Paure

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Paure

Messaggio Da anacron il Sab 12 Mag - 18:46

Qualunque religione teorizza l'esistenza di un'entità sopranaturale che ti attende per giudicarti

dopo la morte. Da quando noi acquisiamo l'uso della ragione siamo più o meno ossessionati

dall'idea della morte, quindi accettiamo di buon grado chiunque ci prometta il proseguimento,

di una forma di vita anche dopo. Da qui, il proliferare nei millenni, delle favole religiose,

consolatorie e lenitive delle nostre paure. Le religioni oltre essere “l'oppio dei popoli”, sono

anche gli ansiolitici di noi mortali.

anacron
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 57
Località : luna
Occupazione/Hobby : osservatore
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 12.01.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Minsky il Sab 12 Mag - 18:58

anacron ha scritto:Qualunque religione teorizza l'esistenza di un'entità sopranaturale che ti attende per giudicarti

dopo la morte. Da quando noi acquisiamo l'uso della ragione siamo più o meno ossessionati

dall'idea della morte, quindi accettiamo di buon grado chiunque ci prometta il proseguimento,

di una forma di vita anche dopo. Da qui, il proliferare nei millenni, delle favole religiose,

consolatorie e lenitive delle nostre paure. Le religioni oltre essere “l'oppio dei popoli”, sono

anche gli ansiolitici di noi mortali.
Dissento. Da bambino mi faceva più paura la brutta e opprimente favola religiosa che qualsiasi altro male.
Da ateo maturo e consolidato posso dire che della morte non me ne frega niente. Non ho paura di morire. Ho paura di farmi male, piuttosto. Perché so cosa vuol dire farsi male.

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 19525
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Dottor Ordifren il Dom 13 Mag - 0:49

La morte?
Sinceramente non mi ha mai angosciato, preoccupato, nè tantomeno impaurito.
So per certo che dopo di essa non c'è nulla, anzi la ritengo quasi una rassicurazione.
Qualunque problema ci sia in vita, dopo passa tutto.
Piuttosto mi fa paura un mondo fatto di tabù, di morale, di etica, di limitazioni.
Più di tutto mi spaventa quindi la minaccia di non poter vivere liberamente e soprattutto di non poter decidere quando staccare tutto e farla finita.
Secondo alcuni pare infatti che neanche la nostra vita ci appartenga...
avatar
Dottor Ordifren
-------------
-------------

Numero di messaggi : 421
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.04.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Armok il Dom 13 Mag - 5:27

Devo essere un'anomalia completa. Sono ateo, o comunque totalmente non religioso, sin da quando io ricordi. Ho sempre considerato puerili le favole cristiane.

Eppure ho il terrore della morte, a livello di ossessione.

Di tutto il resto ( senso dell'esistenza, se non c'è Dio non c'è morale ecc. ) francamente me ne importa davvero poco. Altra stranezza, per un ex studente di filosofia.
avatar
Armok
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 677
Età : 32
Località : Veneto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 27.06.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da SergioAD il Dom 13 Mag - 11:01

La paura c'è da quando esistiamo, dalle origini della vita stessa circa 3 miliardi e 800 milioni di anni fa - fuggire dal dolore è normale - nel tempo fino ad essere classificata dalla filosofia e dalla scienza.

La mia aspettativa di vita è di circa 10 anni ancora, sarò contento se la dignità mi sosterrà fino in fondo ed è questa una paura - paura della paura stessa - questo argomento si trova tra "persone" e "animali".

Inutile dire che essere "animali" è un privilegio ed il sostegno della ragione dell'essere "persona" rende la persona quello che potrebbe voler essere ma, le ossessioni non devono essere ipocondriache.

Cosa c'entra Dio se non come componente irrazionale di cui siamo ben equipaggiati?

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6701
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Nadine il Gio 17 Mag - 22:37

Dottor Ordifren ha scritto:La morte?
Sinceramente non mi ha mai angosciato, preoccupato, nè tantomeno impaurito.
So per certo che dopo di essa non c'è nulla, anzi la ritengo quasi una rassicurazione.
Qualunque problema ci sia in vita, dopo passa tutto.
Piuttosto mi fa paura un mondo fatto di tabù, di morale, di etica, di limitazioni.
Più di tutto mi spaventa quindi la minaccia di non poter vivere liberamente e soprattutto di non poter decidere quando staccare tutto e farla finita.
Secondo alcuni pare infatti che neanche la nostra vita ci appartenga...
Come fai a sapere che non c'è nulla? Questa è fede...

Nadine
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 335
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 05.11.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Nadine il Gio 17 Mag - 22:44

SergioAD ha scritto:La paura c'è da quando esistiamo, dalle origini della vita stessa circa 3 miliardi e 800 milioni di anni fa - fuggire dal dolore è normale - nel tempo fino ad essere classificata dalla filosofia e dalla scienza.

La mia aspettativa di vita è di circa 10 anni ancora, sarò contento se la dignità mi sosterrà fino in fondo ed è questa una paura - paura della paura stessa - questo argomento si trova tra "persone" e "animali".

Inutile dire che essere "animali" è un privilegio ed il sostegno della ragione dell'essere "persona" rende la persona quello che potrebbe voler essere ma, le ossessioni non devono essere ipocondriache.

Cosa c'entra Dio se non come componente irrazionale di cui siamo ben equipaggiati?
La stranezza(?) che sente un ateo nel leggere i post di un cristiano non è diversa da quella che sento io nel leggere le ultime 4 righe del tuo post... sinceramente non capisco cosa tu voglia dire... puoi riformulare il concetto?

Nadine
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 335
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 05.11.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Nadine il Gio 17 Mag - 22:46

X RASPUTIN: Se l'anno non è visibile mi dici come si fa a capire se rispondere o meno ad un post??? Fai te che sai...

Nadine
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 335
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 05.11.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Dottor Ordifren il Gio 17 Mag - 22:54

Nadine ha scritto:
Dottor Ordifren ha scritto:La morte?
Sinceramente non mi ha mai angosciato, preoccupato, nè tantomeno impaurito.
So per certo che dopo di essa non c'è nulla, anzi la ritengo quasi una rassicurazione.
Qualunque problema ci sia in vita, dopo passa tutto.
Piuttosto mi fa paura un mondo fatto di tabù, di morale, di etica, di limitazioni.
Più di tutto mi spaventa quindi la minaccia di non poter vivere liberamente e soprattutto di non poter decidere quando staccare tutto e farla finita.
Secondo alcuni pare infatti che neanche la nostra vita ci appartenga...
Come fai a sapere che non c'è nulla? Questa è fede...

Intendi dopo la morte?
avatar
Dottor Ordifren
-------------
-------------

Numero di messaggi : 421
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.04.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Rasputin il Gio 17 Mag - 23:00

Nadine ha scritto:X RASPUTIN: Se l'anno non è visibile mi dici come si fa a capire se rispondere o meno ad un post??? Fai te che sai...

No, la visualizzazione di data ed ora è impostabile da ciascun utente, vai sul tuo profilo e poi seleziona "Preferenze"

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53860
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Rasputin il Gio 17 Mag - 23:27

Nadine ha scritto:
Dottor Ordifren ha scritto:La morte?
Sinceramente non mi ha mai angosciato, preoccupato, nè tantomeno impaurito.
So per certo che dopo di essa non c'è nulla, anzi la ritengo quasi una rassicurazione.
Qualunque problema ci sia in vita, dopo passa tutto.
Piuttosto mi fa paura un mondo fatto di tabù, di morale, di etica, di limitazioni.
Più di tutto mi spaventa quindi la minaccia di non poter vivere liberamente e soprattutto di non poter decidere quando staccare tutto e farla finita.
Secondo alcuni pare infatti che neanche la nostra vita ci appartenga...
Come fai a sapere che non c'è nulla? Questa è fede...

Come fai a sapere che c'è qualcosa? Quella è fede!

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53860
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da SergioAD il Ven 18 Mag - 5:37

Nadine ha scritto:
SergioAD ha scritto:La paura c'è da quando esistiamo, dalle origini della vita stessa circa 3 miliardi e 800 milioni di anni fa - fuggire dal dolore è normale - nel tempo fino ad essere classificata dalla filosofia e dalla scienza.

La mia aspettativa di vita è di circa 10 anni ancora, sarò contento se la dignità mi sosterrà fino in fondo ed è questa una paura - paura della paura stessa - questo argomento si trova tra "persone" e "animali".

Inutile dire che essere "animali" è un privilegio ed il sostegno della ragione dell'essere "persona" rende la persona quello che potrebbe voler essere ma, le ossessioni non devono essere ipocondriache.

Cosa c'entra Dio se non come componente irrazionale di cui siamo ben equipaggiati?
La stranezza(?) che sente un ateo nel leggere i post di un cristiano non è diversa da quella che sento io nel leggere le ultime 4 righe del tuo post... sinceramente non capisco cosa tu voglia dire... puoi riformulare il concetto?

Ci sono delle cose che diamo per scontate, io ho questo difetto. Ma tra chi risponde sorvolando e chi, come fai tu, chiede chiarimenti c'è quella differenza che fa dei buoni interlocutori.

Ho detto animali per indicare l'Origine della Vita sul nostro pianeta - il privilegio - dal Big Bang, dalla morte di una stella, dalla polvere solare e finalmente chissà se da ulteriori polvere di stelle inizia il protozoa che ci accomuna tutti.

Questa evidenza l'abbiamo capita studiando l'anatomia degli animali, senza appesantire il post la faccio più breve. Abbiamo in comune tutti il cervello dei rettili e in esso ci sono due istinti molto significativi - quello della sopravvivenza e quello della riproduzione - tutti gli animali che non sono stati sufficientemente equipaggiati di questi due istinti si sono estinti.

Molto semplicemente i nuovi nati, per giungere all'età della riproduzione dovevano avere paura di essere mangiati, di affogare, etc.

La paura si manifesta quando viene percepito un pericolo - che può essere reale o no. Quando il pericolo non è reale, diciamo che la paura è irrazionale e anche patologica se produce stati di ansia. Si dice del malato immaginario che è ipocondriaco.

Cosa c'entra Dio se non come componente irrazionale di cui siamo ben equipaggiati?

Violare i patti può significare pagare la pena - le divinità hanno una componente punitiva eccezionale - se non si conosce la causa di un evento la risposta più facile è attribuire la volontà ad esseri ignoti.

L'ultima formazione del nostro cervello contiene la coscienza di sé, che non è altro che la capacità di previsione di ciò che ci concerne - tutto quello che facciamo ha lo scopo di risolvere un problema o una condizione - che non si è ancora manifestata.

Se fumi hai più probabilità di avere danni alla salute; è vero perché si è verificato frequentemente.

Se rovesci le pantofole offendi Dio; mia nonna mi diceva così per essere ordinato ed io non rovesciavo le pantofole - ma la paura era irrazionale.

Questo meccanismo avviene con quello che si chiama condizionamento ambientale, imprinting e nello specifico è quello religioso.

Sono certo che non ho detto nulla che non sapevi già, dovevo riformulare quello che ho scritto con sinonimi o descrizioni.

Una cosa che hai detto rispetto alla differenza tra l'ateo ed il cristiano - che ragioniamo allo stesso modo. Il papa ha detto che; "gli atei non vanno all'inferno; anzi, essi possono anche aspirare al paradiso!"

Questa visione "umana" deve risultare importante per il cristiano - mi vengono in mente i Valdesi che pur essendo cristiani sono stati perseguitati dai Cattolici - bisogna che sia chiaro che è normale essere critici nei confronti di quelli che ingeriscono nella vita degli altri.

Il papa ha parlato ai Cattolici non certo agli atei che disconoscono il paradiso biblico e ha detto che sono le gesta che porteranno al paradiso gli umani, non la fede. La fede è per lo spirito da cui poi dovranno seguire le gesta. Insomma chi non è unto avrà il percorso più tortuoso.

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6701
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Rasputin il Ven 18 Mag - 11:30

SergioAD ha scritto:[...]Il papa ha detto che; "gli atei non vanno all'inferno; anzi, essi possono anche aspirare al paradiso!" [...]


Sono alla frutta..."e a un Dio senza fiato, non credere mai" (cfr.)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53860
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da SergioAD il Lun 7 Gen - 9:52

Nadine ha scritto:
SergioAD ha scritto:La paura c'è da quando esistiamo, dalle origini della vita stessa circa 3 miliardi e 800 milioni di anni fa - fuggire dal dolore è normale - nel tempo fino ad essere classificata dalla filosofia e dalla scienza.

La mia aspettativa di vita è di circa 10 anni ancora, sarò contento se la dignità mi sosterrà fino in fondo ed è questa una paura - paura della paura stessa - questo argomento si trova tra "persone" e "animali".

Inutile dire che essere "animali" è un privilegio ed il sostegno della ragione dell'essere "persona" rende la persona quello che potrebbe voler essere ma, le ossessioni non devono essere ipocondriache.

Cosa c'entra Dio se non come componente irrazionale di cui siamo ben equipaggiati?
La stranezza(?) che sente un ateo nel leggere i post di un cristiano non è diversa da quella che sento io nel leggere le ultime 4 righe del tuo post... sinceramente non capisco cosa tu voglia dire... puoi riformulare il concetto?

Ho visto che Nadine è venuta per fare gli auguri per le feste e siccome non la ricordavo sono andato a vedere per capire cos'era successo e ho notato questo post.

Farò delle osservazioni e dovranno essere interpretate per quello che sono.

La stranezza che si possa sentire tra credenti e non credenti potrebbe essere all'interno di un dibattito sull'esistenza delle divinità e/o sull'ingerenza delle religioni nella vita pubblica.

Il mio messaggio non parlava di Dio ma della paura che può essere razionale oppure irrazionale.

Ho citato gli animali perché hanno una coscienza di se più circoscritta al presente rispetto alla nostra che è in grado di immaginare il futuro.

Se immaginiamo il nostro futuro in modo razionale, gli eventuali progetti che facciamo per costruirlo avranno un margine di errore che potremmo tentare di correggere;

se immaginiamo il nostro futuro in modo irrazionale allora il margine di errore è impredicibile e siccome stavamo parlando di paura mi era venuta in mente l'ipocondria - quella del malato immaginario di Molière.

Chi ha paura di essere colpito da un fulmine (1 probabilità su 81.701) e non di morire in un incidente stradale (1 probabilità su 272) - è più irrazionale rispetto e chi non ha la stessa paura.

Ho citato me stesso per l'infarto (1 probabilità su 28 di morire).

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6701
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da SergioAD il Lun 7 Gen - 10:02

By the way - Quando la paura razionale viene dall'irrazionale.

There is a cult of ignorance in the United States, and there always has been. The strain of anti-intellectualism has been a constant thread winding its way through our political and cultural life, nurtured by the false notion that democracy means that "my ignorance is just as good as your knowledge." -Isaac Asimov

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6701
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Rasputin il Lun 7 Gen - 10:47

SergioAD ha scritto:By the way - Quando la paura razionale viene dall'irrazionale.

There is a cult of ignorance in the United States, and there always has been. The strain of anti-intellectualism has been a constant thread winding its way through our political and cultural life, nurtured by the false notion that democracy means that "my ignorance is just as good as your knowledge." -Isaac Asimov

In effetti, la democrazia...(vedi firma)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53860
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da SergioAD il Lun 7 Gen - 11:00

Perciò si vuole una democrazia matura - uno dei suoi computi è la tutela delle minoranze - contro l'arroganza e la mediocrità che viviamo oggi.

SergioAD
-------------
-------------

Maschio Numero di messaggi : 6701
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Minsky il Lun 7 Gen - 11:10

SergioAD ha scritto:[...]

Chi ha paura di essere colpito da un fulmine (1 probabilità su 81.701) e non di morire in un incidente stradale (1 probabilità su 272) - è più irrazionale rispetto e chi non ha la stessa paura.

Ho citato me stesso per l'infarto (1 probabilità su 28 di morire).

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 19525
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Rasputin il Lun 7 Gen - 11:15

Non sono d'accordo sul riscaldamento globale mgreen

(qui nevica da giorni e non accenna a smettere)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53860
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Minsky il Lun 7 Gen - 12:15

Rasputin ha scritto:Non sono d'accordo sul riscaldamento globale mgreen

(qui nevica da giorni e non accenna a smettere)
HUFFPOST ha scritto:CRONACA
07/01/2019 12:46 CET | Aggiornato 21 minuti fa


Per l'Italia il 2018 è stato l'anno più caldo da oltre due secoli
I dati dell'Isac-Cnr mostrano come l'anno appena passato sia stato il più caldo dal 1800


By Huffington Post

Per l'Italia il 2018 è stato l'anno più caldo dal 1800, cioè da quando è possibile reperire dati sulle temperature nel paese. A riferirlo sono i dati dell'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (Isac-Cnr), che hanno evidenziato l'anomalia. Il 2018 ha registrato un aumento del +1.58°C rispetto alla media del periodo tra il 1971 e il 2000. Ha inoltre superato il record di caldo del 2015, dove c'era stato un +1.44°C sopra la media dello stesso periodo di riferimento.

"A parte i mesi di febbraio (con un'anomalia negativa) e marzo (in media rispetto al trentennio di riferimento), tutti gli altri dieci mesi del 2018 hanno fatto registrare anomalie positive e nove di essi di oltre 1 C rispetto alla media", ha detto Michele Brunetti, responsabile della banca dati dell'Isac-Cnr. "I dati indicano che siamo in presenza di un cambiamento climatico importante e che in Italia l'aumento di temperatura è più forte rispetto al trend della media globale".

Il periodo in cui ci sono state le anomalie più grandi sono gennaio e aprile: è stato l'aprile più caldo di sempre (+3.50°C sulla media) e il secondo gennaio più caldo di sempre (+2.37°C). Queste anomalie non si sono fatte vedere solo in Italia: il 2018 è stato l'anno più caldo anche per Germania, Francia, Svizzera e Austria.

https://www.huffingtonpost.it/2019/01/07/per-litalia-il-2018-e-stato-lanno-piu-caldo-da-oltre-due-secoli_a_23635956/

_________________
Lo sciocco dice: «dio non esiste». Persino lo sciocco l'ha capito.
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschio Numero di messaggi : 19525
Età : 64
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Rasputin il Lun 7 Gen - 12:21

Minsky ha scritto:
Rasputin ha scritto:Non sono d'accordo sul riscaldamento globale mgreen

(qui nevica da giorni e non accenna a smettere)
HUFFPOST ha scritto:CRONACA
07/01/2019 12:46 CET | Aggiornato 21 minuti fa


Per l'Italia il 2018 è stato l'anno più caldo da oltre due secoli
I dati dell'Isac-Cnr mostrano come l'anno appena passato sia stato il più caldo dal 1800


By Huffington Post

Per l'Italia il 2018 è stato l'anno più caldo dal 1800, cioè da quando è possibile reperire dati sulle temperature nel paese. A riferirlo sono i dati dell'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (Isac-Cnr), che hanno evidenziato l'anomalia. Il 2018 ha registrato un aumento del +1.58°C rispetto alla media del periodo tra il 1971 e il 2000. Ha inoltre superato il record di caldo del 2015, dove c'era stato un +1.44°C sopra la media dello stesso periodo di riferimento.

"A parte i mesi di febbraio (con un'anomalia negativa) e marzo (in media rispetto al trentennio di riferimento), tutti gli altri dieci mesi del 2018 hanno fatto registrare anomalie positive e nove di essi di oltre 1 C rispetto alla media", ha detto Michele Brunetti, responsabile della banca dati dell'Isac-Cnr. "I dati indicano che siamo in presenza di un cambiamento climatico importante e che in Italia l'aumento di temperatura è più forte rispetto al trend della media globale".

Il periodo in cui ci sono state le anomalie più grandi sono gennaio e aprile: è stato l'aprile più caldo di sempre (+3.50°C sulla media) e il secondo gennaio più caldo di sempre (+2.37°C). Queste anomalie non si sono fatte vedere solo in Italia: il 2018 è stato l'anno più caldo anche per Germania, Francia, Svizzera e Austria.

https://www.huffingtonpost.it/2019/01/07/per-litalia-il-2018-e-stato-lanno-piu-caldo-da-oltre-due-secoli_a_23635956/

Questo io non lo chiamo riscaldameno globale bensí di Italia, Germania, Francia, Svizzera e Austria mgreen moon

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53860
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da marisella il Lun 14 Gen - 22:25

Rasputin ha scritto:
Minsky ha scritto:
Rasputin ha scritto:Non sono d'accordo sul riscaldamento globale mgreen

(qui nevica da giorni e non accenna a smettere)
HUFFPOST ha scritto:CRONACA
07/01/2019 12:46 CET | Aggiornato 21 minuti fa


Per l'Italia il 2018 è stato l'anno più caldo da oltre due secoli
I dati dell'Isac-Cnr mostrano come l'anno appena passato sia stato il più caldo dal 1800


By Huffington Post

Per l'Italia il 2018 è stato l'anno più caldo dal 1800, cioè da quando è possibile reperire dati sulle temperature nel paese. A riferirlo sono i dati dell'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (Isac-Cnr), che hanno evidenziato l'anomalia. Il 2018 ha registrato un aumento del +1.58°C rispetto alla media del periodo tra il 1971 e il 2000. Ha inoltre superato il record di caldo del 2015, dove c'era stato un +1.44°C sopra la media dello stesso periodo di riferimento.

"A parte i mesi di febbraio (con un'anomalia negativa) e marzo (in media rispetto al trentennio di riferimento), tutti gli altri dieci mesi del 2018 hanno fatto registrare anomalie positive e nove di essi di oltre 1 C rispetto alla media", ha detto Michele Brunetti, responsabile della banca dati dell'Isac-Cnr. "I dati indicano che siamo in presenza di un cambiamento climatico importante e che in Italia l'aumento di temperatura è più forte rispetto al trend della media globale".

Il periodo in cui ci sono state le anomalie più grandi sono gennaio e aprile: è stato l'aprile più caldo di sempre (+3.50°C sulla media) e il secondo gennaio più caldo di sempre (+2.37°C). Queste anomalie non si sono fatte vedere solo in Italia: il 2018 è stato l'anno più caldo anche per Germania, Francia, Svizzera e Austria.

https://www.huffingtonpost.it/2019/01/07/per-litalia-il-2018-e-stato-lanno-piu-caldo-da-oltre-due-secoli_a_23635956/

Questo io non lo chiamo riscaldameno globale bensí di Italia, Germania, Francia, Svizzera e Austria mgreen moon
Raspu, ma tu stai in Krukkonia, ieri, riparati  dal vento con l'ombrellone, c'erano molti in costume che si abbronzavano nelle spiagge di Roma.
PS. Il Natale è passato, stai ancora travestito?
avatar
marisella
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1737
Età : 38
Località : sasso marconi
Occupazione/Hobby : musica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da marisella il Lun 14 Gen - 22:39

Rasputin ha scritto:
SergioAD ha scritto:[...]Il papa ha detto che; "gli atei non vanno all'inferno; anzi, essi possono anche aspirare al paradiso!" [...]


Sono alla frutta..."e a un Dio senza fiato, non credere mai" (cfr.)
Lo diceva pure San Paolo, vedi la Lettera ai Romani, sai che novità che ha detto il Papa...però non mi piace questa storia che regala in piazza San Pietro ai fedeli Vangeli e Bibbie, è come dire che sa che quei poveretti che stanno là non sanno nulla. Comunque è una buona cosa, visto che fino a pochi anni fa anche l'AT e il NT erano all'indice assieme al Don Chisciotte e alle Operette Morali, e a Spinoza e a Giordano Bruno e a Kant, e a tutti i più possenti pensatori.
avatar
marisella
-----------
-----------

Maschio Numero di messaggi : 1737
Età : 38
Località : sasso marconi
Occupazione/Hobby : musica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.16

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Rasputin il Lun 14 Gen - 22:48

marisella ha scritto:
Raspu, ma tu stai in Krukkonia, ieri, riparati  dal vento con l'ombrellone, c'erano molti in costume che si abbronzavano nelle spiagge di Roma.
PS. Il Natale è passato, stai ancora travestito?

Qua nevica, oh. Inverno normalissimo.

Ora cambio l'avatar, sta a vedere hihihihih

marisella ha scritto:
Lo diceva pure San Paolo, vedi la Lettera ai Romani, sai che novità che ha detto il Papa...però non mi piace questa storia che regala in piazza San Pietro ai fedeli Vangeli e Bibbie, è come dire che sa che quei poveretti che stanno là non sanno nulla. Comunque è una buona cosa, visto che fino a pochi anni fa anche l'AT e il NT erano all'indice assieme al Don Chisciotte e alle Operette Morali, e a Spinoza e a Giordano Bruno e a Kant, e a tutti i più possenti pensatori.

E meno male che adesso non lo sono più moon

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Dreams is what makes things happen (Ozzy Osbourne)

La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente la dittatura della maggioranza.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschio Numero di messaggi : 53860
Età : 58
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, agnosticomachia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Nadine il Mar 15 Gen - 18:09

Riprendo questa discussione per dire un paio di cose. gnamme

La maggior parte degli atei di questo pianeta si ostina a liquidare la questione dell'esistenza del credente in modo banale. Un esempio della banalità con cui tentate di chiudere la questione lo si trova nel primo post di questa discussione. 

(Altri esempi non manca di fornirceli Mastro Rasputin mgreen , il quale tengo a sottolineare, ha intitolato questa sezione del forum Confronto Fede-Ateismo, CONFRONTO? Perché è possibile confrontarsi con chi ritiene il credente un babbeo?). 

Qui avete una di quei miliardi di babbei che crede nell'esistenza di una Causa Prima, causa prima che identifica con il Dio dei cristiani cattolici. 

Credo in Dio perché ho paura della morte? No. Mi va bene un Dio qualunque? No. Credo in Dio perché è consolatorio? No! È vero che sono una donna, ma in questo caso i "no" vogliono dire proprio NO e dico NO a tutte le banalità che continuate a ripetervi/ci come dischi rotti.

Perché credo nell'esistenza di una Causa Prima? Perché gli indizi sulla sua esistenza sono così numerosi da non poter essere ignorati senza far torto, questo sì, alla ragione. 

Perché identifico la Causa Prima con il Dio cattolico? Risposta breve e incompleta: Perché in Gesù riconosco la Verità e perché considero i testimoni attendibili, cioè degni della mia fiducia.


Ora scusate, leggete cosa ha scritto Armok: "Devo essere un'anomalia completa. Sono ateo, o comunque totalmente non religioso, sin da quando io ricordi. Ho sempre considerato puerili le favole cristiane. Eppure ho il terrore della morte, a livello di ossessione."

L'ateo, l'illuminato, non ha paura della morte il credente ce l'ha, e allora lui si definisce un'anomalia, un ateo puro perché "sin da quando io ricordi" eppure anomalo. 

Come si commentano quelle poche righe? Non lo so. Come si commenta Anacron che scrive: Dio è una favola che ci raccontiamo perché terrorizzati dall'idea di morire, la chiama "favola consolatoria e lenitiva delle nostre paure" un "ansiolitico"ma, poco prima dice che in tutte le religioni Dio è un'entità suprema che ci aspetta nell'aldilà per giudicarci. Siamo dei pessimi cantastorie... 

Insomma smettete di ridurre tutto alle solite banalità (*rivolgersi a Rasputin per l'elenco completo), che spesso vi fanno scrivere cose senza senso, e abbandonate i vostri pregiudizi se volete che lo si chiami confronto.

Nadine
-------------
-------------

Femmina Numero di messaggi : 335
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 05.11.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum