E se le cose cominciassero a precipitare?

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky il Dom 27 Dic - 18:25

Rasputin ha scritto:Va bene, Holu già attende da qualche annetto e finora non è successo un cazzo
Perché non è ancora scattato l'effetto trigger. moon

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 18488
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Rasputin il Dom 27 Dic - 18:27

Che dire...raddoppierò le scorte di patatine e birra mgreen

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)
everything you want is on the other side of fear

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 52853
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky il Dom 27 Dic - 18:29

Rasputin ha scritto:Che dire...raddoppierò le scorte di patatine e birra mgreen
Se ti basteranno. Royales Quando le cose precipiteranno davvero, il verbo "precipitare" sarà perfettamente appropriato a descrivere la situazione. occhiali

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 18488
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Justine il Dom 27 Dic - 18:53

Se non altro, poi si dovrà utilizzare opensource a manetta... No more multinazionali :D

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femmina Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Lun 28 Dic - 15:12

Rasputin ha scritto:... Ma invece di fare insensate somme tra località diverse, non sarebbe più ragionevole dare un'occhiata alle statistiche degli ultimi 3-400 anni?

Nessuna pausa nel riscaldamento globale



"Su questa base, si può stimare che per i quindici anni dal 2000 al 2014 l'incremento medio per decennio sia stato di 0,116 °C, vale a dire addirittura superiore, seppur di poco, a quello della seconda metà del secolo scorso. ..."



Rischiamo di destarci quando ormai è troppo tardi.
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Justine il Lun 28 Dic - 15:23

Nessuno si è mai svegliato in anticipo/puntuale per qualcosa... Si arriva sempre in ritardo, se non altro perché ex post ci si rende conto che avremmo potuto fare di meglio

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femmina Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Rasputin il Lun 28 Dic - 17:37

130 anni mi sembrano ancora pochetti, a meno che non si parli del rincoglionimento globale mgreen

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)
everything you want is on the other side of fear

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 52853
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Lun 4 Gen - 14:10

Un po' di giustificato terrorismo economico ...

Stampa: Frena l’industria della Cina, tracollo delle Borse asiatiche e scambi sospesi



"La frenata del Dragone era in cima alla lista dei timori di broker ed economisti. Un timore che appare confermato dai dati in calo dell’attività manifatturiera cinese, scesa a dicembre, secondo le statistiche diffuse sabato, per il quinto mese consecutivo.  
L’indice pmi manifatturiero misurato da Caixan è sceso a 48,2, dal 48,6 di novembre, sotto le attese degli analisti, che si aspettavano una crescita a 48,9. Un valore dell’indice sotto 50 segnala una contrazione dell’economia cinese.
Il dato ha così scatenato un terremoto sulle Borse cinesi di Shanghai e Shenzhen che hanno chiuso oggi anticipatamente gli scambi dopo una flessione del 7% sulla scia della frenata dell’industria cinese. "
(continua nel link)



La locomotiva mondiale cinese ha fuso il motore? Faccio notare che è stata essa,  con i suoi continui acquisti di titoli di Stato occidentali, a tenerci in vita fino qui. A noi in parte, agli Americani quasi totalmente ...



avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Lun 4 Gen - 14:32

Poi, tanto per gradire ...

Alta tensione Arabia-Iran. Ryad rompe relazioni diplomatiche



"Resta altissima la tensione tra Iran e Arabia Saudita, dopo l'esecuzione del leader sciita al-Nimr e di altri 46 "terroristi" e l'assalto, da parte di un gruppo di civili, all'ambasciata saudita di Teheran. E proprio questo episodio ha scatenato la reazione del governo saudita che questa sera, come annunciato dal ministro degli Esteri Said Adel al Jubeir, ha rotto le relazioni diplomatiche con l'Iran richiamando in patria tutto il personale. Contestualmente i diplomatici di Teheran dovranno lasciare l'Arabia Saudita entro 48 ore. Questa mattina la 'Guida spirituale' iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei, era tornato ad attaccare Ryad: l’Arabia Saudita affronterà la "vendetta divina" per l’esecuzione dell’imam sciita." (continua nel link)


Tutto questo in una regione, il Medio Oriente, già molto, molto turbolenta di suo. E che, il buon vecchio Sergio potrebbe confermarcelo, ha speso gli ultimi anni ad armarsi sino ai denti.

Ve la immaginate una bella guerra nel Golfo Persico con lanci di mortaretti da una costa all'altra, con nel bel mezzo la Sesta Flotta Americana alla fonda?

boxed
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky il Lun 4 Gen - 18:53

holubice ha scritto:Poi, tanto per gradire ...

Alta tensione Arabia-Iran. Ryad rompe relazioni diplomatiche



"Resta altissima la tensione tra Iran e Arabia Saudita, dopo l'esecuzione del leader sciita al-Nimr e di altri 46 "terroristi" e l'assalto, da parte di un gruppo di civili, all'ambasciata saudita di Teheran. E proprio questo episodio ha scatenato la reazione del governo saudita che questa sera, come annunciato dal ministro degli Esteri Said Adel al Jubeir, ha rotto le relazioni diplomatiche con l'Iran richiamando in patria tutto il personale. Contestualmente i diplomatici di Teheran dovranno lasciare l'Arabia Saudita entro 48 ore. Questa mattina la 'Guida spirituale' iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei, era tornato ad attaccare Ryad: l’Arabia Saudita affronterà la "vendetta divina" per l’esecuzione dell’imam sciita." (continua nel link)


Tutto questo in una regione, il Medio Oriente, già molto, molto turbolenta di suo. E che, il buon vecchio Sergio potrebbe confermarcelo, ha speso gli ultimi anni ad armarsi sino ai denti.

Ve la immaginate una bella guerra nel Golfo Persico con lanci di mortaretti da una costa all'altra, con nel bel mezzo la Sesta Flotta Americana alla fonda?

boxed
Per una volta l'ANSA pubblica un'analisi stringata ma accurata:

ANSA ha scritto:Guerra arabo-persiana dietro i conflitti religiosi

Da Siria a Iraq, da Yemen a Libano, lotta per egemonia regionale

Di Alberto Zanconato

BEIRUT 03 gennaio 2016 19:09


Siria, Iraq, Yemen. Sono almeno tre i conflitti in corso nella regione mediorientale che vedono contrapposti l'Iran e l'Arabia Saudita: il primo bastione dell'Islam sciita, il secondo di quello sunnita. Ma le tensioni confessionali esplose alla luce del sole con l'esecuzione a Riad dello Sheikh sciita Nimr al Nimr nascondono un'antica guerra tra arabi e persiani per la supremazia nella regione.

"Il nostro popolo non deve trasformare la lotta in una questione settaria", ha detto oggi Seyed Hassan Nasrallah, capo del movimento sciita libanese Hezbollah, alleato di Teheran. Da parte sua, ieri, il portavoce del ministero della Giustizia saudita, Mansur al Qufari, ha negato ogni discriminazione confessionale nel processo che ha portato alla condanna di Al Nimr.

Tuttavia anche le divisioni religiose fanno parte di un'ostilità che affonda le radici in tempi lontani. L'ambivalenza è il sentimento dominante per ogni iraniano, anche il musulmano più convinto, nei confronti delle circostanze che portarono alla diffusione della religione di Maometto in Persia. La fede si contrappone al risentimento verso gli arabi invasori che nel VII secolo dopo Cristo diffusero il nuovo credo con le armi. La fede portata dagli invasori e l'orgoglio nazionale ispirato agli antichi fasti imperiali trovano una sintesi ideale nello Sciismo, la corrente minoritaria dell'Islam diventata religione ufficiale in Iran dal XVI secolo con l'impero dei Safavidi, in contrapposizione al Sunnismo dei Paesi arabi e degli Ottomani turchi. Proprio Arabia Saudita e Turchia sono oggi i primi nemici dell'Iran in Siria, dove Teheran sostiene le forze lealiste con un nutrito schieramento di consiglieri militari appartenenti ai Guardiani della rivoluzione e spende miliardi di dollari all'anno per sostenere il governo del presidente Bashar al Assad. Mentre Riad e Ankara appoggiano gruppi ribelli fondamentalisti.

Dopo l'ascesa al trono del re Salman in sostituzione di Abdullah, nel gennaio scorso, Riad ha inaugurato una politica più aggressiva, dando il via a partire da marzo anche ad una campagna militare in Yemen contro i ribelli sciiti Houthi alleati dell'Iran. Il 'nuovo corso' saudita sembra una risposta alla politica dell'amministrazione americana del presidente Barack Obama, che dopo un accordo sul programma nucleare iraniano firmato nel luglio scorso, sta lavorando ad un riavvicinamento a Teheran contro il jihadismo sunnita, in particolare quello dell'Isis.

Ma lo scontro parte dall'Iraq, il Paese che nel 1980, ai tempi del regime di Saddam Hussein, attaccò l'Iran dell'ayatollah Khomeini in quella che molti a Teheran videro come una seconda invasione araba dopo quella del VII secolo.

Proprio il ricompattarsi del Paese contro questa minaccia consentì al nuovo regime, insediatosi solo da un anno e mezzo, di consolidare la sua presa sul potere. E a partire dal 2003, grazie all'attacco anglo-americano che abbatté il regime di Saddam, l'Iran ha guadagnato una forte influenza nel Paese vicino, grazie alla vicinanza con i nuovi governi sciiti a Baghdad e l'istituzione di forze paramilitari sciite coordinate da Teheran. In questo modo, grazie a George W. Bush, la Repubblica islamica è stata in grado di realizzare un sogno secolare, quello di stabilire una continuità geografica tra forze sciite sue alleate dal proprio territorio fino al Libano, attraverso l'Iraq e la Siria. Uno scenario che non può che inquietare lo schieramento a guida saudita e nel quale sono nate le guerre che stanno sconvolgendo la regione.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2016/01/03/guerra-arabo-persiana-dietro-i-conflitti-religiosi_70f23dc9-bdc8-4a03-b853-64a69736d481.html

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 18488
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky il Lun 4 Gen - 18:55

holubice ha scritto:Un po' di giustificato terrorismo economico ...

Stampa: Frena l’industria della Cina, tracollo delle Borse asiatiche e scambi sospesi



"La frenata del Dragone era in cima alla lista dei timori di broker ed economisti. Un timore che appare confermato dai dati in calo dell’attività manifatturiera cinese, scesa a dicembre, secondo le statistiche diffuse sabato, per il quinto mese consecutivo.  
L’indice pmi manifatturiero misurato da Caixan è sceso a 48,2, dal 48,6 di novembre, sotto le attese degli analisti, che si aspettavano una crescita a 48,9. Un valore dell’indice sotto 50 segnala una contrazione dell’economia cinese.
Il dato ha così scatenato un terremoto sulle Borse cinesi di Shanghai e Shenzhen che hanno chiuso oggi anticipatamente gli scambi dopo una flessione del 7% sulla scia della frenata dell’industria cinese. "
(continua nel link)



La locomotiva mondiale cinese ha fuso il motore? Faccio notare che è stata essa,  con i suoi continui acquisti di titoli di Stato occidentali, a tenerci in vita fino qui. A noi in parte, agli Americani quasi totalmente ...



È banale. Praticamente tutta la produzione consumer proviene dalla Cina. Stanno producendo troppa roba, mentre in occidente abbiamo sempre meno soldi da spendere. Inevitabile che debbano cominciare a far marcia indietro.

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 18488
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Mar 5 Gen - 14:59

Minsky ha scritto:È banale. Praticamente tutta la produzione consumer proviene dalla Cina. Stanno producendo troppa roba, mentre in occidente abbiamo sempre meno soldi da spendere. Inevitabile che debbano cominciare a far marcia indietro.
E questo l'avevo capito anche io.

Ma la cosa paradossale è che il cosiddetto Occidente è da un po' che non sta producendo più nulla, e ha continuato a spendere e spandere (sopratutto gli Americani) grazie soldi che gli sono stati messi in tasca (in prestito) proprio dai Cinesi.

Della serie, siccome non c'hai più una lira, allora i soldi affinché tu possa continuare a comprare le merci nella bottega te li da direttamente il bottegaio.




Mi chiedo: quanto può ancora andare avanti tutto ciò...?

boxed
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Mar 5 Gen - 17:17

Ahi, ahi...



L'ho imparato sulla mia pelle, si comincia sempre così, piccoli ritardi, problemini tecnici ...

... BOT che non vuole rinnovare più nessuno per non rimanere con il cerino in mano, e la carota in €u/o ...


boxed
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky il Mar 5 Gen - 20:47

holubice ha scritto:Ahi, ahi...



L'ho imparato sulla mia pelle, si comincia sempre così, piccoli ritardi, problemini tecnici ...

... BOT che non vuole rinnovare più nessuno per non rimanere con il cerino in mano, e la carota in €u/o ...


boxed
Vero e verissimo. Presto saran dolori dolorosi. uahh

-------

http://atei.forumotion.com/viewtopic.forum?t=6841

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 18488
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Mer 5 Lug - 1:11

Ohi,
uno si distrae un attimo, vuoi perché tiene famiglia, vuoi perché se fa un culo come una casa, che gli eventi precipitano davvero...


http://www.repubblica.it/esteri/2017/07/05/news/corea_del_nord_gli_usa_confermano_ha_lanciato_missile_intercontinentale_tillerson_invoca_un_azione_globale_-169991707/



NEW YORK - "Hanno usato un missile intercontinentale": ora l'ammissione arriva dallo stesso Pentagono. A conferma del massimo allarme, ma anche dell'impotenza degli Stati Uniti, di fronte all'ennesima "provocazione" militare della Corea del Nord. Per molte ore i vertici delle forze armate Usa ieri erano stati i più prudenti, perfino reticenti, nel definire l'esatta natura del lancio-test effettuato da Pyongyang. Solo nella tarda serata di Washington, mentre si concludeva la festa nazionale dell'Independence Day, è arrivata la parola chiave. "Intercontinentale", o in sigla Icbm (Inter-continental ballistic missile): significa che l'ultima generazione di missili lanciata dal regime nordcoreano potrebbe raggiungere in teoria la costa Ovest degli Stati Uniti, per lo meno l'Alaska. Gli esperti gli attribuiscono infatti un raggio d'azione fino a 6.700 chilometri (anche se il test si è concluso molto più vicino, a poco più di 900 chilometri dalla base di lancio, finendo nel mare tra la penisola coreana e il Giappone.

E' una svolta, sono costretti a riconoscere i militari americani. In passato la Corea del Nord aveva effettuato test nucleari - illegali - però non aveva i vettori per trasportare così lontano le ogive atomiche. Gli altri missili usati nei test precedenti avevano gittata breve o intermedia: quindi potevano creare devastazioni terrificanti in due paesi alleati dell'America, la Corea del Sud e il Giappone. Solo adesso il pericolo balza ad una dimensione superiore, visto che lo stesso territorio nazionale Usa (o almeno la sua estremità nordoccidentale) è diventato raggiungibile se il dittatore Kim Jong-un volesse provarci. Ma che fare? L'unica reazione concreta è stata una sorta di esercitazione congiunta improvvisata dalle forze armate Usa insieme con quelle della Corea del Sud: lanci di missili anche da parte loro, al largo della penisola. Con un commento minaccioso affidato a un comunicato del Pentagono: "La precisione dei colpi consente alla nostra alleanza di raggiungere un ampio raggio di bersagli". Come a dire: se Kim prova ad attaccarci la reazione sarà terribile e fulminante. Un gesto simbolico e nulla più...."


"

avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Mer 5 Lug - 1:15

Dai,
ho poco tempo a disposizione, pensate voi a mandare una e-mail a Ottimo Massimo, al Franco Elusore Alessandrino, alla Jessica, a Sergio, a Max il medico dei due mo di, e a tutti i riservisti che, con poco, o punto, profitto ho pasturato qui dentro fin qui.

Fatelo per sul serio, fatelo per scherzo. Ma fatelo...
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Mer 5 Lug - 1:19

"Quando chi sta in alto parla di pace, la gente comune sa che ci sarà la guerra. Quando chi sta in alto maledice la guerra, le cartoline precetto sono già state compilate."

(Bertold Brecht)



Se non volete dare ascolto a me, date retta almeno a lui...
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da SETH OTH il Mer 5 Lug - 10:06

Quanto tempo ci rimane?
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 795
Età : 101
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Rasputin il Mer 5 Lug - 10:14

SETH OTH ha scritto:Quanto tempo ci rimane?

Alla tua età, a te non dovrebbe importare molto mgreen

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)
everything you want is on the other side of fear

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 52853
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da SETH OTH il Mer 5 Lug - 13:07

Rasputin ha scritto:
SETH OTH ha scritto:Quanto tempo ci rimane?

Alla tua età, a te non dovrebbe importare molto mgreen
pianto2
Chi ha fatto la spia?
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 795
Età : 101
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da SETH OTH il Mer 5 Lug - 13:13

Orcammerda! Mi ero perso le prime 100 pagine di questa breve discussione!!!! ahahahahahah 



2011??? Ma chedddavero???


Ma allora non devo preoccuparmi no.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 795
Età : 101
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Rasputin il Mer 5 Lug - 19:17

SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:
SETH OTH ha scritto:Quanto tempo ci rimane?

Alla tua età, a te non dovrebbe importare molto mgreen
pianto2
Chi ha fatto la spia?

Ehm, tu stesso...dai un'occhiata sotto il tuo avatar wink..

Eh sí, il thread è uno di quelli storici davvero

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)
everything you want is on the other side of fear

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 52853
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Minsky il Mar 15 Ago - 18:31

MOVISOL ha scritto:Solo i ciechi non vedono il crac in arrivo

mercoledì 02 agosto 2017 09:44

Il secondo grande crac finanziario è in arrivo e le banche centrali assistono impotenti, accapigliandosi sulla scelta tra l’anticiparlo con una manovra sui tassi o il cercare di ritardarlo continuando la politica espansiva, anche se questo significa aumentare ulteriormente la bolla del debito. Così si è vista una Janet Yellen alzare i tassi e annunciare “non più crisi finanziarie in our time”, per poi parzialmente rimangiarsi quella frase dopo il fuoco di sbarramento da oltreoceano. Draghi invece fa sapere dal bunker che la BCE farà QE a oltranza, anche se i russi sono ormai alle porte di Berlino.

I russi della metafora sono il moltiplicarsi dei segni che le varie bolle del debito alimentate dal QE stanno ormai franando, tanto che gli stessi regolatori cominciano timidamente a lanciare l’allarme.

Il primo autorevole avvertimento è giunto da Alex Brazier, direttore per la Stabilità Finanziaria e il Rischio della Banca d’Inghilterra, che in un discorso a Liverpool il 24 luglio ha parlato, seppur in termini cauti, del rischio di un nuovo crac in arrivo. Tradotte dal “banchese”, le sue parole hanno gettato l’allarme in molte testate britanniche. I crediti al consumo sono cresciuti molto rapidamente nel Regno Unito, di sei volte rispetto al reddito, ha sottolineato Brazier. Specialmente i finanziamenti per l’auto, i “Personal Contract Purchase” (PCP), sono fonte di preoccupazione. Quasi quattro auto su cinque sono finanziate con questi PCP, che rimandano di quattro anni la maxirata finale. “Le banche coinvolte e gli azionisti delle case automobilistiche farebbero bene a ponderare attentamente i rischi”, ha ammonito Brazier.

Il secondo avvertimento è stato lanciato da Isabel Schnabel, uno dei “Cinque Saggi” del Consiglio Economico del Governo tedesco, che ha ammonito che un rialzo dei tassi d’interesse farebbe saltare il castello dei derivati finanziari. “Un improvviso rialzo potrebbe minacciare d’insolvenza le banche” che hanno accumulato parecchi derivati sui tassi, ha affermato in un articolo del Frankfurter Allgemeine Zeitung il 27 luglio.

Altri segni di bolle in procinto di scoppiare sono l’aumento delle imprese “zombie” in Europa e la crescita delle insolvenze nel settore dei corporate bond negli Stati Uniti d’America, con particolare riguardo al settore immobiliare. Le imprese “zombie” sono quelle i cui ricavi non bastano a pagare gli interessi sui debiti contratti. Per questo esiste un parametro, chiamato tasso di copertura degli interessi (interest coverage ratio) che è il rapporto tra gli utili e il pagamento degli interessi. Una ricerca di Merrill Lynch, pubblicata il 25 luglio dal Financial Times, mostra che la quota di imprese con un ICR “all’un per cento o al disotto”, è oggi salito al 9%. Questo sviluppo “procura notti insonni a Mario Draghi”, ha chiosato il FT.

Il debito delle imprese americane, molto più che in Europa, è espresso in obbligazioni e ammonta a quattordicimila miliardi di dollari, di cui undici sono rappresentati dal solo comparto immobiliare (Corporate Real Estate), includendo anche le cartolarizzazioni. Il tasso di insolvenza di quest’ultime, secondo Moody’s, era del 4,6% nel settembre 2016, ed è salito al 5,6% nel giugno 2017. Il tasso d’insolvenza dell’intera bolla dei corporate bond è al 2,6%; una quota che può sembrare bassa, ma è il triplo del 2015.

Si può guardare al crac in arrivo con responsabilità, come fa questa newsletter, sollecitando con ancor più urgenza la separazione bancaria e il ripristino delle protezioni sui risparmi e i conti delle imprese, oppure, come fanno i corresponsabili del disastro, anticipare un nuovo impoverimento della popolazione. Così fa Jacques Attali (nella foto), mentore di Emmanuel Macron ed eminenza grigia del socialismo finanziario transalpino, filo-britannico e filo-eurista, il quale, nella sua rubrica su L’Express del 26 luglio, descrive il sistema in bancarotta e prende atto che “prima o poi, le banche centrali cesseranno di comportarsi come Madoff legalizzati e ridurranno il flusso di denaro gratuito che stanno dando alle banche. Questo farà salire i tassi e gli Stati e le imprese finiranno in bancarotta. Tornerà la crisi, e con essa la disoccupazione e la riduzione del potere d’acquisto”.

I dispositivi per depredare i popoli europei sono già parzialmente stati instaurati dall’Unione Europea. Sospendiamoli finché siamo in tempo.

http://movisol.org/solo-i-ciechi-non-vedono-il-crac-in-arrivo/

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 18488
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da FdS il Gio 17 Ago - 12:36

SETH OTH ha scritto:Quanto tempo ci rimane?
Stando agli ultimi spostamenti del Doomsday Clock, siamo a 2 minuti e mezzo dalla mezzanotte... pale
avatar
FdS
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 230
Età : 19
Località : A un paio di isolati dagli schemi
Occupazione/Hobby : In fase di definizione
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.17

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da holubice il Lun 4 Set - 8:23

Chissà se Kim Rossi Stuart legge Il Giornale....


http://www.ilgiornale.it/news/mondo/kim-jong-terrorizzato-teme-piano-decapitazione-bin-laden-1414169.html





"...
A far tremare il leader nordcoreano, in particolare, una presunta operazione preparata da Usa e Sud Corea per "decapitare" la guida del regime in caso di guerra. Il particolare più inquietante sarebbe la presenza sulla portaere i Uss Carl Vinson del Team 6 dei Navy Seal: le teste di cuoio che sei anni or sono uccisero Osama Bin Laden nel compound in cui era nascosto in Pakistan e che ora incrociano davanti alla penisola di Corea.
Inoltre i sudcoreani hanno addestrato delle unità di élite ad infiltrarsi oltre confine, pronte per una missione speciale e segretissima. ..."


Avete capito? La missione è segretissima.

Forse confidano sul fatto che il giornale di Berlusconi ha pochi lettori...

:-/



avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6438
Età : 116
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Torna in alto Andare in basso

Re: E se le cose cominciassero a precipitare?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum