolo “nero” di provincia si fa grande evasione, se non elusione, coinvolgendo fette sempre più larghe di popolazione. Dai “giovani” pensionati ai doppiolavoristi del pubblico impiego e delle grandi aziende private, dagli studenti che lavorano a nero nei locali alle casalinghe che fanno i mestieri o il babysittering fino agli insegnanti che danno lezioni private.

Finché il patto improprio ha funzionato ha prodotto ricchezza per tutti, senza che nessuno muovesse un dito per denunciare l’imbroglio. Poi con l’ingresso in Europa e la concorrenza globale il Bengodi è finito. La crisi mondiale ci restituisce un Paese in mutande, con 100 e passa miliardi di evasione fiscale, un settore pubblico elefantiaco e un debito pubblico fuori controllo. ..."


Sì, so che cosa stai per obbietarmi, che la Apple ha evaso miliardi, idem la Google. Ma a te, caro Rusp, che hai fatto le scuole delle fettine, ti rispondo con una dotta citazione...

Gutta cavat lapidem


moon
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Rasputin il Dom 26 Ago - 11:05

holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Nessuno scandalo, solo il solito errore logico: anche il cialtronico quando va in autostrada nel suo paese la paga. Quindi: in Cialtronia tutti pagano, in Krautland nessuno. Altrimenti per converso bisognerebbe far pagare l'autostrada solo ai krauti quando vanno in Cialtronia e/o solo gli italiani quando vanno in Krautland.
Mi pare par condicio al 100%
I Krucchi non pagano le loro autostrade perché il costo della loro costruzione è coperto da quella che in gergo si chiama Fiscalità Generale. E loro hanno una Alta Fedeltà Fiscale. Al contrario di te, che hai solo una Alta Fedeltà (Audio). Ecco perché da loro le AutoBann non si pagano. Ma, caro Rusp, perché non ci racconti cosa capita al contribuente tedesco quando le Brigaten Finanziarien Polizei lo beccano con il forcio in bocca? Patteggiano e pagano la metà del dovuto come è capitato a quella testaccia di ca$$o del mio vicino Valentino Rossi? No. Decisamente no. Conoscevamo in famiglia un ristoratore che negli anni settanta aprii numerosi locali in Germania. Ne aveva ben 11. Poiché li gestiva alla maniera nostra, pagando la gente metà in bianco e metà in nero, rilasciando una fattura si, e 5 no, un bel giorno si sono palesate le Brigate Finanziarien Polizei e l'Ispettoraten del Lavoren Tedeschen, beh, alla fine del controllo, degli 11 ristoranti, ben 10 erano diventati di proprietà della Repubblica Federale di Germania (a titolo di provvisionale). Il nostro conazionale imprenditore di successo aveva tempo numero 'n' giorni per ritirare fuori tutti i soldi che si era inqquattato di tasse evase (la somma che dal controlo avevano desunto) più una mostruosa multa. Trascorsi gli 'n' giorni, una efficientissima asta giudiziaria locale avrebbe rivenduto i 10 ristoranti a imprenditori autoctoni, non affetti da cialtronite cronica come quelli che noi esportiamo da sempre nel mondo. Col ricavato dell'asta, l'Erario di Germania recuperò tutto il maltolto.

Quindi sì: se gli Italiani e i Tedeschi, con il loro rispettivo Erario, fossero egualmente onesti, varrebbe quello che dici tu. Il krucco paga una vignetta dal Brennero a Cattolica, io pago la vignetta dal Brennero fino a Berlino. Ma si da il caso che la situazione non sia questa. Si da il caso che l'Avvocato (da sempre) dichiara meno della sua Segretaria, che il mio amico pompiere ha una auto che non se la può permettere un Commendatore. E che a nessuno, di questo, è mai importato un ca¼¼o fin qui. Solo ora, che siamo ad un passo dal baratro/fallimento, la gente comincia a starnazzare e ad inca¼¼arsi.

Mascherine....

prrrrr





Certo che a distorcere sei migliorato, quasi un jesssico sei. La questione è molto più semplice, lineare: a casa propria ciascuno fa ciò che vuole, in Cialtronia (ma anche in Francia) chi va in autostrada la paga, e la pagano tutti (tutti uguali).

In Krautland ed anche in Austria, tanto per fare due esempi, l'autostrada è gratis (per tutti, tutti uguali).

Non mi sembra complicato da afferrare.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53685
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Minsky il Lun 27 Ago - 20:03


_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 19301
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Mer 29 Ago - 11:16

Rasputin ha scritto:
Certo che a distorcere sei migliorato, quasi un jesssico sei. La questione è molto più semplice, lineare: a casa propria ciascuno fa ciò che vuole, in Cialtronia (ma anche in Francia) chi va in autostrada la paga, e la pagano tutti (tutti uguali).

In Krautland ed anche in Austria, tanto per fare due esempi, l'autostrada è gratis (per tutti, tutti uguali).

Non mi sembra complicato da afferrare.
No, la Jessica aveva ragione al 100%. Sei una %a|ra!

Io, tedesco pago molte tasse (e le pago tutte). Ne pago così tante, e sono così onesto (tranne qualche intruso cialtrone esotico) che ho così tanti denari da porter coprire interamente le spese di costruzione delle autostrade, e la loro ordinaria e straordinaria manutenzione.

Ma se mi arriva Pasquale Esposito, autotrasportatore padroncino di Napoli, con suo furgone, che mi vuole portare le merci fatte in Cialtronia e mi vuole calpestare il sacro asfalto Teutonico dal confine con il Tirolo Austriaco, su, su, fino ad Amburgo, allora io contribuente (ligio) tedesco (giustamente) mi incazzo, perché Pasquale non ha pagato un sasso, né una goccia di catrame, di questa nostra (non pericolante) autostrada. Se Pasquale e il suo furgone vuole arrivare ad Amburgo, liberissimo di farlo, ma che mi paghi (solo ed esclusivamente lui) il pedaggio fino a quella città.

Faccio sommessamente notare che il trasportatore tedesco Otto che volesse consegnare i suoi krauti freschi a Reggi Calabria, la nostra autostrada deve pagarsela eccome. Tranne da Salerno in giù, ma lì non si parla più di Italia, bensì di Mafialand...

La reciprocità, ci vuole. E un po' di giustizia.


mgreen
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Rasputin il Mer 29 Ago - 11:36

holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Certo che a distorcere sei migliorato, quasi un jesssico sei. La questione è molto più semplice, lineare: a casa propria ciascuno fa ciò che vuole, in Cialtronia (ma anche in Francia) chi va in autostrada la paga, e la pagano tutti (tutti uguali).

In Krautland ed anche in Austria, tanto per fare due esempi, l'autostrada è gratis (per tutti, tutti uguali).

Non mi sembra complicato da afferrare.
No, la Jessica aveva ragione al 100%. Sei una %a|ra!

Io, tedesco pago molte tasse (e le pago tutte). Ne pago così tante, e sono così onesto (tranne qualche intruso cialtrone esotico) che ho così tanti denari da porter coprire interamente le spese di costruzione delle autostrade, e la loro ordinaria e straordinaria manutenzione.

Ma se mi arriva Pasquale Esposito, autotrasportatore padroncino di Napoli, con suo furgone, che mi vuole portare le merci fatte in Cialtronia e mi vuole calpestare il sacro asfalto Teutonico dal confine con il Tirolo Austriaco, su, su, fino ad Amburgo, allora io contribuente (ligio) tedesco (giustamente) mi incazzo, perché Pasquale non ha pagato un sasso, né una goccia di catrame, di questa nostra (non pericolante) autostrada. Se Pasquale e il suo furgone vuole arrivare ad Amburgo, liberissimo di farlo, ma che mi paghi (solo ed esclusivamente lui) il pedaggio fino a quella città.

Faccio sommessamente notare che il trasportatore tedesco Otto che volesse consegnare i suoi krauti freschi a Reggi Calabria, la nostra autostrada deve pagarsela eccome. Tranne da Salerno in giù, ma lì non si parla più di Italia, bensì di Mafialand...

La reciprocità, ci vuole. E un po' di giustizia.


mgreen

Allora lo fai apposta per stuzzicare.

- Cialtronia: tutti pagano l'autostrada

- Krautland: autostrada gratis per tutti.

Perfettamente reciproco, ciascuno rispetta le regole del paese in cui si trova.

quando a Comunione e Deformazione, assomigli sempre più a Jessica moon

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53685
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Mer 29 Ago - 15:57

Rasputin ha scritto:Allora lo fai apposta per stuzzicare.
- Cialtronia: tutti pagano l'autostrada
- Krautland: autostrada gratis per tutti.
Perfettamente reciproco, ciascuno rispetta le regole del paese in cui si trova.
quando a Comunione e Deformazione, assomigli sempre più a Jessica moon
Chiedo aiuto...

Eri tu o Minsky, quello che (velatamente) protestava per il fatto che i Tedeschi volevano mettere su dei caselli autostradali (o delle vignette da acquistare) da far pagare ai soli stranieri che utilizzassero le loro autostrade.

Ti confesso che non ho voglia di andarmi a rileggere tutte le pagine addietro, ma mi pare che a qualcuno questa cosa non andava giù. Oh, magari non eri tu. Ma qualcuno rognava.

Quando, a ragion veduta, è perfettamente logico e legittimo.

inchino
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Rasputin il Mer 29 Ago - 18:15

holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:Allora lo fai apposta per stuzzicare.
- Cialtronia: tutti pagano l'autostrada
- Krautland: autostrada gratis per tutti.
Perfettamente reciproco, ciascuno rispetta le regole del paese in cui si trova.
quando a Comunione e Deformazione, assomigli sempre più a Jessica moon
Chiedo aiuto...

Eri tu o Minsky, quello che (velatamente) protestava per il fatto che i Tedeschi volevano mettere su dei caselli autostradali (o delle vignette da acquistare) da far pagare ai soli stranieri che utilizzassero le loro autostrade.

Ti confesso che non ho voglia di andarmi a rileggere tutte le pagine addietro, ma mi pare che a qualcuno questa cosa non andava giù. Oh, magari non eri tu. Ma qualcuno rognava.

Quando, a ragion veduta, è perfettamente logico e legittimo.

inchino

Chi rognava non importa, parti pure dal presupposto che ero io. Allora se pensi che sia logico e legittimo, secondo logica, mentre

- in Cialtronia pagano tutti l'autostrada

- in Krautland i soli stranieri

allora negli altri paesi dove l'autostrada è gratis per tutti, andrebbe fatta pagare ai soli tedeschi, e nei paesi dove la pagano tutti, ai soli tedeschi dovrebbe costare il doppio. Fin qui mi segui?

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53685
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Minsky il Mer 29 Ago - 18:29

holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:Allora lo fai apposta per stuzzicare.
- Cialtronia: tutti pagano l'autostrada
- Krautland: autostrada gratis per tutti.
Perfettamente reciproco, ciascuno rispetta le regole del paese in cui si trova.
quando a Comunione e Deformazione, assomigli sempre più a Jessica moon
Chiedo aiuto...

Eri tu o Minsky, quello che (velatamente) protestava per il fatto che i Tedeschi volevano mettere su dei caselli autostradali (o delle vignette da acquistare) da far pagare ai soli stranieri che utilizzassero le loro autostrade.

Ti confesso che non ho voglia di andarmi a rileggere tutte le pagine addietro, ma mi pare che a qualcuno questa cosa non andava giù. Oh, magari non eri tu. Ma qualcuno rognava.

Quando, a ragion veduta, è perfettamente logico e legittimo.

inchino
Io ho riferito / linkato la notizia che dal 2019 o 2020 o 2021 o salcazzo che non si capisce più, in Teutonia l'autostrada sarà a pagamento mediante "vignetta", per tutti ma con esenzioni strutturate per i cittadini teutoni. Non ho protestato affatto (sono molti anni che non metto piede in Cermania, quindi non me ne frega nulla), anzi ho detto che la stessa cosa dovrebbe essere fatta anche qui in Cialtronia, perché la vignetta tedesca o se vuoi austriaca (già in vigore da molto tempo) è comunque ordini di grandezza inferiore agli astronomici costi del pedaggio autostradale italiota.

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 19301
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Ven 31 Ago - 9:21

Rasputin ha scritto:Chi rognava non importa, parti pure dal presupposto che ero io. Allora se pensi che sia logico e legittimo, secondo logica, mentre

- in Cialtronia pagano tutti l'autostrada

- in Krautland i soli stranieri

allora negli altri paesi dove l'autostrada è gratis per tutti, andrebbe fatta pagare ai soli tedeschi, e nei paesi dove la pagano tutti, ai soli tedeschi dovrebbe costare il doppio. Fin qui mi segui?

Sì, sì, certo!

Concordo al 1001% con te. Deve andare esattamente così. Tu, Specie Aliena che vuoi calpestare il nostro sacro manto autostradale hai in qualche modo contribuito a pagarla? No, allora mi paghi un tot. per i km che fai. 

L'unica cosa che non torna è il far pagare il doppio ai Tedeschi che vanno a Gallipoli: ragiona: costoro pagano un tot. di euro dal Brennero fino al 'prepurzio' della Puglia. Se ci pensi bene pagano esattamente il dovuto, in base ai chilometri percorsi. Quindi niente pedaggio doppio punitivo, che sarebbe, sotto ogni punto di vista, illegittimo.

L'Italia ha fatto la scelta di sostenere la spesa della costruzione e manutenzione delle sue Autostrade non facendola gravare sulla fiscalità generale, ma con l'incasso dei pedaggi. Soldi che, se uno si mette a fare i conti a tavolino, hanno ripagato ampiamente gli investimenti iniziali, e le manutenzioni (fantasma) apportate. Se la vogliamo dire tutta, nei piani quei denari servivano a costruire ogni anno un numero tot. di km autostradali nuovi. Fatto salvo (tardivo) raddoppio della Bologna-Firenze, li avete mai visti, da 30 anni a questa parte?

Quindi, concludento, la famiglia del Herr Franz, il tuo vicino del piano di sotto, quello che ti denuncerà alle (redivive) S.S., paga il pedaggio come tutti noi e stop. Povero Franz, tu Rusp, provi davvero sempre ad in€u/artelo in tutte le maniere quel pover uomo ...  

carneval


Ultima modifica di holubice il Ven 31 Ago - 10:33, modificato 1 volta
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Ven 31 Ago - 10:31

Minsky ha scritto:
Io ho riferito / linkato la notizia che dal 2019 o 2020 o 2021 o salcazzo che non si capisce più, in Teutonia l'autostrada sarà a pagamento mediante "vignetta", per tutti ma con esenzioni strutturate per i cittadini teutoni. Non ho protestato affatto (sono molti anni che non metto piede in Cermania, quindi non me ne frega nulla), anzi ho detto che la stessa cosa dovrebbe essere fatta anche qui in Cialtronia, perché la vignetta tedesca o se vuoi austriaca (già in vigore da molto tempo) è comunque ordini di grandezza inferiore agli astronomici costi del pedaggio autostradale italiota.
A costo di venire a noia...

Di che ordine di grandezza è la nostra Infedeltà Fiscale, se paragonata a quella Tedesca e/o Austriaca?

Chi fine fa, là da quelle parti, un contribuente infedele beccato ad evadere?

A Berlino ci sono così tanti dipendenti pubblici che fanno un doppio lavoro (in nero) come ce ne sono a Roma?

Il gioielliere di Vienna dichiara (mediamente) ogni anno meno di un maestro elementare appena assunto (come da noi)?


Grafico della settimana: la mappa dell’evasione fiscale in Europa



"Alta pressione fiscale ≠ alta evasione
Se la “teoria da bar” fosse vera, dovremmo notare una disposizione più o meno lineare dei paesi lungo l’asse che collega il quarto e il secondo quadrante. Ma così non è.
Questa è la prima vera informazione che emerge: non è necessariamente vero che ad alta pressione fiscale corrisponda un’alta evasione, con buona pace del centrodestra italiano che sogna di combattere l’evasione con una flat tax al 15%.

L’Europa orientale è leader di evasione
A far segnare i livelli più alti di economia parallela sono i paesi dell’Est Europa e i Paesi periferici. Ennesima testimonianza della convivenza (non sempre ottimale) di economie profondamente diverse all’interno del vecchio continente.

I soliti “paradisi fiscali”
Com’era lecito aspettarsi, i Paesi europei con più bassa pressione fiscale sono Svizzera, Lussemburgo e Irlanda, che perfomano bene anche dal punto di vista dell’evasione fiscale. Potrebbe sorprendere, invece, la presenza tra i paesi virtuosi della Slovacchia, che presenta un tasso di evasione leggermente superiore ai Paesi core e una pressione fiscale decisamente inferiore.

Lo standard centro-europeo
Le grandi economie del Centro Europa si posizionano in un cluster piuttosto compatto, caratterizzato da una pressione fiscale rilevante (pressoché identica a quella italiana e a volte superiore) ma una certa fedeltà dei cittadini al fisco.

È una questione culturale
Il grafico è chiaro: non c’è correlazione tra alta pressione fiscale e alta evasione. Sembra ci sia piuttosto correlazione tra il senso civico dei Paesi considerati e la legalità, compresa quella fiscale. In questo caso si tratta di una valutazione qualitativa non facilmente dimostrabile qui. Però è inconfutabile il fatto che a parità di pressione fiscale in Italia si tenda ad evadere molto di più che in Norvegia, Finlandia ed Austria. Quale spiegazione se non quella culturale e di senso civico?

Niente scuse per l’Italia
Come spesso accade – ahinoi – l’Italia tende ad aggiudicarsi la maglia nera di qualsiasi classifica (escludendo i Paesi più problematici, è così anche questa volta). Se spesso riusciamo a trovare delle attenuanti per la nostra penisola, questa volta mi risulta veramente difficile: con una pressione fiscale da economia avanzata riusciamo ad avere un tasso di economia sommersa da Paese periferico. L’argomento è trito e ritrito ma il vero problema del nostro Paese è la cultura dei suoi cittadini, troppo spesso abituati a scaricare  le responsabilità e troppo spesso impegnati a cercare scorciatoie, anche a scapito del bene comune."

E' una questione di ...

Forma mentis

... il nostro problema, è che noi abbiamo una Forma Mentis Paraculis ...  


mexican
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Sab 1 Set - 17:00

Sarà vero...?

https://video.repubblica.it/dossier/genova-crollo-ponte-morandi/crollo-ponte-morandi-minniti--di-maio-chieda-a-salvini-perche-voto-la-convenzione-nel-2008/313238/313865?ref=tbl

Minniti chiede di chiedere alla Lega perché ha firmato la concessione 30ennale alla Autostrade (Fantasma) per l'Italia (Cretina) ...

avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Minsky il Sab 1 Set - 20:51

holubice ha scritto:
A costo di venire a noia...

Di che ordine di grandezza è la nostra Infedeltà Fiscale, se paragonata a quella Tedesca e/o Austriaca?

Chi fine fa, là da quelle parti, un contribuente infedele beccato ad evadere?

A Berlino ci sono così tanti dipendenti pubblici che fanno un doppio lavoro (in nero) come ce ne sono a Roma?

Il gioielliere di Vienna dichiara (mediamente) ogni anno meno di un maestro elementare appena assunto (come da noi)?


Grafico della settimana: la mappa dell’evasione fiscale in Europa



"Alta pressione fiscale ≠ alta evasione
Se la “teoria da bar” fosse vera, dovremmo notare una disposizione più o meno lineare dei paesi lungo l’asse che collega il quarto e il secondo quadrante. Ma così non è.
Questa è la prima vera informazione che emerge: non è necessariamente vero che ad alta pressione fiscale corrisponda un’alta evasione, con buona pace del centrodestra italiano che sogna di combattere l’evasione con una flat tax al 15%.

L’Europa orientale è leader di evasione
A far segnare i livelli più alti di economia parallela sono i paesi dell’Est Europa e i Paesi periferici. Ennesima testimonianza della convivenza (non sempre ottimale) di economie profondamente diverse all’interno del vecchio continente.

I soliti “paradisi fiscali”
Com’era lecito aspettarsi, i Paesi europei con più bassa pressione fiscale sono Svizzera, Lussemburgo e Irlanda, che perfomano bene anche dal punto di vista dell’evasione fiscale. Potrebbe sorprendere, invece, la presenza tra i paesi virtuosi della Slovacchia, che presenta un tasso di evasione leggermente superiore ai Paesi core e una pressione fiscale decisamente inferiore.

Lo standard centro-europeo
Le grandi economie del Centro Europa si posizionano in un cluster piuttosto compatto, caratterizzato da una pressione fiscale rilevante (pressoché identica a quella italiana e a volte superiore) ma una certa fedeltà dei cittadini al fisco.

È una questione culturale
Il grafico è chiaro: non c’è correlazione tra alta pressione fiscale e alta evasione. Sembra ci sia piuttosto correlazione tra il senso civico dei Paesi considerati e la legalità, compresa quella fiscale. In questo caso si tratta di una valutazione qualitativa non facilmente dimostrabile qui. Però è inconfutabile il fatto che a parità di pressione fiscale in Italia si tenda ad evadere molto di più che in Norvegia, Finlandia ed Austria. Quale spiegazione se non quella culturale e di senso civico?

Niente scuse per l’Italia
Come spesso accade – ahinoi – l’Italia tende ad aggiudicarsi la maglia nera di qualsiasi classifica (escludendo i Paesi più problematici, è così anche questa volta). Se spesso riusciamo a trovare delle attenuanti per la nostra penisola, questa volta mi risulta veramente difficile: con una pressione fiscale da economia avanzata riusciamo ad avere un tasso di economia sommersa da Paese periferico. L’argomento è trito e ritrito ma il vero problema del nostro Paese è la cultura dei suoi cittadini, troppo spesso abituati a scaricare  le responsabilità e troppo spesso impegnati a cercare scorciatoie, anche a scapito del bene comune."

E' una questione di ...

Forma mentis

... il nostro problema, è che noi abbiamo una Forma Mentis Paraculis ...  


mexican
Chi è 'sto cazzone?

Decisamente l'ennesimo imbecille che blatera di correlazioni senza saper nemmeno mettere insieme una regressione lineare.

La correlazione c'è in quel grafico (ammesso che sia costruito correttamente, ne dubito perché non c'è alcuna scala sugli assi e la media non coincide con l'origine).

Comunque, qualitativamente, dove c'è meno economia sommersa, la pressione fiscale è più alta, viceversa dove c'è più economia sommersa, la pressione fiscale è minore. E se ci si ragiona un attimo questo risultato appare del tutto ovvio. I Paesi che hanno una migliore economia, possono applicare tasse più alte, quelli poveri in cui la sussistenza è demandata all'arte di arrangiarsi, devono limitare l'imposizione fiscale per incrementare la redditività delle imprese.

Quindi non è sbagliata solo l'analisi del verso della correlazione - la retta di regressione non sta nel quarto e secondo quadrante, ma nel primo e nel terzo - ma è sbagliata anche l'applicazione della correlazione: l'economia sommersa non è la variabile dipendente dalla pressione fiscale, ma al contrario è la pressione fiscale che - grossolanamente - si adegua all'economia locale di cui uno dei parametri che indicano lo sviluppo (in negativo) è il sommerso.



Come si vede dal grafico (spannometrico) l'Italia ha una pressione fiscale nettamente più alta della media (retta di regressione) rispetto al tasso di economia sommersa. Ciò significa che gli italiani sono effettivamente tartassati, stanno pagando molto in relazione alla solidità e allo sviluppo dell'economia locale.

Infine vorrei sapere come fa il cazzone a stabilire che «ci sia piuttosto correlazione tra il senso civico dei Paesi considerati e la legalità, compresa quella fiscale». Le statistiche del "senso civico" dove sono? Come lo ha misurato? Di sparare correlazioni ad cazzum siamo buoni tutti.

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 19301
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Rasputin il Sab 1 Set - 22:29

Minsky ha scritto: I Paesi che hanno una migliore economia, possono applicare tasse più alte, quelli poveri in cui la sussistenza è demandata all'arte di arrangiarsi, devono limitare l'imposizione fiscale per incrementare la redditività delle imprese.

Però, però, mi spieghi allora cosa succede in Cialtronia?

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53685
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Dom 2 Set - 5:31

Minsky ha scritto:
Decisamente l'ennesimo imbecille che blatera di correlazioni senza saper nemmeno mettere insieme una regressione lineare.

La correlazione c'è in quel grafico (ammesso che sia costruito correttamente, ne dubito perché non c'è alcuna scala sugli assi e la media non coincide con l'origine).

Comunque, qualitativamente, dove c'è meno economia sommersa, la pressione fiscale è più alta, viceversa dove c'è più economia sommersa, la pressione fiscale è minore. E se ci si ragiona un attimo questo risultato appare del tutto ovvio. I Paesi che hanno una migliore economia, possono applicare tasse più alte, quelli poveri in cui la sussistenza è demandata all'arte di arrangiarsi, devono limitare l'imposizione fiscale per incrementare la redditività delle imprese.

Quindi non è sbagliata solo l'analisi del verso della correlazione - la retta di regressione non sta nel quarto e secondo quadrante, ma nel primo e nel terzo - ma è sbagliata anche l'applicazione della correlazione(1): l'economia sommersa non è la variabile dipendente dalla pressione fiscale, ma al contrario è la pressione fiscale che - grossolanamente - si adegua all'economia locale di cui uno dei parametri che indicano lo sviluppo (in negativo) è il sommerso.



Come si vede dal grafico (spannometrico) l'Italia ha una pressione fiscale nettamente più alta della media (retta di regressione) rispetto al tasso di economia sommersa(2). Ciò significa che gli italiani sono effettivamente tartassati, stanno pagando molto in relazione alla solidità e allo sviluppo dell'economia locale.

Infine vorrei sapere come fa il cazzone a stabilire che «ci sia piuttosto correlazione tra il senso civico dei Paesi considerati e la legalità, compresa quella fiscale». Le statistiche del "senso civico" dove sono? Come lo ha misurato?(3) Di sparare correlazioni ad cazzum siamo buoni tutti.


Mi hai fatto riprendere cose studiate tanti anni fa, ed ho avuto una botta di nostalgia. Ho fatto un rapido ripasso in questo sito per studenti:

http://www.quadernodiepidemiologia.it/epi-mobile/cause/coef_cor.htm



... però, attenzione Minsky, il professore di Statistica che ha fornito questi appunti ai suoi studenti ha messo una postilla importante (la trovi anche nel sito, in verde), questa:

Postilla ha scritto:A rigore, il coefficiente di correlazione non dovrebbe essere utilizzato per due variabili legate da una relazione causa-effetto; esso infatti descrive una semplice relazione tra due variabili. Commettiamo una piccola inesattezza in omaggio alla semplificazione.
Nel caso della regressione, il coefficiente di correlazione viene talvolta detto coefficiente di regressione.

... qui chiedo aiuto a te, e a SergioAD (se smette di guardar le stelle...). Secondo me questa famosa Retta di Regressione Lineare, che non è altro che un metodo matematico per prevedere l'andamento di un fenomeno basandosi su un campione di dati statistici raccolti, nel nostro caso non può essere utilizzata per aiutarci a capire la situazione.

Perché per l'Evasione Nazionale e il Senso Civico Nazionale, vale il principio del mio Straccione: ognuno fa storia a sé. Non devi tirare nessuna linea che di ti dica la 'tendenza', ma semplicemente ti devi porre la domanda:

Questo Stato qui ha una altissima pressione fiscale. Qual'è tasso di evasione (medio) che hanno i suoi cittadini?

E' noto a tutti che i Migliori dei Mondi Possibili (i soliti Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia) quelli che balzano sempre ai primissimi posti per qualità della vita, bassa corruzione, alta libertà di stampa, sono Paesi che hanno una mostruosa pressione fiscale, a cui corrisponde una bassissima evasione media del cittadino. Se parli con uno di costoro (ed io ci ho parlato spesso, tra un am|/e$$o e l'altro... mgreen ) ti spiegano che loro le tasse le pagano volentieri, anche se sono alte, perché da loro Equitalia non è un buco nero in cui quei soldi sparisco in mille rivoli, e in mille corruzioni, ma vedi concretamente ed immediatamente come sono stati impiegati i tuoi soldi. Mi ricordo in fatti una danese, tanti anni fa a Firenze, in una camera da letto, che mi disse:

- A me piace molto la Danimarca. Perché pochi hanno troppo, e pochi hanno troppo poco.

Minsky, quand'è stato che t'è capitato di sentire un discorso del genere per le vie di Codroipo? Io, qui da me, mai. Ed è da un pezzo che deambulo boxed  

Tu poi, al punto (3) dici che non è possibile calcolare il Senso Civico di un Paese. Anche qui, come con le mie cose mistiche, sei in grave errore. Buona lettura:

È la società a corrompere i ragazzi I nostri? Disonesti senza esagerare



"«Quando il buono si corrompe diventa il peggiore degli uomini» scriveva San Gregorio Magno. È proprio così? O non è piuttosto che uno nasce disonesto, insomma ha quei geni lì e non c’è niente da fare? Non è una domanda da poco perché è solo se i cittadini sono onesti che la società funziona. La corruzione infrange le regole fondamentali della convivenza che si traduce in anarchia — quanto meno nei comportamenti — e diseguaglianza sociale. Ma la società è fatta di cittadini; il problema allora è di capire se sono i cittadini a corrompere le istituzioni o se è l’organizzazione della società che quando è corrotta corrompe i suoi cittadini.
Lo studio su «Nature»
Questa domanda devono essersela posta certi scienziati di Nottingham in Inghilterra, Monaco e Bonn in Germania e di Yale a New Haven negli Stati Uniti, il loro lavoro è stato appena pubblicato su Nature. E cosa hanno fatto? Sono partiti dalla classifica dei paesi di cui si conosce la tendenza a violare le regole (evasione fiscale, frode elettorale e politici corrotti) e ne hanno selezionati 23 per tre livelli di corruzione. Fra i paesi meno corrotti ci sono Austria, Inghilterra e Svezia, mentre la corruzione dilaga in Tanzania, Georgia, Guatemala e Kenya; l’Italia non è tra i paesi più corrotti ma è molto lontana da quelli che lo sono di meno. Una volta stabilito il livello di corruzione di un determinato paese, in base ai dati del 2003, hanno fatto un esperimento che ha coinvolto 2.568 studenti (poco più di 100 per ogni paese) fra il 2011 e il 2015. Il tempo che c’è in mezzo serviva a escludere che fra le variabili oggetto della sperimentazione potesse esserci un legame. Quello che i ricercatori hanno poi fatto, Paese per Paese, è un po’ curioso, ma i risultati sono di grande interesse.
L’esperimento con i dadi
Ciascuno di questi ragazzi, chiuso in una stanza e al riparo da occhi indiscreti, doveva lanciare un dado e riportare ai ricercatori il numero che otteneva in forma assolutamente anonima. Qui viene il bello: se con il dado ti viene uno guadagni mezza sterlina, se ti viene due ne guadagni una e poi sempre di più fino al cinque che vale tre sterline, ma se esce il sei non ti danno niente. Si poteva anche imbrogliare perché non c’era alcun controllo sul risultato del singolo e questo i ragazzi lo sapevano. Gli scienziati però erano in grado di stabilire a posteriori e con grande precisione l’attendibilità dei dati per ciascuna area geografica. È una questione di probabilità: se sono in cento a lanciare un dado gli statistici ti dicono quante volte ti puoi aspettare che esca il tre o il cinque o il sei o qualunque altro numero, di qui non si scappa. Se il gruppo degli indiani, poniamo, imbroglia li scopri subito.
La correlazione con il tasso di disonestà
A questo punto si trattava di mettere in rapporto i dati del 2003 di una certa area geografica con le eventuali bugie di adesso degli studenti di quel paese. La correlazione — così dicono gli statistici — è stata diretta e altamente significativa. Vuol dire che più la società è corrotta più gli studenti di quel paese tendono a mentire. In Tanzania, per esempio, il tasso di disonestà dalle rilevazioni del 2003 era altissimo, ebbene quasi tutti gli studenti della Tanzania dal lancio dei dadi hanno dichiarato di aver avuto valori di quattro o cinque (il sei, quello per cui non ti danno niente, non veniva fuori proprio mai!); quegli studenti hanno mentito e così si sono portati a casa un bel po’ di soldi.
Gli italiani? Imbrogliano meno di altri
Nel lavoro di Nature dell’Italia non si parla mai ma dalle tabelle emergono due dati sorprendenti. I livelli di corruzione rilevati nel 2003 in Italia sono più alti di quelli di qua-lunque altro Paese del Vecchio Continente e questo è ben noto, ma i nostri ragazzi (o almeno quelli che hanno preso parte allo studio) dicono meno bugie dei loro coetanei dell’Europa e addirittura meno di quelli di quei paesi con indice di corruzione bassissimo, come Austria e Olanda. Strano, no? Ma non solo, dei nostri studenti i «fully honest», quelli insomma che dicono tutta la verità ma proprio tutta, sono pochissimi, ancora meno dei cinesi e dei colombiani (che dopo gli africani sono i più bugiardi). Come si spiega? I nostri ragazzi mentono anche loro un po’, ma il loro modo di mentire è più sofisticato di quello degli altri; se gli viene un due dichiarano un tre, solo qualche volta un quattro. Insomma, quando imbrogliano lo fanno senza esagerare e così qualcosa guadagnano anche loro" (CONTINUA NEL LINK)




P.S.
La cosa buffa è che i nostri studenti, a ben vedere, sono disonesti e paraculi al tempo stesso. Imbrogliano, ma imbrogliano cercando di mascherare che hanno fregato. A mio giudizio sono peggiori di quelli della Tanzania che, almeno, fanno le cose senza essere così machiavellici, e paraculi ...
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Dom 2 Set - 5:36

Rasputin ha scritto:
Minsky ha scritto: I Paesi che hanno una migliore economia, possono applicare tasse più alte, quelli poveri in cui la sussistenza è demandata all'arte di arrangiarsi, devono limitare l'imposizione fiscale per incrementare la redditività delle imprese.
Però, però, mi spieghi allora cosa succede in Cialtronia?
Succede che semo 'na manica de PARACULI...!


mexican mexican mexican
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Minsky il Ven 7 Set - 11:44


_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 19301
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Rasputin il Ven 7 Set - 12:06

Minsky ha scritto:

Non proprio IT ma ci azzecca:


_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53685
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Sab 8 Set - 8:24

Rasputin ha scritto:

Io sì...

Morto Edoardo Agnelli il figlio dell'Avvocato Forse già giovedì i funerali a Villar Perosa



"...  l viadotto dell'autostrada Torino-Savona corre 80 metri più in alto. La Croma è ferma nella corsia d'emergenza col motore acceso. Questa mattina, Edoardo Agnelli, unico figlio maschio di Gianni e Marella, presidente onorario della Fiat, l'ha parcheggiata lassù. E' sceso: forse stava male o forse voleva farla finita. E' volato di sotto. Il suo corpo è stato trovato intorno alle 10, sfracellato in un prato. Qualcuno, tra le cascine e i viottoli fangosi di contrada Boschetti, sulla sponda sinistra del torrente Stura, ha visto il cadavere e ha avvisato la stradale. Sul viadotto, quasi nello stesso tempo, un operaio della società Autostrade ha visto l'auto ferma e ha pensato alla scena di un suicidio, scena non nuova per quel ponte della Torino-Savona intitolato al generale dei carabinieri Franco Romano. Anche lui ha chiamato aiuto. I poliziotti sono arrivati, hanno esaminato il corpo senza vita, in una tasca hanno trovato i documenti.
I documenti erano quelli di Edoardo Agnelli, 46 anni, figlio dell'Avvocato, una vita sempre un po' ai margini della famiglia, mai coinvolto fino in fondo nell'azienda e nelle cariche sociali del gruppo. Una vita un po' difficile, nonostante ricchezza e status sociale, segnata da qualche esperienza dolorosa simile a quelle di altri uomini della sua generazione. Una personalità che gli amici definiscono "solare", molto diversa, forse, da quello che tanti s'immaginavano.  ..."

Io penso che il figlio dell'Emiro, abituato a girare in Ferrari sin da bambino, ad essere sommerso di bellissime cortigiane fin da ragazzino, alla fin fine, non da nessuna importanza a tutte queste cose. Per lui una Lamborghini diviene la stessa cosa che per me e te la Panda. Questo capita in tutte le cose materiali. Il desiderio è figlio del bisogno. Quando tolsero il ceppo e le catene a Socrate, prima di fargli bene la cicuta, disse ai suoi amici:

- Ahhh, come sto bene - accarezzando il calcagno - ma non mi sentirei così bene, se non mi avessero fatto sentire tutto questo male

Io, ad esempio, l'ho sperimentato io con la %i€a ...

Vi ho (spesso) raccontato che da ragazzo ero solito fare scorribande con i miei amici oltre cortina di ferro, e uno dei questi, che era 5 anni più grande di me, e che aveva cominciato ben prima mi diceva:

- Vedi Holubice, tu ora sei qui a Praga (piuttosto che a Budapest, o Sofia ...) e giustamente ti si stacca la testa dal collo perché ti giri da tutte le parti quando ti passa accanto una bella %i€a. Ma credimi, dopo che avrai passato la prima settimana a $€oparti questi %i€oni bionici alti due metri, svuotandoti le |a//e due o tre al giorno, poi subentra lo straniamento. Ti passerà vicino la donna più bella del mondo, ma tu non avrai più seme né girini dentro i tuoi testicoli, e non te ne fregherà più un ca$$o...

In effetti, ritornato da uno di questi viaggi di tipo 'orizzontale'(1), per almeno un mese la %i€a non la volevo manco vedere, tanto ero spompato ... E gli sparuti italiani che vivevano là (all'epoca era difficile spostarsi) ti confessavano che si erano trasferiti essenzialmente per la %i€a bona, disponibile, e in sovrammercato, ma che dopo un po' di tempo avevano perso quasi completamente interesse per l'articolo.

E' un po' come quel bambino a cui piacciono tantissimo i dolci: se lo alimenti mattina, pranzo e cena di soli dolci, dopo una settimana o li odierà, o gli verrà la nausea al solo vederli ...




-----------
1)
Io dividevo i miei viaggi in 'orizzontali' e 'tradizionali': i primi erano rivolti allo studio comparato e ravvicinato del ...



... COMECON, mentre i secondi erano quelli prettamente culturali, tipo Londra, Buckingham Palace, Parigi e Torre Eiffel. Che centra, se ci scappava qualcosa, combinavo anche lì. Ma non riuscivi certo a fare quelle immersioni nella %i€a come si faceva nel Paradiso del Proletariato. Ecco, più che del Proletariato, secondo me era il Paradiso del %i€a ...  

avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Armok il Dom 9 Set - 0:08

Certo che ne parli in continuazione, Holubice.
avatar
Armok
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 677
Età : 32
Località : Veneto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 27.06.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Dom 9 Set - 9:38

Armok ha scritto:Certo che ne parli in continuazione, Holubice.
Armok, tu ti trastulli tutto il giorno con le tue teste di caprone bollite...?



Io mi trastullavo con qualcos'altro ...


mexican mexican mexican


P.S.
Durante una mi brevissima apparizione sul forum (quello sì davvero) nazi-moista della UAAR conobbi un utente di nome 'Erettura'. Per caso tirammo fuori il discorso %i@a, e scoprii in lui un altro godone come me che, nei bei tempi andati, spariva dalla circolazione per mesi e mesi, come infiltrato (tra le lenzuola) di oltre cortina di ferro. Mi confessò anche che 'Erettura' era una trasposizione di 'Erezione'... Pensi che c'ero solo io con questo pallino ...?  


fuma
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Armok il Dom 9 Set - 14:37

La mia fede non è un trastullo.
Perdona la mia carenza di umorismo, raramente mi viene voglia di ridere.
avatar
Armok
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 677
Età : 32
Località : Veneto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 27.06.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da marisella il Dom 9 Set - 15:20

holubice ha scritto:
Armok ha scritto:Certo che ne parli in continuazione, Holubice.
Armok, tu ti trastulli tutto il giorno con le tue teste di caprone bollite...?



Io mi trastullavo con qualcos'altro ...


mexican mexican mexican


P.S.
Durante una mi brevissima apparizione sul forum (quello sì davvero) nazi-moista della UAAR conobbi un utente di nome 'Erettura'. Per caso tirammo fuori il discorso %i@a, e scoprii in lui un altro godone come me che, nei bei tempi andati, spariva dalla circolazione per mesi e mesi, come infiltrato (tra le lenzuola) di oltre cortina di ferro. Mi confessò anche che 'Erettura' era una trasposizione di 'Erezione'... Pensi che c'ero solo io con questo pallino ...?  


fuma
@ Holubice,
ma
Armok non è tipo che si mette a bollire le teste di caproni, è un esoterico, forse ti confondi con l'antica Grecia, gli esegeti ci dicono che tragedia deriva da trageos, e cioè canto del capro, gli attori si mettevano addosso delle pelli di capro, è ovvio che tagliassero loro la testa e la facessero a bagnomaria a o arrosto e se la mangiassero, devi farti una ripassata di letteratura greca. Il capro simboleggiava l'onnipotenza sessuale della Natura.

Com'è che sta fica stava solo nei paesi dell'est? Come nei fillm di Verdone? Io so che qua la davano sempre di dietro, per preservarsi vergini col cornuto di turno alle nozze, qua non te la davano manco di dietro? Come mai?Sei brutto?
Ciao.
avatar
marisella
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1712
Età : 38
Località : sasso marconi
Occupazione/Hobby : musica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Dom 9 Set - 16:45

marisella ha scritto:
@ Holubice,
ma
Armok non è tipo che si mette a bollire le teste di caproni(1), è un esoterico, forse ti confondi con l'antica Grecia, gli esegeti ci dicono che tragedia deriva da trageos, e cioè canto del capro, gli attori si mettevano addosso delle pelli di capro, è ovvio che tagliassero loro la testa e la facessero a bagnomaria a o arrosto e se la mangiassero, devi farti una ripassata di letteratura greca. Il capro simboleggiava l'onnipotenza sessuale della Natura.

Com'è che sta fica stava solo nei paesi dell'est? Come nei fillm di Verdone? Io so che qua la davano sempre di dietro, per preservarsi vergini col cornuto di turno alle nozze, qua non te la davano manco di dietro? Come mai?Sei brutto?
Ciao.
Armok e Marisella, perdonatemi, ma mi sa che entrambi, chi da un verso, chi da un altro, avete le idee un po' confuse circa quello che state maneggiando ...

Tu, se vuoi diventare un discepolo di Cristo, devi fare esattamente tutto quello che lui ti/ci ha chiesto di fare. E sottolineo il tutto. Se continui a praticare la tua religione una pagina sì, e una pagina no, allora mi sa tanto che non passerai l'esame finale ...

Chi di voi, volendo costruire una torre, non si siede prima a calcolarne la spesa, se ha i mezzi per portarla a compimento[29]Per evitare che, se getta le fondamenta e non può finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a deriderlo, dicendo: [30]Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro[31]Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? [32]Se no, mentre l'altro è ancora lontano, gli manda un'ambasceria per la pace. [33]Così chiunque di voi non rinunzia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo.

... te lo rinciccio fino allo sfinimento: quanti soldi esttamente hai? Compilami, per filo e per segno, l'elenco, punto per punto, che ti ho chiesto qualche pagine fa. Altrimenti, stai solo perdendo il tuo tempo.



Quanto ad Armok, senti figlio mio, qui vale lo stesso discorso, il Salvatore del mondo, ed il suo contrario, il principe di questo mondo, non sono fatti come noi pretendiamo o ci immaginiamo che siano. Quei due sono fatti come ci sono stati descritti. E tu, magari senza rendertene conto, stai maneggiando del materiale più esplosivo del TNT.


Comunicateci che cosa avvenne in passato, e come l'avevate annunziato. 
Vogliamo rifletterci sù e controllare. Dovete predirci il futuro e così 
sapremo che voi siete dèi. Fate accadere qualcosa di bene o di male 
perché possiamo vederlo e stupirci. Ma voi non siete niente, non siete 
capaci di nulla, e chi vi sceglie come dèi è un essere abbietto. (Isaia 
41,22-24)

Il Signore. ti dice.: "Ora annullo le predizioni degli indovini, rendo 
insensate le previsioni degli astrologi.". (Isaia 44,25)

Ebbene in un momento, in un sol giorno, ti piomberanno addosso proprio 
queste due disgrazie: resterai vedova e perderai i tuoi figli, 
nonostante le tue magie e i tuoi sortilegi. Tu confidavi nella tua 
malizia e dicevi: "Tanto nessuno mi vede". Ma la tua pretesa saggezza ti 
ha fuorviata e ti ha fatto dire: "Sono insuperabile!". Continua pure nei 
tuoi incantesimi e nelle tue magie. nella speranza di trarne vantaggio o 
di spaventare i tuoi nemici. Hai cercato fino a stancarti il consiglio 
degli indovini!
Si presentino ora a salvarti quelli che osservano le stelle e consultano 
la mappa del cielo, per dirti ogni mese quel che accadrà. Essi sono come 
paglia: il fuoco li brucerà. Ognuno se ne andrà per i fatti suoi; non 
resterà nessuno a salvarti.
(Isaia 47,9-10.12-15)

Il Signore dice: "Avvicinatevi voi altri, figli di streghe. Mandi i tuoi 
messaggeri molto lontano, li fai scendere fino al mondo dei morti. Ti 
stanchi a forza di camminare, ma non dici mai: "E' tutto inutile". 
Vedremo se i tuoi numerosi idoli ti salveranno quando chiamerai aiuto! 
Un colpo di vento li spazzerà via!". (Isaia 57,3.9-10.13)


... in rete c'è un altro (solo apparentemente) invasato come me che si è preso la briga di elencare i mille punti in cui la Bibbia ci dice che i maghi e la magia sono qualcosa che in abominio verso %io ...


LA PAROLA CONTRO I MAGHI (la Bibbia contro la magia, lo spiritismo...)




Secondo me tu, nel tuo hobby di apprendista stregone, presto potresti ricevere la visita di qualcuno molto, molto, molto più pericoloso del maresciallo della Benemerita. Lascia subito perdere, e rivolgi le tue energia nel suo esatto opposto ...



... è un consiglio d'amico, dato spassionatamente, e per il tuo bene. Non ti preoccupare se fino qui hai fatto un gran macello, se non ricordo male, uno dei primi discepoli dello Straccione era proprio uno che lui aveva liberato dal demonio.

Quindi, se solo vuoi e lo chiedi, Egli ti può rifare come nuovo...

Corruptio optimi pessima


... questa frase è vera. Ma è vero anche il suo contrario ...
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da holubice il Dom 9 Set - 17:15

marisella ha scritto:
... Com'è che sta fica stava solo nei paesi dell'est? Come nei film di Verdone? Io so che qua la davano sempre di dietro, per preservarsi vergini col cornuto di turno alle nozze, qua non te la davano manco di dietro? Come mai?Sei brutto?
Ciao.



Verdone ha fatto due capolavori:

"Un sacco bello"


"Bianco Rosso e Verdone"

Poi ha fatto solo copie, o variazioni sul tema, di quei primi due film.

Conosco bene quel film che mi hai citato. Pensa che tanti anni fa un cinema qui da me lo riproiettava ad uso e consumo di cinefili, e c'era scritto: "Segue dibattito". Si, proprio come per la Corazzata Potëmkin di Fantozzi. Quando vidi il manifesto che pubblicizzava l'evento alla popolazione, subito chiamai un amico, uno di quelli con cui ero solito fare le mie scorribande in territorio nemico Nato, e tutti due volevamo andare al dibattito, ed intervenire per chiarire a tutti come si concludeva il viaggio di Verdone (il film infatti, finisce con lui che racimola un ragioniera a casaccio, lo fa salire sullo spider, sgomma e parte). IL BELLO, VENIVA DOPO...

Io, Marisè, ho sempre combinato, anche da ragazzino, e anche qui in casa mia. Era una questione di differenze qualitative e quantitative. Ma queste cose uno le può capire solo se c'è passato, fare quel viaggio (ed io ci fui portato da un mio amico, una vecchia volpe) significava diventare come il figlio dell'Emiro, e $coparti delle mega %i€he 3 volte al giorno. Ed io, tengo a precisartelo, non ho mai pagato nessuna |u//ana, al massimo ci uscivo a cena insieme, come ho sempre fatto con le italiane con cui ho flirtato qui da noi. Solo che lì subito dopo, a volte anche subito prima, a volte durante, te le trombavi. Gli ultimi tempi, appena venuto giù il Muro (maledetto chi l'ha fatto!!! Sia per la %regna che per i rinnovi dei contratti collettivi di categoria...) mi capitava di uscire con qualche ragazza e questa non voleva andare a mangiare, per non passare per !u//ana. Tanto per dirti. I miei luoghi preferiti erano le cittadelle universitarie, quelle di città di media pezzatura, tipo Bologna, dove ci fiondavamo sempre alla facoltà di Lettere, Lingue, o Magistero. Sembrava che era atterrata una navicella di Marziani ...

Ormai lo sai Marisella, io sono un intellettuale... A me m'è sempre piaciuto stare tra le gente istruita ...


     fuma fuma fuma
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6860
Età : 96
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Below minimum wages
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Ponte Morandi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum